Indice del forum

MarcoTravaglio.it

Forum del sito MarcoTravaglio.it

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

"grazie grandi partiti per averci convinti definitivame
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Articoli e Libri
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
paolodegregorio

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 11/02/09 13:44
Messaggi: 333
paolodegregorio is offline 







italy
MessaggioInviato: Gio Giu 16, 13:12:14    Oggetto:  "grazie grandi partiti per averci convinti definitivame
Descrizione:
Rispondi citando

“grazie grandi partiti, per averci convinti definitivamente che dobbiamo fare da soli”
di Paolo De Gregorio, 14giugno 2011

Musica per le mie orecchie queste parole di Marco Travaglio, sull’editoriale di oggi, martedì 14 giugno, che così si carica sulle spalle la grande questione irrisolta della CASTA POLITICA barricata nel PALAZZO, con una destra di governo, il cassonetto della libertà, costituito da tutti i rifiuti della prima repubblica, democristiani, socialisti, piduisti, mafiosi, tenuti insieme dal potere finanziario e mediatico di B., capace di governare solo i propri interessi, e una opposizione, abusiva di sinistra, in realtà di centro, subalterna al capitalismo, divisa al suo interno, fino all’altro ieri a favore della privatizzazione dell’acqua e delle scellerata opzione nucleare.

La grande vittoria di ieri, partecipata da quasi 27 milioni di cittadini, è da ascriversi all’iniziativa e all’impegno di centinaia di comitati cittadini che, senza soldi, più di un anno fa hanno cominciato a raccogliere firme, insieme all’IDV di Di Pietro, sbeffeggiati e derisi dalla CASTA di destra e di sinistra, entrambe impegnate a seminare scetticismo sull’istituto referendario e sulla impossibilità di raggiungere il “quorum”:
E’ indecente che oggi il PD chieda le dimissioni di B. facendosi forte di una vittoria costruita da altri, mentre dimentica che Milano e Napoli sarebbero ancora in mano alla destra se “il più forte partito della sinistra” fosse stato rappresentato dai suoi dirigenti.

Naturalmente sarebbe ovvio che un premier bocciato dai suoi elettori su punti fondamentali del suo programma politico si dimettesse immediatamente, ma qui la logica politica finisce, e si rimane abbarbicati al potere per la paura di finire ad Hammamet, ma da latitanti.
Silvio resiste perché davanti a sé non ha una opposizione seria, con un programma riconoscibile dalla gente, con questo PD che oggi ammicca a Casini, domani fa progetti con SEL e IDV, da estendere eventualmente fino al terzo polo, in un eterno minuetto inconsistente e inafferrabile che comunica incertezze e scetticismo, al punto di farci sospettare una aperta intelligenza con il nemico.

La straordinaria vittoria referendaria basata sulla volontà dei cittadini italiani di partecipare e decidere nella forma della democrazia diretta, merita prospettive più lungimiranti e obiettive, che rendano la nostra democrazia effettiva e non come è oggi, succube delle oligarchie industriali, finanziarie, mediatiche, religiose.
In queste ore abbiamo sotto gli occhi l’immondo sopruso della epurazione dal “servizio pubblico” RAI delle uniche voci che criticano il governo, in spregio agli alti ascolti che questi programmi ricevono, in spregio al fatto che portano soldi alla RAI (che ci guadagna più di quanto spende), come se il compito istituzionale della RAI fosse quello di difendere i governi dalle critiche e non già di offrire ai cittadini una informazione completa, indipendente, critica.

Un movimento come quello che ha portato 27 milioni di cittadini a cancellare le leggi dei Caimano, può ben prendere sulle sue spalle il problema di dare un vero servizio pubblico al nostro paese, con la RAI che viene trasformata in “pubblic company”, di cui i cittadini che pagano il canone sono azionisti, che vanno regolarmene a votare il direttore generale con tutti i poteri, scelto tra le personalità indipendenti da poteri economici, politici, religiosi.
Sarebbe un obiettivo di ordinaria ed ovvia democrazia, di salute pubblica, per cancellare la squallida realtà di una istituzione spartita ferocemente tra i vari partiti politici che mirano solo a piazzarci i loro parenti o i loro tirapiedi, e a beneficiare della visibilità enorme che viene offerta loro.

Travaglio ci spinge a fare da soli. Sono d’accordo!
E’ l’unico modo per liberarci dei vecchi politicanti, dei vecchi apparati di partito, e introdurre forme di governo, come il referendum propositivo, che consentano di imporre leggi dal basso.
Paolo De Gregorio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Gio Giu 16, 13:12:14    Oggetto: Adv






Torna in cima
claseb

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 44
Registrato: 07/02/09 17:32
Messaggi: 401
claseb is offline 

Località: Gubbio


Sito web: http://www.facebook.co...


italy
MessaggioInviato: Gio Giu 23, 13:32:24    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

L'errore più comune che ho notato in questi 20 anni è stato quello di proclamare la vittoria della guerra dopo aver vinto una battaglia. Il Pd ne è il campione mondiale, insidiato oggi dai movimentisti, di qualsiasi categoria e specie, accompagnati da uno sciame di giornalisti, commenatori, analisti più diversi soggetti del mondo dello spettacolo. "FAcciamo da soli si!!!!!!" Lo slogan più in voga nel post elezioni amministrative e nel post referendum. E così parlarono in ordine: "Comitati per il si", "Se non ora quando","Tutti in piedi", tante e altre varie sigle. I (grandi) partiti ce li togliamo dalle balle! Eh no, non è così semplice la questione italiana. In tutta onestà e lucidità, il fattore trainante dei 4 referendum è stato l'incidente di Fukushima, e la conseguente sentenza della Cassazione che ha confermato il quesito sul nucleare. Senza tutto ciò, miei cari movimentisti, il quorum non sarebbe stato raggiunto, con vostra buona pace, e non ci si sarebbe presuntuosamente autoassegnato il rango di partito di opposizione. Non credo che i movimenti si possano sostituire ai partiti. E' come se i giocatori della playstation volessero prendere il posto dei giocatori di serie a. Le recenti rivoluzioni di stampo arabo, organizzate su facebook, ve le lascio volentieri. Sono i partiti l'unico veicolo su cui convogliare la voglia di cambiamento, l'unico mezzo democratico che possa garantire il ricambio governativo. I comitati pretendono un pezzo di opposizione? Benissimo, si candidino, come ha fatto l'altro movimento per eccellenza, quello di Beppe Grillo.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
sweepsy

Esperto
Esperto


Junior Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 33
Registrato: 07/02/09 14:26
Messaggi: 2198
sweepsy is offline 

Località: Messina


Sito web: http://sweepsy.wordpre...


italy
MessaggioInviato: Lun Giu 27, 16:21:42    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il frame secondo cui le rivoluzioni recenti siano nate sui e dai social network e` una delle cose piu` pericolose che ci sia. Poi si puo` pensare che i partiti siano indispensabili o meno, sono opinioni, ma quello di cui abbiamo bisogno e` societa` civile, con o senza tessere.
_________________
Alla ricerca di un denso compiuto nello starnuto ontologico umano O_O

Mi sono rifatta
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


.. e se serve.. coso si scuoia!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger Skype
paolodegregorio

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 11/02/09 13:44
Messaggi: 333
paolodegregorio is offline 







italy
MessaggioInviato: Mer Giu 29, 18:35:36    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

osservo che in Tv sono apparsi come vincitori dei referendum solo i soliti esponenti di partiti e hanno messo il loro cappello. Un vero vincitore è stato Di Pietro, ma ignorare i movimenti, come hanno fatto le varie tv e i soliti giornalisti, ci dà il senso di quello che non è stato digerito dalla Casta: certamente non approva il nostro far da soli, questo non ci deve fermare ma stimolare a prendere nuove iniziative.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Articoli e Libri Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





MarcoTravaglio.it topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008