Indice del forum

MarcoTravaglio.it

Forum del sito MarcoTravaglio.it

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Ogm?MAI(s)!
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2, 3 ... 11, 12, 13  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> MarcoTravaglio.it
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
<b>Guy Fawkes</b

Ospite















MessaggioInviato: Mar Mar 03, 12:18:52    Oggetto:  Ogm?MAI(s)!
Descrizione:
Rispondi citando

Ogm, "no a sospensione moratoria"
Ue conferma il divieto di coltivazione


Il Consiglio dei Ministri dell'Ambiente dell'Ue ha respinto a maggioranza qualificata, con il voto contrario dell'Italia, la richiesta della Commissione Europea di sopprimere la moratoria sulla coltivazione del mais Ogm "Mon 810" della Monsanto in Austria e in Ungheria. Lo hanno annunciato fonti del consiglio dei Ministri. Resta dunque il divieto di coltivazioni Ogm.
Sconfitta dunque la Commissione europea al Consiglio Ambiente: la maggioranza qualificata degli Stati membri ha votato contro la proposta dell'Esecutivo comunitario di imporre la fine dei divieti nazionali di coltivazione del mais Ogm Monsanto Mon810 in Austria e in Ungheria e del mais Bayer T 25 in Austria. Solo quattro Paesi (Regno Unito, Svezia, Finlandia e Olanda) hanno votato a favore del diktat della Commissione sul Mon810, l'unico Ogm coltivato in Europa (soprattutto in Spagna), mentre un quinto (l'Estonia) si è astenuto.
Sul T25 (che non è più commercializzato in Europa), i Paesi a favore della Commissione sono stati solo tre (Regno Unito, Finlandia e Olanda, la Svezia ha votato contro). Fino all'ultimo, erano state incerte le posizioni della Spagna e del Belgio: almeno uno dei due Paesi doveva votare contro la Commissione per non far mancare la maggioranza qualificata. Alla fine entrambi si sono espressi contro Bruxelles....

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


E dire che quando l'ho letta su merdavideo avevo capito che noi avevamo votato a favore della sospensione...
Torna in cima
Adv



MessaggioInviato: Mar Mar 03, 12:18:52    Oggetto: Adv






Torna in cima
Albo

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 07/02/09 21:24
Messaggi: 1605
Albo is offline 







italy
MessaggioInviato: Mar Mar 03, 13:19:04    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

anche io l'avevo capita così ed ero incredulo
_________________
A chi evidementemente non ricorda
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
, un click al giorno giova alla salute.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Anonymous

















MessaggioInviato: Mar Mar 03, 14:53:57    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

OT

Propongo una petizione per evitare che il signor portaombrelli continui ad aprire thread con titoli sempre più stupidi

Fine OT



















Mr. Green
Torna in cima
<b>Guy Fawkes</b

Ospite















MessaggioInviato: Mar Mar 03, 17:00:31    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ot

Propongo di scaldarci tutti,visto che il tempo si mette al brutto,al tepore che si sprigiona da camino,alimentato dall'ombrello di scraccino!(e mò voglio vedere come fai a peggiorarmi il karma!)

Fine Ot



Mr. Green(ride bene chi ride ultimo!)
Torna in cima
sweepsy

Esperto
Esperto


Junior Admin

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 34
Registrato: 07/02/09 14:26
Messaggi: 2198
sweepsy is offline 

Località: Messina


Sito web: http://sweepsy.wordpre...


italy
MessaggioInviato: Sab Nov 07, 18:20:48    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Com'è che si parla di escort, trans e crocifissi e si perdono di vista cose ben più vitali? (per prima la privatizzazione dell'acqua)

U.E. - Commissione Ue dà via libera a mais Ogm per uso umano
3 novembre 2009 16:36

La Commissione Europea ha annunciato di aver approvato un mais geneticamente modificato per l'alimentazione umana, animale, per l'importazione e per la trasformazione, sviluppato congiuntamente da Pioneer Hi-Bred, un business di DuPont, e da Dow Agroscience LLC, una sussidiaria completamente controllata da Dow Chemical Company.
I prodotti di mais contenenti il carattere di protezione Herculex RW insieme al Roundup Ready Corn 2 (anche conosciuto come 59122/NK603) sono adesso autorizzati per l'importazione nell'Unione Europea (EU). "Siamo incoraggiati da questa autorizzazione e speriamo che i progressi per l'approvazione di prodotti geneticamente modificati nell'Unione Europea continuino," ha dichiarato Paul Schickler, il Presidente di Pioneer Hi-Bred. "Noi chiediamo con urgenza che la Commissione e gli Stati Membri dell'Unione Europea autorizzino in modo analogo le colture geneticamente modificate per la coltivazione, in modo che gli agricoltori europei abbiano accesso alle stesse tecnologie degli agricoltori nel resto del mondo." I prodotti contenenti i caratteri stack (59122/NK603) sono stati valutati sicuri per l'uso nell'alimentazione umana ed animale, dall'autorita' scientifica indipendente dell'Unione Europea, l'EFSA, nel dicembre 2008, ed erano gia' stati autorizzati in otto paesi nel mondo. In attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale nei prossimi giorni, questo prodotto e' adesso autorizzato per l'importazione nell'UE in accordo con le regolamentazioni comunitarie, incluse l'appropriata etichettatura e tracciabilita' dei prodotti e dei loro derivati.
L'Herculex RW contiene il carattere Bt che fornisce una migliorata protezione naturale delle piante contro gli attacchi della diabrotica, con riduzione dell'esigenza di utilizzare insetticidi. Il gene Roundup Ready Corn 2 permette agli agricoltori di controllare le erbe infestanti in modo efficace nei loro campi, consentendo alle piante di mais di esprimere il proprio completo potenziale produttivo.

Aduc

_________________
Alla ricerca di un denso compiuto nello starnuto ontologico umano O_O

Mi sono rifatta
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


.. e se serve.. coso si scuoia!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger Skype
SMMonica71

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 47
Registrato: 17/10/09 19:45
Messaggi: 1387
SMMonica71 is offline 

Località: Sardegna
Interessi: I miei quattro splendidi bambini




italy
MessaggioInviato: Sab Nov 07, 18:25:40    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

sweepsy ha scritto:
Com'è che si parla di escort, trans e crocifissi e si perdono di vista cose ben più vitali? (per prima la privatizzazione dell'acqua)


Quì a proposito d'acqua c'è una petizione........

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Questi sono argomenti bollentissimi..........
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Skype
Valmor

Esperto
Esperto


Iscritti



Registrato: 11/02/09 18:00
Messaggi: 1285
Valmor is offline 







italy
MessaggioInviato: Sab Nov 07, 21:43:28    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ma come, Zaia non era contrario agli ogm?
_________________
"La lotta di classe c'è ancora, certamente, ma è la mia classe, quella dei ricchi a combatterla. E la stiamo vincendo". Intervista al'imprenditore statunitense Warren Buffet sul NYT, 26.11.2006
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
kitiaram

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 109
Registrato: 05/12/09 20:06
Messaggi: 2776
kitiaram is offline 


Interessi: Giorgio Gaber e l'ass.teatrale "l'interezza non è il mio forte" perchè visti loro il teatro non è più lo stesso

Sito web: http://www.youtube.com...


italy
MessaggioInviato: Mer Gen 20, 18:17:14    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Da Roberto Topino e Patrizia Gentilini medici Ricevo e inoltro
COMUNICATO 20/01/10

*Il Governo, in sordina, sdogana gli OGM
Un grande boccone avvelenato per i cittadini italiani, un nuovo regalo alle multinazionali
*
***************** *


Scegliendo di trascurare la sovranità alimentare dell’Italia e la nostra preziosa biodiversità, il Governo ha deciso di imboccare la strada che ci vedrà colonizzati dalle multinazionali chimico-farmaceutiche-biotech detentrici dei brevetti sugli Ogm.

A quanto risulta dall’articolo che pubblica “La Stampa” (“L’Italia sdogana gli Ogm”, 17/01/10), è imminente il 28 gennaio il via libera formale alla bozza sugli Ogm, che prevede le linee guida per la coesistenza (tra colture tradizionali e colture Ogm) richieste dall’Unione Europea, che tuttavia non sono state elaborate dalla grande maggioranza degli Stati membri fino ad oggi.

L’Unione Europea, dopo avere emanato, con la lunga preparazione di 3 direttive e 4 regolamenti, le leggi per la tracciabilità e l’etichettatura degli Ogm, era tenuta, secondo il programma stabilito, a produrre anche le regole per la *coesistenza* (tra coltura tradizionali e colture geneticamente modificate). In realtà la porta era stata spalancata agli Ogm nel momento in cui era passata la Direttiva europea che autorizzava i brevetti sulla materia vivente (98/44), ma si voleva quanto meno salvare il diritto del cittadino europeo ad una *libera scelta alimentare*.

L’Unione Europea non poté elaborare le regole di coesistenza perché il suo Comitato Scientifico dichiarò che tale coesistenza era inattuabile (gli Ogm, anche se coltivati a distanza di chilometri, finiscono sempre per inquinare ogni altra piantagione attraverso l’aria, i pollini, gli insetti, e anche attraverso il suolo). Fu scaricata la “patata bollente” dell’elaborazione di queste “linee guida” sugli Stati Membri, che a loro volta, ovunque possibile, l’hanno scaricata (in Italia è avvenuto così) sulle loro amministrazioni regionali. Le quali non hanno potuto fare niente e in tal modo hanno impedito in Italia, come pure in svariati altri Stati Membri, l’autorizzazione alle colture GM.

Oggi all’improvviso, senza alcun dibattito pubblico e in totale* violazione della Convenzione di AARHUS, *cui l’Italia aderisce (e che impone vengano informate le parti interessate dei cittadini, o gli /stakeholder/, che devono anche prendere parte al processo decisionale quando si elabora una iniziativa che riguarda l’Ambiente), ci giunge la notizia che *l’accordo tra Stato e Regioni* si sarebbe concluso. Con grande nostra sorpresa, dal momento che 16 Regioni Italiane si sono dichiarate “OGM Free” (e recentemente Barroso, presidente della Commissione Europea ha riconosciuto il diritto delle Zone “Libere da Ogm” ad esserlo).

Anche se nel Rapporto “Come influenzare l’opinione pubblica sulle biotoecnologie agricole” (!), l’addetta all’Agricoltura statunitense in Italia definisce tutti, nell’elenco qui di seguito,“frange minoritarie” …., una vasta maggioranza della popolazione si è espressa in Italia contro gli Ogm in agricoltura. Tra di essi:

* il Governo nella persona del Ministro dell’Agricoltura Zaia
* 41 Province e 2.446 Comuni, oltre le 16 Regioni già menzionate
* il maggiore sindacato di agricoltori, la Coldiretti (9.812 sezioni
nelle 18 regioni e 568.000 agricoltori)
* la maggiore catena di distribuzione alimentare, Coop Italia
* numerose maggiori marche di prodotti alimentari, come Barilla,
Amadori, Bovinmarche, Fileni, ecc ...
* la coalizione di Ong “Liberi da Ogm” e numerose altre
Organizzazioni della Società Civile, anche in ambito accademico.
* numerosi gruppi di parlamentari di tutte le correnti (in
particolare Gianni Alemanno, già Ministro dell’Agricoltura e oggi
Sindaco di Roma)
* il Vaticano stesso con le dichiarazioni fatte dal Papa e scritte
nel Documento “/Instrumentum laboris/” (1) per il Sinodo dei
Vescovi Africani (pur se la Pontificia Accademia delle Scienze,
che è autonoma dal Vaticano e che da esso è stata smentita su
“L’Osservatore Romano”, ha tentato nel mese di maggio scorso di
accreditare la tesi di un sostegno del Vaticano agli Ogm …).


Le ragioni del rifiuto agli Ogm dovrebbero ormai essere note per le basi solidissime (vedi anche bibliografia riportata di seguito) sulle quali esse poggiano. Infatti gli Ogm:

* sono stati promossi negli anni ’90, malgrado un giudizio negativo
della Food and **** Administration (FDA) negli USA
* hanno promesso aumenti nei raccolti e riduzione dell’inquinamento
chimico ed entrambe queste promesse sono state non solo disattese
ma ribaltate (vedi ultimo rapporto del nov. 09 di Charles
Benbrook: meno 10% nei raccolti e 4 volte più inquinamento da
pesticidi)
* hanno dimostrato di costituire un rischio per la salute umana
* hanno dimostrato di costituire un rischio ancor maggiore per
l’ambiente
* hanno privatizzato un “bene comune” prezioso almeno quanto
l’acqua: la materia vivente del pianeta.
* non sono, come hanno voluto farci credere, uno strumento per
migliorare la distribuzione di cibo nel mondo, ma al contrario una
causa importante della grave crisi di fame. Infatti, essi fanno in
modo che i popoli dipendano da potenti multinazionali, che mirano
al solo loro profitto, con la riscossione del diritto di brevetto
(ad ogni ciclo riproduttivo della pianta) e con il controllo del
mercato globale del cibo.


1-) “/La campagna di semina di Organismi Geneticamente Modificati (OGM) pretende di assicurare la sicurezza alimentare […]. Questa tecnica rischia di rovinare i piccoli coltivatori e di sopprimere le loro semine tradizionali rendendoli dipendenti dalle società produttrici di OGM/”. (Benedetto XVI nel documento “/Instrumentum laboris/” per il Sinodo dei Vescovi Africani, 2009).
*

Comitato Scientifico EQUIVITA
*Tel. + 39. 06.3220720, + 39. 335.8444949
E-mail:  
Sito internet:  


*Bibliografia
*
1-) “The right to food. Seed policies and the right to food: enhancing agrobiodiversity and encouraging innovation”, United Nations (luglio 2009).
  <http://www2.ohchr.org/english/issues/food/docs/A-64-170.pdf>
_
2-) “Failure to Yield. Evaluating the Performance of Genetically Engineered Crops”, Union of Concerned Scientists (2009).
  <http://ucsusa.org/food_and_agriculture/science_and_impacts/science/failure-to-yield.html>
_
3-) “IAASTD - International Assessment of Agricultural Knowledge, Science and Technology for Development” (2009).  

4-) “Organic Agriculture and Food Security in Africa”, UNCTAD (United Nations Conference on Trade and Development) e UNEP (United Nations Environment Programme) (2008).
 
_
5-) Biotecnology No Sure Fix for World’s Nitrogen Fertilizer Pollution Problem”, Union of Concerned Scientists (dicembre 2009).  
_
6-) “Impacts of genetically engineerd crops on pesticieds use in the United States: the first thirteen years”, Charles Benbrook – Organic center (novembre 2009).
  <http://www.organic-center.org/science.pest.php?action=view&report_id=159>
_
7-) “Who Benefits from Gm Crops? The Rise in Pesticide Use”, Friends of the Earth e Center for Food Safety (2008).
 
_
Cool “Out of Hand: Farmers face the consequences of a consolidated seed industry”, Farmer to farmer Campaign on Genetic Engineering (dicembre 2009).
 
_
_ _

_________________
Giorgio Gaber Un Uomo Giusto, l'Unico.
"Giustizia è punire ma poi perdonare, Umanità è comprendere e aiutare"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Valmor

Esperto
Esperto


Iscritti



Registrato: 11/02/09 18:00
Messaggi: 1285
Valmor is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Gen 29, 13:22:24    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Per ora forse ci salviamo:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
"La lotta di classe c'è ancora, certamente, ma è la mia classe, quella dei ricchi a combatterla. E la stiamo vincendo". Intervista al'imprenditore statunitense Warren Buffet sul NYT, 26.11.2006
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
kitiaram

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 109
Registrato: 05/12/09 20:06
Messaggi: 2776
kitiaram is offline 


Interessi: Giorgio Gaber e l'ass.teatrale "l'interezza non è il mio forte" perchè visti loro il teatro non è più lo stesso

Sito web: http://www.youtube.com...


italy
MessaggioInviato: Dom Gen 31, 15:03:40    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

a dispetto della cosiddetta difesa della costituzione ormai sorpassata dal Trattato di Lisbona anche se fa comodo far finta di niente,
ma i giudici del Consiglio di Stato si sono dimenticati dell'art 32 che tutela la salute?
Ha prevalso l'interesse della lobby della multinazionale Monsanto in questa decisione?

_____________________________________________________
giudici amministrativi accolgono il ricorso del vicepresidente di Futuragra
Via libera al primo campo di mais ogm

Decisione del Consiglio di Stato. Zaia: resto contrario. Petrini: meglio un referendum

MILANO - Il mais Ogm può essere coltivato in Italia. Subito, senza bisogno di attendere altre norme. Con questa clamorosa sentenza, il Consiglio di Stato, cioè il più alto organo della giustizia amministrativa, stravolge il percorso istituzionale sull’apertura ai semi biotech.

Solo la settimana scorsa, il 21 gennaio, la Conferenza Stato-Regioni aveva deciso di rinviare l’approvazione delle «linee guida per la coesistenza tra colture convenzionali, biologiche e geneticamente modificate». Nessuno ancora sapeva che due giorni prima, il 19 gennaio, i giudici avevano accolto il ricorso di Silvano Dalla Libera, agricoltore e vice presidente di Futuragra, un’associazione di 500 proprietari terrieri pro Ogm. A questo punto il quadro giuridico rischia di diventare, se è possibile, ancora più confuso. Da una parte il dispositivo del Consiglio di Stato è chiaro: il ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali ha novanta giorni di tempo per concedere a Silvano Dalla Libera (e poi a tutti quelli che vorranno) l’autorizzazione a seminare i terreni, scegliendo tra le sementi di mais (e sono decine) già approvate dall’Unione europea.

Dall’altra parte Luca Zaia, titolare del suddetto ministero, afferma in una nota che «il procedimento in questione è connesso a un iter normato dal decreto legislativo 212/2001 che stabilisce il previo parere di una Commissione tecnica la quale, non avendo a disposizione le prescrizioni tecniche sulla modalità di coltivazione delle colture Ogm ancora in corso di definizione, difficilmente esprimerà un parere positivo». Semplificando il ministro fa sapere che farà il possibile per vanificare la sentenza. Anche l’ex ministro Gianni Alemanno, oggi sindaco di Roma, autore della circolare alla base del contenzioso giudiziario, sostiene che «Zaia è in grado di produrre un nuovo atto» e dunque il Consiglio di Stato «non aprirà la strada agli Ogm».

Sull’altro fronte si vive l’atmosfera di una grande rivincita. Negli ultimi mesi i l bloccobiotech (con Confagricoltura in testa) è apparso piuttosto isolato di fronte a un vasto schieramento che va da Coldiretti alle associazione dei consumatori. La sentenza è già una bandiera per Futuragra. E il personaggio del giorno, il vicepresidente Dalla Libera, sta già preparando i trattori per trasformare parte dei suoi 25 ettari a Vivaro (Pordenone) in piantagioni di mais Ogm. «Abbiamo cominciato questa battaglia tre anni fa, con una richiesta collettiva firmata da circa 400 agricoltori, dal Friuli al Piemonte — dice Dalla Libera —. Tutti i ministri ci hanno detto di no, da Pecoraro Scanio ad Alemanno. E allora ho deciso di andare avanti con un ricorso individuale, prima al Tar del Lazio e poi al Consiglio di Stato. Ci hanno dato ragione e adesso sono pronto. Aprile è il mese giusto per seminare ed è il termine entro il quale ci dovranno dare l’autorizzazione».

Il presidente di Confagricoltura, Federico Vecchioni, legge la sentenza anche in chiave politica: «Si sblocca così l’impasse che caratterizza la vicenda del nostro Paese. Sono anni, infatti, che non si provvede a disciplinare la materia rinviando il problema. Con un ostracismo ideologico che richiama quel "no" al nucleare che tanto è costato al sistema Paese». Il blocco anti-Ogm risponde sullo stesso piano.

La Coldiretti guidata da Sergio Marini prospetta addirittura la promozione di un referendum, «per difendere il sacrosanto diritto della stragrande maggioranza dei cittadini e degli agricoltori di mantenere i propri territori liberi dagli organismi geneticamente modificati». Un’idea che piace anche a Carlo Petrini, presidente di Slow Food Internazionale: «Questa sentenza è un altro tassello di una politica dei fatti compiuti. Ma non ci sono ancora sufficienti certezze per introdurre sul territorio italiano la coesistenza tra le colture biologiche e quelle biotech. Se le cose non cambiano si può anche pensare a costruire un comitato per un referendum». Le associazioni sono in allerta. La Vas (Verdi ambiente e Società) propone un ricorso in Cassazione. Mario Capanna, presidente della Fondazione Diritti Genetici, chiede, come Alemanno, l’intervento di Zaia: «Basta un semplice pronunciamento del ministro per chiudere questa brutta pagina».
Giuseppe Sarcina

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


da
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


ALTRI COMMENTI INTERESSANTI
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Giorgio Gaber Un Uomo Giusto, l'Unico.
"Giustizia è punire ma poi perdonare, Umanità è comprendere e aiutare"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Valmor

Esperto
Esperto


Iscritti



Registrato: 11/02/09 18:00
Messaggi: 1285
Valmor is offline 







italy
MessaggioInviato: Dom Gen 31, 15:36:18    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ma in base a quale diritto il Consiglio di Stato dà contro alla circolare di Alemanno? Per la prevalenza del diritto europeo su quello nazionale?

E' una domanda reale, bisognerebbe fare un approfondimento giuridico... ce la facciamo a trovare la sentenza? Adesso la cerco... contribuite!!!

_________________
"La lotta di classe c'è ancora, certamente, ma è la mia classe, quella dei ricchi a combatterla. E la stiamo vincendo". Intervista al'imprenditore statunitense Warren Buffet sul NYT, 26.11.2006
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
kitiaram

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 109
Registrato: 05/12/09 20:06
Messaggi: 2776
kitiaram is offline 


Interessi: Giorgio Gaber e l'ass.teatrale "l'interezza non è il mio forte" perchè visti loro il teatro non è più lo stesso

Sito web: http://www.youtube.com...


italy
MessaggioInviato: Mar Feb 09, 18:00:04    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Entro aprile 2010 gli ogm faranno il loro ingresso nell’agricoltura italiana. Parola del Consiglio di Stato!
Il più alto organo della “giustizia amministrativa” italiana, ha sentenziato il 19 gennaio 2010 (con sentenza depositata in Segreteria), almeno sulla carta, un punto a favore (e palla al centro) dei colossi del biotech.
I giudici amministrativi hanno accolto il ricorso di Silvano Dalla Libera, vicepresidente dell’ Associazione Agricoltori Futuragra[1], un’associazione “culturale” di Vivaro a Pordenone, composta da circa 500 imprenditori agricoli che vogliono a tutti i costi coltivare gli ogm, in particolare il mais (Mon 810) della Monsanto (leggi Pfizer)....

leggi il resto su
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Giorgio Gaber Un Uomo Giusto, l'Unico.
"Giustizia è punire ma poi perdonare, Umanità è comprendere e aiutare"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Valmor

Esperto
Esperto


Iscritti



Registrato: 11/02/09 18:00
Messaggi: 1285
Valmor is offline 







italy
MessaggioInviato: Mar Feb 16, 15:59:02    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

L'inchiesta dell'Espresso:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ultima modifica di Valmor il Gio Mag 06, 18:42:21, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Valmor

Esperto
Esperto


Iscritti



Registrato: 11/02/09 18:00
Messaggi: 1285
Valmor is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Feb 26, 00:13:18    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

OGM. COLDIRETTI: STORICO FLOP PER SEMINE BIOTECH IN EUROPA
CROLLO DEL DODICI PER CENTO, MARINI: NON È NEMMENO CONVENIENTE...

(DIRE) Roma, 24 feb. - "Il drastico crollo del 12 per cento nei terreni
seminati con organismi geneticamente modificati (ogm) in Europa nel 2009
rappresenta una storica inversione di tendenza a conferma che nel coltivare
prodotti transgenici non c'e' neanche convenienza economica, anche nei Paesi
dove e' ammesso".

Lo ha affermato il presidente della Coldiretti, Sergio Marini, nel
sottolineare che dall'analisi del rapporto annuale 2009
dell'International Service for the Acquisition of Agri-biotech Applications
(ISAAA) emerge che la superficie ogm in Europa nel 2009 per la prima volta
si e' drasticamente ridotta da 107.719 ettari a 94.750 ettari.

"Contemporaneamente al flop nelle semine, dopo il divieto posto anche in
Germania nell'aprile 2009, si sono ridotti a soli sei, su ventisette, i
Paesi Europei dove- sottolinea la Coldiretti- e' possibile coltivare il mais
Bt geneticamente modificato, l'unico presente nel Vecchio Continente".

Le sei nazioni che hanno coltivato mais Bt in ordine di grandezza della
superficie coltivata sono Spagna (80 per cento del totale), Repubblica Ceca,
Portogallo, Romania, Polonia e Slovacchia. "Cali si sono verificati in
Spagna (-4 per cento), in Repubblica Ceca, Romania e Slovacchia, la Polonia-
precisa la Coldiretti- ha mantenuto la stessa superficie coltivata, mentre
solo per il Portogallo e' aumentata".

"Il fatto che, anche dove e' possibile la coltivazione, gli agricoltori
riducano le semine e' la concreta dimostrazione che- sostiene il presidente
della Coldiretti- per gli ogm attualmente in commercio non c'e' quella
miracolosa convenienza economica che le multinazionali e i loro 'tifosi'
propagandano. Tutt'altro, a dodici anni dalla
loro introduzione in Europa, le coltivazioni biotech sono gia' in calo e
rappresentano molto meno dell'uno per cento del totale perche', di fatto,
non sono riuscite a trovare un mercato, vista la persistente contrarieta'
dei consumatori ad acquistare prodotti geneticamente modificati".

"Una contrarieta' giustificata- continua la Coldiretti- dai crescenti dubbi
sul piano sanitario e ambientale che nel corso del 2009 hanno portato il
governo tedesco a vietare il mais Mon 810 (che alcuni vorrebbero seminare in
Italia) a seguito di nuove acquisizioni circa gli effetti negativi
sull'apparato intestinale, sugli organismi del terreno e sulla dispersione
del polline, con contaminazioni derivanti dalla impollinazione incrociata
tra coltivazioni transgeniche e non. Una tendenza che da' valore alla scelta
lungimirante fatta dall'Italia per un agricoltura libera da ogm grazie
all'impegno di un vasto schieramento che comprende Coldiretti, movimenti
ambientalisti, consumatori e istituzioni in rappresentanza della maggioranza
dei cittadini e agricoltori italiani che sono contrari al biotech nei campi
e nel piatto"

Sulla base dei risultati dell'ultima indagine annuale Coldiretti-Swg "Le
opinioni di italiani e europei sull'alimentazione", il 72 per cento dei
cittadini italiani che esprimono una opinione ritiene che i prodotti
alimentari contenenti organismi geneticamente Modificati siano meno salutari
rispetto a quelli tradizionali.

"In questo contesto- sostiene Marini- e' significativa la posizione espressa
dal presidente della Commissione europea, Jose' Manuel Durao Barroso, che
'non vuole imporre la coltura degli ogm in Europa' e lasciare liberi gli
Stati membri di decidere se desiderano coltivare o no ogm sul loro
territorio, aprendo cosi' la possibilita' di invocare la clausola di
salvaguardia, strada gia' percorsa da altri paesi".

"Il modello produttivo cui e' orientato l'impiego ogm e' il grande nemico
della tipicita' e della biodiversita'- spiega ancora Marini- e il grande
alleato dell'omologazione, che e' il vero nemico dell'agroalimentare
italiano e per questo siamo contrari. In Italia, per la conformazione
morfologica dei nostri terreni e le dimensioni delle nostre aziende, non
sarebbe possibile evitare le contaminazioni e sarebbe violata la sacrosanta
liberta' della stragrande maggioranza degli agricoltori e cittadini di avere
i propri territori liberi da ogm".

"Chiediamo, invece, con decisione- conclude- una etichettatura chiara che
permetta di sapere se il cibo che mangiamo contiene, direttamente o
indirettamente, organismi geneticamente modificati".

_________________
"La lotta di classe c'è ancora, certamente, ma è la mia classe, quella dei ricchi a combatterla. E la stiamo vincendo". Intervista al'imprenditore statunitense Warren Buffet sul NYT, 26.11.2006
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Captain Spaulding

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 27/12/09 12:48
Messaggi: 2209
Captain Spaulding is offline 

Località: Repubblica Oligarchica delle Banane





NULL
MessaggioInviato: Ven Feb 26, 01:13:03    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Prima o poi le risorse si esauriranno... temo, piu` prima che poi!

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Piuttosto che diventare fascista è meglio essere un maiale.(*) (Porco Rosso, Miyazaki)

(*)Cazzo, alla luce dei recenti sviluppi, dovrei rettificare questa frase. A quanto pare porco e fascista sono sinonimi!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> MarcoTravaglio.it Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3 ... 11, 12, 13  Successivo
Pagina 1 di 13

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





MarcoTravaglio.it topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008