Indice del forum

MarcoTravaglio.it

Forum del sito MarcoTravaglio.it

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Le grandi opere
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2, 3 ... 23, 24, 25  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> MarcoTravaglio.it
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
sweepsy

Esperto
Esperto


Junior Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 33
Registrato: 07/02/09 14:26
Messaggi: 2198
sweepsy is offline 

Località: Messina


Sito web: http://sweepsy.wordpre...


italy
MessaggioInviato: Lun Feb 09, 11:44:25    Oggetto:  Le grandi opere
Descrizione:
Rispondi citando

A proposito del ponte...

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Citazione:
[...]Un'opera maestosa che, sempre secondo quanto dichiarato ieri dal premier, potrebbe essere “facilmente” realizzata, grazie ai 125 miliardi di euro che il governo intende stanziare per la realizzazione di 100 grandi opere[...]
Per ammissione dello stesso Ciucci, il governo avrebbe sì a disposizione i fondi necessari in fase di progettazione ma, ed è questo ciò che desta maggiore preoccupazione, non per la concreta realizzazione dell'opera: «Una cosa è certa – aveva affermato il presidente dell'Anas - non partiremo senza avere la certezza di avere i fondi per completare l'opera». Una “certezza” che ieri Berlusconi è invece tornato a sbandierare ai quattro venti...ma al vento, si sa, segue spesso una nuova fase di calma piatta.

_________________
Alla ricerca di un denso compiuto nello starnuto ontologico umano O_O

Mi sono rifatta
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


.. e se serve.. coso si scuoia!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger Skype
Adv



MessaggioInviato: Lun Feb 09, 11:44:25    Oggetto: Adv






Torna in cima
il sonno della ragione

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 08/02/09 13:17
Messaggi: 28
il sonno della ragione is offline 







italy
MessaggioInviato: Lun Feb 09, 15:22:51    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ehm...a proposito di grandi opere...
l'altro ieri ho fatto aimè la E45, Cesena-Perugia e ritorno dalla medesima. Sarebbe un'arteria principale, certo non è un'autostrada ma è pur sempre un'importantissima via di comunicazione. Ebbene, penso che le mulattiere di certi paesi asiatici siano messe meglio...e non è un'esagerazione. Buche dappertutto, mille deviazioni e restringimenti di corsia. Quando piove ci vuole il fuoristrada, se nevica allora è meglio non farla proprio. A ottobre col camper all'entrata di una galleria una buca ha provocato la rottura di un pezzo del semiasse, giusto per fare un esempio. Poi c'è sempre la famigerata Salerno-Reggio Calabria, ma di quella preferisco non parlarne, la facevo da quando ero bambino per andare al mare...un'odissea senza fine, 30 anni fa e ora è quasi peggio...
Quindi: prima di parlare di grandi opere, di ponti etc.. il nostro eroe nanomafioso dovrebbe avere il buon gusto di tacere, almeno quando neanche due settimane fa una frana di fango ha fatto delle vittime innocenti sulla Salerno_ReggioCalabria, e l'altro ieri il ferrari testarossa dei treni si è spaccato in due, e un altro ci ha messo 4 ore da Milano a Rogoredo. L'unica grande opera che sarei contento inaugurasse il nanerottolo è quel bel mausoleo stile egizio-massone-milanese che si è fatto costruire a villa s.martino. Spero il prima possibile

_________________
"La maggior parte dell'umanità indulge alla Follia e quindi le cose peggiori incontrano sempre il massimo successo." - Erasmo da Rotterdam
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
<b>Guy Fawkes</b

Ospite















MessaggioInviato: Lun Feb 09, 16:25:45    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

A proposito di trasporti...

Fs: «Puntiamo al 60% su Roma-Milano
La Lombardia riceve per quel che paga»

La sfida fra treno e aereo? «La vinciamo tutti».
I servizi? «Commisurati ai soldi che riceviamo»
MILANO - L'alta velocità punta al «60% della massa dei passeggeri» della tratta Milano-Roma. È quanto ha detto il presidente delle Ferrovie dello Stato Innocenzo Cipolletta parlando a margine dell'edizione 2009 della «Mobility Conference» promossa da Assolombarda e Camera di Commercio di Milano. In ogni caso le ferrovie «aspettano a fare questo conto quando la recessione sarà terminata».
TRENO O AEREO - A chi gli chiedeva chi vince la sfida fra treno e aereo Cipolletta ha poi replicato:«la vinciamo tutti, offrendo varie alternative di trasporto ci sarà posto per tutti». Per ora Trenitalia «è soddisfatta» del risultato raggiunto lo scorso dicembre. «Siamo sopra il 50% - ha proseguito - ed entro il prossimo 12 dicembre sarà completata la linea Torino-Milano-Salerno». Quanto all'alta velocità, secondo Cipolletta, «bisogna aspettare che passi la crisi e poi ci sarà una forte domanda di trasporto con possibilità di crescita per tutti». In particolare Trenitalia sta valutando «un nuovo modello di offerta che prevede tariffe più basse per chi viaggia in certi giorni ed in certi orari al di fuori della fascia business»...

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
everywhere

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 44
Registrato: 08/02/09 14:11
Messaggi: 843
everywhere is offline 




Sito web: http://www.youtube.com...


italy
MessaggioInviato: Lun Feb 09, 21:39:10    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Una cosa che non ho capito... ma il passante di mestre e' a pagamento?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Vimax

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 31
Registrato: 07/02/09 17:10
Messaggi: 196
Vimax is offline 

Località: Giugliano in Campania (Na)

Impiego: Studente universitario



italy
MessaggioInviato: Mar Feb 10, 00:42:53    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

everywhere ha scritto:
Una cosa che non ho capito... ma il passante di mestre e' a pagamento?

Da quel che ho sentito oggi per radio, si, ma non ho idea di quanto si paghi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
everywhere

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 44
Registrato: 08/02/09 14:11
Messaggi: 843
everywhere is offline 




Sito web: http://www.youtube.com...


italy
MessaggioInviato: Mar Feb 10, 08:29:04    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Vimax ha scritto:
everywhere ha scritto:
Una cosa che non ho capito... ma il passante di mestre e' a pagamento?

Da quel che ho sentito oggi per radio, si, ma non ho idea di quanto si paghi.


Fantastico. Un imprenditore che va al governo, fa delle infrastrutture con soldi pubblici e poi VENDE l'ultilizzo di queste infrastrutture al cittadino, che ha gia' pagato le tasse, facendogli pagare il pedaggio e mettendosi in saccoccia altri soldi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Roberto

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 07/02/09 14:31
Messaggi: 2584
Roberto is offline 







NULL
MessaggioInviato: Mar Feb 10, 11:55:16    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

E' la destra liberista in salsa italiana baby! Very Happy
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email Skype
sweepsy

Esperto
Esperto


Junior Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 33
Registrato: 07/02/09 14:26
Messaggi: 2198
sweepsy is offline 

Località: Messina


Sito web: http://sweepsy.wordpre...


italy
MessaggioInviato: Mer Feb 25, 14:51:21    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
Cronaca
25/02/2009

Riparte venerdì dal Cipe il Progetto del Ponte sullo Stretto

Il ministro alle Infrastrutture, Altero Matteoli, sta rilanciando il progetto, e parla anche di A3 e altre grandi opere

Venerdì il Cipe dovrebbe rifinanziare l'opera del Ponte sullo Stretto, stanziando nuovamente gli investimenti di competenza statale pari a 1,3 miliardi di euro e dando nuova linfa al progetto di un collegamento stabile tra Sicilia e continente.

A dare la notizia, in esclusiva, l'edizione delle 20:00 del Tg1 di martedì 24 febbraio, in un servizio di Luigi Monfredi con un'intervista al giornalista Giuseppe Cruciani che s'è espresso favorevole rispetto alla scelta del governo di rilanciare il Ponte, dichiarando: "Fare il Ponte significa sconfiggere l'Italia dei no, del non fare, dell'immobilismo, delle chiacchiere, dell'inconcludenza politica e anche dell'ambientalismo radicale che vuole che tutto resti fermo e immobile. Inoltre la realizzazione del Ponte sarebbe lo slancio dei trasporti che al sud versano in uno stato drammatico. E sarebbe anche un simbolo, un simbolo importante di un Paese che finalmente investe nelle infrastrutture".

Stamattina, sempre in Rai, ma stavolta alla Radio, nel programma "Radio Anch'io" di Radio Uno, il ministro delle Infrastutture, Altero Matteoli, è entrato maggiormente nei dettagli della situazione, chiarendo che a novembre del 2010 si potrebbe porre la prima pietra per la costruzione del Ponte che sarebbe completato nel 2016. "Per uscire dalla crisi bisogna realizzare infrastrutture. Noi ne abbiamo bisogno" ha detto il ministro in diretta radiofonica, specificando che "dal secondo posto in Europa per la realizzazione di infrastrutture che avevamo a inizio anni '70 oggi siamo al diciannovesimo posto sui 27 Paesi dell'Unione europea".

Entrando maggiormente nei dettagli del progetto Ponte, Matteoli ha specificato che "la stragrande maggioranza delle opere previste dal piano da 16,6 miliardi varato dal governo può partire entro il 2009, anche il Ponte sullo Stretto: lo deciderà in modo definitivo il Cipe di venerdì". Ma per Remo Calzone, ingegnere, l'attuale progetto del ponte è inadeguato perchè troppo costoso e soggetto alla forza del vento. Matteoli ha risposto dicendo di essere un politico, non un tecnico, e che il progetto Ponte è stato realizzato dai migliori tecnici ingegneristici del settore, e che la voce di Calzone è isolata. "Il progetto e' questo e andiamo avanti con questo. E' vero, costa 6 miliardi, ma su questo progetto non torniamo indietro''.

Costa, costa tanto il Ponte, ma il governo ha deciso di investire tanti soldi per il Sud. Matteoli ci tiene a precisare che "se ci limitassimo al Ponte senza infrastrutturazione in Calabria e Sicilia non servirebbe a nulla". Quindi il Ponte "ci obbliga a migliorare le infrastrutture ferroviarie, autostradali e anche i porti. E' un'opera gigantesca che portera' anche turismo".

E allora il discorso non può che ricadere sull' A3, l'autostrada Salerno-Reggio Calabria che, a quanto dice il Ministro, sarà completata "entro la fine del 2011-inizio del 2012". Matteoli infatti ha detto che "l'opera è tutta finanziata. Abbiamo avuto dei problemi dovuti alla criminalità organizzata: aveva intimidito le imprese, che volevano andarsene via, e questo ha fatto ritardare i lavori. Ma il ministro Maroni è andato in Calabria portando uomini e mezzi, e abbiamo convinto le imprese a restare. 190 chilometri sono già terminati, tutto il resto è già finanziato. Mancano un paio d'anni alla conclusione di tutti i lotti in cui i lavori sono già iniziati, o inizieranno a breve, dopodichè l'autostrada sarà completata, veloce, funzionale, e ovviamente si pagherà il pedaggio come d'accordo con le due Regioni, perchè se si paga in tutt'Italia è giusto che si paghi anche lì".

Questo tipo di dichiarazioni hanno suscitato già molte reazioni, sinora prevalentemente positive. Il senatore Reggino del Pdl, Giuseppe Valentino, ha diramato una nota che recita così: "Rivolgo un sentito plauso alla determinazione senza se e senza ma con la quale il Ministro Matteoli ha comunicato che cominceranno i lavori di costruzione del Ponte nello stretto tra Reggio Calabria e Messina. Un'opera fortemente voluta che si realizzerà nonostante le difficoltà - giunte fino ad immaginare lo scioglimento della societa' Ponte sullo Stretto - poste in essere nella scorsa legislatura dal governo Prodi. Adesso è cambiato il vento, l'avvio dell'opera tanto attesa e cosi' utile alle esigenze del Mezzogiorno d'Italia - e in particolare a quelle di Calabria e Sicilia - è in dirittura d'arrivo. Sarà l'evento piu' significativo della nuova stagione di governo, produrrà lavoro e benessere per aree vaste della societa' italiana".

E' contento anche il vice Presidente del Senato, il barcellonese Domenico Nania: "il ponte sullo Stretto di Messina è un'opera molto importante, perché dimostra l'impegno del Governo a voler risolvere uno dei problemi storici del Mezzogiorno d'Italia. Bene ha fatto il Ministro Matteoli a dare uno scadenzario certo sulle grandi opere, come il ponte sullo Stretto che partirà entro il 2009 e che avrà un peso fondamentale per lo sviluppo del Paese e in particolare del Sud".

Accoglie la notizia con toni entusiastici anche il presidente di Atlantia, Gian Maria Gros-Pietro: "è una buona notizia. Credo che il completamento della rete infrastrutturale fino al ponte verso la Sicilia sia un salto in avanti per il Paese e soprattutto per il Mezzogiorno".

Intanto chi fino adesso ci ha guadagnato davvero in modo palpabile e concreto è l'Impregilo, l'impresa aggiudicataria del bando dei lavori per il Ponte, che oggi in borsa sta muovendo a un grande rialzo. Il titolo del gruppo, che domani terrà il cda sui conti 2008, mostra un progresso del 5,42% a 2,0525 euro. Impregilo è la società che può trarre i maggiori benefici dall'accelerazione sul Ponte sullo Stretto essendosi aggiudicata la gara per la progettazione e la realizzazione dell'opera che vale 6 miliardi di euro. La giornata resta comunque positiva per tutto il comparto delle costruzioni con Astaldi che guadagna l'1,78%. Bene anche Italcementi (+2,78%) e Cementir (+4,17%) mentre Buzzi Unicem (+0,13%) e' sostanzialmente piatta e paga, secondo gli analisti, la sua esposizione sull'Europa dell'Est.

Matteoli ha infatti rilanciato anche la Torino-Lione, che "si farà e nel 2022 sarà completata" e altre grandi opere, su cui comunque venerdì il Cipe farà chiarezza. Ma torniamo sul Ponte: con i suoi 3mila e 300 metri di campata unica, il Ponte nello Stretto di Messina è ancora virtuale, ma fa già parte del libro dei record per la sua architettura mastodontica. L’impalcato avrà una lunghezza complessiva di 3.666 metri comprese le due campate laterali sospese e sarà largo 60 metri. La sezione stradale dell’impalcato è composta da tre corsie per ogni carreggiata (due corsie di marcia e una di emergenza), ciascuna di 3,75 metri, mentre la sezione ferroviaria è composta da due binari con due marciapiedi laterali per i pedoni. E’ da record anche l’altezza delle due torri, che è stata aumentata di oltre 6 metri, fino a 382,60 metri. Al progetto Ponte hanno lavorato nel tempo oltre cento tra i migliori ingegneri e professionisti italiani ed internazionali. Il progetto ha, inoltre, ottenuto il via libera dai massimi organismi statali, il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, l’Anas e le Ferrovie dello Stato, ma anche da privati come l’advisor indipendente Steinman-gruppo Parsons. La struttura è in grado di resistere senza danni ad un sisma corrispondente a magnitudo 7,1 della scala Richter (più severo del terremoto che colpì Messina nel 1908) e, grazie alle caratteristiche aerodinamiche del profilo alare, è stato progettato per resistere a venti con velocità superiore a 216 Km/h, valore elevatissimo per le caratteristiche orografiche e climatiche dello Stretto.
Peppe Caridi


Bene, detto questo, io comincio ad armarmi. Chi si vuole arruolare mi faccia un fischio!

_________________
Alla ricerca di un denso compiuto nello starnuto ontologico umano O_O

Mi sono rifatta
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


.. e se serve.. coso si scuoia!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger Skype
M.me de Stael

Esperto
Esperto


Iscritti



Registrato: 07/02/09 14:53
Messaggi: 4412
M.me de Stael is offline 







italy
MessaggioInviato: Mer Feb 25, 15:18:38    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ricordatevi, per armarvi meglio, che tra le grandi opere c'è pure la TAV. Ad oggi stiamo a 70/90 a km contro i 7/11 delle altre TAV oltralpe. Datevi 'na regolata sulle cifre preventivate per quel kazzo di ponte che crollerà (crollerebbe che mica ja fanno a farlo, ma a spendere si) al primo peto di un delfino. Twisted Evil
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Anonymous

















MessaggioInviato: Mer Feb 25, 15:33:06    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

everywhere ha scritto:
Una cosa che non ho capito... ma il passante di mestre e' a pagamento?


5,40 euro per circa 50 km contro 7 euro per tutta la TO-MI
Torna in cima
sweepsy

Esperto
Esperto


Junior Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 33
Registrato: 07/02/09 14:26
Messaggi: 2198
sweepsy is offline 

Località: Messina


Sito web: http://sweepsy.wordpre...


italy
MessaggioInviato: Lun Ott 19, 23:09:37    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


ECONOMIA

Dopo l'annuncio del Governo: per ora si parla solo dello spostamento di un binario
Per il collegamento Calabria-Sicilia manca ancora il progetto esecutivo. I retroscena
La prima pietra del Ponte?
Un'opera prevista dal 2006

REGGIO CALABRIA - L'hanno presentata come la prima pietra del Ponte sullo Stretto. Hanno annunciato l'apertura dei cantieri per il 23 dicembre prossimo. Ma il regalo di Natale che Silvio Berlusconi, sta preparando per calabresi e siciliani, col Ponte in quanto tale, non ha quasi nulla da spartire. In realtà si tratta dello spostamento del binario che collega Cannitello a Villa San Giovanni, previsto (anche se non in questa forma), indipendentemente dal Ponte.

La ferrovia, secondo lo stralcio, sarà traslata a monte dell'attuale sede con una curva di un chilometro e 700 metri. Un intervento inserito tra le "opere compensative", concordate nel 2006 con la Giunta comunale di Villa, e accettato dall'ente locale in quanto "autonomo rispetto la realizzazione o meno dell'attraversamento stabile dello Stretto" e comunque "utile a prescindere da essa". Insomma, quei lavori si sarebbero comunque fatti, anche se in origine il progetto era stato approvato anche da Provincia e Regione, in quanto "programma integrale" e non lo "stralcio" di cui si parla da alcune settimane.

Allo stato, dunque, è possibile parlare solo della realizzazione di un intervento, inserito in un complesso di opere di compensazione, rispetto ad un progetto (quello del Ponte) che non esiste ancora nella sua stesura definitiva. Tanto più che, per come pensato, la sua singola realizzazione non sarebbe migliorativa, ma peggiorativa del sistema infrastrutturale locale. Si tratta infatti di sostituire un rettilineo ferroviario con una curva, nella quale i treni sarebbero costretti a frenare prima dell'ingresso in stazione. Senza considerare che -in caso di costruzione della grande opera - andrebbe realizzata un'altra linea ferroviaria "in quota" da innestare al Ponte.

"In ogni caso, la prima pietra annunciata costa 30 milioni di euro, quasi 18 milioni a chilometro" spiega il professor Alberto Ziparo, Università di Firenze, coordinatore dei gruppi che studiano l'impatto ambientale della Grande Opera.

Attualmente, come scrive oggi il Quotidiano della Calabria, il progetto è di Rfi (Rete ferroviaria Italiana), ma in quanto appartenente "al più grande programma Ponte, sia pure come opera collaterale e propedeutica", sarà passato alla Stretto di Messina/Anas, che aprirà i cantieri "propedeutici", in questo momento al nulla.

Nei fatti, l'annuncio del premier Berlusconi e del ministro alle Infrastrutture Altero Matteoli, sono l'ennesimo annuncio. Infatti sul capitolo Ponte mancano sia i soldi che il progetto esecutivo - come scrive Antonello Caporale - essendo l'iter procedurale nella fase di approvazione del progetto preliminare-definitivo.

In questo momento il progetto Ponte è ancora bloccato. E solo una volta ultimato il percorso burocratico del progetto preliminare-definitivo, si dovrebbe procedere con la progettazione esecutiva. Su quest'ultima però gravano le pesantissime critiche alla costruibilità avanzate dagli stessi tecnici e consulenti della Stretto di Messina (oggi quasi tutti "ex") e del Ministero.

Le contestazioni riguardano ad esempio "il posizionamento di pilastro e contrafforte di parte calabrese". Il professor Remo Calzona, ex consulente della Stretto di Messina, oltre che del Ministero, ha ammesso che per proseguire nella progettazione, si dovette "totalmente ignorare" la circostanza che il pilastro (proprio quello per il cui ingombro si sposta il binario di Cannitello) e il contrafforte di parte calabra sono situati "sulla fase più critica della faglia sismica più attiva esistente nello Stretto, la numero 50".

Le indagini successive hanno confermato che questa circostanza è pregiudizievole per la progettazione esecutiva. Calzona ed altri tecnici sostengono per questo che il Ponte va traslato di almeno 500 metri rispetto al sito attuale.

E non finisce qui. perché il dato, che costituisce un nodo tecnico ineludibile su cui prima o poi ci si dovrà confrontare, è lo scivolamento degli stati superficiali e di media profondità dei terreni del versante calabrese verso lo Stretto. Per ovviare allo slittamento bisognerebbe, secondo i tecnici, "inchiodare" pilone e contrafforti fino ad una profondità di oltre 2000 metri, con strutture che però potrebbero andare in crisi per altri motivi. Alcuni ex consulenti tecnici sostengono poi che il progetto della struttura principale (fune portante - pendini - trave - cassone - reticolare) prevede materiali (peraltro i migliori disponibili oggi in commercio) incompatibili con le prestazioni di portanza e resistenza richieste al manufatto, in presenza delle condizioni ambientali dello Stretto.

Lo stesso Calzona ha dimostrato nel suo saggio "La ricerca non ha fine", che il progetto attuale presenta una "trentina di punti di potenziale crisi a rottura, di cui almeno la metà insormontabili allo stato". Conclusioni contestate dalla Stretto di Messina e dal Ministero.

Resta aperta anche la questione dei finanziamenti. Il Cipe/Infrastrutture del 6 marzo e il Cipe/Anticrisi del 29 luglio scorsi, non hanno poi erogato gli 1,3 miliardi annunciati dal Governo per il Ponte. Ambedue i provvedimenti per le risorse dell'opera si chiudevano con l'espressione: "viste le compatibilità di bilancio". Il Governo dunque non ha ancora messo un euro per il Ponte. E anche i riferimenti del ministro Matteoli agli investitori privati, "project financing", sembrano registrare alcune crepe.

Le due relative istruttorie formali effettuate nel giugno-luglio 2005 e nel gennaio- febbraio 2006 sono ambedue andate a vuoto ("zero investitors"). Così pure l'istruttoria informale dei mesi scorsi. E persino i 100 milioni di euro annunciati da Lombardo, per le "prime opere collaterali siciliane", per adesso non ci sono. Tant'è che il presidente della Regione Siciliana è in difficoltà, viste le reali drammatiche necessità di quel territorio.

_________________
Alla ricerca di un denso compiuto nello starnuto ontologico umano O_O

Mi sono rifatta
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


.. e se serve.. coso si scuoia!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger Skype
M.me de Stael

Esperto
Esperto


Iscritti



Registrato: 07/02/09 14:53
Messaggi: 4412
M.me de Stael is offline 







italy
MessaggioInviato: Lun Nov 16, 15:37:13    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!




Citazione:
CORRONO I TITOLI IN BORSA - La notizia della scomparsa dell'imprenditore Marcellino Gavio ha mosso in Borsa i titoli delle società controllate. Come spesso avviene in casi come questo il mercato specula sul futuro delle società. Sias ha accelerato e guadagna il 4,25% a 6,25 euro, Autostrade Torino Milano segna un progresso del 3,77% a 9,63 euro e Impregilo del 2,60% a 2,46 euro


Certi necrologi fanno proprio piacere huh

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
sweepsy

Esperto
Esperto


Junior Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 33
Registrato: 07/02/09 14:26
Messaggi: 2198
sweepsy is offline 

Località: Messina


Sito web: http://sweepsy.wordpre...


italy
MessaggioInviato: Sab Nov 28, 08:07:09    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

MANIFESTAZIONE 1 DICEMBRE ORE 18.00 MESSINA TorreFaro - Via Circuito (davanti Campeggio dello Stretto)

I SOLDI DEL PONTE PER LA SICUREZZA DEI TERRITORI La rete Noponte da anni si oppone, in tutte le sedi e con i più vari mezzi (documentazione scientifica, dibattiti, campeggi, volantinaggi, manifestazioni sempre più partecipate) alla progettazione e realizzazione del cosiddetto manufatto stabile sullo stretto, per l’ingentissimo spreco di risorse che ha già inutilmente sperperato e ancor più sperpererà, per la devastazione ambientale e il dissesto idrogeologico che provocherà, per la sua inutilità sostanziale in un contesto trasportistico da quarto mondo . La Rete Noponte si oppone a una delle tante scelte calate dall’ alto grazie alla famigerata legge obiettivo che ignora i bisogni e i diritti dei territori per privilegiare opere faraoniche e grandi imprese come lmpregilo, nota ormai più per l'abilità finanziaria e le disavventure giudiziarie con i cantieri dell’alta velocità, la casa dello studente all’ Aquila e i megainceneritori campani che per la celerità e la correttezza dei lavori. Da sempre il movimento no-ponte si batte perché si investa sulle cosiddette opere di prossimità, il risanamento delle colline delle coste e dei torrenti, il consolidamento antisismico del patrimonio edilizio esistente evitando nuove aggressioni speculative a un territorio gia compromesso, il potenziamento e il rilancio del trasporto marittimo nello stretto. Oggi, dopo il tragico e annunciato disastro dell’ 1 ottobre e il rischio che possa di nuovo accadere anche in altre parti del nostro territorio, occorre invertire decisamente la rotta e porre con forza la necessità di realizzare con gradualità ma con determinazione quello che ha detto, a caldo, anche il presidente Napolitano: non sprechiamo soldi per il ponte ma investiamoli per il risanamento del territorio. Senza questa scelta netta continuerà il balbettio confuso sulle responsabilità, sulle scelte da fare, sui soldi da trovare, su dove e se ricostruire, aggravando la sofferenza e il disagio degli sfollati che hanno il sacrosanto diritto di tornare, presto e in sicurezza, dove hanno sempre vissuto. Il governo invece persevera imperterrito: proprio in questi giorni ha stanziato 1,3 miliardi di euro per la progettazione esecutiva e le cosiddette opere collaterali e compensative e la Regione Sicilia ha dichiarato che investirà 100 milioni di euro per la costruzione dell’opera. Una delle opere compensative, la variante ferroviaria di Cannitello, sarà inaugurata in pompa magna il 23 dicembre e gabellata come inizio dei lavori del Ponte. La rete siciliana e calabrese risponderà con una grande manifestazione nazionale a Villa San Giovanni il 19 dicembre e con altre iniziative sul territorio. La rete Noponte messinese indice pertanto a Torre Faro, a due mesi dall’alluvione, in un luogo simbolo minacciato dal megapilone del Ponte e lì dove oggi trovano accoglienza in strutture alberghiere buona parte degli abitanti delle zone alluvionate, una MANIFESTAZIONE MARTEDÌ 1 DICEMBRE ore 18.00 con concentramento in Via Circuito (davanti Campeggio dello Stretto) per chiedere l’ utilizzo del miliardo e trecento milioni di euro stanziato per il Ponte per la messa in sicurezza dei nostri territori e, prioritariamente, per le aree alluvionate.

ReteNoPonte (
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
)

In più, manifestazione nazionale a Villa San Giovanni il 19 dicembre:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Per inciso, è nato il comitato Ponte Subito. Fondatori professori di Economia, reggini. Ci sarebbe da contarli per vedere quanti sono...

_________________
Alla ricerca di un denso compiuto nello starnuto ontologico umano O_O

Mi sono rifatta
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


.. e se serve.. coso si scuoia!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger Skype
sweepsy

Esperto
Esperto


Junior Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 33
Registrato: 07/02/09 14:26
Messaggi: 2198
sweepsy is offline 

Località: Messina


Sito web: http://sweepsy.wordpre...


italy
MessaggioInviato: Sab Dic 12, 12:37:03    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Alla ricerca di un denso compiuto nello starnuto ontologico umano O_O

Mi sono rifatta
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


.. e se serve.. coso si scuoia!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger Skype
Saratoga

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 30
Registrato: 02/12/09 16:06
Messaggi: 2771
Saratoga is offline 







italy
MessaggioInviato: Lun Dic 21, 02:21:19    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ecco l'ennesima prova della tristezza di questo paese. Il Ponte di Messina!!

Previsto da decenni, non è ancora stata poggiata la prima pietra e c'è un 80 % di probabilità che non verrà mai realizzato. E nonostane ancora non ci sia, già è costato almeno 250 milioni di Euro.....che squallore.

Qui la cosa grave non è tanto la realizzabilità dell'opera, controversa sotto molti punti e secondo molti pareri, ma il fatto che sia una cosa progettata come al solito all'"italiana".
Fossimo stati in un altro paese, il Ponte sarebbe già li da anni, con tutte le infrastrutture di collegamento già realizzate e funzionanti.
Non parlo della Cina, dove sfruttando qualche migliaio di lavoratori senza alcuna assicurazione nè norme di sicurezza e pagandoli una miseria per farli lavorare 24 ore al giorno, sarebbe stato costruito in un paio d'anni scarsi, con opere annesse incluse.
Ma bastava essere come i tedeschi, che lo avrebbero finito in 4 anni a dire tanto, con tutta la viabilità accessoria completata.

Per non parlare poi di altri disastri tutti italiani, come le TAV per le quali siamo ultimissimi in Europa, o le autostrade disastrate come la Salerno-Reggio Calabria, in costruzione da 20 anni, la cui fine dei lavori è prevista per il 2040 ed è la più disastrata strada che si sia mai vista, con solo i primi 50 km su 443 a 3 corsie, nonostante il volume di traffico. E' che sta costando uno sproposito alle casse dello stato.

Riguardo al Ponte, ricordo l'ennesima cialtronata di Matteoli di qualche tempo fa, secondo il quale i lavori per il Ponte sarebbero iniziati il 23 dicembre ( Very Happy tutta da ridere..). Scommettiamo che poi diranno : "eh, ma poi e Vigilia, poi Natale, e c'è Capodanno, e l'Epifania.."....e alla fine non inizieranno MAI PIU'.
E magari non si premuniranno neanche di chiudere la società Stretto di Messina, che continuerà a fagocitare soldi per non fare assolutamente nulla.

_________________
"La politica è stata definita la seconda più antica professione del mondo. Certe volte trovo che assomigli molto alla prima."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> MarcoTravaglio.it Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3 ... 23, 24, 25  Successivo
Pagina 1 di 25

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





MarcoTravaglio.it topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008