Indice del forum

MarcoTravaglio.it

Forum del sito MarcoTravaglio.it

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Elezioni 2013
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2, 3 ... 22, 23, 24  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> MarcoTravaglio.it
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
sweepsy

Esperto
Esperto


Junior Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 34
Registrato: 07/02/09 14:26
Messaggi: 2198
sweepsy is offline 

Località: Messina


Sito web: http://sweepsy.wordpre...


italy
MessaggioInviato: Ven Dic 28, 08:22:32    Oggetto:  Elezioni 2013
Descrizione: Come andrà a finire?
Rispondi citando

Queste elezioni sono anomale per il periodo in cui si faranno (febbraio) e per le "novità" politiche: da un lato il M5S lanciato per la prima volta a livello nazionale, dall'altro la "salita" di Monti sostenuto dai cosiddetti centristi. Per il resto c'è il PD alleato con SEL ed il PDL con il ritorno di Berlusconi (once again) che cerca di allearsi nuovamente con la Lega. A sinistra si sta cercando ancora di capire che intenzioni hanno (o meglio io non riesco a seguirli, non so voi).

Che ne pensate? Cosa accadrà? Avete dichiarazioni di voto da fare? Very Happy

_________________
Alla ricerca di un denso compiuto nello starnuto ontologico umano O_O

Mi sono rifatta
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


.. e se serve.. coso si scuoia!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger Skype
Adv



MessaggioInviato: Ven Dic 28, 08:22:32    Oggetto: Adv






Torna in cima
Saratoga

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 31
Registrato: 02/12/09 16:06
Messaggi: 2771
Saratoga is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Dic 28, 12:35:34    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non vedo l'ora che ci siano queste benedette elezioni, finalmente la parola ritorna agli elettori, ma soprattutto, sono davvero curioso di come andrà a finire, perchè la consultazione elettorale è davvero incerta e quantomai complicata.

Il M5S dovrebbe essere la novità, i sondaggi lo danno fino ad un massimo del 21 %...eppure la scriteriata aggressività di Grillo, le epurazioni e l'assenza di un programma organizzata gli stanno facendo perdere parecchio, secondo me se non cambia rotta per il 24 febbraio scende sotto la doppia cifra.

Il PD sulla carta dovrebbe vincere, anche se la discesa in campo di Monti potrebbe mettere a repentaglio un'ampia maggioranza. Non saprei cosa aspettarmi dal cosidetto "Centro" o "Terzo Polo", non si capisce se avranno Monti candidato premier o se si presentano a parte. Nel secondo caso direi che possono a malapena superare lo sbarramento. Di certo Fini da solo non fa neanche l'1 %...ed è pure troppo per quello che vale.

Il PDL, al di là dei roboanti proclami del capo, non ha la benchè minima speranza di vincere. Eppure, se si allea con la Lega, può puntare ad un sostanziale pareggio al Senato, e contare ancora qualcosa. Certo che le ultime performance di B. in televisione sono molto oltre il ridicolo, l'omino si sta praticamente scavando la fossa senza rendersene conto. Ok, lui è vecchio e palesemente poco lucido, ma i collaboratori, i familiari, non se ne avvedono?
C'è poi anche il partito "Fratelli d'Italia" di Meloni, Crosetto e LaRussa, fuoriusciti dal PDL e feroci critici della sua politica e di B. in particolare, che alle elezioni a quanto pare puntano sulla coerenza e sul cambiamento, dato che corrono come alleati del PDL. Con ogni probabilità il loro risultato sarà misurabile solo dal sito del Viminale con le percentuali a tre numeri dopo la virgola Twisted Evil

Comunque stando agli attuali sondaggi, Bersani premier, che ha già detto di voler aprire all"agenda Monti", ovverosia indirettamente a Casini e Fini. Immagino la felicità dell'elettorato di sinistra a questo avvenimento Very Happy
Che poi diciamolo, se ti concedi a gente come Fini e Casini, puoi mica fare tanto lo schizzinoso su Berlusconi? Alla fine Silvio finirà per contare ancora qualcosa.

Per quanto riguarda le intenzioni di voto, personalmente non saprei proprio. Escludendo a prescindere i partiti di sinistra, non posso certo votare l'ammucchiata indistinta di Casini e company (anche se l'annunciata non ricandidatura di gente tipo Fornero fa salire notevolmente il livello), per non parlare dell'odioso paternalismo che emerge dai sostenitori di Monti, cioè l'intero mainstream mediatico. Esclusi per ovvie ragioni PDL e Lega, penso che opterò per una banalissima astensione.

Questo con la situazione attuale, in futuro potrebbe evolvere, dato che ci sono ancora partiti-movimenti-personaggi che ancora non hanno chiarito programmi, alleanze, intenzioni.

_________________
"La politica è stata definita la seconda più antica professione del mondo. Certe volte trovo che assomigli molto alla prima."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Saratoga

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 31
Registrato: 02/12/09 16:06
Messaggi: 2771
Saratoga is offline 







italy
MessaggioInviato: Mer Gen 09, 20:47:58    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Una piccola considerazione sui recenti sviluppi della campagna elettorale.

Mario Monti : "Abbiamo dovuto alzare le tasse per colpa di altri. Ora bisogna ridurle!". Questo strepitoso esempio di paradosso grottesco vi ricorda qualcuno? A me si, eccome.
E ancora : "L'Imu va modificata". Maddai. Davvero?

Peggiora intanto la situazione del M5S. Si dice che i presunti poteri forti avessero tentato di annientarlo con vari escamotage....ma non ce n'è alcun bisogno : si stanno annientando da soli. Fino a poco tempo fa erano la seconda forza nazionale, ora sono scesi al quarto posto. Controsorpasso del PDL.
E non è una cosa da poco : farsi superare dall'attuale PDL, ridotto ai minimi termini e con un leader che ha ormai perso la brocca, è veramente umiliante.
Non solo : si sono fatti superare perfino dalla appena nata Lista Monti con l'alleanza di Casini e Fini.
E gente, farsi superare da Fini e Casini è ancora più umiliante : stiamo parlando dello zero assoluto. E il M5S è in calo continuo. Incredibile : hanno dilapidato un patrimonio, affogati nella loro stessa incapacità. Ulteriore previsione : alle elezioni del prossimo anno, si saranno già dissolti. Gli incapaci non durano molto, in politica.

Il nuovo movimento "Fratelli d'Italia". Contro Berlusconi ma alleati di Berlusconi. Un titolo che è tutto un programma, e alleati con la Lega. Un capolavoro di suicidio politico : non prenderanno mezzo voto. Ma perchè nessuno capisce che un partito di destra in Italia, che potrebbe attingere ad un bacino di voti vastissimo, deve fare una politica di destra - quindi totalmente agli antipodi di PDL e Lega?
Giustamente, piuttosto che una brutta coppia e tante parole vuote, preferisce l'originale.

Il movimento guidato da Ingroia, ai limiti della soglia di sbarramento, convince poco : ma perchè un'idea di società civile, giustizia e tante altre belle cose si deve intruppare con Diliberto e gli altri nostalgici di Lenin? Così non vanno da nessuna parte.

Le previsioni restano comunque le stesse : Bersani premier, buon risultato dei centristi che inevitabilmente andranno a influenzarne la politica. E il PDL che farà un risultato oltre ogni aspettativa finendo per contare ancora parecchio.

_________________
"La politica è stata definita la seconda più antica professione del mondo. Certe volte trovo che assomigli molto alla prima."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Orientalista partenopeo

Esperto
Esperto


Moderatori

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 07/02/09 14:45
Messaggi: 3521
Orientalista partenopeo is offline 







italy
MessaggioInviato: Mer Gen 09, 23:47:42    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Saratoga ha scritto:
un partito di destra in Italia, che potrebbe attingere ad un bacino di voti vastissimo, deve fare una politica di destra - quindi totalmente agli antipodi di PDL e Lega?

Una politica di destra del tipo più mercato e tagli, più mercato e tagli, più mercato e tagli, più mercato e tagli e ancora più mercato e tagli? No, perché le destre liberali europee (ammesso che siano quelle il tuo modello) propongono (e di solito fanno anche) quello, essenzialmente.
Non è che però Tremonti sia stato molto diverso, in questo è stato assolutamente in linea con l'Europa di destra: almeno per quanto riguarda i tagli.
Per quanto riguarda il mercato, basti vedere le violentissime resistenze che suscitano le timidissime liberalizzazioni di tanto in tanto annunciate e solo a volte timidissimamente introdotte (tipo i farmaci da banco negli ipermercati).
Il paradosso (ma forse non tanto) è che le resistenze molto spesso sono più forti a destra che a sinistra. Ho quindi forti dubbi che un partito di destra fautore del mercato libero che più libero non si può avrebbe tanti consensi qui. Io questo "bacino di voti vastissimo" non lo vedo per niente.
Se poi con politica di destra intendi "più legalità", quella non è monopolio delle destre (né delle sinistre, ovviamente), né in Italia né altrove. Per quanto riguarda poi il muso duro contro gli stranieri, abbiamo già dato, grazie: mentre i leghisti proponevano le loro ronde demenziali, i veri problemi venivano evitati (e ora ne stiamo pagando le drammatiche conseguenze).
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
potapotayaki

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti



Registrato: 23/02/09 10:01
Messaggi: 938
potapotayaki is offline 







NULL
MessaggioInviato: Gio Gen 10, 00:25:57    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Come partito che propone una politica economica "di destra" c'e' Monti...

Poi concordo sulle liberalizzazioni all'Italiana: gia' solo provi a toccare es. la lobby dei tassisti (ed il primo fu Bersani, "di sinistra", come tento' di fare per le parafarmacie) e sei nei guai. Se ci si fa mettere i piedi in testa dai tassisti, immagino a toccare le corporazioni di professionisti quali avvocati, notai, Laughing

E' il bello della politica economica "di destra" all'italiana: piu' mercato per chi gia' lo subisce, tagli alle spese togliendo servizi alle categorie piu' deboli, permanere delle posizioni di rendita, privatizzazione tramite svendita ai privati di pezzi pregiati posseduti dallo stato. Quello che ha tentato di fare piu' liberalizzarioni paradossalmente e' stato uno di sinistra, Bersani, ed ha preso una legnata sui denti pure dai tassaroli... Confused Porc... l'esercito coi carriarmati ci avrei mandato a Roma a spianare i taxi... Twisted Evil

Io temo Monti, mi pare abbia un concetto di equita' tutto suo. Boh, staremo a vedere.

_________________
La ricerca italiana. Banca FraIntesa
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

"ma nun doveva esse mejo?"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Saratoga

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 31
Registrato: 02/12/09 16:06
Messaggi: 2771
Saratoga is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Gen 10, 00:58:03    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Orientalista Partenopeo ha scritto:

Il paradosso (ma forse non tanto) è che le resistenze molto spesso sono più forti a destra che a sinistra. Ho quindi forti dubbi che un partito di destra fautore del mercato libero che più libero non si può avrebbe tanti consensi qui. Io questo "bacino di voti vastissimo" non lo vedo per niente.


Secondo me c'è, e basterebbe che ci fosse un partito serio che pensasse a liberalizzare senza fare distinguo in base a presunte categorie di riferimento. Purtroppo vige questa idea per cui alcune categorie sono a prescindere di destra o di sinistra e quindi vanno combattute o sostenute a prescindere. La sinistra che sta con gli operai e la destra con gli imprenditori, e assurdità simili.
Sarebbe ora di smetterla, e iniziare liberalizzazioni serie senza alcun preconcetto politico, combattere senza pietà i corporativismi fregandosene dell'orientamento politico di questo e quello. Si diceva ad esempio che i tassisti che contrastavano Bersani fossero di AN. Ammesso che fosse vero, ma un bel chissenefrega?
La gente apprezzerebbe eccome, se un governo serio, realmente liberale, ponesse fine a certe cose.
Io sono convinto che la stragrande maggioranza delle persone, anche e soprattutto quella idealmente di destra, sarebbe ben contenta di veder cadere i privilegi lobbistici di certe categorie. Che poi le categorie stesse facciano resistenza è inevitabile, ma non sono da confondere con la grande massa dell'elettorato.

Citazione:

Se poi con politica di destra intendi "più legalità", quella non è monopolio delle destre (né delle sinistre, ovviamente), né in Italia né altrove


Non è monopolio ma è argomento che funziona sempre e che tocca moltissime persona. Una politica legalitaria seria porterebbe voti eccome. Chi la vuole credo sia in netta maggioranza, e diciamolo : la legalità e agli antipodi della politica del PDL in tema di giustizia. E' evidente che un partito di destra vero dovrebbe fare cose radicalmente diverse. Il PDL ha lo stesso concetto di giustizia del PSI di Craxi, della DC di Andreotti e via dicendo.

Citazione:

Per quanto riguarda poi il muso duro contro gli stranieri, abbiamo già dato, grazie: mentre i leghisti proponevano le loro ronde demenziali, i veri problemi venivano evitati (e ora ne stiamo pagando le drammatiche conseguenze).


Anche qui andrebbe superata la tradizionale divisione che vuole la destra dura con gli immigrati e la sinistra buonista che blatera di accoglienza, multiculturalisma e altra roba.
Seriamente, un partito di destra forse dovrebbe fare una politica migratoria ragionata, precisa. Gestire i flussi migratorie, prevenendo la clandestinità e l'inevitabile aumento di criminalità e sfruttando i fattori positivi che ne derivano, senza retorica e slogan.

Ce poi un'ultima cosa, fondamentale : i partiti di destra hanno solitamente una forte identità nazionale, patriottismo o nazionalismo che dir si voglia. E' evidente che per fare questo non si può che essere alla totale opposizione della Lega Nord.

Io resto convinto che un partito vero, di destra vera, potrebbe esistere eccome, e dovrebbe essere agli antipodi di quello che attualmente viene spacciato per centrodestra. Il PDL e la Lega sono di "destra" solo per una nostra riduttiva e schematica visione. Siamo noi a dirlo. Di certo non loro.

potapotayaki ha scritto:

Se ci si fa mettere i piedi in testa dai tassisti, immagino a toccare le corporazioni di professionisti quali avvocati, notai,


Appunto ci vorrebbe un partito serio, forte, libero da condizionamenti, per fare certe riforme. Se uno riuscisse davvero a fare qualcosa per togliere le grinfie degli avvocati da ogni cosa...quanti voti potrebbe prendere? Tutti detestano gli avvocati, a parte gli avvocati e i loro clienti (che sono effettivamente una parte consistente dell'elettorato, ma per fortuna ancora minoritaria Mr. Green )

_________________
"La politica è stata definita la seconda più antica professione del mondo. Certe volte trovo che assomigli molto alla prima."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
potapotayaki

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti



Registrato: 23/02/09 10:01
Messaggi: 938
potapotayaki is offline 







NULL
MessaggioInviato: Gio Gen 10, 01:11:51    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ma a conti fatti avvocati e loro assidui clienti sono una parte MAGGIORITARIA nel parlamento Italiano. Mr. Green
_________________
La ricerca italiana. Banca FraIntesa
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

"ma nun doveva esse mejo?"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Orientalista partenopeo

Esperto
Esperto


Moderatori

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 07/02/09 14:45
Messaggi: 3521
Orientalista partenopeo is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Gen 10, 02:46:37    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Saratoga ha scritto:
Si diceva ad esempio che i tassisti che contrastavano Bersani fossero di AN.

Non "si diceva", lo erano. O meglio ancora, era AN che faceva loro da sponsor.

Saratoga ha scritto:
Che poi le categorie stesse facciano resistenza è inevitabile, ma non sono da confondere con la grande massa dell'elettorato.

In un paese sostanzialmente organizzato per corporazioni, va bene toccare la "casta" degli altri, non la propria. Quando poi le tocchi tutte insieme, si coalizzano, sguinzagliano i loro cani-mastino in parlamento (molto spesso essi stessi rappresentanti delle suddette caste) e ciao ciao alle riforme.
Così è andata con i tassisti, così sarà (ancora di più) con medici, notai e via dicendo.

Saratoga ha scritto:

prevenendo la clandestinità

Tutti dicono di voler "prevenire la clandestinità", sinistre radicali comprese: sono le ricette a essere diverse. Non mi sembra in sé un concetto di destra. Non conosco partiti, in Italia o all'estero, che si proclamano a favore della clandestinità.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Saratoga

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 31
Registrato: 02/12/09 16:06
Messaggi: 2771
Saratoga is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Gen 10, 14:29:30    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Orientalista Partenopeo ha scritto:

Non "si diceva", lo erano. O meglio ancora, era AN che faceva loro da sponsor.


Bene, lo erano, allora vale la stessa cosa : chissenefrega. Un partito serio, un governo serio dovrebbe fregarsene di perdere l'appoggio dei tassisti, perchè tanto guadagnerebbe quello generale facendo una cosa sacrosanta e utile alla società. Un governo che potesse fare qualcosa di più che cercare consenso per le prossime elezioni, sarebbe auspicabile.

Citazione:

In un paese sostanzialmente organizzato per corporazioni, va bene toccare la "casta" degli altri, non la propria. Quando poi le tocchi tutte insieme, si coalizzano, sguinzagliano i loro cani-mastino in parlamento (molto spesso essi stessi rappresentanti delle suddette caste) e ciao ciao alle riforme.
Così è andata con i tassisti, così sarà (ancora di più) con medici, notai e via dicendo


Esattamente, per questo ci vorrebbe un movimento, un partito, un governo coraggioso che sia in grado di sfidare certe resistenze. Troverebbe larghi appoggi presso chi mal sopporta queste "caste". Che possono contare, numericamente, fino a un certo punto e non sono di destra o sinistra, ma difendono loro stesse a prescindere, contro chiunque.
Inoltre, esistono per fortuna anche elementi all'interno delle corporazioni che sono in grado di vedere oltre il proprio personale interesse e che sono i primi a denunciare tutto questo. Sembra incredibile ma esistono anche avvocati che riconoscono lo spropositato e mefitico potere che la loro categoria esercita nella sua opera di distruzione del mondo Very Happy

Il problema dei rappresentanti delle caste è reale e drammatico, e anche qui, in primis ci sono gli avvocati che infestano il parlamento più di ogni altro.
Proprio per questo sarebbe necessario un cambiamento radicale con l'elezione di parlamentari o non facenti parte di caste, oppure che siano brave persone disposte a fare l'interesse comune - che poi dovrebbe essere la missione stessa di un politico, no?
A parte che secondo me, una prima cosa da fare sarebbe di vietare agli avvocati l'elezione al parlamento, o comunque l'obbligo di sospendere l'attività, basandosi sul principio che un avvocato che difende clienti non dovrebbe avere la possibilità di legiferare e quindi di sfruttare la propria carica per avvantaggiarsi nei procedimenti, cosa che i parlamentari fanno regolarmente.
Tolti gli avvocati, non hai risolto il problema ma hai eliminato la casta più potente e dannosa, ed è già tanto.

Citazione:

Tutti dicono di voler "prevenire la clandestinità", sinistre radicali comprese: sono le ricette a essere diverse. Non mi sembra in sé un concetto di destra. Non conosco partiti, in Italia o all'estero, che si proclamano a favore della clandestinità.


Appunto, secondo me ci vorrebbe una ricetta diversa da quelle finora proposte. Non ha funzionato granchè la Bossi-Fini, non mi convincono per niente le ricette della sinistra. Ecco, magari ci vorrebbe un partito che non vive nel continuo terrore di apparire politicamente scorretto ma in grado di fare una politica migratoria seria. Senza preconcetti, senza slogan, senza buonisimi tanto per, senza rutti.

_________________
"La politica è stata definita la seconda più antica professione del mondo. Certe volte trovo che assomigli molto alla prima."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Orientalista partenopeo

Esperto
Esperto


Moderatori

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 07/02/09 14:45
Messaggi: 3521
Orientalista partenopeo is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Gen 10, 16:02:25    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Saratoga ha scritto:
Orientalista Partenopeo ha scritto:

Non "si diceva", lo erano. O meglio ancora, era AN che faceva loro da sponsor.

Bene, lo erano, allora vale la stessa cosa : chissenefrega. Un partito serio, un governo serio dovrebbe fregarsene di perdere l'appoggio dei tassisti, perchè tanto guadagnerebbe quello generale facendo una cosa sacrosanta e utile alla società. Un governo che potesse fare qualcosa di più che cercare consenso per le prossime elezioni, sarebbe auspicabile.

"Dovrebbe", "sarebbe auspicabile"... tutto al condizionale. Scendendo dalle nuvole dei sogni, esiste realmente un blocco culturale di destra liberale in Italia? Da chi sarebbe rappresentato? Da Montanelli e Travaglio? A parte questi due e pochi altri, chi c'è o chi c'è stato, nell'Italia post-fascista? Non è un po' poco per un "bacino di voti vastissimo"? Se la destra liberale (escludiamo quindi tutti i fascisti e i post-fascisti, a partire da Almirante) fosse così dominante in Italia, sarebbe dominante anche nel mondo della cultura e del giornalismo. Non è che non può emergere perché è soffocata dai catto-comunisti, non emerge perché proprio non c'è.
Se poi vogliamo tornare indietro a Minghetti e Rattazzi, la cosiddetta Destra storica risale a un periodo in cui il diritto di voto era limitatissimo. Quella destra era quindi espressione di un'elite, niente affatto rappresentativa. Quando è stato introdotto il suffragio universale, i vecchi liberali (inclusi i giolittiani e gli eredi della Sinistra storica) sono stati surclassati elettoralmente dai popolari e dai socialisti (che erano invece partiti di massa).
Ricordi il Patto Gentiloni? Quel patto fu stipulato da Giolitti, alla vigilia delle prime elezioni a suffragio universale maschile, proprio perché i liberali non avevano possibilità di vittoria senza i cattolici.
Piaccia o no, allora come ora i due blocchi politico-culturali principali erano (sono) quello cattolico e quello socialista-marxista.
'Ndo sta questa destra laica e liberale italiana?
Non siamo nemmeno tanto anomali, perché la Germania ha una situazione analoga: anche lì la partita si gioca tra cristiano-democratici e socialisti.

Un'ultima nota: i vecchi liberali credevano in una rigida separazione Stato-Chiesa. Per dirne una, Benedetto Croce si oppose al Concordato del 1929 (non a caso firmato quando i liberali erano definitivamente tramontati e non sarebbero mai più risorti).
Tu lo vedi un partito di destra in Italia che fa pagare l'IMU alla Chiesa, anche sugli edifici di culto?


Saratoga ha scritto:
senza buonisimi tanto per

Che siano buonismi "tanto per" lo dici tu.
Oltretutto buonismo è un termine caricaturale che non significa niente.
Tu come ti definisci, cattivista?

Ti do una notizia:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Quando non c'è più lavoro, gli stranieri tendono ad andarsene. Allo stesso modo, se sono venuti (legali o clandestini che fossero) era perché c'era domanda di lavoro, non per le politiche "buoniste" (qualunque cosa significhi).
Chi vuole fare una politica realista (l'unico aggettivo che abbia senso) sull'immigrazione deve tenere conto della domanda e dell'offerta, quindi del mercato.
Mi pare piuttosto contraddittorio prendere il mercato come totem intoccabile e poi, passando agli stranieri, infischiarsene con motivazioni del tipo "contaminano la nostra cultura", "minacciano la nostra identità" e così via.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Saratoga

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 31
Registrato: 02/12/09 16:06
Messaggi: 2771
Saratoga is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Gen 11, 01:01:47    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Orientalista Partenopeo ha scritto:

Dovrebbe", "sarebbe auspicabile"... tutto al condizionale. Scendendo dalle nuvole dei sogni, esiste realmente un blocco culturale di destra liberale in Italia? Da chi sarebbe rappresentato? Da Montanelli e Travaglio?


No, politicamente parlando non esiste. Ma lo si può creare. L'idea di fondo esiste, fra la gente, e sicuramente, se ci fosse qualcuno a proporlo, i consensi potrebbe ottenerlo eccome.
E infatti il discorso partiva proprio da una personale considerazione sul nuovo partito di (sedicente) centrodestra : Fratelli d'Italia. Ribadisco che non può funzionare : un partito veramente di destra deve essere innanzitutto avversario di PDL e Lega. Solo che nessuno si decide a farlo, Crosetto e Meloni sono un altro fallimento. Non esistono personalità politiche in grado di farlo, ora come ora.
Il campo di cosidetta "destra" è stato monopolizzato da Berlusconi che ha cancellato qualunque altra cosa, e ancora nessuno ha il coraggio di venirne fuori.

Citazione:

Se la destra liberale (escludiamo quindi tutti i fascisti e i post-fascisti, a partire da Almirante) fosse così dominante in Italia, sarebbe dominante anche nel mondo della cultura e del giornalismo. Non è che non può emergere perché è soffocata dai catto-comunisti, non emerge perché proprio non c'è.


Io non credo che non esista, semplicemente, non ha nessun riferimento e portare avanti un'idea non è facile. Senza contare che la cultura e soprattutto il giornalismo, in Italia, tendono ad accodarsi al potere dominante. Tutti gli intellettuali di "destra", che fossero liberali, cattolici, monarchici, missini o che altro, si sono sostanzialmente accodati a Berlusconi.

Che esista un'idea di una destra diversa io lo vedo nelle opinioni della gente comune. Tutti quelli che non si riconoscono nella sinistra e detestano Berlusconi e la sua cricca e i leghisti.
Si, è un discorso fumoso, un'idea senza rappresentanza alcuna, che puoi facilmente bollare come non esistente a livello istituzionale. Ma sono sicuro che se una proposta seria ci fosse, i voti li prenderebbe eccome.

Piccolo esempio : FLI. E' l'unico esempio degli ultimi anni che aveva fatto ben sperare. Fra settembre e ottobre 2010 proponeva davvero una destra diversa (un po' confusa, per la verità, ma le buone intenzioni c'erano tutte) e soprattutto, tenacemente avversa a Berlusconi e la Lega. E dal nulla era già all'8,5 %, e in potenziale forte crescita (alcune proiezioni gli assegnavano fino ad un 38 % di potenziale elettorato). Poi sappiamo come è andata a finire, l'harakiri di Fini e il colpo di grazia al partito.

Citazione:

Piaccia o no, allora come ora i due blocchi politico-culturali principali erano (sono) quello cattolico e quello socialista-marxista.
'Ndo sta questa destra laica e liberale italiana?


Secondo me sbagli a considerare il blocco di destra come "cattolico" di per sè. Siamo un paese cattolico si, ma la situazione è radicalmente diversa da quella post-unitaria. Oggi siamo molto più secolarizzati e la religione non ha lo stesso peso. Lo spazio per una destra laica ci sta eccome. Io non credo affatto che i "cattolici" di per sè siano particolarmente influenti, come elettori. Cioè, nel senso che sono si la maggioranza, ma la maggioranza di loro non va a votare pensando in primis a quanto è cattolico o meno un partito. Altro conto sono le gerarchie vaticane, ma secondo me il loro presunto potere di poter spostare milioni di voti è largamente sovrastimato. Io credo siano francamente pochi gli italiani che votano secondo le indicazioni dei vescovi.

Citazione:

Un'ultima nota: i vecchi liberali credevano in una rigida separazione Stato-Chiesa. Per dirne una, Benedetto Croce si oppose al Concordato del 1929 (non a caso firmato quando i liberali erano definitivamente tramontati e non sarebbero mai più risorti).
Tu lo vedi un partito di destra in Italia che fa pagare l'IMU alla Chiesa, anche sugli edifici di culto?


Si, ce lo vedo. Parliamo di una destra laica, ma non atea o anti-cattolica. Gli italiani sono in maggioranza cattolici, ma non clericali : far pagare l'IMU alla Chiesa secondo me riscuoterebbe grandissimi consensi. Essere anti-clericali va benissimo, e si può essere contro i privilegi e l'influenza della Chiesa senza essere anti-cattolici.
Peraltro, siamo allo stesso discorso di prima : un partito serio se ne fregherebbe di inimicarsi il Vaticano, e farebbe ciò che è giusto. E anche qui, sono sicuro, otterebbe il plauso della gente. Sono convinto che fra tutti gli italiani, cattolici compresi, la stragrande maggioranza farebbe pagare eccome l'IMU alla Chiesa. Certo, i partiti attuali sono ovviamente proni al Papa e attenti a compiacere la Chiesa e i giornali cattolici....e infatti parliamo di un partito serio, ideale, interessato al bene comune, che al momento non c'è. Ma magari un giorno ci sarà.

_________________
"La politica è stata definita la seconda più antica professione del mondo. Certe volte trovo che assomigli molto alla prima."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
potapotayaki

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti



Registrato: 23/02/09 10:01
Messaggi: 938
potapotayaki is offline 







NULL
MessaggioInviato: Mer Gen 23, 18:32:40    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Giambi, mo' in Liguria ti becchi pure Minzolini!!!!! Laughing
_________________
La ricerca italiana. Banca FraIntesa
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

"ma nun doveva esse mejo?"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Saratoga

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 31
Registrato: 02/12/09 16:06
Messaggi: 2771
Saratoga is offline 







italy
MessaggioInviato: Mer Gen 23, 20:10:54    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sono abbastanza schifato da quello che sta succedendo nel PDL. Cosentino, Dell'Utri, Milanese, Scajola e tanti altri tenuti fuori dalle liste.

Perchè? Per via dei procedimenti giudiziari? Ridicolo. Sono candidati diversi altri indagati, tipo Fitto e Formigoni, e inoltre, l'impresentabile per eccellenza è anche capo del partito.
Quindi, cosa rappresenta mai l'esclusione di quei soggetti? Traditi dal partito. Un partito che ha fatto del garantismo in malafede, dell'illegalità, del complottismo, del potere a prescindere, dei bacini elettorali a scapito della decenza, della lotta alla magistratura i suoi principi cardine, i suoi valori fondamentali, i suoi concetti portanti....e ora per qualche voto in più li svendono?
VERGOGNA!

Senza contare che l'esclusione non è dovuta a motivi di sincera etica, dato che Berlusconi ha chiaramente detto che li escludono per colpa dei pm, come a dire che sono innocenti ma siccome l'opinione pubblica crede ai giudici allora è costretto a lasciarli fuori.

Che carogne. Non ho parole. Neanche fra compagni di ruberie mantengono un minimo di solidarietà, di amicizia, di riconoscenza. Mi auguro vivamente che Cosentino faccia seguito alle sue minacce e racconti tutto quello che sa sputtanando i traditori.

_________________
"La politica è stata definita la seconda più antica professione del mondo. Certe volte trovo che assomigli molto alla prima."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
potapotayaki

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti



Registrato: 23/02/09 10:01
Messaggi: 938
potapotayaki is offline 







NULL
MessaggioInviato: Mer Gen 23, 22:57:42    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Eh, spero anch'io che Cosentino, ma anche Albertini, vuotino il sacco. Purtroppo pero' anche loro sono ricattabili e stai certo che si trovera' il modo per farli stare a cuccia. Per me stanno solo tirando sul prezzo... Rolling Eyes

Comunque, Minzolini candidato e' una perla. Ma ai senatori danno l'equivalente del bancomat aziendale? Perche' in caso bisognerebbe incatenarlo ad un finanziere (GDF) coi controOO, prima che apra un'altra voragine nelle casse statali. "E che volete che sia una corona d'oro massiccio, diamanti e rubini... e' per mantenere il decoro di senatore, e devo pur coprirmi il capo quando c'e' sole... Contestandomi queste spesucce voi vi dimostrate giustizialisti e giacobini, e state solo creando un vulnus alla democrazia!". Laughing
La buona notizia e' che verra' creato un nuovo posto di lavoro per assumere una persona dedita alle pulizie per togliere la scia di viscidume che il Minzo si lascia dietro quando passa... puke

_________________
La ricerca italiana. Banca FraIntesa
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

"ma nun doveva esse mejo?"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Saratoga

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 31
Registrato: 02/12/09 16:06
Messaggi: 2771
Saratoga is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Gen 24, 16:08:00    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

potapotayaki ha scritto:

Eh, spero anch'io che Cosentino, ma anche Albertini, vuotino il sacco. Purtroppo pero' anche loro sono ricattabili e stai certo che si trovera' il modo per farli stare a cuccia. Per me stanno solo tirando sul prezzo...


Lo temo anch'io, perchè purtroppo ogni volta che qualcuno minaccia di fare fuoco e fiamme contro B., poi regolarmente ci ripensa. Non credo per ricattabilità, in fondo questa gente è già compromessa e non vedo cos'altro potrebbe rimetterci - certamete B. è molto più a rischio. Chissà perchè però, quando si arriva al dunque, vuoi per troppa diplomazia, vuoi per un sincero amore che in fondo rimane, alla fine tacciono tutti.

Però stavolta Cosentino ha veramente il dente avvelenato, come si evince da questa intervista :

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Emblematico questo passaggio :

Citazione:

"Mi sta cercando da ore, Berlusconi. Lascia messaggi. Ma non rispondo. Sono schifato, si è svenduto tutta la sua cultura garantista per un pugno di voti. Ma io non muovo un dito per questa campagna


E questo è tutto. Non si può non dargli ragione, e veramente, questo aggiunge un altro tassello a quanto possa fare schifo l'uomo che guida quel partito. Semplicemente disgustoso, anche nei rapporti di amicizia. Ma sono soprattutto curioso di sapere cosa farà Dell'Utri, perchè escludere lui, amico da una vita e vero braccio destro di B., è veramente la cosa più ignobile che si possa fare. Cosa farà Marcello? Prevarrà la sua stima per il Cav. e si immolerà per lui, rischiando il carcere, o prevarrà la rabbia per il vergognoso tradimento?

Ha ragione Cosentino comunque, Alfano è un perdente di successo (ma neanche tanto) e adesso vorrebbe stravolgere i gloriosi valori di un partito che lui non rappresenta, e che sono ben altri, meravigliosamente espressi dalla battuta finale di Cosentino nell'intervista. Come si fa a non candidare nel PDL uno così?

Citazione:

Anzi, ditelo a tutti gli amici: gli abusivi stanno sempre nel mio cuore"

_________________
"La politica è stata definita la seconda più antica professione del mondo. Certe volte trovo che assomigli molto alla prima."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> MarcoTravaglio.it Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3 ... 22, 23, 24  Successivo
Pagina 1 di 24

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





MarcoTravaglio.it topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008