Indice del forum

MarcoTravaglio.it

Forum del sito MarcoTravaglio.it

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Un minuto di silenzio
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... , 20, 21, 22  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Argomenti OffTopic
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
adramelch

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 07/02/09 15:55
Messaggi: 460
adramelch is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Ago 05, 23:02:14    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

virginia ha scritto:
adramelch ha scritto:
mgcgio ha scritto:
Travaglio poteva pure essere giusta, ma è sbagliato equiparare una vacanza con Curcio con i rapporti di Schifani con i mafiosi.


Curcio?! Laughing
Se aveva fatto una vacanza con Curcio allora si che gli toglievano la pelle... Razz
O magari no, visto che su Repubblica ci scrive un tizio condannato in via definitiva come mandante di un omicidio...

amo'...le cattive letture fanno inselvatichire la tua scrittura Laughing


Diciamo che ho sbagliato sapendo di sbagliare! Very Happy
Consideralo un tono colloquiale... fra l'altro ne ho scritte altre di "perle"... Smile
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Ven Ago 05, 23:02:14    Oggetto: Adv






Torna in cima
adramelch

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 07/02/09 15:55
Messaggi: 460
adramelch is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Ago 05, 23:39:32    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

virginia ha scritto:
mgcgio ha scritto:
virginia ha scritto:

per il resto cosa ha scritto di memorabile marcolino? a parte Mani Pulite (ottima e appassionante ricostruzione (Barbacetto e Gomez sono ottimi) e La scomparsa dei fatti, con tutti gli altri ci puoi puntellare gli scaffali tanto sono inutili

...........................
"Regime" e "Inciucio" raccontano benissimo il potere mediatico di berlusconi. Si racconta di censure poco note, non solo dell'editto bulgaro.
"Gli intoccabili", scritto con Saverio Lodato, è tra i migliori libri su mafia e politica.
Vogliamo poi parlare dei libri che ricostruiscono le vicende giudiziarie del Berlusca? (per quanto, in realtà, sono più che altro un copia e incolla di atti giudiziari. Ma comunque utilissimi).
E "L'odore dei soldi"?
E "Mani sporche", il sequel di "Mani pulite"?
................................................................................
Perchè la critica al metodo Travaglio poteva pure essere giusta, ma è sbagliato equiparare una vacanza con Curcio con i rapporti di Schifani con i mafiosi. E soprattutto, i giornalisti DEVONO parlare dei rapporti di Schifani con i mafiosi, perchè è la seconda carica dello Stato! E inoltre Travaglio non stava dicendo nulla di nuovo: era tutto riportato nel libro di Abbate e Gomez.

vero, Gli intoccabili non è male ma è opera di Saverio Lodato che è uno bravissimo e in fatto di mafia si mette in tasca T mille volte; tra l'altro tra i due deve essere successo qualcosa perchè insieme non si sono più visti......
Mani sporche era una mappazza indigeribile; basterebbe leggere regolarmente l'Espresso per fare a meno di tutta la carta della banda Travaglio.
Noto che sono in minoranza, come sempre, però devo dire che tutti continuate a battere sullo stesso tasto, il che mi fa pensare che o non avete letto gli editoriali citati o non sapete leggere perchè D'Avanzo NON HA EQUIPARATO l'affaire Schifani con l'affaire Travaglio, sostenere questo è fare un torto alla verità però siccome l'ho già detto e inutile riprendere da capo.


Questa mi sembra grossa. Il libro lo hanno scritto insieme, francamente non lo so chi ha scritto cosa, ma lo stile di Travaglio si nota in molte parti del libro...
Non credo proprio abbiano litigato; semplicemente Lodato è specializzato in cose di Mafia e non hanno più avuto occasione di scrivere altro insieme. Se è per questo anche con Barbacetto ha scritto solo Mani pulite e Mani sporche...

E invece Virginia, lo ha fatto. Forse non voleva, ma il risultato è che tutti hanno colto questo aspetto. D'Avanzo, secondo me, voleva dimostrare che il modo in cui Travaglio giudica i politici è superficiale. Sicuramente delle volte lo è stato, ma montare questa polemica sulle parole su Schifani, è stato un azzardo da parte sua. Infatti poi l'ha buttata sul fatto del "insulto"... non sapendo che altro dire.
Il paragone fatto con le vacanze di Travaglio era veramente tirato per il capelli; alla fin fine delle vacanze di Travaglio non dovrebbe fregare un cazzo a nessuno (ma il Giornale ci ha rimestato per mesi su questa storia, potendo fra l'altro dire che non erano stati loro a tirarla fuori, ma un gionalista serio e stimato come D'Avanzo!). Mentre i rapporti avuti con dei mafiosi (che erano mafiosi anche molto prima della condanna, visto che non è che uno diventa boss mafioso all'improvviso) di uno appena eletto Presidente del Senato, nel silenzio delle opposizioni (la Finocchiaro si congratulò) e di quasi tutti i giornali (ben concentrati sulla storia del riporto) dovrebbe essere una notizia di interesse pubblico.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mgcgio

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 34
Registrato: 04/04/09 10:46
Messaggi: 639
mgcgio is offline 




Sito web: http://www.anobii.com/...


italy
MessaggioInviato: Sab Ago 06, 23:05:28    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Virginia, certo che D'avanzo non ha equiparato Travaglio e Schifani.
Lui parla delle vacanze di Travaglio, per fare un esempio di "metodo Travaglio" contro Travaglio stesso, per mostrare come questo metodo sia sbagliato. Ho capito bene?
Il punto è che il suo esempio era sbagliato, perchè le vacanze non le aveva pagate Ciuro e soprattutto perchè in quel momento Ciuro collaborava con Ingroia.
Quindi è un esempio basato su un'informazione falsa e che di conseguenza non dimostra che il "metodo Travaglio" è sbagliato.
Avrebbe dovuto fare un esempio basato su un'informazione vera. Oppure non fare proprio esempi, ma limitarsi a un discorso teorico.
Che poi, informare la gente sulle frequentazioni mafiose nel passato del presidente del senato, dovrebbe essere un dovere dell'informazione e non il "metodo Travaglio". Ogni persona si può poi fare una propria opinione, decidere che non gliene frega nulla, che comunque non ha fatto nulla di male oppure pensare che non va bene avere una simile persona come presidente del senato, ecc.
Insomma, farsi una propria opinione. Ma comunque i giornalisti hanno il dovere di informarci, è quello il loro lavoro, e tale dovere comprende anche raccontare cose del genere.
Quindi, il metodo Travaglio non c'entra nulla, anche perchè si tratta di cose già raccontate da Abbate e Gomez, non certo un'esclusiva di Travaglio.
Semmai, D'avanzo poteva giustamente criticarlo per gli insulti a Schifani.
Insomma, la storia delle vacanze di Travaglio se le poteva evitare, e secondo me l'ha fatto perchè in quel momento si respirava un'atmosfera di "volemose bene" tra pd e maggioranza, con la finocchiaro tutta contenta per l'elezione di Schifani. Ma è solo una mia opinione. Così come è una mia opinione che D'Avanzo in quell'occasione si sia comportato in maniera scorretta.
Io comunque non lo giudico per questo, e non è che voglio fare il difensore di Travaglio, visto che pure lui ha avuto i suoi "scivoloni" e se devo essere sincero, ultimamente non mi sta piacendo, così come non mi piace il Fatto Quotidiano.
Spero di essere riuscito a spiegarmi meglio.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Alex66

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 07/02/09 14:38
Messaggi: 1153
Alex66 is offline 

Località: Ichnusa / Mediterraneo - centro





italy
MessaggioInviato: Mer Set 14, 11:08:33    Oggetto:  Un Grande davvero
Descrizione:
Rispondi citando

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Travaglio: “Ai mondiali non tiferò per l’Italia”. Sì, però ora non ci scrivere un libro.

Spinoza.it
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
fdrebin

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 07/02/09 20:56
Messaggi: 822
fdrebin is offline 

Località: Torino





italy
MessaggioInviato: Gio Ott 06, 09:38:40    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Un doveroso saluto a Steve Jobs. Uno che l'informatica moderna non l'ha solo inventata. Ha anche dato parecchi contributi alla sua evoluzione. Il simbolo delle buone idee che diventano successo. Il simbolo delle aziende nate nei garage. Ciao Steve...
_________________
"Vedi Bongo? Questo e' il progresso... Hai tutto quello che non vuoi, quando non ti serve..."

Principe A. De Curtis
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
<b>Guy Fawkes</b

Ospite















MessaggioInviato: Mar Nov 29, 17:55:33    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Suicidio assistito per Lucio Magri
Il fondatore de «Il Manifesto» e protagonista della sinistra alternativa è morto a 79 anni in Svizzera


MILANO - Fine inaspettata per un importante giornalista e uomo politico. Lucio Magri ha scelto di morire con un suicidio assistito in Svizzera. A darne la notizia è stato Il Manifesto, di cui Magri fu uno dei fondatori. «La notizia della morte si è diffusa nella notte, tra gli amici; qualcuno, i più intimi, era stato da lui informato in precedenza della sua intenzione, senza riuscire a fargli cambiare idea. Il corpo rientrerà in Italia per essere sepolto a Recanati, la città dove era nato nel 1932»...

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
fdrebin

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 07/02/09 20:56
Messaggi: 822
fdrebin is offline 

Località: Torino





italy
MessaggioInviato: Gio Mar 01, 12:48:11    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Pare, dicono sembra che sia morto Lucio Dalla. Infarto durante il tour in svizzera.
RIP

_________________
"Vedi Bongo? Questo e' il progresso... Hai tutto quello che non vuoi, quando non ti serve..."

Principe A. De Curtis
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
exnovobrian
Attualmente bannato

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 08/02/09 17:34
Messaggi: 2161
exnovobrian is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Mar 01, 21:43:37    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

RIPOSI IN PACE
LUCIO DALLA.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Marilyn B.

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 29
Registrato: 17/12/11 12:42
Messaggi: 146
Marilyn B. is offline 

Località: Perugia
Interessi: lettura musica sport




italy
MessaggioInviato: Ven Mar 02, 17:15:56    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Lucio Dalla una grande perdita non solo per la musica italiana, continuerà a vivere nelle sue canzoni e nei cuori di tutte quelle persone che lo hanno seguito, o che almeno una volta hanno ascoltato una sua canzone.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Marilyn B.

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 29
Registrato: 17/12/11 12:42
Messaggi: 146
Marilyn B. is offline 

Località: Perugia
Interessi: lettura musica sport




italy
MessaggioInviato: Ven Mar 02, 17:43:49    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

E’ morto Lucio Dalla: era la canzone d’autore

Bologna piange un pezzo di storia
E’ morto per un attacco cardiaco, Lucio Dalla. Si trovava a Montreux, in Svizzera, per una serie di concerti programmati da tempo.

Il 4 marzo avrebbe compiuto 69 anni.

Se n’è andato maledettamente in silenzio, Lucio. Ci piace immaginare che quando è arrivato quel dolore che ti frantuma il petto, si sia messo a mimare il suono del suo clarino, cosa che faceva come nessun altro sapeva fare.
Ci piace immaginarlo come sabato, quando chi scrive lo ha incontrato in via D’Azeglio, dove la maggior parte dei bolognesi sapevano che prima o poi Lucio da solo, Lucio in compagnia, Lucio da solo, prima o poi avrebbe fatto capolino. Pronto ad abbracciarti, sommergerti di complimenti, ma se lo pensava realmente. (per continuare a leggere....)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Marilyn B.

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 29
Registrato: 17/12/11 12:42
Messaggi: 146
Marilyn B. is offline 

Località: Perugia
Interessi: lettura musica sport




italy
MessaggioInviato: Sab Apr 14, 21:43:10    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Arresto cardiaco durante Pescara-Livorno: è morto in ospedale Piermario Morosini

Il centrocampista della squadra toscana si è accasciato al suolo al 31' del primo tempo. Dopo un primo soccorso, è stato portato d'urgenza in ospedale, dove è deceduto poco dopo.
L'auto dei vigili urbani che ostruiva l'ingresso allo stadio dell'ambulanza.


Non ce l’ha fatta. Piermario Morosini, 26 anni, centrocampista del Livorno ma di proprietà dell’Udinese, è morto. Fatale, per lui, l’attacco cardiaco di cui è stato vittima al trentunesimo minuto del primo tempo di Pescara-Livorno. Scene drammatiche allo stadio Adriatico di Pescara.

Dopo aver iniziato a barcollare, Morosini si è accasciato al suolo mentre la palla era lontana. Subito le due panchine hanno capito la gravità della situazione, richiamando l’attenzione dell’arbitro, che ha prontamente sospeso la partita, con i livornesi in vantaggio per 2 a 0.

Il personale medico presente allo stadio abruzzese ha subito praticato il massaggio cardiaco al centrocampista, utilizzando anche il defibrillatore. Poi corsa all’ospedale in ambulanza, all’interno della quale, secondo fonti mediche, Morosini era ancora in arresto cardiaco.
Il centrocampista è stato portato al Pronto Soccorso dell’ospedale civile di Pescara; insieme a lui e ai sanitari, anche il medico sociale del Livorno, Porcellini. Secondo una prima diagnosi, Morosini sarebbe stato colpito da una crisi cardiaca con successivo arresto cardiocircolatorio.
Sin da subito le condizioni del calciatore sono sembrate gravissime, tanto che un primo bollettino parlava di coma farmacologico.
All’atleta, inoltre, era stato applicato un pacemaker provvisorio. I medici hanno provato a lungo a rianimare il calciatore anche attraverso la somministrazione di adrenalina. Ma non c’è stato nulla da fare. Poco prima delle 17 è arrivata la terribile notizia della morte del centrocampista.
A comunicarla è stato il cardiologo dell’ospedale di Pescara, Edoardo De Blasio. Subito dopo scene di dolore straziante tra i giocatori del Livorno che hanno saputo in diretta la morte del loro compagno di squadra.

”Quando sono sceso in campo, Morosini era in arresto cardiaco e respiratorio: abbiamo praticato il massaggio cardiaco per un’ora e mezza prima solo manualmente e poi con diversi strumenti, ma non c’è stato nulla da fare. Non si può dire se la causa sia cerebrale o cardiaca, questo può stabilirlo solo una eventuale autopsia”: è quanto comunicato dal dottor Paloscia, responsabile dell’Unità Coronarica dell’Ospedale
di Pescara, che era allo stadio come tifoso e che per primo ha tentato di rianimare il giocatore. Per il medico, a causare la morte di Morosini potrebbe esser stata una fibrillazione ventricolare, una patologia “incompatibile con la vita”.
Allo stadio, sgomento e le lacrime degli atleti in campo. E polemiche. Secondo alcune testimonianze, infatti, l’arrivo dell’autoambulanza sul terreno di gioco è stato ritardato perché l’ingresso allo stadio era ostruito da un’auto dei vigili urbani. Si è perso tempo preziosissimo fino a quando la situazione non è stata sbloccata dall’intervento dei vigili del fuoco, che hanno liberato il passaggio e permesso ai soccorritori di fare
il loro lavoro. Versione confermata anche dal portiere del Pescara, Luca Anania, che ha raccontato anche come alcuni suoi compagni di squadra abbiano aiutato a trasportare la barella a mano sino all’ambulanza. In tal senso, il Comune di Pescara ha deciso di avviare un’indagine interna per chiarire cosa sia effettivamente successo e cosa abbia ritardato l’arrivo dell’ambulanza.

Il calciatore, nato a Bergamo il 5 luglio 1986, era cresciuto nel settore giovanile dell’Atalanta. Nel 2004 era passato all’Udinese e con la maglia bianconera aveva esordito in Serie A nella stagione 2005-2006. Successivamente aveva indossato le casacche di Vicenza, Reggina e Padova prima del trasferimento al Livorno nel gennaio di quest’anno. Morosini era entrato nel giro delle Nazionali azzurre nel 2001 con le prime apparizioni nell’Under 17. Nel biennio 2007-2009 aveva collezionato 18 presenze con l’Under 21, partecipando all’Europeo di categoria.
La sua vita era stata già segnata dal dolore: Morosini, infatti, aveva perso i genitori quando era ancora un ragazzino (la madre Camilla nel 2001, il padre Aldo nel 2003) e anche un fratello.

Episodi simili non si verificavano dal malore occorso a Lionello Manfredonia. Era il 30 dicembre del 1989 quando il giocatore della Roma si sentì male sul campo di Bologna. La diagnosi fu la stessa: arresto cardiaco. Il giocatore per fortuna si riprese, ma fu costretto ad appendere le scarpette al chiodo. Molto più sfortunato fu Renato Curi, del Perugia. Il 30 ottobre 1977, l’atleta umbro accusò un malore e morì in campo durante la partita contro la Juve.

Diversi, invece, i casi di malori in campo negli altri campionati; l’ultimo, eclatante, per Muamba, che però si è ripreso e potrà anche ritornare a calcare i campi di calcio. Piermario Morosini purtroppo non ha avuto la stessa fortuna. Aveva 26 anni, è morto mentre faceva ciò che gli piaceva di più: giocare a pallone.

Con il decesso del calciatore, inoltre, è destinata a riesplodere inevitabilmente la polemica sui controlli clinici agli atleti. In tal senso, da sottolineare la presa di posizione di Antonio Rebuzzi, responsabile dell’Unità per la diagnosi del dolore toracico. “In Italia – ha detto il professore – i controlli sugli sportivi sono regolari e approfonditi, mediamente più seri che in altri Paesi. E’ difficile che possa sfuggire una patologia cardiaca”. Per casi come quello del giovane calciatore del Livorno, “è ipotizzabile un’infiammazione come un’infezione cardiaca, che ha generato un’aritmia“. Per Rebuzzi, inoltre, “i calciatori vengono controllati a fondo, con test sotto sforzo, ecocardiogramma.
E’ difficile che in presenza di una patologia, questa possa sfuggire agli esami. Come è difficile che possa sfuggire ai test antidoping l’eventuale uso di sostanze dannose per il cuore”. Per il cardiologo, inoltre, “può essersi trattato di un episodio infiammatorio, come una miocardite o un’endocardite, che si è manifestato dopo l’ultimo controllo effettuato. Un fatto accidentale, doloroso, che però non può mettere in discussione
l’efficacia del controlli eseguiti”.
Rebuzzi, tuttavia, ha ammesso che casi di malore in campo per motivi cardiaci “cominciano a diventare non pochi, ma è difficile pensare che i calciatori possano essere più controllati di quanto non lo siano già”. Sulla questione è intervenuto anche il ministro dello Sport, Piero Gnudi, il quale ha detto che “i controlli preventivi devono essere sempre più accurati perché il corpo umano cambia e va seguito con una frequenza che deve essere abbastanza ravvicinata”. Per Gnudi, inoltre, l’ipotesi di posizionare defibrillatori negli stadi a scopo di prevenzione “è la strada che va percorsa”.

Per ricordare Morosini il calcio ha deciso di fermarsi: la Figc in un primo momento ha comunicato il classico minuto di silenzio prima delle partite (dalla Serie A alle categorie inferiori, scelta allargata dal Coni a tutte le manifestazioni sportive), poi ha deciso di sospendere tutti i campionati. Per una volta, lo spettacolo non deve continuare.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Serpiko

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 43
Registrato: 22/02/09 13:45
Messaggi: 201
Serpiko is offline 

Località: Salisburgo





austria
MessaggioInviato: Sab Ott 27, 13:03:12    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

50 anni sono passati dall' assassinio di Enrico Mattei
A Metelica (MC) non lo ha ancora dimenticato nessuno.


Ultima modifica di Serpiko il Sab Ott 27, 14:35:59, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Saratoga

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 30
Registrato: 02/12/09 16:06
Messaggi: 2771
Saratoga is offline 







italy
MessaggioInviato: Sab Ott 27, 14:23:44    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Serpiko ha scritto:
50 anni sono passati dall' assassinio di Aldo Moro.
A Metelica (MC) non lo ha ancora dimenticato nessuno.


Ma sicuro? A me sembra ne siano passati molti meno...non era nel '78?

_________________
"La politica è stata definita la seconda più antica professione del mondo. Certe volte trovo che assomigli molto alla prima."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Serpiko

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 43
Registrato: 22/02/09 13:45
Messaggi: 201
Serpiko is offline 

Località: Salisburgo





austria
MessaggioInviato: Sab Ott 27, 14:35:10    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Saratoga ha scritto:
Serpiko ha scritto:
50 anni sono passati dall' assassinio di Aldo Moro.
A Metelica (MC) non lo ha ancora dimenticato nessuno.


Ma sicuro? A me sembra ne siano passati molti meno...non era nel '78?


ecco, quando sono a casa con la febbre dovrei evitare di scrivere nei forum, volevo scrivere Enrico Mattei, non so per quale motivo ho scritto Aldo Moro

torno a letto a vergognarmi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Orientalista partenopeo

Esperto
Esperto


Moderatori

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 07/02/09 14:45
Messaggi: 3521
Orientalista partenopeo is offline 







italy
MessaggioInviato: Dom Dic 30, 15:31:00    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Montalcini, la scienziata dal sorriso dolce che di sé diceva:
"Ho un'intelligenza mediocre. Il mio merito è l'impegno"

Si era iscritta all'università contro il volere del padre. Il regime fascista la allontanò dall'ateneo. Nel 1986 il premio Nobel per la Medicina. Fino all'ultimo ha implorato i governi: "Non cancellate il futuro dei giovani ricercatori"

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Io ricordo molto bene questa lettera:

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!



L'onore di una citazione anche per il cosiddetto "nuovo che avanza" (ma che a me ricorda molto Storace & C):

Citazione:

Beppe Grillo non ama molto che gli si ricordino le sue frasi. Come tutti i politici, preferirebbe il diritto all'oblio.
[...]
«Vecchia puttana».
(2001, a Rita Levi Montalcini, insinuando che la scienziata torinese avesse ottenuto il Nobel grazie a una ditta farmaceutica che materialmente le aveva comprato il premio)

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Argomenti OffTopic Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... , 20, 21, 22  Successivo
Pagina 21 di 22

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





MarcoTravaglio.it topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008