Indice del forum

MarcoTravaglio.it

Forum del sito MarcoTravaglio.it

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Streghe,folletti e vampiri
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Argomenti OffTopic
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
<b>Guy Fawkes</b

Ospite















MessaggioInviato: Lun Mar 23, 09:52:47    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Tornando in argomento,comunque,ho trovato questo interessante aneddoto su quella che si può considerare la "vera" notte delle Streghe:

La Notte di Valpurga (Walpurgisnacht in tedesco), celebrata tra il 30 aprile e il 1º maggio particolarmente nell'Europa settentrionale, è considerata la notte delle streghe, in cui secondo la tradizione germanica, queste si riunirebbero sul monte Brocken, in Germania.I Satanisti Laveyani considerano la notte del 30aprile alle porte del 1 Maggio, sacra proprio per il Walpurgisnacht, come dichiarato da Anton LaVey, le 3 feste "sacre" del satanista sono: il proprio compleanno,halloween e appunto il Walpurgisnacht.
In verità la data del 1 maggio coincide con la traslazione delle spoglie della Santa nella sua città, avvenuta un secolo dopo la sua scomparsa per ordine del Vescovo di Eichstätt. La Tradizione precristiana, che lega la medesima notte al principale sabba dell'anno, credenza che voleva deliranti streghe riunirsi e che è alla base dell'erronea ipotesi che la Santa ed il suo culto fossero in qualche modo legati ad un retroterra culturale magico ed esoterico. La Santa viene celebrata anche il 25 febbraio, data della sua morte.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Adv



MessaggioInviato: Lun Mar 23, 09:52:47    Oggetto: Adv






Torna in cima
Ste

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 47
Registrato: 07/02/09 14:29
Messaggi: 1356
Ste is offline 

Località: Val di Fiemme
Interessi: 0%
Impiego: malaussègnere & farabutto
Sito web: http://darsena.creare-...


italy
MessaggioInviato: Lun Mar 23, 10:24:48    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Al mio paesello ogni 5 gennaio si fa la rievocazione del processo alle streghe. Ci fu qualche rogo
all'inizio del 1500... se interessa,
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
c'è un articolo che ne parla (però non chiedetemi se è attendibile
nella ricostruzione storica perché proprio non saprei dirlo...).

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
<b>Guy Fawkes</b

Ospite















MessaggioInviato: Lun Mar 23, 19:44:07    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ma sai,lo scopo(parola grossa!)di questo thread è più che altro vedere e considerare quanto certe questioni fantasiose ci colpiscano ed influenzano...per dire,il fatto che nel tuo paesello ci sia questa eredità "stregonesca",è vissuto come un fatto puramente folcloristico,oppure in qualche misura "influenza" l'esistenza anche solo di qualcuno(per dire,evitare certi luoghi o cose simili)?
Giusto per capire;qui dalle mie parti c'è una frazioncina dove di giorno si ride di ciò che sembra accada di notte,ma di notte col piffero che qualcuno va in certe zone,a certe ore...
Torna in cima
Ste

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 47
Registrato: 07/02/09 14:29
Messaggi: 1356
Ste is offline 

Località: Val di Fiemme
Interessi: 0%
Impiego: malaussègnere & farabutto
Sito web: http://darsena.creare-...


italy
MessaggioInviato: Lun Mar 23, 21:00:39    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Beh... se leggi fino in fondo l'articolo che ho postato, parla di un caso di qualcuno che s'è lasciato suggestionare. Comunque credo che sia un caso
più unico che raro, mi sembra che qui sia vissuta come una cosa folcloristica, o comunque storica, nel senso che non ho mai sentito nessuno parlarne
in termini di stregoneria... credendoci. Poi può anche darsi che oltre alla manifestazione ufficiale, di nascosto qualcuno faccia qualche sabba... ma
questo non posso dirlo perché di notte evito di andare per i boschi (sai... non si sa mai che ci siano gli spiriti delle strìe!!).

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Valmor

Esperto
Esperto


Iscritti



Registrato: 11/02/09 18:00
Messaggi: 1285
Valmor is offline 







italy
MessaggioInviato: Lun Mar 23, 23:34:25    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Credo che l'essenza dei miti del sovrannaturale più diffusi sia sostanzialmente ottocentesca. E' chiaro che in ogni cultura c'è una serie di figure sinistre, apportatrici di morte, superstizioni e simili ma il "soprannaturale" è proprio di un quadro culturale ben determinato. Senza pensarci tanto mi pare riconducibile alla progressiva affermazione della scienza occidentale a fronte della quale si cerca da un lato una fuga nell'irrazionale da un meccanicismo di causa-effetto che risulta alla fin fine arido, dall'altro il riciclo di credenze pregresse di tal genere con una connotazione differente.
Si pensi al gran successo dello spiritualismo fine 800 primo 900, se ne vedono tracce anche ne La coscienza di Zeno e in Pirandello. D'altra parte tanta di questa robaè stata riportata a galla dal Romanticismo e dal gusto gotico che puòessere considerato una sua tarda propaggine.
Quanto alla domanda di base del 3th mi pongo con prudente scetticismo verso questi fenomeni. Sono estremamente sospettoso verso tutto ciò che in qualche modo stimola ed eccita l'immaginazione perché vicina a strutture antropologiche profonde. Credo che se vi fosse qualcosa di reale sarebbe infinitamente deludente...

Sul campo letterario, cinematografico e simili vi faccio presente un meccanismo narrativo semplicissimo ma sempre ricorrente. Solitamente c'è una fase in cui un evento deve avere una spiegazione che non si trova. Un morto dissanguato per es. Solitamente si arriva a una causa straordinaria (vampiro?), ma questo passaggio può essere mostrato una sola volta: dopo diventa una legge causale conosciuta dal lettore, quindi l'autore ha di fronte due alternative: o la lascia sfumare nell'ambiguità e nel mistero, o aggiunge ulteriore complessità - che non si può dilatare ad libitum però... altrimenti si ha la creazione di un cosmo in piena regola con nessi causali non più misteriosi della fisica classica solo sconosciti prima e conosciuti poi in cui i personaggi si muovono con perfetta prevedibilità. Se pensate a tutto quello che avete letto o visto nel campo del soprannaturale o fantastico potete vedere questo schema ovunque.

_________________
"La lotta di classe c'è ancora, certamente, ma è la mia classe, quella dei ricchi a combatterla. E la stiamo vincendo". Intervista al'imprenditore statunitense Warren Buffet sul NYT, 26.11.2006
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
<b>Guy Fawkes</b

Ospite















MessaggioInviato: Lun Mar 23, 23:53:05    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sono in linea di massima d'accordo con te,anche se pongo una piccolissima differenza;
molta della mitologia fantastica di cui ci siamo nutriti e ci nutriamo già esisteva nell'antichità(mi vengono in mente per esempio alcune sepolture preistoriche in cui i morti erano tumulati a faccia in giù,con pesanti pietre posate sulle mani e sui piedi per,si ipotizza,impedire loro di uscire dalla tomba e tornare a perseguitare i vivi,o le leggende sugli Ankallu babilonesi che poi ispirarono appunto Lovecraft).
Direi quindi che il romanticismo ed il gotico hanno piuttosto sdoganato questi miti, aggiornandoli alla loro epoca,anche con l'ausilio forse indiretto di una scienza che all'epoca proponeva teorie anche strampalate ma affascinanti(pensiamo al mesmerismo da cui Poe attinse a piene mani per il suo Valdemar,oppure le opere fantascientifiche di Wells).

D'accordissimo con te,poi,su quanto dici in merito al campo letterario e cinematografico.Acquistai a suo tempo l'antologia "storie di vampiri" della Newton Compton,e ci ho messo qualcosa come sei anni a finirla,perchè la ripetitività dello schema narrativo era peggio che odiosa.Anche se forse,tutto sommato,era preferibile a quei vampiri acqua e sapone che vengono propinati oggigiorno in operette ancor più tediose tipo "Twilight" e simili.Molto più interessante,invece,è la mitologia e la narrativa da essa derivata legata al lupo mannaro,altra figura di spicco dell'immaginario europeo,che a suo tempo aveva persino valenza positive(i Berserk vichinghi,se ben ricordo,erano considerati alla stregua dei nostri supereroi),il cui mito si lega a doppio filo con quello del vampiro,anche se in maniera alquanto scervellotica,secondo me.

Sullo scetticismo riguardo a tali fenomeni,poi,direi che è l'unico atteggiamento sano da tenere(il famoso "non ci credo ma ci spero" di dylandoghiana memoria),anche perchè appunto,se fossero veri o dimostrabili,perderebbero il 99% del loro fascino...
Torna in cima
Valmor

Esperto
Esperto


Iscritti



Registrato: 11/02/09 18:00
Messaggi: 1285
Valmor is offline 







italy
MessaggioInviato: Mar Mar 24, 11:31:15    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

C'è una differenza però: che prima che esistesse la scienza tali miti non erano "fantastici" ma perfettamente coerenti con la concezione del mondo, come oggi è per noi un serial killer: qualcosa di pericoloso e inquietante ma affatto fantastico. E' dopo che è stata inventata la scienza con le "leggi di natura" che ciò che si contrappone ad esse acquisisce enigmaticità, collocandosi sul crinale fra negarle in maniera chiara o suggerire la loro limitatezza.... non so se mi spiego: ho letto la trama di Twilight, all'inizio non si sa se i vampiri esistono o no; nel momento in cui il coprotagonista si rivela allora tale assunto diventa certo; nella letteratura fantastica in genere si lascia uno spiraglio, che so il tizio viene trovato morto e si dà una spiegazione razionale (messinscena) delle sue capacità soprannaturali, così rimane il dubbio. Invece in Twilight le leggi di funzionamento del vampirismo diventano a quanto pare parte di quelle naturali, costituendo un sistema coerente... non c'è più senso del mistero. Ma esso sarebbe cq impossibile senza il paradigma scientifico.

Preciso che riguardo ai più comuni fenomeni soprannaturali mi sento più "ateo" che "agnostico", l'unico spiraglio è che in determinati campi il paradigma dominante non contempli tutto... proprio domenica ho sentito un intervento di una dottoressa che ha operato in Ecuador e secondo lei di fronte determinate patologie la visione biomedica non basta, lo sciamano è più efficace... effetto placebo? Chissà.

_________________
"La lotta di classe c'è ancora, certamente, ma è la mia classe, quella dei ricchi a combatterla. E la stiamo vincendo". Intervista al'imprenditore statunitense Warren Buffet sul NYT, 26.11.2006
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
<b>Guy Fawkes</b

Ospite















MessaggioInviato: Mar Mar 24, 11:49:50    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Beh,io di Twilight ho letto il romanzo(ancora oggi non mi capacito del perchè),ed almeno nell'originale cartaceo i vampiri sono più che altro visti come dei reietti,ma basta l'amore di una sciacquetta insopportabile perchè anche una vita difficile possa essere degna di essere vissuta,e per ribellarsi alle regole che questa comporta.
La solita manfrina sull'amore,insomma(chiedo scusa a tutti gli eventuali twilightisti all'ascolto,ma proprio quella saga non la sopporto!)

Quanto al resto,in pratica il tuo assunto è: "L'evento soprannaturale è tale solo fino a quando la scienza non è capace di spiegarlo,ed a quel punto diventa evento razionale a tutti gli effetti",giusto?
Torna in cima
Valmor

Esperto
Esperto


Iscritti



Registrato: 11/02/09 18:00
Messaggi: 1285
Valmor is offline 







italy
MessaggioInviato: Mar Mar 24, 18:24:50    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

No, lascio aperta la possibilità che le categorie mentali con cui guardiamo al mondo siano imperfette... che ci sia un rapporto forte fra psiche e soma credo sia certo ma nessuno sa bene perché, dato che la scienza occidentale ha seguito cartesio separando res cogitans e res extensa studiando solo quest'ultima.

E poi cosa vuol dire spiegare? Un ricercatore una volta disse che nel campo farmaceutico si ragiungono delle correlazioni prevedibili senza sapere bene il perché...

_________________
"La lotta di classe c'è ancora, certamente, ma è la mia classe, quella dei ricchi a combatterla. E la stiamo vincendo". Intervista al'imprenditore statunitense Warren Buffet sul NYT, 26.11.2006
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
<b>Guy Fawkes</b

Ospite















MessaggioInviato: Mar Mar 24, 22:11:06    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Semplificando,e tornando ad un fatto che ho già citato in altri post:le epidemie di vampirismo del 1700 nell'europa dell'est sono state considerate tali fino a quando,grazie agli strumenti scientifici,non si è dimostrato che il particolare aspetto dei cadaveri,che sembravano ancora vividi e floridi nonostante fossero trascorsi molti giorni dal decesso,dipendeva dalle particolari condizioni del terreno,che conservavano i corpi in maniera così singolare.
Ecco,per "spiegazione" intendo questo.Se preferisci,si può definire "razionalizzazione del fenomeno".
Torna in cima
Orientalista partenopeo

Esperto
Esperto


Moderatori

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 07/02/09 14:45
Messaggi: 3521
Orientalista partenopeo is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Mag 28, 00:54:21    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Unguento unguento,
mandame a la noce de Benivento,
supra acqua et supra ad vento,
et supra ad omne maltempo…


Si parlava, ormai più di due mesi fa (come passa il tempo!), del noce di Benevento e della sua fama come luogo di incontro delle streghe per eccellenza. In biblioteca, di recente, mi è capitato un libro tra le mani, dal titolo Il Noce di Benevento: la stregoneria e l'Italia del Sud, autore Paolo Portone, edito a Milano da Xenia nel 1990.
Mi riprometto di prenderlo in prestito, anche perché ha un'interessante appendice in cui vengono descritte le proprietà di alcune piante e funghi dall'effetto psicotropo: queste piante e funghi (belladonna, giusquiamo nero, cicuta, amanita muscaria, stramonio, aconito, mandragora e altre), utilizzate negli unguenti, spiegherebbero "il volo magico" delle streghe descritto in tanti processi di stregoneria come quello a Matteuccia (si vedano i miei post precedenti) come un trip allucinogeno.

C'è poi un altro dato interessantissimo che si ricava dal libro di Portone, da cui ho preso alcune annotazioni. Ci si aspetterebbe, data la fama sinistra del noce di Benevento (citato anche dal gesuita belga Martin del Rio nel suo influente Disquisitiones magicae del 1599), che da quelle parti si siano accesi roghi a centinaia, come purtroppo è accaduto in molte parti d'Europa, in particolare nei secoli XVI-XVII (sì, perché la caccia alle streghe, che nell'immaginario collettivo è associata al Medioevo, è in realtà un fenomeno della prima età moderna). Niente affatto. Vi citerò alcuni passaggi dal libro di Portone:
(pag. 52) La spinta alla razionalizzazione della sfera religiosa, impressa nel Nord dalla Riforma protestante e da quella cattolica non trovò sbocchi nell'arcaica società agro-pastorale, feudale e magico-animista del Mezzogiorno.
(pag. 54) L'anomalia di Benevento consiste proprio in questo: da un lato l'eccezionale diffusione del mito del Noce diabolico e delle tregende stregonesche e dall'altro l'assenza di un fenomeno persecutorio degno del nome.
[...]
Paradossalmente il Sud magico - che, secondo una diffusa opinione, è terra d'elezione di ogni superstizione - fu sostanzialmente estraneo alle grandi ondate persecutorie.
(pag. 55) L'arcaicità delle condizioni materiali e culturali della società meridionale fu determinante nel creare un clima di "tolleranza" nei confronti della magia popolare, permettendo la sopravvivenza di antiche cosmogonie, culti, simboli e riti espressivi di una coscienza anteriore al Cristianesimo.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Ginger

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 42
Registrato: 17/04/09 16:09
Messaggi: 179
Ginger is offline 

Località: prov. Pescara





italy
MessaggioInviato: Ven Mag 29, 16:15:40    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Io feci la mia tesi di laurea (ormai nel lontano 2001) sul mito del vampiro.
Se a qualcuno interessa sono disposta a spedirla via e-mail.... Mr. Green
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Tartaruga

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 47
Registrato: 25/05/09 19:15
Messaggi: 748
Tartaruga is offline 

Località: Provincia di Torino





italy
MessaggioInviato: Ven Mag 29, 20:14:37    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Urka che bello questo 3D! sisi
Bien, volevate una Torinese, ecchila quà! Mr. Red
Allora, il più famoso "mistero" di Torino è quella dei triangoli magici: Torino è l'unica città in cui convergono i vertici dei triangoli della magia bianca e della magia nera.
Il vertice della magia bianca, dicono (se non ricordo male) che si trovi in Piazza castello, credo al Palazzo Reale. Mentre, la storia più interessante (anche perchè è quella che mette di più i brividi, eheheh) è quella del vertice della magia nera, che si troverebbe, dicono sempre, in piazza Statuto, in una aiuola circolare (per quanto è piccola, non la chiamerei giardino) che si trova infossata tra banchine e rotaie dei tram, che ha un cerchio esterno di alberi, un secondo cerchio interno di panchine e, in mezzo, un piccolo obelisco. La storia dovrebbe indicare che proprio in piazza Statuto, vi fosse il patibolo, infatti i "veci" lo chiamano "’l rondò dla forca"
Attraversare quel piccolo spazio, verso novembre, in effetti ti da un brivido anche in pieno giorno, circondati dal traffico Razz
L'altra storia affascinante che conosco, è quella della Grand Madre.
Molti dicono che le due statue poste ai lati della scalinata di ingresso celino il segreto del Santo Graal: purtoppo una delle due statue è rovinata. Quindi non pensate di venire a Torino a fare gli Indiana Jones Laughing
L'altra, più cupa, leggenda della Gran Madre è che nei sotteranei che iniziano dalla Chiesa, ci fossero le "famose" grotte alchemiche.
Un'altra, ancor più cupa tradizione, indica che, alla stazione di Porta Susa, in un giardinetto, vi sia un cunicolo che, addirittura, porterebbe direttamente alle Porte dell'inferno yuck
Insomma, a cercarne di leggende, a Torino ce n'è una in ogni angolo.
Mi vien in mente Via Barbaroux, anch'essa legata ai condannati a morte e sfondo per un racconto su un delitto (sorry non mi ricordo il nome) e per una barzelletta macabra, addirittura, sui carabinieri
Senza contare che, sempre a Torino, visse Gustavo Rol, non si definiva ne mago ne parapsicologo, però fu amico dei più grandi del secolo scorso che si rivolgevano a lui per..... Wink
Se volete togliervi una curiosità su questo egnigmatico personaggio, potete visitare il sito
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!




PS...alla domanda di Guy...
Citazione:
Vorrei solo sottolineare un altro aspetto curioso,cioè che due dei mostri classici del pantheon orrorifico siano nati da un incubo(indovinate qual'è l'altro!)
...Facile, è Frankenstein di Mary Shelley Cool
_________________
Apri gli occhi pupo, stai attento pupo, non temere l'uomo nero, non temere l'uomo lupo, non temere l'uomo cupo, temi solo l'uomo astuto.
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Orientalista partenopeo

Esperto
Esperto


Moderatori

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 07/02/09 14:45
Messaggi: 3521
Orientalista partenopeo is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Mag 29, 21:51:34    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Tartaruga ha scritto:
Urka che bello questo 3D! sisi

Hai buon gusto, Tartarughina! Wink
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Tartaruga

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 47
Registrato: 25/05/09 19:15
Messaggi: 748
Tartaruga is offline 

Località: Provincia di Torino





italy
MessaggioInviato: Ven Mag 29, 23:13:22    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Orientalista partenopeo ha scritto:
Tartaruga ha scritto:
Urka che bello questo 3D! sisi

Hai buon gusto, Tartarughina! Wink

Thanks! Wink
Dòp-tut, mi sun sempre dla "magica" Turin
(scrivere in piemunteis è terribile e io, modestamente, son la più terribile Mr. Red )

_________________
Apri gli occhi pupo, stai attento pupo, non temere l'uomo nero, non temere l'uomo lupo, non temere l'uomo cupo, temi solo l'uomo astuto.
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Argomenti OffTopic Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo
Pagina 3 di 7

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





MarcoTravaglio.it topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008