Indice del forum

MarcoTravaglio.it

Forum del sito MarcoTravaglio.it

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

IDV, Di Pietro e affini - III parte
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... , 32, 33, 34  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Primo Piano
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
<b>Guy Fawkes</b

Ospite















MessaggioInviato: Mer Nov 09, 12:35:07    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
“Noi siamo convinti che le elezioni anticipate siano la via maestra. Prima si fanno e meglio è”. Lo sostiene il capogruppo alla Camera dell’Idv, Massimo Donadi. Spiegando che così si potrà poi “offrire un governo forte e legittimato dai cittadini, che affronti la crisi anche con misure di equita’ sociale”. L’Idv “non è disponibile ad accrocchi – aggiunge – con un governo sostenuto da una ventina di transfughi. Sarebbe la fotocopia del governo attuale. Noi pensiamo che questo Parlamento sia moralmente delegittimato: in 100 hanno già cambiato casacca ed altri sono disponibili a farlo. Un governo tecnico non sarebbe, nei fatti, una soluzione, perché sarebbe ricattato, in Aula, da chi vuole qualcosa in più per sè e non per il Paese”


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Un giorno fa (non un anno fa,un giorno fa) l'italiette dei venduti sbraitava per il governo tecnico della durata di tre mesi:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!



Più passa il tempo meno capisco la linea che il berlusconi abruzzese sta tenendo.
S'è reso conto che,si facesse il referendum nei tempi previsti,lui e/o qualche familiare rischierebbe di ritrovarsi in piedi? E l'alternativa sarebbe questa? Speriamo che l'Austria ci invada.
Torna in cima
Adv



MessaggioInviato: Mer Nov 09, 12:35:07    Oggetto: Adv






Torna in cima
<b>Guy Fawkes</b

Ospite















MessaggioInviato: Gio Nov 10, 21:07:23    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Specchio riflesso Rolling Eyes

Di Pietro contro il governo Monti
Ma la base lo attacca sulla Rete

L'ex pm non accetta compromessi e punta al voto, ma il partito rischia di spaccarsi. De Magistris si dissocia, Donadi cerca di smorzare gli angoli e la gente dell'Idv si scatena sul Web


Antonio Di Pietro si schiera contro il sempre più vicino ‘governo Monti’, Luigi De Magistris si dissocia dalla presa di posizione del ‘suo’ leader e Massimo Donadi è costretto a fare il pompiere con una mossa da equilibrista. Ma mentre la crisi dell’esecutivo e il futuro prossimo del Paese sembrano aver allontanato le posizioni dei maggiorenti dell’Italia dei Valori, è la base del partito che fa notizia: in Rete, critica apertamente l’ex pm e minaccia di ‘fargliela pagare’ in sede elettorale. Non era mai successo prima. Ed è per questo motivo che la giornata di oggi è stata una delle più difficili nella storia dell’Idv...

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Saratoga

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 31
Registrato: 02/12/09 16:06
Messaggi: 2771
Saratoga is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Nov 11, 14:05:53    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ormai sono tutti preda di questa sorta di delirio collettivo...nessuno che si fermi un attimo a riflettere e si interroghi su cosa voglia dire veramente.

Di Pietro ha avuto molte uscite infelici in passato, ma stavolta mi sembra che la sua scelta sia ineccepibile. Il mancato appoggio a Monti può essere condivisibile o meno, ma dal punto di vista dell'IDV è sacrosanti : giustamente, sostiene Di Pietro, non ritiene che si debba proseguire con un parlamento come questo che è comunque ancora a maggioranza (relativa) berlusconiana, e che il suo partito non si siede al tavolo con gli uomini del cavaliere.
Criticabile o meno, ma è una posizione perfettamente coerente con la linea politica tenuta finora dall'IDV.
Non mi capacito di questo forsennato "dagli all'untore" che si sta scatennando nei confronti di chiunque osi avanzare anche il minimo dubbio sul governo tecnico, tacciandolo come un nemico dell'Italia. La Finocchiaro ha detto che se l'IDV non appoggia potrebbero esserci ripercussioni : ecco un buon motivo per restare su questa posizione.

_________________
"La politica è stata definita la seconda più antica professione del mondo. Certe volte trovo che assomigli molto alla prima."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
<b>Guy Fawkes</b

Ospite















MessaggioInviato: Ven Nov 11, 16:57:07    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Guarda,premesso che io non sono contrario alle elezioni immediate (ritengo solo preferibile un governo tecnico di breve durata che vari alcune riforme,e poi subito al voto) noto solo con curiosità che gli unici partiti ad essere contrari a questa soluzione sono quelli di stampo populista come lega e,appunto,idv. Ma mentre la lega è sempre stata contraria, di pietro fino ad un paio di settimane fa era tutto a favore del governo tecnico "pur di mandare a casa berlusconi". Accadeva tra il 27 ottobre ed il 3 novembre,non un anno fa. Vorrei giusto capire cos'è cambiato nel frattempo nella sua testa. E non venisse a lamentare di inciuci,perchè il suo alleato,casomai se ne fosse scordato,è un partito che più di una volta ha salvato la maggioranza ed è capeggiato da d'alema. Non pretendo che sia infallibile,mi contenterei giusto di un po' di coerenza.
Torna in cima
Saratoga

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 31
Registrato: 02/12/09 16:06
Messaggi: 2771
Saratoga is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Nov 11, 19:48:24    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

In effetti i cambi di idea sono stati parecchi in poco tempo, anche il PDL era largamente a favore delle elezioni fino all'altro ieri (letteralmente) e ad un governo tecnico oggi.
Secondo me, semplicemente, ognuno bada alle personali convenienze. Nel caso di Di Pietro, probabilmente perchè vuole eliminare del tutto il berlsconismo dalle leve del comando e ottenere un posto importante in un sicuro governo di centrosinistra che uscirebbe dalle eventuali elezioni.

_________________
"La politica è stata definita la seconda più antica professione del mondo. Certe volte trovo che assomigli molto alla prima."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
<b>Guy Fawkes</b

Ospite















MessaggioInviato: Ven Nov 11, 22:24:09    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Oh beh,ci stiamo affannando per niente: han già riricambiato idea un'altra volta Rolling Eyes

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
kitiaram

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 109
Registrato: 05/12/09 20:06
Messaggi: 2776
kitiaram is offline 


Interessi: Giorgio Gaber e l'ass.teatrale "l'interezza non è il mio forte" perchè visti loro il teatro non è più lo stesso

Sito web: http://www.youtube.com...


italy
MessaggioInviato: Lun Nov 14, 01:14:46    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

anche rifondazione e comunisti italiani sono contrari mi pare
_________________
Giorgio Gaber Un Uomo Giusto, l'Unico.
"Giustizia è punire ma poi perdonare, Umanità è comprendere e aiutare"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
exnovobrian
Attualmente bannato

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 08/02/09 17:34
Messaggi: 2161
exnovobrian is offline 







italy
MessaggioInviato: Mer Mag 16, 13:09:25    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando




sembra che lo sport preferito dagli italiani sia.... il lancio della cacca.......




Questo, per esempio !
EmiliaRomagnaItalia
Scandalo nell’Italia dei Valori
Spariti 450 mila euro di rimborsi
Mercoledì, 16 maggio 2012 - 10:27:00


In esclusiva ad Affaritaliani Emilia Romagna la testimonianza video dell’ex dirigente dell’Italia dei Valori, l’avvocato penalista Domenico Morace che racconta la presunta sparizione di 450 mila euro destinati all’IDV. A ridosso degli scandali sui rimborsi elettorali (quello del tesoriere Lusi della Margherita e di Belsito della Lega Nord) spunta un nuovo caso nazionale. Nell’occhio del ciclone finisce l’Idv di Antonio Di Pietro, partito che si batte per la moralizzazione della politica. A quanto sostengono molti ex militanti dell’Emilia Romagna la gestione economica del partito sarebbe simile a quella di altre forze politiche. Solo per il 2011 l’IDV di Antonio DiPietro ha incassato complessivamente tra Europa, Parlamento e Regioni ben 12 milioni di euro (Gazzetta Ufficiale n.174/2011) Ma la gestione emiliano-romagnola potrebbe far aprire un filone di indagine che parte dal locale e potrebbe estendersi ai più alti vertici del partito. Antonio Di Pietro e la tesoriera Idv, Silvana Mura, erano davvero all'oscuro di tutto?


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


GUARDATEVI IL VIDEO !




* decrescita.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Marilyn B.

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 29
Registrato: 17/12/11 12:42
Messaggi: 146
Marilyn B. is offline 

Località: Perugia
Interessi: lettura musica sport




italy
MessaggioInviato: Mar Mag 22, 17:43:23    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

il giorno dopo la vittoria party

Orlando: «Qui nasce la Terza Repubblica: risultato è uno schiaffo in faccia ai partiti» Sindaco per la quarta volta, l'esponente dell'Idv annuncia una «nuova primavera» e dice al Pd: «Palermo non accetta l’alleanza con Lombardo

PALERMO – Leoluca Orlando ha vinto. Il candidato di Idv, Verdi e Fds è il nuovo sindaco di Palermo. Ha ottenuto il 72,43% dei consensi, quarantacinque punti in più del suo avversario, Fabrizio Ferrandelli (Pd, Sel e altre liste). “My name's Palermo”, così Orlando urla dal palco allestito in piazza Borsa dove lo ascoltano decine di simpatizzanti. L’ex sindaco della primavera si appresta a vestire il ruolo di primo cittadino per la quarta volta nel capoluogo siciliano. Non a caso lo slogan della sua campagna elettorale è stato “Lo sa fare”… il sindaco s’intende.

NESSUNA FESTA - Non c’è spazio per i festeggiamenti. Il bagno di folla è rimandato a venerdì prossimo. “Non abbiamo nulla da festeggiare”, queste le prime parole del neosindaco, che in questo modo testimonia la vicinanza e l’abbraccio della sua città a Melissa, la giovane uccisa nella strage di Brindisi e agli sfollati del terremoto in Emilia.

PREMIO DI MAGGIORANZA - Nella sala, che lo accoglie con una ovazione alla fine dello scrutinio, ci sono quasi tutti i 30 consiglieri comunali di Idv, eletti grazie al sistema elettorale che assicura un premio di maggioranza al candidato vincente, garantendogli così un sostegno bulgaro. Ma Orlando chiarisce, “Ci aspetta una stagione carica di insidie, proprio per questo, non mi avvarrò della maggioranza dei 30 consiglieri comunali per imporre scelte ma cercherò di coinvolgere tutte le parti perché l’impresa è troppo ardua per essere affidata solo a questa giunta.

NASCE LA TERZA REPUBBLICA - Orlando è un fiume in piena. “A Palermo nasce la Terza Repubblica, questo risultato è uno schiaffo in faccia ai partiti: io sono la risposta all'anti-politica, è tornata la primavera”. Duro l'affondo contro chi nel centrosinistra ha scelto Ferrandelli, di cui preferisce non parlare in conferenza stampa. “Parlare di Lombardo è sparare sulla croce rossa”, dice, “ma oggi sull’ambulanza ci sono anche Bersani e Vendola. Bersani si dia una regolata perché Palermo non accetta l’alleanza con Lombardo”. E ancora: “Non sono Bersani e Vendola a dover decidere le sorti di Palermo e se continuano così non decideranno neppure le sorti del Paese”. Il neosindaco non risparmia neppure il premier Monti. “E’ un tecnico senz'anima”, afferma, “io l'anima e l'esperienza come amministratore ce li ho e chiederò subito un
incontro al presidente del Consiglio per prospettargli un piano di sviluppo della città”.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
chicchetto

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 06/03/09 21:48
Messaggi: 544
chicchetto is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Ago 17, 00:05:17    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Dopo non aver coerentemente garantito l' appoggio al governo degli avvoltoi, Di Pietro, unico nell' emiciclo, decide di schierarsi contro il Colle nella vicenda dei magistrati palermitani.

Personalmente, stretti fra partiti filo-masso-mafiosi (cdx, con PDL uber alles), inciuciati/inetti (PD), sognatori "responsabili" con qualche scheletro nell' armadio (SEL), area "antagonista" per ora extraparlamentare (Rifondaroli, ma anche le nuove leve del M5S), ritengo IdV, ad onta degli Scilipoti, dei Razzi e dell' ultimo fenomeno che si lamenta per il troppo lavoro, il meno peggio per l' Italia attuale, che il traghettatore di goldman sachs, novello Caronte, con l' aiuto non certo Virgiliano del Colle vuol portare direttamente nelle fauci di Lucifero .....

Sarà che ancora troppo nostalgico mi assale il ricordo del Cincinnato che, nella grande stagione di Mani Pulite, fu fermato dalla partitocrazia mafiosa ad un passo dal gettare dalla rupe il vaso di Pandora delle italiche schifezze, nano compreso ....
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
exnovobrian
Attualmente bannato

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 08/02/09 17:34
Messaggi: 2161
exnovobrian is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Nov 01, 15:14:37    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

SPEZZIAMO UNA LANCIA IN FAVORE DI DI PIETRO

Antonio Di Pietro presidente della Repubblica


Antonio Di Pietro ha commesso degli errori, ha inserito nel suo partito persone impresentabili come De Gregorio e Scilipoti, ha evitato, per scelte forse tattiche, prese di posizioni nette sulla Tav e sul G8, ma lui soltanto in Parlamento ha combattuto il berlusconismo. Lo ha fatto con armi spuntate, con una truppa abborracciata tenuta insieme unicamente dalla sua testardaggine e caparbietà. E' sempre stato un isolato, mal sopportato dai pdmenoellini e odiato da tutti gli altri. Ha confuso talvolta la politica con la realpolitik e cercato un compromesso impossibile con partiti corrotti e in via di estinzione. Si è fidato troppo di persone a lui vicine, di signor nessuno che ne hanno sfruttato la popolarità assecondando in modo acritico ogni sua richiesta. Ha allevato, forse consapevolmente, piranha e squali che pensava di tenere a bada e che ora mostrano le loro fauci. Però, in questi lunghi anni di inciucio tra il Pdl e il Pdmenoelle, senza di lui, in Parlamento si sarebbe spenta anche l'unica flebile luce rimasta accesa. La Camera non sarebbe stata differente dall'aula sorda e grigia evocata da Benito Mussolini o dall'attuale obitorio della democrazia di Rigor Montis. Il suo "Caro presidente che non c'è" rivolto allo psiconano e gli attacchi ai servi del berlusconismo sono gli unici lampi di luce che meritano di essere ricordati nel peggior Parlamento dell'Unità d'Italia, un luogo immondo popolato da pregiudicati e piduisti, da nemici dichiarati della democrazia. Può essere che Tonino abbia lanciato dei referendum pro domo sua, ma se abbiamo potuto votare contro il nucleare di Casini, Bossi, Fini e Berlusconi lo dobbiamo a lui che ha raccolto e validato le firme necessarie. Solo per questo dovremmo dirgli grazie. Il Lodo Alfano, che anche un bambino avrebbe dichiarato incostituzionale, ma non il presidente della Repubblica, fu criticato e osteggiato in solitudine da Di Pietro nel silenzio dei Bersani, dei D'Alema e con il plauso dei Cicchitto e dei Gasparri. L'uomo ha un caratteraccio, non ascolta nessuno, ma è onesto. Quando ha dovuto affrontare il giudizio di un tribunale lo ha fatto senza esitazioni e ne è sempre uscito prosciolto. Quanti in Parlamento possono dire altrettanto? Chi può scagliare la prima pietra? Nessuno. Nel 2013 Napolitano decadrà, per ora è l'unica buona notizia certa. Il mio auspicio è che il prossimo presidente della Repubblica sia Antonio Di Pietro, l'unico che ha tenuto la schiena dritta in un Parlamento di pigmei. Chapeau!

TRATTO DA :-
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!




*decrescita e speranza.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
exnovobrian
Attualmente bannato

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 08/02/09 17:34
Messaggi: 2161
exnovobrian is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Nov 01, 16:59:06    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

IO sono profondamente convinto dell'onestà politica di Di Pietro .

Di Pietro: “L’Italia dei Valori è morta con Report. Ora risorgiamo”
L'ex magistrato: "Mediaticamente siamo morti. Siamo isolati, speriamo nei nostri elettori". Sulle donazioni ricevute e gli affitti dei suoi appartamenti al partito ammette: "Ho commesso tanti errori, chiedo scusa e ricomincio. Ma su questi fatti sono un perseguitato". E nega ogni irregolarità
di Carlo Tecce | 1 novembre 2012

Antonio Di Pietro ha perso qualcosa: “Dov’è la mia agenda? Venga, le faccio vedere. Io mi siedo su quella poltrona singola”. Decisionista, sempre. Uomo partito, uomo comando, uomo immobili: “Le visure catastali, fresche fresche. Guardi, leggiamo insieme”. S’accomoda, riprende punto per punto la trasmissione Report, l’incedere sofferto: “L’italiano mi punisce. E poi il taglia e il cuci di un video. Ma io stimo Milena Gabanelli”. L’ex magistrato parla con le carte in mano. Le carte non lo scrivono, non lo dicono, ma l’uomo – che attira aggettivi negativi anche dal figlio politico, l’Idv – è rassegnato. “Voglio chiarire tutto”.

Un attimo di pazienza, che succede?
(Ripone gli occhiali, chiude la cartellina) Qui a maggio andiamo a casa: non entriamo in Parlamento. La storia già la conosco. L’Italia dei Valori è finita domenica sera, a Report. Mediaticamente siamo morti. Siamo vittime di un killeraggio, di un sistema politico e finanziario che non ha più bisogno di noi.

Chi spegne la luce?

Noi, non più io. Combattiamo, ma sarà dura: porte sbarrate a sinistra, porte sbarrate ovunque. Siamo isolati, speriamo che i nostri elettori ci aiutino.

E se va male?
Faremo opposizione fuori dal Palazzo. E tiferemo per Beppe Grillo.

Una domanda tormenta gli italiani, quante proprietà possiede, 54 o 56?
Mi faccia ridere un po’. I miei figli scherzano: tu perché hai 8 fabbricati e io solo 7? In realtà, entrambi hanno una casa a Milano, comprati su progetto, per risparmiare, attraverso una cooperativa, e una quota di eredità materna a Bergamo. Tutto qua.

E sua moglie? I suoi 49 terreni e 7 fabbricati a Montenero di Bisaccia?

Lei è ricca di famiglia. Non ha beneficiato dei miei guadagni, anzi. Ha uno studio fortissimo, è indipendente, è una donna intelligente e rispettabile. Non è la moglie di Di Pietro. A Montenero ho appezzamenti per gli ulivi, il grano e baracche per il trattore e addirittura la stalla. Queste sarebbero le mie ricchezze?

Non è povero.

Mica mi lamento? Ma sono soldi sudati e ricevuti vincendo cause per diffamazione.

Per due volte, a Roma e Busto Arsizio, ha comprato due appartamenti e li ha dati in affitto al partito. Non è strano?

Non c’è nulla di irregolare. Certo, non lo rifarei. Ma io ho messo in piedi una macchina quando Internet non esisteva e non avevo i capitali necessari.

Nel ’95 la signora Borletti le lasciò quasi 1 miliardo di lire in donazione.
La data è importante: non facevo politica, mi difendevo in tribunale. Ho incassato i soldi in due rate, nel ’98 e nel ’99 e in parte li ho utilizzati per l’Idv che cominciava da zero lire. Ho commesso tanti errori, lo ammetto. Chiedo scusa, e ricomincio. Ma su questi fatti sono perseguitato, e non per caso.

Cosa pensa di scontare?
Quello che rompe le scatole al governo di Mario Monti e critica il presidente Napolitano per il conflitto d’attribuzione con la Procura di Palermo viene automaticamente escluso. Io lo sapevo, ma non posso rinunciare ai principi dell’Idv.

Crolla tutto.
E noi cerchiamo di riparare il tetto. Non è stato facile, però avremo regole ancora più stringenti sui soldi che gestiscono i gruppi regionali e sui candidati per le prossime elezioni.

Farete le primarie?
Subito, in rete. Chiunque potrà presentare il proprio curriculum, che sia un iscritto al partito o un semplice simpatizzante, un comitato di garanti esaminerà la candidatura e un sistema elettronico, come quelli che usa Grillo, selezionerà i migliori. Così eviteremo i casi Sergio De Gregorio. Deve sapere che io, Grillo, lo ammiro e lo copio.

E i casi Vincenzo Maruccio, l’ex capogruppo nel Lazio, indagato per peculato?
L’ho conosciuto giovanissimo, laureato, educato, preparato. Ha fatto carriera. Era insospettabile. Come potevo immaginare queste accuse? Se ci fosse la preveggenza, non ci sarebbero i divorzi. L’Italia dei Valori, però, adesso è un divorzio continuo.

Ce l’ha con Bersani?
No, per carità. Anche lui è vittima di un sistema. Se ne accorgerà, quando gli faranno le scarpe.

Si spieghi, Di Pietro.

Quando dovrà formare il nuovo governo e Monti sarà pronto per il bis.

Teme di non farcela, stavolta?
Sì, ma chi s’arrende è già perduto. E io questi adagi popolari non li dimentico.

Twitter @Tecccarlo

da Il Fatto Quotidiano di giovedì 1 novembre 2012

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!





*decrescita e speranza.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
chicchetto

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 06/03/09 21:48
Messaggi: 544
chicchetto is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Nov 01, 20:13:25    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sono anch' io convinto dell' onestà politica di Di Pietro.

Questa "inchiesta" va a colpire in pieno l' unico che nell' emiciclo abbia fattivamente combattuto il nano e messo alla frusta il sistema ed i suoi inciuci.

La cosa che piu' mi urta in questa storia, é pensare alle inevitabili ricadute positive sul PD, che già in testa nei sondaggi, si ritroverà, con il suo programma idiota, e nonostante il loro inciuciarsi a destra ed a manca, a governare questo paese portandolo definitivamente al disastro.

Infatti, a differenza di quanto crede qualche illuso piddino italiano, Bersani e Vendola non valgono, insieme, nemmeno l' unghia incarnita del mignolo del piede dx di Hollande.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
exnovobrian
Attualmente bannato

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 08/02/09 17:34
Messaggi: 2161
exnovobrian is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Nov 01, 22:35:53    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

chicchetto ha scritto:
Sono anch' io convinto dell' onestà politica di Di Pietro.

Questa "inchiesta" va a colpire in pieno l' unico che nell' emiciclo abbia fattivamente combattuto il nano e messo alla frusta il sistema ed i suoi inciuci.

La cosa che piu' mi urta in questa storia, é pensare alle inevitabili ricadute positive sul PD, che già in testa nei sondaggi, si ritroverà, con il suo programma idiota, e nonostante il loro inciuciarsi a destra ed a manca, a governare questo paese portandolo definitivamente al disastro.

Infatti, a differenza di quanto crede qualche illuso piddino italiano, Bersani e Vendola non valgono, insieme, nemmeno l' unghia incarnita del mignolo del piede dx di Hollande.


E' incredibile (e non sono complottista!) di come si svolgano i fatti,di quali e quante energie vengano spese e da quale sinergica triplice mente ideate. Anzi, neppure triplice ma quadruplice mente, visto che ritengo il "nostro" presidente della res pubblica, vertice di tal fatto. Dalla nuova legge elettorale, che in un sol colpo "elimina" tutte le opposizioni di sinistra verdi e IDV e mette una condizione capestro al MoVimento5Stelle, alla farsa delle alleanze elettorali ad implemento di maggioranza. Le quali, quasi che fossero Associazione Temporanea d'Imprese, devono rilanciare l'Italia di Monti a nostre spese. Come ebbe a dire Di Pietro il tempo sarà giudice, ma porca troja il tempo è breve e il danno fatto!




*decrescita e speranza.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
exnovobrian
Attualmente bannato

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 08/02/09 17:34
Messaggi: 2161
exnovobrian is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Nov 02, 06:36:44    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Rispetto alla classe politica di MERDA che c'è e che ci sta governando da 60 anni (e per questo al di là del limite dialettico) DI PIETRO é e resta una STELLA POLARE... Tutte le balle di REPORT verranno, come sempre quando si tratta di balle, SMENTITE DAI FATTI e dalla GIUSTIZIA. Pensateci tutti....G I U S T I Z I A .
Chi non sai cosa sia si INFORMI !!!!








*decrescita e speranza. Di Pietro PRESIDENTE.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Primo Piano Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... , 32, 33, 34  Successivo
Pagina 33 di 34

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





MarcoTravaglio.it topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008