MarcoTravaglio.it

Archivio - P(robabilmente) D(ialogando)

Anonymous - Lun Feb 09, 17:28:54
Oggetto: P(robabilmente) D(ialogando)
Piddini e non,ecco lo spazio che cercavate!La sua particolare struttura a forma di ring è puramente casuale...
A voi la parola(ma prima,leggete questa!)

Pd, Bersani: ''Stavolta non mi tiro indietro, punto e basta''
''La mia candidatura è un segnale per i disaffezionati''. Veltroni: ''L'errore più grande è trasmettere un'idea di fragilità'' Livia Turco con il ministro ombra dell'Economia: ''Non va sottoposto a esami. Dedica, forse più di altri, tutto il suo tempo e la sua testa ad affrontare i problemi della crisi economica e sociale''

Bologna, 7 feb. - (Adnkronos) - ''La mia candidatura è un segnale verso la gente disaffezionata''. Pierluigi Bersani(nella foto) all'indomani della sua dichiarazione di disponibilità a scendere il campo per la leadership del Partito democratico davanti all'assemblea nazionale degli amministratori del Pd in corso a Bologna, spiega la sua scelta. ''In modo molto sereno ho detto: stavolta non mi tiro indietro, punto e basta''.
E a Veltroni che dalle pagine dei meggiori quotidiani oggi ha ricordato a Bersani con un po' di irritazione che ''le candidature per la segreteria del partito saranno affrontate al congresso'' ma ''adesso è il tempo della crisi sociale del Paese, di occuparsi dei lavoratori, dei precari, delle piccole e medie imprese e di far crescere il Pd verso le elezioni'', Bersani risponde: ''So anche io che non è il momento ma quando sarà l'ora sarà così. Questo mio segnale è rivolto alla gente che magari può essere disaffezionata e avere dei dubbi. E' un segnale che vuol dire 'oh, stiamoci tutti'''. E a chi l'ha accusato di voler creare spaccature interne risponde: ''Insegnare l'unità a me si fa fatica, visto il curriculum''....

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

sweepsy - Lun Feb 09, 17:45:36
Oggetto:
Spinoza.it ha scritto:
Bersani: "A ottobre mi candido alla guida del Pd". Finalmente una buona notizia: qualcuno convinto che a ottobre il Pd esisterà ancora.

Ainat - Lun Feb 09, 17:46:05
Oggetto:
Povero Veltroni, non ci sta più dentro.
Daltronde non è colpa sua, è fatto così. La sua è una crisi strutturale.
Poi se pensiamo che il suo ideale politico, quello che sbandiera da tutte le parti, sia Obama si capisce l'entità del conflitto che deve animarlo.
Comunque, visto che al momento la mia decisione è ancora ferma sul boicottare le elezioni finchè non mi ridanno facoltà di scelta, la cosa non mi tange.
Cercando di essere obiettiva e non disfattista, spero che le candidature a segretario siano molte e variegate di modo che alla fine sia possibile un minimo di selezione dal basso.
Anonymous - Lun Feb 09, 18:59:00
Oggetto:
(ASCA) - Roma, 9 feb - ''Un paese dove il governo legifera solo per decreti e il Parlamento e' convocato dal governo solo per approvarli non e' una democrazia ma una dittatura''.

Lo ha detto il ministro ombra dell'Economia del PD, Pier Luigi Bersani, intervenendo a Grosseto ad una manifestazione del Partito Democratico.

''Ricordo a Berlusconi - ha aggiunto - che tanti anni fa molte persone hanno dato la vita per garantire la democrazia in questo Paese''.
nadira - Lun Feb 09, 19:30:45
Oggetto:
se si candida Bersani sta volta alle primarie a votare ci vado. avevo una speranza ulivista ai tempi, che Veltroni ha schiacciato, ma potrei ritrovarla.
Anonymous - Lun Feb 09, 19:49:10
Oggetto:
Nadira, è una Canon?

verrebbe eletto dal congresso...
Orientalista partenopeo - Lun Feb 09, 20:48:50
Oggetto:
nadira ha scritto:
se si candida Bersani sta volta alle primarie a votare ci vado. avevo una speranza ulivista ai tempi, che Veltroni ha schiacciato, ma potrei ritrovarla.


Non per spegnere il tuo entusiasmo, ma magari sarebbe opportuno chiedergli come mai lui, ministro ombra dell'Economia, abbia ritenuto che la sua presenza nell'aula di Montecitorio non fosse necessaria quando la mozione di sfiducia del PD a Cosentino (sottosegretario non ombra all'Economia) è stata messa ai voti.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

nadira - Lun Feb 09, 22:33:39
Oggetto:
sì, è una EOS 1000d, il mio regalo di Natale/compleanno Smile

orientalista, se manco fanno delle primarie serie il problema non me lo pongo neppure Confused
Bruna - Mar Feb 10, 09:33:44
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
nadira ha scritto:
se si candida Bersani sta volta alle primarie a votare ci vado. avevo una speranza ulivista ai tempi, che Veltroni ha schiacciato, ma potrei ritrovarla.


Non per spegnere il tuo entusiasmo, ma magari sarebbe opportuno chiedergli come mai lui, ministro ombra dell'Economia, abbia ritenuto che la sua presenza nell'aula di Montecitorio non fosse necessaria quando la mozione di sfiducia del PD a Cosentino (sottosegretario non ombra all'Economia) è stata messa ai voti.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!




O quando, ministro dello sviluppo economico, i tassisti in rivolta calpestarono la sua lenzuolata sulle liberalizzazione delle licenze... Wink
Orientalista partenopeo - Mar Feb 10, 15:47:46
Oggetto:
Bruna ha scritto:

O quando, ministro dello sviluppo economico, i tassisti in rivolta calpestarono la sua lenzuolata sulle liberalizzazione delle licenze... Wink

Io ho apprezzato il "pacchetto Bersani" sulle liberalizzazioni, e non c'è dubbio che Bersani sarebbe un migliore ministro dell'Economia rispetto a Tremonti (ma non è difficile, in effetti). Questo però non mi induce a turarmi il naso e votare per l'ennesima volta il "meno peggio". A me (come a te, Bruna) non piacciono i compromessi sottobanco e l'opacità morale, e trovo disgustoso che la lotta alla camorra diventi immonda merce di scambio tra maggioranza e cosiddetta "opposizione". Me ne strafrego delle liberalizzazioni se poi Bersani e Veltroni hanno un comportamento ambiguo nei confronti del referente politico dei Casalesi: e su questo, Bruna, ti troverai sicuramente d'accordo con me.
Contrariamente a quanto affermava qualcuno in una discussione nel vecchio forum, la lotta al crimine mafioso c'entra moltissimo con l'economia. Un terzo del Paese cammina con il freno a mano tirato perché il crimine mafioso ne strangola le attività imprenditoriali e ne devasta il territorio, depauperandolo dal punto di vista ambientale (con le ovvie conseguenze anche economiche). Il Sud non ha bisogno di elemosine di Stato, ma di uno Stato autorevole e con la schiena dritta, che consenta a chi ha attività imprenditoriali oneste (si veda il ristorante "chiuso per camorra" a Portici) di non avere la palla al piede della prepotenza parassitaria del crimine organizzato.
Per me un buon candidato alla guida del PD potrebbe essere Giuseppe Lumia: un uomo che ha le idee chiare al riguardo. Bersani? No, grazie. Ha fatto una scelta di campo con l'astensione (o meglio con la colpevole assenza) su Cosentino, e quel campo non è il mio.
gianbi - Mar Feb 10, 23:51:56
Oggetto:
Bersani? In un paese di ciechi, l'orbo fa la sua sporca figura.
A vederlo, sembra (sottolineo il sembra) anche intelligente (a patto di non sapere chi rappresenta), ma non ci vuole molto con quelli che ha vicino.
Bruciato topogigio, e auspicando che il lanciatore di molotov non riveli desideri di potere, non credo che rimanga altro per il piddì. Qui si sta grattando il fondo del barile.
PS: ma se passa bersani, che fine farà l'obama de noiantri? Andrà davvero a fare il missionario in africa, come promesso?
Anonymous - Mer Feb 11, 00:31:01
Oggetto:
farà il ladro d'appartamento a Savona
Bruna - Mer Feb 11, 08:30:47
Oggetto:
fotogian ha scritto:
farà il ladro d'appartamento a Savona



....oppure farà il "pentito" e ci dirà, finalmente, nomi e cognomi dei *capibastone nel suo partito (ipse dixit)...che avranno contribuito a farlo fuori... Cool


*Il Capubastuni o Capobastone è il nome che nella 'Ndrangheta si dà a chi comanda una 'ndrina, quindi al capo di una famiglia mafiosa locale calabrese.

Il capobastone è colui che prende le decisioni più importanti, consultandosi con gli altri capibastone di altre famiglie dello stesso paese. Se è membro di una famiglia potente può decidere e influire sulle decisioni di tutta la 'Ndrangheta.

da
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

gianbi - Mer Feb 11, 23:15:46
Oggetto:
fotogian ha scritto:
farà il ladro d'appartamento a Savona


Dunque, il futuro erede di topogigio farebbe ciò che è nella migliore tradizioni piddì. Nulla di più e nulla di meno. Mi stupirebbe soltanto vederli passare dalle galline agli appartamenti, ma un salto di qualità è anche auspicabile (ammesso che silvio dia il permesso).
A Savona, però, farebbe la fame. Siamo una provincia povera. Meglio che se ne rimanga in emilia. Tra banche, parmalat e furbetti vari ha sicuramente più da masticare.
Anonymous - Mer Feb 11, 23:46:13
Oggetto:
io parlavo di Veltroni, che, disoccupato, potrebbe fare il ladro in appartamenti, specie quelli occupati solo per poche settimane l'anno
di quelli ce ne sono in grande quantità in provincia di Savona, mi pare. L'importante è che non vada in provincia di IM dove c'è già un capobastone esperto, anche se fa parte di un altro partito
Bruna - Ven Feb 13, 21:17:58
Oggetto:
PD: FRANCESCHINI, MEGLIO SE BERSANI DI CANDIDAVA TRA QUALCHE MESE

SORU VINCERA' ELEZIONI E FARA' PRESIDENTE SARDEGNA

Roma, 13 feb. (Adnkronos) - "Bersani e' da molti anni uno dei leader e dei ministri piu' importanti del centrosinistra e quindi in un un grande partito democratico e' naturale che ci sia un confronto anche per la leadership, si chiama Democratico. Avrebbe forse potuto aspettare qualche mese, dato che adesso la priorita' non e' il congresso ma sono le elezioni europee ed iniziare un percorso che porti alla sconfitta di Berlusconi. Su questo dovremo concentrarci tutti, contro gli avversari non tra di noi". Cosi' il vicesegretario del Pd Dario Franceschini, intervistato da Maurizio Belpietro a 'Panorama del giorno', su Canale 5, in merito alla candidatura alla segreteria di Pierluigi Bersani.
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Anonymous - Ven Feb 13, 21:27:38
Oggetto:
facciamo gli scongiuri...

Di Bersani parlano in 4... non vedo proprio come una sua candidatura in vista del prossimo congresso possa avere effetti sul PD... al massimo potrebbe avere effetti positivi, visto il solito gioco al massacro dicui è stato vittima Veltroni
gianbi - Ven Feb 13, 23:53:37
Oggetto:
fotogian ha scritto:
facciamo gli scongiuri...

Di Bersani parlano in 4... non vedo proprio come una sua candidatura in vista del prossimo congresso possa avere effetti sul PD... al massimo potrebbe avere effetti positivi, visto il solito gioco al massacro dicui è stato vittima Veltroni


Beh, se non volete bersani come leader, avete sempre l'ottimo latorre. E' in questo momento a "Malpensa italia" a dare le sue opinioni sul nulla sotto vuoto spinto.
Ritengo latorre - insieme al baffetto skipper - uno dei migliori rappresentanti piddì. Se silvio gli passa un pizzino con scritto di candidarsi, per me si candida.
Anonymous - Sab Feb 14, 00:00:44
Oggetto:
certo che lo voglio....

latorre chi è? lo han mandato a Malpensa, poveretto... appena scendono le luci i leghisti lo spolpano... rimangono solo le ossa
Orientalista partenopeo - Sab Feb 14, 00:21:26
Oggetto:
Credo che siano i leghisti a dover temere per la loro incolumità al calar dell'ombra, visto che sono stati loro e Silvio a svendere l'Alitalia a questo gaglioffo (che tra l'altro li prende anche per il culo, come in effetti meritano):

Citazione:
Colaninno: «Non volo da Malpensa»

ROMA - L'aeroporto di Malpensa ancora pietra dello scandalo. Il presidente della nuova Alitalia, Roberto Colaninno, parlando del principale scalo lombardo nel corso di una audizione al Senato ha fatto infuriare la Lega Nord.

IL BOTTA E RISPOSTA - Colaninno infatti attacca l'assenza di infrastrutture di collegamento allo scalo varesino e racconta: «Io abito a Mantova e per arrivare a Malpensa ci metto 5 ore di macchina: 4 ore di viaggio e un'ora per trovare parcheggio. In Lombardia, come a Torino o nel nordest, secondo voi pensano a Malpensa?». E infatti «lei pensa a Parigi», gli urla un parlamentare del Carroccio che lo interrompe. Pronta la risposta di Colaninno: «Guardi, io sono un affezionato di Francoforte e infatti per spostarmi faccio sempre Verona-Francoforte con la Air Dolomiti. Da Malpensa non ho mai volato se non una volta sola per andare in Sudamerica, ma la scelta era partire da Malpensa o andare fino a Roma e partire da Fiumicino...». I leghisti allora danno in escandescenze e alzano la voce: «Queste sono provocazioni, lei fa dell'ironia», gridano costringendo il presidente della commissione, Luigi Grillo, a intervenire più volte. Ma Colaninno non si scompone: «Non faccio ironia e non provoco: questi sono i fatti».

MALPENSA HA PERSO IL 20% DEI PASSEGGERI - Intanto arrivano i dati ufficiali della Sea sull'andamento nel 2008 dei due principali scali lombardi. Nel 2008 il sistema aeroportuale di Linate e Malpensa, che fa capo alla Sea, ha perso il 15,7% di passeggeri rispetto all'anno precedente. Particolarmente forte il calo registrato su Malpensa (-19,8%), in seguito all'uscita di Alitalia, che ha evidenziato una riduzione dei passeggeri da 23,7 a 19 milioni.


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma il figlio di questo signore non sta nel PD? Cosa ci fa tra i piddini, sta facendo gavetta tra i rubagalline prima di dedicarsi ai furti in grande stile (stile Colaninno senior)?
Orientalista partenopeo - Sab Feb 14, 00:55:08
Oggetto:
gianbi ha scritto:

Beh, se non volete bersani come leader, avete sempre l'ottimo latorre. E' in questo momento a "Malpensa italia" a dare le sue opinioni sul nulla sotto vuoto spinto.
Ritengo latorre - insieme al baffetto skipper - uno dei migliori rappresentanti piddì. Se silvio gli passa un pizzino con scritto di candidarsi, per me si candida.

Accanto a Pizzino-Latorre e a Baffetto-Skipper il futuro successore di Obama-Veltroni, George Washington-Bersani, non sfigura affatto. Rimanendo in tema Malpensa e dintorni, Pizzino Latorre, Baffetto Skipper e Washington Bersani sono dei famosi estimatori e sostenitori di Colaninno senior, quello che si è pappato l'Alitalia con debiti a carico dei contribuenti:

Citazione:
Se D' Alema e Bersani tifano Mantova
Quel tifo di D' Alema e Bersani per l' impegno del leader di Mantova
[...]
A suo tempo, mentre Prodi e Padoa Schioppa lavoravano per vendere Alitalia ad Air France, l' allora ministro degli Esteri sosteneva infatti l' opzione Air One. Era il periodo in cui iniziavano a circolare le voci su un interessamento alla compagnia aerea del presidente di Piaggio, con il quale D' Alema vanta ottimi rapporti fin dai tempi della scalata a Telecom dei «capitani coraggiosi». Da quando è partito il «piano Fenice», ha sempre tenuto distinti gli attacchi a Berlusconi dal giudizio sulla cordata che mira ad acquisire Alitalia: «Gli imprenditori fanno il loro mestiere». E tra quegli imprenditori, commenta Bersani, «ci sono fior di industriali che stimo: da Colaninno, alla Marcegaglia, a Riva». Al pari di D' Alema, anche il ministro ombra del Pd ha avuto contatti con il patron di Piaggio. Nel corso dei colloqui, Bersani ha ascoltato quali siano gli obiettivi del piano industriale, ha rappresentato all' interlocutore i propri timori per la difficoltà della sfida, e ha posto delicate questioni, come la «tutela» di alcuni collegamenti nazionali, «perché non si può correre il rischio di tagliar fuori un pezzo d' Italia. Non tutti hanno l' alta velocità». Alla fine, pur mantenendo delle riserve, il dirigente democratico ha confidato ad un compagno di partito che «Colaninno fa sul serio. È stato chiaro, mi ha detto che anche se in futuro alcuni imprenditori dovessero uscire dalla cordata, lui continuerebbe. Vuol fare quello, ne è convinto ed è determinato». Il rapporto tra il presidente di Cai e alcuni dirigenti di spicco del Pd è di antica data, e non è stato logorato dal tempo. Per capirlo, basta sentire Latorre, braccio destro di D' Alema. Secondo il vice capogruppo democratico al Senato «non si può che avere un' opinione positiva di Colaninno. Si muove con grande correttezza sul mercato e ha testimoniato che agisce da imprenditore, in modo autonomo dalla politica».
[...]


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Citazione:
«non si può che avere un' opinione positiva di Colaninno. Si muove con grande correttezza sul mercato e ha testimoniato che agisce da imprenditore, in modo autonomo dalla politica»

Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing

Opinione espressa da Latorre, ma credo che Bersani la condivida al 100%. "Colaninno fa sul serio", dice Bersani.
Bersani, invece, non va preso sul serio: è un pagliaccio servo di Colaninno.
Anonymous - Sab Feb 14, 16:37:40
Oggetto:
Per la serie "la strana coppia":

D'Alema in campo con Bersani
"Con lui cittadini più vicini al Pd"

BOLOGNA - La candidatura di Pierluigi Bersani alla segreteria nazionale del Pd non rappresenta un problema in vista delle prossime elezioni europee e amministrative. Anzi, "molte persone si sentono più vicine al partito". Ne è convinto Massimo D'Alema, il ministro degli Esteri del governo ombra, oggi a Bologna per un incontro sulla crisi organizzato dal suo partito.
Ma il vicesegretario Pd Franceschini ancora oggi ribadisce che Bersani poteva scegliere un altro momento per candidarsi, hanno insistito i cronisti...

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Orientalista partenopeo - Sab Feb 14, 16:43:59
Oggetto:
Guy Fawkes ha scritto:
Per la serie "la strana coppia":

D'Alema in campo con Bersani

Mica tanto strana... Bersani è da sempre un dalemiano:

Citazione:
Da Bersani a Finocchiaro, dalemiani «emarginati»


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Anonymous - Sab Feb 14, 16:47:45
Oggetto:
Però quando penso a 'sti due mi tornano in mente Dalemik e Bersanik di vauriana memoria... Laughing
Orientalista partenopeo - Sab Feb 14, 16:55:07
Oggetto:
Guy Fawkes ha scritto:
Però quando penso a 'sti due mi tornano in mente Dalemik e Bersanik di vauriana memoria... Laughing

Anche a me... Laughing
Povero Topogigio: se non fosse così inetto proverei quasi compassione.
Bruna - Sab Feb 14, 17:26:49
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
Guy Fawkes ha scritto:
Però quando penso a 'sti due mi tornano in mente Dalemik e Bersanik di vauriana memoria... Laughing

Anche a me... Laughing
Povero Topogigio: se non fosse così inetto proverei quasi compassione.




Veltroni è quello che ha riesumato Berlusconi con il suo tavolo delle riforme.
Veltroni è quello del voto utile che ha cancellato la sinistra italiana dal parlamento per la prima volta nella storia repubblicana.
Veltroni è quello del richiamo al bipartitismo vuoto ed esasperato che, di fatto, ha consegnato il paese nelle mani di un unico signore e padrone.
Veltroni è quello dell'avvitamento di un'opposizione debole, senza strategia, intorno al dialogo con un sordo.
Veltroni è quello che ha tuonato contro i capibastone del suo partito "ma anche" ha votato contro l'arresto dell'accusato Cosentino.
Veltroni è quello che ha lasciato libertà di coscienza su ddl vs Eluana, che ora si trasformerà in una legge cappio intorno alla gola di 60milioni di italiani.

Continua....ma il seguito aggiungetecelo voi.... Evil or Very Mad


PS. Oriè, non è un inetto, è un eclatante esempio di disastro politico..ecco perchè non provo alcuna pietà, ma del resto non me ne può fregare di meno delle sorti e del suicidio politico del PD... Rolling Eyes
sweepsy - Sab Feb 14, 17:31:45
Oggetto:
Per Bruna: Ip ip Urrà!

Anche se non c'è da stare allegri. Quel che non capiscono i piddini, secondo me, che la critica più o meno feroce al partito non è fatta per la soddisfazione di farla, ma per lo scoramento, la delusione, la mancanza di speranza che c'hanno indotto. Nessuno mi sembra che abbia cercato di delegittimare Soru. Perchè? Perchè non è la sua tessera che è determinante, ma quel che lui fa. E se lo facessero anche gli altri, da Veltroni in giù, penso che li appoggeremmo.
Orientalista partenopeo - Sab Feb 14, 17:36:40
Oggetto:
Bruna ha scritto:

Veltroni è quello che ha riesumato Berlusconi con il suo tavolo delle riforme.
Veltroni è quello del voto utile che ha cancellato la sinistra italiana dal parlamento per la prima volta nella storia repubblicana.
Veltroni è quello del richiamo al bipartitismo vuoto ed esasperato che, di fatto, ha consegnato il paese nelle mani di un unico signore e padrone.
Veltroni è quello dell'avvitamento di un'opposizione debole, senza strategia, intorno al dialogo con un sordo.
Veltroni è quello che ha tuonato contro i capibastone del suo partito "ma anche" ha votato contro l'arresto dell'accusato Cosentino.
Veltroni è quello che ha lasciato libertà di coscienza su ddl vs Eluana, che ora si trasformerà in una legge cappio intorno alla gola di 60milioni di italiani.

Continua....ma il seguito aggiungetecelo voi.... Evil or Very Mad


PS. Non è un inetto. E' un eclatante esempio di disastro politico..ecco perchè non provo alcuna pietà, ma del resto non me ne può fregare di meno delle sorti e del suicidio politico del PD... Rolling Eyes


Condivido ogni riga di quanto dici. Mi chiedo solo se la sua sia semplicemente inettitudine, o se ci sia altro dietro.
P. S. Una precisazione su Cosentino. Non si votava per l'arresto, ma per sfiduciarlo da Sottosegretario all'Economia. Bersani non ha votato, come Veltroni. Dov'è il grande cambiamento con Bersani segretario, almeno sulla questione morale e sul Mezzogiorno?
Orientalista partenopeo - Sab Feb 14, 17:41:26
Oggetto:
sweepsy ha scritto:
Per Bruna: Ip ip Urrà!

Anche se non c'è da stare allegri. Quel che non capiscono i piddini, secondo me, che la critica più o meno feroce al partito non è fatta per la soddisfazione di farla, ma per lo scoramento, la delusione, la mancanza di speranza che c'hanno indotto. Nessuno mi sembra che abbia cercato di delegittimare Soru. Perchè? Perchè non è la sua tessera che è determinante, ma quel che lui fa. E se lo facessero anche gli altri, da Veltroni in giù, penso che li appoggeremmo.


Appunto. Per esempio, non è determinante la casacca di Lumia, di cui apprezzo l'impegno antimafia. Impegno che latita in esponenti più in alto di lui.
Bruna - Sab Feb 14, 18:00:59
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
sweepsy ha scritto:
Per Bruna: Ip ip Urrà!

Anche se non c'è da stare allegri. Quel che non capiscono i piddini, secondo me, che la critica più o meno feroce al partito non è fatta per la soddisfazione di farla, ma per lo scoramento, la delusione, la mancanza di speranza che c'hanno indotto. Nessuno mi sembra che abbia cercato di delegittimare Soru. Perchè? Perchè non è la sua tessera che è determinante, ma quel che lui fa. E se lo facessero anche gli altri, da Veltroni in giù, penso che li appoggeremmo.


Appunto. Per esempio, non è determinante la casacca di Lumia, di cui apprezzo l'impegno antimafia. Impegno che latita in esponenti più in alto di lui.




Ti ringrazio per la rettifica su cosentino. Era sfiducia non si all'arresto (che probabilmente sarebbe venuto dopo la sua cacciata...pia illusione! Cool ).

Quoto pure le virgole dell'analisi di sweepsy che si riallaccia a ciò che dici su Lumia. Specularmente potremmo dire lo stesso della Napoli. Ma questa è tutta un'altra storia...ci siamo accorti, credo, che la commissione antimafia tace, non si muove, non produce! E l'amarezza di coloro che vivono blindati, perchè della lotta antimafia ne hanno fatto una ragione del loro servizio agli italiani, è grande.... Rolling Eyes
Ma Pisanu presidente serviva proprio a questo, aiutato da molti che ci stanno dentro.... Cool
gianbi - Sab Feb 14, 18:29:03
Oggetto:
La critica al piddì è feroce per motivi semplici: sono degli scaldapoltrone al soldo di silvio.
Non riescono a mettersi d'accordo su nulla, non hanno fatto nulla per fermare lo strapotere dell'amanita e stanno facendo da garanti alle porcate del reuccio mascarato.
Basta vedere l'ultimo passaparola per capire come anche MT sia letteralmente incaxxato contro questi inetti.
Il caso di cosentino è soltanto l'ultimo di una serie di eventi che dimostrano in modo chiaro la collusione piddina con la mafia di arcore.
Se questi lavativi si adoperassero per tentare di fare una minima opposizione (minima, caxxo) contro questi novelli attila del nuovo secolo, potrei persino (turandomi il naso con un lenzuolo) pensare di ipotizzare di prevedere magari forse di votarli. Invece, a parte ogni tanto tonino, tutto tace.
Dunque, cosa deve pensare un elettore che vuole avvicinarsi al piddì, oltre alla solita vecchia solfa del "meno peggio"? Cosa può offrire il partito dei latorre, dei dalema, dei rutelli, dei bassolini, delle iervoline, dei topogigi, che hanno trascinato la sinistra italiana nel baratro più buio degli ultimi decenni?
Bersani è il meno peggio che al momento offre il piddì, su questo non ci vuole molto a capirlo. Ma, lo era anche topogigio quando lo hanno pescato dal mazzo con le primarie farsa. Sono solo vittime sacrificali di una politica illogica della sinistra divisa e campanilista, che tenta in modo grottesco di salvarsi e salvare il proprio (illegittimo) stipendio, rubato ai contribuenti italiani che pagano le tasse.
Seriamente: cosa può fare bersani? La squadra che si ritrova, calcisticamente parlando, è di dilettanti allo sbaraglio contro delinquenti agguerriti del PDL. Si troverà immediatamente nella palude dei se, dei ma, dei forse, dei ma anche, dei veti incrociati, delle opinioni dei teodem, dei caxxodem, degli amici del cocainomane puttaniere cosimo mele etc etc.
Il piddì andrebbe piallato e rifondato, non prima di avere tagliato le teste degli incapaci che lo stanno gestendo in maniera così disastrosa per l'italia e per gli italiani.
Bruna - Sab Feb 14, 18:46:48
Oggetto:
E quoto pure gianbi!

Ultim'ora

Schifani: "La seconda parte della Costituzione può essere modificata"

Veltroni: "Pronti per le riforme, il governo rifletta"
Shocked

Allora ecco la risposta per Oriè. Questo non è un inetto, è una nullità che però agisce in malafede e rischia di fare ancora grossi danni, dato che fa finta di non aver ancora capito che non è che le riforme non si possono fare, le riforme non si possono assolutamente fare con i piduisti, i camorristi, i razzisti, etc....!!!!! Mad
...ma qualcuno di questo qazz di piddì avrà il coraggio di dirlo chiaramente e una volta per tutte? Evil or Very Mad
gianbi - Sab Feb 14, 19:01:57
Oggetto:
Bruna ha scritto:

Veltroni: "Pronti per le riforme, il governo rifletta"
Shocked


Tradotto: "Silvio, siamo pronti. Ricordati le promesse che ci hai fatto: noi ti spianiamo la strada facendo finta di fare opposizione, e tu ci dai un posticino nei tuoi givrni futuri, come hai fatto con mastella. Grazie silvio, di cuore".
Poi, basta leggere una news a caso per capire l'aria che tira:
TESTAMENTO BIOLOGICO: D.BIANCHI (PD), REFERENDUM ERRORE GRAVE
"Stimo il collega Marino ma credo che parlare oggi di referendum sia un grave errore. Spostare lo scontro dalle aule delle Camere e portarlo nelle piazze significa alimentare uno scontro sbagliato fra due radicalismi.
Marino è un chirurgo. Evidentemente ne sanno di più tutti gli altri, che magari (oltre a rubare galline) fanno professioni completamente diverse.
Anche qui: non fanno NULLA per infastidire silvio. E chi ci prova viene messo all'angolo in tempo zero, dalle dichiarazioni dei soliti tromboni.
In gergo si chiama mafia bipartisan.
Orientalista partenopeo - Sab Feb 14, 19:24:23
Oggetto:
Bruna ha scritto:

Allora ecco la risposta per Oriè. Questo non è un inetto, è una nullità che però agisce in malafede e rischia di fare ancora grossi danni, dato che fa finta di non aver ancora capito che non è che le riforme non si possono fare, le riforme non si possono assolutamente fare con i piduisti, i camorristi, i razzisti, etc....!!!!! Mad
...ma qualcuno di questo qazz di piddì avrà il coraggio di dirlo chiaramente e una volta per tutte? Evil or Very Mad

Lungi da me l'idea di difendere Topogigio e la sua banda di rubagalline. Anch'io credo che sia in malafede, non potrebbe essere altrimenti: solo che a volte ho dei dubbi. Mi sembra una strategia così suicida per la sopravvivenza del PD che mi chiedo se alla base non ci sia soprattutto una colossale inettitudine.
Non solo sono spregevoli perché trattano con il mafioso di Arcore, ma sono anche inetti perché (almeno apparentemente) non ne traggono un beneficio visibile in termini di consenso.
Ma probabilmente dietro ci sono manovre e maneggi indescrivibili, che possiamo solo immaginare.
Orientalista partenopeo - Sab Feb 14, 22:29:36
Oggetto:
gianbi ha scritto:

TESTAMENTO BIOLOGICO: D.BIANCHI (PD), REFERENDUM ERRORE GRAVE
"Stimo il collega Marino ma credo che parlare oggi di referendum sia un grave errore. Spostare lo scontro dalle aule delle Camere e portarlo nelle piazze significa alimentare uno scontro sbagliato fra due radicalismi.
Marino è un chirurgo. Evidentemente ne sanno di più tutti gli altri, che magari (oltre a rubare galline) fanno professioni completamente diverse.
Anche qui: non fanno NULLA per infastidire silvio. E chi ci prova viene messo all'angolo in tempo zero, dalle dichiarazioni dei soliti tromboni.
In gergo si chiama mafia bipartisan.

Se hai visto Annozero di giovedì scorso, avrai notato il palese imbarazzo di Bersani quando si è parlato della sostituzione di Marino in Commissione Sanità. Ha cominciato a balbettare qualcosa su una linea comune del PD sul tema del testamento biologico.
Ma qual è 'sta linea comune? A leggere Topogigio, non si capisce granché:

Citazione:
VELTRONI, LETTERA A REPUBBLICA
Non ci sto, la linea del Pd è chiara


Linea chiara, quindi. Poco più sotto leggiamo:

Citazione:
Io ho annunciato direttamente il mio no al disegno di legge del governo e ancora ieri, in una lettera al Corriere della Sera ho ribadito il sostegno alla battaglia di Beppino Englaro. Il gruppo del Pd ha votato, in modo quasi unanime, una mozione contrapposta a quella del governo in cui si difende il diritto a decidere di sé anche per quello che riguarda la nutrizione e idratazione artificiale.

Questa la posizione prevalente: che poi nel partito, in un grande partito come il Pd, ci siano anche posizioni personali differenti e che queste possano esprimersi anche in un voto diverso su motivazioni di coscienza questo lo considero normale, fisiologico. Anche tra i democratici americani e nelle grandi forze della sinistra europea vi sono, da sempre, posizioni e culture diverse, i loro rappresentanti hanno votato in maniera dissimile su temi fondamentali come l'aborto, la guerra e nessuno ha gridato allo scandalo.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Riassunto in poche parole: hanno una linea comune, ma ci sono anche quelli che hanno posizioni differenti. Cioè votano no al governo, ma anche sì. Alla faccia della linea comune. Non sarebbe più onesto dire semplicemente che il PD questa linea comune non ce l'ha?

E non manca mai un riferimento ai democratici americani. Topogigio è davvero convinto di essere Obama. Ci crede sul serio.
Qualcuno lo spedisca in America, così ce ne liberiamo.
Bruna - Dom Feb 15, 08:24:02
Oggetto:
Siamo alla follia. Ora, esercitare un diritto come quello del referendum abrogativo di fronte a una legge fatta da qualche centinaio di usurpatori di poltrone (dato che sono stati nominati ed eletti dai partiti e non dai cittadini) che impedisce la libertà di scelta di 60 milioni di italiani, lo chiamano "scontro di piazza".


L'ho scritto in un altro 3d e lo ribadisco. Su questi temi sono assolutamente "radicale", e pertanto mò chiamo la Bonino e mi prenoto per una barricata o un digiuno con Pannella (ovviamente sto pure con Marino per il referendum!)
hellies15 - Dom Feb 15, 13:08:28
Oggetto:
Volevo aprire un 3d apposito, ma credo che possiamo discuterne qui.
Come saprete, il Pd ha proposto 7 punti per superare la crisi, che potete leggere qui:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Ora, io non sono un esperto di economia, e quindi non posso valutare al meglio gli effetti che un piano simile potrebbe avere. Tuttavia nel documento (alla fine) c'è scritto che è un piano che poterà ad una ripresa del PIL, dell'occupazione, e quindi il punto di PIL (16mld) che sarebbe speso con questo piano verrebbe nel giro di 2 anni recuperato.

E' un piano, secondo me, buono, xk finalmente mette in campo una politica di sinistra: green economy, tutela dei precari, proposta di una tutela generalizzata per tutti i lavoratori (e questa non temporanea, ma permanente), sostegno al lavoro femminile e alle piccole medie imprese.

Voi che ne pensate?
gianbi - Dom Feb 15, 13:27:25
Oggetto:
I 7 punti proposti dal piddì sono soltanto frutto di una logica che qualunque amministratore di buon senso dovrebbe applicare.
Lasciamo stare il riferimento (in neretto) al milione di posti di lavoro, che ricorda molto le parole dell'amanita.
Per il resto, pur condividendo alcuni tratti di ciò che questi scrivono, non vedo come e quando potranno mai dare fiato a queste proposte, considerato che alcune sono riforme non da poco e che soldi nella cassa non ce ne sono.
Una delle mie personali polemiche con il piddì è anche la fantasia creativa dei loro proclami (vedi per esempio il famoso programma elettorale da 256 pagine, poi buttato nel cesso dopo poche settimane) non concretizzata nei fatti.
A parlare bene siamo capaci tutti. Anche hitler prometteva sviluppo e benessere. I fatti sono poi altra cosa.
Comunque, polemiche mie a parte, i punti non sono da buttare via, specie la parte che riguarda i liberi professionisti. Ma, è impossibile realizzarla. Aria fritta, insomma.
Anonymous - Dom Feb 15, 13:49:41
Oggetto:
la proposta di ammortizzatori uguali per tutti è fatta anche dagli economisti de lavoce.info, che hanno tra l'altro segnalato che i tassi in calo sul mercato dei BOT farà risparmiare, se i tassi si mantengono bassi, circa 6 miliardi l'anno (un 2% dei 300 miliardi in rinnovo quest'anno), soldi che si potrebbero aggiungere agli interventi

un pò di recupero dell'evasione avrebbe effetti elevati sui conti pubblici, mentre la green economy è utile per diversi motivi: per l'ambiente, perchè creerebbe molti posti di lavoro e perchès e non si interviene rapidamente in questo campo lo faranno altri e compreremo i loro prodotti e i loro servizi. Inoltre la crescita di settori nuovi influenza anche scuola e formazione, richiedendo nuove professionalità

l'aumento della domanda pubblica o privata ma finanziata con incentivi pubblici potrebbe avere effetti sul fisco forse anche superiori a quelli dichiarati per almeno 4 ragioni

1 - se crollano i profitti anche le entrate derivanti dagli utili d'impresa crollano, in modo + accentuato rispetto al calo dell'economia dando magari luogo a crediti d'imposta. In parole povere lo stato non solo non incassa ma si trova a fare i conti con imprese che pagheranno meno imposte in futuro.
Dunque un intervento pubblico che consenta ai profitti d'impresa di non crollare e trasformarsi in perdite, avrebbe effetti molto positivi su questo genere di entrate fiscali

2 - lo stato spende parecchi soldi per gli ammortizzatori sociali e non incassa un centesimo da quei lavoratori che perdono il posto o finiscono in cassa integrazione

Dunque un intervento che stimoli la domanda e di conseguenza l'occupazione consentirebbe per lo stato un doppio vantaggio: meno spese per gli ammortizzatori e l'incasso dell'imposta sui redditi ecc.

Inoltre i lavoratori colpiti dalla crisi riducono ulteriormente i consumi, con un ulteriore danno per i conti pubblici (meno IVA, meno occupazione, meno imposte)

3 - le pessime prospettive fanno crollare anche gli investimenti e il credito. Non si investe se non ci sono prospettive di crescita e, di fronte a imprese + deboli, le banche riducono il credito perchè le garanzie sono + deboli

L'aumento della domanda causata da un intervento pubblico può stimolare gli investimenti con effetti assai positivi sui conti pubblici e la crescita economica

4 - in alcuni settori le aspettative sono molto molto importanti. Non si comprano beni durevoli come la casa o l'auto se non c'è fiducia nel futuro e se ci si aspetta un peggioramento che porti i prezzi a diminuire
Quindi un'iniezione di fiducia che non consista solo nelle belle parole di un esperto di marketing, ma in misure economiche serie, è indispensabile per rilanciare alcuni settori

Infine alcuni incentivi, come quello all'auto sono un mezzo suicidio. Perchè Fiat copre solo 1/3 del mercato interno tra l'altro con auto come panda e 500 che sono prodotte in Polonia

Sarebbe stato meglio dare un taglio ai contributi, agevolando in questo modo solo le imprese italiane, in cambio dell'impegno a incentivare la rottamazione, limitando gli interventi a un taglio di imposte in caso di rottamazione

Invece in questo modo gli incentivi andranno per 2/3 almeno a prodotti stranieri, con scarsi benefici sull'occupazione
Anonymous - Dom Feb 15, 14:03:37
Oggetto:
gianbi ha scritto:
I 7 punti proposti dal piddì sono soltanto frutto di una logica che qualunque amministratore di buon senso dovrebbe applicare.
Lasciamo stare il riferimento (in neretto) al milione di posti di lavoro, che ricorda molto le parole dell'amanita.
Per il resto, pur condividendo alcuni tratti di ciò che questi scrivono, non vedo come e quando potranno mai dare fiato a queste proposte, considerato che alcune sono riforme non da poco e che soldi nella cassa non ce ne sono.
Una delle mie personali polemiche con il piddì è anche la fantasia creativa dei loro proclami (vedi per esempio il famoso programma elettorale da 256 pagine, poi buttato nel cesso dopo poche settimane) non concretizzata nei fatti.
A parlare bene siamo capaci tutti. Anche hitler prometteva sviluppo e benessere. I fatti sono poi altra cosa.
Comunque, polemiche mie a parte, i punti non sono da buttare via, specie la parte che riguarda i liberi professionisti. Ma, è impossibile realizzarla. Aria fritta, insomma.


anzitutto è bene capire come funzionano le cose, perchè se hai idee sbagliate poi invervieni male, sprecando le risorse, poche o tante, a disposizione

poi le iniziative si concretizzano se gli italiani hanno fiducia. Certo se tutti ragionassero come te diventerebbe inutile anche avere un'opposizione...

per cui ti consiglio un buon modo di trascorrere il pomeriggio

guarda e capirai
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

gianbi - Dom Feb 15, 14:21:28
Oggetto:
Grazie del consiglio, ma ho già trascorso la mattina in passeggiata nel mio paese, con un sole favoloso. Replica nel pomeriggio.
E' pur vero che non mi intendo di economia, ma sono pur sempre in grado di capire e leggere le proposte avanzate da questa o quell'altra parte.
Mi sono limitato ad evidenziare come il piddì abbia la sciagurata abitudine di predicare bene e razzolare male, con tutti gli esempi pratici e lampanti sotto gli occhi di tutti (non ultimo, cosentino ed englaro).
Appare risibile proporre ipotesi di risanamento quando si è all'"opposizione" con la certezza matematica di non potere applicare neppure una riga di quanto proposto.
Alle parole preferirei i fatti, fatti che ad oggi latitano vergognosamente.
Il tuo volere credere ad ogni sillaba pronunciata dai capibastone piddì è ammirevole, ma poco utile e concreto.
Detto questo, non capisco il nesso tra il mio intervento e la tua gentile osservazione del tipo "Tanto di economia non capisci nulla".
E' questa la differenza tra un elettorale normale ed uno piddino: il primo è realista. Il secondo crede alla favole ed agli asini che volano.
Sopra questo, il piddì ha costruito le sue fortune insieme al loro migliore amico di sempre, zio silvio.
Anonymous - Dom Feb 15, 14:52:45
Oggetto:
i casi englaro ecc non c'entrano nulla con l'economia che è assai + importante di altre faccende, non fosse altro perchè interessa milioni di persone, mentre i casi come quello di Eluana Englaro sono molto pochi. Migliaia in coma vegetativo, ma pochissimi quelli intenzionati a farla finita

io non ho detto che di economia non capisci nulla. Lo hai detto tu... ti ho consigliato un uso + prodicuo del pomeriggio visto che sei a 2 passi dal mare

poi il PD mi pare che abbia dimostrato, governando, che può fare la differenza.

Basti pensare alle misure subito revocate per combattere l'evasione, che hanno dato frutti importanti, investiti per esempio in un taglio degli oneri sociali assai + consistente di qualsiasi aiuto fornito dall'attuale governo

Bene ha fatto nei giorni scorsi D'Alema a ricordare che confindustria si lamentava del taglio degli oneri sociali, primissima misura realizzata da Prodi con l'obiettivo di generare un aumento di competitività delle imprese, mentre non si lamenta di interventi ben minori e nel corso di una crisi. E ben sappiamo come l'economia durante i 20 mesi del governo Prodi sia cresciuta a un tasso almeno doppio rispetto a quello registrato durante il precedente quinquennio

O basterebbe pensare a quello che sta accadendo in tema di concorrenza. Ne parla Frankie in un'altra discussione. Tema che si riflette sui prezzi. Possono essere credibili sul piano fiscale nei confronti di talune categorie se le stesse ottengono provvedimenti che vanno contro la concorrenza?

Sempre parlando di concretezza degli interventi, basterebbe ricordare che un'altra crisi -di tutt'altra origine- del settore auto ha, in Piemonte per esempio, portato alla sconfitta del centro destra e alla vittoria di un'esponente dell'attuale PD proprio in virtù della politica industriale
E che Chiamparino con mesi d'anticipo ha chiesto interventi volti a stimolare la domanda e a ridurre l'inquinamento, prendendo provvedimenti che avevano come scopo il mantenimento delle produzioni e lo sviluppodi nuove attività (in pratica hanno comprato un pezzo di Mirafiori e l'hanno destinato a nuove imprese, che ci sono)

O che dire del centro ricerche Motorola? Anche questo è un caso risolto con il passaggio a Replay e con l'intervento decisivo di gente del PD... te ne sei accorto?

Quindi mi sembra un pochino ingeneroso dire che si tratta solo di prediche. Certo dove non governi non puoi fare quel che vorresti... ma questo dipende dagli elettori, che se sono pessimisti non hanno fiducia nel futuro e in chi crede nella possibilità di cambiare qualcosa, si beccano chi spera che la crisi si risolva da sola

Se vogliamo fare un altro esempio di concretezza -differente tra parti politiche diverse- quando aziende in crisi nera finiscono in liquidazione, come nel caso della torinese Bertone, gli enti locali anticipano la cassa integrazione, ben sapendo che i tempi per l'erogazione dei soldi sono lunghi.

E cosa è successo nei giorni scorsi a Fiumicino?
gianbi - Dom Feb 15, 15:47:51
Oggetto:
fotogian ha scritto:

poi il PD mi pare che abbia dimostrato, governando, che può fare la differenza.


Infatti a napoli sono entusiasti. A roma - pur di no avere er cicoria hanno votato un fascistone della vecchia guardia.
A livello nazionale è stato un disastro. Ti ricordo che le tasse sono salite anche con il governo prodi, nonostante i soliti annunci in senso contrario. Gli italiani, disperati, sono arrivati a votare uno come silvio pur di levarsi dalle scatole quegli impiastri del piddì.
Inoltre, rammento ancora una volta che il governo prodi non ha fatto NULLA per arginare lo strapotere di silvio. Non ci ha neppure provato. Ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti.
Certo che può fare la differenza. Con gente come latorre, bassolino, d'alema, iervolino, rutelli, topogigio & C. il piddì farà sempre la differenza. Ah, forse dimentichi che il baffetto era lo stesso che l'anno scorso diceva che il cavaliere era pronto per il quirinale. Ma, forse, questi passaggi scivolano via dalle menti dei piddini in un batter d'occhio. Siete dei pensatori selettivi, dove per selettivo intendo la conservazione di ricordi e fatti positivi (pochi, peraltro) e la progressiva e costante cancellazione delle nefandezze e vergogne fatte.
Sulla fiat la penso in modo (ovviamente) opposto a te. Per quanto mi riguarda, sono stufo di pagare la tasse per fare fabbricare macchine di serie B vendute a peso d'oro con il nome fiat. Nel mio lavoro, se vado male devo chiudere e cambiare. La fiat invece no. Scarica sul sociale le sue carenze economiche e tecniche. Troppo comodo fare gli imprenditori con mamma stato dietro il sedere.
Anonymous - Dom Feb 15, 16:04:16
Oggetto:
gianbi ha scritto:
fotogian ha scritto:

poi il PD mi pare che abbia dimostrato, governando, che può fare la differenza.


Infatti a napoli sono entusiasti. A roma - pur di no avere er cicoria hanno votato un fascistone della vecchia guardia.
A livello nazionale è stato un disastro. Ti ricordo che le tasse sono salite anche con il governo prodi, nonostante i soliti annunci in senso contrario. Gli italiani, disperati, sono arrivati a votare uno come silvio pur di levarsi dalle scatole quegli impiastri del piddì.
Inoltre, rammento ancora una volta che il governo prodi non ha fatto NULLA per arginare lo strapotere di silvio. Non ci ha neppure provato. Ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti.
Certo che può fare la differenza. Con gente come latorre, bassolino, d'alema, iervolino, rutelli, topogigio & C. il piddì farà sempre la differenza. Ah, forse dimentichi che il baffetto era lo stesso che l'anno scorso diceva che il cavaliere era pronto per il quirinale. Ma, forse, questi passaggi scivolano via dalle menti dei piddini in un batter d'occhio. Siete dei pensatori selettivi, dove per selettivo intendo la conservazione di ricordi e fatti positivi (pochi, peraltro) e la progressiva e costante cancellazione delle nefandezze e vergogne fatte.
Sulla fiat la penso in modo (ovviamente) opposto a te. Per quanto mi riguarda, sono stufo di pagare la tasse per fare fabbricare macchine di serie B vendute a peso d'oro con il nome fiat. Nel mio lavoro, se vado male devo chiudere e cambiare. La fiat invece no. Scarica sul sociale le sue carenze economiche e tecniche. Troppo comodo fare gli imprenditori con mamma stato dietro il sedere.


Napoli? sai benissimo come la penso... è un problema locale e chi ha sbagliato se ne deve andare. Poi vedremo cosa sapranno fare altri

A Roma si sono fatti fregare dalla retorica sui 20.000 rumeni da cacciare (che non esistono) e sui violentatori da fermare... e infatti basta guardare il TG di oggi per capire di quanta lungimiranza sono dotati da quelle parti

Prodi faceva quel che poteva e si sta parlando di economia e non dello strapotere di qualcuno... quanto alle imposte io non ho mai trovato nessuno che mi fornisse una sola prova di un aumento di aliquote

I furbi, che di solito stanno soprattutto da una parte, calcolano l'aumento delle entrate fiscali, dato che tiene conto della lotta all'evasione

Fiat: quello che dici è la tipica retorica di destra, molto diffusa negli USA e anche da noi
Non solo perchè le aziende versano anche imposte, cosa di cui ci si dimentica. E l'auto versa quel che versano tutti, dall'IVA alle imposte sui redditi di imprese e lavoratori, ma anche imposte sulla benzina, bollo, assicurazioni...

Non solo perchè se proprio volessimo mettere tutti sullo stesso piano dovremmo far pagare tutto a tutti... e poi vediamo come va a finire e scopriamo quante aziende, non + mantenute dallo Stato, grazie al fisco che si gira da un'altra parte, chiudono, ma anche perchè certi settori sono aiutati ovunque nel mondo e occupano lavoratori che non troverebbero con facilità lavoro altrove. E inoltre coinvolge settori di ogni genere: dall'acciaio alla chimica, all'elettronica

Per cui si invocano misure impossibili da realizzare perchè tagliare gli aiuti all'auto, dove ci sono, significa mettere in crisi un pezzo dell'economia che occupa direttamente o indirettamente + del 10% dei lavoratori europei e soprattutto si dimenticano i tanti aiuti anche occulti che ricevono le altre imprese

Le imposte non pagate, i contributi di ogni genere all'agricoltura, le multe per le quote latte mai pagate... e l'elenco potrebbe continuare

E' solo retorica. C'è un dato assai interessante: negli USA, ad esempio, sono i + conservatori a chiedere meno imposte e ad accusare con maggiore veemenza i grandi gruppi industriali o bancari

Se poi si va a vedere cosa succede davvero, si scopre che sono gli stati + conservatori e senza grandi banche e imprese a incassare di + e a pagare e voler pagare di meno

Naturalmente poi chi usa questi argomenti deboli dimentica gli aiuti erogati in vari modi all'estero. Dimentica gli interventi pubblici nell'auto in Francia, la partecipazione degli enti locali nella Volkswagen. Per non parlare di settori dove l'intervento dello stato è totale: le opere pubbliche esistono solo perchè lo stato paga....vogliamo eliminare anche questo?
gianbi - Dom Feb 15, 16:48:40
Oggetto:
Le grandi case che hanno ricevuto aiuti almeno fanno auto degne di questo nome.
So anche che lo stato guadagna un sacco di grano sull'auto, in modo diretto ed indiretto. Lo hanno ricordato anche una sera, dove c'era ospiete il sindaco della tua città. Dunque, più che aiuti sono consigli per gli acquisti.
Definirla poi "Retorica di destra" è come dire che cicciolina è vergine. Comunque..
Su roma e napoli limitarsi a 20000 romeni o simili è non volere vedere l'evidenza: il sindaco (topogigio) ha alzato le tende in fretta e furia per andare a fare il capobastone del suo partito, presentando come alternativo quel caprone di rutelli. Non è corretto scaricare sempre la colpa sulla presunta ignoranza o stupidità dei cittadini.
Altrimenti dovremmo dire lo stesso quando (disgraziatamente) votano piddì, no? Erano soltanto esausti di avere questi personaggi in cerca d'autore tra le scatole.
Poi, quando dici "I furbi, che di solito stanno soprattutto da una parte, calcolano l'aumento delle entrate fiscali, dato che tiene conto della lotta all'evasione " riesci a mischiare preconcetti e falsità. I furbi stanno da entrambe le parti, anche nel tuo partito. Negarlo è inutile: non ci crede nessuno. Ah: la lotta all'evasione è stata fatta in modo brillante: tirando il collo ai contribuenti ed aumentando gli studi di settore. Bella roba. Comunque, grazie al cielo, quei rubagalline non ci sono più, anche se ne sono arrivati (pare incredibile) ancora di peggio.
Infine: cosa c'entra "Per non parlare di settori dove l'intervento dello stato è totale: le opere pubbliche esistono solo perchè lo stato paga....vogliamo eliminare anche questo?"? Perchè confondi gli aiuti al settore auto con le opere pubbliche necessarie allo sviluppo del paese? Le tasse servono anche a questo, non soltanto per mantenere gente come topogigio & C. negli agi e lussi della capitale.
Anonymous - Dom Feb 15, 17:20:16
Oggetto:
nessuno ti costringe a comprare le auto che i poveri disgraziati italiani hanno comprato per un secolo... la Mercedes farà auto migliori (ammesso che sia così... ) ma quanto siano stati abili a rimettere in sesto Chrysler lo si è visto: facile fare auto per chi è ricco (ferrari e maserati sono due ottimi esempi di buoni marchi italiani che -chissà perchè....- contribuiscono con poche migliaia di vetture agli utili del gruppo fiat ben + di quanto non facciano milioni di utilitarie vendute in mezzo mondo), molto meno per chi non ha tanti soldi da spendere. E non a caso anche Toyota ha annunciato perdite

retorica di destra? certo. Queste cose si dicono negli USA come in Italia. Le dice la destra che dove prende + voti guardacaso si incassa di + dallo stato e si paga di meno. Gli esempi volendo non mancano. Fatti un giro per le valli piemontesi dove ci sono gli impianti sciistici. Milioni di euro per rinnovare gli impianti e mettere l'innevamento artificiale. Sempre soldi pubblici. Neppure al Sestriere s'è fatta eccezione.
Milioni di euro per impianti che danno lavoro a poca gente in valli con pochi abitanti. E immancabilmente costoro votano in un certo modo e credono alla retorica delle grandi città e delle grandi imprese che incasserebbero i loro soldi

Veltroni è andato a guidare il PD perchè tutti nel PD gliel'hanno chiesto. Non per lasciare Roma, che non ha lasciato quando è diventato segretario del PD.

Non c'è nessuna relazione tra le dimissioni di Veltroni da sindaco e il voto romano, nè io l'ho scritto. Ho scritto che hanno bocciato Rutelli travolti anche dalla massiccia campagna di informazione, a cui evidentemente i romani hanno creduto, fatta da chi voleva cacciare gente che non esisteva (non c'erano 20.000 romeni e non si sarebbero potuti mandare via) e prometteva di salvare la città dai violentatori e dalla delinquenza.

E s'è visto cosa sta succedendo...

I furbi stanno soprattutto da una parte. E infatti non nego che stiano anche nel partito per cui voto... altrimenti a Napoli perchè ci sarebbero certi pessimi amministratori purtroppo iscritti al PD?

A te risulta che gli studi di settore siano obbligatori e che costringano qualcuno a pagare + di quanto dovrebbe?
Se, com'è probabile, nessuno dichiara + di quanto dovrebbe, tutto quello che gli studi di settore spingono a dichiarare in + è e non può che essere evasione recuperata

Che le opere pubbliche servano allo sviluppo del paese, nel senso che con + opere pubbliche l'economia funziona meglio, lo dubito.

Tolto il passante di mestre o la variante di valico, per il resto le strade sono quasi sempre + che sufficienti a soddisfare le esigenze di traffico.
Tra i motivi contro il ponte sullo stretto c'è chi ha fatto notare che le merci spostate via treno in quella zona si sono ridotte negli ultimi anni, e si potrebbe assai + facilmente e con minori costi puntare sul trasporto via nave

Non c'è alcun bisogno di fare la TAV per la francia. La ferrovia si saturerà forse tra qualche lustro, nell'ipotesi che l'economia continui a chiedere + trasporti, e l'elenco potrebbe continuare

La realtà è che queste opere servono soprattutto a creare lavoro a favore di persone che non potrebbero fare altro o che potrebbero guadagnare di meno. Quando si costruiva la TAV tra Torino e Novara bastava leggere gli articoli che raccontavano chi erano gli operai per sapere chi beneficiava della TAV

Obama lo sa e negli USA cerca di fare lo stesso: per 30 anni gli USA hanno ridotto gli investimenti per scuole, ponti, strade, ecc. senza che lo sviluppo americano, superiore a quello italiano e europeo in genere venisse fermato

Ma non ci sono solo le opere pubbliche, moltissime delle quali peraltro inutili. L'agricoltura senza soldi statali e comunitari semplicemente non esisterebbe
E parliamo di un 5% almeno del PIL con un 6-7% degli occupati. Più tutto il settore dell'industia agroalimentare, settori a forte fedeltà politica

Per non parlare di tutte quelle aziende che crollano quando si riduce il credito bancario. Aziende ai limiti della sopravvivenza, che ottengono solo grazie a una buona dose di evasione. Basta poco per metterle fuori gioco, proprio perchè sono border-line

Quindi se dovessimo applicare il ragionamento (siamo stufi di pagare per mantenere un'azienda) a tutti i settori, facendo pagare tutto a tutti e evitando di spendere dove non c'è una prova che un'opera nuova favorisca lo sviluppo dell'economia, probabilmente scomparirebbe almeno un 30% di PIL, ovvero metà almeno del settore privato
Anonymous - Dom Feb 15, 21:06:03
Oggetto:
Bruna ha scritto:
Siamo alla follia. Ora, esercitare un diritto come quello del referendum abrogativo di fronte a una legge fatta da qualche centinaio di usurpatori di poltrone (dato che sono stati nominati ed eletti dai partiti e non dai cittadini) che impedisce la libertà di scelta di 60 milioni di italiani, lo chiamano "scontro di piazza".


L'ho scritto in un altro 3d e lo ribadisco. Su questi temi sono assolutamente "radicale", e pertanto mò chiamo la Bonino e mi prenoto per una barricata o un digiuno con Pannella (ovviamente sto pure con Marino per il referendum!)


Puoi stare tranquilla... con buona probabilità non ci saranno guerre fratricide nel PD... anzi dopo le Europee potrebbero non esserci più guerre, perchè potrebbe non esserci più il PD...
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Sono solo contento che Water abbia politicamente i giorni contati..
Si è dimesso da sindaco dopo neanche due anni di mandato ed ora pagherebbe per ritornare dov'era prima....
Tanto buona parte della componente cattolica vuole andare con l'UDC ed inventarsi un revival democristiano...
hellies15 - Lun Feb 16, 14:12:36
Oggetto:
Allora Fotogian, vediamo se ho capito qualcosa. Il Governo in carica ha fatto sostanzialmente 3 interventi anti crisi: il primo è quello di dicembre, con dentro la social card (ke però già a giugno era stata annunciata), i bonus una tantum a gennaio per le famiglie sotto un certo reddito e con figli, l'aumento dell'iva x Sky, l'eliminazione degli incentivi per costruire abitazioni ecocompatibili, ecc. E' un intervento che in molti sostengono (ed in primis Scalfari) è solo di facciata, un'enorme partita di giro, che mette sul piatto solo circa 5 miliardi di euro.
Il secondo intervento è quello sugli incentivi sull'auto, di recente varati. E tu sostieni che non sono molto utili perché non aiutano direttamente l'industria italiana in quanto gli italiani possono scegliere di comprare ford, honda, seat, mercedes e non fiat. E che, anche se comprassero Fiat, molte auto vengono prodotte in Polonia ed in Romania, per cui gli effetti benefici di tali interventi non si avranno a livello occupazionale in Italia. Tu dunque avresti gradito un intervento DIRETTO (e non indiretto) nei confronti della Fiat (e non del mondo dell'auto in genere). Io non sono un esperto, xò la scelta del governo non mi sembra così scellerata, soprattutto in un'ottica di libero mercato. Certo, le cose cambierebbero se Francia, Spagna e Germania avessero erogato già aiuti diretti alle case automobilistiche: in tal caso l'intervento liberista del governo italiano finirebbe per f essere utile solo marginalmente per l'industria italiana del settore. Converrai con me, però, che sull'auto sarebbe stato opportuno che tutta l'Europa avesse preso misure omogenee..
Il terzo intervento (e qui nel forum non se n'è parlato) è quello sugli armottizzari sociali: 8 mld presi da un fondo europeo destinato alle regioni (non ricordo il nome, forse FAS). Ora, anche questa è una partita di giro: si prendono i soldi da una parte, e si mettono da un'altra. E' però innegabile che ora come ora servono soldi immediati, e quindi in attesa di una razionalizzazione dell'intero sistema degli armottizzatori sociali questa è una buona misura. Sostenere infatti anche i lavoratori precari, privi totalmente di un'ancora di salvataggio in questa crisi, io la ritengo a priori una buona cosa. Tu cosa ne pensi?

Quanto al programma economico del PD, propone sia misure temporanee che permantenti. Ad es, la riforma degli armottizzatori sociali che il PD propone (mi pare) consiste nel ampliare la tutela in modo permanente ai precari. E' una riforma, questa, sicuramente di sinistra (molto di più dello scalino del governo Prodi, che a ripensarci era meglio non farlo), e per me auspicabile. Ma che in effetti determina costi aggiuntivi per lo Stato non indifferenti. E dove si riprendono tutti questi soldi? Con nuovi tagli alla PA? Perché se si va avanti così nel giro di qualche anno le scuole non potrà nemmeno più permettersi di pagare l'elettricità, e la polizia non avrà nemmeno più le caserme! Per me, inesperto in materia, il tutto sembra via d'uscita: anche se si mettono più soldi per la ricerca, per gli armottizzatori sociali, devi per forza tagliare altrove. Come se ne esce? Sicuramente il recupero dell'evasione fiscale è importante, ma non basta...
Merita sicuramente un plauso l'idea ecologista del Pd, quasi del tutto assente nelle misure anticrisi. L'ambientalismo è la nuova frontiere energetica, e lo Stato dovrebbe puntare tantissimo su questo. Faccio un esempio: il settore edile è palesemente in crisi. Ecco, il governo si impegna ad aiutare i costruttori edili a patto che essi istallino per legge per lo meno su ogni condominio e edificio di grandi dimensioni dei pannelli solari. Mi sembra un'idea nemmeno troppo ambiziosa, ma che in Italia suona come rivoluzionaria...
Anonymous - Lun Feb 16, 15:19:43
Oggetto:
La prima dose di interventi è composta da pochi soldi, vedi social card. Per di + con criteri legati alla ricchezza posseduta, per cui ne hanno beneficiato meno persone del previsto

Poi un banale manuale di economia suggerisce che se dai soldi a qualcuno, questi ne risparmia un pò e quindi la quota spesa è inferiore rispetto al caso in cui spendi direttamente

Le polemiche hanno riguardato, quando si parlava di quegli interventi, anche l'assenza di almeno 5-6 miliardi sprecati nella vicenda alitalia e per eliminare la quota di ICI non tagliata da Prodi

L'operazione su Sky non ha avuto rilevanti effetti sui conti pubblici e in un momento difficile ci si aspetterebbe magari un aumento di qualche imposta sui generi di lusso. Qualcuno nel governo ha ipotizzato un aumento del bollo sui SUV ma poi hanno lasciato perdere
Con poco avrebbero potuto rafforzare i provvedimenti destinati a spingere gli italiani ad abbandonare le auto + inquinanti, che sono parecchi milioni considerando Euro 0-1-2 e i diesel che anche nella versione euro2-3 inquinano + dei motori benzina di categoria inferiore

Si sarebbe potuto annunciare un progressivo futuro divieto di circolazione per queste auto, aumenti del bollo per auto + inquinanti e che consumano di +

La mia idea di tagliare gli oneri sociali avrebbe potuto favorire non solo la fiat ma tutte le aziende metalmeccaniche in crisi, anche chi produce trapani o biciclette... in cambio naturalmente il governo avrebbe dovuto raccomandare sconti per rottamare la bicicletta, l'auto o il motorino

I benefici sarebbero stati assorbiti solo da chi produce in Italia, non avrebbe favorito gli stranieri e neppure chi, approfittando della crisi, chiude, sposta le produzioni, vuol tenere alti i prezzi e preferisce non produrre.

Tutto ciò poi andrebbe ricollegato a una riforma seria degli ammortizzatori sociali, per impedire che qualcuno si inventi una crisi o cavalchi quella esistente per licenziare i lavoratori e riassumerli con un'altra ditta che non paga i contributi a chi è in mobilità

Dubito che con il sistema attuale i precari avranno qualcosa in + che qualche briciola, se sono fortunati

Sarebbe poi utile un bel rilancio delle spese degli enti locali per fare strade, per cambiare l'illuminazione, per ristrutturare le scuole, per cambiare l'isolamento degli edifici pubblici, per l'energia solare sugli edifici pubblici e privati ecc.
Tutte cose che avrebbero un effetto stimolante sull'economia locale, che creerebbero occupazione di lavoratori che hanno + problemi a trovare lavoro in momenti difficili, cercando il modo per rendere + difficile l'assunzione di extracomunitari non in regola. Se ad esempio una parte degli appalti venisse pagata sotto forma di fiscalizzazione degli oneri sociali, cioè con lo stato che paga almeno un tot a operaio i contributi, l'irpef ecc invece di versare all'impresa che poi a sua volta paga a fine mese allo stato gli stessi oneri + irpef, si combatterebbero il lavoro nero e i subappalti

Incentivi per l'auto in europa: è difficile non solo perchè l'auto significa mercedes e panda... c'è chi inquina e c'è chi inquina meno, c'è chi produce auto a metano e gpl e chi no, c'è chi offre capitali magari a basso costo e chi deve fare i conti con un indebitamento eccessivo, ci sono aziende che hanno opportunità di acquistarne altre o fare accordi vantaggiosi, che potrebbero non verificarsi se il conquistato riscce a trovare il modo di vivere senza il conquistatore
Quindi è difficile che si possa arrivare a qualche scelta valida per tutti che sia davvero efficace

Sui soldi da trovare, c'è il capitolo evasione, sul quale il governo s'è mosso malissimo, e poi i cambiamenti non significano solo tagliare

Anzi il taglio dev'essere la conseguenza di altri cambiamenti, mentre non deve avvenire il contrario. Oggi si taglia e poi si spera che qualcosa cambi, ma bisognerebbe prima riformare e tagliare le spese come effetto dei risparmi o di scelte diverse

Per esempio esistono polizia, carabinieri, polizie locali... si moltiplicano costi, sedi, centri di comando, ecc. Solo se si riorganizzano e si uniscono si può fornire lo stesso servizio con meno spese
Inoltre si potrebbe trasferire una parte dei militari alle polizie, rinunciando a qualche missione estera in cambio di meno spese e più sicurezza interna

I tagli alla scuola non hanno senso se, come ha fatto la moratti, si aumentano le ore di filosofia negli istituti tecnici perchè non si sa cosa fare dei laureati in filosofia o si assumono migliaia di insegnanti di religione presi tra gli insegnanti di lettere in sovrappiù... mentre mancano laureati in altre discipline.

Invece si dovrebbero disincentivare gli studenti intenzionati a studiare alcune materie e incentivare lo studio di altre. In tal senso i tagli alla scuola avrebbero senso specie perchè eviterebbero di avere laureati che restano disoccupati fino a quando non arriva lo stato ad assumerli, trasformandoli in insegnanti di discipline poco richieste dal mercato. Non solo si spende per questi insegnanti "inutili", ma si insegnano materie non richieste da chi assume gli studenti, a scapito di altre non insegnate e invece richieste
E' un circolo vizioso da rompere, altrimenti non avremo mai i lavoratori richiesti dal mercato e le imprese, meno competitive, creeranno meno ricchezza e pagheranno meno imposte

Oppure se pensiamo al problema dei derivati dei comuni, dovremmo approfittare dei tassi bassi in questo momento e dei pasticci creati dalle varie Lehman Brothers per fare una legge che tolga di mezzo questi derivati e li sostituisca con titoli che costano assai di meno. Anche questo consetirebbe di risparmiare soldi da usare in altri modi

Se compri un'auto finisci per avere documenti dell'ACI e della motorizzazione, che fanno le stesse cose. Aggiungiamoci il PRA e abbiamo il caos... tanta gente che fa uno stesso mestiere. L'eccesso di burocrazia impedisce di cercare l'evasore, il furbo, chi commette reati, chi non paga il ticket dichiarando un reddito inesistente facendo affidamento sui pochi controlli. E quindi si può ridurre la burocrazia non tanto per risparmiare soldi quanto per esempio per far pagare chi non paga, per impedire gli abusi, ecc

Se invece tagli i soldi e non cambi nulla o se fai lavorare di + la gente ma poi lasci le stesse regole e non usi il maggior lavoro per scoprire le irregolarità, alla fine nonn guadagni molto, anzi crei le condizioni perchè + persone evitino di pagare il ticket facendo affidamento, grazie ai tagli, in un minor numero di controlli
hellies15 - Lun Feb 16, 16:16:11
Oggetto:
Ok, tutto chiaro Fotogian. Xò (e forse qui andiamo più sul tecnico, e non so se tu 6 preparato...io non molto!) in che modo riformaresti gli armottizzatori sociali?
Anonymous - Lun Feb 16, 16:39:20
Oggetto:
c'è un libro -che non ho letto- scritto da Boeri e Garibaldi, proprio su questo tema. Il concetto, per quel poco che ho capito, è che si devono trattare tutti i lavoratori allo stesso modo per impedire furbate (metto in mobilità un lavoratore assunto dall'azienda X e lo riassumo con i relativi benefici tramite l'azienda Y che subentra all'azienda X ed è dello stesso proprietario) e discriminazioni, evitando di fare in modo che un lavoratore interessi solo se porta con sè benefici fiscali, evitando che un'impresa abbia un eccesso di benefici

all'elenco fatto sopra aggiungerei anche che l'abolizione dell'ICI è un'ottima occasione per dare la caccia agli evasori, ai finti residenti (vado a risiedere dove ho la casa delle vacanze) e per risistemare i catasti, recuperando di conseguenza gettito

questo si dovrebbe fare anche in relazione al federalismo fiscale, così che i comuni abbiano interesse a recuperare l'evasione o ad accatastare le case allo scopo di incassare
Anonymous - Lun Feb 16, 18:14:14
Oggetto:
Sul libro di cui parli c'è,proprio su Micromega in edicola ora,un bel botta e risposta tra lo stesso Boeri ed Massimo Roccella,da cui Boeri,per altro,non esce benissimo.
Però,scusa Fotogian,l'idea di disincentivare lo studio di certe materie per creare gli operai richiesti dal mercato mi sembra come minimo abominevole....
Peraltro,come siamo finiti a parlare di questo in un thread dedicato al PD?Stiamo mica scivolando off topic? Confused
Anonymous - Lun Feb 16, 18:55:54
Oggetto:
non si tratta di creare operai, ma le figure professionali che servono. E l'idea non è mia: Prodi nel 2006 ne ha parlato, ad esempio... e quindi i legami con il PD ci sono

Iacona domenica scorsa ha fatto vedere cosa succede in Svezia. Gli studenti di ingegneria che ricevono un contributo di 800 euro, oltre a pagare poco o nulla. E l'insegnante intervistato in una scuola di periferia, che diceva che si vuole offrire una scuola migliore per gli studenti delle zone + disagiate. Ha chiesto a Iacona: se un'azienda deve assumere un somalo o uno svedese secondo lei chi assume?

l'idea che si devono preparare gli studenti per affrontare il mondo del lavoro, per soddisfare le esigenze delle imprese è l'aspetto importante

se ragionassimo così capiremmo che un laureato in filosofia (x esempio) è molto meno attraente per le imprese rispetto a un laureato in ingegneria, non fosse altro perchè il primo ha studiato cose che molto + difficilmente si intrecciano con gli interessi delle imprese. Inoltre se ha studiato certe materie forse è poco interessato a lavorare in un'impresa

gli effetti negativi sono parecchi: se le migliori intelligenze finiscono per studiare materie che non consentono loro di andare a lavorare in imprese che producono beni e servizi, queste cresceranno di meno, con effetti negativi su occupazione, crescita e imposte;

inoltre costoro finiranno + probabilmente per fare gli insegnanti o magari per diventare funzionari statali. Gli insegnanti spingeranno gli studenti a studiare le materie che insegnano, i secondi probabilmente sarano lontani anni luce dai problemi delle imprese e finiranno, magari senza volerlo, per ostacolarne la crescita

i buoni ingegneri o i bravi matematici invece non andranno a insegnare a scuola, preferendo lavori meglio retribuiti nel privato e quindi nelle scuole avremo pessimi matematici o pessimi ingegneri o pessimi informatici, che difficilmente coinvolgeranno i loro alunni spingendoli a studiare di + le loro materie

negli anni di Clinton gli USA hanno messo annunci anche sui giornali italiani per trovare matematici disposti a insegnare nelle scuole americane, perchè il boom dell'informatica portava via i matematici dalle scuole. E chi resta nella scuola? Chi ha meno a che fare con il mondo delle imprese, perchè le sue conoscenze non sono attraenti per l'impresa. Il paradosso è che + le imprese hanno bisogno di buoni lavoratori, + nelle scuole abbondano insegnanti (bravi) di materie poco attraenti per le imprese e scadenti esperti delle materie + attraenti per le imprese

è un circolo vizioso che deve essere rotto e lo si può fare con opportuni incentivi e disincentivi oltre che aumentando il numero di ore dedicate a certe materie e diminuendo quelle dedicate ad altre

ma non si può decidere che si insegni meno filosofia e + matematica (per esempio) se non riduci il numero di laureati in filosofia e aumenti quelli di matematica
hellies15 - Lun Feb 16, 19:45:22
Oggetto:
Xò Fotogian, tu come diminuiresti i laureati in filosofia e aumenteresti quelli in ingegneria? Dando sussidi a quest'ultimi? E' un'idea che, sinceramente, non mi sembra abominevole. Sì, è vero, gli studenti di filosofia (esempio) verrebbero discriminati. Xò è anche vero che lo Stato agisce seguendo un interesse pubblico generale, che a lungo termine potrebbe portare benefici all'intero sistema.

Cmq, cercando di tornare in 3d, le proposte del Pd non sono mefistofeliche. E io credo che tremonti farebbe molto di più se Berlusconi non lo avesse costretto a buttare 5 mld sull'Alitalia. Quello sull'ICI credo sia un provvedimento che anche tremonti ha voluto fortemente, ma sull'Alitalia ho + di un dubbio.
E, al di là della sostanza della proposta, io condivido la forma. Intendo dire che in Italia molte cose non vanno, e da più parti si dice che occorre sfruttare questa crisi per fare le riforme strutturali: energia, politica, armottizzatori sociali, previdenza sociale, ordinamento giudiziario. Per fare le grandi risorse bisogna per forza investire tanti capitali, e accettare il rischio di sforare il tetto del 3% (cosa ke peraltro la UEM permette). Insomma, almeno un punto di PIL va smosso. Il Governo, invece, non sta investendo tutti questi soldi, limitandosi a partite di giro. Ciò significa che di risorse strutturali non si vuole proprio parlare; che si tira a campare, sperando che si esca dalla crisi senza le ossa rotte, ma con un sistema italia identico a quello di prima. Così le uniche cose a cambiare (ed è cmq cosa buona) saranno le regole della finanza internazionale, ma credo che toccherebbero marginalmente l'Italia...
Anonymous - Lun Feb 16, 20:38:47
Oggetto:
puoi incentivare in tanti modi..

si possono offrire posti letto x i fuorisede, tagli alle tasse, libri ecc. a favore di chi frequenta certe facoltà
si può aumentare nella scuola dell'obbligo e alle superiori la dose di certe materie e diminuire quelle di altre perchè alcuni vorrebbero iscriversi a una certa facoltà, ma non hanno sufficienti conoscenze di certe materie; si possono organizzare corsi propedeutici per ovviare al problema.

Si possono studiare incentivi economici di altro genere. Per esempio le tasse universitarie potrebbero diventare un credito di imposta per chi lo assume o per il lavoratore, rendendo + facile l'assunzione; naturalmente riservando questo trattamento solo a chi si iscrive a certe facoltà

Per disincentivare non solo si può evitare di dare agli studenti di alcune facoltà troppi aiuti, ma si può mettere il numero chiuso, si può spiegare quali sono le prospettive di lavoro, soldi ecc., si può abolire la possibilità di detrarre le tasse universitarie per gli iscritti ad altre facoltà, si possono pensare anche tasse aggiuntive da usare a favore di altri.
Un altro disincentivo potrebbe essere rappresentato da criteri di assunzione nella scuola che scoraggino perchè le liste d'attesa sono lunghe...
hellies15 - Lun Feb 16, 22:46:05
Oggetto:
fotogian ha scritto:
puoi incentivare in tanti modi..

si possono offrire posti letto x i fuorisede, tagli alle tasse, libri ecc. a favore di chi frequenta certe facoltà
si può aumentare nella scuola dell'obbligo e alle superiori la dose di certe materie e diminuire quelle di altre perchè alcuni vorrebbero iscriversi a una certa facoltà, ma non hanno sufficienti conoscenze di certe materie; si possono organizzare corsi propedeutici per ovviare al problema.

Si possono studiare incentivi economici di altro genere. Per esempio le tasse universitarie potrebbero diventare un credito di imposta per chi lo assume o per il lavoratore, rendendo + facile l'assunzione; naturalmente riservando questo trattamento solo a chi si iscrive a certe facoltà

Per disincentivare non solo si può evitare di dare agli studenti di alcune facoltà troppi aiuti, ma si può mettere il numero chiuso, si può spiegare quali sono le prospettive di lavoro, soldi ecc., si può abolire la possibilità di detrarre le tasse universitarie per gli iscritti ad altre facoltà, si possono pensare anche tasse aggiuntive da usare a favore di altri.
Un altro disincentivo potrebbe essere rappresentato da criteri di assunzione nella scuola che scoraggino perchè le liste d'attesa sono lunghe...


Sui primi 2 punti sono d'accordo. Sul terzo no (a parte il numero chiuso). Prevedere addirittura tasse aggiuntive è ampiamente discriminatorio
Anonymous - Lun Feb 16, 22:53:01
Oggetto:
tutto è possibile... e le mie sono solo idee

ma se tu scegli una facoltà che non ti offre molto e qualcuno ti spiega che è meglio se giri alla larga, perchè non farlo? e perchè non prendere i soldi da qualcuno per usarli a favore di altri?
sweepsy - Lun Feb 16, 22:54:37
Oggetto:
Veramente le facoltà scientifiche offrono, dal punto di vista lavorativo, proprio perchè c'è carenza. Eppure non ci si iscrive lo stesso.
Ste - Mar Feb 17, 08:23:53
Oggetto:
fotogian ha scritto:
l'idea che si devono preparare gli studenti per affrontare il mondo del lavoro, per soddisfare le esigenze delle imprese è l'aspetto importante


Sarebbe più opportuno preparare le imprese per portarle a un livello medio tale per cui uno con la terza media non sbatta la testa sul soffitto
appena cresce professionalmente di mezzo centimetro, perché quello è il problema italiano al quale la formazione alla lunga si sta adeguando.
Bruna - Mar Feb 17, 13:29:12
Oggetto:
Dopo la sconfitta alle regionali sarde, Veltroni riunisce i vertici del PD e mette a disposizione il suo mandato, ma il partito respinge.



Beh, dopo il crollo al 25% vogliono vedere se riescono a farlo precipitare al 15... Rolling Eyes
everywhere - Mar Feb 17, 14:06:41
Oggetto:
Il problema non e' il pd che crolla (benvenga) ma dove vanno i suoi voti.

Spero a Di Pietro, ma molti invece vanno comunque a Berlusconi.
hellies15 - Mar Feb 17, 15:38:32
Oggetto:
everywhere ha scritto:
Il problema non e' il pd che crolla (benvenga) ma dove vanno i suoi voti.

Spero a Di Pietro, ma molti invece vanno comunque a Berlusconi.


Se il Pd crolla addio csx. I voti non andrebbero né a DP né a Berlusconi (se nn in minima parte), ma resterebbero a ex DS e ex Margherita. Con l'unica differenza che la sinistra italiana sarà spaccata anche nella parte moderata. Evviva il multifrazionatismo.
L'implosione del Pd io non me la auguro. Spero che riesca a risolvere i proprio problemi interni. E auspico un'alleanza con l'IDV, anche se DP sta facendo di tutto per impedirla.
Orientalista partenopeo - Mar Feb 17, 15:40:59
Oggetto:
Guy Fawkes ha scritto:

Però,scusa Fotogian,l'idea di disincentivare lo studio di certe materie per creare gli operai richiesti dal mercato mi sembra come minimo abominevole....
Peraltro,come siamo finiti a parlare di questo in un thread dedicato al PD?Stiamo mica scivolando off topic? Confused

Stiamo scivolando off topic perché qualcuno trova più comodo cambiare argomento piuttosto che parlare della fine penosa della mozione di sfiducia a Cosentino, per fare un esempio fra i tanti, e del comportamento ambiguo al riguardo di Veltroni, attuale "leader" (si fa per dire) e Bersani, probabile futuro "leader" (si fa sempre per dire).
E come sottolinei tu, caro Guy, l'idea che si debba studiare solo quello che serve alle aziende è aberrante: è una concezione mercantile della cultura, ridotta a semplice merce. Se ci si fosse limitati, nella storia dell'umanità, a studiare solo quanto utile nell'immediato, la nostra conoscenza non sarebbe progredita di un millimetro.
Se i confindustriali, e chi fa da megafono alle loro posizioni in questo forum vogliono più ingegneri e tecnici specializzati, devono essere pronti a pagarli secondo gli standard degli altri Paesi industrializzati. Inoltre devono investire in ricerca, come fanno i loro colleghi europei, americani e giapponesi. Farò un esempio a me molto vicino. Una compagna di scuola di mia sorella, che ha frequentato il mio liceo ed è anche una mia carissima amica (i genitori abitano a un paio di centinaia di metri da casa mia), è ingegnere aerospaziale. Ha lavorato prima in Inghilterra, poi per un progetto dell'ESA (European Space Agency), che è l'equivalente della NASA in Europa, a Noordwijk (in Olanda), poi per l'Agenzia Spaziale Francese e ora è tornata in Olanda, dove lavora in un'azienda. Vorrebbe volentieri tornare in Italia, ma l'offerta in termini di gratifica professionale (e non solo retributiva) è molto deludente: all'Alenia, sia a Torino che a Pomigliano, le hanno offerto molto meno di quanto guadagna all'estero, per una qualifica che non valorizza il suo ricchissimo curriculum. Il suo compagno, un fisico teorico iraniano, lavora in laboratorio di ricerca privato in Olanda. Neanche lui sembra particolarmente attratto dall'Italia: sia la ricerca all'università che la ricerca privata hanno da noi finanziamenti e attenzioni molto minori. Conclusione: è anche la grettezza del nostro ceto imprenditoriale, non meno colpevole di quello politico dello sfascio economico-sociale, a determinare questa situazione.
Riguardo a tutte le altre scemenze che ho letto, sulle lauree da incentivare e da disincentivare e sulla scuola, mi limito a far notare questo:
fotogian ha scritto:

I tagli alla scuola non hanno senso se, come ha fatto la moratti, si aumentano le ore di filosofia negli istituti tecnici perchè non si sa cosa fare dei laureati in filosofia

Non si insegna filosofia negli istituti tecnici, e quindi la Moratti non poteva aumentare quello che non esiste. Una delle solite panzane ad effetto, per fare breccia tra i grulli disinformati.
Anonymous - Mar Feb 17, 15:45:06
Oggetto:
[color=darkred]Scusate riposto qui il mio intervento, perchè il thread mi sembra più appropriato...[/color]

Al PD serve cambiare, perchè i rapporti di forza costruiti dall"investitura" di TopoGigio ad oggi sono stati una catastrofe.

Il MA ANCHE può funzionare in un periodo di prosperità e ricchezza, dove non ci sono problemi di alcun genere, non certo in un tessuto sociale lacerato, pieno di antichi rigurgiti che riemergono e con una crisi economica che ha persino portato le lancette indietro, a quando dall'Italia si emigrava per cercare lavoro altrove...

Il PD ha alcune contraddizioni troppo evidenti da sciogliere e, prima lo fa, prima si potrà cominciare a parlare di futuro per la sinistra e per l'Italia:

1) Il PD ha troppe anime. Nato su un equivoco "trovare una sintesi volta per volta" è finito inevitabilmente con le sue 10mila anime che hanno costituito tanti partiti quanti sono i loro referenti esterni: c'è chi dialoga con Di Pietro, chi dialoga con l'UDC, chi ammicca alla maggioranza, chi vorrebbe un riavvicinamento con la Sinistra. Insomma il tutto e quindi il niente.
Meglio si faccia la resa dei conti ora, perchè una scissione all'indomani delle europee, quando i 4 parlamentari che il PD eleggerà si andranno a sedere in 4 gruppi parlamentari diversi, allora sarà troppo tardi.

2) L'unico proclama che ho sentito a TopoGigio è stato "il PD corre da solo" per poi mettersi i Radicali in lista ed apparentarsi con DI Pietro.
Da allora la politica della banderuola è stata la costante del PD.

3) Veltroni è un leader nato con il peccato originale di essersi mosso con un tempismo eccellente (neanche due mesi dopo è caduto il governo...) ed avendolo fatto tradendo un mandato elettorale che aveva ricevuto neanche due anni prima.
Ossia una persona del tutto inaffidabile dal futuro politico già segnato (avendo SEMPRE E SOLO perso si spera quelle che si leggono sui giornali siano le sue ultime parole... politiche..)

4) L'idea di un partito post-ideologico non è in sè una follia. Ha un suo perchè ma deve avere delle basi solide, un radicamento territoriale (fisico o virtuale che sia. Basta che ci sia...) e sopratutto dei punti fermi.

Il PD di Veltroni, invece di inventare un soggetto che ereditasse la tradizione comunista (perchè il passato non si rinnega... si ammettono gli errori, ma bisogna essere orgogliosi delle proprie origini) e la parte più avanzata del cattolicesimo (parlo di quei settori che hanno sempre e comunque votato a sinistra... non certo il timorato cattolicesimo contadino o quello delle gerarchie vaticane..) accettando delle relazioni industriali "distese" ma non necessariamente mettendosi gli industriali dentro casa, aprendo alla socialità ed alla cultura positiva di una buona fetta del mondo cattolico (le recenti posizioni di Avvenire sull'immigrazione fanno sembrare la Sinistra reazionaria.... ) ma non necessariamente accogliendo i papisti, facendo pure un pò di realpolitik, ma senza andarsi a prendere qualunque rifiuto con due soldi in tasca e voglia di visibilità elettorale...

E' ora che il PD faccia pulizia dentro casa e faccia propria una frase di Einstein Io non so con quali armi sarà combattuta la terza guerra mondiale, ma so che la quarta sarà combattuta con pietre e bastoni
Annientare il berlusconismo, vuol dire tornare alle origini, alle cose semplici, tornare ad appoggiare gli scioperi in fabbrica, le manifestazioni ed i blocchi contro le opere inutili, a mischiarsi con precari e migranti, a creare ed inventare sviluppo puntando alla cultura come motore d'azione (non è una novità che in epoche di recessione la cultura e la creatività abbiano subito delle spinte in avanti incredibili; così è stato con con Amsterdam negli anni '80, Londra negli anni '90, Berlino e Barcellona più di recente.. In Italia città come Bologna, Roma, Napoli, Palermo, Bari, invece di perdersi in deliri securitari, potrebbero essere il centro di una rinascita dell'Italia.) non riproponendo i vecchi e triti schemi industriali oppure offrendo come modello di giovane la pluriraccomandata Marianna Madia o il quadro dirigente Pina Picierno...
Anonymous - Mar Feb 17, 16:12:56
Oggetto:
Citazione:
La leadership di Walter Veltroni non ha portato fortuna ne' al Pd ne' al centrosinistra. L'annus horribilis ha fatto registrare per il Pd di Veltroni 5 sconfitte su 5 tornate elettorali. Ad aprile 2008 la sconfitta alle politiche: Pdl e Lega ottengono la maggioranza assoluta dei seggi sia alla Camera sia al Senato. Sempre nell'aprile 2008 le elezioni regionali e amministrative danno la vittoria al centrodestra che strappa al centrosinistra la regione Friuli Venezia Giulia, la provincia di Foggia ed i comuni di Roma e Brescia (il centrosinistra strappa al centrodestra solo i comuni di Vicenza e Sondrio). Nel giugno 2008 il centrodestra fa cappotto (8 a 0) alle provinciali siciliane (le province di Enna, Siracusa e Caltanissetta passano dal centrosinistra al centrodestra). Nel dicembre 2008 la regione Abruzzo cambia colore politico: dalla Presidenza del Turco si passa ad una Presidenza Pdl. Infine ieri il risultato della Sardegna: Soru perde la Presidenza della regione a favore di Cappellacci.


Se fate una colletta per pagare il volo di sola andata per Water, nella sua residenza newyorkese prometto che partecipo.. Very Happy Very Happy Very Happy
Ma deve giurare di non ripresentarsi mai più.... neanche per andare al mare l'estate... (può tranquillamente andare in vacanza in Florida e fare il biografo di Obama, per esempio... Mr. Green )
Anonymous - Mar Feb 17, 16:19:59
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


giusto per chiarire che non era una panzana

Poi i cambiamenti sono stati bloccati dalle regioni
Orientalista partenopeo - Mar Feb 17, 17:19:00
Oggetto:
fotogian ha scritto:
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2005/01/14/istituti-tecnici-arriva-la-filosofia.html

giusto per chiarire che non era una panzana

Poi i cambiamenti sono stati bloccati dalle regioni


L'articolo conferma che era una panzana.
Bruna - Mar Feb 17, 17:28:55
Oggetto:
Scusate, ma di cosa stiamo parlando?...No, perchè così mi do una regolata io... Shocked
Orientalista partenopeo - Mar Feb 17, 17:33:05
Oggetto:
Bruna ha scritto:
Scusate, ma di cosa stiamo parlando?...No, perchè così mi do una regolata io... Shocked

Siamo usciti fuori tema: si è finito con il parlare (a vanvera) sulle lauree "inutili" e sulla filosofia negli istituti tecnici.
Un semplice diversivo di massa per non parlare del PD. Wink
Destrosio Al Magnesio - Mar Feb 17, 17:37:33
Oggetto:
A che ora muore il PD?
Orientalista partenopeo - Mar Feb 17, 17:38:05
Oggetto:
Destrosio Al Magnesio ha scritto:
A che ora muore il PD?

Speriamo prima possibile.
Bruna - Mar Feb 17, 17:49:17
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
Bruna ha scritto:
Scusate, ma di cosa stiamo parlando?...No, perchè così mi do una regolata io... Shocked

Siamo usciti fuori tema: si è finito con il parlare (a vanvera) sulle lauree "inutili" e sulla filosofia negli istituti tecnici.
Un semplice diversivo di massa per non parlare del PD. Wink



Ah! Allora ripongo il serenase nel cassetto... Rolling Eyes
Bruna - Mar Feb 17, 17:57:03
Oggetto:
Veltroni conferma le dimissioni!
geppo - Mar Feb 17, 18:01:26
Oggetto:
Bruna ha scritto:
Veltroni conferma le dimissioni!


Alleluia! Meno uno. A quando, Dalema, Fassino, La Torre, ecc.ecc
Anonymous - Mar Feb 17, 18:02:44
Oggetto:
Bruna ha scritto:
Veltroni conferma le dimissioni!


Speriamo sia un nuovo inizio.
E non l'inizio della fine...
gianbi - Mar Feb 17, 18:09:32
Oggetto:
Bruna ha scritto:
Veltroni conferma le dimissioni!


Finalmente il roditore ha capito di essere un problema. Era ora.
Vediamo cosa riusciranno a combinare gli statisti da pollaio del piddì, e chi piazzeranno al posto dell'aspirante biografo di obama.
Poveraccio. La persona sbagliata, nel momento sbagliato al posto sbagliato.
Orientalista partenopeo - Mar Feb 17, 18:17:22
Oggetto:
gianbi ha scritto:

Vediamo cosa riusciranno a combinare gli statisti da pollaio del piddì, e chi piazzeranno al posto dell'aspirante biografo di obama.

Dipende da cosa vogliono fare: continuare nel dialogo con lo statista di Arcore, o decidersi finalmente a fare OPPOSIZIONE.
Temo che ci siano troppi "dialoganti" nel PD per sperare in un vero rinnovamento.
gianbi - Mar Feb 17, 18:23:34
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
gianbi ha scritto:

Vediamo cosa riusciranno a combinare gli statisti da pollaio del piddì, e chi piazzeranno al posto dell'aspirante biografo di obama.

Dipende da cosa vogliono fare: continuare nel dialogo con lo statista di Arcore, o decidersi finalmente a fare OPPOSIZIONE.
Temo che ci siano troppi "dialoganti" nel PD per sperare in un vero rinnovamento.


Per fare opposizion bisogna essere disposti a prendere secchiate di m**** dall'amanita & friends, e smetterla di andare a farei pagliacci nei talk show o a cucinare risotti al mattino.
Fare opposizione significa tirare fuori le palle. Ma cosa puoi aspettarti da omini collusi come rutelli, bassolino, iervolino, baffetto & C.? Al massimo questi poveracci possono fare da camerieri ad arcore, durante lo stato maggiore PDL.
Bisgona piallare la classe dirigente piddì ed innestare gente giovane, non collusa e con voglia di fare e di esporsi. Sino a che rimarrà gente palesemente venduta alla latorre, il piddì (o cosa nascerà a breve) sarà sempre e solo una simpatica spalla delle malefatte di silvio. E' inutile togliere topogigio e mettere bersani. COsa cambierebbe? E' come cambiarsi le mutande senza lavarsi il c.u.l.o. (citazione dotta di disegni & caviglia).
Orientalista partenopeo - Mar Feb 17, 18:26:01
Oggetto:
gianbi ha scritto:
E' inutile togliere topogigio e mettere bersani. COsa cambierebbe? E' come cambiarsi le mutande senza lavarsi il c.u.l.o. (citazione dotta di disegni & caviglia).

Immagine cruda ma efficacissima. Concordo in pieno.
Bruna - Mar Feb 17, 18:32:26
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
gianbi ha scritto:
E' inutile togliere topogigio e mettere bersani. COsa cambierebbe? E' come cambiarsi le mutande senza lavarsi il c.u.l.o. (citazione dotta di disegni & caviglia).

Immagine cruda ma efficacissima. Concordo in pieno.



...anch'io...ma forse lo sapevate già... Wink
Orientalista partenopeo - Mar Feb 17, 18:56:15
Oggetto:
Ricordate quella bella ragazza dai capelli neri (era uno dei "giovani" intervistati dalla spadaccina), che lasciò di stucco i politici presenti nello studio di Annozero, durante la puntata sullo scandalo Romeo?

Citazione:
Occhi azzurri, capelli neri, bella da far impallidire anche Rula Jebreal. Ma soprattutto incisiva, tanto da perdonarle quel po' di retorica qualunquista che l'accompagna. Ilenia Incoglia a soli 24 anni ha tenuto testa, durante l'ultima puntata di Annozero, ai più esperti politici di centrodestra e centrosinistra. Con il suo gruppo (quattromila persone che si incontrano su Facebook), dal nome emblematico «Via Bassolino e Iervolino dalla mia città », ha sfilato, dopo l'arresto di Romeo, dalla Procura fino a Palazzo San Giacomo. E lunedì scorso era in consiglio comunale.
Ammette: «Ho sempre votato a destra, ma oggi in Campania avrei problemi a votare chiunque. D'altronde se Bassolino ha creato un impero in questi anni è perché il centrodestra glielo ha permesso». Imprenditrice figlia di imprenditori gira in città con pennarello e blocknotes, «non riesco a girare la faccia dall'altra parte. Se qualcuno ha rubato un posto auto ad un disabile con me non la passa liscia. E gli lascio un appunto sul parabrezza ». Teorizza la rivoluzione, intesa come sana incazzatura. «In qualunque altro posto del mondo i cittadini sarebbero scesi in piazza. A Napoli il silenzio. Dobbiamo essere intransigenti nei confronti di chi ci governa o di chi dovremo andare a votare. Proprio per non doverli subire per i successivi quindici anni». E del rinnovamento veltroniano dice: «All'inizio mi convinceva, poi è diventato la sponda di Bassolino. Un complice».

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Questo è stato Topogigio, agli occhi dei napoletani onesti: un complice di Bassolino. Basta questo a definirlo.
la tigre della malora - Mar Feb 17, 19:00:45
Oggetto:
Secondo me, ci ha messo fin troppo tempo, per dimettersi. Avrebbe dovuto farlo il 14 aprile 2008, o al massimo dopo il rifiuto dell'Idv di fare un gruppo parlamentare unico. Avrebbe fatto una miglior figura. Ovviamente, la cosa vale per TUTTO il gruppo dirigente PD.
gianbi - Mar Feb 17, 19:09:43
Oggetto:
In effetti, dopo la caterva di insuccessi raccolta, topogigio andrebbe messo nel guinness dei primati come peggior politico a livello planetario. E' riuscito a distruggere la sinistra italiana ed a consegnare il paese a silvio & compari.
Non ne ha azzeccata una, fin dalla campagna elettorale dove - in modo ridicolo - parlava del "Principale leader dell'altra coalizione" e da li un crescendo di rovina e distruzione.
Non riesco però a capire se sia un complice di silvio o davvero un inetto, piazzato come testa di legno per non infastidire il PDL più di tanto.
Persino l'unità ha titolato con "Il PD ha toccato il fondo". Ma, sono certo che qualcuno nel forum riuscirà a teorizzare che il piddì ha fatto bene, che può fare ancora bene, nonostante tutto.
Certo, i fatti parlano chiaro e sono lampanti. Ma, sperare e sognare sono gran belle cose per chi preferisce nascondere la testa sotto la sabbia.
la tigre della malora - Mar Feb 17, 19:12:23
Oggetto:
Errore, gianbi: "principale esponente dello schieramento avverso". Già per questa locuzione, primo premio "sagacia politica autunno/inverno 2007/8".
everywhere - Mar Feb 17, 19:12:44
Oggetto:
A me Walter sembra piu' idiota che cattivo.
Bruna - Mar Feb 17, 19:16:46
Oggetto:
Domani Veltr...oni darà le motivazi...oni delle sue dimissi...oni. Per me il suo peccato originale è l'aver resuscitato Berlusc...oni, e tanto mi è bastato dall'inizio.... Rolling Eyes

Scusate se sembro impietosa, ma non me ne può fregare di meno delle motivazioni, e non mi frega di chi lo sostituirà, dato che non intravedo all'orizzonte alcuno che possa risollevare le sorti del pdmenoelle, con tutto il marciume che c'ha dentro...Rolling Eyes
gianbi - Mar Feb 17, 19:17:07
Oggetto:
everywhere ha scritto:
A me Walter sembra piu' idiota che cattivo.


....fallo anche cattivo....
la tigre della malora - Mar Feb 17, 19:19:52
Oggetto:
Prendetemi pure (metaforicamente Very Happy ) a calci, ma se penso che il suo partito l'ho pure votato, l'anno scorso... Ebbene sì, la vostra amatissima tigre della malora ammette gli errori.
Bruna - Mar Feb 17, 19:22:06
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
Ricordate quella bella ragazza dai capelli neri (era uno dei "giovani" intervistati dalla spadaccina), che lasciò di stucco i politici presenti nello studio di Annozero, durante la puntata sullo scandalo Romeo?

Citazione:
Occhi azzurri, capelli neri, bella da far impallidire anche Rula Jebreal. Ma soprattutto incisiva, tanto da perdonarle quel po' di retorica qualunquista che l'accompagna. Ilenia Incoglia a soli 24 anni ha tenuto testa, durante l'ultima puntata di Annozero, ai più esperti politici di centrodestra e centrosinistra. Con il suo gruppo (quattromila persone che si incontrano su Facebook), dal nome emblematico «Via Bassolino e Iervolino dalla mia città », ha sfilato, dopo l'arresto di Romeo, dalla Procura fino a Palazzo San Giacomo. E lunedì scorso era in consiglio comunale.
Ammette: «Ho sempre votato a destra, ma oggi in Campania avrei problemi a votare chiunque. D'altronde se Bassolino ha creato un impero in questi anni è perché il centrodestra glielo ha permesso». Imprenditrice figlia di imprenditori gira in città con pennarello e blocknotes, «non riesco a girare la faccia dall'altra parte. Se qualcuno ha rubato un posto auto ad un disabile con me non la passa liscia. E gli lascio un appunto sul parabrezza ». Teorizza la rivoluzione, intesa come sana incazzatura. «In qualunque altro posto del mondo i cittadini sarebbero scesi in piazza. A Napoli il silenzio. Dobbiamo essere intransigenti nei confronti di chi ci governa o di chi dovremo andare a votare. Proprio per non doverli subire per i successivi quindici anni». E del rinnovamento veltroniano dice: «All'inizio mi convinceva, poi è diventato la sponda di Bassolino. Un complice».

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Questo è stato Topogigio, agli occhi dei napoletani onesti: un complice di Bassolino. Basta questo a definirlo.


scusate, sarà pure bella, avrà pure messo in difficoltà i politici ad annozero (che poi se hai un minimo di cervello e ti fanno parlare non ci vuole molto)ma il fatto che abbia sempre votato a destra implica l'aver votato la colazione del nano per anni...e questa pretenderebbe di fare la lezioncina, a chi? Rolling Eyes
Anonymous - Mar Feb 17, 19:23:00
Oggetto:
gianbi ha scritto:
In effetti, dopo la caterva di insuccessi raccolta, topogigio andrebbe messo nel guinness dei primati come peggior politico a livello planetario. E' riuscito a distruggere la sinistra italiana ed a consegnare il paese a silvio & compari.
Non ne ha azzeccata una, fin dalla campagna elettorale dove - in modo ridicolo - parlava del "Principale leader dell'altra coalizione" e da li un crescendo di rovina e distruzione.
Non riesco però a capire se sia un complice di silvio o davvero un inetto, piazzato come testa di legno per non infastidire il PDL più di tanto.
Persino l'unità ha titolato con "Il PD ha toccato il fondo". Ma, sono certo che qualcuno nel forum riuscirà a teorizzare che il piddì ha fatto bene, che può fare ancora bene, nonostante tutto.
Certo, i fatti parlano chiaro e sono lampanti. Ma, sperare e sognare sono gran belle cose per chi preferisce nascondere la testa sotto la sabbia.


pensi che abbia fatto tutto da solo?

prendiamo i risultati ottenuti da Veltroni e poi confrontiamoli con i prossimi e soprattutto vediamo cosa sapranno costruire gli attuali distruttori

speriamo che mandino a quel paese chi nel frattempo ha remato contro e vediamo cosa faranno da soli, costoro, a iniziare dalle famose liste civiche di grillo. Che hanno fatto in Sardegna?
gianbi - Mar Feb 17, 19:28:04
Oggetto:
fotogian ha scritto:
gianbi ha scritto:
In effetti, dopo la caterva di insuccessi raccolta, topogigio andrebbe messo nel guinness dei primati come peggior politico a livello planetario. E' riuscito a distruggere la sinistra italiana ed a consegnare il paese a silvio & compari.
Non ne ha azzeccata una, fin dalla campagna elettorale dove - in modo ridicolo - parlava del "Principale leader dell'altra coalizione" e da li un crescendo di rovina e distruzione.
Non riesco però a capire se sia un complice di silvio o davvero un inetto, piazzato come testa di legno per non infastidire il PDL più di tanto.
Persino l'unità ha titolato con "Il PD ha toccato il fondo". Ma, sono certo che qualcuno nel forum riuscirà a teorizzare che il piddì ha fatto bene, che può fare ancora bene, nonostante tutto.
Certo, i fatti parlano chiaro e sono lampanti. Ma, sperare e sognare sono gran belle cose per chi preferisce nascondere la testa sotto la sabbia.


pensi che abbia fatto tutto da solo?

prendiamo i risultati ottenuti da Veltroni e poi confrontiamoli con i prossimi e soprattutto vediamo cosa sapranno costruire gli attuali distruttori

speriamo che mandino a quel paese chi nel frattempo ha remato contro e vediamo cosa faranno da soli, costoro


Il capo è sempre responsabile, ed è giusto che paghi con la testa per tutti gli insuccessi fin qui accumulati.
Poi, sono anni che ripeto che la classe dirigente piddì è molla come una mozzarella scaduta, per non dire di peggio.
Dare la colpa a tonino (come mi pare di intuire tu voglia suggerire) mi sembra ingeneroso. Avrà anche remato contro, ma almeno ha fatto qualcosa che ricorda l'opposizione. Di topogigio cosa ricorderemo, oltre alle sue patetiche figuracce e sconfitte?
Destrosio Al Magnesio - Mar Feb 17, 19:30:15
Oggetto:
Tra l'altro Walter ha sbagliato pure il tempismo per dimettersi; nel giorno in cui Mills si becca 4 anni, lui si dimette. Pur di far apparire Silvio alla grande, farebbe di tutto.
zemmuonne - Mar Feb 17, 19:37:12
Oggetto:
Dio mio che accolita di jene...
certo Veltroni ha fatto errori, ma definirlo idiota e cattivo è troppo. Vorrei vedervi a dirglielo in faccia.
La cosa ridicola è che, nonostante una caterva di errori, alcuni dei quali gravissimi (De Gregorio, per dirne una), ed una serie di politici a livello locale malfamati quanto e più di quelli del PD/PDL, gli stessi che accusano Veltroni sbavano per Di Pietro e l'IDV. Basta che uno parli alla pancia e voi appresso. Fate il paio con gli elettori di lega/pdl.
Certo che del PD e dell'opposizione fatta dal PD non sono contento, ma almeno cerco di mantenere uno straccio di onestà intellettuale.
gianbi - Mar Feb 17, 19:40:46
Oggetto:
Destrosio Al Magnesio ha scritto:
Tra l'altro Walter ha sbagliato pure il tempismo per dimettersi; nel giorno in cui Mills si becca 4 anni, lui si dimette. Pur di far apparire Silvio alla grande, farebbe di tutto.


Giusta osservazione. E' anche riuscito - come geto estremo - a coprire il casino mills. Davvero grottesco.
Luca Schiavoni - Mar Feb 17, 19:48:18
Oggetto:
Destrosio Al Magnesio ha scritto:
Tra l'altro Walter ha sbagliato pure il tempismo per dimettersi; nel giorno in cui Mills si becca 4 anni, lui si dimette. Pur di far apparire Silvio alla grande, farebbe di tutto.


Infatti. E' più o meno allo stesso modo che finisce il nuovo pezzo di Marco su voglioscendere:

Citazione:
Uomini di poca fede: non han capito che Berlusconi non c’entra, che Mills s’è corrotto da solo. Infatti, subito dopo la sentenza, non s’è dimesso il presidente del Consiglio. S’è dimesso il capo dell’opposizione.

Anonymous - Mar Feb 17, 19:48:39
Oggetto:
gianbi ha scritto:
fotogian ha scritto:
gianbi ha scritto:
In effetti, dopo la caterva di insuccessi raccolta, topogigio andrebbe messo nel guinness dei primati come peggior politico a livello planetario. E' riuscito a distruggere la sinistra italiana ed a consegnare il paese a silvio & compari.
Non ne ha azzeccata una, fin dalla campagna elettorale dove - in modo ridicolo - parlava del "Principale leader dell'altra coalizione" e da li un crescendo di rovina e distruzione.
Non riesco però a capire se sia un complice di silvio o davvero un inetto, piazzato come testa di legno per non infastidire il PDL più di tanto.
Persino l'unità ha titolato con "Il PD ha toccato il fondo". Ma, sono certo che qualcuno nel forum riuscirà a teorizzare che il piddì ha fatto bene, che può fare ancora bene, nonostante tutto.
Certo, i fatti parlano chiaro e sono lampanti. Ma, sperare e sognare sono gran belle cose per chi preferisce nascondere la testa sotto la sabbia.


pensi che abbia fatto tutto da solo?

prendiamo i risultati ottenuti da Veltroni e poi confrontiamoli con i prossimi e soprattutto vediamo cosa sapranno costruire gli attuali distruttori

speriamo che mandino a quel paese chi nel frattempo ha remato contro e vediamo cosa faranno da soli, costoro


Il capo è sempre responsabile, ed è giusto che paghi con la testa per tutti gli insuccessi fin qui accumulati.
Poi, sono anni che ripeto che la classe dirigente piddì è molla come una mozzarella scaduta, per non dire di peggio.
Dare la colpa a tonino (come mi pare di intuire tu voglia suggerire) mi sembra ingeneroso. Avrà anche remato contro, ma almeno ha fatto qualcosa che ricorda l'opposizione. Di topogigio cosa ricorderemo, oltre alle sue patetiche figuracce e sconfitte?


io ti ho chiesto se pensi che lui abbi fatto tutto da solo, la nascita del PD ecc.

che poi si dimetta è un altro discorso, compatibile con il fatto che gli hanno chiesto di diventare segretario, e hanno penato un pò per convincerlo, salvo fare polemiche e salvo scontrarsi come nella migliore tradizione e compatibile anche con una purtroppo debole gestione del partito, già verificatasi ai tempi dei DS

e questo significa che il partito passerà nelle mani dei vari latorre, d'alema ecc che poi sono quelli capaci davvero di mettere in riga le mille anime del partito

faccio notare ancora un paio di cose.

1 - che sarebbe bello sapere non solo come si deve fare opposizione ma anche per ottenere che cosa.

2 - E se i programmi restano, ma cambia solo il modo di gestire il partito, con un segretario capace di uno stile + aggressivo, vuol dire che siamo davvero tutti uguali e che si apprezza solo chi urla e ti mette in riga: si critica tanto Berlusconi e i suoi yesmen, ma poi si vuole che l'opposizione faccia lo stesso

perchè la sola cosa che può fare adesso il PD è trovare un buon cane da pecore che abbai non appena qualcuno esce dal gregge. Non vorremmo Berlusconi, ma poi vogliamo che l'opposizione si comporti allo stesso modo...
Ste - Mar Feb 17, 20:04:33
Oggetto:
Ma porca zozz...! Scusate lo sfogo... ma con tutti i momenti in cui poteva fare 'sta cosa da "prima notizia che campeggia sui media"... ma doveva
scegliere proprio il preciso istante della condanna di Mills?!? Stra-ariporca zozz... questi sono fuori tempo nel DNA! Evil or Very Mad
Anonymous - Mar Feb 17, 20:13:35
Oggetto:
Premesso:mai apprezzato Veltroni,non perchè lo ritenessi cattivo oppure idiota(anche se spesso quest'ultimo epiteto gliel'ho dato);semplicemente,l'ho sempre trovato e lo trovo tutt'ora semplicemente inadatto a ricoprire un ruolo di leadership.
Al di là del tempismo,gli do' atto però di aver avuto il coraggio di farsi da parte,e riconososcendo così la sua inadeguatezza.Quel che mi preoccupa,adesso,è che la mancanza di una robusta opposizione si farà ancora più sentire,se è vero che il PD prenderà da ora in poi le sue decisioni collegialmente...il che significa,a mio avviso,il crollo totale di qualsiasi speranza di potersi opporre al regime di centro-destra.
Sì,Veltroni ha lasciato il PD.
Al PDL.
Anonymous - Mar Feb 17, 20:18:41
Oggetto:
domanda: opposizione per fare cosa?
Anonymous - Mar Feb 17, 20:23:43
Oggetto:
Per fare opposizione?(cosa che il PD non ha mai fatto,ed ora è assolutamente non in condizione di fare?)
zemmuonne - Mar Feb 17, 20:28:22
Oggetto:
Guy Fawkes ha scritto:
Premesso:mai apprezzato Veltroni,non perchè lo ritenessi cattivo oppure idiota(anche se spesso quest'ultimo epiteto gliel'ho dato);semplicemente,l'ho sempre trovato e lo trovo tutt'ora semplicemente inadatto a ricoprire un ruolo di leadership.
Al di là del tempismo,gli do' atto però di aver avuto il coraggio di farsi da parte,e riconososcendo così la sua inadeguatezza.Quel che mi preoccupa,adesso,è che la mancanza di una robusta opposizione si farà ancora più sentire,se è vero che il PD prenderà da ora in poi le sue decisioni collegialmente...il che significa,a mio avviso,il crollo totale di qualsiasi speranza di potersi opporre al regime di centro-destra.
Sì,Veltroni ha lasciato il PD.
Al PDL.

Toh, una voce di buonsenso.
Che abbia lasciato il PD al PDL non lo credo. Anche in politica, come in natura, non esistono vuoti. Vedremo i prossimi giorni del PD, francamente mi fa paura D'Alema. Mi piacerebbe vedere Bersani alla prova, la maggior parte delle cose buone del fu governo Prodi le ha fatte lui...
Trancer Fra - Mar Feb 17, 20:28:25
Oggetto:
Ste ha scritto:
Ma porca zozz...! Scusate lo sfogo... ma con tutti i momenti in cui poteva fare 'sta cosa da "prima notizia che campeggia sui media"... ma doveva
scegliere proprio il preciso istante della condanna di Mills?!? Stra-ariporca zozz... questi sono fuori tempo nel DNA! Evil or Very Mad

bhe se ne è andato come è arrivato... facendo un favore a Berlsuconi... Smile

Povero walter è proprio un perdente
Anonymous - Mar Feb 17, 20:39:01
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Che abbia lasciato il PD al PDL non lo credo. Anche in politica, come in natura, non esistono vuoti. Vedremo i prossimi giorni del PD, francamente mi fa paura D'Alema. Mi piacerebbe vedere Bersani alla prova, la maggior parte delle cose buone del fu governo Prodi le ha fatte lui...


A me invece preoccupano proprio questi giorni di "vuoto",che fisiologicamente ci sarà,ed in cui il PDL avrà come non mai campo libero per fare quel che vuole,approfittando del vuoto di potere che inevitabilmente si creerà all'interno del PD:le decisioni "collegiali" che quest'ultimo dovrà prendere mi preoccupano più dell'incapacità del loro leader uscente,visti e considerati i membri del "collegio".
Alzi la mano chi non crede che,adesso,si scatenerà la guerra intestina al cadreghino,alla faccia degli elettori e delle responsabilità nei confronti degli elettori e del ruolo di opposizione che il PD dovrebbe ricoprire in parlamento.
Sinceramente per quanto stimi Di Pietro,considerandolo davvero l'unica opposizione,va anche preso atto che i numeri parlamentari per opporsi non li ha da solo.Quindi bisogna per forza attendere di vedere cosa accadrà nel PD,ma a parte(forse!)Bersani non vedo molti altri leader migliori di Veltroni.D'Alema,se a te fa paura,a me terrorizza,ed una sua eventuale elezione a segretario sarebbe davvero la resa incondizionata al PDL...ed il colpo di grazia al PD.
M.me de Stael - Mar Feb 17, 20:41:38
Oggetto:
Non mi piace scagliarmi contro chi perde. Per ora preferisco dedicare il mio pensiero a un essere umano che ha ritenuto di fare un gesto da galantuomo, rispettando etica ed estetica. Poi, per carità, il fatto che queste espressioni meglissimo sarebbe stato utilizzarle per fare, piuttosto che disfare è senz'altro discorso legato ad altra storia. Motivo che ha generato comunque le dimissioni.

Soffro per un pd che non ha referenti. Soffro molto di più per un pdl che come referente ha il peggiore dei mafiosi che l'italia possiede, pardon, che vanta.


Edit d'alema è una merda e anche vecchio. Preferirei non si candidasse. letta non mi ricordo più perché ma di recente ho perso qualunque stima nei suoi confronti. bersani potrebbe fare qualcosa, ma mi sembra troppo duttile
zemmuonne - Mar Feb 17, 20:45:53
Oggetto:
Grazie, M.me, mi fa piacere vedere del fair play.
Dedicato alle jene di cui sopra:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

"Veltroni ci ha provato, non ci è riuscito, si è dimesso. Come poteva avere successo in Italia uno che si comporta così?"

Il vostro sparare su chi si arrende ed esce sconfitto - ma con dignità - dal campo vi qualifica. Complimenti, ad maiora.
Bruna - Mar Feb 17, 21:07:44
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
Grazie, M.me, mi fa piacere vedere del fair play.
Dedicato alle jene di cui sopra:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

"Veltroni ci ha provato, non ci è riuscito, si è dimesso. Come poteva avere successo in Italia uno che si comporta così?"

Il vostro sparare su chi si arrende ed esce sconfitto - ma con dignità - dal campo vi qualifica. Complimenti, ad maiora.






Ora c'è pure il censore della legittima critica politica. Nessuno ha offeso umanamente Veltroni, e la critica politica anche feroce è stata sempre ampiamente motivata.
Quindi niente ti da il diritto di insultare....jena lo vai a dire a qualcun'altro.
Anche perchè vai a vedere chi sono davvero le jene o i lupi vestiti d'agnello...fuori e dentro il piddì!
Orientalista partenopeo - Mar Feb 17, 21:25:57
Oggetto:
Bruna ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
Ricordate quella bella ragazza dai capelli neri (era uno dei "giovani" intervistati dalla spadaccina), che lasciò di stucco i politici presenti nello studio di Annozero, durante la puntata sullo scandalo Romeo?

Citazione:
Occhi azzurri, capelli neri, bella da far impallidire anche Rula Jebreal. Ma soprattutto incisiva, tanto da perdonarle quel po' di retorica qualunquista che l'accompagna. Ilenia Incoglia a soli 24 anni ha tenuto testa, durante l'ultima puntata di Annozero, ai più esperti politici di centrodestra e centrosinistra. Con il suo gruppo (quattromila persone che si incontrano su Facebook), dal nome emblematico «Via Bassolino e Iervolino dalla mia città », ha sfilato, dopo l'arresto di Romeo, dalla Procura fino a Palazzo San Giacomo. E lunedì scorso era in consiglio comunale.
Ammette: «Ho sempre votato a destra, ma oggi in Campania avrei problemi a votare chiunque. D'altronde se Bassolino ha creato un impero in questi anni è perché il centrodestra glielo ha permesso». Imprenditrice figlia di imprenditori gira in città con pennarello e blocknotes, «non riesco a girare la faccia dall'altra parte. Se qualcuno ha rubato un posto auto ad un disabile con me non la passa liscia. E gli lascio un appunto sul parabrezza ». Teorizza la rivoluzione, intesa come sana incazzatura. «In qualunque altro posto del mondo i cittadini sarebbero scesi in piazza. A Napoli il silenzio. Dobbiamo essere intransigenti nei confronti di chi ci governa o di chi dovremo andare a votare. Proprio per non doverli subire per i successivi quindici anni». E del rinnovamento veltroniano dice: «All'inizio mi convinceva, poi è diventato la sponda di Bassolino. Un complice».

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Questo è stato Topogigio, agli occhi dei napoletani onesti: un complice di Bassolino. Basta questo a definirlo.


scusate, sarà pure bella, avrà pure messo in difficoltà i politici ad annozero (che poi se hai un minimo di cervello e ti fanno parlare non ci vuole molto)ma il fatto che abbia sempre votato a destra implica l'aver votato la colazione del nano per anni...e questa pretenderebbe di fare la lezioncina, a chi? Rolling Eyes


Il fatto che sia bella, è un di più che colpisce noi uomini, ma che non è naturalmente rilevante.
Ha votato in passato a destra, ma è giovane: ha 24 anni. Dire che abbia votato il Nano per anni è eccessivo. Qui ci sono forumisti che in passato hanno votato AN o addirittura Forza Italia. E allora? E comunque questa ragazza è abbastanza intelligente da aver capito che il PD e il PDL governano in Campania in modo consociativo.
Non voglio eleggerla ad eroina, ma io (che ho sempre votato sinistra radicale, facendo uno strappo alle scorse politiche dando il voto alla Camera a Tonino) la penso così: ad averne di giovani così, che si impegnano per cambiare le cose. Ti posso dire che ci sono giovani di sinistra, e non parlo certo del PD (che di sinistra non ha nulla), che sono molto più passivi di lei.
zemmuonne - Mar Feb 17, 21:28:29
Oggetto:
Bruna ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Grazie, M.me, mi fa piacere vedere del fair play.
Dedicato alle jene di cui sopra:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

"Veltroni ci ha provato, non ci è riuscito, si è dimesso. Come poteva avere successo in Italia uno che si comporta così?"

Il vostro sparare su chi si arrende ed esce sconfitto - ma con dignità - dal campo vi qualifica. Complimenti, ad maiora.






Ora c'è pure il censore della legittima critica politica. Nessuno ha offeso umanamente Veltroni, e la critica politica anche feroce è stata sempre ampiamente motivata.
Quindi niente ti da il diritto di insultare....jena lo vai a dire a qualcun'altro.
Anche perchè vai a vedere chi sono davvero le jene o i lupi vestiti d'agnello...fuori e dentro il piddì!

Si vede che roditore, idiota, topogigio e cattivo sono complimenti. Va a fare la predica ad altri, che è meglio.
Anonymous - Mar Feb 17, 21:28:59
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
Grazie, M.me, mi fa piacere vedere del fair play.
Dedicato alle jene di cui sopra:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

"Veltroni ci ha provato, non ci è riuscito, si è dimesso. Come poteva avere successo in Italia uno che si comporta così?"

Il vostro sparare su chi si arrende ed esce sconfitto - ma con dignità - dal campo vi qualifica. Complimenti, ad maiora.


anche Cota s'è tolto il cappello ...

il guaio di chi non sta con Berlusconi è che forse non capisce cosa c'è in ballo e dove si andrà a parare, ma prima o poi se ne accorgeranno
virginia - Mar Feb 17, 21:44:21
Oggetto:
fotogian ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Grazie, M.me, mi fa piacere vedere del fair play.
Dedicato alle jene di cui sopra:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

"Veltroni ci ha provato, non ci è riuscito, si è dimesso. Come poteva avere successo in Italia uno che si comporta così?"

Il vostro sparare su chi si arrende ed esce sconfitto - ma con dignità - dal campo vi qualifica. Complimenti, ad maiora.


anche Cota s'è tolto il cappello ...

il guaio di chi non sta con Berlusconi è che forse non capisce cosa c'è in ballo e dove si andrà a parare, ma prima o poi se ne accorgeranno

hai capito, ora fai la morale a noi! prova a dirglielo al senatore Cabras, che sapeva perfettamente cosa c'era in ballo... e se n'è bellamente sbattuto i coglioni, se i tuoi amici del piddì sono pronti a votare il nano, evidentemente non lo considerano tanto pericoloso , anzi meglio lui di qualcun'altro
buona parte del piddì si sente più al sicuro con silvio che non con uolter, a questo punto è chiaro...
Anonymous - Mar Feb 17, 21:48:18
Oggetto:
cos'ha fatto cabras? e chi è costui?

io non faccio la morale, dico che chi si illude che succedano certe cose (vittoria di Soru e di Di Pietro) non ha capito cosa succede, dove si finirà...
virginia - Mar Feb 17, 22:27:48
Oggetto:
fotogian ha scritto:
cos'ha fatto cabras? e chi è costui?

io non faccio la morale, dico che chi si illude che succedano certe cose (vittoria di Soru e di Di Pietro) non ha capito cosa succede, dove si finirà...

Cabras, senatore piddì, considerato grande politico di razza (bastarda probabilmente)in questi anni ha fatto una guerra senza quartiere a Soru, non contestandolo sui programmi ma sui metodi Cool
Boss del collegio Sulcis Iglesiente, da sempre zona rossa, 75% dei voti a Capellaci
ma come lui tanti altri...
Anonymous - Mar Feb 17, 22:35:11
Oggetto:
e questo vuol dire cosa?
Orientalista partenopeo - Mar Feb 17, 22:38:27
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Il vostro sparare su chi si arrende ed esce sconfitto - ma con dignità - dal campo vi qualifica. Complimenti, ad maiora.

Eviterei di parlare di dignità, per uno che dice a ottobre: "Cosentino dovrebbe dimettersi", a gennaio presenta una mozione per sfiduciarlo e poi non va a votare (e con lui cento deputati del PD). Non mi sembra uno spettacolo dignitoso: ma che vuoi farci, io sono troppo schizzinoso.
Orientalista partenopeo - Mar Feb 17, 22:48:07
Oggetto:
fotogian ha scritto:

anche Cota s'è tolto il cappello ...

Chi? Quel cerebroleso delle ronde padane?
virginia - Mar Feb 17, 22:49:59
Oggetto:
fotogian ha scritto:
e questo vuol dire cosa?

segui il labiale: i boss del piddì in sardegna hanno invitato i loro elettori a votare dall'altra parte perchè Soru era un problema di cui sbarazzarsi
sapevano bene che il danno sarebbe stato enorme e che una brutta sconfitta avrebbe messo in crisi Veltroni e dissanguato il partito
ma lo hanno fatto lo stesso dimostrando di: a) fottersene del fatto di consegnare la sardegna alla destra di Berlusconi
b) fottersene di Uolter e del partito
c) fottersene se Berlusconi usciva da questa vittoria più forte di prima
ergo= si sentono più al sicuro con berlusconi che con uolter
Anonymous - Mar Feb 17, 22:57:41
Oggetto:
e questo è il problema per cui è saltato Veltroni: litigiosità, vincoli che non gli hanno consentito di gestire il partito come voleva...

però se c'erano questi problemi mi sembra grave ripresentare Soru

personalmente avrei silurato Soru dopo le dimissioni, che volevano dire sconfitta certa e se c'erano questi problemi forse Soru si sarebbe dovuto fare da parte o almeno avrebbe dovuto rimettere il suo mandato e aspettare, mettendosi in gioco con le primarie che avrebbe potuto chiedere lui stesso

a che serve candidarsi contro un pezzo del proprio partito? forse la sconfitta interessava anche a lui
Orientalista partenopeo - Mar Feb 17, 23:01:44
Oggetto:
fotogian ha scritto:

personalmente avrei silurato Soru dopo le dimissioni

Eccola lì, la natura piddina viene a galla.
Anonymous - Mar Feb 17, 23:02:08
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
Dio mio che accolita di jene...
certo Veltroni ha fatto errori, ma definirlo idiota e cattivo è troppo. Vorrei vedervi a dirglielo in faccia.
La cosa ridicola è che, nonostante una caterva di errori, alcuni dei quali gravissimi (De Gregorio, per dirne una), ed una serie di politici a livello locale malfamati quanto e più di quelli del PD/PDL, gli stessi che accusano Veltroni sbavano per Di Pietro e l'IDV. Basta che uno parli alla pancia e voi appresso. Fate il paio con gli elettori di lega/pdl.
Certo che del PD e dell'opposizione fatta dal PD non sono contento, ma almeno cerco di mantenere uno straccio di onestà intellettuale.


Accolita di jene vallo a dire ai tuoi familiari, anche in un giorno dove tutta l'armata del PD dovrebbe per decenza tacere non tacete... 5 elezioni perse, un missile di un km di diametro sul per il sedere e bisogna pure trattare Water con i guanti ma vedi di andare a quel paese di corsa... Pecora dillo a tuo fratello, chiaro?
Una figura di mmmerda planetaria ed un cagasotto che prima se ne va in America facendoci dimenticare che esiste e prima la sinistra potra' avere una speranza di ripresa...

Ma la conosci la terapia del silenzio... l'onesta' intellettuale l'avresti stando in silenzio.... Veltroni non se n'e' andato SE NON SE NE ANDAVA LO LINCIAVANO.... ROSICONE.
Orientalista partenopeo - Mar Feb 17, 23:09:10
Oggetto:
max ha scritto:

Ma la conosci la terapia del silenzio... l'onesta' intellettuale l'avresti stando in silenzio.... Veltroni non se n'e' andato SE NON SE NE ANDAVA LO LINCIAVANO.... ROSICONE.

Max, ti ricordi questa oscenità di Veltroni?

Citazione:
Veltroni: "Veronica con noi nel Pd"

Mission impossible per Walter Veltroni che in un'intervista al settimanale "A" non lesina slanci visionari da leader del terzo millennio, e tra le file del nascente Pd dice di volere niente di meno che la moglie del suo "peggior nemico": Veronica Lario in Berlusconi. Il sindaco capitolino l'ha recentemente incontrata proprio a Roma e ne è rimasto entusiasta. "E' aperta e curiosa, una person rara", ha confidato il primo cittadino.

"L'ho incontrata in Campidoglio e mi sembra abbia due caratteristiche rare, entrambe utili a questo Paese: è open minded, curiosa e ha una grande autonomia intellettuale. Mi sembra una personalità di primissimo piano". Gatta ci cova e tra i due è nata una scintilla che potrebbe dare i suoi frutti politici proprio il 14 ottobre, data delle primarie. Una candidatura che, per ora, sembra avveniristica e quasi impossibile. Così si spiega il sindaco: "sarebbe bello disporre di un contesto dove Veronica Berlusconi possa dare un suo contributo. Tra l'altro, in questi anni, ho molto aprezzato la sua discrezione. In un mondo ossessionato dalla star system, è davvero una persona rara".
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Dobbiamo mostrare rispetto a un pagliaccio del genere?
hellies15 - Mar Feb 17, 23:25:47
Oggetto:
Guardate, io francamente non vedo cosa ci sia da gioire di questa dipartita di Veltroni. Di errori ne ha fatti, prima e all'inizio di questa legislatura, a mio giudizio. E mi sto riferendo alla riabilitazione del Nano-predellino, alla linea dialogante con il neo statista (che poi è sempre il Nano-predellino), alla linea soft sul lodo alfano.
Invece dp l'onda del dissenso studentesco, il Pd ha ripreso nuova linfa. Da quel momento, secondo me, la linea Veltroni non è stata affatto pessima. Ha attaccato Berlusconi su molti fronti, e soprattutto quelli economici. Non è certo una notizia che do io che Veltroni 2 settimane fa abbia definito Berlusconi "nemico della democrazia", e che da mesi va dicendo che il Nano ha l'idea secondo cui tutto ciò che contrasta col suo decisionismo va eliminato, congelato, k è un fastidio inutile.

Insomma, ripeto, a me l'ultima linea veltroniana non dispiaceva. Mi dispiaceva (e mi dispiace di più allo stato attuale) la linea di DP. Sta dimostrando (gg più di sempre) come il suo progetto politico non sia un csx riformista unito, bensì quello di mangiare più voti possibili al Pd. E quindi dimostra di avere un buon atteggiamento a breve termine (nel senso che ho quasi sempre condiviso le sue posizioni e le sue votazioni), ma un disegno politico assolutamente fallimentare a lungo termine. Ha ragione Fotogian (e, quando ancora c'era nel forum, anche Smart) che l'antiberlusconismo esasperato non paga, e che anzi è il risvolto del berlusconismo. Accanto ad esso (che cmq nn può essere eliminato, visto che il Nano ha un'idea proprietaria della politica) c'è bisogno di un'alternativa seria per il paese, che DP, di per sè, non da nemmeno lontanamente.

Tornando a Veltroni, egli sta pagando molte cose che a lui non possono essere in toto addebitate. Sta pagando un partito superdiviso su molti temi, super correntizio, senza un'identità, senza una seria piattaforma programmatica. Sinceramente non credo che nel Pd possa esserci un segretario alla Berlusconi che ha la bacchetta magica e asservisce tutti muovendola. Ecco xk ritengo che addebitare tutto a Veltroni, nonché alla classe dirigente del partito (franceschini, soro, finocchiaro, tonini, morando, ecc.), sia assolutamente sbagliato. Dire che Veltroni sia un inetto, un coglione, è secondo me ingiusto. E lo è ancora di più sperare che un partito come il Pd scompaglia. Di un partito come il Pd (solo un bel pò più di sinistra, e meno di centro; e che difendesse la costituzione non ha corrente alternata) l'Italia ha bisogno eccome. Il Pd è un progetto in cui spero che un futuro potrò ritrovarmi.
la tigre della malora - Mar Feb 17, 23:39:09
Oggetto:
hellies, però:

1) "Non è certo una notizia che do io che Veltroni 2 settimane fa abbia definito Berlusconi "nemico della democrazia", e che da mesi va dicendo che il Nano ha l'idea secondo cui tutto ciò che contrasta col suo decisionismo va eliminato, congelato, k è un fastidio inutile." S'è svegliato un po' tardi, il ragazzo.

2) "Ecco xk ritengo che addebitare tutto a Veltroni, nonché alla classe dirigente del partito (franceschini, soro, finocchiaro, tonini, morando, ecc.), sia assolutamente sbagliato." E a chi lo si deve addebitare? Appunto: A CASA il gruppo dirigente (e te lo dice uno che, ad esempio, la Finocchiaro l'ha stimata e l'annoscorso ha votato PD, e adesso ma non d'adesso se n'è pentito) e ricominciare da zero.

3) "Dire che Veltroni sia un inetto, un coglione, è secondo me ingiusto. E lo è ancora di più sperare che un partito come il Pd scompaglia. Di un partito come il Pd (solo un bel pò più di sinistra, e meno di centro; e che difendesse la costituzione non ha corrente alternata) l'Italia ha bisogno eccome." Vero in parte. Va bene: l'"estremismo" a Idv? Ok. La battaglia "moderata" al PD. Ma che battaglia sia.
gianbi - Mar Feb 17, 23:39:28
Oggetto:
Pazzesco. La sconfitta è terribile, d'accordo. Ma qui si sta arrivando davvero a straparlare. Dispiace che gli adepti piddini abbiano perso le staffe con dichiarazioni fuori luogo ed offensive. Sentirsi dare della pecora o della jena da chi ha malamente regalato l'italia al porco di arcore è patetico. Ma cosa rimane a chi - in buona fede o meno - ha davvero creduto in topogigio & friends? Soltanto l'amarezza di vedere un partito di furbetti, che si fa la guerra l'un l'altro per bieche opportunità di potere, arrivando a votare per salvare un mafioso dopo averne chiesto sottovoce le dimissioni. Oltre all'aggravante di non avere mai proposto un filo di opposizione. ma, del resto, perchè fare opposizione a chi ti pubblica libri, ti fa lavorare la moglie o ti passa un bel po di quattrini sottobanco? Mastella è stato il primo. Vedremo quanti usciranno allo scoperto ed andranno ad ingrandire le fila PDL.
Lasciamo sfogare queste persone. non gli rimane davvero altro che prendersela con chi - da anni - si sforza di spiegare con il buon senso e con concrete motivazioni i 2 pesi e 2 misure del piddì. Da un lato provo tenerezza. Deve essere dura vedere vacillare le poche certezze di cui si crede di disporre.
Orientalista partenopeo - Mar Feb 17, 23:42:21
Oggetto:
Caro Hellies,
non capisco perché l'essere propositivi debba necessariamente accompagnarsi a un atteggiamento accomodante nei confronti di Berlusconi. Si può essere ferocemente antiberlusconiani ed estremamente propositivi allo stesso tempo: non vedo la contraddizione.
Dire che l'antiberlusconismo non paghi, quando di antiberlusconismo se n'è visto pochissimo, mi sembra poco ancorato ai fatti. I fatti parlano di un crollo verticale di questo PD dialogante.
Anonymous - Mar Feb 17, 23:53:16
Oggetto:
hellies, attento che tra un pò finisci in croce pure tu. Laughing

il limite di veltroni che si era palesato ai tempi dei DS riguarda la gestione del partito. Occorre qualcuno che faccia sognare, come Veltroni, ma anche qualcuno che faccia il lavoro sporco, politico, di sintesi sulle varie posizioni, per incalzare sul piano locale i vari personaggi, come ha fatto Fassino. Il risultato dell'IDV dimostra che senza appoggi locali non si va lontano

Per quelli che bisticciano, cercheranno il cane pastore e le pecorelle del PD se non vogliono finire in bocca al lupo resteranno nel gregge

e questo significa berlusconizzare il PD, con il plauso di chi ha criticato in ogni modo sia Berlusconi per i suoi metodi che Veltroni

a chi ha votato Veltroni resta non solo il fatto che i partiti non sono cose personali, come ho sempre scritto, ma anche idee e programmi

chi lo critica non vede dove porterà tutto questo, qual è il progetto a lungo termine contro cui si batteva il buon Walter
Anonymous - Mar Feb 17, 23:58:05
Oggetto:
Citazione:
Orientalista partenopeo ha scritto:

Ma la conosci la terapia del silenzio... l'onesta' intellettuale l'avresti stando in silenzio.... Veltroni non se n'e' andato SE NON SE NE ANDAVA LO LINCIAVANO.... ROSICONE.

Max, ti ricordi questa oscenità di Veltroni?

Citazione:
Veltroni: "Veronica con noi nel Pd"

Mission impossible per Walter Veltroni che in un'intervista al settimanale "A" non lesina slanci visionari da leader del terzo millennio, e tra le file del nascente Pd dice di volere niente di meno che la moglie del suo "peggior nemico": Veronica Lario in Berlusconi. Il sindaco capitolino l'ha recentemente incontrata proprio a Roma e ne è rimasto entusiasta. "E' aperta e curiosa, una person rara", ha confidato il primo cittadino.

"L'ho incontrata in Campidoglio e mi sembra abbia due caratteristiche rare, entrambe utili a questo Paese: è open minded, curiosa e ha una grande autonomia intellettuale. Mi sembra una personalità di primissimo piano". Gatta ci cova e tra i due è nata una scintilla che potrebbe dare i suoi frutti politici proprio il 14 ottobre, data delle primarie. Una candidatura che, per ora, sembra avveniristica e quasi impossibile. Così si spiega il sindaco: "sarebbe bello disporre di un contesto dove Veronica Berlusconi possa dare un suo contributo. Tra l'altro, in questi anni, ho molto aprezzato la sua discrezione. In un mondo ossessionato dalla star system, è davvero una persona rara".
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Invitare la moglie di Berlusconi nel PD.... E noi dovremmo mostrare rispetto a un pagliaccio del genere?

Uno dei punti piu' bassi toccati da quella specie di clown.
Invece di pensare al partito pensava all'immagine... non e' in grado neppure di fare un comizio (alla manifestazione di Roma, persino gli sfegatati del PD hanno rischiato un colpo di sonno...) HA PERSO TUTTO, TUTTO.
Se n'e' andato perche' se non scappava gli mettevano una bomba sotto il culo.... amministrative, politiche, regionali, capitale, tutto.
E questo da una leadership FORTE, una leadership che si vantava dell'investitura popolare (benche' avvenuta con regole all'italiana...)
Cos'altro doveva succedergli per mollare, passare nel guinness dei primati, con la prossima tramva delle europee???

Citazione:
Invece dp l'onda del dissenso studentesco, il Pd ha ripreso nuova linfa. Da quel momento, secondo me, la linea Veltroni non è stata affatto pessima. Ha attaccato Berlusconi su molti fronti, e soprattutto quelli economici. Non è certo una notizia che do io che Veltroni 2 settimane fa abbia definito Berlusconi "nemico della democrazia", e che da mesi va dicendo che il Nano ha l'idea secondo cui tutto ciò che contrasta col suo decisionismo va eliminato, congelato, k è un fastidio inutile.


Hellies, era ormai troppo tardi. Le uova le aveva rotte gia' col "dialogo"... una bufala colossale... ha sfasciato tutto dandogli tanto ma tanto spazio e poi accorgendosi che forse non era la politica giusta...
In un momento cosi' delicato, con una crisi economica paurosa ed una crisi politica e di valori anche peggiore, un leader deve saper inviare i messaggi giusti e sopratutto cercare di costruire una vera coscienza da opposizione, non quel niente totale che si e' visto fin'ora (se le cose stessero diversamente il PD non avrebbe perso "appena" 10 punti in un anno...)

Citazione:
l'antiberlusconismo esasperato non paga, e che anzi è il risvolto del berlusconismo


Contrastare la cultura dell'arroganza, dell'egoismo e della paura e' un dovere anzi e' una politica in se', accettare lo stato di cose e limitarsi all'ordinaria amministrazione parlamentare (con i voti di scarto tra maggioranza ed opposizione sono curioso di sapere che opposizione parlamentare efficace si aspettava il PD...).
La verita' e' che la gente doveva essere,a parole, il cuore del PD.
Nella realta' dei fatti penso che se il PDL avesse votato una "legge per abolire l'opposizione", dell'assenza del partito di Veltoni non se ne sarebbe accorto nessuno.
Tufu - Mar Feb 17, 23:59:08
Oggetto:
Io non sono per nulla contento.
Veltroni diciamoci la verità era uno dei pochi che appoggiava l'alleanza con DP.

NOn oso pensare a cosa può succedere Rolling Eyes

Se subentrano i dalemiani è LA FINE.
Scaricheranno DP per rioattaccarsi ai comunisti, il che porterà inevitabilmente ad un PD relegato a fare la fine del vecchio PCI.
50 anni di opposizione col benestare del partito, in cambio di tangenti e in cambio di poltrone.
Con la differenza che con tutto il disprezzo che ho per la DC, ora c'è Berlusconi.

Veltroni come leader del PD non era così malvagio.
Anonymous - Mer Feb 18, 00:02:27
Oggetto:
bravo Tufu, hai capito dove si finisce...

ma se liquidano DP una buona parte del merito è suo... Veltroni ha sopportato un pò troppi calci negli stinchi da parte di DP
Orientalista partenopeo - Mer Feb 18, 00:06:58
Oggetto:
Tufu ha scritto:
Io non sono per nulla contento.
Veltroni diciamoci la verità era uno dei pochi che appoggiava l'alleanza con DP.

NOn oso pensare a cosa può succedere Rolling Eyes

Se subentrano i dalemiani è LA FINE.
Scaricheranno DP per rioattaccarsi ai comunisti, il che porterà inevitabilmente ad un PD relegato a fare la fine del vecchio PCI.
50 anni di opposizione col benestare del partito, in cambio di tangenti e in cambio di poltrone.
Con la differenza che con tutto il disprezzo che ho per la DC, ora c'è Berlusconi.

Veltroni come leader del PD non era così malvagio.


Veramente li vedo molto più bramosi di congiungersi carnalmente con l'UDC... Twisted Evil
E non so le idee di Veltroni al riguardo fossero molto diverse.
Tufu - Mer Feb 18, 00:17:33
Oggetto:
@ Fotogian.

Non c'entra nulla il comportamento di DP.
LO liquideranno, ma i dalemiani lo avrebbero liquidato a prescindere.

Se al posto di Veltroni ci fosse stato d'Alema non ci sarebbe mai stata la coalizione PD-IDV.

Veltroni e DP giocavano a fare cane e gatto in questo momento.

In questo "gioco" però Veltroni non si aspettava di perdere così tanti consensi. E invece...

Cmq, se scaricheranno DP sarà solo perché d'Alema & co. non lo vogliono a prescindere.

E non lo avrebbero preso a prescindere.

Cmq, se d'Alema sgancia DP, il PD rischia di affossarsi ancora di più...perché moltio "veltroniani" si perderanno, rischiano di spaccarsi ulteriormente.
Temo veramente che si stia facendo di tutto per regalare l'italia a berlusconi per 50 anni (grazie alla pozione della giovinezza).

@Orientalista
Forse Veltroni avrebbe gradito un alleanza con l'UDC, ma Veltroni avrebbe mantenuto anche i rapporti con DP. PD+UDC+IDV stavano cercando di creare. Veltroni cercava di far quadrare questo terzetto per poter vincere le elezioni.

Se subentra qualche d'alemiano mandano al diavolo sia IDV che UDC e tornano dai comunisti, per il semplice fatto che d'Alema è + comunista di Veltroni.
gianbi - Mer Feb 18, 00:27:57
Oggetto:
Molto interessante e realistica l'analisi di Piero Ricca e beppe grillo sulla crisi topogigio dell'ultimo post. Pienamente condivisibile.
Anonymous - Mer Feb 18, 00:34:42
Oggetto:
anch'io lo avrei liquidato da tempo, senza essere dalemiano perchè arcistufo dei suoi atteggiamenti e soprattutto perchè riesce fantasticamente a fare il gioco di Berlusconi che è quello di girare alla larga dagli argomenti scomodi e di concentrarsi su giustizia, intercettazioni e altre inutili amenità

Veltroni avrebbe dovuto mandare a quel paese DP e chi parlava di altri argomenti e martellare su altro... come farà probabilmente Bersani

Si sta facendo di tutto per ricostruire una bella DC, dopo che Berlusconi si sarà tolto di mezzo... a questo puntano tutti quelli che se la sono presa con Prodi e Veltroni, con l'inconsapevole complicità di tanti, che sognano cambiamenti epocali e un giorno si accorgeranno di essere finiti in mano a una nuova DC
Anonymous - Mer Feb 18, 00:37:27
Oggetto:
gianbi ha scritto:
Molto interessante e realistica l'analisi di Piero Ricca e beppe grillo sulla crisi topogigio dell'ultimo post. Pienamente condivisibile.


ma il compagno di merende di un serial killer ha almeno raccattato qualche voto con le sue liste civiche o al solito era solo fumo negli occhi?
sweepsy - Mer Feb 18, 00:41:00
Oggetto:
Un pò di rispetto per le persone no eh? Spari a zero su gente che a torto o a ragione cerca di alzare la voce, e non ha responsabilità istituzionali....
per me sei ridicolo..
Anonymous - Mer Feb 18, 00:45:54
Oggetto:
ridicolo è chi fa tanto casino per nulla (e tra l'altro ha fatto ben di peggio se è per questo)

io l'ho detto per tempo che dietro al fumo non c'era nessun arrosto e non mi pare di aver sbagliato previsione. Era come tirare un rigore a porta vuota, peraltro
Destrosio Al Magnesio - Mer Feb 18, 04:31:47
Oggetto:
M.me de Stael ha scritto:
Non mi piace scagliarmi contro chi perde. Per ora preferisco dedicare il mio pensiero a un essere umano che ha ritenuto di fare un gesto da galantuomo, rispettando etica ed estetica. Poi, per carità, il fatto che queste espressioni meglissimo sarebbe stato utilizzarle per fare, piuttosto che disfare è senz'altro discorso legato ad altra storia. Motivo che ha generato comunque le dimissioni.

Soffro per un pd che non ha referenti. Soffro molto di più per un pdl che come referente ha il peggiore dei mafiosi che l'italia possiede, pardon, che vanta.


Edit d'alema è una merda e anche vecchio. Preferirei non si candidasse. letta non mi ricordo più perché ma di recente ho perso qualunque stima nei suoi confronti. bersani potrebbe fare qualcosa, ma mi sembra troppo duttile


E' cosi' difficle postare da ubricachi, pero' quoto te madame e guy per un messaggio precendente al tuo....
Ok, d'accordo , va bene che uno si fa da parde ed e' difficile non stare dalla sua parte quando si ritiira...ma ti voglio ricordare che noi, anzi quelli del PD (che doveva essere il piu' grande partito d'italia), non avevano previsto di avere Walter come leader, che dopo Roma aveva detto se ne sarebbe andato in Africa....in Africa hai capito!!!....Ma a noi ci sarebbe bastata pure Ladispoli.

Ed invece no, lui da buon fratelllo minore di Silvio, ha creato il PD e l'ha comandato.

A me addirittura sembra surreale che si sia dimesso da leader del PD....ma come? ha avuto tante occasioni validissme per dimettersi, tra dissidi interni e elezioni fallite (prima su tutte le politiche del 2006), e ti dimetti ora per la Sardegna?
Dici , vabe' e' perche' ho perso pure le primarie a Firenze....ma li la storia e' un po' piu' complessa, anche se alla fine ha vinto il margheritino Renzi.

La verita' madame e guy e' che Weltroni se n'e' andato, e meno male che se n'e' andato....anche se non s'e' capito che faranno.....magari rientra dalla porta laterale, anche p'erche' sono molti gli uomini che lui ha messo dentro il PD e che mo lo andranno a cercare.


Boh...personalmente odio Veltroni, piu' di quanto odio il PD, che e' piu' di quanto odio D'Alema.......e si che odio parekkio D'Alema.


La verita' piu' elementare del mondo e' che Silvio perdera' soltanto quando morira'.....non ci libereremo mai piu' di Silvio...dobbiamo metterci l'anima in pace e aspettare che muoia. L'egemonia del PDL morira' con Silvio.

Dopo si apriranno spiragli.



Ps: Ripeto; Weltroni e' riuscito a sbagliare pure nel dimettersi.....si e' dimesso nel momento in cui a Mills davano 4 anni di galera. Se non e' Veltrusconi questo!!
zemmuonne - Mer Feb 18, 07:07:39
Oggetto:
max ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Dio mio che accolita di jene...
certo Veltroni ha fatto errori, ma definirlo idiota e cattivo è troppo. Vorrei vedervi a dirglielo in faccia.
La cosa ridicola è che, nonostante una caterva di errori, alcuni dei quali gravissimi (De Gregorio, per dirne una), ed una serie di politici a livello locale malfamati quanto e più di quelli del PD/PDL, gli stessi che accusano Veltroni sbavano per Di Pietro e l'IDV. Basta che uno parli alla pancia e voi appresso. Fate il paio con gli elettori di lega/pdl.
Certo che del PD e dell'opposizione fatta dal PD non sono contento, ma almeno cerco di mantenere uno straccio di onestà intellettuale.


Accolita di jene vallo a dire ai tuoi familiari, anche in un giorno dove tutta l'armata del PD dovrebbe per decenza tacere non tacete... 5 elezioni perse, un missile di un km di diametro sul per il sedere e bisogna pure trattare Water con i guanti ma vedi di andare a quel paese di corsa... Pecora dillo a tuo fratello, chiaro?
Una figura di mmmerda planetaria ed un cagasotto che prima se ne va in America facendoci dimenticare che esiste e prima la sinistra potra' avere una speranza di ripresa...

Ma la conosci la terapia del silenzio... l'onesta' intellettuale l'avresti stando in silenzio.... Veltroni non se n'e' andato SE NON SE NE ANDAVA LO LINCIAVANO.... ROSICONE.

Ringrazio per le care parole e rispedisco a te e famiglia, fratelli compresi. Accolita di jene lo ripeto a chi ha dato dell'idiota, nonchè cattivo, ad un uomo che si è appena dimesso, gesto in Italia rarissimo.
Poi, trovami dove ho chiamato qualcuno pecora. E vedi di abbassare i toni, non siamo in un bar padano.
zemmuonne - Mer Feb 18, 07:16:00
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:

Dobbiamo mostrare rispetto a un pagliaccio del genere?

Caro Orientalista, mi piacerebbe vedere lo stesso metro applicato, che so, alle torte in faccia Schifani/Di Pietro (per stare sul ridicolo), o agli errori politici di Di Pietro (che cito spesso, ma mai nessuno che mi risponda sul merito...). Come ha detto Zucconi, ci ha provato, non c'è riuscito, se n'è andato. Che bisogno c'è di continuare a lanciragli pietre lo sa solo chi lo fa. Per me è un comportamento osceno, degno più di senatori pdl che mangiano mortadella in senato che di cittadini. Un comportamento che qualifica.
E' tanto difficile da capire, senza ricevere, che so, insulti da distribuire alla famiglia da max?
hellies15 - Mer Feb 18, 08:19:29
Oggetto:
la tigre della malora ha scritto:
hellies, però:

1) "Non è certo una notizia che do io che Veltroni 2 settimane fa abbia definito Berlusconi "nemico della democrazia", e che da mesi va dicendo che il Nano ha l'idea secondo cui tutto ciò che contrasta col suo decisionismo va eliminato, congelato, k è un fastidio inutile." S'è svegliato un po' tardi, il ragazzo.

2) "Ecco xk ritengo che addebitare tutto a Veltroni, nonché alla classe dirigente del partito (franceschini, soro, finocchiaro, tonini, morando, ecc.), sia assolutamente sbagliato." E a chi lo si deve addebitare? Appunto: A CASA il gruppo dirigente (e te lo dice uno che, ad esempio, la Finocchiaro l'ha stimata e l'annoscorso ha votato PD, e adesso ma non d'adesso se n'è pentito) e ricominciare da zero.

3) "Dire che Veltroni sia un inetto, un coglione, è secondo me ingiusto. E lo è ancora di più sperare che un partito come il Pd scompaglia. Di un partito come il Pd (solo un bel pò più di sinistra, e meno di centro; e che difendesse la costituzione non ha corrente alternata) l'Italia ha bisogno eccome." Vero in parte. Va bene: l'"estremismo" a Idv? Ok. La battaglia "moderata" al PD. Ma che battaglia sia.


Ma il punto è ke x me ora se ne sta andando un gruppo dirigente ke aveva imparato la lezione, e aveva cominciato a fare opposizione. Voglio dire:cos'è l'opposizione? E' quella forza politica (costituita da uno o più partiti) che deve vigilare sull'operato della maggioranza, e proporsi cm alternativa di governo. Ora, secondo me al Pd all'inizio mancavano entrambe le cose, xk era troppo imbambolato nella speranza di cercare il dialogo con una persona che già normalmente è abituato a comandare...figuriamoci con una maggioranza schiacciante cos'altro avrebbe potuto fare. Poi, più o meno da novembre/dicembre il Pd ha cominciato invece a fare entrambe le cose. O meglio, non il Pd, ma appunto la dirigenza Veltroni. Xk poi dentro al partito c'è sempre stato qualcuno che ha remato contro, e che ha cercato ogni occasione buona per fare fuori Veltroni, che come peccato originario ha avuto quello di allearsi con l'IDV.
Dunque, quello che sto cercando di sostenere è che chiunque ora salga alla segreteria (a meno che non sia un giovane, e allora i risultati sarebbero imprevedibili) probabilmente non farebbe la stessa cosa. Anzi, se è un Dalemiano probabilmente cercherà di nuovo il dialogo col Nano, senza capire che il Nano co sto cazzo di dialogo li sta prendendo tutti per il sedere. Se sarà un Rutelliano, allora cercherà l'alleanza con Casini. Ergo, DP verrà in toto scaricato (non senza colpe, cm ho già detto nel mio primo intervento, ma verrà scaricato). Dunque (e qui mi ricollego all'intervento di Tufu) cosa c'è da gioire di questa dipartita? Forse tutti avremmo gioito se fosse accaduto qualche mese fa (FORSE), ma di certo non ora.

Allo stesso modo sperare nello scioglimento del Pd secondo me non è sensato. Cosa accadrebbe? Che i margheritini andrebbero all'uscio di Casini, alla ricerca del centro moderato perduto. I diessini in parte andranno con Dp, in parte chiameranno Ferrero, Vendola, Diliberto, e gli altri 100 comunisti leader di partito. E' questo che volete? La stra frantumazione della sinistra? Mah, fate voi...
Bruna - Mer Feb 18, 08:20:52
Oggetto:
C'è chi si ostina a ridurre tutto a: C'ha provato, non ci è riuscito, se n'è andato.

L'analisi politica di una sconfitta lunga un anno, in poche parole assolutorie. Quasi lui stesse, chessò, provando a fare un gioco...si,j have a dream, yes we can, se pò ffà! ma il gioco è stato fatto sulla pelle dei cittadini, quei milioni di italiani che hanno creduto che si potesse davvero fare, o che in alternativa si potesse, dopo, almeno resistere.

Un leader politico che ha sulle spalle (nessuno l'ha costretto)la responsabilità di rappresentare tutti quelli che nel suo progetto hanno creduto, ed ha fallito... deve, DEVE sopportare di prendersi anche le critiche pure feroci . L'umana pietas conta poco in politica, quando sbagli e per questi errori pagano i tuoi elettori.

Perchè sennò stai a vedere che tutto è lecito, tutto è scusabile, e coloro che pagano sono sempre coloro che non decidono.

A Veltroni è mancato il coraggio. Ora è legittimo chiedersi se questo sarebbe bastato, se il coraggio non gli apparteneva o se ha agito in malafede. Qualche sua estemporanea uscita del tipo "fuori i capibastone" dal partito, fa sospettare la seconda ipotesi. Comunque sia l'ha pagata a caro prezzo anche perchè, ripeto, le jene lui ce le aveva dentro lo stesso piddì.....e questo l'ha sempre saputo.
hellies15 - Mer Feb 18, 08:23:14
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
Caro Hellies,
non capisco perché l'essere propositivi debba necessariamente accompagnarsi a un atteggiamento accomodante nei confronti di Berlusconi. Si può essere ferocemente antiberlusconiani ed estremamente propositivi allo stesso tempo: non vedo la contraddizione.
Dire che l'antiberlusconismo non paghi, quando di antiberlusconismo se n'è visto pochissimo, mi sembra poco ancorato ai fatti. I fatti parlano di un crollo verticale di questo PD dialogante.


Ma io non ho detto questo. Si può essere sia antiberlusconiani che propostitivi. Anzi, si deve esserlo! Ma io ti chiedo: a parte i temi della giustizia e della sicurezza, in cosa è propositivo DP? L'IDV ha un piano economico autonomo? Un'idea del lavoro italiano? Della riforma degli armottizzatori sociali? Un piano ecologico per il paese? No, niente di tutto questo. Io l'ho sempre detto: l'IDV è un partito costola, cioè che deve sempre apparentarsi con un grande partito...che è per forza di cose il Pd! Meglio: il Pd veltroniano, che è l'unico che ha aperto la porta a Dp. La prossima amministrazione del Pd (vedrete) chiuderà i battenti da quella parte, mentre li spalancherà verso l'UDC (unione dei cattolici/condannati). Et voilà: la nuova Dc è servita.
Fortza Paris - Mer Feb 18, 08:48:02
Oggetto:
Su repubblica ci sono diversi articoli che definiscono bene la situazione italiana, siamo vicini alla dittatura, fatta senza armi vere, ma con molta tv, giornali e grazie ai dirigenti del pd. Ve li consiglio.
Tufu - Mer Feb 18, 09:46:09
Oggetto:
fotogian ha scritto:
anch'io lo avrei liquidato da tempo, senza essere dalemiano perchè arcistufo dei suoi atteggiamenti e soprattutto perchè riesce fantasticamente a fare il gioco di Berlusconi che è quello di girare alla larga dagli argomenti scomodi e di concentrarsi su giustizia, intercettazioni e altre inutili amenità


Su qst sai che non cit roviamo.
Come ho sempre sostenuto, saranno inutili amenita', ma sono amenita' che interessano fortemenete almeno ad un 4-5% dell'elettorato. Voti che noN PUOI e sottolineo NON PUOI perdere.

fotogian ha scritto:

Veltroni avrebbe dovuto mandare a quel paese DP e chi parlava di altri argomenti e martellare su altro... come farà probabilmente Bersani


E proprio questo il p.to. Senza DP che raccatta certi argomenti, chi li prende quei voti?

fotogian ha scritto:

Si sta facendo di tutto per ricostruire una bella DC, dopo che Berlusconi si sarà tolto di mezzo... a questo puntano tutti quelli che se la sono presa con Prodi e Veltroni, con l'inconsapevole complicità di tanti, che sognano cambiamenti epocali e un giorno si accorgeranno di essere finiti in mano a una nuova DC


Prodi ha fatto pena il governo piu' che la persona. Veltroni non mi e' dispiaciuto come capo di un partito di cui comunque non condivido molti atteggiamenti.
Cmq, hanno fatto di tutto per sbatterlo fuori Veltroni, dalemiani in primis.
|E ne pagheranno le conseuenze tutti voelnte o nolente.
Luca88 - Mer Feb 18, 09:49:41
Oggetto:
Veltroni è un genio. Per una volta si poteva far vedere all'Italia che Berusca è un corruttore, e invece si è parlato delle dimissioni. Un gasparrino d'oro a quel galantuomo di Water.
Tufu - Mer Feb 18, 09:51:44
Oggetto:
hellies15 ha scritto:


Ma io non ho detto questo. Si può essere sia antiberlusconiani che propostitivi. Anzi, si deve esserlo! Ma io ti chiedo: a parte i temi della giustizia e della sicurezza, in cosa è propositivo DP? L'IDV ha un piano economico autonomo? Un'idea del lavoro italiano? Della riforma degli armottizzatori sociali? Un piano ecologico per il paese? No, niente di tutto questo. Io l'ho sempre detto: l'IDV è un partito costola, cioè che deve sempre apparentarsi con un grande partito...che è per forza di cose il Pd! Meglio: il Pd veltroniano, che è l'unico che ha aperto la porta a Dp. La prossima amministrazione del Pd (vedrete) chiuderà i battenti da quella parte, mentre li spalancherà verso l'UDC (unione dei cattolici/condannati). Et voilà: la nuova Dc è servita.


Si' se subentra un Bersani temo finisca cosi'. Se subentra un d'Alema si finisce piu' verso i comunisiti.

Quello che secondo me cercava di fare Veltron i l'ho gia' detto, cercava di prendersi UDC tenendo buono DP.
E sarebbe stato un bel colpo elettorale andare alle elezioni con 3 partiti, 3 partiti cmq FORTI (nel senso non partitelli col 2%).

Ora non penso che questa alleanza a tre sia possibile.

Ma sbaglieranno. Col PD in crollo e IDV in crescita, mi duole dirlo, l'unco modo per vincere in un futuro era accaparrarsi Casini. Il PD da solo o pd+udc o anche pd+idv in qst momento non vanno da nessuna parte.
Senza contare che se viene fuori un alleanza pd+udc che esclude dp il pd rischia di perdere un sacco di altri voti ancora. E a quel p.to ci sara' un pdl col 40, un dp al 8, un udc 6-7 e un pd al 20, massimo 25 e sara' tutto inutile.

L'unica speranza e' che quando berlusconi se ne andra' inizino a litigare come degli idioti anche nel PDL. E dico anche perche' e' quello che ha fatto finora il pd al suo interno. Litigare come degli idioti.
Bruna - Mer Feb 18, 09:57:49
Oggetto:
Luca88 ha scritto:
Veltroni è un genio. Per una volta si poteva far vedere all'Italia che Berusca è un corruttore, e invece si è parlato delle dimissioni. Un gasparrino d'oro a quel galantuomo di Water.



Già, tempismo perfetto! Ma noi jene del forum (cit. Zemmuonne)non dobbiamo pensare male, non dobbiamo criticare, dobbiamo solo tacere e inchinarci di fronte al grande senso di responsabilità dimostrato da Veltroni. Perchè dopo un anno di sconfitte, comunque si è dimesso, il giorno era quello meno auspicabile (che 48 ore in più non avrebbero fatto la differenza), ma si e dimesso... Rolling Eyes

...e, ora...1 minuto di silenzio... Exclamation
sweepsy - Mer Feb 18, 10:40:48
Oggetto:
fotogian ha scritto:
ridicolo è chi fa tanto casino per nulla (e tra l'altro ha fatto ben di peggio se è per questo)

io l'ho detto per tempo che dietro al fumo non c'era nessun arrosto e non mi pare di aver sbagliato previsione. Era come tirare un rigore a porta vuota, peraltro


Uh... finalmente un pò di sana autocritica.......
ah...come dite? Non era riferito al pd? Mannaggia!

Comunque, scherzi a parte, io gradirei un pò di rispetto reciproco. Io sfotto per prima però dovremmo capire tutti che stiamo dalla stessa parte (o almeno spero) quindi ben vengano tutte le critiche a PD, DP (ma come ci siamo combinati con ste sigle???) e però evitiamo di insultarci tra di noi, poi ci meravigliamo che non riusciamo a vincere!
Anonymous - Mer Feb 18, 11:04:41
Oggetto:
mi dispiace, ma non stiamo affatto dalla stessa parte

il PD punta a costruire qualcosa e si riferisce a certi valori

se poi non ti piacciono pazienza e ti becchi Berlusconi

Grillo non punta a costruire nulla, ma a distruggere, ingannando i suoi ascoltatori e allontanandoli da qualsiasi progetto, amplificando la litigiosità e le divisioni

uno ti offre la crostata e l'altro la torta alla panna. Grillo ti offre qualche briciola convincendoti che è meglio vomitare sulle torte altrui

e in questa volontà distruttrice e spezzettatrice, è molto simile a Berlusconi, che non parla di un paese, non parla della scuola offrendo un'idea complessiva, ma punta sui particolari, il grembiule e il voto di condotta, perchè ha interesse a non far vedere il complesso, perchè un'idea complessiva non ce l'ha

e la partecipazione attiva al gioco al massacro non può portare a nulla di buono, ma solo a qualcosa + sgradevole con cui potrà prendersela. Fai fuori Veltroni e ti ritroverai Latorre con più potere, il ritorno ancora + forte delle tentazioni di ricostruire la DC e un PCI ideologicizzato e inutile

è questo l'obiettivo a cui puntano i conservatori italiani, le varie confidustrie e, volenti o no, anche Grillo e i suoi sostenitori

quindi non stiamo proprio dalla stessa parte e se avrai il coraggio di tirare un bilancio del grillismo tra qualche tempo scoprirai che nulla è cambiato e che si sono solo rafforzati i sostenitori della conservazione, i nipoti di Mussolini e di Andreotti

è questo a cui punta Grillo
Anonymous - Mer Feb 18, 11:26:16
Oggetto:
Tufu ha scritto:
fotogian ha scritto:
anch'io lo avrei liquidato da tempo, senza essere dalemiano perchè arcistufo dei suoi atteggiamenti e soprattutto perchè riesce fantasticamente a fare il gioco di Berlusconi che è quello di girare alla larga dagli argomenti scomodi e di concentrarsi su giustizia, intercettazioni e altre inutili amenità


Su qst sai che non cit roviamo.
Come ho sempre sostenuto, saranno inutili amenita', ma sono amenita' che interessano fortemenete almeno ad un 4-5% dell'elettorato. Voti che noN PUOI e sottolineo NON PUOI perdere.

fotogian ha scritto:

Veltroni avrebbe dovuto mandare a quel paese DP e chi parlava di altri argomenti e martellare su altro... come farà probabilmente Bersani


E proprio questo il p.to. Senza DP che raccatta certi argomenti, chi li prende quei voti?

fotogian ha scritto:

Si sta facendo di tutto per ricostruire una bella DC, dopo che Berlusconi si sarà tolto di mezzo... a questo puntano tutti quelli che se la sono presa con Prodi e Veltroni, con l'inconsapevole complicità di tanti, che sognano cambiamenti epocali e un giorno si accorgeranno di essere finiti in mano a una nuova DC


Prodi ha fatto pena il governo piu' che la persona. Veltroni non mi e' dispiaciuto come capo di un partito di cui comunque non condivido molti atteggiamenti.
Cmq, hanno fatto di tutto per sbatterlo fuori Veltroni, dalemiani in primis.
|E ne pagheranno le conseuenze tutti voelnte o nolente.


il 4-5% lo prendi lo stesso, perchè è un'Italia che detesta Berlusconi e salta sul carro del primo che gli offre un appiglio

ma a me non interessa se DP prende il 3% o il 9%, mi interessa qualcosa che produca un progetto diverso per governare l'Italia, non per occuparsi di faccende che interessano solo una piccola % di italiani.
I quali, poi, quando capiranno che DP non può dare loro quel che promette, lo abbandoneranno, come è successo tante volte nella storia dei piccoli partiti italiani

Nel frattempo però si demolisce chi vuole costruire qualcosa, aprendo la strada agli avversari di qualsiasi cambiamento e di qualsiasi progetto alternativo

Sul piano dei numeri, come dimostrano sia l'abruzzo che la sardegna, DP può guadagnare qualcosa ma la coalizione perde. Quindi è un bel suicidio... che mi importa che uno prenda certi voti se poi il progetto unitario ne perde molto di + ?

I dalemiani avranno fatto la loro parte, come tanti, DP in primis. E io spero che paghi perchè sono stufo e non da oggi, del suo modo sgradevole e conservatore di fare politica

La cosa + triste però è vedere gente che ha 20-30-40 anni che non riescono a immaginare uno straccio di futuro, che non capiscono che occorre un progetto anche a lunga scadenza, perchè un domani non ci sarà + Berlusconi, ma restera, rafforzata, solo la parte conservatrice, avendo pensato DP e altri a distruggere l'altra parte, senza offrire nulla in cambio, dicendo a gente di 20 anni che va in piazza che si deve perdere ogni speranza di cambiamento e di futuro

E' questa la cosa + insopportabile e triste che poi mi spinge a dire che è molto meglio stare alla larga da DP e ancor + da Grillo
Orientalista partenopeo - Mer Feb 18, 11:33:54
Oggetto:
fotogian ha scritto:


è questo l'obiettivo a cui puntano i conservatori italiani, le varie confidustrie e, volenti o no, anche Grillo e i suoi sostenitori

quindi non stiamo proprio dalla stessa parte e se avrai il coraggio di tirare un bilancio del grillismo tra qualche tempo scoprirai che nulla è cambiato e che si sono solo rafforzati i sostenitori della conservazione, i nipoti di Mussolini e di Andreotti

è questo a cui punta Grillo


La Confindustria ripone molta più fiducia in Bersani che in Grillo, mi sembra. Rolling Eyes
E riguardo ai nipotini di Andreotti, il PD ne è pieno.
Giacomo - Mer Feb 18, 11:51:11
Oggetto:
Citazione:
E' questa la cosa + insopportabile e triste che poi mi spinge a dire che è molto meglio stare alla larga da DP e ancor + da Grillo


A me invece fa senso vedere gente che continua a cercare scuse per il proprio fallimento.
sweepsy - Mer Feb 18, 11:56:50
Oggetto:
fotogian ha scritto:
mi dispiace, ma non stiamo affatto dalla stessa parte

il PD punta a costruire qualcosa e si riferisce a certi valori

se poi non ti piacciono pazienza e ti becchi Berlusconi

Grillo non punta a costruire nulla, ma a distruggere, ingannando i suoi ascoltatori e allontanandoli da qualsiasi progetto, amplificando la litigiosità e le divisioni

uno ti offre la crostata e l'altro la torta alla panna. Grillo ti offre qualche briciola convincendoti che è meglio vomitare sulle torte altrui

e in questa volontà distruttrice e spezzettatrice, è molto simile a Berlusconi, che non parla di un paese, non parla della scuola offrendo un'idea complessiva, ma punta sui particolari, il grembiule e il voto di condotta, perchè ha interesse a non far vedere il complesso, perchè un'idea complessiva non ce l'ha

e la partecipazione attiva al gioco al massacro non può portare a nulla di buono, ma solo a qualcosa + sgradevole con cui potrà prendersela. Fai fuori Veltroni e ti ritroverai Latorre con più potere, il ritorno ancora + forte delle tentazioni di ricostruire la DC e un PCI ideologicizzato e inutile

è questo l'obiettivo a cui puntano i conservatori italiani, le varie confidustrie e, volenti o no, anche Grillo e i suoi sostenitori

quindi non stiamo proprio dalla stessa parte e se avrai il coraggio di tirare un bilancio del grillismo tra qualche tempo scoprirai che nulla è cambiato e che si sono solo rafforzati i sostenitori della conservazione, i nipoti di Mussolini e di Andreotti

è questo a cui punta Grillo


Tua opinabilissima opinione. Del resto, ripeto, Grillo non è il capo del partito d'opposizione ( e detto tra noi fa meglio a stare dove sta, non ce lo vorrei proprio ). Mi rifiuto di prendere le difese di cui non ha bisogno.

Prendo solo atto del settarismo che alberga in certe teste piddine. Ora, tu potrai avere la tua opinione su Grillo, Di Pietro eccetera (a me frega nulla di entrambi dopotutto), ma mi rammarica sapere che consideri tutto ciò che non si adegua al tuo volere alla stregua del nulla, per non dire del dannoso. Mi sa di aristocratico, e di reverenziale nei confronti del potere. A me invece sembrano elementi validi e doverosi in un paese civile, in una cosiddetta democrazia. Li si può condividere o meno, ma hanno diritto ad esistere. Il trattamento che rivolgi a loro dovresti rivolgerlo a Berlusconi semmai, chè quello è il vero vulnus democratico di questo paese, che ci ha ridotto così, ma vedo che non t'interessa.
Giacomo - Mer Feb 18, 11:59:57
Oggetto:
E comunque, giusto per essere chiari. L'italia dei Valori ed il suo elettorato non hanno distrutto prorpio niente. Niente.

Tu credi che i Dipietristi Sardi abbiano votato Cappellacci?
Tu credi che i DiPietristi Fiorentini voteranno a Destra?

Eppure capppellacci ha vinto, e sicuramente il pdl vincerà anche a Firenze. Nonostante tutto il supporto che nei voti l'elettorato "manettaro" ha dato e darà al PD.
Non sono i nostri elettori ad andarsene nel partito della Libertà.
everywhere - Mer Feb 18, 12:04:51
Oggetto:
Ancora con sto grillo, ancora con sto di pietro...

Fotogian, ma secondo te in francia, in germania, negli stati uniti grillo e di pietro ci sono?

Se il partito democratico fosse diverso da quello che e', e cioe' se fosse un partito pieno di gente nuova e pulita, se non avesse problemi ENORMI con la questione morale, se non facesse l'occhietto a Berlusconi quando vuole mettere sotto scacco la magistratura, se non avesse Bassolino e la Jervolino che ancora non si sono dimessi ( la Jervolino forse si', manco me lo ricordo piu')...

Insomma, piantiamola... in una nazione normale Grillo non lo ascolterebbe davvero nessuno, e nanche di pietro... ma per il semplice fatto che non ce ne sarebbe bisogno....

Non e' che tutte le volte dobbiamo ricordarti PERCHE' non ci piace il pd... non e' che non siamo di sinistra (alcuni non lo sono, ma voterebbero comunque pd piuttosto che berlusconi)...

Ma se il pd e' quello che e'... la colpa non e' ne' di grillo ne' di di pietro..

tra l'altro grillo, tre anni fa, era contento della vittoria di prodi, ed era andato anche da lui a fargli delle proposte...

Te lo ricordi?
Orientalista partenopeo - Mer Feb 18, 12:12:41
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
max ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Dio mio che accolita di jene...
certo Veltroni ha fatto errori, ma definirlo idiota e cattivo è troppo. Vorrei vedervi a dirglielo in faccia.
La cosa ridicola è che, nonostante una caterva di errori, alcuni dei quali gravissimi (De Gregorio, per dirne una), ed una serie di politici a livello locale malfamati quanto e più di quelli del PD/PDL, gli stessi che accusano Veltroni sbavano per Di Pietro e l'IDV. Basta che uno parli alla pancia e voi appresso. Fate il paio con gli elettori di lega/pdl.
Certo che del PD e dell'opposizione fatta dal PD non sono contento, ma almeno cerco di mantenere uno straccio di onestà intellettuale.


Accolita di jene vallo a dire ai tuoi familiari, anche in un giorno dove tutta l'armata del PD dovrebbe per decenza tacere non tacete... 5 elezioni perse, un missile di un km di diametro sul per il sedere e bisogna pure trattare Water con i guanti ma vedi di andare a quel paese di corsa... Pecora dillo a tuo fratello, chiaro?
Una figura di mmmerda planetaria ed un cagasotto che prima se ne va in America facendoci dimenticare che esiste e prima la sinistra potra' avere una speranza di ripresa...

Ma la conosci la terapia del silenzio... l'onesta' intellettuale l'avresti stando in silenzio.... Veltroni non se n'e' andato SE NON SE NE ANDAVA LO LINCIAVANO.... ROSICONE.

Ringrazio per le care parole e rispedisco a te e famiglia, fratelli compresi. Accolita di jene lo ripeto a chi ha dato dell'idiota, nonchè cattivo, ad un uomo che si è appena dimesso, gesto in Italia rarissimo.
Poi, trovami dove ho chiamato qualcuno pecora. E vedi di abbassare i toni, non siamo in un bar padano.

A parte che Max non ha certo simpatie leghiste e non capisco quindi il riferimento al bar padano, a me sembra che commentare i fallimenti politici di Veltroni sia perfettamente legittimo. Chiamaci iene, se vuoi, ma rispedire l'offesa al mittente non è scorretto, mi sembra.
Estremamente infantile, poi, inveire contro i familiari di chi dissente dalle proprie opinioni. Mi ricorda un altro utente di questo forum, guarda caso anche lui piddino.
Orientalista partenopeo - Mer Feb 18, 12:28:14
Oggetto:
hellies15 ha scritto:

Ma io non ho detto questo. Si può essere sia antiberlusconiani che propostitivi. Anzi, si deve esserlo! Ma io ti chiedo: a parte i temi della giustizia e della sicurezza, in cosa è propositivo DP? L'IDV ha un piano economico autonomo? Un'idea del lavoro italiano? Della riforma degli armottizzatori sociali? Un piano ecologico per il paese? No, niente di tutto questo. Io l'ho sempre detto: l'IDV è un partito costola, cioè che deve sempre apparentarsi con un grande partito...che è per forza di cose il Pd! Meglio: il Pd veltroniano, che è l'unico che ha aperto la porta a Dp. La prossima amministrazione del Pd (vedrete) chiuderà i battenti da quella parte, mentre li spalancherà verso l'UDC (unione dei cattolici/condannati). Et voilà: la nuova Dc è servita.

Condivido alcuni tuoi dubbi: Di Pietro è molto forte su alcuni temi (anzi, è l'unico o quasi) mentre è debole e poco propositivo su altri. Dissento invece sul fatto che il PD pensato da Veltroni fosse così aperto a Di Pietro: l'alleanza era a puro scopo elettorale, per poi fagocitare l'IDV nel PD. Operazione maldestra e non riuscita.
Veltroni è l'uomo del dialogo con Silvio, quello che è arrivato a proporre a Veronica Lario di entrare nel PD. Vedi Di Pietro avanzare una proposta del genere? Se le cose stanno così, Tonino forever, per quanto mi riguarda.
virginia - Mer Feb 18, 12:33:19
Oggetto:
Giacomo ha scritto:
E comunque, giusto per essere chiari. L'italia dei Valori ed il suo elettorato non hanno distrutto prorpio niente. Niente.

Tu credi che i Dipietristi Sardi abbiano votato Cappellacci?
Tu credi che i DiPietristi Fiorentini voteranno a Destra?

Eppure capppellacci ha vinto, e sicuramente il pdl vincerà anche a Firenze. Nonostante tutto il supporto che nei voti l'elettorato "manettaro" ha dato e darà al PD.
Non sono i nostri elettori ad andarsene nel partito della Libertà.

Figurati... Di Pietro è venuto diverse volte e io che non lo amo particolarmente sono andata, obtorto collo, a sentirlo e sono rimasta colpita perchè DP chiedeva di votare Soru NON contro berlusconi, Ma perchè la politica di Soru, era un ottima politica , tutta indirizzata alla tutela dei pubblici interessi e non di quelli privati. Conosceva bene gli atti della giunta Soru e li ha citati tutti, ha dichiarato che su una politica così IDV sarebbe stata un alleato fedelissimo!
Quindi di che stiamo cianciando? diciamo per bene che una parte del PD vuole dipietro fuori dalle balle per fare la maialate in santa pace e ovviamente in questo senso UDC è garanzia di merda in abbondanza. Infatti in sardegna ha fatto un opposizione feroce a Soru su tutti i punti programmatici. Evil or Very Mad poi questi dell'UDC sono dei disgustosi che hanno un rapporto clientelare con la parte più becera della popolazione e si dotano di un potere contrattuale enorme perchè spostano queste mandrie di cerebrolesi dove vogliono.
Mentre l'elettorato di IDV a quel che ho potuto vedere è un elettorato serio e maturo, solo una sinistra irrimediabilmente berlusconizzata può definire manettari quelli che esigono che la legge sia uguale per tutti.
ma perchè non consultano gli elettori per sapere quali sono le alleanze che ritengono affini?
Anonymous - Mer Feb 18, 12:33:23
Oggetto:
sweepsy ha scritto:
Tua opinabilissima opinione. Del resto, ripeto, Grillo non è il capo del partito d'opposizione ( e detto tra noi fa meglio a stare dove sta, non ce lo vorrei proprio ). Mi rifiuto di prendere le difese di cui non ha bisogno.

Prendo solo atto del settarismo che alberga in certe teste piddine. Ora, tu potrai avere la tua opinione su Grillo, Di Pietro eccetera (a me frega nulla di entrambi dopotutto), ma mi rammarica sapere che consideri tutto ciò che non si adegua al tuo volere alla stregua del nulla, per non dire del dannoso. Mi sa di aristocratico, e di reverenziale nei confronti del potere. A me invece sembrano elementi validi e doverosi in un paese civile, in una cosiddetta democrazia. Li si può condividere o meno, ma hanno diritto ad esistere. Il trattamento che rivolgi a loro dovresti rivolgerlo a Berlusconi semmai, chè quello è il vero vulnus democratico di questo paese, che ci ha ridotto così, ma vedo che non t'interessa.


il mio volere non c'entra nulla e nemmeno Berlusconi...

Oliver Stone, intervistato prima della messa in onda di W., ha spiegato che Bush era un leader che sapeva solo immaginare politiche difensive, politiche contro qualcuno. Contro il terrorismo, anzitutto. Bush non proponeva nulla, non diceva agli americani "vi voglio dare questo e quello"

Di Pietro e Grillo fanno esattamente la stessa cosa. E anche Berlusconi

Magari proponessero qualcosa. Magari accettasse -Grillo- la sfida di Prodi quando gli ha portato le firme. Magari facesse un partito capace di confrontarsi con idee e voti.
E invece non lo fa perchè sa benissimo che si devono far vedere le carte, che il bluff non dura all'infinito, che l'elettore prima o poi tira le somme

Questa è la differenza. Qualcuno propone qualcosa. Non piace? pazienza. Nessuno è obbligato a votare il PD o qualsiasi altro partito.

Invece DP e Grillo non propongono, parlano di cose che non funzionano, dell'Italia contro cui combattere.
Forse DP pensa che sconfiggere Berlusconi sia la sua missione, per poi andare a fare il contadino in Molise. Ma esiste un'Italia che vivrà oltre Di Pietro e oltre Berlusconi e vorrebbe sapere da un politico cosa pensa di fare in vista del futuro, non solo nella giustizia

E la cosa triste è che ai ventenni si fa credere che non c'è alcun futuro. Che il gioco è solo combatterlo.
Costoro si troveranno un giorno a vivere in un'Italia senza Berlusconi ossessionati da
qualche orribile politico che ha spiegato loro che cosa non va. E cosa faranno? chi voteranno se non gli eredi di Berlusconi?

perchè questi orrendi politici avranno messo nella loro testa l'idea che si può solo distruggere, che si può solo vedere il nemico da combattere. Come ha fatto Bush.

Per cui voteranno per il Bush italiano del 2020... che non starà certo a sinistra
Giacomo - Mer Feb 18, 12:35:16
Oggetto:
Citazione:

quello che è arrivato a proporre a Veronica Lario di entrare nel PD. Vedi Di Pietro avanzare una proposta del genere?


Diamo a cesare quello che è di cesare. Quello in realtà fu un attacco velenoso ed insidiioso a Berlusconi. Credo che Berlusconi abbia sudato freddo in quel momento.
In pratica gli stava dicendo. "Veronica, divorzia da Silvio. Portagli via un sacco di soldi e fai crollare la sua immagine da uomo vincente. Anzi, magari racconta ai giornali chi è veramnente. Noi ti sosterremo e ti faremo diventare un personaggio pubblico e ti faremo uscire dall'ombra." Perchè Veronica Lario al nano bastardo lo tiene per le palle.
virginia - Mer Feb 18, 12:36:59
Oggetto:
Giacomo ha scritto:
Citazione:

quello che è arrivato a proporre a Veronica Lario di entrare nel PD. Vedi Di Pietro avanzare una proposta del genere?


Diamo a cesare quello che è di cesare. Quello in realtà fu un attacco velenoso ed insidiioso a Berlusconi. Credo che Berlusconi abbia sudato freddo in quel momento.
In pratica gli stava dicendo. "Veronica, divorzia da Silvio. Portagli via un sacco di soldi e fai crollare la sua immagine da uomo vincente. Anzi, magari racconta ai giornali chi è veramnente. Noi ti sosterremo e ti faremo diventare un personaggio pubblico e ti faremo uscire dall'ombra." Perchè Veronica Lario al nano bastardo lo tiene per le palle.

Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil
povero Uolter , perchè gli fai fare la figura del coglione in questo modo?
M.me de Stael - Mer Feb 18, 12:41:33
Oggetto:
E' che il veltro era l'unico che ancora non sapeva che la veronica era già entrata nel pd, o meglio il pd era già entrato dentro di lei Rolling Eyes Embarassed
Giacomo - Mer Feb 18, 12:42:48
Oggetto:
Citazione:

Qualcuno propone qualcosa.


Chi, il pd? Guarda che il PD non ha mai proposto niente. Vai in strada e chiedi alla gente qual è il programma del PD. Non ti sapranno rispondere. Se invece gli chiedi che cosa propone Di Pietro, ti risponderanno che è un "manettaro", che passa tutto il tempo a parlare di berlusconi, che è sempre dalla parte della magistratura... Perchè Di Pietro ha un identità. Perchè si propone al pubblico in maniera netta. Netta. Magari la gente non lo vota.. Ma lo conoscono.
Giacomo - Mer Feb 18, 12:49:12
Oggetto:
Uffa, non mi prendete in giro..... Embarassed Siete cattivi.

No però io dico sul serio.
Immaginate questo scenario. Veronica Lario divorzia da Berlusconi. Si porta una buona fettona dei suoi soldini, e mette nello scompliglio la sua macchina affaristica.
In più va sui giornali a raccontare tutte le magagne del nano. Ma non la roba politica, no questo alla gente non gli interessa. Si mette a raccontare le sue perversioni, la sua orrenda personalita domestica. e chi più ne ha più ne metta.
E magari si condida in politica in un partito opposto....

Sarebbe la fine del nano. La fine. Eh, peccato che sia solo un sogno.
Orientalista partenopeo - Mer Feb 18, 12:53:46
Oggetto:
fotogian ha scritto:

E la cosa triste è che ai ventenni si fa credere che non c'è alcun futuro.

La cosa triste è proporre, come hai fatto tu e come ha fatto quel coglione di Chiamparino, un'alleanza del PD con la Lega Nord. Oltre che ripugnante in sé, mi sembra il modo migliore per dare il definitivo colpo di grazia al PD. Gli elettori con un'identità di sinistra (quindi, non tu e Chiamparino) fuggirebbero a gambe levate, disgustati.
Uomo di sinistra, quale futuro proponi ai ventenni? Le ronde padane? La castrazione chirurgica? Devo continuare?
E meno male che i populisti sono Grillo e Di Pietro.
Trancer Fra - Mer Feb 18, 12:56:57
Oggetto:
ho sentito il discorso di Veltroni.... mi è piaciuto.... peccato che si trattava del discorso d'addio e non del discorso di insediazione... Neutral
Ainat - Mer Feb 18, 13:02:20
Oggetto:
Ma guarda, a parte la stronzata del PD del nord, che solo una join venture Chiamparino - Cacciari poteva produrre, a me Chiamparino è piaciuto quando ha fatto quella proposta sulle modalità di ausilio alla Fiat, non intermini di liquidità economica ma in termini di ordini di lavoro che lo Stato avrebbe fatto per cambiare il parco macchine con macchine più ecologiche per esempio. Un modo per legare indissolubilmente l'aiuto economico con il prodotto, quindi con il lavoro e la ricerca.
Ovviamente quando le pensavo bene poi non se li filano di striscio, per cui Pavlovamente traggono le conclusioni solite e tornano a rintanarsi.
Tufu - Mer Feb 18, 13:05:39
Oggetto:
fotogian ha scritto:

il 4-5% lo prendi lo stesso, perchè è un'Italia che detesta Berlusconi e salta sul carro del primo che gli offre un appiglio

ma a me non interessa se DP prende il 3% o il 9%, mi interessa qualcosa che produca un progetto diverso per governare l'Italia, non per occuparsi di faccende che interessano solo una piccola % di italiani.
I quali, poi, quando capiranno che DP non può dare loro quel che promette, lo abbandoneranno, come è successo tante volte nella storia dei piccoli partiti italiani

Nel frattempo però si demolisce chi vuole costruire qualcosa, aprendo la strada agli avversari di qualsiasi cambiamento e di qualsiasi progetto alternativo

Sul piano dei numeri, come dimostrano sia l'abruzzo che la sardegna, DP può guadagnare qualcosa ma la coalizione perde. Quindi è un bel suicidio... che mi importa che uno prenda certi voti se poi il progetto unitario ne perde molto di + ?

I dalemiani avranno fatto la loro parte, come tanti, DP in primis. E io spero che paghi perchè sono stufo e non da oggi, del suo modo sgradevole e conservatore di fare politica

La cosa + triste però è vedere gente che ha 20-30-40 anni che non riescono a immaginare uno straccio di futuro, che non capiscono che occorre un progetto anche a lunga scadenza, perchè un domani non ci sarà + Berlusconi, ma restera, rafforzata, solo la parte conservatrice, avendo pensato DP e altri a distruggere l'altra parte, senza offrire nulla in cambio, dicendo a gente di 20 anni che va in piazza che si deve perdere ogni speranza di cambiamento e di futuro

E' questa la cosa + insopportabile e triste che poi mi spinge a dire che è molto meglio stare alla larga da DP e ancor + da Grillo


Come immaginerai non sono d'accordo su niente.
Ritengo che se la coalizione ha perso la colpa sia dello stesso PD che ha mantenuto la politica ambigua del "dialoghiamo ma ti do del dittatore".
Ritengo che senza DP quella parte di elettorato non lo recuperi piu'.
E ritengo che senza DP il PD avrebbe perso comunque voti, visto che uno dei motivi forti di abruzzo e sardegna e' stato l'astensiosismo. Proprio per la delusione nei confronti del PD stesso.

E volente o nolente, se DP "ruba voti al PD", ruba dei voti che il PD ha perso in partenza. QUalcuno non vota, qualcuno vota DP. Senza dp non voterebbero tutti.

Qyuel 4-5% non lo recuperi, secondo quanti dipietristi-grillini-travaglisti voterebbero il PD senza DP?

E soprattutto c'e' la bega della SA, molti votarono alle politiche PD per togliersi Berlusconi,, ma ora si sono resi conto che non e' servito nemmeno quello. E torneranno a votare SA.
Cioe' rifondazione.

Non e' DP che ha rubato voti al PD, ribadisco. Il PD quei voti gli aveva gia' persi a prescindere, secondo me. DP non ha distrutto un fico secco, si sono distrutti da soli.
Ricordati, che all'interno di una coalizione possono esserci divergenze interne. Ma all'interno dello stesso partito delle divergenze come quelle del PD portano alla distruzione del partito stesso.
Anonymous - Mer Feb 18, 13:21:20
Oggetto:
everywhere ha scritto:
Ancora con sto grillo, ancora con sto di pietro...

Fotogian, ma secondo te in francia, in germania, negli stati uniti grillo e di pietro ci sono?

Se il partito democratico fosse diverso da quello che e', e cioe' se fosse un partito pieno di gente nuova e pulita, se non avesse problemi ENORMI con la questione morale, se non facesse l'occhietto a Berlusconi quando vuole mettere sotto scacco la magistratura, se non avesse Bassolino e la Jervolino che ancora non si sono dimessi ( la Jervolino forse si', manco me lo ricordo piu')...

Insomma, piantiamola... in una nazione normale Grillo non lo ascolterebbe davvero nessuno, e nanche di pietro... ma per il semplice fatto che non ce ne sarebbe bisogno....

Non e' che tutte le volte dobbiamo ricordarti PERCHE' non ci piace il pd... non e' che non siamo di sinistra (alcuni non lo sono, ma voterebbero comunque pd piuttosto che berlusconi)...

Ma se il pd e' quello che e'... la colpa non e' ne' di grillo ne' di di pietro..

tra l'altro grillo, tre anni fa, era contento della vittoria di prodi, ed era andato anche da lui a fargli delle proposte...

Te lo ricordi?


negli USA tanto per ricordare ci sono stati importanti politici indipendenti e determinanti per le elezioni presidenziali. Ross Perot e Ralph Nader, per esempio, senza i quali Clinton non sarebbe diventato presidente nè Bush

E questo perchè ovunque c'è il desiderio di qualcosa di diverso e alternativo, perchè la retorica del "sono tutti uguali" premia ovunque, specie nei momenti difficili

Però come succede anche in Italia, non hanno costruito nulla. Hanno solo distrutto.
Con i voti di Nader, Al Gore sarebbe diventato presidente e avrebbe fatto molto + del nulla di Nader, che non aveva nessuna speranza di arrivare alla Casa Bianca, e non avrebbe realizzato i disastri di Bush. Per cui possiamo dire tranquillamente che Nader è stato il peggior nemico dell'ambiente e dei temi sociali negli ultimi 8 anni negli USA, impedendo l'elezione di Gore

Così tante volte i neri non hanno votato e tanti non sono andati a votare, credendo indifferente il voto per i democratici o i repubblicani.
Fino a quando hanno capito che chi vinceva se la prendeva con loro e con i loro interessi, non era semplicemente neutro o non era un politico che si limitava a non rappresentarli. Li danneggiava.

C'è voluto Bush e i suoi disastri perchè molti americani si accorgessero che votare per un candidato, che magari non ti rappresenta, è meglio che no votare addatto e far vincere l'avversario che non ti rappresenta e ti danneggia

Hanno avuto il coraggio di tirare le conclusioni delle loro scelte "contro" e alla fine sono andati a votare per impedire che McCain continuasse a fare cose pessime

Io vorrei che Grillo o Di Pietro si mettessero davvero in gioco, proponendoci la loro idea di Italia. Poi chi è + convincente o + bravo vince. Se il PD perde, pazienza.

E questo è quello che ha detto Prodi dopo che Grillo gli ha portato le firme.
E' logico che se tu critichi qualcuno, dici che sono tutti uguali e usi termini dispregiativi non puoi pretendere che Prodi o altri si mettano al tuo servizio.
Magari anche solo perchè non condividono le tue proposte. Mentre è logico che ti dicano, come ha fatto Prodi, di dare corpo alle proprie idee, di fare una lista, un partito o quel che vuoi e di andare a cercare i voti della gente che si coinvolge nelle piazze

Grillo purtroppo invece di mettersi in gioco, continua a giocare a nascondino, perchè solo così può illudere chi lo ascolta e continuare per la sua strada.
La conferma dei fatti non la cerca mai, anzi la rifugge, non ha il coraggio di fare le liste, come Di Pietro non ha il coraggio di andare da solo.
Dice "noi siamo la sola opposizione"
Bravo e quindi datti da fare e pedala con le tue gambe

Non si comprende perchè resti attaccato al PD come una cozza allo scoglio. O meglio, si capisce...
Anonymous - Mer Feb 18, 13:24:38
Oggetto:
Ainat ha scritto:
Ma guarda, a parte la stronzata del PD del nord, che solo una join venture Chiamparino - Cacciari poteva produrre, a me Chiamparino è piaciuto quando ha fatto quella proposta sulle modalità di ausilio alla Fiat, non intermini di liquidità economica ma in termini di ordini di lavoro che lo Stato avrebbe fatto per cambiare il parco macchine con macchine più ecologiche per esempio. Un modo per legare indissolubilmente l'aiuto economico con il prodotto, quindi con il lavoro e la ricerca.
Ovviamente quando le pensavo bene poi non se li filano di striscio, per cui Pavlovamente traggono le conclusioni solite e tornano a rintanarsi.


l'idea vera non è quella di un partito del nord, ma di una federazione di territori al posto di una federazione di correnti
Anonymous - Mer Feb 18, 13:31:53
Oggetto:
Tufu ha scritto:
Come immaginerai non sono d'accordo su niente.
Ritengo che se la coalizione ha perso la colpa sia dello stesso PD che ha mantenuto la politica ambigua del "dialoghiamo ma ti do del dittatore".
Ritengo che senza DP quella parte di elettorato non lo recuperi piu'.
E ritengo che senza DP il PD avrebbe perso comunque voti, visto che uno dei motivi forti di abruzzo e sardegna e' stato l'astensiosismo. Proprio per la delusione nei confronti del PD stesso.

E volente o nolente, se DP "ruba voti al PD", ruba dei voti che il PD ha perso in partenza. QUalcuno non vota, qualcuno vota DP. Senza dp non voterebbero tutti.

Qyuel 4-5% non lo recuperi, secondo quanti dipietristi-grillini-travaglisti voterebbero il PD senza DP?

E soprattutto c'e' la bega della SA, molti votarono alle politiche PD per togliersi Berlusconi,, ma ora si sono resi conto che non e' servito nemmeno quello. E torneranno a votare SA.
Cioe' rifondazione.

Non e' DP che ha rubato voti al PD, ribadisco. Il PD quei voti gli aveva gia' persi a prescindere, secondo me. DP non ha distrutto un fico secco, si sono distrutti da soli.
Ricordati, che all'interno di una coalizione possono esserci divergenze interne. Ma all'interno dello stesso partito delle divergenze come quelle del PD portano alla distruzione del partito stesso.


io non credo che DP abbia rubato voti al PD e se anche lo ha fatto non mi interessa perchè non mi interessa se, in una coalizione, un partito ha il 30% e l'altro il 2% o se entrambi hanno il 16%

il punto è che si deve proporre un'idea di italia, l'italia che vogliamo e non fossilizzarci solo su un argomento o solo sulla lotta contro qualcuno che in futuro non ci sarà +, visto che non è un ragazzino

se DP continua a fare la politica attuale non si può fare altro che andare ognuno per la propria strada e lasciare che lui si prenda l'elettorato deluso, confuso ecc. mentre il PD si occuperà di chi vuol guardare al futuro, di chi vuole sentir parlare di altri argomenti e non solo di giustizia

e se, inoltre, DP non porta via nulla, non ha proprio nulla da temere dal fatto di andare da solo perchè non ci sono, se le cose stanno come dici tu, elettori contendibili: ognuno ha i suoi e se non si trova il modo di avere una strategia comune in tutti i sensi e non solo in un accordo elettorale debole, è meglio che ciascuno se ne vada per la sua strada
hellies15 - Mer Feb 18, 13:37:34
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
hellies15 ha scritto:

Ma io non ho detto questo. Si può essere sia antiberlusconiani che propostitivi. Anzi, si deve esserlo! Ma io ti chiedo: a parte i temi della giustizia e della sicurezza, in cosa è propositivo DP? L'IDV ha un piano economico autonomo? Un'idea del lavoro italiano? Della riforma degli armottizzatori sociali? Un piano ecologico per il paese? No, niente di tutto questo. Io l'ho sempre detto: l'IDV è un partito costola, cioè che deve sempre apparentarsi con un grande partito...che è per forza di cose il Pd! Meglio: il Pd veltroniano, che è l'unico che ha aperto la porta a Dp. La prossima amministrazione del Pd (vedrete) chiuderà i battenti da quella parte, mentre li spalancherà verso l'UDC (unione dei cattolici/condannati). Et voilà: la nuova Dc è servita.

Condivido alcuni tuoi dubbi: Di Pietro è molto forte su alcuni temi (anzi, è l'unico o quasi) mentre è debole e poco propositivo su altri. Dissento invece sul fatto che il PD pensato da Veltroni fosse così aperto a Di Pietro: l'alleanza era a puro scopo elettorale, per poi fagocitare l'IDV nel PD. Operazione maldestra e non riuscita.
Veltroni è l'uomo del dialogo con Silvio, quello che è arrivato a proporre a Veronica Lario di entrare nel PD. Vedi Di Pietro avanzare una proposta del genere? Se le cose stanno così, Tonino forever, per quanto mi riguarda.


Ok, vero, Veltroni di certo Dp non se lo sposerebbe. Ma attenzione, non dimentichiamo che così come lui si è portato appresso Dp per avere + voti, allo stesso modo Dp ha colto al volo l'occasione di questa alleanza per non rischiare di scomparire dal panorama politico. Quindi la cosa è reciproca. E durante questa alleanza entrambi hanno fatto di tutto per allontanarsi: in primis Veltroni formando il governo ombra senza nemmeno interpellare Dp; ma anche l'idv che si è rimangiata la promessa di fare gruppo unico col Pd. E via dicendo.
E' vero poi che allo stato attuale dell'alleanza con Dp rimangono le briciole, ma col nuovo segretario pure quelle briciole verranno spazzate via. Quindi, chi desidera un futuro Pd + Idv (e niente Udc) non dovrebbe affatto festeggiare per la caduta di Uolter. Non dico certe che dovrebbe inginocchiarsi e piangere, ma nemmeno urlare di gioia.

@ Tufu: io, francamente, un'alleanza con l'Udc non la vorrei nemmeno se fosse l'unico modo per vincere le elezioni. Sarebbe una nuova Dc a tutti gli effetti: il Pd è per il 40% ex margheritino; l'Udc è in toto ex dc, l'IDV è composta per 6/10 da ex dc.
E francamente non credo che Casini accetterebbe mai di stare in una coalizione con Dp.

Domanda per Fotogian: il tuo odio per Dp l'hai sempre palesato. Ma quindi tu preferiresti un'alleanza con l'Udc?
hellies15 - Mer Feb 18, 13:39:34
Oggetto:
Trancer Fra ha scritto:
ho sentito il discorso di Veltroni.... mi è piaciuto.... peccato che si trattava del discorso d'addio e non del discorso di insediazione... Neutral


Sì. E io ho sentito anche i commenti dei vari esponenti del Pd, ovviamente tutti a ringraziare Veltroni, bla bla...che ipocriti
Anonymous - Mer Feb 18, 13:40:37
Oggetto:
Per capire perchè Veltroni ha fallito, basta ascoltare questa frase che ha pronunciato oggi, nel suo discorso d'addio: "Basta con questa sinistra giustizialista".

A voi sembra che la sinistra attuale sia giustizialista?? A me tutto sembra, tranne che questo!

E poi, secondo voi, perché tutti quelli del PdL sono dispiaciuti per l'addio di Veltroni? Perchè perdono un avversario che ha sempra fatto opposizione dura oppure perché viene meno un leader "accomodante" e dialogante, che molto spesso ha fatto il gioco di Berlusconi?

E pensare che a me Veltroni è sempre piaciuto..
Anonymous - Mer Feb 18, 13:51:52
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
max ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Dio mio che accolita di jene...
certo Veltroni ha fatto errori, ma definirlo idiota e cattivo è troppo. Vorrei vedervi a dirglielo in faccia.
La cosa ridicola è che, nonostante una caterva di errori, alcuni dei quali gravissimi (De Gregorio, per dirne una), ed una serie di politici a livello locale malfamati quanto e più di quelli del PD/PDL, gli stessi che accusano Veltroni sbavano per Di Pietro e l'IDV. Basta che uno parli alla pancia e voi appresso. Fate il paio con gli elettori di lega/pdl.
Certo che del PD e dell'opposizione fatta dal PD non sono contento, ma almeno cerco di mantenere uno straccio di onestà intellettuale.


Accolita di jene vallo a dire ai tuoi familiari, anche in un giorno dove tutta l'armata del PD dovrebbe per decenza tacere non tacete... 5 elezioni perse, un missile di un km di diametro sul per il sedere e bisogna pure trattare Water con i guanti ma vedi di andare a quel paese di corsa... Pecora dillo a tuo fratello, chiaro?
Una figura di mmmerda planetaria ed un cagasotto che prima se ne va in America facendoci dimenticare che esiste e prima la sinistra potra' avere una speranza di ripresa...

Ma la conosci la terapia del silenzio... l'onesta' intellettuale l'avresti stando in silenzio.... Veltroni non se n'e' andato SE NON SE NE ANDAVA LO LINCIAVANO.... ROSICONE.

Ringrazio per le care parole e rispedisco a te e famiglia, fratelli compresi. Accolita di jene lo ripeto a chi ha dato dell'idiota, nonchè cattivo, ad un uomo che si è appena dimesso, gesto in Italia rarissimo.
Poi, trovami dove ho chiamato qualcuno pecora. E vedi di abbassare i toni, non siamo in un bar padano.


IO ABBASSARE I TONI????? Ma lo leggi con che immondizia ti sei ripresentato sul forum????? Abbi la dignità di tacere e non ci provare a cercare capri espiatori alternativi a quel cretino di Veltroni, UNO CHE E' SCAPPATO non si è dimesso.
Però ovviamente è più interessante scaricare su Max le proprie frustrazioni, piuttosto che guardare in faccia la realtà.
Veltroni merita solo un pò di compassione. Niente altro. E tu iene dillo a chi ti pare ma non ti permettere di rivolgerti più, nei miei confronti con quei toni.
Anonymous - Mer Feb 18, 13:52:33
Oggetto:
hellies15 ha scritto:

Domanda per Fotogian: il tuo odio per Dp l'hai sempre palesato. Ma quindi tu preferiresti un'alleanza con l'Udc?


io non odio DP in quanto tale. Lui mi lascia indifferente, ce ne sono tanti di DP in giro per l'Italia. Basta andare in un qualsiasi bar per incontrarne una mezza dozzina.

Il problema è il tipo di politica che si fa. Noi abbiamo bisogno di martellare l'italia parlando dei problemi che interessano gli italiani, dalla scuola ai problemi economici, al modo di porsi in Europa e nel mondo. I politici devono offrire una visione del futuro e proporre il modo per sfruttare le opportunità offerte

Il PD ha certe idee in proposito e è imbarazzante essere alleati con chi non ha uno straccio di idea e si concentra sulla sola demolizione dell'esistente, su una battaglia che non può essere eterna contro un nemico che non è eterno

Poi va bene chi ci sta, va bene chiunque condivide le stesse idee, chiunque sia disposto a fare un progetto comune, non importa se DP o UDC o altri, purchè ci si occupi di certi temi e non ci si fossilizzi solo su uno o due argomenti che interessano solo una piccola minoranza

se non facciamo capire le differenze, un domani ci sarà Fini, per esempio, che farà le stesse cose che sta facendo Berlusconi a proposito di scuola, extracomnunitari, economia eccetera e cosa gli si dirà? non gli si può dire che è disonesto, che fa politica per interesse personale, per salvare le sue aziende... sarà il trionfo della stessa politica di oggi e di quanti oggi non vedono oltre il proprio naso
Anonymous - Mer Feb 18, 13:54:16
Oggetto:
hellies15 ha scritto:
Trancer Fra ha scritto:
ho sentito il discorso di Veltroni.... mi è piaciuto.... peccato che si trattava del discorso d'addio e non del discorso di insediazione... Neutral


Sì. E io ho sentito anche i commenti dei vari esponenti del Pd, ovviamente tutti a ringraziare Veltroni, bla bla...che ipocriti


Con un lancio tanto "pomposo", delle liste PERSONALMENTE curate dal candidato presidente (ve lo ricordate per le politiche???) e tutte le stupidaggini sulla "novità" Water si prese tanta ma tanta responsabilità.
Se rischi grosso e perdi te ne vai. Subito. Non 3 sconfitte dopo.
Anonymous - Mer Feb 18, 14:01:33
Oggetto:
hellies15 ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
hellies15 ha scritto:

Ma io non ho detto questo. Si può essere sia antiberlusconiani che propostitivi. Anzi, si deve esserlo! Ma io ti chiedo: a parte i temi della giustizia e della sicurezza, in cosa è propositivo DP? L'IDV ha un piano economico autonomo? Un'idea del lavoro italiano? Della riforma degli armottizzatori sociali? Un piano ecologico per il paese? No, niente di tutto questo. Io l'ho sempre detto: l'IDV è un partito costola, cioè che deve sempre apparentarsi con un grande partito...che è per forza di cose il Pd! Meglio: il Pd veltroniano, che è l'unico che ha aperto la porta a Dp. La prossima amministrazione del Pd (vedrete) chiuderà i battenti da quella parte, mentre li spalancherà verso l'UDC (unione dei cattolici/condannati). Et voilà: la nuova Dc è servita.

Condivido alcuni tuoi dubbi: Di Pietro è molto forte su alcuni temi (anzi, è l'unico o quasi) mentre è debole e poco propositivo su altri. Dissento invece sul fatto che il PD pensato da Veltroni fosse così aperto a Di Pietro: l'alleanza era a puro scopo elettorale, per poi fagocitare l'IDV nel PD. Operazione maldestra e non riuscita.
Veltroni è l'uomo del dialogo con Silvio, quello che è arrivato a proporre a Veronica Lario di entrare nel PD. Vedi Di Pietro avanzare una proposta del genere? Se le cose stanno così, Tonino forever, per quanto mi riguarda.


Ok, vero, Veltroni di certo Dp non se lo sposerebbe. Ma attenzione, non dimentichiamo che così come lui si è portato appresso Dp per avere + voti, allo stesso modo Dp ha colto al volo l'occasione di questa alleanza per non rischiare di scomparire dal panorama politico. Quindi la cosa è reciproca. E durante questa alleanza entrambi hanno fatto di tutto per allontanarsi: in primis Veltroni formando il governo ombra senza nemmeno interpellare Dp; ma anche l'idv che si è rimangiata la promessa di fare gruppo unico col Pd. E via dicendo.
E' vero poi che allo stato attuale dell'alleanza con Dp rimangono le briciole, ma col nuovo segretario pure quelle briciole verranno spazzate via. Quindi, chi desidera un futuro Pd + Idv (e niente Udc) non dovrebbe affatto festeggiare per la caduta di Uolter. Non dico certe che dovrebbe inginocchiarsi e piangere, ma nemmeno urlare di gioia.


L'Udc è riuscito nell'impresa di fare l'ago della bilancia, ciò a cui appunto aspirava.
Ora il problema principale del PD è che se cerca una coalizione suicida con l'UDC mezzo partito se ne va (mi pare di capire che tutti i malumori sedati dall'illusione di una dirigenza unica siano riemersi in maniera più aggressiva e distruttiva che mai...) se cerca una sua ricollocazione a sinistra, un secondo Ulivo, si perde un pezzo (tra l'altro non è detto quanto consistente..) di ex Margherita: la verità? Il progetto del PD è miseramente fallito ed ora o propongono un PD 2.0 oppure è meglio che ognuno vada per la sua strada.
Non si costruisce un partito ignorando il proprio passato e facendo finta che certi problemi non esistano (a proposito, ma il PD al parlamento europeo, dove andrà a sedersi....????).
Giacomo - Mer Feb 18, 14:07:39
Oggetto:
Citazione:
Il problema è il tipo di politica che si fa. Noi abbiamo bisogno di martellare l'italia parlando dei problemi che interessano gli italiani, dalla scuola ai problemi economici, al modo di porsi in Europa e nel mondo. I politici devono offrire una visione del futuro e proporre il modo per sfruttare le opportunità offerte


E PERCHE' NON LO AVETE FATTO! COSA VE LO HA IMPEDITO? SI PUO' SAPERE, UNA VOLTA PER TUTTE, COSA VE LO HA IMPEDITO?

TI PREGO.... LA RISPOSTA "DI PIETRO" NON VALE


Se gli Italiani non conoscono il "mirabolante programma" del Pd, la colpa è solo vostra.
hellies15 - Mer Feb 18, 14:10:45
Oggetto:
fotogian ha scritto:
hellies15 ha scritto:

Domanda per Fotogian: il tuo odio per Dp l'hai sempre palesato. Ma quindi tu preferiresti un'alleanza con l'Udc?


io non odio DP in quanto tale. Lui mi lascia indifferente, ce ne sono tanti di DP in giro per l'Italia. Basta andare in un qualsiasi bar per incontrarne una mezza dozzina.

Il problema è il tipo di politica che si fa. Noi abbiamo bisogno di martellare l'italia parlando dei problemi che interessano gli italiani, dalla scuola ai problemi economici, al modo di porsi in Europa e nel mondo. I politici devono offrire una visione del futuro e proporre il modo per sfruttare le opportunità offerte

Il PD ha certe idee in proposito e è imbarazzante essere alleati con chi non ha uno straccio di idea e si concentra sulla sola demolizione dell'esistente, su una battaglia che non può essere eterna contro un nemico che non è eterno

Poi va bene chi ci sta, va bene chiunque condivide le stesse idee, chiunque sia disposto a fare un progetto comune, non importa se DP o UDC o altri, purchè ci si occupi di certi temi e non ci si fossilizzi solo su uno o due argomenti che interessano solo una piccola minoranza

se non facciamo capire le differenze, un domani ci sarà Fini, per esempio, che farà le stesse cose che sta facendo Berlusconi a proposito di scuola, extracomnunitari, economia eccetera e cosa gli si dirà? non gli si può dire che è disonesto, che fa politica per interesse personale, per salvare le sue aziende... sarà il trionfo della stessa politica di oggi e di quanti oggi non vedono oltre il proprio naso


Vabbè, ma mica è importante solo avere una visione per il futuro. Bisogna vedere anche quale visione si ha. L'UDC è un partito sostanzialmente conservatore; è l'ala di destra della Dc. E, soprattutto sui temi etici, non c'azzecca quasi nulla con l'elettore di sinistra.
Guarda, a me il comportamento di questi ultimi tempi di Casini non dispiace per nulla. Il punto è che ha delle idee politiche molto diverse dalle mie, anche da un punto di vista economico. Lui è convinto che la priorità sn le famiglie (con questa idea che bisogna far figli cm conigli, quando invece già siamo abbastanza), mentre io penso che siani i lavoratori.
Ecco, da questo punto di vista di piacerebbe un'alleanza con l'UDC?
hellies15 - Mer Feb 18, 14:21:23
Oggetto:
Leggete qua:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


La giornalista addirittura dice che Veltroni avrebbe "sibilato" (cm cazzo avrà fatto a sentire, nn s sa) a Bersani: è tutta colpa tua...e tra un pò ci scappa la rissa! L'ha scritto veramente!
Anonymous - Mer Feb 18, 14:24:16
Oggetto:
hellies15 ha scritto:

Vabbè, ma mica è importante solo avere una visione per il futuro. Bisogna vedere anche quale visione si ha. L'UDC è un partito sostanzialmente conservatore; è l'ala di destra della Dc. E, soprattutto sui temi etici, non c'azzecca quasi nulla con l'elettore di sinistra.
Guarda, a me il comportamento di questi ultimi tempi di Casini non dispiace per nulla. Il punto è che ha delle idee politiche molto diverse dalle mie, anche da un punto di vista economico. Lui è convinto che la priorità sn le famiglie (con questa idea che bisogna far figli cm conigli, quando invece già siamo abbastanza), mentre io penso che siani i lavoratori.
Ecco, da questo punto di vista di piacerebbe un'alleanza con l'UDC?


a proposito di famiglia, che non significa fare figli come conigli, ad Annozero Bersani ha parlato -discutendo della englaro- che si deve dare spazio alle famiglie nelle scelte. E non allo stato

su questi argomenti forse sarebbe meglio fare una legge raffazzonata con l'UDC +ttosto che lasciarla fare all'UDC in compagnia di gente ansiosa di far contento il Vaticano e prendersela con la sinistra, come succede con Sacconi

Poi un accordo va bene purchè sia tale e riguardi gli argomenti su cui c'è qualcosa da proporre, altrimenti cessa lo scopo per cui esiste il PD e andiamo a rimorchio di qualunque protesta come fanno Bertinotti e i suoi, nella speranza che ciò porti qualche voto

In questo momento un'alleanza con l'UDC, specie a livello locale, può essere utile per sconfiggere Berlusconi
hellies15 - Mer Feb 18, 14:32:39
Oggetto:
fotogian ha scritto:
hellies15 ha scritto:

Vabbè, ma mica è importante solo avere una visione per il futuro. Bisogna vedere anche quale visione si ha. L'UDC è un partito sostanzialmente conservatore; è l'ala di destra della Dc. E, soprattutto sui temi etici, non c'azzecca quasi nulla con l'elettore di sinistra.
Guarda, a me il comportamento di questi ultimi tempi di Casini non dispiace per nulla. Il punto è che ha delle idee politiche molto diverse dalle mie, anche da un punto di vista economico. Lui è convinto che la priorità sn le famiglie (con questa idea che bisogna far figli cm conigli, quando invece già siamo abbastanza), mentre io penso che siani i lavoratori.
Ecco, da questo punto di vista di piacerebbe un'alleanza con l'UDC?


a proposito di famiglia, che non significa fare figli come conigli, ad Annozero Bersani ha parlato -discutendo della englaro- che si deve dare spazio alle famiglie nelle scelte. E non allo stato

su questi argomenti forse sarebbe meglio fare una legge raffazzonata con l'UDC +ttosto che lasciarla fare all'UDC in compagnia di gente ansiosa di far contento il Vaticano e prendersela con la sinistra, come succede con Sacconi

Poi un accordo va bene purchè sia tale e riguardi gli argomenti su cui c'è qualcosa da proporre, altrimenti cessa lo scopo per cui esiste il PD e andiamo a rimorchio di qualunque protesta come fanno Bertinotti e i suoi, nella speranza che ciò porti qualche voto

In questo momento un'alleanza con l'UDC, specie a livello locale, può essere utile per sconfiggere Berlusconi


Ma io parlando di famiglia mi riferivo al lato economico, e non al testamento biologico. Su quello sn perfetta d'accordo con Bersani.

Cmq no: io un'alleanza con l'UDC non la farei mai.
hellies15 - Mer Feb 18, 14:43:23
Oggetto:
Fortza Paris ha scritto:
Su repubblica ci sono diversi articoli che definiscono bene la situazione italiana, siamo vicini alla dittatura, fatta senza armi vere, ma con molta tv, giornali e grazie ai dirigenti del pd. Ve li consiglio.


Hai ragione. Vi segnalo questo di Ezio Mauro che condivido in toto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

M.me de Stael - Mer Feb 18, 16:02:40
Oggetto:
E io vi segnalo
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
. Non fateci caso che nel titolo c'è scritto "parla"
Anonymous - Mer Feb 18, 16:07:17
Oggetto:
M.me de Stael ha scritto:
E io vi segnalo
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
. Non fateci caso che nel titolo c'è scritto "parla"


Cosa ti abbiamo fatti di male.. Smile si posta un'intervista a quel microcefalo senza neppure un disclaimer prima??????? Razz E se l'avesse letta un bambino??? Cosa poteva succedergli???
BimboGigi - Mer Feb 18, 16:20:57
Oggetto:
hellies15 ha scritto:
Fortza Paris ha scritto:
Su repubblica ci sono diversi articoli che definiscono bene la situazione italiana, siamo vicini alla dittatura, fatta senza armi vere, ma con molta tv, giornali e grazie ai dirigenti del pd. Ve li consiglio.


Hai ragione. Vi segnalo questo di Ezio Mauro che condivido in toto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ho letto solo il primo periodo e già parte malissimo mistificando la realtà:
Citazione:
Il Partito democratico è senza un Capo, nel momento in cui Berlusconi si riconferma leader incontrastato della destra, anzi padrone del Paese, che tiene ormai in mano come una "cosa" di sua proprietà, tra gli applausi degli italiani. Il risultato della Sardegna era atteso come un test nazionale e ha funzionato proprio in questo senso, rivelando la presa sul Paese di questa destra, che vince anche mentre attacca il Capo dello Stato, rinnega la Costituzione, offre un patto al ribasso alla Chiesa e non riesce ad affrontare la crisi economica. L'Italia sta con Berlusconi. E come conseguenza, il Pd va in frantumi.


Peccato che:
1) Il PDL in sardegna ha perso molti voti rispetto alle politiche, una fetta di voti confrontabile con quelli persi dal PD
2) L'elezione in sardegna ha avuto una affluenza bassa quindi la "maggioranza" emersa non è neanche veramente rappresentativa degli italiani che al contrario si dimostrano sempre più disgustati dalle proposte politiche
3) Non è affatto corretto affermare - come viene fatto - che SICCOME "l'italia sta con Berlusconi" (affermazione infondata per quanto detto sopra) ALLORA il povero PD va male, è tutto il contrario: siccome il PD fa schifo ed è CONNIVENTE con Berlusconi il PD non viene più votato e la conseguenza è che i (pochi) voti che rimangono favoriscono Berlusconi. Esattamente l'opposto del rapporto di causa-effetto stabilito da Ezio Mauro.
adam - Mer Feb 18, 16:23:45
Oggetto:
scusa cosi sarò di sicuro molto "stupido" facendoti questa domanda
ma se l'italia non sta con berlusconi con chi sta? io questo mi domando se tutti lo odiano, se la maggior parte si lamenta ogni giorno del suo lavoro, mi dite chi caspita l'ha votato? io no perche ero minorenne ancora quindi..
hellies15 - Mer Feb 18, 16:34:54
Oggetto:
BimboGigi ha scritto:
hellies15 ha scritto:
Fortza Paris ha scritto:
Su repubblica ci sono diversi articoli che definiscono bene la situazione italiana, siamo vicini alla dittatura, fatta senza armi vere, ma con molta tv, giornali e grazie ai dirigenti del pd. Ve li consiglio.


Hai ragione. Vi segnalo questo di Ezio Mauro che condivido in toto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ho letto solo il primo periodo e già parte malissimo mistificando la realtà:
Citazione:
Il Partito democratico è senza un Capo, nel momento in cui Berlusconi si riconferma leader incontrastato della destra, anzi padrone del Paese, che tiene ormai in mano come una "cosa" di sua proprietà, tra gli applausi degli italiani. Il risultato della Sardegna era atteso come un test nazionale e ha funzionato proprio in questo senso, rivelando la presa sul Paese di questa destra, che vince anche mentre attacca il Capo dello Stato, rinnega la Costituzione, offre un patto al ribasso alla Chiesa e non riesce ad affrontare la crisi economica. L'Italia sta con Berlusconi. E come conseguenza, il Pd va in frantumi.


Peccato che:
1) Il PDL in sardegna ha perso molti voti rispetto alle politiche, una fetta di voti confrontabile con quelli persi dal PD
2) L'elezione in sardegna ha avuto una affluenza bassa quindi la "maggioranza" emersa non è neanche veramente rappresentativa degli italiani che al contrario si dimostrano sempre più disgustati dalle proposte politiche
3) Non è affatto corretto affermare - come viene fatto - che SICCOME "l'italia sta con Berlusconi" (affermazione infondata per quanto detto sopra) ALLORA il povero PD va male, è tutto il contrario: siccome il PD fa schifo ed è CONNIVENTE con Berlusconi il PD non viene più votato e la conseguenza è che i (pochi) voti che rimangono favoriscono Berlusconi. Esattamente l'opposto del rapporto di causa-effetto stabilito da Ezio Mauro.


1) E cos'avrebbe detto di sbagliato Mauro? Lui ha scritto che il cdx vince, e non che vince con un'affluenza alle elezioni pari al passato. Che caspita c'entra la tua contestazione? Il PDL ha vinto? Sì. punto.
2) E' rappresentativa per il semplice fatto che ha vinto il PDL. E' questa la democrazia. Anche se alle elezioni italiani votasse il 10% dell'elettorato, ed il 7% andasse al PDL, per il PD sarebbe un disastro. Così come vi è stato un calo di affluenze per il PDL, il calo è stato proporzionale (e quindi maggiore) per il PD. Ed anzi i voti ai candidati e alle coalizioni dimostrano proprio quello che dico io (e Mauro): Soru ha preso il 43%, l'intera coalizione il 38,5%; invece Cappellacci ha preso il 52%, e la coalizione di csx il 56%. E' accaduto l'esatto opposto dunque: a sinistra è stato premiato il candidato, e non il Pd; a destra è stato premiato il PDL, e meno il candidato.
3) Solo su questa sono parzialmente d'accordo. Quello che Mauro intende affermare è che sicuramente lo strapotere del PDL (sorto non solo per i demerito veltroniani, ma per gli scandali giudiziari caduti a pioggia sul PD) ha logorato un PD appena nato e molto instabile. Non voleva certo sovvertire l'ordine causa-effetto.
Tufu - Mer Feb 18, 16:35:28
Oggetto:
fotogian ha scritto:

io non credo che DP abbia rubato voti al PD e se anche lo ha fatto non mi interessa perchè non mi interessa se, in una coalizione, un partito ha il 30% e l'altro il 2% o se entrambi hanno il 16%

il punto è che si deve proporre un'idea di italia, l'italia che vogliamo e non fossilizzarci solo su un argomento o solo sulla lotta contro qualcuno che in futuro non ci sarà +, visto che non è un ragazzino

se DP continua a fare la politica attuale non si può fare altro che andare ognuno per la propria strada e lasciare che lui si prenda l'elettorato deluso, confuso ecc. mentre il PD si occuperà di chi vuol guardare al futuro, di chi vuole sentir parlare di altri argomenti e non solo di giustizia

e se, inoltre, DP non porta via nulla, non ha proprio nulla da temere dal fatto di andare da solo perchè non ci sono, se le cose stanno come dici tu, elettori contendibili: ognuno ha i suoi e se non si trova il modo di avere una strategia comune in tutti i sensi e non solo in un accordo elettorale debole, è meglio che ciascuno se ne vada per la sua strada


DP porta via voti al PD, ma non alla coalizione in se.
Se va da solo farà magari un po' meno...ma cmq il p.to focale è...anch'io sarei d'accordo per un ognuno per la sua strada.

Ma bisogna anche trovare il giusto compromesso tra alleanze e idee: qualcuna è indispensabile se si vuole battere Berlusconi, altrimenti se tutti si va da soli ci si relega all'opposizione e da lì volente o nolente non puoi essere particolarmente propositivo.

Giusto compromesso intendo: un partito da solo le elezioni le perdi, 150 partiti con mastella e dini le elezioni le vinci ma ti trovi nell'impossibilità di governare.

In realtà se non ci fosse un criminale conclamato dall'altra parte sarei più favorevole ad un "ognuno per la sua strada". Ma soprattutto, oltre al fatto che è un criminale, ha uno strapotere che volente o nolente NESSUNO, ne il PD ne tantomeno DP può battere da solo.

Tiene insieme una coalizione appiccicata più del PD, ma le diversità di là non escono o non le fanno uscire. Questa è la grossa differenza ed è questo che ultimamente avvantaggia partiti come DP o PDL stesso.

Non si può avere un partito che ogni giorno in tv parla una persona con idee diverse.
Fate un assemblea, stabilite la posizione di partito generale su un argomento ma poi ponetevi uniti.
E purtroppo questo il PD non è mai riuscito a farlo, sebbene Veltroni in quanto Veltroni ci abbia provato.
Anonymous - Mer Feb 18, 16:36:50
Oggetto:
hellies15 ha scritto:


Ma io parlando di famiglia mi riferivo al lato economico, e non al testamento biologico. Su quello sn perfetta d'accordo con Bersani.

Cmq no: io un'alleanza con l'UDC non la farei mai.


Perchè non faresti l'accordo con l'UDC? io a livello locale lo farei non fosse altro che per tenere il centrodestra lontano da comuni, province e regioni

sul lato economico è difficile fare qualunque cosa, perchè calcolare il coefficiente famigliare come predica l'UDC significa in concreto aumentare le imposte a carico di è single o comunque trovare altre vie per aumentare le entrate, se non vuoi fare solo una politica di annunci con 20 euro una tantum

e poi sappiamo che conta di + avere l'asilo +ttosto che qualche soldo in + in busta-paga e sugli asili si finisce per fare i conti con le scelte e le capacità degli enti locali che sono diversissime anche solo all'interno della stessa provincia

tra l'altro su questo argomento il vecchio governo di centrosinistra aveva messo in progetto una riforma ampia di assegni famigliari, ecc. perchè adesso ci sono molti abusi e aiuti di vario genere che si sovrappongono a favore di alcuni, + bravi o + generosi ad erogarli e a scapito di altri che magari non hanno le capacità oppure hanno le casse comunali vuote

a proposito di abusi: negli USA quando hanno inserito l'obbligo di mettere nella dichiarazione dei redditi una sorta di codice fiscale per godere degli assegni famigliari, sono scomparsi all'improvviso un paio di milioni di figli evidentemente dichiarati come figli a carico da entrambi i genitori

in italia qualcuno controllerà che non succeda lo stesso? o si controllerà che un divorzio è solo finto così puoi non pagare l'ICI sulla casa al mare? o che l'assegno versato da un genitore sia dichiarato dall'altro?
Tufu - Mer Feb 18, 16:38:41
Oggetto:
hellies15 ha scritto:

1) E cos'avrebbe detto di sbagliato Mauro? Lui ha scritto che il cdx vince, e non che vince con un'affluenza alle elezioni pari al passato. Che caspita c'entra la tua contestazione? Il PDL ha vinto? Sì. punto.
2) E' rappresentativa per il semplice fatto che ha vinto il PDL. E' questa la democrazia. Anche se alle elezioni italiani votasse il 10% dell'elettorato, ed il 7% andasse al PDL, per il PD sarebbe un disastro. Così come vi è stato un calo di affluenze per il PDL, il calo è stato proporzionale (e quindi maggiore) per il PD. Ed anzi i voti ai candidati e alle coalizioni dimostrano proprio quello che dico io (e Mauro): Soru ha preso il 43%, l'intera coalizione il 38,5%; invece Cappellacci ha preso il 52%, e la coalizione di csx il 56%. E' accaduto l'esatto opposto dunque: a sinistra è stato premiato il candidato, e non il Pd; a destra è stato premiato il PDL, e meno il candidato.
3) Solo su questa sono parzialmente d'accordo. Quello che Mauro intende affermare è che sicuramente lo strapotere del PDL (sorto non solo per i demerito veltroniani, ma per gli scandali giudiziari caduti a pioggia sul PD) ha logorato un PD appena nato e molto instabile. Non voleva certo sovvertire l'ordine causa-effetto.


C'è da dire che in Sardegna hanno avuto parecchio effetto liste di indipendentisti e/o mai sentiti che stavano nel cdx. Hellies tu hai un link con i finali definitivi delle elezioni sarde?
Ste - Mer Feb 18, 16:40:32
Oggetto:
adam ha scritto:
scusa cosi sarò di sicuro molto "stupido" facendoti questa domanda
ma se l'italia non sta con berlusconi con chi sta? io questo mi domando se tutti lo odiano, se la maggior parte si lamenta ogni giorno del suo lavoro, mi dite chi caspita l'ha votato? io no perche ero minorenne ancora quindi..


Attento agli effetti ottici... prendi ad esempio le ultime elezioni politiche: c'è stata un'affluenza dell'80% circa e il Pdl ha preso circa il 40%.
Questo significa. a spanne, che su 10 persone con diritto di voto, hanno votato in 8, e di queste 3 hanno votato per il Pdl.

Se vuoi fare una stima del numero di "berlusconiani irriducibili", 3 italiani su 10 è un limite superiore.
Se ne incontri pochi è per il semplice fatto che sono, si, tanti,... ma comunque una minoranza.
Anonymous - Mer Feb 18, 16:49:50
Oggetto:
Tufu ha scritto:

DP porta via voti al PD, ma non alla coalizione in se.
Se va da solo farà magari un po' meno...ma cmq il p.to focale è...anch'io sarei d'accordo per un ognuno per la sua strada.

Ma bisogna anche trovare il giusto compromesso tra alleanze e idee: qualcuna è indispensabile se si vuole battere Berlusconi, altrimenti se tutti si va da soli ci si relega all'opposizione e da lì volente o nolente non puoi essere particolarmente propositivo.

Giusto compromesso intendo: un partito da solo le elezioni le perdi, 150 partiti con mastella e dini le elezioni le vinci ma ti trovi nell'impossibilità di governare.

In realtà se non ci fosse un criminale conclamato dall'altra parte sarei più favorevole ad un "ognuno per la sua strada". Ma soprattutto, oltre al fatto che è un criminale, ha uno strapotere che volente o nolente NESSUNO, ne il PD ne tantomeno DP può battere da solo.

Tiene insieme una coalizione appiccicata più del PD, ma le diversità di là non escono o non le fanno uscire. Questa è la grossa differenza ed è questo che ultimamente avvantaggia partiti come DP o PDL stesso.

Non si può avere un partito che ogni giorno in tv parla una persona con idee diverse.
Fate un assemblea, stabilite la posizione di partito generale su un argomento ma poi ponetevi uniti.
E purtroppo questo il PD non è mai riuscito a farlo, sebbene Veltroni in quanto Veltroni ci abbia provato.


E' inutile parlare con una voce sola e poi allearsi con qualcuno che si distingue facendo diventare 2 le voci dell'alleanza e prestandosi -magari senza volerlo- alle tattiche di Berlusconi per allontanare la discussione da certi argomenti

Veltroni avrebbe dovuto, in tante circostanze, dire: lodo alfano? e che mi importa, è una faccenda che non ci riguarda, perchè noi ci occupiamo prima di tutto di altro. Dopo che ce ne siamo occupati e dopo che avremo espresso le nostre idee agli italiani, se volete parliamo anche del lodo alfano

Il solo modo per farlo capire a quelli di sinistra, che hanno iniziato il gioco al massacro un minuto dopo aver visto i risultati elettorali, è sbatterli fuori dal parlamento, con la speranza che capiscano la lezione e si ripresentino con intenzioni diverse

Di Pietro sta facendo lo stesso con la sua retorica sulla vera opposizione (concetto senza senso), con l'adesione alle follie populiste di qualcuno, con gli attacchi a destra e a manca. Tutte sparate che aiutano moltissimo Berlusconi e non tengono in alcuna considerazione che la politica si fa anche dove non c'è Berlusconi, cioè a livello locale e si farà anche dopo Berlusconi, che non è eterno
Tufu - Mer Feb 18, 16:59:44
Oggetto:
fotogian ha scritto:

E' inutile parlare con una voce sola e poi allearsi con qualcuno che si distingue facendo diventare 2 le voci dell'alleanza e prestandosi -magari senza volerlo- alle tattiche di Berlusconi per allontanare la discussione da certi argomenti

Veltroni avrebbe dovuto, in tante circostanze, dire: lodo alfano? e che mi importa, è una faccenda che non ci riguarda, perchè noi ci occupiamo prima di tutto di altro. Dopo che ce ne siamo occupati e dopo che avremo espresso le nostre idee agli italiani, se volete parliamo anche del lodo alfano

Il solo modo per farlo capire a quelli di sinistra, che hanno iniziato il gioco al massacro un minuto dopo aver visto i risultati elettorali, è sbatterli fuori dal parlamento, con la speranza che capiscano la lezione e si ripresentino con intenzioni diverse

Di Pietro sta facendo lo stesso con la sua retorica sulla vera opposizione (concetto senza senso), con l'adesione alle follie populiste di qualcuno, con gli attacchi a destra e a manca. Tutte sparate che aiutano moltissimo Berlusconi e non tengono in alcuna considerazione che la politica si fa anche dove non c'è Berlusconi, cioè a livello locale e si farà anche dopo Berlusconi, che non è eterno


Ma è giusto che DP difenda il suo elettorato, ovvero quelli che se lo votano vogliano che si batta sul lodo alfano inanzitutto. perchè il PD si sarebbe dovuto occupare solo di altro?

Cmq, invece sbagli, mi riferisco alla prima riga.

Se il tuo alleato ha un idea diversa da te gli elettori capiscono. Se tu al tuo interno hai una lotta con idee diametralmente opposte (emblematico il caso Eluana dove sono uscite tutte le diversità del PD) l'elettorato percepisce e si chiede. Ma questi, se non sono nemmeno d'accordo tra di loro, come fanno a governare come partito?

DP per il fatto che ha una specie di dittatura interna NON ha questo problema.
E nel governo Prodi ha dimostrato di saper stare ad un governo anche se c'erano delle idee decisamente opposte alle sue (indulto su tutti). Ma DP è un altro partito.

Sono le divergenze interne che l'elettorato percepisce male.

Il PDL è una cozzaglia forse peggiore del PD. Ma vuoi perché sono più attaccati ai soldi, vuoi perché hanno un capo carismatico, vuoi perché non lo so espongono tutti la stessa posizione.
Questa non significa che c'è l'abbiano tutti uguale. Ma non le mostrano le diversità trovano il compromesso PRIMA di andare in tv (o seguono il capo e stop). E questo conta tantissimo.

La gente si sta sempre più rendendo conto che nel PDL sono uniti, nel PD sono divisi.
E così non si vincerà mai un cazzo, ne con DP, ne con Casini e tra poco nemmeno se metti insieme tutti i partiti esclusi PDL e Lega.
adam - Mer Feb 18, 17:05:42
Oggetto:
Ste ha scritto:
adam ha scritto:
scusa cosi sarò di sicuro molto "stupido" facendoti questa domanda
ma se l'italia non sta con berlusconi con chi sta? io questo mi domando se tutti lo odiano, se la maggior parte si lamenta ogni giorno del suo lavoro, mi dite chi caspita l'ha votato? io no perche ero minorenne ancora quindi..


Attento agli effetti ottici... prendi ad esempio le ultime elezioni politiche: c'è stata un'affluenza dell'80% circa e il Pdl ha preso circa il 40%.
Questo significa. a spanne, che su 10 persone con diritto di voto, hanno votato in 8, e di queste 3 hanno votato per il Pdl.

Se vuoi fare una stima del numero di "berlusconiani irriducibili", 3 italiani su 10 è un limite superiore.
Se ne incontri pochi è per il semplice fatto che sono, si, tanti,... ma comunque una minoranza.


ok ci sono però è vero quello che dice ezio mauro(se nn sbaglio l'articolo è il suo) l'italia come la maggior parte delle potenze europee è governato dalla destra...
BimboGigi - Mer Feb 18, 17:10:28
Oggetto:
hellies15 ha scritto:
BimboGigi ha scritto:
hellies15 ha scritto:
Fortza Paris ha scritto:
Su repubblica ci sono diversi articoli che definiscono bene la situazione italiana, siamo vicini alla dittatura, fatta senza armi vere, ma con molta tv, giornali e grazie ai dirigenti del pd. Ve li consiglio.


Hai ragione. Vi segnalo questo di Ezio Mauro che condivido in toto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ho letto solo il primo periodo e già parte malissimo mistificando la realtà:
Citazione:
Il Partito democratico è senza un Capo, nel momento in cui Berlusconi si riconferma leader incontrastato della destra, anzi padrone del Paese, che tiene ormai in mano come una "cosa" di sua proprietà, tra gli applausi degli italiani. Il risultato della Sardegna era atteso come un test nazionale e ha funzionato proprio in questo senso, rivelando la presa sul Paese di questa destra, che vince anche mentre attacca il Capo dello Stato, rinnega la Costituzione, offre un patto al ribasso alla Chiesa e non riesce ad affrontare la crisi economica. L'Italia sta con Berlusconi. E come conseguenza, il Pd va in frantumi.


Peccato che:
1) Il PDL in sardegna ha perso molti voti rispetto alle politiche, una fetta di voti confrontabile con quelli persi dal PD
2) L'elezione in sardegna ha avuto una affluenza bassa quindi la "maggioranza" emersa non è neanche veramente rappresentativa degli italiani che al contrario si dimostrano sempre più disgustati dalle proposte politiche
3) Non è affatto corretto affermare - come viene fatto - che SICCOME "l'italia sta con Berlusconi" (affermazione infondata per quanto detto sopra) ALLORA il povero PD va male, è tutto il contrario: siccome il PD fa schifo ed è CONNIVENTE con Berlusconi il PD non viene più votato e la conseguenza è che i (pochi) voti che rimangono favoriscono Berlusconi. Esattamente l'opposto del rapporto di causa-effetto stabilito da Ezio Mauro.


1) E cos'avrebbe detto di sbagliato Mauro? Lui ha scritto che il cdx vince, e non che vince con un'affluenza alle elezioni pari al passato. Che caspita c'entra la tua contestazione? Il PDL ha vinto? Sì. punto.
2) E' rappresentativa per il semplice fatto che ha vinto il PDL. E' questa la democrazia. Anche se alle elezioni italiani votasse il 10% dell'elettorato, ed il 7% andasse al PDL, per il PD sarebbe un disastro. Così come vi è stato un calo di affluenze per il PDL, il calo è stato proporzionale (e quindi maggiore) per il PD. Ed anzi i voti ai candidati e alle coalizioni dimostrano proprio quello che dico io (e Mauro): Soru ha preso il 43%, l'intera coalizione il 38,5%; invece Cappellacci ha preso il 52%, e la coalizione di csx il 56%. E' accaduto l'esatto opposto dunque: a sinistra è stato premiato il candidato, e non il Pd; a destra è stato premiato il PDL, e meno il candidato.
3) Solo su questa sono parzialmente d'accordo. Quello che Mauro intende affermare è che sicuramente lo strapotere del PDL (sorto non solo per i demerito veltroniani, ma per gli scandali giudiziari caduti a pioggia sul PD) ha logorato un PD appena nato e molto instabile. Non voleva certo sovvertire l'ordine causa-effetto.


1) E no, Mauro dice proprio che "l'italia sta con Berlusconi", e lo desume da un voto in una singola regione, con scarsa affluenza alle urne e dove il PDL perde voti quanto il PD, non ti sembra un po' tirata per i capelli?
2) Si ma io stavo contestando il fondamento della tesi di Mauro che da quel voto desume che i problemi del PD sono legati al successo del PDL
3) Ma anche prima degli scandali giudiziari era evidente che il PD era contiguo al PDL proprio dall'atteggiamento che il partito ha assunto immediatamente dopo le elezioni, io e le persone che conosco e hanno votato PD non ci abbiamo messo molto a capire di aver fatto un errore madornale a votarlo, e questo molto prima degli scandali giudiziari. Lo "strapotere del PDL" è una conseguenza del fatto che non ha e non ha mai avuto una opposizione.
Giacomo - Mer Feb 18, 17:10:43
Oggetto:
Citazione:

E' inutile parlare con una voce sola e poi allearsi con qualcuno che si distingue facendo diventare 2 le voci dell'alleanza e prestandosi -magari senza volerlo- alle tattiche di Berlusconi per allontanare la discussione da certi argomenti


Falla finita di mentire. Falla finita!

Non mi piace accusare la gente di menzogna, ma mi ci tiri per i capelli.
La "discussione" caro il mio amico militante, va sempre su quei temi perchè il PD non ha mai proposto nessun TEMA. Niente di niente.
Un bel titolone di Giornale del tipo "il pd propone..." Cosa? Niente. Non avete mai proposto niente. Avete solo fatto opposizione. E pure male.
Perchè NON lo avete fatto. Vuoi rispondere SI o NO?
BimboGigi - Mer Feb 18, 17:16:33
Oggetto:
adam ha scritto:
scusa cosi sarò di sicuro molto "stupido" facendoti questa domanda
ma se l'italia non sta con berlusconi con chi sta? io questo mi domando se tutti lo odiano, se la maggior parte si lamenta ogni giorno del suo lavoro, mi dite chi caspita l'ha votato? io no perche ero minorenne ancora quindi..


Alle ultime elezioni Berlusconi ha preso 17 milioni di voti su 47 aventi diritto pari al 36% del corpo elettorale, il 64% degli aventi diritto non lo ha votato.
adam - Mer Feb 18, 17:19:55
Oggetto:
si ma intanto c'e lo ritroviamo al gorverno ok il 64% non ha votato è allora scusa la presunzione ma se non hai votato è come se avessi acconsentito alla sua vittoria...
Anonymous - Mer Feb 18, 17:28:31
Oggetto:
Tufu ha scritto:
Ma è giusto che DP difenda il suo elettorato, ovvero quelli che se lo votano vogliano che si batta sul lodo alfano inanzitutto. perchè il PD si sarebbe dovuto occupare solo di altro?

Cmq, invece sbagli, mi riferisco alla prima riga.

Se il tuo alleato ha un idea diversa da te gli elettori capiscono. Se tu al tuo interno hai una lotta con idee diametralmente opposte (emblematico il caso Eluana dove sono uscite tutte le diversità del PD) l'elettorato percepisce e si chiede. Ma questi, se non sono nemmeno d'accordo tra di loro, come fanno a governare come partito?

DP per il fatto che ha una specie di dittatura interna NON ha questo problema.
E nel governo Prodi ha dimostrato di saper stare ad un governo anche se c'erano delle idee decisamente opposte alle sue (indulto su tutti). Ma DP è un altro partito.

Sono le divergenze interne che l'elettorato percepisce male.

Il PDL è una cozzaglia forse peggiore del PD. Ma vuoi perché sono più attaccati ai soldi, vuoi perché hanno un capo carismatico, vuoi perché non lo so espongono tutti la stessa posizione.
Questa non significa che c'è l'abbiano tutti uguale. Ma non le mostrano le diversità trovano il compromesso PRIMA di andare in tv (o seguono il capo e stop). E questo conta tantissimo.

La gente si sta sempre più rendendo conto che nel PDL sono uniti, nel PD sono divisi.
E così non si vincerà mai un cazzo, ne con DP, ne con Casini e tra poco nemmeno se metti insieme tutti i partiti esclusi PDL e Lega.


l'elettorato percepisce male le divergenze non solo all'interno di un partito ma anche di una coalizione. E si può anche spiegare all'elettorato che le divergenze sono normali in partiti democratici, mentre sono meno normali quando si fanno accordi con altri partiti;

specie poi se questi partiti cavalcano una protesta che calpesta tutto ciò in cui credi, come è successo con gli insulti regati anche al Presidente della Repubblica da Grillo o palesi falsità di non essere all'altezza

poi c'è un tempo per parlare di lodo alfano e uno per altre cose. E il tempo che devi dedicare dipende anche dall'interesse degli elettori. Se non ti occupi di un certo argomento, l'elettore si domanda perchè ti ha eletto

se un governo si occupa solo ed esclusivamente di giustizia, come sta accadendo, non lo fa per regalare punti a DP, ma per allontanare l'attenzione da altri temi scottanti.

Se DP non si accorge dell'anomali e continua imperterrito a occuparsi solo di giustizia, o lo fa in buona fede, e sbaglia a non dedicare tempo ad altri temi, con l'effetto di indebolire i tuoi alleati, oppure lo fa volutamente, sapendo che i suoi alleati verranno danneggiati

In ogni caso ci sarà un giorno in cui Berlusconi non ci sarà + e quindi DP dovrà fare i conti sia con politiche costruire ad hoc per un nemico nel frattempo uscito di scena, sia col fatto che, per quanto possa opporsi e urlare, per altri 4 anni non raccoglierà nulla in tema di giustizia e la gente che lo vota lo capirà e si chiederà a che è servito votarlo, sia infine col fatto che si governa anche a livello locale, dove non conta la giustizia e i temi cari a DP

Pe rcui mi sembra che DP sia molto miope e temo che prima o poi pagherà il prezzo di questa miopia, riuscendo nel frattempo a fare un bel danno ai suoi alleati
Ste - Mer Feb 18, 17:29:43
Oggetto:
adam ha scritto:
Ste ha scritto:
adam ha scritto:
scusa cosi sarò di sicuro molto "stupido" facendoti questa domanda
ma se l'italia non sta con berlusconi con chi sta? io questo mi domando se tutti lo odiano, se la maggior parte si lamenta ogni giorno del suo lavoro, mi dite chi caspita l'ha votato? io no perche ero minorenne ancora quindi..


Attento agli effetti ottici... prendi ad esempio le ultime elezioni politiche: c'è stata un'affluenza dell'80% circa e il Pdl ha preso circa il 40%.
Questo significa. a spanne, che su 10 persone con diritto di voto, hanno votato in 8, e di queste 3 hanno votato per il Pdl.

Se vuoi fare una stima del numero di "berlusconiani irriducibili", 3 italiani su 10 è un limite superiore.
Se ne incontri pochi è per il semplice fatto che sono, si, tanti,... ma comunque una minoranza.


ok ci sono però è vero quello che dice ezio mauro(se nn sbaglio l'articolo è il suo) l'italia come la maggior parte delle potenze europee è governato dalla destra...


Si, ma una cosa è chi è al governo, altra cosa è con chi stanno i cittadini... quello non lo capisci guardando chi ha vinto, ma facendo du' conti.
Se lo deduci guardando chi ha vinto, rischi di credere di essere accerchiato da sostenitori del governante... e magari di non capire per quale
motivo, pur essendo accerchiato, non ne vedi uno...
adam - Mer Feb 18, 17:31:22
Oggetto:
e tu credi che in italia, tornando in tema il PD o l' IDV sia con i cittadini?
Giacomo - Mer Feb 18, 17:42:03
Oggetto:
Citazione:

se un governo si occupa solo ed esclusivamente di giustizia, come sta accadendo, non lo fa per regalare punti a DP, ma per allontanare l'attenzione da altri temi scottanti.


Pum. Un altra palla
BimboGigi - Mer Feb 18, 17:47:31
Oggetto:
adam ha scritto:
si ma intanto c'e lo ritroviamo al gorverno ok il 64% non ha votato è allora scusa la presunzione ma se non hai votato è come se avessi acconsentito alla sua vittoria...


Il 64% non ha votato Berlusconi. A non aver votato affatto è il 20%.
Non votare affatto non vuol dire che ti sta bene qualsiasi risultato, anzi di solito vuol dire che qualunque risultato ti scontenta e non ti senti rappresentato da nessuno.
BimboGigi - Mer Feb 18, 17:50:12
Oggetto:
Giacomo ha scritto:
Citazione:

se un governo si occupa solo ed esclusivamente di giustizia, come sta accadendo, non lo fa per regalare punti a DP, ma per allontanare l'attenzione da altri temi scottanti.


Pum. Un altra palla


L'ipotesi che lo faccia perchè rappresenta una casta di delinquenti e vuole tutelarla mettendo le mani sulla giustizia ed intralciandola è stata già scartata?
adam - Mer Feb 18, 17:50:19
Oggetto:
quindi il resto dei voti (44%) se li sono divisi PD e IDV? e non vincevano col 44% se il PDL ha solo il 36%?
Ste - Mer Feb 18, 18:05:15
Oggetto:
adam ha scritto:
e tu credi che in italia, tornando in tema il PD o l' IDV sia con i cittadini?


Io credo che in Italia sia la politica che noi cittadini siamo un po' lontani dalla realtà, anche perché ci siamo disabituati a fare ragionamenti
come quello che abbiamo appena fatto, e invece ci siamo abituati a valutare le cose a sensazione, o a tendenza... cosa che tutti i politici
sanno bene e che i politici di estrazione markettingara lo sanno ancora meglio.

Su IDV e PD... boh... sono entrambi partiti, e nessuno dei due è un partito obbligatorio (anche se a qualche piddino piacerebbe).. quindi per
forza sono vicini ai cittadini... sono fatti da cittadini. Semmai ci può essere distanza tra i cittadini alla base del partito e quelli assurti ( Laughing ) al
vertice... cosa che soprattutto nel PD mi sembra evidente, anche se fare un paragone tra IDV e PD da questo punto di vista sarebbe improprio
perché un partito piccolo fa meno fatica a limitare quella distanza.
BimboGigi - Mer Feb 18, 18:06:56
Oggetto:
adam ha scritto:
quindi il resto dei voti (44%) se li sono divisi PD e IDV? e non vincevano col 44% se il PDL ha solo il 36%?


PD e IdV hanno preso 13.5 milioni di voti su 47 (29%) il resto gli altri partiti (UdC, Sinistra arcobaleno, Fiamma) e il 20% l'astensione. Vedi:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

adam - Mer Feb 18, 18:08:25
Oggetto:
in parte hai ragione ma io dubito che anche IDV sia vicino al cittadino, il PD no di sicuro conosco gente che è iscritta è fa politica qui nella mia città che è del PD ed è l'opposto di un polito "vicino" al cittadino
BimboGigi - Mer Feb 18, 18:10:30
Oggetto:
I lettori di Repubblica.it: "TUTTI A CASA!"

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Citazione:

La maggioranza chiede rinnovamento nel Pd. Che per molti si traduce in un "tutti a casa".

Ste - Mer Feb 18, 18:19:16
Oggetto:
adam ha scritto:
in parte hai ragione ma io dubito che anche IDV sia vicino al cittadino, il PD no di sicuro conosco gente che è iscritta è fa politica qui nella mia città che è del PD ed è l'opposto di un polito "vicino" al cittadino


Beh, non faccio fatica a crederlo così come non farei fatica se al posto di quelle sigle ne avessi messe altre, comunque non è che
la "vicinanza" al cittadino sia un bene assoluto, però, eh! Altrimenti il non plus ultra sarebbe Mastella...
BimboGigi - Mer Feb 18, 18:22:06
Oggetto:
Sondaggio online del corriere
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Walter Veltroni si è dimesso. Chi vorresti alla guida del Pd?
Un candidato nuovo23.1%
Pierluigi Bersani14.0%
Anna Finocchiaro9.3%
Renato Soru8.0%
Massimo Cacciari7.3%
Sergio Chiamparino5.3%
Enrico Letta5.1%
Rosi Bindi4.8%
Massimo D’Alema4.4%
Romano Prodi3.9%
Sergio Cofferati3.8%
Matteo Renzi2.1%
Paola Binetti1.7%
Nicola Zingaretti1.7%
Mercedes Bresso1.6%
Piero Fassino1.2%
Dario Franceschini1.2%
Francesco Rutelli0.7%
Franco Marini0.4%
Arturo Parisi0.4%
Numero votanti: 19887
zemmuonne - Mer Feb 18, 18:47:56
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
max ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Dio mio che accolita di jene...
certo Veltroni ha fatto errori, ma definirlo idiota e cattivo è troppo. Vorrei vedervi a dirglielo in faccia.
La cosa ridicola è che, nonostante una caterva di errori, alcuni dei quali gravissimi (De Gregorio, per dirne una), ed una serie di politici a livello locale malfamati quanto e più di quelli del PD/PDL, gli stessi che accusano Veltroni sbavano per Di Pietro e l'IDV. Basta che uno parli alla pancia e voi appresso. Fate il paio con gli elettori di lega/pdl.
Certo che del PD e dell'opposizione fatta dal PD non sono contento, ma almeno cerco di mantenere uno straccio di onestà intellettuale.


Accolita di jene vallo a dire ai tuoi familiari, anche in un giorno dove tutta l'armata del PD dovrebbe per decenza tacere non tacete... 5 elezioni perse, un missile di un km di diametro sul per il sedere e bisogna pure trattare Water con i guanti ma vedi di andare a quel paese di corsa... Pecora dillo a tuo fratello, chiaro?
Una figura di mmmerda planetaria ed un cagasotto che prima se ne va in America facendoci dimenticare che esiste e prima la sinistra potra' avere una speranza di ripresa...

Ma la conosci la terapia del silenzio... l'onesta' intellettuale l'avresti stando in silenzio.... Veltroni non se n'e' andato SE NON SE NE ANDAVA LO LINCIAVANO.... ROSICONE.

Ringrazio per le care parole e rispedisco a te e famiglia, fratelli compresi. Accolita di jene lo ripeto a chi ha dato dell'idiota, nonchè cattivo, ad un uomo che si è appena dimesso, gesto in Italia rarissimo.
Poi, trovami dove ho chiamato qualcuno pecora. E vedi di abbassare i toni, non siamo in un bar padano.

A parte che Max non ha certo simpatie leghiste e non capisco quindi il riferimento al bar padano, a me sembra che commentare i fallimenti politici di Veltroni sia perfettamente legittimo. Chiamaci iene, se vuoi, ma rispedire l'offesa al mittente non è scorretto, mi sembra.
Estremamente infantile, poi, inveire contro i familiari di chi dissente dalle proprie opinioni. Mi ricorda un altro utente di questo forum, guarda caso anche lui piddino.

Orientalista, magari leggi bene prima di scrivere. "Accolita di jene vallo a dire ai tuoi familiari" non l'ho scritto io, quindi deduco tu ti riferisca a Max, al quale mi sono limitato a ricambiare.
Il riferimento al bar padano è solo riferito ai toni. Per quanto mi riguarda anche la qualifica "piddino" mi sta stretto, se proprio mi devo quallifcare, direi che vista la politica degli ultimi anni mi definirei prodiano.
Trovami dove me la sono presa con chi commenta i fallimenti di Veltroni. Io ho chiamato accolita di jene chi ha dato dell'idiota, nonchè "cattivo", a chi ha deciso di dimettersi per pagare errori suoi e non. Un gesto che meriterebbe rispetto, ed invece trova persone che infieriscono con insulti, come jene su un animale ferito, appunto. Che stile, degno di un Cicchitto. Ribadisco quanto detto e su questo non torno indietro, dare dell'idiota cattivo ad un segretario cche si dimette - uno che si dimette in Italia, nel'Italia di oggi! - è legittima critica politica? Sinceramente, lo pensi davvero?
zemmuonne - Mer Feb 18, 18:53:09
Oggetto:
Bruna ha scritto:
C'è chi si ostina a ridurre tutto a: C'ha provato, non ci è riuscito, se n'è andato.

L'analisi politica di una sconfitta lunga un anno, in poche parole assolutorie. Quasi lui stesse, chessò, provando a fare un gioco...si,j have a dream, yes we can, se pò ffà! ma il gioco è stato fatto sulla pelle dei cittadini, quei milioni di italiani che hanno creduto che si potesse davvero fare, o che in alternativa si potesse, dopo, almeno resistere.

Un leader politico che ha sulle spalle (nessuno l'ha costretto)la responsabilità di rappresentare tutti quelli che nel suo progetto hanno creduto, ed ha fallito... deve, DEVE sopportare di prendersi anche le critiche pure feroci . L'umana pietas conta poco in politica, quando sbagli e per questi errori pagano i tuoi elettori.

Perchè sennò stai a vedere che tutto è lecito, tutto è scusabile, e coloro che pagano sono sempre coloro che non decidono.

A Veltroni è mancato il coraggio. Ora è legittimo chiedersi se questo sarebbe bastato, se il coraggio non gli apparteneva o se ha agito in malafede. Qualche sua estemporanea uscita del tipo "fuori i capibastone" dal partito, fa sospettare la seconda ipotesi. Comunque sia l'ha pagata a caro prezzo anche perchè, ripeto, le jene lui ce le aveva dentro lo stesso piddì.....e questo l'ha sempre saputo.

Critica feroce non è "idiota cattivo" (ovvero, credo, "idiota in malafede"), visto che questi ultimi epiteti non sono critiche ma insulti?
Potrei capire chi gli desse dell'illuso, del fallito (come segretario del pd ha di certo fallito), ma gli insulti subito dopo un gesto come le dimissioni, no, Bruna, non me le puoi qualificare come critica politica feroce. C'è differenza, eccome.
Ainat - Mer Feb 18, 18:58:45
Oggetto:
Piccola postilla dell'ultima ora che ho scoperto on line e che forse può alimentare il dibattito: alla conferenza stampa dove il buon Walter ha fatto il suo harakiri politico ai giornalisti era vietato fare domande.
Il lupo perde il pelo ma non il vizio.
zemmuonne - Mer Feb 18, 19:04:07
Oggetto:
max ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
max ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Dio mio che accolita di jene...
certo Veltroni ha fatto errori, ma definirlo idiota e cattivo è troppo. Vorrei vedervi a dirglielo in faccia.
La cosa ridicola è che, nonostante una caterva di errori, alcuni dei quali gravissimi (De Gregorio, per dirne una), ed una serie di politici a livello locale malfamati quanto e più di quelli del PD/PDL, gli stessi che accusano Veltroni sbavano per Di Pietro e l'IDV. Basta che uno parli alla pancia e voi appresso. Fate il paio con gli elettori di lega/pdl.
Certo che del PD e dell'opposizione fatta dal PD non sono contento, ma almeno cerco di mantenere uno straccio di onestà intellettuale.


Accolita di jene vallo a dire ai tuoi familiari, anche in un giorno dove tutta l'armata del PD dovrebbe per decenza tacere non tacete... 5 elezioni perse, un missile di un km di diametro sul per il sedere e bisogna pure trattare Water con i guanti ma vedi di andare a quel paese di corsa... Pecora dillo a tuo fratello, chiaro?
Una figura di mmmerda planetaria ed un cagasotto che prima se ne va in America facendoci dimenticare che esiste e prima la sinistra potra' avere una speranza di ripresa...

Ma la conosci la terapia del silenzio... l'onesta' intellettuale l'avresti stando in silenzio.... Veltroni non se n'e' andato SE NON SE NE ANDAVA LO LINCIAVANO.... ROSICONE.

Ringrazio per le care parole e rispedisco a te e famiglia, fratelli compresi. Accolita di jene lo ripeto a chi ha dato dell'idiota, nonchè cattivo, ad un uomo che si è appena dimesso, gesto in Italia rarissimo.
Poi, trovami dove ho chiamato qualcuno pecora. E vedi di abbassare i toni, non siamo in un bar padano.


IO ABBASSARE I TONI????? Ma lo leggi con che immondizia ti sei ripresentato sul forum????? Abbi la dignità di tacere e non ci provare a cercare capri espiatori alternativi a quel cretino di Veltroni, UNO CHE E' SCAPPATO non si è dimesso.
Però ovviamente è più interessante scaricare su Max le proprie frustrazioni, piuttosto che guardare in faccia la realtà.
Veltroni merita solo un pò di compassione. Niente altro. E tu iene dillo a chi ti pare ma non ti permettere di rivolgerti più, nei miei confronti con quei toni.

Primo, la mia immondizia vale quanto la tua finchè i moderatori non ritengono altrimenti.
Secondo, cosa doveva fare uno che, per te e per altri, sta sbagliando da mesi, oltre che dimettersi? Se resta, è topogigio che fa tante cazzate, se si dimette, è topogigio che fugge. Probabilmente per stare nel giusto doveva passare da te a farsi dare consigli, era l'unica via. E se permetti, taccio quando mi pare e non quando me lo dice il primo pincopalla con una tastiera e del tempo libero. Ed infine, mi rivolgo con i toni che più mi piacciono a chi mi pare, e chi ha infierito su un segretario dimissionario con insulti (idiota nonchè cattivo non l'ho scritto io, mi pare), invece che dimostrare compassione (vedi che siamo d'accordo?), per me è una jena.
E non ti permettere tu, mai più, di citare fratelli e familiari, quando mi rispondi. Ognuno al suo posto.
Tufu - Mer Feb 18, 19:53:16
Oggetto:
fotogian ha scritto:

l'elettorato percepisce male le divergenze non solo all'interno di un partito ma anche di una coalizione. E si può anche spiegare all'elettorato che le divergenze sono normali in partiti democratici, mentre sono meno normali quando si fanno accordi con altri partiti;

specie poi se questi partiti cavalcano una protesta che calpesta tutto ciò in cui credi, come è successo con gli insulti regati anche al Presidente della Repubblica da Grillo o palesi falsità di non essere all'altezza

poi c'è un tempo per parlare di lodo alfano e uno per altre cose. E il tempo che devi dedicare dipende anche dall'interesse degli elettori. Se non ti occupi di un certo argomento, l'elettore si domanda perchè ti ha eletto

se un governo si occupa solo ed esclusivamente di giustizia, come sta accadendo, non lo fa per regalare punti a DP, ma per allontanare l'attenzione da altri temi scottanti.

Se DP non si accorge dell'anomali e continua imperterrito a occuparsi solo di giustizia, o lo fa in buona fede, e sbaglia a non dedicare tempo ad altri temi, con l'effetto di indebolire i tuoi alleati, oppure lo fa volutamente, sapendo che i suoi alleati verranno danneggiati

In ogni caso ci sarà un giorno in cui Berlusconi non ci sarà + e quindi DP dovrà fare i conti sia con politiche costruire ad hoc per un nemico nel frattempo uscito di scena, sia col fatto che, per quanto possa opporsi e urlare, per altri 4 anni non raccoglierà nulla in tema di giustizia e la gente che lo vota lo capirà e si chiederà a che è servito votarlo, sia infine col fatto che si governa anche a livello locale, dove non conta la giustizia e i temi cari a DP

Pe rcui mi sembra che DP sia molto miope e temo che prima o poi pagherà il prezzo di questa miopia, riuscendo nel frattempo a fare un bel danno ai suoi alleati


Lo sai che sono convinto che Berlusconi VOGLIA regalare punti a DP per poter continuare a fare i comizi.
Ma a parte questo.

Le divergenze di coalizione ci sono all'interno pure del cdx e ci sono sempre state.

La vera domanda è...ci sono dei punti che sono passati da PD a DP. Prevedibile.
Dei punti che sono passati da PD a SA. Altrettanto prevedibile visto il fatto che non c'è più la menata del voto utile.

La vera domanda è perché il PD non è riuscito a succhiare il minimo voto a nessuno? è per DP?
Secondo me no, non c'entra DP.

Tu noti prima le divergenze interne ad una coalizione o quelle interne a un partito?
E soprattutto...tu cosa dovresti fare per cercare di migliorare?
Inizia a risolvere i tuoi conflitti interni, se poi dopo che li hai risolti continui a rilevare che è DP quello che ti fa perdere punti...fai bene a scaricarlo. Ma senza controprova fai un grosso errore.

Mi spiego. Ritengo, che se DP avesse mantenuto lo stesso atteggiamento che ha mantenuto e il PD avesse mantenuto una linea chiara qualunque essa fosse, DP avrebbe preso qualche punto al PD sì.
Ma il PD avrebbe preso qualche punto al PDL o all'UDC.

TI ripeto il PD perde molti voti per l'astensionismo: e quei voti non sono PERSI perché c'è DP. CHi si astiene solitamente è deluso dal proprio partito, ma DP non c'entra in qst.
Anzi va solo bene che DP ne raccattta qualcuno che altrimenti si asterrebbe.

Quello che voglio cercare di farti capire è che prima di giudicare l'operato di DP (che è cmq un esponente di un altro partito) bisognerebbe giudicare il proprio operato interno e le proprie divergenze.

TI dirò di più. Se DP non si fosse concentrato sulla giustizia come ha fatto e il PD avesse lo stesso mostrato le divergenze interne che ha mostrato credo che ora ci troverremo con il PD tale e quale ad adesso e DP al 4. Somma di coalizione minore di adesso.
Diversamente, a ruoli invertiti con DP che avesse mantenuto stesso comportamento e il PD che avesse seguito una linea chiara sono convinto che sì DP sarebbe al 7. Ma il PD avrebbe più punti che a maggio.

E questo il punto. Aggiungiamoci che un'altra cosa che ha fatto perdere al PD è la "questione morale" sentita da chi vota csx ma non da chi vota cdx solitamente. O comunque in maniera minore.

Cioè il PD secondo me non sta perdendo punti per DP ma per:
- divergenze interne
- questione morale interna.

Se risolve questi due grossi problemi (addirittura mi duole dirlo più il primo del secondo) il comportamento di DP diventa ininfluente.
Cioè non sto dicendo che DP non ha rubato voti al PD. Ma sto dicendo che se risolvessero le beghe interne, solo allora si potrebbe additare l'alleato come colpevole. Perché come ora, come si può chiedere a DP di seguire una linea più uniforme a quella del PD quando la stessa linea del PD è confusionaria per via di certi elementi (elementi intesi come persone)?
E questo il vero problema, secondo me.
la tigre della malora - Mer Feb 18, 19:59:31
Oggetto:
Mode OT on

Tufu, in che server e con chi giocavi in Travian? Rispondi pure con calma, in mp.

Mode OT off
Anonymous - Mer Feb 18, 20:06:35
Oggetto:
Citazione:
Orientalista, magari leggi bene prima di scrivere. "Accolita di jene vallo a dire ai tuoi familiari" non l'ho scritto io, quindi deduco tu ti riferisca a Max, al quale mi sono limitato a ricambiare.


Fai la persona seria per piacere?

Citazione:
Dio mio che accolita di jene...


Indovina un pò chi ha aperto il suo post con una frase del genere....
Perchè devi scrivere delle balle, visto che ai detto "accolita di jene" riferito a chi dice che Veltroni è UN IMBECILLE oltre ad essere un fallito? Io lo dicevo da molto ma molto tempo prima diventasse segretario del PD.
Hai cominciato tu ed io ti ho risposto a tono.
Poi se vuoi mentire spudoratamente, carta canta....

Citazione:
Il riferimento al bar padano è solo riferito ai toni


Perchè accolita di jene a casa tua è un complimento? Ti ho scritto di rivolgerlo ai tuoi familiari perchè evidentemente non lo ritieni un'espressione offensiva...
Poi se è offensiva, perchè rivolta qui va bene e rigirata non va più bene?

Citazione:
Trovami dove me la sono presa con chi commenta i fallimenti di Veltroni.


Grazie, M.me, mi fa piacere vedere del fair play.
Dedicato alle jene di cui sopra:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

"Veltroni ci ha provato, non ci è riuscito, si è dimesso. Come poteva avere successo in Italia uno che si comporta così?"

Il vostro sparare su chi si arrende ed esce sconfitto - ma con dignità - dal campo vi qualifica. Complimenti, ad maiora.


Vorrei vedervi a dirglielo in faccia.
La cosa ridicola è che, nonostante una caterva di errori, alcuni dei quali gravissimi (De Gregorio, per dirne una), ed una serie di politici a livello locale malfamati quanto e più di quelli del PD/PDL, gli stessi che accusano Veltroni sbavano per Di Pietro e l'IDV. Basta che uno parli alla pancia e voi appresso. Fate il paio con gli elettori di lega/pdl.

Critica feroce non è "idiota cattivo" (ovvero, credo, "idiota in malafede"), visto che questi ultimi epiteti non sono critiche ma insulti?
Potrei capire chi gli desse dell'illuso, del fallito (come segretario del pd ha di certo fallito), ma gli insulti subito dopo un gesto come le dimissioni, no, Bruna, non me le puoi qualificare come critica politica feroce. C'è differenza, eccome.


Bisogna commentare COME DICI TE insomma. Ah bene, basta saperlo... Razz
Chiederò il permesso a te la prossima volta che voglio criticare QUELL'IMBECILLE di Veltroni, un idiota che ha atteso il 5° fallimento per sparire dalla scena, con i suoi 16mila euro mensili comunque garantiti.
Se vuoi ti riassumo le sconfitte di Veltroni.. non c'è bisogno... dalla sconfitta delle elezioni (ne avesse presa una... si lamenta di Di Pietro quando è proprio topogigio ad aver compiuto il primo strappo al "nuovo corso virtuoso" che ammetteva solo lo scioglimento dei partiti nel PD.. con Di Pietro si fa un'eccezione... e poi ci si lamenta se questi fa, giustamente, come crede) al regalo di Roma ai fascisti.
A parte la parentesi del governo "tradito" di Roma (Come ci si può fidare di uno che tradisce un incarico di prestigio, pur avendo dichiarato in mille occasioni "resto a fare il sindaco". Sei un buffone, un pagliaccio, cos'altro, no?) per il resto un politico che ha sempre e solo PERSO e mi dispiace ha toppato pure nelle dimissioni perchè doveva andarsene molto tempo fa ma ora con le europee alle porte molla il partito come fosse un giocattolo "Ah non era il PD che sognavo, vado in Africa...." Ma vaffanculo piuttosto!

Citazione:
Io ho chiamato accolita di jene chi ha dato dell'idiota, nonchè "cattivo", a chi ha deciso di dimettersi per pagare errori suoi e non.


ERRORI SOLO SUOI: dal momento che sei il leader, lasci per impraticabilità di campo nel momento giusto non alla 5a batosta consecutiva, mollando la barca in balia delle onde a 3 mesi dalle europee.
Il figlio di puttana, ha invece compiuto l'ennesima "mossetta di palazzo": far venire allo scoperto tutte le trame ordite alle sue spalle e farlo lasciano quella dirigenza che tramava, nella merda di dover parare il prossimo botto alle europee.
E chi pagherà? Tutti i poveracci che ancora in buona fede votano PD.
Bravo Walter, sono tutti bravi a scappare dalla barca che affonda, ed a farlo sopratutto quano l'acqua è all'altezza della propria gola...

Citazione:
Un gesto che meriterebbe rispetto, ed invece trova persone che infieriscono con insulti, come jene su un animale ferito, appunto. Che stile, degno di un Cicchitto. Ribadisco quanto detto e su questo non torno indietro, dare dell'idiota cattivo ad un segretario cche si dimette - uno che si dimette in Italia, nel'Italia di oggi! - è legittima critica politica? Sinceramente, lo pensi davvero?


Un incapace vero va commiserato. Ma un incapace di queste dimensioni, in un posto chiave come segretario del secondo partito italiano, non si commisera, fa incazzare per la sua idiozia e per quella di chi ha intorno.
Con il colpo di scena finale di dimissioni che un altro e non un cagasotto come lui, avrebbe annunciato ORA ma a decorrere dal GIORNO DOPO LE ELEZIONI EUROPEE.
Così quel demente ha confezionato il suo ultimo capolavoro: poter essere storicamente colpevole "solo" delle elezioni-catastrofe e della "presa di Roma.. (gli altri sono voti locali... non contano, ti direbbe topogigio...)
Rinnovo l'invito di dare delle jene ai tuoi familiari e di evitare una patetica ed impossibile difesa.
Anonymous - Mer Feb 18, 20:09:31
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
E se permetti, taccio quando mi pare e non quando me lo dice il primo pincopalla con una tastiera e del tempo libero. Ed infine, mi rivolgo con i toni che più mi piacciono a chi mi pare, e chi ha infierito su un segretario dimissionario con insulti (idiota nonchè cattivo non l'ho scritto io, mi pare), invece che dimostrare compassione (vedi che siamo d'accordo?), per me è una jena.
E non ti permettere tu, mai più, di citare fratelli e familiari, quando mi rispondi. Ognuno al suo posto.


Mi era sfuggito questo post, imbecille a motore: io MI PERMETTO il cavolo che mi pare chiaro??
Pincopallo, ribadisco, dillo pure a tuo padre. Lui apprezzerà di sicuro. E LA SIGNORA' CHISSA' QUANTO GRADIRA'. Io mi incazzo invece. Ora a nanna che è tardi.
hellies15 - Mer Feb 18, 20:15:05
Oggetto:
BimboGigi ha scritto:
hellies15 ha scritto:
BimboGigi ha scritto:
Ho letto solo il primo periodo e già parte malissimo mistificando la realtà:
Citazione:
Il Partito democratico è senza un Capo, nel momento in cui Berlusconi si riconferma leader incontrastato della destra, anzi padrone del Paese, che tiene ormai in mano come una "cosa" di sua proprietà, tra gli applausi degli italiani. Il risultato della Sardegna era atteso come un test nazionale e ha funzionato proprio in questo senso, rivelando la presa sul Paese di questa destra, che vince anche mentre attacca il Capo dello Stato, rinnega la Costituzione, offre un patto al ribasso alla Chiesa e non riesce ad affrontare la crisi economica. L'Italia sta con Berlusconi. E come conseguenza, il Pd va in frantumi.


Peccato che:
1) Il PDL in sardegna ha perso molti voti rispetto alle politiche, una fetta di voti confrontabile con quelli persi dal PD
2) L'elezione in sardegna ha avuto una affluenza bassa quindi la "maggioranza" emersa non è neanche veramente rappresentativa degli italiani che al contrario si dimostrano sempre più disgustati dalle proposte politiche
3) Non è affatto corretto affermare - come viene fatto - che SICCOME "l'italia sta con Berlusconi" (affermazione infondata per quanto detto sopra) ALLORA il povero PD va male, è tutto il contrario: siccome il PD fa schifo ed è CONNIVENTE con Berlusconi il PD non viene più votato e la conseguenza è che i (pochi) voti che rimangono favoriscono Berlusconi. Esattamente l'opposto del rapporto di causa-effetto stabilito da Ezio Mauro.


1) E cos'avrebbe detto di sbagliato Mauro? Lui ha scritto che il cdx vince, e non che vince con un'affluenza alle elezioni pari al passato. Che caspita c'entra la tua contestazione? Il PDL ha vinto? Sì. punto.
2) E' rappresentativa per il semplice fatto che ha vinto il PDL. E' questa la democrazia. Anche se alle elezioni italiani votasse il 10% dell'elettorato, ed il 7% andasse al PDL, per il PD sarebbe un disastro. Così come vi è stato un calo di affluenze per il PDL, il calo è stato proporzionale (e quindi maggiore) per il PD. Ed anzi i voti ai candidati e alle coalizioni dimostrano proprio quello che dico io (e Mauro): Soru ha preso il 43%, l'intera coalizione il 38,5%; invece Cappellacci ha preso il 52%, e la coalizione di csx il 56%. E' accaduto l'esatto opposto dunque: a sinistra è stato premiato il candidato, e non il Pd; a destra è stato premiato il PDL, e meno il candidato.
3) Solo su questa sono parzialmente d'accordo. Quello che Mauro intende affermare è che sicuramente lo strapotere del PDL (sorto non solo per i demerito veltroniani, ma per gli scandali giudiziari caduti a pioggia sul PD) ha logorato un PD appena nato e molto instabile. Non voleva certo sovvertire l'ordine causa-effetto.


1) E no, Mauro dice proprio che "l'italia sta con Berlusconi", e lo desume da un voto in una singola regione, con scarsa affluenza alle urne e dove il PDL perde voti quanto il PD, non ti sembra un po' tirata per i capelli?
2) Si ma io stavo contestando il fondamento della tesi di Mauro che da quel voto desume che i problemi del PD sono legati al successo del PDL
3) Ma anche prima degli scandali giudiziari era evidente che il PD era contiguo al PDL proprio dall'atteggiamento che il partito ha assunto immediatamente dopo le elezioni, io e le persone che conosco e hanno votato PD non ci abbiamo messo molto a capire di aver fatto un errore madornale a votarlo, e questo molto prima degli scandali giudiziari. Lo "strapotere del PDL" è una conseguenza del fatto che non ha e non ha mai avuto una opposizione.


1) Ma nn lo desumo solo da un voto! 6 l'unico in tutta Italia a non esserti accorto che i sondaggi danno il Pd sotto il 28%! 6 l'unico a non aver visto le batoste in Abruzzo e Sardegna dv il Pd aveva la maggioranza! Non è che ci vuole una sfera di cristallo per scrivere che l'Italia sta con Berlusconi.
Peraltro il ragionamento di Mauro è anche più fine, e si rifà tra l'altro ad un articolo di Diamanti di 2 giorni prima: tutti i giornalisti (di destra e di sinistra) avevano detto prima del voto che non era una semplice votazione regionale.
2) Vedi sopra;
3) No, questo può essere la causa di uno spostamento di 2 punti verso l'IDV. Non di certo di una dipartita così grande, un crollo che si è avuto solo dp i vari scandali, ed ai quali il decisionismo di facciata di Berlusconi ha dato il colpo di grazia
Anonymous - Mer Feb 18, 20:17:55
Oggetto:
Allora,là in alto,ci diamo una calmata?
zemmuonne - Mer Feb 18, 20:18:19
Oggetto:
max ha scritto:
...
Bisogna commentare COME DICI TE insomma. Ah bene, basta saperlo... Razz


No, bisogna evitare di chiamare gli insulti "critica politica, anche feroce".

Citazione:

Chiederò il permesso a te la prossima volta che voglio criticare QUELL'IMBECILLE di Veltroni, un idiota che ha atteso il 5° fallimento per sparire dalla scena, con i suoi 16mila euro mensili comunque garantiti.
Se vuoi ti riassumo le sconfitte di Veltroni.. non c'è bisogno... dalla sconfitta delle elezioni (ne avesse presa una... si lamenta di Di Pietro quando è proprio topogigio ad aver compiuto il primo strappo al "nuovo corso virtuoso" che ammetteva solo lo scioglimento dei partiti nel PD.. con Di Pietro si fa un'eccezione... e poi ci si lamenta se questi fa, giustamente, come crede) al regalo di Roma ai fascisti.
A parte la parentesi del governo "tradito" di Roma (Come ci si può fidare di uno che tradisce un incarico di prestigio, pur avendo dichiarato in mille occasioni "resto a fare il sindaco". Sei un buffone, un pagliaccio, cos'altro, no?) per il resto un politico che ha sempre e solo PERSO e mi dispiace ha toppato pure nelle dimissioni perchè doveva andarsene molto tempo fa ma ora con le europee alle porte molla il partito come fosse un giocattolo "Ah non era il PD che sognavo, vado in Africa...." Ma vaffanculo piuttosto!

Non c'è bisgono di chiedermi il permesso, fai pure. Certo, se contestualizzi magari è meglio... mi spiego: chiamalo pure imbecille quando vuoi, ma a seconda di quando lo dici il mio giudizio - del quale credo non te ne freghi una beneamata - cambia.
Se lo chiami "idiota" subito dopo l'ammissione di colpe sue e non sue, e le dimissioni - dimissioni vere, non quelle finte all'italiana - è diverso dal chiamarlo idiota 1 mese o una settimana fa, per qualsivoglia motivo. Tu stesso hai detto che bisogna provare compassione, o ho letto male?
Citazione:


Citazione:
Io ho chiamato accolita di jene chi ha dato dell'idiota, nonchè "cattivo", a chi ha deciso di dimettersi per pagare errori suoi e non.


ERRORI SOLO SUOI: dal momento che sei il leader, lasci per impraticabilità di campo nel momento giusto non alla 5a batosta consecutiva, mollando la barca in balia delle onde a 3 mesi dalle europee.
Il figlio di puttana, ha invece compiuto l'ennesima "mossetta di palazzo": far venire allo scoperto tutte le trame ordite alle sue spalle e farlo lasciano quella dirigenza che tramava, nella merda di dover parare il prossimo botto alle europee.
E chi pagherà? Tutti i poveracci che ancora in buona fede votano PD.
Bravo Walter, sono tutti bravi a scappare dalla barca che affonda, ed a farlo sopratutto quano l'acqua è all'altezza della propria gola...

O forse pagherà proprio tutta quella dirigenza che, dal famoso sfogo di Nanni Moretti in poi, tutti vorrebbero che si levasse dalle palle. Ma a parte queste ipotesi, visto che ha fatto errori, a tuo dire solo suoi, come doveva pagare se non che con le dimissioni? Seppuku? Offrire la primogenita in olocausto? Farsi esplodere a villa Certosa? Insomma, oltre alle dimissioni irrevocabili dopo una sconfitta elettorale che pretendi?

Citazione:

Citazione:
Un gesto che meriterebbe rispetto, ed invece trova persone che infieriscono con insulti, come jene su un animale ferito, appunto. Che stile, degno di un Cicchitto. Ribadisco quanto detto e su questo non torno indietro, dare dell'idiota cattivo ad un segretario cche si dimette - uno che si dimette in Italia, nel'Italia di oggi! - è legittima critica politica? Sinceramente, lo pensi davvero?


Un incapace vero va commiserato. Ma un incapace di queste dimensioni, in un posto chiave come segretario del secondo partito italiano, non si commisera, fa incazzare per la sua idiozia e per quella di chi ha intorno.
Con il colpo di scena finale di dimissioni che un altro e non un cagasotto come lui, avrebbe annunciato ORA ma a decorrere dal GIORNO DOPO LE ELEZIONI EUROPEE.
Così quel demente ha confezionato il suo ultimo capolavoro: poter essere storicamente colpevole "solo" delle elezioni-catastrofe e della "presa di Roma.. (gli altri sono voti locali... non contano, ti direbbe topogigio...)
Rinnovo l'invito di dare delle jene ai tuoi familiari e di evitare una patetica ed impossibile difesa.

Jena continuo a dirlo a chi mi pare, senza però toccare i familiari di nessuno, cosa che tu invece ti senti libero di fare, dicendo però a me di fare il serio. Ti invito di nuovo ad evitare di citarli e a stare al tuo posto.
zemmuonne - Mer Feb 18, 20:19:35
Oggetto:
max ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
E se permetti, taccio quando mi pare e non quando me lo dice il primo pincopalla con una tastiera e del tempo libero. Ed infine, mi rivolgo con i toni che più mi piacciono a chi mi pare, e chi ha infierito su un segretario dimissionario con insulti (idiota nonchè cattivo non l'ho scritto io, mi pare), invece che dimostrare compassione (vedi che siamo d'accordo?), per me è una jena.
E non ti permettere tu, mai più, di citare fratelli e familiari, quando mi rispondi. Ognuno al suo posto.


Mi era sfuggito questo post, imbecille a motore: io MI PERMETTO il cavolo che mi pare chiaro??
Pincopallo, ribadisco, dillo pure a tuo padre. Lui apprezzerà di sicuro. E LA SIGNORA' CHISSA' QUANTO GRADIRA'. Io mi incazzo invece. Ora a nanna che è tardi.

Non commento questa ulteriore cafonaggine, si commenta da sola. Complimenti.
BimboGigi - Mer Feb 18, 20:28:53
Oggetto:
hellies15 ha scritto:
BimboGigi ha scritto:
hellies15 ha scritto:
BimboGigi ha scritto:
Ho letto solo il primo periodo e già parte malissimo mistificando la realtà:
Citazione:
Il Partito democratico è senza un Capo, nel momento in cui Berlusconi si riconferma leader incontrastato della destra, anzi padrone del Paese, che tiene ormai in mano come una "cosa" di sua proprietà, tra gli applausi degli italiani. Il risultato della Sardegna era atteso come un test nazionale e ha funzionato proprio in questo senso, rivelando la presa sul Paese di questa destra, che vince anche mentre attacca il Capo dello Stato, rinnega la Costituzione, offre un patto al ribasso alla Chiesa e non riesce ad affrontare la crisi economica. L'Italia sta con Berlusconi. E come conseguenza, il Pd va in frantumi.


Peccato che:
1) Il PDL in sardegna ha perso molti voti rispetto alle politiche, una fetta di voti confrontabile con quelli persi dal PD
2) L'elezione in sardegna ha avuto una affluenza bassa quindi la "maggioranza" emersa non è neanche veramente rappresentativa degli italiani che al contrario si dimostrano sempre più disgustati dalle proposte politiche
3) Non è affatto corretto affermare - come viene fatto - che SICCOME "l'italia sta con Berlusconi" (affermazione infondata per quanto detto sopra) ALLORA il povero PD va male, è tutto il contrario: siccome il PD fa schifo ed è CONNIVENTE con Berlusconi il PD non viene più votato e la conseguenza è che i (pochi) voti che rimangono favoriscono Berlusconi. Esattamente l'opposto del rapporto di causa-effetto stabilito da Ezio Mauro.


1) E cos'avrebbe detto di sbagliato Mauro? Lui ha scritto che il cdx vince, e non che vince con un'affluenza alle elezioni pari al passato. Che caspita c'entra la tua contestazione? Il PDL ha vinto? Sì. punto.
2) E' rappresentativa per il semplice fatto che ha vinto il PDL. E' questa la democrazia. Anche se alle elezioni italiani votasse il 10% dell'elettorato, ed il 7% andasse al PDL, per il PD sarebbe un disastro. Così come vi è stato un calo di affluenze per il PDL, il calo è stato proporzionale (e quindi maggiore) per il PD. Ed anzi i voti ai candidati e alle coalizioni dimostrano proprio quello che dico io (e Mauro): Soru ha preso il 43%, l'intera coalizione il 38,5%; invece Cappellacci ha preso il 52%, e la coalizione di csx il 56%. E' accaduto l'esatto opposto dunque: a sinistra è stato premiato il candidato, e non il Pd; a destra è stato premiato il PDL, e meno il candidato.
3) Solo su questa sono parzialmente d'accordo. Quello che Mauro intende affermare è che sicuramente lo strapotere del PDL (sorto non solo per i demerito veltroniani, ma per gli scandali giudiziari caduti a pioggia sul PD) ha logorato un PD appena nato e molto instabile. Non voleva certo sovvertire l'ordine causa-effetto.


1) E no, Mauro dice proprio che "l'italia sta con Berlusconi", e lo desume da un voto in una singola regione, con scarsa affluenza alle urne e dove il PDL perde voti quanto il PD, non ti sembra un po' tirata per i capelli?
2) Si ma io stavo contestando il fondamento della tesi di Mauro che da quel voto desume che i problemi del PD sono legati al successo del PDL
3) Ma anche prima degli scandali giudiziari era evidente che il PD era contiguo al PDL proprio dall'atteggiamento che il partito ha assunto immediatamente dopo le elezioni, io e le persone che conosco e hanno votato PD non ci abbiamo messo molto a capire di aver fatto un errore madornale a votarlo, e questo molto prima degli scandali giudiziari. Lo "strapotere del PDL" è una conseguenza del fatto che non ha e non ha mai avuto una opposizione.


1) Ma nn lo desumo solo da un voto! 6 l'unico in tutta Italia a non esserti accorto che i sondaggi danno il Pd sotto il 28%! 6 l'unico a non aver visto le batoste in Abruzzo e Sardegna dv il Pd aveva la maggioranza! Non è che ci vuole una sfera di cristallo per scrivere che l'Italia sta con Berlusconi.
Peraltro il ragionamento di Mauro è anche più fine, e si rifà tra l'altro ad un articolo di Diamanti di 2 giorni prima: tutti i giornalisti (di destra e di sinistra) avevano detto prima del voto che non era una semplice votazione regionale.
2) Vedi sopra;
3) No, questo può essere la causa di uno spostamento di 2 punti verso l'IDV. Non di certo di una dipartita così grande, un crollo che si è avuto solo dp i vari scandali, ed ai quali il decisionismo di facciata di Berlusconi ha dato il colpo di grazia


1) Il fatto che il PD sia sotto il 28% non può in alcun modo essere una giustificazione per affermare che "L'italia sta con Berlusconi", per poter fare quell'affermazione devi avere un ampio consenso per il PDL cosa che non c'è. Se il PDL vince perchè la gente che non lo vuole (la maggioranza della popolazione) non vota PD non vuol dire che "l'italia sta con berlusconi".
2) vedi sopra
3) Non c'entra niente IDV, molta gente diprezza il PD perchè è contiguo col PdL ma non vota IdV perchè non è un partito di sinistra. Io riporto la mia esperienza: tutte le persone che conosco e che hanno votato PD non lo avrebbero mai e poi mai rivotato già prima e aprescindere dagli scandali giudiziari.
Anonymous - Mer Feb 18, 20:37:58
Oggetto:
Tufu ha scritto:
fotogian ha scritto:

l'elettorato percepisce male le divergenze non solo all'interno di un partito ma anche di una coalizione. E si può anche spiegare all'elettorato che le divergenze sono normali in partiti democratici, mentre sono meno normali quando si fanno accordi con altri partiti;

specie poi se questi partiti cavalcano una protesta che calpesta tutto ciò in cui credi, come è successo con gli insulti regati anche al Presidente della Repubblica da Grillo o palesi falsità di non essere all'altezza

poi c'è un tempo per parlare di lodo alfano e uno per altre cose. E il tempo che devi dedicare dipende anche dall'interesse degli elettori. Se non ti occupi di un certo argomento, l'elettore si domanda perchè ti ha eletto

se un governo si occupa solo ed esclusivamente di giustizia, come sta accadendo, non lo fa per regalare punti a DP, ma per allontanare l'attenzione da altri temi scottanti.

Se DP non si accorge dell'anomali e continua imperterrito a occuparsi solo di giustizia, o lo fa in buona fede, e sbaglia a non dedicare tempo ad altri temi, con l'effetto di indebolire i tuoi alleati, oppure lo fa volutamente, sapendo che i suoi alleati verranno danneggiati

In ogni caso ci sarà un giorno in cui Berlusconi non ci sarà + e quindi DP dovrà fare i conti sia con politiche costruire ad hoc per un nemico nel frattempo uscito di scena, sia col fatto che, per quanto possa opporsi e urlare, per altri 4 anni non raccoglierà nulla in tema di giustizia e la gente che lo vota lo capirà e si chiederà a che è servito votarlo, sia infine col fatto che si governa anche a livello locale, dove non conta la giustizia e i temi cari a DP

Pe rcui mi sembra che DP sia molto miope e temo che prima o poi pagherà il prezzo di questa miopia, riuscendo nel frattempo a fare un bel danno ai suoi alleati


Lo sai che sono convinto che Berlusconi VOGLIA regalare punti a DP per poter continuare a fare i comizi.
Ma a parte questo.

Le divergenze di coalizione ci sono all'interno pure del cdx e ci sono sempre state.

La vera domanda è...ci sono dei punti che sono passati da PD a DP. Prevedibile.
Dei punti che sono passati da PD a SA. Altrettanto prevedibile visto il fatto che non c'è più la menata del voto utile.

La vera domanda è perché il PD non è riuscito a succhiare il minimo voto a nessuno? è per DP?
Secondo me no, non c'entra DP.

Tu noti prima le divergenze interne ad una coalizione o quelle interne a un partito?
E soprattutto...tu cosa dovresti fare per cercare di migliorare?
Inizia a risolvere i tuoi conflitti interni, se poi dopo che li hai risolti continui a rilevare che è DP quello che ti fa perdere punti...fai bene a scaricarlo. Ma senza controprova fai un grosso errore.

Mi spiego. Ritengo, che se DP avesse mantenuto lo stesso atteggiamento che ha mantenuto e il PD avesse mantenuto una linea chiara qualunque essa fosse, DP avrebbe preso qualche punto al PD sì.
Ma il PD avrebbe preso qualche punto al PDL o all'UDC.

TI ripeto il PD perde molti voti per l'astensionismo: e quei voti non sono PERSI perché c'è DP. CHi si astiene solitamente è deluso dal proprio partito, ma DP non c'entra in qst.
Anzi va solo bene che DP ne raccattta qualcuno che altrimenti si asterrebbe.

Quello che voglio cercare di farti capire è che prima di giudicare l'operato di DP (che è cmq un esponente di un altro partito) bisognerebbe giudicare il proprio operato interno e le proprie divergenze.

TI dirò di più. Se DP non si fosse concentrato sulla giustizia come ha fatto e il PD avesse lo stesso mostrato le divergenze interne che ha mostrato credo che ora ci troverremo con il PD tale e quale ad adesso e DP al 4. Somma di coalizione minore di adesso.
Diversamente, a ruoli invertiti con DP che avesse mantenuto stesso comportamento e il PD che avesse seguito una linea chiara sono convinto che sì DP sarebbe al 7. Ma il PD avrebbe più punti che a maggio.

E questo il punto. Aggiungiamoci che un'altra cosa che ha fatto perdere al PD è la "questione morale" sentita da chi vota csx ma non da chi vota cdx solitamente. O comunque in maniera minore.

Cioè il PD secondo me non sta perdendo punti per DP ma per:
- divergenze interne
- questione morale interna.

Se risolve questi due grossi problemi (addirittura mi duole dirlo più il primo del secondo) il comportamento di DP diventa ininfluente.
Cioè non sto dicendo che DP non ha rubato voti al PD. Ma sto dicendo che se risolvessero le beghe interne, solo allora si potrebbe additare l'alleato come colpevole. Perché come ora, come si può chiedere a DP di seguire una linea più uniforme a quella del PD quando la stessa linea del PD è confusionaria pe
r via di certi elementi (elementi intesi come persone)?
E questo il vero problema, secondo me.



io non ho il vizio di cercare i bisticci degli altri partiti, considerandoli soprattutto fatti loro e non posso nè voglio scoprire se un alleato bisticcia a casa sua o se è coerente con i suoi programmi

quello di guardare cosa succede negli altri partiti è un brutto vizio, che ha come scopo poco nobile il tentativo di spostare l'attenzione dell'elettore, di dire che quello che succede è colpa di altri

se vedo che un partito alleato si comporta in modo conflittuale, mi rendo conto che un governo con tale partito non avrebbe vita facile e so bene che questo è successo troppe volte e non mi piace

che poi certi giochi a differenziarsi li faccia Bertinotti o DP poco importa, sono altrettanto sgradevoli.

cosa fare? si deve seguire una strategia comune evitando di dire cose diverse; se le divergenze sono evidenti ognuno se ne va per i fatti suoi

gli elettori del PD sono sconcertati dal fatto che si discute, anche per colpa di DP, solo di certi argomenti. La strategia è chiara: tenere alla larga il governo da temi scottanti per tanta gente, per dedicarsi ad altri argomenti, molto meno importanti per tanti italiani. Lo scontro con DP sulla giustizia è doppiamente premiante per Berlusconi: perchè vince (DP non otterrà mai nulla di concreto) e DP apre bocca a vuoto e inoltre perchè non si parla di altri argomenti spinosi per il premier, frustrando il popolo della sinistra cui della giustizia interessa poco o nulla

Poi c'è sicuramente un problema di gestione interna, che si spera si risolva. Ma il risultati non dipendono da fatti di giustizia, ma da tutto il resto, di cui si è parlato poco proprio perchè Berlusconi ha spostato l'attenzione, allontanandosi dai temi sgraditi, e DP gli è andato dietro

Di esempi del genere ce ne sono stati tanti.

Berlusconi è disinteressato ai libri perchè li legge al massimo un italiano su 100. E quindi qualsiasi cosa scrivono i libri lui li ignora, perchè non vale la pena occuparsene. Lo stesso fanno i suoi giornalisti, a cominciare da Feltri.

Poi un paio d'anni fa hanno scritto La Casta e giornali e tv non facevano altro che parlarne. S'è crocifisso Mastella che ha portato un pò di gente a Monza con l'aereo di stato.

Finito Prodi della casta si sono dimenticati tutti e nessuno -salvo Travaglio- dice che l'aereo di stato Berlusconi l'ha concesso a tutti

Era così difficile capirlo subito che il giochetto era strumentale agli interessi di qualcuno ed evitare di prestarsi al giochetto?

Per cui se DP si comporta in un certo modo o poco furbo o lo fa intenzionalmente, per danneggiare qualuno e trarne un vantaggio

E poi detto francamente, sulla giustizia DP non otterrà nulla e non è detto che in futuro Berlusconi sarà ancora premier: quindi è costretto a tenere tesa una corda (i suoi elettori) ben sapendo cosa succederà, facendo un lavoro inutile e decidendo di perdere altri 4 anni che potrebbero essere utili per progettare il futuro dell'Italia e creare consenso attorno a un progetto
Gli elettori quando si accorgeranno che oltre alle promesse non c'è nulla e non ci può essere nulla, se ne andranno. E' per questo che deve rilanciare di continuo togliendo spazio agli altri e accettando il gioco di Berlusconi

Si comporta come se Berlusconi fosse eterno e fosse il solo problema dell'Italia
Anonymous - Mer Feb 18, 20:54:22
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Jena continuo a dirlo a chi mi pare, senza però toccare i familiari di nessuno, cosa che tu invece ti senti libero di fare, dicendo però a me di fare il serio. Ti invito di nuovo ad evitare di citarli e a stare al tuo posto.


Certo che sei proprio un bel prepotente oltre che un canfoncello d'accatto:

Citazione:
Ringrazio per le care parole e rispedisco a te e famiglia, fratelli compresi.


Il bue dice cornuto all'asino.... quello che scrivi TU SI, quello che scrivo IO NO....

Guy... leggi pure con attenzione è la quinta menzogna che questo tira fuori da quando ha deciso di fare il paladino di Water su internet....

Allora io non posso permettermi di dire DAI DELLE JENE A TUA MAMMA E PAPA' ma tu puoi dare delle iene persino ai miei fratelli.... Laughing
Solo con un piddino si può intavolare una conversazione senza alcun senso come quella sopra.
Comunque CARTA CANTA, per l'ennesima volta....

Insomma per concludere dai delle iene ai tuoi familiari ma non permetterti di dare della iena a me, chiaro? Ora ignorami e fai pure finta che non scrivo sul forum, se no tocca a me, ignorare te.
Buon PD Laughing
gianbi - Mer Feb 18, 20:54:50
Oggetto:
Anche i giornali stranieri come l'herald tribune sottolineano come il gesto del povero roditore fuggitivo sia stato intempestivo:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ho sentito alla radio un pezzo del discorso di addio del roditore. Mah, mi sembravano lacrime di coccodrillo "Scusate, non è il partito che sognavo". Mah.
Tufu - Mer Feb 18, 20:57:24
Oggetto:
A ma se DP fallisce sono cazzi suoi a un certo punto.

Quello che sottolineavo era che le divergenze interne al partito ci sono e prescindono da Bertinotti, da DP e da tutto il contorno.
E finché non risolvi quelle non avrai vita facile a governare cmq.

Vuoi perché i radicali sono in conflitto con i cattolici, vuoi perché lo sono i dalemiani con i veltroniani.

DP da ministro ha sempre tenuto fede al patto elettorale fatto.

ha votato NO sull'indulto, ma quello mica c'era scritto nel programma elettorale.

Quando si è all'opposizione è comprensibile che ognuno si impunti più su quello che gli interessa di più-

E il PD non sta assolutamente pensando a progettare un futuro, anzi stava pensando a tutt'altro.

Sei all'opposizione, la coalizione vincente (se sarà vincente) la costruisci l'anno prima.

Esattamente nel periodo in cui nel 2000 la stessa gente mandò al diavolo la lega su una riforma di stampo federalista mandandola tra le braccia di Berlusconi.

Insomma, molto svegli non sono mai stati. E io ho il sospetto che abbiano il vizio del vecchio PCI molti di essi...ovvero voler stare all'opposizione.

Per tenere insieme una cozzaglia come il PD ci vuole un Berlusconi, uno con i soldi, carismatico che accontenta tutti. Purtroppo è così. O almeno se non accontenta tutti glielo fa credere.
Anonymous - Mer Feb 18, 21:00:02
Oggetto:
gianbi ha scritto:
Anche i giornali stranieri come l'herald tribune sottolineano come il gesto del povero roditore fuggitivo sia stato intempestivo:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ho sentito alla radio un pezzo del discorso di addio del roditore. Mah, mi sembravano lacrime di coccodrillo "Scusate, non è il partito che sognavo". Mah.


Neanche una buona. Doveva annunciare le dimissioni ma avere le palle di condurre una campagna elettorale impossibile come quella per le europee e poi levarsi di torno.
Ora che succederà nel PD? Senza segretario per 6 mesi, con un rischio scissione dietro l'angolo.... un ottuimo lavoro.
Per concludere la sua esperienza politica che per fortuna NON sarà ricordata, o purtroppo lo sarà, ha detto "questa operazione andava fatta 10 anni fa...".
Forse andava fatta "tra 10 anni"....
Anonymous - Mer Feb 18, 21:02:01
Oggetto:
gianbi ha scritto:
Anche i giornali stranieri come l'herald tribune sottolineano come il gesto del povero roditore fuggitivo sia stato intempestivo:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ho sentito alla radio un pezzo del discorso di addio del roditore. Mah, mi sembravano lacrime di coccodrillo "Scusate, non è il partito che sognavo". Mah.


e sei dispiaciuto? perchè? ti mancherà qualcuno con cui prendertela?
Giacomo - Mer Feb 18, 21:02:44
Oggetto:
Citazione:

gli elettori del PD sono sconcertati dal fatto che si discute, anche per colpa di DP, solo di certi argomenti. La strategia è chiara: tenere alla larga il governo da temi scottanti per tanta gente, per dedicarsi ad altri argomenti, molto meno importanti per tanti italiani. Lo scontro con DP sulla giustizia è doppiamente premiante per Berlusconi: perchè vince (DP non otterrà mai nulla di concreto) e DP apre bocca a vuoto e inoltre perchè non si parla di altri argomenti spinosi per il premier, frustrando il popolo della sinistra cui della giustizia interessa poco o nulla


E perchè, visto che la cosa è così grave, non avete fatto NIENTE per spostare l'attenzione del pubblico verso quei TEMI?

Vuoi rispondermi!? Vuoi rispondermi!? Vuoi rispondermi!? Vuoi rispondermi!?
Vuoi rispondermi!? Vuoi rispondermi!? Vuoi rispondermi!? Vuoi rispondermi!?
Vuoi rispondermi!? Vuoi rispondermi!? Vuoi rispondermi!? Vuoi rispondermi!?

Voi PDini mi farete diventare MATTO!
Anonymous - Mer Feb 18, 21:04:29
Oggetto:
Max,(ma il discorso vale per tutti),come ho già detto in più di un'occasione,quando ritenete di ravvisare un comportamento scorretto da parte di un altro utente non è partendo ad insultare a raffica che si risolve la cosa,ma segnalando la cosa ai moderatori,i quali prenderanno i provvedimenti del caso.Adesso per cortesia invito chi più si è scaldato a fare un passo indietro,tirare un bel respiro e ricominciare a discutere civilmente.
Grazie per la collaborazione.

gianbi - Mer Feb 18, 21:09:52
Oggetto:
fotogian ha scritto:
gianbi ha scritto:
Anche i giornali stranieri come l'herald tribune sottolineano come il gesto del povero roditore fuggitivo sia stato intempestivo:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ho sentito alla radio un pezzo del discorso di addio del roditore. Mah, mi sembravano lacrime di coccodrillo "Scusate, non è il partito che sognavo". Mah.


e sei dispiaciuto? perchè? ti mancherà qualcuno con cui prendertela?


Non sarà che sei prevenuto ad ogni cosa che scrivo?
Sinceramente, visto che topogigio ha contribuito a regalare l'italia a silvio, non potrà mancarmi. Anzi. Poi, di teste vuote nel piddì ce ne sono così tante che avrò soltanto l'imbarazzo della scelta.
Riconoscerai come, però, topogigio sia riuscito anche nel gesto estermo di andarsene a:
1) coprire il clamore mediatico del processo mills;
2) gettare il piddì in acque ancora più turbolente, scatenando i vari capibastone in guerre intestine.
Se davvero avesse avuto a cuore il partito, avrebbe scelto una soluzione più soft, di traghettamento e meno di impatto. Come ha fatto, appare evidente la sensazione di sfascio del partito. Oppure, come dirai tu, si tratta di una strategia a lungo termine per fermare silvio & friends?
Anonymous - Mer Feb 18, 21:13:08
Oggetto:
Tufu ha scritto:
A ma se DP fallisce sono cazzi suoi a un certo punto.

Quello che sottolineavo era che le divergenze interne al partito ci sono e prescindono da Bertinotti, da DP e da tutto il contorno.
E finché non risolvi quelle non avrai vita facile a governare cmq.

Vuoi perché i radicali sono in conflitto con i cattolici, vuoi perché lo sono i dalemiani con i veltroniani.

DP da ministro ha sempre tenuto fede al patto elettorale fatto.

ha votato NO sull'indulto, ma quello mica c'era scritto nel programma elettorale.

Quando si è all'opposizione è comprensibile che ognuno si impunti più su quello che gli interessa di più-

E il PD non sta assolutamente pensando a progettare un futuro, anzi stava pensando a tutt'altro.

Sei all'opposizione, la coalizione vincente (se sarà vincente) la costruisci l'anno prima.

Esattamente nel periodo in cui nel 2000 la stessa gente mandò al diavolo la lega su una riforma di stampo federalista mandandola tra le braccia di Berlusconi.

Insomma, molto svegli non sono mai stati. E io ho il sospetto che abbiano il vizio del vecchio PCI molti di essi...ovvero voler stare all'opposizione.

Per tenere insieme una cozzaglia come il PD ci vuole un Berlusconi, uno con i soldi, carismatico che accontenta tutti. Purtroppo è così. O almeno se non accontenta tutti glielo fa credere.


non sono fatti suoi perchè è alleato con altri e il messaggio che offre è che è pronto a fare quello che hanno fatto prima di lui Bertinotti e Mastella

e quindi l'elettore si domanda se si ricomincerebbe da capo e diffiderebbe di questa situazione

ma le conseguenze poi sono molto + gravi: perchè si sta dicendo a tanta gente (per esempio quella riunita da Grillo) che sono tutti uguali, che qualche soluzione semplicistica risolverebbe tutto, che la disonestà è diffusa a tali livelli che è lecito prendersela anche con Napolitano

Tutte cose degne di Berlusconi, percolose, miopi. Danni permanenti a un pezzo di elettorato

La coalizione vincente la costruisci nel tempo, governando a livello locale, dimostrando cosa sai fare, insegnado a chi ti ascolta a distinguere verità e false illusioni, evitando di invocare soluzioni semplicistiche. Perchp quando fai questo, mini il tuo futuro. Hai gente che pensa che basta fare una manifestazione in piazza per cambiare tutto. E quando arriverà il Berlusconi di turno e gli dirà la stessa cosa semplicistica, lo seguiranno.

Per tenere insieme il PD occorre occuparsi degli argomenti che stanno a cuore al PD, sottolineando le differenze nei programmi

Per scimmiottare Berlusconi, meglio scegliere l'originale e evitare di farsi venire mal di pancia per contrastarlo o offrire qualcosa di diverso
Anonymous - Mer Feb 18, 21:22:09
Oggetto:
gianbi ha scritto:
fotogian ha scritto:
gianbi ha scritto:
Anche i giornali stranieri come l'herald tribune sottolineano come il gesto del povero roditore fuggitivo sia stato intempestivo:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ho sentito alla radio un pezzo del discorso di addio del roditore. Mah, mi sembravano lacrime di coccodrillo "Scusate, non è il partito che sognavo". Mah.


e sei dispiaciuto? perchè? ti mancherà qualcuno con cui prendertela?


Non sarà che sei prevenuto ad ogni cosa che scrivo?
Sinceramente, visto che topogigio ha contribuito a regalare l'italia a silvio, non potrà mancarmi. Anzi. Poi, di teste vuote nel piddì ce ne sono così tante che avrò soltanto l'imbarazzo della scelta.
Riconoscerai come, però, topogigio sia riuscito anche nel gesto estermo di andarsene a:
1) coprire il clamore mediatico del processo mills;
2) gettare il piddì in acque ancora più turbolente, scatenando i vari capibastone in guerre intestine.
Se davvero avesse avuto a cuore il partito, avrebbe scelto una soluzione più soft, di traghettamento e meno di impatto. Come ha fatto, appare evidente la sensazione di sfascio del partito. Oppure, come dirai tu, si tratta di una strategia a lungo termine per fermare silvio & friends?



certo che lo sono... d'altro canto devo leggere cosa scrivi per capire dove andare... cioè dalla parte opposta, anzi per avere conferma che la direzione è quella giusta

ma quando i processi di Berlusconi hanno mosso qualcosa? forse qualche rimbambito si sarà svegliato, ma tra le persone sveglie nessuno si scandalizza per il processo mills e chi non ama Berlusconi non ha bisogno di mills

se non avesse avuto a cuore il PD avrebbe detto di no subito, visto che non ci teneva a fare il segretario

se fosse rimasto avrebbe in realtà agevolato tutti quelli che tramano. In questo modo li costringe a uscire allo scoperto e a mostrare le carte. Si assumeranno i rischi e faranno i conti tra loro e con gli elettori.

Non si potrà + dargli la colpa come successo troppe volte ingiustamente. Non c'è + il capro espiatorio e chi ha attribuito la sconfitta (che non c'è stata perchè + di quello non si poteva ottenere, anzi veltroni ha ottenuto + di quanto fosse prevedibile) a Veltroni, illudendosi alla grande che con altre mosse o altre persone si sarebbe vinto, vedrà i dati e giudicherà
gianbi - Mer Feb 18, 21:29:54
Oggetto:
Probabilmente stiamo vedendo due cose diverse. Tu dici che non c'è stata sconfitta nel piddì. Io vedo un partito allo sbando, senza capobastone, senza idee, senza futuro, buono soltanto per servire l'aperitivo ad arcore. Dopo la catena di insuccessi di questi ultimi mesi, vedere qualcosa di buono è davvero una impresa.
Poi, sei i processi di silvio a te e al piddì non interessano..beh, a me si. E, come me, credo che gli elettori con un minimo di sale in zucca siano interessati alle vicende giudiziarie del miglior amico del piddì. Del resto, non tutti siamo soggiogati dalle avventure del grande fratello o di amici.
Poi, sostenere che topogigio sia una vittima è come cercare una vergine in un bordello. Non ci crede nessuno. Addirittura che si sia sacrificato per guidare il partito...dai...
Anonymous - Mer Feb 18, 21:38:09
Oggetto:
alle politiche non poteva fare + di quanto ha fatto e chi pensava a una vittoria s'è semplicemente illuso. WV ha ottenuto un ottimo risultato e penso che lo vedremo in futuro

l'importante è avere il coraggio di confrontare i dati futuri con quelli ottenuti da Veltroni senza cercare scusanti, come s'è fatto in questi giorni con Soru che alcuni si illudevano potesse diventare il leader del PD... e poi è arrivato al 42% in Sardegna

che veltroni sia stato voluto da tutti i leader, alla ricerca di qualcuno da mettere lì è una dato... poi puoi non crederci

s'è solo rinviato il problema della ricerca di un leader e delle regole per governare il PD di un anno e quattro mesi, dando a molti l'occasione per continuare a fare scelte criticabili perchè tanto la responsabilità della segreteria era di un capro espiatorio

il problema adesso si riproporrà e alcuni nodi verranno al pettine

Processi: è un processo, vedremo dove porterà... alla fine temo da nessuna parte e ci sono questioni che interessano milioni di pensionati, studenti, lavoratori, consumatori, disoccupati, ecc che meritano molto + interesse. E purtroppo non ce l'hanno
la tigre della malora - Mer Feb 18, 21:48:26
Oggetto:
fotogian, giusto per "sdrammatizzare" (non vedo nessuno immerso in un lago di sangue) e per fare un OT da un paio di commenti, come hai chiamato il tuo gatto?

(OT nell'OT: il mio - nerissimo - si chiama Giulio)
Anonymous - Mer Feb 18, 21:54:39
Oggetto:
io non drammatizzo affatto... dialogo con chi sa dialogare e con chi vuole dialogare

Bibi ... pensavo a un nome e c'era il tg che parlava di Netanyahu... mi sembrava un miagolio + che un nome e ho pensato che Bibi fosse adatto a un gatto
gianbi - Mer Feb 18, 21:57:24
Oggetto:
fotogian ha scritto:

Processi: è un processo, vedremo dove porterà... alla fine temo da nessuna parte e ci sono questioni che interessano milioni di pensionati, studenti, lavoratori, consumatori, disoccupati, ecc che meritano molto + interesse. E purtroppo non ce l'hanno


Siamo sempre a girare intorno agli stesi punti. Per te i processi sono un dettaglio superfluo a fronte di problemi più grandi. Per me sono il punto di partenza per moralizzare i cittadini, arginare la corruzione e permettere alle persone perbene di comportarsi e vivere nello stesso modo.
Non puoi correlare crisi mondiale - processi. Sono due elementi disgiunti e paralleli. La crisi c'è, esiste ed esisterebbe anche se avessimo la classe politica migliore al mondo. Ma, passerà. Come ogni gaussiana, un po sale e un po scende. QUando risaliremo, se non avremo un paese forte, moralizzato e senza rubagalline al governo, potremo ripartire. Altrimenti, staremo a contendere il primato di paese più corrotto d'europa a chissà chi.
Senza un senso della giustizia non si va da nessuna parte.
la tigre della malora - Mer Feb 18, 21:58:39
Oggetto:
fotogian ha scritto:
io non drammatizzo affatto... dialogo con chi sa dialogare e con chi vuole dialogare

Bibi ... pensavo a un nome e c'era il tg che parlava di Netanyahu... mi sembrava un miagolio + che un nome e ho pensato che Bibi fosse adatto a un gatto


Uff... non mi riferivo a TE, nel "dramma".Laughing Il mio sta bene con Ciro (cfr. avatar mio, per dare un'idea). W gli animali. Fine OT.
Anonymous - Mer Feb 18, 22:08:55
Oggetto:
gianbi ha scritto:
fotogian ha scritto:

Processi: è un processo, vedremo dove porterà... alla fine temo da nessuna parte e ci sono questioni che interessano milioni di pensionati, studenti, lavoratori, consumatori, disoccupati, ecc che meritano molto + interesse. E purtroppo non ce l'hanno


Siamo sempre a girare intorno agli stesi punti. Per te i processi sono un dettaglio superfluo a fronte di problemi più grandi. Per me sono il punto di partenza per moralizzare i cittadini, arginare la corruzione e permettere alle persone perbene di comportarsi e vivere nello stesso modo.
Non puoi correlare crisi mondiale - processi. Sono due elementi disgiunti e paralleli. La crisi c'è, esiste ed esisterebbe anche se avessimo la classe politica migliore al mondo. Ma, passerà. Come ogni gaussiana, un po sale e un po scende. QUando risaliremo, se non avremo un paese forte, moralizzato e senza rubagalline al governo, potremo ripartire. Altrimenti, staremo a contendere il primato di paese più corrotto d'europa a chissà chi.
Senza un senso della giustizia non si va da nessuna parte.



a me fa paura chi vuol moralizzare...

non solo c'è il Vaticano il cui compito principale, insieme al resto dell'industria religiosa capillarmente diffusa, è occuparsi di morale ... e la cosa mi inquieta

ma le peggiori dittature hanno immafinato uomini nuovi capaci di mostrare la loro superiorità, hanno desiderato persone moralmente migliori

e i fans delle dittature si illudono che i loro beneamati fossero integri e pronti a tutto in nome di principi morali (altrimenti perchè avrebbero messo a rischio la loro vita?)

poi non c'è nessuna correlazione tra la crisi e le politiche di un governo in tema di pensioni, scuola, sanità ecc. Politiche che non cambiano per effetto della crisi. E infatti non fanno molto per affrontarla, anzi nulla

non c'era alcuna crisi nell'america di Bush. Solo politich sbagliate. Le stesse che cerca di realizzare SB e che non vediamo, perchè costantemente pensiamo ad altro con l'avallo di alcuni dei presunti oppositori di SB

Non c'era alcuna crisi quando Bush s'è occupato di Terry Schiavo esattamente come Berlusconi ha tentato di fare con Eluana Englaro.
Orientalista partenopeo - Mer Feb 18, 22:09:14
Oggetto:
fotogian ha scritto:

In questo momento un'alleanza con l'UDC, specie a livello locale, può essere utile per sconfiggere Berlusconi

E ci voleva tanto a dire che volevi l'alleanza con l'UDC? Ma non avevi paura che nascesse una nuova DC? Non eri di sinistra?
Cosa sia l'UDC, lo dice già Hellies con parole efficaci:

hellies15 ha scritto:

Vabbè, ma mica è importante solo avere una visione per il futuro. Bisogna vedere anche quale visione si ha. L'UDC è un partito sostanzialmente conservatore; è l'ala di destra della Dc. E, soprattutto sui temi etici, non c'azzecca quasi nulla con l'elettore di sinistra.


Ecco svelato l'arcano. Tante chiacchiere a vuoto, piene di astio, su Di Pietro, ma alla fine è venuto fuori quello che avevo già risposto a Tufu.

Orientalista partenopeo ha scritto:

Veramente li vedo molto più bramosi di congiungersi carnalmente con l'UDC... Twisted Evil
E non so le idee di Veltroni al riguardo fossero molto diverse.


Senza contare la presenza, nell'UDC, di elementi come Cannolo Cuffaro, tanto per citare il più famoso. Ah, dimenticavo... la questione morale non ti interessa, ti fa sbadigliare. Non sai nemmeno cosa sia.
gianbi - Mer Feb 18, 22:17:16
Oggetto:
fotogian ha scritto:
a me fa paura chi vuol moralizzare...

non solo c'è il Vaticano il cui compito principale, insieme al resto dell'industria religiosa capillarmente diffusa, è occuparsi di morale ... e la cosa mi inquieta

ma le peggiori dittature hanno immafinato uomini nuovi capaci di mostrare la loro superiorità, hanno desiderato persone moralmente migliori

e i fans delle dittature si illudono che i loro beneamati fossero integri e pronti a tutto in nome di principi morali (altrimenti perchè avrebbero messo a rischio la loro vita?)

poi non c'è nessuna correlazione tra la crisi e le politiche di un governo in tema di pensioni, scuola, sanità ecc. Politiche che non cambiano per effetto della crisi. E infatti non fanno molto per affrontarla, anzi nulla

non c'era alcuna crisi nell'america di Bush. Solo politich sbagliate. Le stesse che cerca di realizzare SB e che non vediamo, perchè costantemente pensiamo ad altro con l'avallo di alcuni dei presunti oppositori di SB

Non c'era alcuna crisi quando Bush s'è occupato di Terry Schiavo esattamente come Berlusconi ha tentato di fare con Eluana Englaro.


Nessuno vuole moralizzare nessuno. Si chiede soltanto che chi prende soldi dallo stato per fare politica non sia un delinquente, e che ci sia certezza della pena. Non c'è bisogno di tante parole.
A te, dunque, non importa questo argomento? Unito al tuo desiderio di avvicinarsi all'UDC (che trovo aberrante) non depone certo a tuo favore.
Credere che l'UDC sia meglio di Tonino (magari a livello di immagine del buon pierferdy nei salotti della televisione) è avventurosa e soprattuto pericolosa.
Se io fossi un elettore piddì (!!!) farei molta fatica a capire questa svolta.
Orientalista partenopeo - Mer Feb 18, 22:27:15
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Trovami dove me la sono presa con chi commenta i fallimenti di Veltroni. Io ho chiamato accolita di jene chi ha dato dell'idiota, nonchè "cattivo", a chi ha deciso di dimettersi per pagare errori suoi e non. Un gesto che meriterebbe rispetto, ed invece trova persone che infieriscono con insulti, come jene su un animale ferito, appunto. Che stile, degno di un Cicchitto. Ribadisco quanto detto e su questo non torno indietro, dare dell'idiota cattivo ad un segretario cche si dimette - uno che si dimette in Italia, nel'Italia di oggi! - è legittima critica politica? Sinceramente, lo pensi davvero?

Veltroni non è un povero cristo che da domani andrà a vivere sotto i ponti, ma un parlamentare lautamente retribuito: retribuito anche da me. Poiché è un mio stipendiato, trovo perfettamente legittimo criticarlo. Non sono una iena, esercito il diritto di dissentire dal suo operato politico. Me ne frego dello stile, e con Cicchitto e il PDL non ho nessua affinità: semmai ce l'ha il tuo beniamino Veltroni, che non era presente in aula quando si è votato per sfiduciare Cosentino e che ha offerto a Veronica Lario, moglie del suo avversario politico, una candidatura nel PD. Altro non c'è da dire, mi sembra, se non che le polemiche personali, con te o con altri, non mi interessano.
Anonymous - Mer Feb 18, 22:31:50
Oggetto:
gianbi ha scritto:

Nessuno vuole moralizzare nessuno. Si chiede soltanto che chi prende soldi dallo stato per fare politica non sia un delinquente, e che ci sia certezza della pena. Non c'è bisogno di tante parole.
A te, dunque, non importa questo argomento? Unito al tuo desiderio di avvicinarsi all'UDC (che trovo aberrante) non depone certo a tuo favore.
Credere che l'UDC sia meglio di Tonino (magari a livello di immagine del buon pierferdy nei salotti della televisione) è avventurosa e soprattuto pericolosa.
Se io fossi un elettore piddì (!!!) farei molta fatica a capire questa svolta.


per certezza della pena ecc mi sa che dovrai aspettare...almeno 4 anni e mezzo. Tempo che finisca la legislatura e ne inizi un'altra, senza Silvio

io non ho alcuna certezza su UDC ecc

i problemi con DP riguardano la scena nazionale; mentre le questioni con l'UDC riguardano le amministrazioni locali dove è importante governare per evitare i danni di Silvio e per mostrare di cosa si è capaci (con le ovvie eccezioni) e costruire un'alternativa credibile

e il caso sardo mostra che il peso di DP in questo campo è minimo. Peraltro poi DP è un democristiano esattamente come Casini e forse sono + vicini loro 2 di tanti altri
gianbi - Mer Feb 18, 22:37:30
Oggetto:
fotogian ha scritto:
i problemi con DP riguardano la scena nazionale; mentre le questioni con l'UDC riguardano le amministrazioni locali dove è importante governare per evitare i danni di Silvio e per mostrare di cosa si è capaci (con le ovvie eccezioni) e costruire un'alternativa credibile

e il caso sardo mostra che il peso di DP in questo campo è minimo. Peraltro poi DP è un democristiano esattamente come Casini e forse sono + vicini loro 2 di tanti altri


I conti non tornano. Se DP è simile a casini (democristiano) perchè il piddì ha rinunciato a tonino per il catagirone boy prezzolato? Davvero non ti urterebbe essere alleato di mafiosi come cuffaro & C.? Secondo me, agli elettori piddini che ancora hanno la schiena diritta urterebbe, eccome. Davvero pensi che una unione con il partito che - a livello genetico - è più simile al PDL di chiunque altro, pronto a fare il triplo gioco a comando di silvio? E' tutta qui la speranza di rinascita del piddi? inuna alleanza con un partito di mafiosi?
zemmuonne - Mer Feb 18, 22:47:03
Oggetto:
max ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Jena continuo a dirlo a chi mi pare, senza però toccare i familiari di nessuno, cosa che tu invece ti senti libero di fare, dicendo però a me di fare il serio. Ti invito di nuovo ad evitare di citarli e a stare al tuo posto.


Certo che sei proprio un bel prepotente oltre che un canfoncello d'accatto:

Citazione:
Ringrazio per le care parole e rispedisco a te e famiglia, fratelli compresi.


Il bue dice cornuto all'asino.... quello che scrivi TU SI, quello che scrivo IO NO....

Guy... leggi pure con attenzione è la quinta menzogna che questo tira fuori da quando ha deciso di fare il paladino di Water su internet....

Allora io non posso permettermi di dire DAI DELLE JENE A TUA MAMMA E PAPA' ma tu puoi dare delle iene persino ai miei fratelli.... Laughing
Solo con un piddino si può intavolare una conversazione senza alcun senso come quella sopra.
Comunque CARTA CANTA, per l'ennesima volta....

Insomma per concludere dai delle iene ai tuoi familiari ma non permetterti di dare della iena a me, chiaro? Ora ignorami e fai pure finta che non scrivo sul forum, se no tocca a me, ignorare te.
Buon PD Laughing

Vatti a rileggere tutti i messaggi, smemorato (o finto smemorato, chissà), il primo a tirare fuori i parenti sei stato tu, ed io ho ricambiato. E mi fai più piddino di quel che sono, la questione era più sul gesto (dis)umano di infierire su uno sconfitto che si arrende che sul difendere o meno la politica Veltroni, ma figuriamoci se uno si ferma a leggere e a capire -se può - prima di vomitare insulti sul forum.
Concordo sull'ignorarsi, buon fiele.
Giacomo - Mer Feb 18, 22:49:41
Oggetto:
Citazione:

dialogo con chi sa dialogare e con chi vuole dialogare


Okkei.. visto che sei qui per dialogare, comincia con il rispondere alle mie domande: risolveriquello che ai miei occhi pare un enorme paradosso. Ovvero come conciliare l'affermazione che il Parlare della Giustizia sia fare il gioco di Berlusconi, con l'evidenza concreta che il PD non ha mai fatto niente per far si che la "discussione", lo socntro politico si spostasse su altri argomenti.

Perchè vedi, io, cittadino mediamente informato, che segue un pò la politica ma non specificamente l'attività del PD, non ho la più pallida idea di quale sia il programma del PD su energia, lavoro, economia, sanità, scuola, eccetera eccetera. Nessuna idea. Immagino che riprenda un programma simile a quello di Prodi. Ma è solo una supposizione. Nè tantomeno ho idea di quali siano gli argomenti scottanti a cui tu spesso alludi, quelli dei quali a tuo dire il governo Berlusconi non vorrebbe si parlasse. E se non ne ho sentito parlare io, figuriamoci persone che non si interessano minimamente di politica.

Ora delle due l'una:

-o il PD, nonostante quello che tu ci riporti, non ha alcun reale interesse a portare questi discorsi di cui accenni all'opinione pubblica, limitandosi magari ad accennarli in questo o quel discorso di Veltroni o Bersani, ma non facendo seguire ad essi nessuna seria attività di diffusione, a differenza di quanto fa Di Pietro;

-Oppure sono i Media sotto il controllo di Berlusconi a far si che queste tematiche non raggiungano il grande pubblico. Ma se fosse così, questo andrebbe a contraddire l'altra grande assunto dell'ideologia PDDina, che più e più volte hai sostenuto, ovvero che il controllo dei media non è determinante nella lotta politica.

Qual è la risposta?

Zemmuone, tu che mi sembri, così a pelle (ma io non riesco quasi mai a capire chi ho di fronte in rete, basta vedere la figura che ho fatto con Milordino) meno partigiano di Fotogian, giro la domanda anche a te.
zemmuonne - Mer Feb 18, 22:53:14
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Trovami dove me la sono presa con chi commenta i fallimenti di Veltroni. Io ho chiamato accolita di jene chi ha dato dell'idiota, nonchè "cattivo", a chi ha deciso di dimettersi per pagare errori suoi e non. Un gesto che meriterebbe rispetto, ed invece trova persone che infieriscono con insulti, come jene su un animale ferito, appunto. Che stile, degno di un Cicchitto. Ribadisco quanto detto e su questo non torno indietro, dare dell'idiota cattivo ad un segretario cche si dimette - uno che si dimette in Italia, nel'Italia di oggi! - è legittima critica politica? Sinceramente, lo pensi davvero?

Veltroni non è un povero cristo che da domani andrà a vivere sotto i ponti, ma un parlamentare lautamente retribuito: retribuito anche da me. Poiché è un mio stipendiato, trovo perfettamente legittimo criticarlo. Non sono una iena, esercito il diritto di dissentire dal suo operato politico. Me ne frego dello stile, e con Cicchitto e il PDL non ho nessua affinità: semmai ce l'ha il tuo beniamino Veltroni, che non era presente in aula quando si è votato per sfiduciare Cosentino e che ha offerto a Veronica Lario, moglie del suo avversario politico, una candidatura nel PD. Altro non c'è da dire, mi sembra, se non che le polemiche personali, con te o con altri, non mi interessano.


Orientalista, ma perchè ci giri attorno? Io non ho dato della jena a chi lo critica, ho dato della jena a chi ha infierito ("idiota", di più, "idiota e cattivo") sullo sconfitto nel momento della resa, e per fortuna non sono il solo a pensare che sugli sconfitti non si dovrebbe infierire. Per il resto critica chi vuoi fino a consumare i tasti, figurati. La questione era sul merito di quanto ho ripetuto, per quanti errori abbia potuto fare Veltroni, infierire al momento della resa è disumano, degno di un animale spietato e "vigliacco" come la Jena, appunto. Mi spieghi per quale motivo non mi sarebbe consentito dirlo?
Anonymous - Mer Feb 18, 22:58:01
Oggetto:
gianbi ha scritto:

I conti non tornano. Se DP è simile a casini (democristiano) perchè il piddì ha rinunciato a tonino per il catagirone boy prezzolato? Davvero non ti urterebbe essere alleato di mafiosi come cuffaro & C.? Secondo me, agli elettori piddini che ancora hanno la schiena diritta urterebbe, eccome. Davvero pensi che una unione con il partito che - a livello genetico - è più simile al PDL di chiunque altro, pronto a fare il triplo gioco a comando di silvio? E' tutta qui la speranza di rinascita del piddi? inuna alleanza con un partito di mafiosi?

io non ho parlato di un'alleanza nazionale, ma di alleanze locali

se c'è un problema SB, occorre anche capire che per affrontarlo e evitare il disastro che può combinare occorre mettersi tutti insieme. Poi ritorneranno le alleanze + naturali, ma se stiamo ad aspettare o SB ce lo toglie il padreterno o facciamo prima a morire noi

poi se vogliamo valutare l'onestà e altre virtù morali, non è che DP mi tranquillizzi

oggi Veltroni ha parlato anche dell'Italia dei raccomandati, da cambiare, come sono da cambiare tante cose. Ma se consideriamo anche solo i raccomandati DP non mi pare faccia bella figura e se vogliamo considerare le vecchie faccende, le amicizie, le frequentazioni, i favori, i metodi di gestione del partito, siamo di fronte a un personaggio che non rappresenta certo una novità di nessun tipo ma è un evidente elemento di continuità con un passato non gradevole

non i saranno i mafiosi, ma non c'è da fidarsi, anche sul piano delle alleanze. Quella del 2006 è arrivata all'ultimo minuto e dopo estenuanti trattative. Nel 2001 se n'è andato per i fatti suoi convinto di farcela da solo. E ha mancato l'obiettivo di pochissimo. Non parliamo poi di De Gregorio.... L'impegno a fare un unico gruppo parlamentare è finito nel cestino non appena s'è reso conto di poter fare da solo

Quindi dati alla mano non mi pare che DP sia un modello da nessun punto di vista o che sia decisamente migliore di qualcuno, mentre se lasciamo che Silvio si prenda anche comuni e province rischiamo di trovarci Formigoni sotto il letto che controlla se respiri troppo affannosamente e perchè o se hai deciso di non respirare +
Orientalista partenopeo - Mer Feb 18, 23:06:51
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Orientalista, ma perchè ci giri attorno? Io non ho dato della jena a chi lo critica, ho dato della jena a chi ha infierito ("idiota", di più, "idiota e cattivo") sullo sconfitto nel momento della resa, e per fortuna non sono il solo a pensare che sugli sconfitti non si dovrebbe infierire. Per il resto critica chi vuoi fino a consumare i tasti, figurati. La questione era sul merito di quanto ho ripetuto, per quanti errori abbia potuto fare Veltroni, infierire al momento della resa è disumano, degno di un animale spietato e "vigliacco" come la Jena, appunto. Mi spieghi per quale motivo non mi sarebbe consentito dirlo?

Fammi capire: se Berlusconi dovesse perdere tutte le prossime elezioni (magari...) e si dimettesse da Presidente del Consiglio, cosa dovrei fare? Osservare un rispettoso minuto di raccoglimento e rendere omaggio allo statista Silvio? Non sarebbe lecito, anche in quel momento, sputargli addosso tutto il mio disgusto per lui? O non è lecito infierire su uno "sconfitto"?
I veri sconfitti sono gli italiani, governati da un delinquente e con un'opposizione formata in larga parte da cialtroni. Io la vedo così: sarò populista, ma la vedo così. Non concedo l'onore delle armi a chi non stimo, né umanamente, né politicamente.
gianbi - Mer Feb 18, 23:07:37
Oggetto:
fotogian ha scritto:
gianbi ha scritto:

I conti non tornano. Se DP è simile a casini (democristiano) perchè il piddì ha rinunciato a tonino per il catagirone boy prezzolato? Davvero non ti urterebbe essere alleato di mafiosi come cuffaro & C.? Secondo me, agli elettori piddini che ancora hanno la schiena diritta urterebbe, eccome. Davvero pensi che una unione con il partito che - a livello genetico - è più simile al PDL di chiunque altro, pronto a fare il triplo gioco a comando di silvio? E' tutta qui la speranza di rinascita del piddi? inuna alleanza con un partito di mafiosi?

io non ho parlato di un'alleanza nazionale, ma di alleanze locali


Non sono molto d'accordo sul "a livello locale si, a livello nazionale no". Cosa significa? Usarsi l'un l'altro per cosa?
Come puoi fidarti, anche per un solo istante, di un componente dell'U.D.C., comandato da mafiosi e camorristi voltagabbana e cialtroni? Da questo punto di vista ammiro molto di più la sinistra radicale. Almeno, per quanto condivida ben poco di ciò che propongono, sono coerenti e soprattutto non mafiosi.
Quando hai preso qualche comune, cosa hai risolto? La crisi della sinistra è nazionale, è li che devi concentrare il fuoco. E non è unendosi in un brutto incesto con gente come UDC che puoi risolvere i problemi. De gregorio a qualcosa deve servire. Qualcosa cosa uscita da silvio o assimilato è pericoloso come la kriptonite per superman. Accettare le sirene dell'UDC significherebbe distruggere anche le macerie rimaste dopo l'era topogigio.
gianbi - Mer Feb 18, 23:10:12
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
Non concedo l'onore delle armi a chi non stimo, né umanamente, né politicamente.


L'onore delle armi si concede ad un nemico valoroso e fiero.
Farei davvero fatica a considerare valorosi e fieri due omuncoli come silvio e topogigio.
zemmuonne - Mer Feb 18, 23:10:19
Oggetto:
Giacomo ha scritto:


Okkei.. visto che sei qui per dialogare, comincia con il rispondere alle mie domande: risolveriquello che ai miei occhi pare un enorme paradosso. Ovvero come conciliare l'affermazione che il Parlare della Giustizia sia fare il gioco di Berlusconi, con l'evidenza concreta che il PD non ha mai fatto niente per far si che la "discussione", lo socntro politico si spostasse su altri argomenti.

Perchè vedi, io, cittadino mediamente informato, che segue un pò la politica ma non specificamente l'attività del PD, non ho la più pallida idea di quale sia il programma del PD su energia, lavoro, economia, sanità, scuola, eccetera eccetera. Nessuna idea. Immagino che riprenda un programma simile a quello di Prodi. Ma è solo una supposizione. Nè tantomeno ho idea di quali siano gli argomenti scottanti a cui tu spesso alludi, quelli dei quali a tuo dire il governo Berlusconi non vorrebbe si parlasse. E se non ne ho sentito parlare io, figuriamoci persone che non si interessano minimamente di politica.

Ora delle due l'una:

-o il PD, nonostante quello che tu ci riporti, non ha alcun reale interesse a portare questi discorsi di cui accenni all'opinione pubblica, limitandosi magari ad accennarli in questo o quel discorso di Veltroni o Bersani, ma non facendo seguire ad essi nessuna seria attività di diffusione, a differenza di quanto fa Di Pietro;

-Oppure sono i Media sotto il controllo di Berlusconi a far si che queste tematiche non raggiungano il grande pubblico. Ma se fosse così, questo andrebbe a contraddire l'altra grande assunto dell'ideologia PDDina, che più e più volte hai sostenuto, ovvero che il controllo dei media non è determinante nella lotta politica.

Qual è la risposta?

Zemmuone, tu che mi sembri, così a pelle (ma io non riesco quasi mai a capire chi ho di fronte in rete, basta vedere la figura che ho fatto con Milordino) meno partigiano di Fotogian, giro la domanda anche a te.


Guarda che io vorrei che si parlasse di più di giustizia nel PD. Così come di RAI libera dai partiti, di conflitto d'interessi, e di tante altre cose (per dire, 9 colleghi su 10 stanno risparmiando grazie alle liberalizzazioni fatte da Bersani, chi sui mutui - io per primo - chi sul fotovoltaico, infissi ecc.).

Di certo questo PD ha affidato la comunicazione ad incapaci. E' anche certo che i media non fanno a gara a chiarire come stanno davvero le cose (a Napoli la spazzatura per strada c'è o non c'è? Lo deve dire una attrice alle invasioni barbariche che la situazione fa ancora schifo, o dovrebbe dirlo il PD?).

Ma in fondo, il vero problema è che il PD è in gran parte marcio. Capibastone, incapaci attaccati alla poltrona, riciclati, offuscano chi nel PD ha buona volontà ed è onesto. Chi si aspetta che un segretario possa fare pulizia con la sola volontà e uno schiocco di dita ha visto troppi film, non ci riesce neanche Di Pietro con un partito grande 1/3 e senza nessun oppositore interno (o qualcuno può negare che l'IDV sia pieno di marcio, ex udeur e voltagabbana?), figuriamoci...
Io l'avevo scritto mesi fa che Veltroni doveva sparigliare e dare una svolta netta, facendo gesti eclatanti, seguendo la base e mettendo a nudo chi gli remava contro. Non ha voluto farlo, forse per miopia, forse per poco coraggio, forse per aver voluto aspettare chissà cosa. Vedremo il prossimo.
zemmuonne - Mer Feb 18, 23:13:56
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Orientalista, ma perchè ci giri attorno? Io non ho dato della jena a chi lo critica, ho dato della jena a chi ha infierito ("idiota", di più, "idiota e cattivo") sullo sconfitto nel momento della resa, e per fortuna non sono il solo a pensare che sugli sconfitti non si dovrebbe infierire. Per il resto critica chi vuoi fino a consumare i tasti, figurati. La questione era sul merito di quanto ho ripetuto, per quanti errori abbia potuto fare Veltroni, infierire al momento della resa è disumano, degno di un animale spietato e "vigliacco" come la Jena, appunto. Mi spieghi per quale motivo non mi sarebbe consentito dirlo?

Fammi capire: se Berlusconi dovesse perdere tutte le prossime elezioni (magari...) e si dimettesse da Presidente del Consiglio, cosa dovrei fare? Osservare un rispettoso minuto di raccoglimento e rendere omaggio allo statista Silvio? Non sarebbe lecito, anche in quel momento, sputargli addosso tutto il mio disgusto per lui? O non è lecito infierire su uno "sconfitto"?
I veri sconfitti sono gli italiani, governati da un delinquente e con un'opposizione formata in larga parte da cialtroni. Io la vedo così: sarò populista, ma la vedo così. Non concedo l'onore delle armi a chi non stimo, né umanamente, né politicamente.
Non ho parlato di osservare minuti di raccoglimento, e se permetti Berlusconi non è Veltroni, ma se davvero Berlusconi si arrendesse - cosa impossibile, non ce l'ha nel dna la resa, nè la vergogna, nè la dignità - io no, non infierirei, mi sentirei troppo simile a lui. Mi ha fatto schifo quel senatore che si è ingozzato di mortadella in parlamento alla caduta di Prodi, mi farei schifo se mi comportassi allo stesso modo.
Tufu - Gio Feb 19, 00:06:38
Oggetto:
fotogian ha scritto:
non sono fatti suoi perchè è alleato con altri e il messaggio che offre è che è pronto a fare quello che hanno fatto prima di lui Bertinotti e Mastella

e quindi l'elettore si domanda se si ricomincerebbe da capo e diffiderebbe di questa situazione

ma le conseguenze poi sono molto + gravi: perchè si sta dicendo a tanta gente (per esempio quella riunita da Grillo) che sono tutti uguali, che qualche soluzione semplicistica risolverebbe tutto, che la disonestà è diffusa a tali livelli che è lecito prendersela anche con Napolitano

Tutte cose degne di Berlusconi, percolose, miopi. Danni permanenti a un pezzo di elettorato

La coalizione vincente la costruisci nel tempo, governando a livello locale, dimostrando cosa sai fare, insegnado a chi ti ascolta a distinguere verità e false illusioni, evitando di invocare soluzioni semplicistiche. Perchp quando fai questo, mini il tuo futuro. Hai gente che pensa che basta fare una manifestazione in piazza per cambiare tutto. E quando arriverà il Berlusconi di turno e gli dirà la stessa cosa semplicistica, lo seguiranno.

Per tenere insieme il PD occorre occuparsi degli argomenti che stanno a cuore al PD, sottolineando le differenze nei programmi

Per scimmiottare Berlusconi, meglio scegliere l'originale e evitare di farsi venire mal di pancia per contrastarlo o offrire qualcosa di diverso



Il p.to è che ripeto, con lo stesso identico comportamento tenuto da DP il PD avrebbe potuto guadagnare voti con un atteggiamento diverso.
Viceversa con l'atteggiamento interno tenuto dal PD voti non lio avrebbe guadagnati cmq.
XK parli tnt di DP, ma se i conflitti sono prima di tutto INTERNI al partito quelli sono i primi di risolvere.
E ripeto che DP al governo è sempre stato affidabile al contrario di quelli cghe hai citato tu.
Anonymous - Gio Feb 19, 00:14:40
Oggetto:
il PD non poteva prendere + voti di quelli che ha preso. Ad aprile ha raggiunto il massimo possibile

Per prenderne di + occorrono molti cambiamenti che richiedono tempo e condizioni diverse

tra l'altro in Sardegna ha preso le stesse % di 5 anni fa e, se è vero che Soru è stato boicottato, vuol dire che ha fatto meglio di 5 anni fa, pur in un contesto molto meno favorevole

ciò non toglie che ci sia una situazione difficile, cui ha contrbuito e non poco DP, che è stato affidabile al governo ma ha anche fatto cose poco simpatiche, che hanno lasciato perplessi molti, dubbiosi sull'opportunità di quell'alleanza, specie dopo aver visto come s'è comportato DP successivamente alle elezioni

e soprattutto cavalcando certi atteggiamenti sta preparando il terreno per futuri trionfi della destra
Tufu - Gio Feb 19, 00:21:59
Oggetto:
Non sarei così categorico.
Sarebbe interessante fare un sondaggio negli elettori di csx e sapere QUANTI hanno apprezzato l'operato di DP.

Secondo repubblica sono un 40%, ma su tutto l'elettorato.
A destra in pochi lo apprezzano, fai tu due conti.

Gli indecisi buh...in realtà sarebbe interessante fare un sondaggio per verificare/smentire la tua tesi.
Anonymous - Gio Feb 19, 00:25:38
Oggetto:
io parlavo soprattutto dei voti del PD e non mi pare di aver parlato di indecisi

se cerchi ogni tanto repbblica fa i sondaggi dove puoi trovare quel che cerchi

io non penso che gli elettori di destra anche se apprezzano DP lo voterebbero, ma se succede ben venga
Tufu - Gio Feb 19, 01:12:00
Oggetto:
Sì ho capito.
Quei sondaggi dicono che circa il 40% degli elettori è favorevole all'operato di DP.
Che circa il 25% è favorevole a quello del PD.

Ma non ho capito come li rapportano, cioè la domanda è tipo "ti piace l'operato di xxx"? e tu puoi rispondere sì a più d'uno, giusto?

In tal caso è addirittura più apprezzato DP del PD, quindi non capisco nemmeno come faccia a far perdere voti (?!).

Ma non sono sicuro che quei sondaggi siano affidabili ecco.
Luca Schiavoni - Gio Feb 19, 02:23:25
Oggetto:
(P)overi (D)isperati.
Bruna - Gio Feb 19, 07:26:29
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Orientalista, ma perchè ci giri attorno? Io non ho dato della jena a chi lo critica, ho dato della jena a chi ha infierito ("idiota", di più, "idiota e cattivo") sullo sconfitto nel momento della resa, e per fortuna non sono il solo a pensare che sugli sconfitti non si dovrebbe infierire. Per il resto critica chi vuoi fino a consumare i tasti, figurati. La questione era sul merito di quanto ho ripetuto, per quanti errori abbia potuto fare Veltroni, infierire al momento della resa è disumano, degno di un animale spietato e "vigliacco" come la Jena, appunto. Mi spieghi per quale motivo non mi sarebbe consentito dirlo?

Fammi capire: se Berlusconi dovesse perdere tutte le prossime elezioni (magari...) e si dimettesse da Presidente del Consiglio, cosa dovrei fare? Osservare un rispettoso minuto di raccoglimento e rendere omaggio allo statista Silvio? Non sarebbe lecito, anche in quel momento, sputargli addosso tutto il mio disgusto per lui? O non è lecito infierire su uno "sconfitto"?
I veri sconfitti sono gli italiani, governati da un delinquente e con un'opposizione formata in larga parte da cialtroni. Io la vedo così: sarò populista, ma la vedo così. Non concedo l'onore delle armi a chi non stimo, né umanamente, né politicamente.
Non ho parlato di osservare minuti di raccoglimento, e se permetti Berlusconi non è Veltroni, ma se davvero Berlusconi si arrendesse - cosa impossibile, non ce l'ha nel dna la resa, nè la vergogna, nè la dignità - io no, non infierirei, mi sentirei troppo simile a lui. Mi ha fatto schifo quel senatore che si è ingozzato di mortadella in parlamento alla caduta di Prodi, mi farei schifo se mi comportassi allo stesso modo.




Quoto in toto Orientalista. Anche perchè a campano e calabrese nessuno può venire a dire che Walter non abbia avuto delle responsabilità gravissime:

1) nel non prendere una netta posizione sulla questione dei governi regionali, csx
2) tuonare contro i capibastone e poi non avere il coraggio (diciamo così) di fare i nomi e di andare fino in fondo, significa essere in malafede o, peggio, aver ceduto le armi a costoro
3) aver condotto un'opposizione ambigua, ammiccante, contro le porcate di berluska, che non è che toccano più di tanto il marciume piddi (anzi, vedere smantellamento della giustizia), ma le fondamenta della stessa democrazia


E per tutto questo si dovrebbe provare compassione? Aspirare alla buddhità( nevvero Oriè? Wink ) non impone di tacere, di non mettere ciascuno di fronte alle proprie responsabilità. E tacere non è compassione, è omertà... Rolling Eyes
Luca Schiavoni - Gio Feb 19, 11:07:02
Oggetto:
Bruna ha scritto:
Quoto in toto Orientalista. Anche perchè a campano e calabrese nessuno può venire a dire che Walter non abbia avuto delle responsabilità gravissime:

1) nel non prendere una netta posizione sulla questione dei governi regionali, csx
2) tuonare contro i capibastone e poi non avere il coraggio (diciamo così) di fare i nomi e di andare fino in fondo, significa essere in malafede o, peggio, aver ceduto le armi a costoro
3) aver condotto un'opposizione ambigua, ammiccante, contro le porcate di berluska, che non è che toccano più di tanto il marciume piddi (anzi, vedere smantellamento della giustizia), ma le fondamenta della stessa democrazia


E per tutto questo si dovrebbe provare compassione? Aspirare alla buddhità( nevvero Oriè? Wink ) non impone di tacere, di non mettere ciascuno di fronte alle proprie responsabilità. E tacere non è compassione, è omertà... Rolling Eyes


Già.

Riporto il mio commento su repubblica.it...

Caro Walter, le tue dimissioni mi dispiacciono. Te ne sei andato da signore. Ma hai sbagliato tutto sin dall'inizio. Hai sbagliato tempi e modi. Lo hai fatto quando il governo Prodi aveva bisogno, seppur per un ricatto, di tenersi buoni i partiti piccoli; lo hai fatto prima che riprendesse consensi dopo scelte impopolari. Lo hai fatto senza che fossero chiare l'identità e le scelte su temi importanti, come etica, laicità, giustizia e questione morale, di questo nuovo grande apparato. Hai rilegittimato berlusconi nel suo momento politico più difficile. Non gli riusciva la "spallata". Fini e Casini lo avevano scaricato. Ma tu lo hai prima ritenuto "l'unico interlocutore", poi hai fatto una campagna in cui non lo nominavi: grottesco. Poi, non contento, ti sei pure dissociato da Di Pietro. In questi guai ti ci sei cacciato da solo. Avessi aspettato un anno, forse sarebbe andata meglio. Se berlusconi è più forte di prima, è anche (forse soprattutto) colpa tua. Per cui non ti ringrazio.
Bruna - Gio Feb 19, 11:25:33
Oggetto:
Grande Luca. Rolling Eyes
gianbi - Gio Feb 19, 12:16:55
Oggetto:
Luca Schiavoni ha scritto:

Riporto il mio commento su repubblica.it...

Caro Walter, le tue dimissioni mi dispiacciono. Te ne sei andato da signore. Ma hai sbagliato tutto sin dall'inizio. Hai sbagliato tempi e modi. Lo hai fatto quando il governo Prodi aveva bisogno, seppur per un ricatto, di tenersi buoni i partiti piccoli; lo hai fatto prima che riprendesse consensi dopo scelte impopolari. Lo hai fatto senza che fossero chiare l'identità e le scelte su temi importanti, come etica, laicità, giustizia e questione morale, di questo nuovo grande apparato. Hai rilegittimato berlusconi nel suo momento politico più difficile. Non gli riusciva la "spallata". Fini e Casini lo avevano scaricato. Ma tu lo hai prima ritenuto "l'unico interlocutore", poi hai fatto una campagna in cui non lo nominavi: grottesco. Poi, non contento, ti sei pure dissociato da Di Pietro. In questi guai ti ci sei cacciato da solo. Avessi aspettato un anno, forse sarebbe andata meglio. Se berlusconi è più forte di prima, è anche (forse soprattutto) colpa tua. Per cui non ti ringrazio.


Quoto.
Qui qualcuno sta confondendo la sana critica costruttiva contro un operato fallimentare di topogigio e del piddì come un attacco ad personam. Non è così.
Se ci fosse stata una opposizione degna di tal nome, anche io turandomi il naso l'avrei votata. Ma, come si può votare questi arruffoni in malafede, che pensano soltanto al loro orticello (come dimostrano le elezioni Sarde), senza una minima idea e piano futuro? Fino ad oggi hanno campato sul "Meno peggio". Ma, oggi gli elettori vorrebbero qualcosa in più del "Votiamo contro". Vorebbero anche persone valide con delle idee.
Non mi sembra ci voglia poi così tanto.
Anonymous - Gio Feb 19, 12:38:58
Oggetto:
il votiamo contro non l'ha proprio mai proposto Veltroni...sbagli completamene bersaglio... tanto che non ha neppure parlato di Berlusconi in campagna elettorale

se poi leggi cos'ha detto Soru ai suoi ti tendi conto che non c'è proprio nulla dei temi toccati da Luca

sono due mondi differenti, quello della politica reale e quello della politica mediatica che si concentra su argomenti secondari

e oltretutto c'è un limite di fondo di pensare che tutte le scelte siano state solo ed esclusivamente di Veltroni
everywhere - Gio Feb 19, 12:43:36
Oggetto:
Se il pd si sfasciasse, e se ci fossero di nuovo i ds e la margherita, contando anche le varie anime neocomuniste, la sinistra italiana sarebbe divisa in piccoli partitini quasi insignificanti.

In questo contesto l'eventuale probabile 10-12 per cento di di pietro, potrebbe, vista anche la sua grande capacita' di essere sempre mediaticamente molto forte, farlo diventare il vero avversario di berlusconi?

I'm a dreamer?? But I'm not the only one...
Anonymous - Gio Feb 19, 13:10:25
Oggetto:
vedremo cosa farà davvero DP e se davvero fosse così forte il PD avrebbe una ragione in + per non sfasciarsi
Luca Schiavoni - Gio Feb 19, 13:34:47
Oggetto:
fotogian ha scritto:
il votiamo contro non l'ha proprio mai proposto Veltroni...sbagli completamene bersaglio... tanto che non ha neppure parlato di Berlusconi in campagna elettorale

se poi leggi cos'ha detto Soru ai suoi ti tendi conto che non c'è proprio nulla dei temi toccati da Luca

sono due mondi differenti, quello della politica reale e quello della politica mediatica che si concentra su argomenti secondari

e oltretutto c'è un limite di fondo di pensare che tutte le scelte siano state solo ed esclusivamente di Veltroni


Non saranno state solo di Veltroni, ma è sicuramente lui che ne risponde in ultima analisi. Il problema è che non si è capito quali scelte. Non si è capito mai, in questi mesi.

Posso capire condividere le responsabilità di certe scelte, ma questo è stato un leader che spesso non ha scelto, che è rimasto nel mezzo, forse (ipotizzo, ma credo che abbia un fondamento) consapevole che la base voleva una linea, i quadri del partito ne volevano un'altra. Ha cercato di mediare, ma è stato (inevitabilmente) un disastro.
Con tutta l'umana simpatia, non lo rimpiangerò. Non ci ha provato davvero, a mio parere.
Anonymous - Gio Feb 19, 13:51:39
Oggetto:
in molte occasioni non ha potuto fare molto perchè bloccato da opinioni diverse nel suo partito; ha anche chiesto di avere maggiore autonomia, che non gli è stata concessa

certo la sua organizzazione del partito non è mai stata forte, almeno ai tempi dei DS, ma mi pare anche adesso e lui ha ammesso di non essere uomo di partito, mentre le critiche di Bersani si concentravano proprio sulla vita di partito. Allo stesso modo le critiche di Chiamparino e dei "federalisti" del nord riguardavano l'organizzazione. Ma non ti giochi nulla o comunque pochissimo sull'etica o una serie di altri argomenti che hai citato, mentre la confusione regna sovrana anche se non soprattutto tra i potenziali elettori, folgorati oggi da Soru (salvo poi scoprire che non vince neppure a casa sua) e domani chissà... ma soprattutto illusi che sia sufficiente cambiare leader per risolvere i problemi. Illusione pericolosissima e mentalità di destra...

Poi io spero sia stato pessimo, perchè vorrebbe dire in futuro prendere + voti, ma ho parecchi dubbi, e se la sardegna o l'abruzzo o roma sono stati disastri dovremmo chiederci perchè quando la campagna elettorale è stata centrata su Veltroni candidato il risultato è stato molto migliore

le scelte sono state quelle che ha raccontato anche ieri nel suo discorso d'addio, ovvero quella di innescare dei processi di cambiamento politico e di attenzione a certi temi che possono dare frutti solo nel lungo periodo, ma che sono perdenti di fronte a una politica che guarda solo all'oggi e punta a prendere in giro l'elettore, trasformandolo in un burattino pronto a credere alla balla + grossa o a non credere in nulla e quindi ad accontentarsi di un vantaggio immediato
hellies15 - Gio Feb 19, 13:52:36
Oggetto:
everywhere ha scritto:
Se il pd si sfasciasse, e se ci fossero di nuovo i ds e la margherita, contando anche le varie anime neocomuniste, la sinistra italiana sarebbe divisa in piccoli partitini quasi insignificanti.

In questo contesto l'eventuale probabile 10-12 per cento di di pietro, potrebbe, vista anche la sua grande capacita' di essere sempre mediaticamente molto forte, farlo diventare il vero avversario di berlusconi?

I'm a dreamer?? But I'm not the only one...


Sinceramente, io non lo vedo come un "sogno" un ipotetico futuro nel quale DP sarà la principale forza di opposizione (peraltro con il 12% circa...). Parliamoci chiaro: Dp è una persona onesta, con delle buone idee su alcuni temi quali giustizia e sicurezza. Temi che, peraltro, in un paese normale, sarebbero propri non della sinistra, ma della destra. Dp è un uomo di destra che sta a sinistra xk dall'altra parte c'è il nano. E questo lo riconoscono tutti.
Ecco, alla luce di questo, sperare che la forza più forte di sinistra sia uan forza...non pienamente di sinistra mi sembra assurdo.
Ma, ammettiamo anche che Dp sua un sinostrorso vero e proprio, ti chiedo: qual'è il suo progetto per l'economia? E per il mondo del lavoro? Nel sito dell'Idv di queste cose se ne parla ben poco. A parte gli 11 punti programmatici (che posso scrivere anch'io in mezzoretta) non c'è altro. Trovi piuttosto numerosissimi post su Berlusconi, sulla costituzione, su lodo alfano, sulle intercettazioni, su alitalia...tutti temi prettamente antiberlusconiani. Che, per carità, sn perfettamente legittimi, e che io condivido in pieno. Ma se si aspira ad essere "l'unica opposizione", o addirittura la forza più forte della sinistra...beh, è un pò poco. Anzi, tanto poco.

Quindi secondo me sperare nella fine del Pd è assolutamente folle. Forse sarebbe opportuno sperare che si riprenda, e che riparta dai giovani, che non inciucino col Nano, e che diano più ascolto a Dp.
Anonymous - Gio Feb 19, 13:59:26
Oggetto:
sottoscrivo
hellies15 - Gio Feb 19, 14:04:55
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Articolo di Maltese...assolutamente condivisibile.
gianbi - Gio Feb 19, 14:14:24
Oggetto:
hellies15 ha scritto:

Quindi secondo me sperare nella fine del Pd è assolutamente folle. Forse sarebbe opportuno sperare che si riprenda, e che riparta dai giovani, che non inciucino col Nano, e che diano più ascolto a Dp.


Tutto giusto. Ma è evidente che tutto questo non è e non sarà mai il piddì.
sweepsy - Gio Feb 19, 14:16:48
Oggetto:
Comunque va detto per onestà che non è vero che Veltroni non abbia parlato di Berlusconi durante la campagna elettorale. Vabbè che è quel che è ma mica è così scemo! Più propriamente, non l'ha nominato se non attraverso lunghe perifrasi, il che è diverso. Ci mancava pure che facesse campagna elettorale come se fosse l'unico candidato!
Anonymous - Gio Feb 19, 14:32:03
Oggetto:
Citazione:
Quoto in toto Orientalista. Anche perchè a campano e calabrese nessuno può venire a dire che Walter non abbia avuto delle responsabilità gravissime:

1) nel non prendere una netta posizione sulla questione dei governi regionali, csx
2) tuonare contro i capibastone e poi non avere il coraggio (diciamo così) di fare i nomi e di andare fino in fondo, significa essere in malafede o, peggio, aver ceduto le armi a costoro
3) aver condotto un'opposizione ambigua, ammiccante, contro le porcate di berluska, che non è che toccano più di tanto il marciume piddi (anzi, vedere smantellamento della giustizia), ma le fondamenta della stessa democrazia


E per tutto questo si dovrebbe provare compassione? Aspirare alla buddhità( nevvero Oriè? Wink ) non impone di tacere, di non mettere ciascuno di fronte alle proprie responsabilità. E tacere non è compassione, è omertà... Rolling Eyes


Ed io quoto entrambi...

Tanti si fanno intenerire dall'aspetto mito di Veltroni e dall'addio piagnucolato "non fate ad altri quello che avete fatto a me..." scusate, ma non era il leader forte, perchè eletto dalla gente? Uno del genere premier non oso immaginare che scelte avrebbe potuto adottare.... ehm scusate ho usato il termine "scelta" associato a "Veltroni"... ok non lo faccio più... è ridicolo me ne rendo conto... Cool

Io personalmente, l'ho visto amministrare Roma, e devo riconoscere che il suo non assumere alcuna decisione MAI, sortisce degli ottimi risultati in un contesto locale, anche se la città governata ha circa 4 milioni di abitanti (quindi non si tratta di un paesino...) ed ha in ogni caso l'importanza che può avere una capitale (sopratutto una capitale come Roma).
Veltroni sindaco se l'è cavata tuttosommato bene, ma li aveva una maggioranza bulgara, ed era talmente ampia da consentirgli di flirtare con Caltagirone e con i movimenti allo stesso tempo... ci pensate che miracolo gli era riuscito!
Approvare un PRG che ha gettato su Roma una valanga di cemento, eppure tenere allo stesso tempo il tavolo aperto con le associazioni per il diritto alla casa, quelle ambientaliste, centri sociali, etc

Ovviamente ciò che funziona localmente non è detto funzioni anche a livello nazionale.
Ha fatto il passo più lungo della gamba. Ed è stato punito amaramente.
Doveva continuare a fare il sindaco, perchè aveva un impegno assunto con gli elettori di Roma, ed in particolare perchè TUTTI sapevano che era un buon amministratore ma un politico senza doti e senza colore.
Verrà ricordato, invece, per un'uscita di scena che assomiglia più ad una fuga (ripeto alla nausea: neanche il tempismo della fuga è stato adeguato... mollare tutto, senza traghettare la sua partenza, è l'ennesimo atto di un irresponsabile, esattamente come mollare la poltrona di sindaco, fregandosene delle conseguenze che la sua mossa avrebbe provocato), indecorosa, come il suo NONcontributo per far uscire l'Italia dal collasso.

L'ennesima prova che il provenire da un background agiato e l'avere molta fortuna, non bastano se manca l'unico dettaglio che non si può comprare: il talento.
hellies15 - Gio Feb 19, 14:37:49
Oggetto:
gianbi ha scritto:
hellies15 ha scritto:

Quindi secondo me sperare nella fine del Pd è assolutamente folle. Forse sarebbe opportuno sperare che si riprenda, e che riparta dai giovani, che non inciucino col Nano, e che diano più ascolto a Dp.


Tutto giusto. Ma è evidente che tutto questo non è e non sarà mai il piddì.


Quindi meglio che tornino ad essere Ds e Margherita?
gianbi - Gio Feb 19, 14:44:56
Oggetto:
hellies15 ha scritto:
gianbi ha scritto:
hellies15 ha scritto:

Quindi secondo me sperare nella fine del Pd è assolutamente folle. Forse sarebbe opportuno sperare che si riprenda, e che riparta dai giovani, che non inciucino col Nano, e che diano più ascolto a Dp.


Tutto giusto. Ma è evidente che tutto questo non è e non sarà mai il piddì.


Quindi meglio che tornino ad essere Ds e Margherita?


Questo non lo so.
Posso soltanto dire che il progetto piddì, partito con un certo obbiettivo, è miseramente naufragato.
Sono già riusciti a polverizzare l'ala estrema della sinistra. Se tornassero a ds e margheriti sarebbe ancora peggio. Un blocco granitico contro piccole cellule con l'aggravante di essere l'una contro l'altra.
PCI, PDS, DS, PD, gioiose macchine da guerra..sono anni che ci provano. Ma sino a che non levano il cancro che hanno al loro interno, tra cui il lanciatore di molotov e tutti gli assimilati, non potranno mai decollare veramente.
Un nuovo soggetto politico deve essere nuovo. Non esiste che ti presenti vestito a festa con il solito faccione da culo di fassino o chi per lui. Soggetto nuovo, gente nuova, idee nuove. Altrimenti il risultato non potrà che essere fallimentare, ed aiutare (neanche ce ne fosse bisogno) silvio & friends.
Anonymous - Gio Feb 19, 15:07:29
Oggetto:
hellies15 ha scritto:
gianbi ha scritto:
hellies15 ha scritto:

Quindi secondo me sperare nella fine del Pd è assolutamente folle. Forse sarebbe opportuno sperare che si riprenda, e che riparta dai giovani, che non inciucino col Nano, e che diano più ascolto a Dp.


Tutto giusto. Ma è evidente che tutto questo non è e non sarà mai il piddì.


Quindi meglio che tornino ad essere Ds e Margherita?


Perchè quelle sono le uniche alternative?
Magari un partito un pò più omogeneo nei valori e negli obiettivi no?
Che parta dai lavoratori e dalle classi medie invece di mettersi a corteggiare Colaninno e Montezemolo?
Che non rispolveri rottami come la lotta di classe, ma neanche candidi industriali nelle proprie file?
Che apra al cattolicesimo democratico, ma che chiarisca che su alcuni temi etici è un partito LIBERALE, quindi si al testamento biologico, no alla legge 40, si alle unioni civili, ed apertura su tutti gli altri ttemi eticamente sensibili.

Non imbarcare tutti e tutti indistintamente e liquidare, come fece Water a proposito di Zapatero, un'esperienza che avrebbe dovuto rappresentare un esempio per la sinistra nostrana con un "l'Italia non è la Spagna" per poi sbavare dietro ad Obama, esempio talmente lontano da essere persino troppo semplice come modello di riferimento....
Anonymous - Gio Feb 19, 15:16:29
Oggetto:
Un esempio del perchè il PD è agonizzante:

Citazione:
E sul testamento biologico il Pd, o quello che ne rimane, si è spaccato nuovamente. In commissione Sanità del Senato il disegno di legge Calabrò, che dovrebbe diventare il nuovo testo base per la discussione in Aula, ha ricevuto 13 sì e 6 no e tre astenuti. Tra questi il capogruppo del Pd Dorina Bianchi, Daniele Bosone (Pd) e Claudio Gustavano (Pd). La senatrice cattolica Bianchi pochi giorni fa aveva preso il posto di Ignazio Marino proprio come capogruppo Pd in Commissione Sanità. Una sostituzione già programmata da tempo ma che comunque aveva sollevato più di un malumore all’interno del partito e tra gli iscritti del Pd.


La Bianchi ha motivato la scelta dell’astensione «anche per un atto di fiducia verso la disponibilità mostrata dalla maggioranza ad accogliere gli emendamenti dell'opposizione. Ci è sembrato di cogliere nelle parole di Raffaele Calabrò – ha riferito ancora la Bianchi - la volontà di valorizzare la posizione dell'opposizione su alcuni punti. Certo, poi si vedrà al momento degli emendamenti. Siamo all'inizio, e quello di oggi non è un sì al ddl Calabrò. Ci poniamo in una posizione di dialogo senza scontri ideologici».

Di diverso avviso il senatore Marino. «Il relatore del ddl sul testamento biologico, Raffaele Calabrò, ha detto no a tutti i punti da me indicati, su cui c’è disponibilità a lavorare da parte dell’opposizione – ha detto il chirurgo - . Se questo è l'atteggiamento, ne prendiamo atto e ci daremo da fare per portare avanti un'azione di contrasto parlamentare rigorosa con tutti gli strumenti a disposizione».

«Il discorso che ho pronunciato oggi – ha spiegato ancora Marino - è stato di grande apertura e disponibilità e sono rimasto molto sorpreso dal riscontrare una totale chiusura da parte del senatore Calabrò». Tra i vari punti di lavoro indicati da Marino vi è quello che riguarda il nodo della nutrizione ed idratazione, l'inserimento di articoli sui disabili e la terapia del dolore, e «il fatto che il peso della maggioranza rende di fatto reato la disattivazione di qualsiasi atto sanitario che consenta la morte del paziente. C'è stato detto di no su tutto - conclude - ma noi non molliamo e il capogruppo dovrà prendere una decisione».

Nel pomeriggio ci sarà una riunione dei membri del Pd della commissione Sanità per valutare gli emendamenti, il cui termine per presentarli scade lunedì 23. Martedì 24 alle 14 è previsto l'ufficio di presidenza e il 5 marzo il testo dovrebbe arrivare all'aula di Palazzo Madama.


Come si fa a stare in parlamento con un partito dove non si trova una decisione unitaria su nulla? La Bianchi, per proprio interesse vede la maggioranza dialogante, quando, dopo il terremoto del caso Englaro, ci saremmo attesi un pò più di rigore..
Tanto il PDL approverà il testo che vuole, a prescindere dall'apertura o meno su qualche microcomma.
Come affronti un problema simile se un pezzo del partito è con il Vaticano e pronto a votare con la maggioranza?
Perchè non si sono mai sentite le parole "chi vota per una questione simile con la maggioranza è fuori dal partito"... figuriamoci!
Il PD cerca di raccattare briciole in ogni angolo....
Anonymous - Gio Feb 19, 15:28:44
Oggetto:
Citazione:
Questo non lo so.
Posso soltanto dire che il progetto piddì, partito con un certo obbiettivo, è miseramente naufragato.


quale obiettivi?


Citazione:
Sono già riusciti a polverizzare l'ala estrema della sinistra.


e ti pare poco? questo era uno scopo importante, visto che il comportamento della sinistra + radicale è stato il problema del centrosinistra dal 1996 in poi


Citazione:
Se tornassero a ds e margheriti sarebbe ancora peggio. Un blocco granitico contro piccole cellule con l'aggravante di essere l'una contro l'altra.
PCI, PDS, DS, PD, gioiose macchine da guerra..sono anni che ci provano. Ma sino a che non levano il cancro che hanno al loro interno, tra cui il lanciatore di molotov e tutti gli assimilati, non potranno mai decollare veramente.
Un nuovo soggetto politico deve essere nuovo. Non esiste che ti presenti vestito a festa con il solito faccione da culo di fassino o chi per lui. Soggetto nuovo, gente nuova, idee nuove. Altrimenti il risultato non potrà che essere fallimentare, ed aiutare (neanche ce ne fosse bisogno) silvio & friends.


quindi se ci liberiamo del lanciatore di molotov e simili il tuo voto è assicurato?
gianbi - Gio Feb 19, 15:44:57
Oggetto:
fotogian ha scritto:


quindi se ci liberiamo del lanciatore di molotov e simili il tuo voto è assicurato?


Se un giorno vedrò un progetto politico degno di tal nome, persone di valore e non quei cialtroni che ci sono oggi, probabilmente potrei (turandomi il naso) votare persino a sinistra. Certo, se iniziamo a metterci di mezzo l'UDC..
Anonymous - Gio Feb 19, 15:47:55
Oggetto:
se vuoi ci sono anche mafia e P2 ... che se la godono grazie a chi non vota PD o IDV... potremmo fare un'alleanza pure con loro
Orientalista partenopeo - Gio Feb 19, 15:51:54
Oggetto:
fotogian ha scritto:
se vuoi ci sono anche mafia e P2 ... che se la godono grazie a chi non vota PD o IDV... potremmo fare un'alleanza pure con loro

Rettifica: che se la godono grazie a chi non ha votato la mozione di sfiducia a Cosentino, tanto per fare un esempio, o grazie a chi vuole l'alleanza con l'UDC di Cuffaro.
Ste - Gio Feb 19, 15:53:17
Oggetto:
max ha scritto:
hellies15 ha scritto:
gianbi ha scritto:
hellies15 ha scritto:

Quindi secondo me sperare nella fine del Pd è assolutamente folle. Forse sarebbe opportuno sperare che si riprenda, e che riparta dai giovani, che non inciucino col Nano, e che diano più ascolto a Dp.


Tutto giusto. Ma è evidente che tutto questo non è e non sarà mai il piddì.


Quindi meglio che tornino ad essere Ds e Margherita?


Perchè quelle sono le uniche alternative?
Magari un partito un pò più omogeneo nei valori e negli obiettivi no?
Che parta dai lavoratori e dalle classi medie invece di mettersi a corteggiare Colaninno e Montezemolo?
Che non rispolveri rottami come la lotta di classe, ma neanche candidi industriali nelle proprie file?
Che apra al cattolicesimo democratico, ma che chiarisca che su alcuni temi etici è un partito LIBERALE, quindi si al testamento biologico, no alla legge 40, si alle unioni civili, ed apertura su tutti gli altri ttemi eticamente sensibili.

Non imbarcare tutti e tutti indistintamente e liquidare, come fece Water a proposito di Zapatero, un'esperienza che avrebbe dovuto rappresentare un esempio per la sinistra nostrana con un "l'Italia non è la Spagna" per poi sbavare dietro ad Obama, esempio talmente lontano da essere persino troppo semplice come modello di riferimento....


Max, questo intervento di Bersani fatto a dicembre alla direzione del PD l'avevi sentito?
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

hellies15 - Gio Feb 19, 15:54:53
Oggetto:
max ha scritto:
hellies15 ha scritto:
gianbi ha scritto:
hellies15 ha scritto:

Quindi secondo me sperare nella fine del Pd è assolutamente folle. Forse sarebbe opportuno sperare che si riprenda, e che riparta dai giovani, che non inciucino col Nano, e che diano più ascolto a Dp.


Tutto giusto. Ma è evidente che tutto questo non è e non sarà mai il piddì.


Quindi meglio che tornino ad essere Ds e Margherita?


Perchè quelle sono le uniche alternative?
Magari un partito un pò più omogeneo nei valori e negli obiettivi no?
Che parta dai lavoratori e dalle classi medie invece di mettersi a corteggiare Colaninno e Montezemolo?
Che non rispolveri rottami come la lotta di classe, ma neanche candidi industriali nelle proprie file?
Che apra al cattolicesimo democratico, ma che chiarisca che su alcuni temi etici è un partito LIBERALE, quindi si al testamento biologico, no alla legge 40, si alle unioni civili, ed apertura su tutti gli altri ttemi eticamente sensibili.

Non imbarcare tutti e tutti indistintamente e liquidare, come fece Water a proposito di Zapatero, un'esperienza che avrebbe dovuto rappresentare un esempio per la sinistra nostrana con un "l'Italia non è la Spagna" per poi sbavare dietro ad Obama, esempio talmente lontano da essere persino troppo semplice come modello di riferimento....


Quando Walter ha liquidato Zapatero?

Cmq io sono pienamente d'accordo con te. Ma ti chiedo: la dipartita di Veltroni è una rassicurazione per un futuro più di sinistra (come quello che te tratteggi), o non piuttosto il cattolicesimo che avanza (con annessa futura alleanza con l'UDC)? Io sn x la seconda
gianbi - Gio Feb 19, 15:55:03
Oggetto:
fotogian ha scritto:
se vuoi ci sono anche mafia e P2 ... che se la godono grazie a chi non vota PD o IDV... potremmo fare un'alleanza pure con loro


Come insegna il caso cosentino, la mafia non è di destra. Anche la P2 non è di destra.
Va bene essere sognatori ed idealisti, ma forse stai un pochino esagerando.
Davvero credi che la sinistra sia una timide vergine violata dallo stupratore silvio?
Anonymous - Gio Feb 19, 16:01:44
Oggetto:
la mafia no... ma la P2 aveva dentro di tutto ma non gente del PCI

cosa c'entra lo stupratore Silvio... la sinistra del PD offre una ricetta per affrontare le faccende politiche, nel piccolo comune come a Palazzo Chigi, ed è questo che si dovrebbe discutere. Poi se uno non gradisce la pizza mangia la focaccia

ma è su questo che si dovrebbe votare ed è di questo che si dovrebbe discutere

io non sto con Berlusconi perchè so cosa offre, non perchè è mafioso o piduista.

E 20 anni fa se leggevi le critiche serie (ad es. Scalfari) a Andreotti scoprivi che riguardavano il modo di affrontare i problemi, non il suo essere mafioso o aver scampato i processi per una trentina scarsa di volte grazie al voto parlamentare
gianbi - Gio Feb 19, 16:04:21
Oggetto:
fotogian ha scritto:
la mafia no... ma la P2 aveva dentro di tutto ma non gente del PCI


Ma se hai appena detto che sei felice di esserti liberato dei comunisti, che dal 1996 vi hanno rovinato la piazza...ora mi dici che erano gli unici buoni? Non sarà che è per questo che al piddì non piacciono?
Anonymous - Gio Feb 19, 16:16:49
Oggetto:
i comunisti di oggi erano solo un pezzo di quel PCI e non c'entra il rovinare la piazza

il problema di Bertinotti non è ideologico o identitario, ma consiste nel non saper scegliere tra un'opzione di governo e di responsabilità e una di opposizione fine a se stessa e di protesta, che tra l'altro "educa" i loro sostenitori a essere irresponsabili esattamente come avviene nel centro-destra ed esattamente come fa Grillo

parentesi: se qualcuno ha letto l'articolo su Soru si renderà conto che Soru ha detto che non si può puntare solo su internet... il contrario di quanto va sostenendo Grillo. Soru ha detto che il suo futuro è nel PD, mentre Grillo non mi pare proprio propenso a pensarla allo stesso modo
Chissà se i grillo-entusiasti e i soru-entusiasti, che in molti casi coincidono si rendono conto delle contraddizioni. Chiusa parentesi

e quello detto sopra è lo stesso problema che c'è con DP

allora il fatto di andare da soli e lasciare Bertinotti e soci al loro destino, cosa peraltro gradita e voluta anche dagli interessati, è un modo di segnare un confine, rendendosi non + disponibili ad accettare il gioco di chi sta al governo ma si comporta anche come opposizione, di chi firma una legge ma poi la critica pesantemente

e l'effetto di tutto ciò è stato che sono scoppiate le contraddizioni, non potendo + offrire pane a chi vuole il pane e formaggio a chi vuole il formaggio
Anonymous - Gio Feb 19, 17:24:24
Oggetto:
hellies15 ha scritto:
max ha scritto:
hellies15 ha scritto:
gianbi ha scritto:
hellies15 ha scritto:

Quindi secondo me sperare nella fine del Pd è assolutamente folle. Forse sarebbe opportuno sperare che si riprenda, e che riparta dai giovani, che non inciucino col Nano, e che diano più ascolto a Dp.


Tutto giusto. Ma è evidente che tutto questo non è e non sarà mai il piddì.


Quindi meglio che tornino ad essere Ds e Margherita?


Perchè quelle sono le uniche alternative?
Magari un partito un pò più omogeneo nei valori e negli obiettivi no?
Che parta dai lavoratori e dalle classi medie invece di mettersi a corteggiare Colaninno e Montezemolo?
Che non rispolveri rottami come la lotta di classe, ma neanche candidi industriali nelle proprie file?
Che apra al cattolicesimo democratico, ma che chiarisca che su alcuni temi etici è un partito LIBERALE, quindi si al testamento biologico, no alla legge 40, si alle unioni civili, ed apertura su tutti gli altri ttemi eticamente sensibili.

Non imbarcare tutti e tutti indistintamente e liquidare, come fece Water a proposito di Zapatero, un'esperienza che avrebbe dovuto rappresentare un esempio per la sinistra nostrana con un "l'Italia non è la Spagna" per poi sbavare dietro ad Obama, esempio talmente lontano da essere persino troppo semplice come modello di riferimento....


Quando Walter ha liquidato Zapatero?

Cmq io sono pienamente d'accordo con te. Ma ti chiedo: la dipartita di Veltroni è una rassicurazione per un futuro più di sinistra (come quello che te tratteggi), o non piuttosto il cattolicesimo che avanza (con annessa futura alleanza con l'UDC)? Io sn x la seconda


Mi sono espresso in maniera frettolosa... Veltroni non ha liquidato Zapatero, è intervenuto, pungolato da chi gli faceva notare che gioia per la sua vittoria volesse dire anche gioia per il forte anticlericalismo del governo spagnolo, sostenendo che l'Italia non è la Spagna (quindi una sorta di "ma anche..." per far stare buoni i papisti del PD)...- devo cercare la fonte... se qualcuno l'avesse e potesse postarla sarebbe più rapido...-
Quindi: ottimo quando vince il riformismo, ma no quando riforma troppo...

Guarda Hellies, bisogna essere assolutamente onesti sul secondo punto che poni: i cattolici NON sono maggioranza nell'elettorato del PD e non lo saranno MAI almeno finchè questo contenitore continuerà ad autodefinirsi "opposizione di sinistra".
Piuttosto l'elettorato di sinistra farà lievitare l'astensionismo a livelli mai visti, ma non andrà a votare per un partito papista.

Letta segretario non ha allo stato attuale alcuna speranza, perchè il PD è ancora fortemente espressione dei DS + quel pò di margherita rimasta... e questo Rutelli e gli altri che cercano la spallata lo sanno bene.
Se il PD si alleasse con l'UDC subirebbe una pesante scissione a sinistra, ed in un momento che ex DS ed ex Rifondazione stanno costruendo un soggetto di sinistra che punta, in maniera manco troppo celata, a rifagocitare quei voti che Walter ha sequestrato con la scusa del "voto utile" (voti che una volta dimostrata l'inefficacia dell'opposizione PD si sono tramutati in gran parte in astensionismo..) non mi parrebbe una gran mossa.
Il PD al centro non sfonda. Questa è stato il fallimento maggiore nelle idee di Veltroni; neanche se la sinistra si mette a fare l'opposizione moderata. Non sfonda. Quei voti non li prende. E con un pezzo ampio di elettorato e di gruppo dirigente di sinistra fuoriuscito, si tramuterebbe in una sbiadita e patetica riedizione del PPI....

Bersani questo lo sa. E sa che la sola ed unica speranza di costruire un grande partito non è inventarsi assurde alchimie ma fare le cose semplici, molto semplici...
Se il PD si considera di sinistra, perchè giocare a fare il centro con un pò di sinistra e magari dialogo anche con Udc e Lega (abbiamo sentito anche questo obbrobrio...).

Siamo nel 2009 e non negli anni '70; oggi per un cattolico, anche praticante, che non abbia i buchi nel cervello votare per un partito che difende laicità e diritti civili non è un problema enorme. I problemi, semmai, se li pongono i dirigenti...
Per un qualsiasi piccolo imprenditore, impiegato o altro rappresentante della classe media, votare chi da precedenza alle fasce più deboli, chi non perseguita gli immigrati ed i giovani, ma allo stesso tempo ha un rapporto cordiale con gli industriali ma senza alcun tipo di coinvolgimento, non penso proprio sia un problema.
Il PD di Veltroni era come il suo primo segretario: il vuoto pieno di nulla.
Orientalista partenopeo - Gio Feb 19, 17:45:54
Oggetto:
Ainat ha scritto:
Ma guarda, a parte la stronzata del PD del nord, che solo una join venture Chiamparino - Cacciari poteva produrre,...

A Chiamparino e Cacciari aggiungi anche Bassolino:
Citazione:
Chiamparino e i suoi colleghi sotto le Alpi vogliono fare il Pd del Nord.
"E hanno ragione. Ma non solo il Pd del Nord, quello del Mezzogiorno, quello del Centro. Sarebbe un arricchimento per un grande partito nazionale che deve radicarsi sul territorio e non può nascere e agire solo a Roma. Il partito nazionale, se vuole decollare, deve avere la pazienza di confrontarsi con Chiamparino, con Cacciari, con Domenici, con me. E con tanti altri amministratori".
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Dato che il PD ha avuto una guida debolissima, c'è un tentativo da parte dei capibastone locali di aumentare il proprio potere di ricatto.

Comunque non alludevo al PD del Nord, ma a una vera e propria alleanza con la Lega:
Citazione:
"Non voglio parlare di Partito del nord - ha aggiunto Chiamparino - per evitare di dare vita ad un'iniziativa che sembri la copia o la caricatura della Lega perchè gli elettori alla fine scelgono l'originale. Al contrario, dobbiamo costruire un soggetto dotato di autonomia per contrastare la Lega sul terreno sul quale la Lega fa incetta di voti, il populismo. Se riusciamo a passare lì, allora sì che un discorso di alleanze (con il Carroccio, ndr) diventa possibile".
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Tra l'altro non capisco cosa significhi "contrastare la Lega sul terreno del populismo", se poi si desidera l'alleanza con la Lega. O la si contrasta o ci si allea con essa: o no?

Concludendo: Veltroni voleva Veronica Lario, Chiamparino vuole Cota e Borghezio, molti vogliono Casini e alla fine non ci si capisce un tubo.
E si aspettano pure che li prendiamo sul serio.
virginia - Gio Feb 19, 19:16:52
Oggetto:
Repubblica online: Il premier "sono abituato alla mancanza di opposizione"
cioè, prende pure per il culo Mad
zemmuonne - Gio Feb 19, 19:23:28
Oggetto:
virginia ha scritto:
Repubblica online: Il premier "sono abituato alla mancanza di opposizione"
cioè, prende pure per il culo Mad

Prende per il culo dal giorno dopo le elezioni, quando chiamò Veltroni "l'esponente principale della parte a noi avversa", forse l'unica battuta di classe che gli abbia sentito mai fare.
Bruna - Gio Feb 19, 19:32:40
Oggetto:
Ecco l' esempio dell'unità a cui ha fatto appello l'uscente Walter... Rolling Eyes
Bersani, bisogna andare avanti
Franceschini reggente, congresso a ottobre
Bettini e Cacciari, congresso straordinario subito
Letta e Parisi si candidano alla segreteria
il popolo piddì del web, congresso adesso
Dalemik tace (ma, tranquilli, che continua a lavorare per voi Cool )
virginia - Gio Feb 19, 19:34:41
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
virginia ha scritto:
Repubblica online: Il premier "sono abituato alla mancanza di opposizione"
cioè, prende pure per il culo Mad

Prende per il culo dal giorno dopo le elezioni, quando chiamò Veltroni "l'esponente principale della parte a noi avversa", forse l'unica battuta di classe che gli abbia sentito mai fare.

però, abbi pazienza, urliamolo una volta per tutte: è gente che si fa prendere per il culo da 16 anni!!! ma si può? è notizia di oggi che il PD ha regalato una poltrona in RAI all'UDC, ma come cazzo si fa a continuare a inciucciare con questi che appena hanno davanti un piatto di lenticchie si inginocchiano davanti a berlusconi!!
Questa dirigenza del PD non ha futuro, o almeno non a sinistra
Credimi se continuano a ricicciare sempre gli stessi sarà come rovistare dentro un paiolo di merda, non ci sarà mai speranza; sono vecchi e marci dentro, il caso sardo dovrebbe aprirvi gli occhi!
Il grande sbaglio di Veltroni è stato quello di pretendere di mascherare la merda da altro, invece avrebbe dovuto far piazza pulita da subito; tanto le elezioni erano perse comunque, tanto valeva lanciare una nuova classe dirigente, invece lui che fa? come nuovo sceglie due figli di papà deficienti.
Tu dirai, Soru l'ha fatto e guarda lo scherzetto che gli hanno combinato, ed è vero, ma io penso che dopo quello scherzetto la banda ha chiuso perchè Soru non molla e siccome ha gli elettori più attivi, intelligenti e motivati e incazzati dalla sua, molte cose cambieranno a partire da tutte le future candidature sarde.
Orientalista partenopeo - Gio Feb 19, 19:41:48
Oggetto:
virginia ha scritto:

Il grande sbaglio di Veltroni è stato quello di pretendere di mascherare la merda da altro, invece avrebbe dovuto far piazza pulita da subito; tanto le elezioni erano perse comunque, tanto valeva lanciare una nuova classe dirigente, invece lui che fa? come nuovo sceglie due figli di papà deficienti.

Non avrei saputo descrivere la gestione Topogigio meglio di Virginia.
hellies15 - Gio Feb 19, 19:57:43
Oggetto:
max ha scritto:
Mi sono espresso in maniera frettolosa... Veltroni non ha liquidato Zapatero, è intervenuto, pungolato da chi gli faceva notare che gioia per la sua vittoria volesse dire anche gioia per il forte anticlericalismo del governo spagnolo, sostenendo che l'Italia non è la Spagna (quindi una sorta di "ma anche..." per far stare buoni i papisti del PD)...- devo cercare la fonte... se qualcuno l'avesse e potesse postarla sarebbe più rapido...-
Quindi: ottimo quando vince il riformismo, ma no quando riforma troppo...

Guarda Hellies, bisogna essere assolutamente onesti sul secondo punto che poni: i cattolici NON sono maggioranza nell'elettorato del PD e non lo saranno MAI almeno finchè questo contenitore continuerà ad autodefinirsi "opposizione di sinistra".
Piuttosto l'elettorato di sinistra farà lievitare l'astensionismo a livelli mai visti, ma non andrà a votare per un partito papista.

Letta segretario non ha allo stato attuale alcuna speranza, perchè il PD è ancora fortemente espressione dei DS + quel pò di margherita rimasta... e questo Rutelli e gli altri che cercano la spallata lo sanno bene.
Se il PD si alleasse con l'UDC subirebbe una pesante scissione a sinistra, ed in un momento che ex DS ed ex Rifondazione stanno costruendo un soggetto di sinistra che punta, in maniera manco troppo celata, a rifagocitare quei voti che Walter ha sequestrato con la scusa del "voto utile" (voti che una volta dimostrata l'inefficacia dell'opposizione PD si sono tramutati in gran parte in astensionismo..) non mi parrebbe una gran mossa.
Il PD al centro non sfonda. Questa è stato il fallimento maggiore nelle idee di Veltroni; neanche se la sinistra si mette a fare l'opposizione moderata. Non sfonda. Quei voti non li prende. E con un pezzo ampio di elettorato e di gruppo dirigente di sinistra fuoriuscito, si tramuterebbe in una sbiadita e patetica riedizione del PPI....

Bersani questo lo sa. E sa che la sola ed unica speranza di costruire un grande partito non è inventarsi assurde alchimie ma fare le cose semplici, molto semplici...
Se il PD si considera di sinistra, perchè giocare a fare il centro con un pò di sinistra e magari dialogo anche con Udc e Lega (abbiamo sentito anche questo obbrobrio...).

Siamo nel 2009 e non negli anni '70; oggi per un cattolico, anche praticante, che non abbia i buchi nel cervello votare per un partito che difende laicità e diritti civili non è un problema enorme. I problemi, semmai, se li pongono i dirigenti...
Per un qualsiasi piccolo imprenditore, impiegato o altro rappresentante della classe media, votare chi da precedenza alle fasce più deboli, chi non perseguita gli immigrati ed i giovani, ma allo stesso tempo ha un rapporto cordiale con gli industriali ma senza alcun tipo di coinvolgimento, non penso proprio sia un problema.
Il PD di Veltroni era come il suo primo segretario: il vuoto pieno di nulla.


Sulla questione Zapatero, no problem, ti credo anche senza che metti il link, semplicemente xk ora ti 6 espresso in modo "meno frettoloso".

Per il resto, il discorso di fai è un ottimo spunto di riflessione. Anche secondo me il Pd al centro non sfonda. Ma certamente non devo ricordartelo io che persino D'Alema ha avuto modo di dire che un'alleanza con l'UDC non gli farebbe schifo. Quindi non ci metterei la mano sul fuoco che i dirigenti Pd non anelino all'alleanza con Casini.

Anche xk bisogna guardare alla vita del Parlamento nei prossimi 4 anni: un'alleanza con DP era auspicabile solo coi veltroniani, ed ora la vedo molto molto buia; la sinistra radicale in parlamento non esiste, e sinceramente di punti di contatto ne vedo pochi; rimane l'UDC, che invece (gg più che mai) auspica un accordo al centro. Ecco, il mio timore è che i dirigenti piddini cerchino di sfondare proprio al centro, e cioè di rubare voti al PDL in quel modo. Cercando così di abbandonare l'idea bipartitica veltroniana e berlusconiana, per tornare ad uno pseudo sistema proporzionale pre 1993, tanto desiderato da Casini.
Anonymous - Gio Feb 19, 20:43:24
Oggetto:
Citazione:
Per il resto, il discorso di fai è un ottimo spunto di riflessione. Anche secondo me il Pd al centro non sfonda. Ma certamente non devo ricordartelo io che persino D'Alema ha avuto modo di dire che un'alleanza con l'UDC non gli farebbe schifo. Quindi non ci metterei la mano sul fuoco che i dirigenti Pd non anelino all'alleanza con Casini.


L'Udc sappiamo bene come ha raggiunto il quorum e come continua a stare a galla (clientelarismo, voto mafioso, Vaticano...); il PD è imploso anche e sopratutto perchè l'inesistente gestione Veltroni, non ha dato risposte credibili sulla questione morale.
Ora cosa vogliono fare, l'ottima mossa di convolare a nozze con gente che li scaricherebbe appena cambia il vento, che imporrebbe tutta la sua retorica papalina sulle questioni etiche, per poi aumentare immancabilmente i problemi con le vicende giudiziarie, con gli appalti, con i voti di scambio... insomma con la dottrina "Cesa-Cuffaro" i dirigenti politici più pregiudicati del mondo.... Cool

L'elettrorato di sinistra, e non solo del PD, fregato già un anno fa con la bufala del voto utile non ripeterebbe lo stesso errore... figuriamoci poi trovandosi l'Udc dentro casa...
No, i danni sarebbero davvero incalcolabili.
In una coalizione il ragionamento sarebbe stato forse fattibile, ma dopo il terremoto in corso, e visto che Idv è, almeno per il momento, distante dal PD almeno quanto la sinistra, dubito sia praticabile un'ipotesi simile. Se lo sarà vuol dire che qualcuno vuole annientare il PD.

Citazione:
Anche xk bisogna guardare alla vita del Parlamento nei prossimi 4 anni: un'alleanza con DP era auspicabile solo coi veltroniani, ed ora la vedo molto molto buia; la sinistra radicale in parlamento non esiste, e sinceramente di punti di contatto ne vedo pochi; rimane l'UDC, che invece (gg più che mai) auspica un accordo al centro. Ecco, il mio timore è che i dirigenti piddini cerchino di sfondare proprio al centro, e cioè di rubare voti al PDL in quel modo. Cercando così di abbandonare l'idea bipartitica veltroniana e berlusconiana, per tornare ad uno pseudo sistema proporzionale pre 1993, tanto desiderato da Casini.


Non vedo nulla aldilà di accordi tecnici tra Udc e PD, finchè il PD resta DS+ un pò di Margherita, anche perchè vorrei vedere i dirigenti del PD a spiegare in giro per l'Italia l'alleanza con l'Udc... l'Udeur, a suo tempo, era una forza in una coalizione di 10 partiti...
La storia del voto utile non regge più.. e per quanto riguarda i prossimi 4 anni... beh... con la maggioranza di silvietto, sapevano tutti dall'inizio, che limitarsi a fare ordinaria amministrazione in parlamento, era una bella perdita di tempo, visto che il governo legifera per decreto ed a colpi di fiducia... quindi o l'opposizione si fa in altri contesti oppure finisce come abbiamo visto....
zemmuonne - Gio Feb 19, 21:01:39
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
virginia ha scritto:

Il grande sbaglio di Veltroni è stato quello di pretendere di mascherare la merda da altro, invece avrebbe dovuto far piazza pulita da subito; tanto le elezioni erano perse comunque, tanto valeva lanciare una nuova classe dirigente, invece lui che fa? come nuovo sceglie due figli di papà deficienti.

Non avrei saputo descrivere la gestione Topogigio meglio di Virginia.

Chiunque riesca a spiegarmi come avrebbero potuto, Prodi prima e Veltroni poi, fare "piazza pulita" è il benvenuto. Schioccar di dita? Bacchetta magica? A mano armata?
La fate troppo semplice. Non ci riesce neanche Di Pietro, nonostante il partito sia "suo", senza concorrenza, senza dirigenti tutti contro tutti...
adramelch - Gio Feb 19, 21:32:05
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
virginia ha scritto:

Il grande sbaglio di Veltroni è stato quello di pretendere di mascherare la merda da altro, invece avrebbe dovuto far piazza pulita da subito; tanto le elezioni erano perse comunque, tanto valeva lanciare una nuova classe dirigente, invece lui che fa? come nuovo sceglie due figli di papà deficienti.

Non avrei saputo descrivere la gestione Topogigio meglio di Virginia.

Chiunque riesca a spiegarmi come avrebbero potuto, Prodi prima e Veltroni poi, fare "piazza pulita" è il benvenuto. Schioccar di dita? Bacchetta magica? A mano armata?
La fate troppo semplice. Non ci riesce neanche Di Pietro, nonostante il partito sia "suo", senza concorrenza, senza dirigenti tutti contro tutti...


Iniziando col non scegliere due figli di papà deficienti?
Ma insomma... la forza di slegarsi dalla sinistra l'ha avuta e il coraggio di cacciare crisafulli, Latorre e Co. no?!
zemmuonne - Gio Feb 19, 21:39:09
Oggetto:
adramelch ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
virginia ha scritto:

Il grande sbaglio di Veltroni è stato quello di pretendere di mascherare la merda da altro, invece avrebbe dovuto far piazza pulita da subito; tanto le elezioni erano perse comunque, tanto valeva lanciare una nuova classe dirigente, invece lui che fa? come nuovo sceglie due figli di papà deficienti.

Non avrei saputo descrivere la gestione Topogigio meglio di Virginia.

Chiunque riesca a spiegarmi come avrebbero potuto, Prodi prima e Veltroni poi, fare "piazza pulita" è il benvenuto. Schioccar di dita? Bacchetta magica? A mano armata?
La fate troppo semplice. Non ci riesce neanche Di Pietro, nonostante il partito sia "suo", senza concorrenza, senza dirigenti tutti contro tutti...


Iniziando col non scegliere due figli di papà deficienti?
Ma insomma... la forza di slegarsi dalla sinistra l'ha avuta e il coraggio di cacciare crisafulli, Latorre e Co. no?!

Se non erro allearsi o meno con altri partiti era in suo potere.
EDIT: tra l'altro, ha scelto di andare da soli in un momento favorevole, visto che rc, pdci eccetera avevano appena dimostrato di essere incompatibili con il governare (Turigliatto, manifestazioni contro il governo e compagnia bella). E secondo me ha fatto bene, rc per quanto mi riguarda così com'è può anche sparire, w vendola, abbasso ferrero.
Lo statuto del pd prevede che il segretario possa cacciare a piacimento chi gli pare? Non credo... magari mi sbaglio, per carità, ma non credo.
Anonymous - Gio Feb 19, 21:45:16
Oggetto:
Ste ha scritto:
max ha scritto:
hellies15 ha scritto:
gianbi ha scritto:
hellies15 ha scritto:

Quindi secondo me sperare nella fine del Pd è assolutamente folle. Forse sarebbe opportuno sperare che si riprenda, e che riparta dai giovani, che non inciucino col Nano, e che diano più ascolto a Dp.


Tutto giusto. Ma è evidente che tutto questo non è e non sarà mai il piddì.


Quindi meglio che tornino ad essere Ds e Margherita?


Perchè quelle sono le uniche alternative?
Magari un partito un pò più omogeneo nei valori e negli obiettivi no?
Che parta dai lavoratori e dalle classi medie invece di mettersi a corteggiare Colaninno e Montezemolo?
Che non rispolveri rottami come la lotta di classe, ma neanche candidi industriali nelle proprie file?
Che apra al cattolicesimo democratico, ma che chiarisca che su alcuni temi etici è un partito LIBERALE, quindi si al testamento biologico, no alla legge 40, si alle unioni civili, ed apertura su tutti gli altri ttemi eticamente sensibili.

Non imbarcare tutti e tutti indistintamente e liquidare, come fece Water a proposito di Zapatero, un'esperienza che avrebbe dovuto rappresentare un esempio per la sinistra nostrana con un "l'Italia non è la Spagna" per poi sbavare dietro ad Obama, esempio talmente lontano da essere persino troppo semplice come modello di riferimento....


Max, questo intervento di Bersani fatto a dicembre alla direzione del PD l'avevi sentito?
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ciao Ste, grazie della segnalazione, ho aspettato di vederlo prima di commentarlo... Wink
Francamente mi sembrano cose condivisibili. Bersani è un uomo di apparato, grandi slanci creativi sono assolutamente impensabili, ma in un momento di tracollo, poche regole e chiare sono l'opzione migliore... keep it simple... c'è tempo per le geometrie variabili..
adramelch - Ven Feb 20, 00:12:38
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
adramelch ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
virginia ha scritto:

Il grande sbaglio di Veltroni è stato quello di pretendere di mascherare la merda da altro, invece avrebbe dovuto far piazza pulita da subito; tanto le elezioni erano perse comunque, tanto valeva lanciare una nuova classe dirigente, invece lui che fa? come nuovo sceglie due figli di papà deficienti.

Non avrei saputo descrivere la gestione Topogigio meglio di Virginia.

Chiunque riesca a spiegarmi come avrebbero potuto, Prodi prima e Veltroni poi, fare "piazza pulita" è il benvenuto. Schioccar di dita? Bacchetta magica? A mano armata?
La fate troppo semplice. Non ci riesce neanche Di Pietro, nonostante il partito sia "suo", senza concorrenza, senza dirigenti tutti contro tutti...


Iniziando col non scegliere due figli di papà deficienti?
Ma insomma... la forza di slegarsi dalla sinistra l'ha avuta e il coraggio di cacciare crisafulli, Latorre e Co. no?!

Se non erro allearsi o meno con altri partiti era in suo potere.
EDIT: tra l'altro, ha scelto di andare da soli in un momento favorevole, visto che rc, pdci eccetera avevano appena dimostrato di essere incompatibili con il governare (Turigliatto, manifestazioni contro il governo e compagnia bella). E secondo me ha fatto bene, rc per quanto mi riguarda così com'è può anche sparire, w vendola, abbasso ferrero.
Lo statuto del pd prevede che il segretario possa cacciare a piacimento chi gli pare? Non credo... magari mi sbaglio, per carità, ma non credo.


Si ma le liste le hanno compilate loro;
Un aut aut poteva farlo... come avrebbero potuto rifiutarsi?
sbirulo - Ven Feb 20, 06:26:15
Oggetto:
Però secondo me qui, che se ne rendano conto o meno, stanno veramente guardando negli occhi percentuali sotto le due cifre...
Hanno amareggiato e allontanato lo zoccolo dei sostenitori più fedeli, non ne hanno attratto di nuovi (e come potevano, con nomi come D'Alema, Finocchiaro, Bassolino, La Torre?), e adesso cercano di prendere tempo perchè sono confusi dalla botta.

Penso che la pulizia verrà fatta in ogni modo, o se ne vanno o affonda tutto, e i movimenti che stanno nascendo dal basso, come i meetup di grillo, costituiranno le cellule dei futuri partiti di sinistra, a meno che il pd non ne cavalchi lo spirito, con primarie aperte a tutti, su tutto, ma è difficile farsi da parte quando si ha un'idea molto alta di se'...Aaaah, come sono più efficienti qui: un politico che cade in disgrazia sparisce, non viene più nominato, come se non fosse manco esistito; altro che attaccamento alle poltrone... Mr. Green
Bruna - Ven Feb 20, 08:23:51
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
virginia ha scritto:

Il grande sbaglio di Veltroni è stato quello di pretendere di mascherare la merda da altro, invece avrebbe dovuto far piazza pulita da subito; tanto le elezioni erano perse comunque, tanto valeva lanciare una nuova classe dirigente, invece lui che fa? come nuovo sceglie due figli di papà deficienti.

Non avrei saputo descrivere la gestione Topogigio meglio di Virginia.

Chiunque riesca a spiegarmi come avrebbero potuto, Prodi prima e Veltroni poi, fare "piazza pulita" è il benvenuto. Schioccar di dita? Bacchetta magica? A mano armata?
La fate troppo semplice. Non ci riesce neanche Di Pietro, nonostante il partito sia "suo", senza concorrenza, senza dirigenti tutti contro tutti...




Avrebbe potuto, per cominciare, non candidare quelli che poi ha appellato "capibastone". Avrebbe dovuto trovare una linea di opposizione chiara e netta, e invece ha rotto con la continua tiritera del dialogo, dell'opposizione costruttiva (col nano!!!! semplicemente tragico!!!). S'è sbilanciato sempre più al centro, lasciando il vuoto a sinistra, con grande amarezza di una gran parte ( o maggioranza) dei suoi elettori. Allora, dimmi qual è il ruolo di un leader di partito, se non quello di dettare la linea, portare a sintesi le varie posizioni sì, ma poi decidere...D-E-C-I-D-E-R-E, in sintonia, prima di tutto, con il sentimento del suo popolo! Ci vuole così tanto a capirlo? L'emorragia continua di voti, il calo vertiginoso di consenso non dovevano essere forse un campanello d'allarme per lui? Ma non c'è peggior sordo di chi non vuole (o non può, dipende dai punti di vista) sentire.
L'ambiguità delle posizioni su temi cruciali, quali i diritti umani e civili, la debolezza della sua opposizione rispetto allo stravolgimento sistematico della Carta Costituzionale, partendo dal lodo alfano, non era quello che gli si chiedeva.
Veltroni ha tradito i suoi elettori alla grande, ed è stato a sua volta tradito dai suoi colleghi, vertici piddini. Ecco perchè ( ma non solo per questo) il suo progetto politico, e dico suo perchè un vero leader se ne assume pienamente la responsabilità, è miseramente fallito.
hellies15 - Ven Feb 20, 08:26:21
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Vi segnalo questa intervista a D'Alema. Parla del passato e del futuro del partito, e dice anche cose condivisibili. Vi segnalo qualche passaggio.
Citazione:
...scelte insufficienti, o confuse".

Facciamo qualche esempio?
"Ce ne sono diversi. Il primo riguarda la natura del partito. Per troppi mesi siamo rimasti sospesi nell'incertezza del "partito leggero": non abbiamo capito se doveva essere un partito di iscritti, di sezioni, di gazebo. Il risultato è un ircocervo, che oggi nessuno sa ben definire. La mia vecchia sezione Ds contava 427 iscritti, era un centro vivace, pieno di iniziative. Quando abbiamo fatto il Pd, e abbiamo dato vita alla cosiddetta "elezione per adesione", sono venute a votare 687 persone. Da allora, più nulla. Il tesseramento è iniziato con grande ritardo. Oggi la sezione ha 120 iscritti, e non ha più neanche una sede. Casi analoghi sono avvenuti in tante parti del Paese. Oggi il Pd ha grosso modo la metà degli iscritti che avevano i Ds".
[...]
Ma lei pensa che i guai del Pd siano limitati al fatto che non si trovano le sezioni?
"Questo è solo il primo problema, che riguarda il "contenitore". Ma in questi mesi siamo stati vaghi e indecisi anche sui contenuti. Vuole gli esempi? Il conflitto in Medioriente: era l'occasione per esprimere una posizione fortissima, improntata al nostro ruolo storico di mediazione nel Mediterraneo e alla linea di Blair, di Sarkozy e del Consiglio di Sicurezza dell'Onu. Il nostro messaggio, invece, è stato debole e confuso".

Senta, mi vuol far credere che il Pd ha avuto il tracollo in Sardegna perché non ha avuto una posizione chiara sul Medioriente?
"Le faccio un altro esempio, che sicuramente ha interessato più da vicino l'opinione pubblica: il testamento biologico. La vera forza di un partito nuovo non sta nella semplice giustapposizione di linee differenti. L'obbligatorietà della nutrizione e dell'idratazione forzata per persone che abbiamo perduto coscienza non è prevista nella legislazione di nessun Paese civile. L'idea che queste pratiche non siano "trattamenti sanitari" è assurda e antiscientifica. Io rispetto i cattolici, ma la libertà di scelta in materia di trattamenti sanitari è un principio costituzionale e di civiltà. Sia chiaro, non metto in discussione la libertà di coscienza. Ma un grande partito, su un tema come questo, non può non capire che deve discutere, deve rispettare la diversità, ma alla fine deve arrivare a una sintesi. Un grande partito non può non capire che, in un momento come questo, sostituire Ignazio Marino dalla commissione che discute di testamento biologico è un grave errore. Noi, in tutta questa partita, abbiamo dato un'immagine sbiadita".

Bruna - Ven Feb 20, 08:37:24
Oggetto:
Ecco, appunto. (e mi tocca dare ragione a D'Alema! Rolling Eyes )
Anonymous - Ven Feb 20, 09:56:05
Oggetto:
adramelch ha scritto:

Si ma le liste le hanno compilate loro;
Un aut aut poteva farlo... come avrebbero potuto rifiutarsi?


se non cerchi di cambiare qualcosa aprendoti a pezzi di italia che non vanno nelle sezioni di partito (i 427 di D'Alema, raccolti in una zona di Roma dove magari abiteranno 50.000 persone), fai il discorso di D'Alema, che tradotto in italiano, significa: largo spazio, d'ora in poi, a chi frequenta le sezioni, a chi ha le tessere, a chi porta voti a Cagliari come a Reggio Calabria, poco importa se magari amico di qualche mafioso, perchè tanto chi parla di questi argomenti non frequenta la sezione, non attacca manifesti, non porta voti, vota anzi per altri e si beve tutto quello che gli raccontano i vari populisti e dopo un pò lascia perdere perchè non ottiene nulla

e se non c'è un'apertura da parte della componente di sinistra del PD nei confronti di chi non si iscrive al partito, il solo modo per crescere è aprirsi al centro perchè d'alema o Fassino con il loro passato comunista non possono che pescare voti a sinistra. Occorrerà un ex DC per guidare il partito e rendersi credibili verso un pezzo di elettorato che serve per vincere, oppure si confineranno a sinistra e rimpiangeremo l'ottimo risultato di Veltroni, spendendo fiumi di parole per dire perchè, dopo quella prima volta, le cose sono andate in modo diverso e non s'è + ottenuto nulla di simile
Ste - Ven Feb 20, 10:54:16
Oggetto:
max ha scritto:
Ste ha scritto:
Max, questo intervento di Bersani fatto a dicembre alla direzione del PD l'avevi sentito?
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ciao Ste, grazie della segnalazione, ho aspettato di vederlo prima di commentarlo... Wink
Francamente mi sembrano cose condivisibili. Bersani è un uomo di apparato, grandi slanci creativi sono assolutamente impensabili, ma in un momento di tracollo, poche regole e chiare sono l'opzione migliore... keep it simple... c'è tempo per le geometrie variabili..


... già, non è tempo per la bi-zona alla Oronzo Canà...

Io l'ho trovato un intervento a tratti piacevolmente sovversivo, rispetto al linguaggio politico che va per la maggiore. A partire da quel
"non basta aver proposte... bisogna anche esserci... semmai andarci e poi vedere cosa proporre e cosa fare, perché far solo proposte..."
all'inizio dell'intervento... Sembra una banalità, ma nella cultura politica di adesso, dove "bisogna essere propositivi" è uno dei jolly buoni
per ogni occasione (per zittire critiche, stigmatizzare ogni tentativo di richiamo alla realtà, e al limite anche per rifiutare... proposte)...
... beh, è l'equivalente di una bestemmia.
adramelch - Ven Feb 20, 13:13:39
Oggetto:
fotogian ha scritto:
adramelch ha scritto:

Si ma le liste le hanno compilate loro;
Un aut aut poteva farlo... come avrebbero potuto rifiutarsi?


se non cerchi di cambiare qualcosa aprendoti a pezzi di italia che non vanno nelle sezioni di partito (i 427 di D'Alema, raccolti in una zona di Roma dove magari abiteranno 50.000 persone), fai il discorso di D'Alema, che tradotto in italiano, significa: largo spazio, d'ora in poi, a chi frequenta le sezioni, a chi ha le tessere, a chi porta voti a Cagliari come a Reggio Calabria, poco importa se magari amico di qualche mafioso, perchè tanto chi parla di questi argomenti non frequenta la sezione, non attacca manifesti, non porta voti, vota anzi per altri e si beve tutto quello che gli raccontano i vari populisti e dopo un pò lascia perdere perchè non ottiene nulla

e se non c'è un'apertura da parte della componente di sinistra del PD nei confronti di chi non si iscrive al partito, il solo modo per crescere è aprirsi al centro perchè d'alema o Fassino con il loro passato comunista non possono che pescare voti a sinistra. Occorrerà un ex DC per guidare il partito e rendersi credibili verso un pezzo di elettorato che serve per vincere, oppure si confineranno a sinistra e rimpiangeremo l'ottimo risultato di Veltroni, spendendo fiumi di parole per dire perchè, dopo quella prima volta, le cose sono andate in modo diverso e non s'è + ottenuto nulla di simile


Per aprirsi all'elettorato moderato non c'è bisogno di candidare amici dei mafiosi e inetti... a forza di tenere il piede in due staffe alla fine si è visto che bel risultato hanno ottenuto...
Anonymous - Ven Feb 20, 13:35:28
Oggetto:
non aprirsi ai moderati, ma a tutti quelli che non si fidano degli ex comunisti, e a quelli che non si sentono rappresentati da un partito che li vuole ingabbiare, al mondo della scuola, dell'impresa, dell'università, ecc. A questo servivano Colaninno, Madia, ecc

poi vedremo cosa otterranno gli altri

se si guardano i dati delle elezioni politiche passate si è ottenuto un grande risultato che io dubito si possa replicare, se non con alleanze forti con gente che può portare tanti voti

E poi non è che prima abbiano messo insieme solo gente a posto. Si andava da un ex senatore di AN monarchico ai trokzisti, da Mastella a De Gregorio, con le sue clientele, si sono cercati i voti di CL in Calabria (e non l'ha fatto solo Prodi...), si sono convinti quelli del partito dei pensionati e un movimento autonomista lombardo anti-Bossi. In confronto a tutto ciò i peccati veniali di Veltroni sono poca cosa.
Con l'aggravante che senza Veltroni si sgombra la strada ai vari Latorre, liberi di agire e anzi impegnati a coltivare altri piccoli Latorre locali
Alex66 - Ven Feb 20, 13:46:54
Oggetto:
hellies15 ha scritto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Vi segnalo questa intervista a D'Alema. Parla del passato e del futuro del partito, e dice anche cose condivisibili. Vi segnalo qualche passaggio.
Citazione:
...scelte insufficienti, o confuse".

Facciamo qualche esempio?
"Ce ne sono diversi. Il primo riguarda la natura del partito. Per troppi mesi siamo rimasti sospesi nell'incertezza del "partito leggero": non abbiamo capito se doveva essere un partito di iscritti, di sezioni, di gazebo. Il risultato è un ircocervo, che oggi nessuno sa ben definire. La mia vecchia sezione Ds contava 427 iscritti, era un centro vivace, pieno di iniziative. Quando abbiamo fatto il Pd, e abbiamo dato vita alla cosiddetta "elezione per adesione", sono venute a votare 687 persone. Da allora, più nulla. Il tesseramento è iniziato con grande ritardo. Oggi la sezione ha 120 iscritti, e non ha più neanche una sede. Casi analoghi sono avvenuti in tante parti del Paese. Oggi il Pd ha grosso modo la metà degli iscritti che avevano i Ds".
[...]
Ma lei pensa che i guai del Pd siano limitati al fatto che non si trovano le sezioni?
"Questo è solo il primo problema, che riguarda il "contenitore". Ma in questi mesi siamo stati vaghi e indecisi anche sui contenuti. Vuole gli esempi? Il conflitto in Medioriente: era l'occasione per esprimere una posizione fortissima, improntata al nostro ruolo storico di mediazione nel Mediterraneo e alla linea di Blair, di Sarkozy e del Consiglio di Sicurezza dell'Onu. Il nostro messaggio, invece, è stato debole e confuso".

Senta, mi vuol far credere che il Pd ha avuto il tracollo in Sardegna perché non ha avuto una posizione chiara sul Medioriente?
"Le faccio un altro esempio, che sicuramente ha interessato più da vicino l'opinione pubblica: il testamento biologico. La vera forza di un partito nuovo non sta nella semplice giustapposizione di linee differenti. L'obbligatorietà della nutrizione e dell'idratazione forzata per persone che abbiamo perduto coscienza non è prevista nella legislazione di nessun Paese civile. L'idea che queste pratiche non siano "trattamenti sanitari" è assurda e antiscientifica. Io rispetto i cattolici, ma la libertà di scelta in materia di trattamenti sanitari è un principio costituzionale e di civiltà. Sia chiaro, non metto in discussione la libertà di coscienza. Ma un grande partito, su un tema come questo, non può non capire che deve discutere, deve rispettare la diversità, ma alla fine deve arrivare a una sintesi. Un grande partito non può non capire che, in un momento come questo, sostituire Ignazio Marino dalla commissione che discute di testamento biologico è un grave errore. Noi, in tutta questa partita, abbiamo dato un'immagine sbiadita".


.. siVabbè ragazzi .. l'ho letta stamattina su carta quest'intervista .. D'Alema è come sempre molto astuto dialetticamente, ma in pratica certi pretesti fanno semplicemente ridere .. siam tutti molto bravi a trovare a freddo delle ottime risposte anche "condivisibili" .. se siete riusciti a leggere la spiegazione del perchè non ci fosse alla conferenza di Veltroni senza mettervi a ridere mi complimento con Voi .. Per quel che mi riguarda D'Alema è uno degli artefici e attivi sostenitori di alcune fra le parti più marce all'interno del PD .. I Fatti su D'Alema parlano certamente più e meglio di qualsiasi intervista allo stesso .. quando c'è da grattarsi le ferite lui non c'era, era defilato o era girato dall'altra parte oppure si finisce ai massimi sistemi .. intanto è sempre ben presente ma "dietro le quinte", ben comodo e seduto sul coperchio della fogna attento a non farla esplodere troppo sonoramente .. Non mi ricordo di aver sentito i suoi strali contro il fido scudiero LaTorre quando ci fu il vomitevole episodio con Bocchino .. ora vuol insegnare agli altri quali sono i "Gravi errori" .. è una merda d'uomo, e ora fa il perfetto sciacallo .. punto.
Orientalista partenopeo - Ven Feb 20, 14:04:04
Oggetto:
fotogian ha scritto:

Con l'aggravante che senza Veltroni si sgombra la strada ai vari Latorre, liberi di agire e anzi impegnati a coltivare altri piccoli Latorre locali


Citazione:
E persino tra i giovani si fanno largo capibastone-bonsai. Racconta Paolo Giaretta, segretario del Pd Veneto: «Dalle nostre parti non si era mai visto: alle Primarie dei giovani si sono «comprati» dei voti, offrendo una pizza o anche qualcosa in più».

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Se il ricambio generazionale è questo, siamo a posto.
Anonymous - Ven Feb 20, 14:33:54
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
fotogian ha scritto:

Con l'aggravante che senza Veltroni si sgombra la strada ai vari Latorre, liberi di agire e anzi impegnati a coltivare altri piccoli Latorre locali


Citazione:
E persino tra i giovani si fanno largo capibastone-bonsai. Racconta Paolo Giaretta, segretario del Pd Veneto: «Dalle nostre parti non si era mai visto: alle Primarie dei giovani si sono «comprati» dei voti, offrendo una pizza o anche qualcosa in più».

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Se il ricambio generazionale è questo, siamo a posto.


E' un sistema tarato alla precisione.
E Veltroni ne sa qualcosa perchè il "modello roma" era basato proprio su questo.
Altrimenti come avrebbe potuto far stare insieme una coalizione che andava dai cs ai costruttori?
gianbi - Ven Feb 20, 14:43:57
Oggetto:
Alex66 ha scritto:
è una merda d'uomo, e ora fa il perfetto sciacallo .. punto.


Descrizione sintetica ma efficace di questo omuncolo fallito, che ha trascinato con topogigio la sinistra nel fallimento più fragoroso che non si vedeva da secoli.
Lui c'è, ci sarà sempre, sempre dietro le quinte, a fare il grande vecchio. Detesto questi tipi di persone, inette e mentalmente ipodotate, capaci di giocare a fare i politici con tatnto di applausi spellamani dei compagni ai comizi.
Una qualunque ripartenza della sinistra non può e non deve prescindere da un siluramento di questo spregevole ed odioso personaggio.
Anche quando farfuglia "Noi, in tutta questa partita, abbiamo dato un'immagine sbiadita" non dice "Dunque, è meglio che ce ne andiamo a casa".
Cialtrone, bugiardo, ipocrita, venduto, parassita, giusto per completare la definizione sopra riportata.
Anonymous - Ven Feb 20, 15:02:47
Oggetto:
gianbi ha scritto:
Alex66 ha scritto:
è una merda d'uomo, e ora fa il perfetto sciacallo .. punto.


Descrizione sintetica ma efficace di questo omuncolo fallito, che ha trascinato con topogigio la sinistra nel fallimento più fragoroso che non si vedeva da secoli.
Lui c'è, ci sarà sempre, sempre dietro le quinte, a fare il grande vecchio. Detesto questi tipi di persone, inette e mentalmente ipodotate, capaci di giocare a fare i politici con tatnto di applausi spellamani dei compagni ai comizi.
Una qualunque ripartenza della sinistra non può e non deve prescindere da un siluramento di questo spregevole ed odioso personaggio.
Anche quando farfuglia "Noi, in tutta questa partita, abbiamo dato un'immagine sbiadita" non dice "Dunque, è meglio che ce ne andiamo a casa".
Cialtrone, bugiardo, ipocrita, venduto, parassita, giusto per completare la definizione sopra riportata.


davvero spassoso...

fallimento + fragoroso?

ma tu hai mai visto i dati elettorali della sinistra? anche il mio gatto sa se i croccantini nella ciotola sono pochi o tanti...

e dopo aver silurato Veltroni, cosa credevi succedesse? che il pifferaio magico convincesse tutti i topi a suicidarsi?
gianbi - Ven Feb 20, 15:53:12
Oggetto:
fotogian ha scritto:
gianbi ha scritto:
Alex66 ha scritto:
è una merda d'uomo, e ora fa il perfetto sciacallo .. punto.


Descrizione sintetica ma efficace di questo omuncolo fallito, che ha trascinato con topogigio la sinistra nel fallimento più fragoroso che non si vedeva da secoli.
Lui c'è, ci sarà sempre, sempre dietro le quinte, a fare il grande vecchio. Detesto questi tipi di persone, inette e mentalmente ipodotate, capaci di giocare a fare i politici con tatnto di applausi spellamani dei compagni ai comizi.
Una qualunque ripartenza della sinistra non può e non deve prescindere da un siluramento di questo spregevole ed odioso personaggio.
Anche quando farfuglia "Noi, in tutta questa partita, abbiamo dato un'immagine sbiadita" non dice "Dunque, è meglio che ce ne andiamo a casa".
Cialtrone, bugiardo, ipocrita, venduto, parassita, giusto per completare la definizione sopra riportata.


davvero spassoso...

fallimento + fragoroso?

ma tu hai mai visto i dati elettorali della sinistra? anche il mio gatto sa se i croccantini nella ciotola sono pochi o tanti...

e dopo aver silurato Veltroni, cosa credevi succedesse? che il pifferaio magico convincesse tutti i topi a suicidarsi?


Mi fa piacere che tu veda il piddì sano e forte come non mai. Sono anche entusiasto che il tuo gatto sappia se i croccantini nella ciotola sono pochi o tanti.
Permettimi, però, di dissentire dalle tue ottimistiche visioni.
A mio modo di vedere, il piddì è ormai come il titanic quasi affondato, dove i c.d. "leader" (meglio conosciuti come capibastone) stanno scappando in cerca di altri lidi. Magari come comparse all'isola dei famosi oppure come scrittori per mondadori. O, perchè no, direttamente come candidati PDL alle prossime elezioni. Del resto, se lo ha fatto mastella (vostro mitico alleato e mitico ministro della giustizia), perchè non lo possono vare i vari latorre & C?
Bruna - Ven Feb 20, 16:06:16
Oggetto:
Oggi a radio radicale ho sentito l'intervista a uno (non ricordo chi)della costituente piddina, culminata con una emblematica frase: Speriamo che domani venga eletto subito Franceschini, che garantisce la continuità con la linea di Veltroni.


E questi qui dite che non sono votati al suicidio? Laughing
Orientalista partenopeo - Ven Feb 20, 16:12:09
Oggetto:
gianbi ha scritto:
il piddì è ormai come il titanic quasi affondato

Di questo se ne sarà accorto anche il gatto di Fotogian. Il padrone del gatto, invece, rimane ottimista come sempre.
gianbi - Ven Feb 20, 16:15:44
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
gianbi ha scritto:
il piddì è ormai come il titanic quasi affondato

Di questo se ne sarà accorto anche il gatto di Fotogian. Il padrone del gatto, invece, rimane ottimista come sempre.


Risposta di classe.
L'importante è rimanere ottimisti.
Alex66 - Ven Feb 20, 17:15:01
Oggetto:
Citazione:
incalza Francesco Rutelli - Il Pd deve darsi una bussola perché altrimenti rischia la più precoce delle estinzioni".

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

.. chiamate il WWF e Greenpeace .. che non ci rompano le palle perchè se si estingue questo coglione mi compro la prima bottiglia di Champagne della mia vita ..
Anonymous - Ven Feb 20, 17:42:11
Oggetto:
gianbi ha scritto:

Mi fa piacere che tu veda il piddì sano e forte come non mai. Sono anche entusiasto che il tuo gatto sappia se i croccantini nella ciotola sono pochi o tanti.
Permettimi, però, di dissentire dalle tue ottimistiche visioni.
A mio modo di vedere, il piddì è ormai come il titanic quasi affondato, dove i c.d. "leader" (meglio conosciuti come capibastone) stanno scappando in cerca di altri lidi. Magari come comparse all'isola dei famosi oppure come scrittori per mondadori. O, perchè no, direttamente come candidati PDL alle prossime elezioni. Del resto, se lo ha fatto mastella (vostro mitico alleato e mitico ministro della giustizia), perchè non lo possono vare i vari latorre & C?


mi sa che non hai proprio capito...

Veltroni ha ottenuto ad aprile 2008 un ottimo risultato. E senza di lui voglio vedere chi è capace a fare meglio. Quindi disastro penso proprio che quello di Veltroni non sia stato. Poi avremo la conferma o la smentita dai dati. Io l'ho scritto e non solo oggi

Se tu conoscessi i dati sapresti che si è trattato di un ottimo risultato

Che poi non ci sia + Veltroni significa che i vari D'Alema, Latorre ecc. hanno un'autostrada sgombra davanti a loro dove poter fare quel che vogliono

Mi fa divertire che qualcuno pensi che una volta sparito Veltroni tutto si possa sistemare e sono convinto che, così come chi ha puntato sull'illusione-Grillo oggi, se fa onestamente un bilancio dell'esperienza, si ritrova un pugno di mosche tra le mani, così succederà con chi pensa che la fine di Veltroni avrà non so quali effetti positivi

Che poi qualcuno entra, esca, finisca chissà dove... sono fatti loro che mi lasciano indifferente, specie se non si ritrova in fretta lo spirito con cui è nata questa esperienza.

Ormai possono dire quel che vogliono su Prodi o Veltroni, ma è come discutere di un morto, che non c'è + non torna indietro e non si occupa + dei problemi un tempo suoi
Alex66 - Ven Feb 20, 17:51:29
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


.. in fondo ho trovato questa "Lettera Aperta" di Guzzanti a Veltroni intelligente su molti punti e anche divertente, perchè no .. direi che Uolter dovrebbe rifletterci ..
zemmuonne - Ven Feb 20, 19:40:54
Oggetto:
Alex66 ha scritto:
Citazione:
incalza Francesco Rutelli - Il Pd deve darsi una bussola perché altrimenti rischia la più precoce delle estinzioni".

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

.. chiamate il WWF e Greenpeace .. che non ci rompano le palle perchè se si estingue questo coglione mi compro la prima bottiglia di Champagne della mia vita ..

Se andasse via Rutelli, investirei direttamente su una bottiglia di Cristal...
zemmuonne - Ven Feb 20, 19:54:57
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"Rutelli, che ha parlato di "assonanze" tra il progetto del PD e quello dell'Udc..." Eh?
Facciamo Cristal millesimato, via.
<b>papi</b> - Ven Feb 20, 19:56:45
Oggetto:
Ho paura che a Fotogian prenderà un coccolone:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Anonymous - Ven Feb 20, 20:03:17
Oggetto:
i sondaggi del giorno dopo fanno un pò ridere... e io dopo la caduta di Prodi sono abbastanza indifferente; dopo la caduta di Veltroni ho perso ogni speranza
M.me de Stael - Ven Feb 20, 20:06:55
Oggetto:
ponzetti ha scritto:
Ho paura che a Fotogian prenderà un coccolone:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


non so fotogian, ma guarda che io già sono assolutamente a rischio
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Vincent Malloy - Ven Feb 20, 20:09:20
Oggetto:
Bruna ha scritto:
Oggi a radio radicale ho sentito l'intervista a uno (non ricordo chi)della costituente piddina, culminata con una emblematica frase: Speriamo che domani venga eletto subito Franceschini, che garantisce la continuità con la linea di Veltroni.


E questi qui dite che non sono votati al suicidio? Laughing

Poco fa ho sentito di sfuggita quell'ebete di Franceschini che diceva qualcosa tipo "non dobbiamo essere (o fare) come Di Pietro".
Non hanno capito un ciufolo 'sti cialtroni. Laughing
Anonymous - Ven Feb 20, 20:21:02
Oggetto:
hanno capito, eccome... è prima che si è sbagliato
<b>papi</b> - Ven Feb 20, 20:37:16
Oggetto:
fotogian ha scritto:
hanno capito, eccome... è prima che si è sbagliato


ROTFL. Ma prima quando? Io ho "solo" 32 anni. Puoi ricordarmi quando il Pd, DS, PDS ha fatto come DiPietro?
la tigre della malora - Ven Feb 20, 20:37:53
Oggetto:
Stamattina ho letto anch'io su l'unità di questi fantomatici sondaggi. Mi sembra che puzzino di fuffa lontano un miglio. Mi pare difficile che Idv nel giro di 1 anno triplichi i suoi voti e che il PD ne perda 1/3. Poi, tutto è possibile, per carità. Ma, pur se praticamente scomparsa, dove sono andati i voti della "sinistra arcobaleno"? Ricordo, infine, che lunedì, a urne chiuse, Crespi su red tv affermò che Soru avrebbe vinto con un margine dell'1,5%. Come Peppino in "Totò, Peppino e la malafemmina": "ho detto tutto".
Vincent Malloy - Ven Feb 20, 20:42:12
Oggetto:
fotogian ha scritto:
hanno capito, eccome... è prima che si è sbagliato

Vuoi dire che puntano a ragginugere ancora meno del 20 e dispari percento delle elezioni in Sardegna? Mi sembrano quelli che partecipano alle aste al ribasso. Sicuro che hanno capito come funziona la cosa?
zemmuonne - Ven Feb 20, 20:46:34
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

zemmuonne - Ven Feb 20, 20:51:49
Oggetto:
L'unica cosa che mi rallegra di un IdV al 14% è che il pepe al culo, per il PD, non è mai abbastanza, e lo dimostrano due intelligenze finissime come quelle di Rutelli e Letta.
Per il resto, c'è ben poco da ridere...
Anonymous - Ven Feb 20, 20:53:23
Oggetto:
ponz, hanno sbagliato a lasciar fare a DPietro, a subire le critiche un giorno sì e l'altro pure, a parlare di quel che volevano lui e Berlusconi e, tra parentesi, tra il 2001 e il 2006 ci sono stati solo successi elettorali senza DP tra i piedi e senza comportarsi come DP, mentre Bertinotti e soci manifestavano in piazza per la guerra ..e sappiamo alla fine che cosa è successo loro

s'è parlato per l'80% del tempo di giustizia, englaro ecc. mentre c'erano tanti argomenti, dalla scuola alla crisi economica che avrebbero meritato l'80% del tempo

e quelli che hanno i figli che vanno a scuola o frequentano l'università, come anche i lavoratori alla presa con la crisi, si stanno chiedendo che cosa fa il PD, mentre solo a una piccola parte di costoro interessano le faccende toccate da DP

e si sarebbe dovuto dire con + forza dove porta la deriva di Grillo, per esempio... o che se uno va da grillo poi non si dovrebbe presentare a manifestare con chi mette in campo ad esempio Scalfaro, perchè sono due mentalità incompatibili

mi sembra che il disagio nei confronti di DP stia venendo fuori, finalmente

Poi puoi anche prendere il 5%. Sei lontano dalla maggioranza del paese: conta forse se perdi con il 30% o con il 15%?

forse in un sistema totalmente proporzionale e/o senza premio di maggioranza

ma io sono convinto che Di Pietro e Grillo siano incubatori di futuri elettori di destra, perchè si bevono gli insulti, il populismo, le soluzioni semplicistiche, i referendum inutili.

Loro allevano i polli che qualcun altro, a destra, poi penserà a spennare

E dunque occorre almeno smetterla di fare da sponda a chi spara un giorno sì e l'altro pure contro il Presidente della Repubblica, contro chi dice che sono tutti uguali, ecc
Ste - Ven Feb 20, 21:05:33
Oggetto:
In sintesi: hanno sbagliato a non ribadire con forza quanto sono infallibili.

Poi ci si stupisce perché la base li vuole a casa tutti senza distinzioni... Rolling Eyes
Anonymous - Ven Feb 20, 21:09:59
Oggetto:
la tigre della malora ha scritto:
Stamattina ho letto anch'io su l'unità di questi fantomatici sondaggi. Mi sembra che puzzino di fuffa lontano un miglio. Mi pare difficile che Idv nel giro di 1 anno triplichi i suoi voti e che il PD ne perda 1/3. Poi, tutto è possibile, per carità. Ma, pur se praticamente scomparsa, dove sono andati i voti della "sinistra arcobaleno"? Ricordo, infine, che lunedì, a urne chiuse, Crespi su red tv affermò che Soru avrebbe vinto con un margine dell'1,5%. Come Peppino in "Totò, Peppino e la malafemmina": "ho detto tutto".


Devi considerare tre fattori importanti:

1) Da un anno a questa parte Idv è stata la SOLA ed unica presenza antagonista all'istaurazione dell'impero. Si è mossa prettamente sul piano delle leggi "amiche" di Berlusconi, ma in ogni caso non ha fatto mancare una voce d'opposizione.
La balla del voto utile non regge più, quindi è ovvio che un PD fallimentare nella teoria e nella pratica spinga chi aveva votato Veltroni ad orientarsi su chi invece opposizione, bene o male, l'ha fatta.

2) L'Italia antiberlusconiana non è solo quella elettorale.
Sarei curioso di sapere, nell'eventualità di risultati simili alle europee, a quanto ammonterebbe il dato delle astensioni

3) Questa volta il PD non potrà fare un'altra campagna elettorale bipartitica; il disegno è miseramente fallito e c'è motivo di credere che il "voto utile" torni da dove è venuto, e cioè nelle formazioni di sinistra. Molto dipenderà da come sapranno organizzarsi ma è credibile che allo stato attuale il PD valga una decina di punti percentuale in meno, rispetto alle politiche.
Anonymous - Ven Feb 20, 21:10:19
Oggetto:
non mi pare proprio... anzi ammetteranno di aver sbagliato eccome a lasciare che altri guidassero le danze e ballassero con la musica preferita
Ste - Ven Feb 20, 21:27:26
Oggetto:
La musica che si sente da qualche anno a 'sta parte è un ritornello monotono che fa così:

Di questo non si deve parlare perché fa il gioco di Berlusconi /
di quello non si deve parlare perché fa il gioco di Berlusconi /
di quell'altro non si deve parlare perché fa il gioco di Berlusconi


Incidentalmente, di tutto ciò che per Berlusconi è meglio che non si parli a meno che non si dica ciò che gli fa comodo.

Poi magari ci sarà anche chi alla fine si convincerà che è Berlusconi, il genio che intona questa musichetta, solo
perché fa il suo gioco, e che le scimmiette che suonano l'organetto sono ammaestrate... ma in fin dei conti
c'è anche chi crede al miracolo di S. Gennaro... il mondo è bello perché è vario...

Ma e se invece di dire di cosa si può parlare e di cosa no, si iniziasse a parlare, non sarebbe più... "dialogo"?
Orientalista partenopeo - Ven Feb 20, 21:30:10
Oggetto:
fotogian ha scritto:
non mi pare proprio... anzi ammetteranno di aver sbagliato eccome a lasciare che altri guidassero le danze e ballassero con la musica preferita


Finalmente si libereranno del malvagio Di Pietro e canteranno tutti insieme, rivolgendosi a Silvio:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Orientalista partenopeo - Ven Feb 20, 22:34:02
Oggetto:
Ste ha scritto:

Ma e se invece di dire di cosa si può parlare e di cosa no, si iniziasse a parlare, non sarebbe più... "dialogo"?

Iniziare a parlare di cosa?
exnovobrian - Ven Feb 20, 22:35:37
Oggetto:
Evil or Very Mad
-
POTEVA ANDARE ANCHE PEGGIO !
Ora bisogna riattaccare il vaso rotto. Attenzione però ! Ci sono molti pezzi che non potranno più essere incollati, e che, necessariamente sono superflui (e dannosi). E sono lì,in mezzo ai cocci ! Sono il lato buio del P.D., le spurie :. Omuncoli correntizi, residui di una concezione di politica obsoleta ed arrogante. Via ! via subito tutto il vecchiume ed il ciarpame. Si poteva fare di più, si è fatto di meno.Non è stato capito il momento e soprattutto si è tradita un alleanza (IDV) con un inseguimento penoso ad un avversario che faceva la lepre e che contemporaneamente era jena.Poteva andare anche peggio.
R E S I S T E N Z A .

Twisted Evil
sweepsy - Sab Feb 21, 00:18:20
Oggetto:
Ho capito... è sempre colpa degli altri...semplice no? E anche molto berlusconiano!
L'unione crolla per colpa dei voltagabbana arruolati dal governo e la colpa è della sinistra estrema che manifesta, pensa un pò, contro la guerra (sti pazzi... ma poi qualcuno di mia conoscenza era antimilitarista, ma forse solo nel salotto di casa)
Il pd dopo aver contribuito all'affossamento della sinistra (già tendente al suicidio, per carità) resuscita Silvio e paga per vendersi (leggasi inciuciare) o almeno fa le offerte, e prende pure sberle dall'"avversario", ed è colpa di Di Pietro....
Abbiamo sbagliato tutti insomma... e forza italia...che siete tantissimi...
Anonymous - Sab Feb 21, 00:27:03
Oggetto:
se ci saranno dei crolli lo vedremo... magari confrontando elezioni dello stesso tipo

io ho scritto che tra il 2001 e il 2006 s'è parlato di tante cose, e non solo di inutili questioni irrisolvibili, quando governa chi ha mezzi, potere e voti per non risolverle, e non c'è stato alcun crollo, anzi il centrodestra ha subito alle regionali il peggior risultato di sempre

invece da aprile non facciamo altro che sentir parlare di faccende che interessano pochi e credo questo abbia prodotto una certa sofferenza nel PD e nell'elettorato, perchè dà fastidio un certo atteggiamento altrui e perchè è mancata la possibilità di occuparsi di altri argomenti

la colpa non è degli altri, ma è di chi ha lasciato fare subendo le scelte altrui

Bertinotti che manifestava ma non era affatto un problema. Non era un problema subire gli attacchi di Bertinotti, magari per aver appoggiato missioni di guerra, perchè erano questioni che interessavano gli elettori di Bertinotti ma anche quelli dei DS, al contrario di quanto avviene oggi. E Bertinotti diceva cose non condivisibili, al massimo
Giacomo - Sab Feb 21, 01:30:15
Oggetto:
Citazione:

inutili questioni irrisolvibili


Tipo conflitto di interessi, Criminali in parlamento, attacchi alla laicità dello stato, l'indebolimento della democrazia...

Inutili questioni irrisolvibili. Perchè l'Italia è, ed sarà per sempre il paese del magna magna, delle connivenze e dei preti. E questo il messaggio del PD, il sottotesto che passava. L'Italia è la terra degli ipocriti e degli arricchiti, dei politici arraffoni e intrallazzoni, la terra degli amici degli amici e lo sarà per sempre. Però voi votateci uguale, che almeno noi siamo di sinistra.

Difficile credere che un simile messaggio non abbia conquistato le masse.
Ste - Sab Feb 21, 05:26:06
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
Ste ha scritto:

Ma e se invece di dire di cosa si può parlare e di cosa no, si iniziasse a parlare, non sarebbe più... "dialogo"?

Iniziare a parlare di cosa?


Della realtà.
Anonymous - Sab Feb 21, 08:02:31
Oggetto:
Sweepsy in un momento di lucidità ha scritto:

Ho capito... è sempre colpa degli altri...semplice no? E anche molto berlusconiano!
L'unione crolla per colpa dei voltagabbana arruolati dal governo e la colpa è della sinistra estrema che manifesta, pensa un pò, contro la guerra (sti pazzi... ma poi qualcuno di mia conoscenza era antimilitarista, ma forse solo nel salotto di casa)
Il pd dopo aver contribuito all'affossamento della sinistra (già tendente al suicidio, per carità) resuscita Silvio e paga per vendersi (leggasi inciuciare) o almeno fa le offerte, e prende pure sberle dall'"avversario", ed è colpa di Di Pietro....
Abbiamo sbagliato tutti insomma... e forza italia...che siete tantissimi...


Come dire,erano giusti gli exit pool,si sono sbagliati gli elettori...menomalechesilvioc'è... Neutral
Bruna - Sab Feb 21, 08:17:13
Oggetto:
Guy Fawkes ha scritto:
Sweepsy in un momento di lucidità ha scritto:

Ho capito... è sempre colpa degli altri...semplice no? E anche molto berlusconiano!
L'unione crolla per colpa dei voltagabbana arruolati dal governo e la colpa è della sinistra estrema che manifesta, pensa un pò, contro la guerra (sti pazzi... ma poi qualcuno di mia conoscenza era antimilitarista, ma forse solo nel salotto di casa)
Il pd dopo aver contribuito all'affossamento della sinistra (già tendente al suicidio, per carità) resuscita Silvio e paga per vendersi (leggasi inciuciare) o almeno fa le offerte, e prende pure sberle dall'"avversario", ed è colpa di Di Pietro....
Abbiamo sbagliato tutti insomma... e forza italia...che siete tantissimi...


Come dire,erano giusti gli exit pool,si sono sbagliati gli elettori...menomalechesilvioc'è... Neutral




Vi quoto pure i puntini sospensivi... Rolling Eyes
Anonymous - Sab Feb 21, 08:20:47
Oggetto:
La nostra Bruna ha scritto:

Vi quoto pure i puntini sospensivi...


Dissociati almeno dal "momento di lucidità" di Sweepsy;non si mai come banno a finire queste cose,con lei! Mr. Green
BimboGigi - Sab Feb 21, 09:43:17
Oggetto:
Giacomo ha scritto:
Citazione:

inutili questioni irrisolvibili


Tipo conflitto di interessi, Criminali in parlamento, attacchi alla laicità dello stato, l'indebolimento della democrazia...

Inutili questioni irrisolvibili. Perchè l'Italia è, ed sarà per sempre il paese del magna magna, delle connivenze e dei preti. E questo il messaggio del PD, il sottotesto che passava. L'Italia è la terra degli ipocriti e degli arricchiti, dei politici arraffoni e intrallazzoni, la terra degli amici degli amici e lo sarà per sempre. Però voi votateci uguale, che almeno noi siamo di sinistra.

Difficile credere che un simile messaggio non abbia conquistato le masse.


Complimenti, non avrei saputo esprimere meglio il concetto.
Orientalista partenopeo - Sab Feb 21, 11:18:34
Oggetto:
Ste ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
Ste ha scritto:

Ma e se invece di dire di cosa si può parlare e di cosa no, si iniziasse a parlare, non sarebbe più... "dialogo"?

Iniziare a parlare di cosa?


Della realtà.


La realtà è un punto di vista. Wink
Io ho una natura eminentemente pratica, e questo non è un forum di filosofia. Fammi degli esempi di realtà di cui tu vorresti si parlasse. Te la faccio difficile: fammi degli esempi relativi al Mezzogiorno, che è la "realtà" di cui io vorrei si parlasse più spesso. Naturalmente facendo riferimento alle politiche attuate nel Mezzogiorno, in particolare dal PD, per non uscire completamente fuori tema.
Ste - Sab Feb 21, 11:28:24
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
Ste ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
Ste ha scritto:

Ma e se invece di dire di cosa si può parlare e di cosa no, si iniziasse a parlare, non sarebbe più... "dialogo"?

Iniziare a parlare di cosa?


Della realtà.


La realtà è un punto di vista. Wink


Quella è l'opinione... Wink
Orientalista partenopeo - Sab Feb 21, 11:35:39
Oggetto:
Ste ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
Ste ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
Ste ha scritto:

Ma e se invece di dire di cosa si può parlare e di cosa no, si iniziasse a parlare, non sarebbe più... "dialogo"?

Iniziare a parlare di cosa?


Della realtà.


La realtà è un punto di vista. Wink


Quella è l'opinione... Wink

Sopra c'è un'integrazione a quanto ho detto.
Ste - Sab Feb 21, 12:01:38
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
La realtà è un punto di vista. Wink
Io ho una natura eminentemente pratica, e questo non è un forum di filosofia. Fammi degli esempi di realtà di cui tu vorresti si parlasse. Te la faccio difficile: fammi degli esempi realtivi al Mezzogiorno, che è la "realtà" di cui io vorrei si parlasse più spesso. Naturalmente facendo riferimento alle politiche attuate nel Mezzogiorno, in particolare del PD, per non uscire completamente fuori tema.


La "realtà" di cui vorrei che si parlasse non è un argomento piuttosto che un altro... mi sembrava evidente che stessi proprio criticando il fatto
di voler imporre una scelta sull'argomento, come se ad esempio si potesse parlare dei problemi del Mezzogiorno riducendoli a problemi di sola
giustizia o (in stretta alternativa) a problemi di sola economia...

... ma evidentemente mi sono spiegato male io, quindi chiedo scusa e ci riprovo con la migliore definizione di "realtà" che conosco:

"dicesi 'realtà' quella cosa che, quando due o più italiani si trovano a discutere di un argomento, qualunque esso sia, viene lasciata fuori dalla discussione".
exnovobrian - Sab Feb 21, 12:16:53
Oggetto:
Very Happy
Sulla crisi del PD = buonsenso = ha scritto :

-"inutile fare analisi , a breve avremo il responso dell' autopsia ! "


Sad
gianbi - Sab Feb 21, 14:07:01
Oggetto:
Basta leggere 2 righe a caso sul piddì per capire quando siano soltanto dei Poveri Disgraziati:
"Franceschini presenta la sua candidatura fino al congresso: "Azzererò il governo ombra e tutte le altre cariche, eccetto la direzione". E sulle alleanze: "Parleremo con Udc e vecchi alleati, ma indietro non si torna". Parisi: "Mi candido per protesta e contro unanimismo"
Meravigliosa anche "sì alle alleanze sul programma, ma sempre in un quadro di bipolarismo e in alternativa alla destra" il tutto e niente. Il "Ma anche" elevato a massima espressione politica.
Azzererà il governo ombra..sti cazzi. da non dormire stanotte dal terrore.
Parlerà con UDC e vecchi alleati ma indietro non si torna. Dunque, la linea è inciuciare con i mafiosi e soci di silvio dell'UDC? Mamma mia. Siamo al teatrino comico. Ma si renderanno conto di essere delle macchiette, che non fanno neppure ridere?
E questi sarebbero gli avversari, "l'opposizione" a silvio? Non riuscirebbero neppure ad opporsi ad un diniego del barista ad un caffè corretto.
Bella anche la frase di parisi. Deve trattarsi di un omaggio al futurismo.
Chissà chi fra i 2 omini diventerà l'erede del fallimento di topogigio. Strano che latorre, bassolino, cosentino & C. non siano candidati. Data la loro classe politica avrei giurato di vederli oggi candidarsi. Ma, forse, i migliori capibastone è meglio che continuino a restare nell'ombra. Basterà mettere la solita testa di legno al posto del roditore per continuare con la solita strategia cerchiobottista, riassumibile con "Tiriamo a campare, cercando di non dare troppi grattacapi a silvio, altrimenti si arrabbia e non pubblica più i libri del baffetto skipper".
Anonymous - Sab Feb 21, 14:15:11
Oggetto:
l'importante è un bel calcio nel deretano a Di Pietro, a cui si può regalare volentieri l'esclusiva su conflitto di interessi, inciuci vari, genchi/demagistris/salerno contro catanzaro/guelfi contro ghibellini e altre amenità varie. Il resto viene dopo

Poi non mi pare che togliere di mezzo la classe dirigente attuale sia una cosa da poco. Non eri a favore del via tutti?
gianbi - Sab Feb 21, 14:19:56
Oggetto:
fotogian ha scritto:
l'importante è un bel calcio nel deretano a Di Pietro. Il resto viene dopo

Poi non mi pare che togliere di mezzo la classe dirigente attuale sia una cosa da poco. Non eri a favore del via tutti?


Certo. Via tutti. Ma è impossibile. Contro questi culi di pietra servirebbe l'antrace per farli estinguere. I capibastone ormai sono il piddì. Se crollano loro, crolla il piddì. Una sorta di simbiosi sciagurata.
Il calcio nel deretano a di pietro rimane per me inspiegabile, anche se ho capito il tuo punto di vista. Lasciare tonino per casini, cuffaro e cesa..beh...è proprio dura da digerire per un elettore di sinistra (non dico piddino per non offendere chi possiede una cultura di sinistra).
Anonymous - Sab Feb 21, 14:29:31
Oggetto:
qualunque partito è fatto di leader locali. alcuni onesti e altri meno, con alcune situazioni patologiche, legate molto alle patologie croniche di un certo territorio. Se poi vedi solo l'aspetto negativo di questi personaggi, credo che non vai da nessuna parte, perchè chiunque rifiuti il voto portato dai vari capi e capetti locali è destinato a raccogliere al massimo il 5%, e anche Di Pietro il voto di vari personaggi ambigui l'ha cercato

Basti pensare a De Gregorio che fa leva su alcune migliaia di disoccupati campani, che le autorità locali hanno cercato di riciclare facendo fare loro corsi per infermiere (o qualcosa di simile) e che vorrebbero avere un posto pubblico, stimolati e organizzati da De Gregorio. O ai suoi contatti con Saladino. O al sottoscritto che riceve una lettera ad ogni elezione da un signore dell'IDV, medico, che può avere avuto il mio indirizzo solo dal mio medico. E se volessimo fare un elenco dei conflitti di interesse e dei campi incui la politica gioca spesso sporco, dovremmo vietare ai medici di fare politica sfruttando la possibilità di arrivare ai pazienti, visto che paga lo stato e il rischio di conflitti d'interesse e pasticci è molto elevata

Se Franceschini non fa un comitato centrale del PD con i rappresentanti di D'Alema, Rutelli ecc ma li sostituisce con i rappresentanti locali del PD fa un'ottima cosa

Poi non è affatto detto che si abbandoni DP per l'UDC o che si abbandoni qualcuno per qualcun altro, specie in un momento di transizione e con un congresso da fare a ottobre

Io spero solo che si smetta di andare dietro agli argomenti che interessano DP e Berlusconi e si respingano al mittente i tentativi di fare una campagna elettorale eterna contro il PD

Cose che con l'essere di sinistra non c'entrano nulla, ma c'entrano con un pò di buon senso e di senso pratico
virginia - Sab Feb 21, 15:26:22
Oggetto:
gianbi ha scritto:
fotogian ha scritto:
l'importante è un bel calcio nel deretano a Di Pietro. Il resto viene dopo

Poi non mi pare che togliere di mezzo la classe dirigente attuale sia una cosa da poco. Non eri a favore del via tutti?


Certo. Via tutti. Ma è impossibile. Contro questi culi di pietra servirebbe l'antrace per farli estinguere. I capibastone ormai sono il piddì. Se crollano loro, crolla il piddì. Una sorta di simbiosi sciagurata.
Il calcio nel deretano a di pietro rimane per me inspiegabile, anche se ho capito il tuo punto di vista. Lasciare tonino per casini, cuffaro e cesa..beh...è proprio dura da digerire per un elettore di sinistra (non dico piddino per non offendere chi possiede una cultura di sinistra).

lasciali fare, si estingueranno come i dinosauri...alleandosi con UDC lasciano libero un potenziale elettorale spaventosamente grande, vediamo se questi dementi della sinistra alternativa sanno cogliere al volo l'occasione, sennò.... que viva IDV Wink
hellies15 - Sab Feb 21, 15:41:06
Oggetto:
Io intanto vi segnalo questo articolo:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

La nuova generazione Pd alza la voce
"Ora basta, non facciamo più la fila"

Nn voglio ri-ri-ri-rientrare sulla storia delle alleanze xk lo sapete cm la penso: allearsi con Casini è un errore mortale, e purtroppo (viste le parole del futuro segretario) sn sempre più vicine.
Ora, io credo che Franceschini potesse essere l'unico a prendere questa poltrona, che scotta troppo. Dovevano darla a qualcuno che è già compromesso, e Franceschini rappresenta il compromesso che cammina. Lui dice che azzera tutto... Ok, tutto molto bello. Però azzerare tutto non è una soluzione. A questo partito va data un'anima, che al momento attuale non c'è.
Auguro a Franceschini di fare bene, xk per me se il Pd si estingue è la fine. Allo stesso tempo, xò, spero proprio che non cada nel tranello dei centristi...ricordiamoci che è un ex margheritino, quindi i miei timori sn tutt'altro che esagerati.
Visto che diffido di Franceschini, però, mi proietto al futuro, e dico che potrebbe veramente cambiare qualcosa solo se al prossimo congresso venisse eletto un volto nuovo. Cm giustamente si dice nell'articolo ke ho linkato, da 17 anni i volti sn sempre quelli. Mettere un 35enne a capo del partito potrebbe veramente rivoluzionare molte cose. E dare veramente il sentore che c'è stato un cambiamento: da un lato un giovane, dall'altro un Nano ultra settantenne.
Orientalista partenopeo - Sab Feb 21, 15:46:00
Oggetto:
Ste ha scritto:

La "realtà" di cui vorrei che si parlasse non è un argomento piuttosto che un altro... mi sembrava evidente che stessi proprio criticando il fatto
di voler imporre una scelta sull'argomento, come se ad esempio si potesse parlare dei problemi del Mezzogiorno riducendoli a problemi di sola
giustizia o (in stretta alternativa) a problemi di sola economia...

... ma evidentemente mi sono spiegato male io, quindi chiedo scusa e ci riprovo con la migliore definizione di "realtà" che conosco:

"dicesi 'realtà' quella cosa che, quando due o più italiani si trovano a discutere di un argomento, qualunque esso sia, viene lasciata fuori dalla discussione".


Caro Ste,
mettere dei dati di fatto al centro della discussione presupporrebbe un'analisi spietata, da parte dei vertici del PD, dei propri fallimenti. Questa analisi latita ed è quindi più che prevedibile che un PD totalmente disancorato dalla realtà andrà incontro ad altre pesantissime disfatte elettorali.
Farò un esempio relativo al PD campano, che è quello messo maggiormente sotto accusa. Qualcuno si chiederà come Bassolino sia riuscito, dal nulla, a edificare il suo impero politico. All'epoca della sua prima elezione a sindaco di Napoli, nel 1993, la città viveva un periodo di effervescente creatività e rinascita di fervore civico: Tangentopoli aveva spazzato via la grigia cappa del potere democristiano e Bassolino, un vecchio comunista, si è presentato come l'uomo in grado di intercettare quel clima di rinnovamento, che verrà poi definito con molta (troppa) enfasi "Rinascimento napoletano". Un rinascimento di cui lui non è stato certo l'artefice, ma solo il "protettore". Il dissenso, in una città da sempre democristiana (con l'intermezzo della giunta Valenzi, comunista, a cavallo tra gli anni '70 e '80) proveniente tradizionalmente da sinistra, viene trasformato in consenso, con valenti intellettuali, fino ad allora esclusi dai circuiti del potere, diventati giullari di corte. Allo stesso tempo, Bassolino lavora anche al centro, dove molti sono disposti a salire sul carro del vincitore, e all'opposizione, blandita con svariate concessioni. Risultato? Una mostruosa piovra clientelare, con dissenso azzerato a destra e a sinistra. Fino a che i disastri di questa politica non sono diventati chiaramente visibili, Bassolino è stato l'uomo del "Rinascimento" per il centrosinistra, anche nazionale. Come sottolineavo in un altro intervento, fino a un paio di anni fa non ho sentito critiche particolarmente incisive da parte dei vertici del centrosinistra, che ora ipocritamente gli addebitano le colpe dello sfascio, sollecitandolo a dimettersi, mentre nel 1998-1999 gli è stato affidato, sotto il governo D'Alema, il Ministero del Lavoro. Ancora nel 2007 (!) Bassolino è, con la Iervolino, uno dei membri del Comitato Promotore del PD.
Hai mai sentito qualche pezzo grosso del PD fare autocritica in questo modo? Troppo facile, ora, dire "Bassolino e Iervolino via", mentre loro rimangono saldamente incollati alle poltrone. Dov'era la critica, fino a qualche tempo fa?

Riguardo a due altri punti da te toccati, la giustizia e l'economia, per me è evidente che sono in stretta correlazione, soprattutto nel Mezzogiorno. Eppure (basta leggere quello che scrive l'ultrà piddino del forum) c'è chi continua a sostenere che la giustizia e la legalità siano temi secondari, "amenità" che fanno comodo all'avversario, identificato di volta in volta con Berlusconi o con Di Pietro.
gianbi - Sab Feb 21, 16:01:23
Oggetto:
virginia ha scritto:
gianbi ha scritto:
fotogian ha scritto:
l'importante è un bel calcio nel deretano a Di Pietro. Il resto viene dopo

Poi non mi pare che togliere di mezzo la classe dirigente attuale sia una cosa da poco. Non eri a favore del via tutti?


Certo. Via tutti. Ma è impossibile. Contro questi culi di pietra servirebbe l'antrace per farli estinguere. I capibastone ormai sono il piddì. Se crollano loro, crolla il piddì. Una sorta di simbiosi sciagurata.
Il calcio nel deretano a di pietro rimane per me inspiegabile, anche se ho capito il tuo punto di vista. Lasciare tonino per casini, cuffaro e cesa..beh...è proprio dura da digerire per un elettore di sinistra (non dico piddino per non offendere chi possiede una cultura di sinistra).

lasciali fare, si estingueranno come i dinosauri...alleandosi con UDC lasciano libero un potenziale elettorale spaventosamente grande, vediamo se questi dementi della sinistra alternativa sanno cogliere al volo l'occasione, sennò.... que viva IDV Wink


Possibile che non capiscono che faranno la fine dei lemmings?
L'elettore medio di sinistra, a parte quelli che si spellano le mani ai discorsi di fassino, dovrebbe avere una intelligenza tale da capire che l'alleanza UDC è un suicidio politico. Possibile che i vertici del partito, per considerando il loro QI inferiore ad un granello di sabbia, non lo capiscano? Delle due l'una:
1) Sono degli improvvisati, incapaci, inetti, e pure in malafede;
2) Sono dei venduti e mirano a perdere ancora più consensi di quanti non ne abbiano già persi.
Io opterei per un mix delle due.
Trancer Fra - Sab Feb 21, 16:15:39
Oggetto:
Io dico solo..... Democrazia Cristiana ressurection....aspettando l'ottavo governo Andreotti Cool
Orientalista partenopeo - Sab Feb 21, 16:24:09
Oggetto:
fotogian ha scritto:
qualunque partito è fatto di leader locali. alcuni onesti e altri meno, con alcune situazioni patologiche, legate molto alle patologie croniche di un certo territorio. Se poi vedi solo l'aspetto negativo di questi personaggi, credo che non vai da nessuna parte, perchè chiunque rifiuti il voto portato dai vari capi e capetti locali è destinato a raccogliere al massimo il 5%...


"Coloro che dicono che il mondo andrà sempre così come è andato finora contribuiscono a far sì che l’oggetto della loro predizione si avveri". Così scriveva Kant, ripreso da Ste nella sua firma.

Bella questa "nuova" politica del PD: fare unicamente affidamento sul potere clientelare dei capibastone locali, senza preoccuparsi minimamente di offrire buongoverno. Mi compiaccio davvero, è la versione in salsa piddina dell'affermazione di Lunardi: "con la mafia bisogna convivere".
Che schifo.
Anonymous - Sab Feb 21, 16:25:40
Oggetto:
gianbi ha scritto:

Possibile che non capiscono che faranno la fine dei lemmings?
L'elettore medio di sinistra, a parte quelli che si spellano le mani ai discorsi di fassino, dovrebbe avere una intelligenza tale da capire che l'alleanza UDC è un suicidio politico. Possibile che i vertici del partito, per considerando il loro QI inferiore ad un granello di sabbia, non lo capiscano? Delle due l'una:
1) Sono degli improvvisati, incapaci, inetti, e pure in malafede;
2) Sono dei venduti e mirano a perdere ancora più consensi di quanti non ne abbiano già persi.
Io opterei per un mix delle due.



ma chi te l'ha detto che si alleano con l'UDC? e poi sarebbe solo un'alleanza anti-Silvio, per evitare che la destra conquisti tutto il paese estendendo i danni che sta facendo giorno dopo giorno...

pensiamo a Lampedusa. Hanno deciso che sarebbero rimasti lì. Hanno annunciato il viaggio a Tunisi di Maroni per convincere i tunisini a riprenderseli. Gli hanno riso in faccia. Gli immigrati hanno bruciato il centro e per fortuna nessuno è morto. E li hanno trasferiti. Adesso ne stanno arrivando altri 200 su un barcone

Tripla sconfitta: per il no a Tunisi, perchè non sono rimasti lì e perchè ne arrivano altri

L'elettore di sinistra vuole vedere il PD nelle scuole, al mercato a fare il volantinaggio, a discutere di disoccupazione e disagio sociale, vuole che stiano sul campo con i precari e non a discuterne a Roma, vuole avere una speranza di non avere + Berlusconi e i suoi sgherri. Che gli importa di Casini o di qualcun altro? Non vuole sentirsi attaccato quasi che la politica fosse solo un tiro al bersaglio del PD
geppo - Sab Feb 21, 16:26:37
Oggetto:
Epitaffio di Cacciari. Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad

Ore 15.18 Cacciari: «sforiamo il ridicolo». «Che Dio accolga coloro che vogliono perdere». il sindaco di Venezia Massimo Cacciari commenta con durezza la decisione dell'assemblea nazionale del partito democratico di eleggere un nuovo segretario. «Era la soluzione più scontata e anche la peggiore. almeno le primarie avrebbero creato un pò di movimento anche se non sarebbero andate assolutamente bene. l'unica soluzione era il congresso. ma così hanno deciso... pace all'anima loro». e ancora: «certo che un partito chiamato a decidere tra Franceschini e Parisi il leader, rasenta il ridicolo».
Orientalista partenopeo - Sab Feb 21, 16:35:53
Oggetto:
fotogian ha scritto:

ma chi te l'ha detto che si alleano con l'UDC?

Lo hai scritto tu, mi sembra. Anzi, ci sembra, a meno che non siamo vittima di un'allucinazione collettiva.
gianbi - Sab Feb 21, 16:42:49
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
fotogian ha scritto:

ma chi te l'ha detto che si alleano con l'UDC?

Lo hai scritto tu, mi sembra. Anzi, ci sembra, a meno che non siamo vittima di un'allucinazione collettiva.


No, è ancora diverso. Lui auspica l'alleanza, visto che tonino e la sinistra radicale sono stati delle palle al piede per il piddì (o viceversa, ma questa è un'altra storia).
Anonymous - Sab Feb 21, 16:43:29
Oggetto:
FINALMENTE PArla chiaro, ma deve anche dire come fermarlo

L'ATTACCO A BERLUSCONI - «Silvio Berlusconi non vuole governare, ma diventare il padrone d’Italia» ha detto ancora Franceschini. «Berlusconi ha in mente una forma moderna di autoritarismo, e ho misurato le parole. Non vuole governare il Paese, vuole diventare padrone d’Italia». Secondo Franceschini, il premier «vive come un ingombro il Parlamento e il ruolo di garanzia del presidente della Repubblica, arriva al cinismo di attaccare la Costituzione attorno al letto di un ragazza morente, al cinismo di sfruttare la paura per legalizzare le ronde, contro tutti i diritti umani». Per questo, «le nostre divisioni sono più colpevoli perchè in Europa - fa notare - solo nel nostro Paese abbiamo un presidente del Consiglio che offende la Costituzione, disprezza i principi della democrazia. Di fronte a ciò, e i riformisti alzano la voce e mettono in campo tutte le forze per difendere la Costituzione».
Anonymous - Sab Feb 21, 16:49:20
Oggetto:
gianbi ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
fotogian ha scritto:

ma chi te l'ha detto che si alleano con l'UDC?

Lo hai scritto tu, mi sembra. Anzi, ci sembra, a meno che non siamo vittima di un'allucinazione collettiva.


No, è ancora diverso. Lui auspica l'alleanza, visto che tonino e la sinistra radicale sono stati delle palle al piede per il piddì (o viceversa, ma questa è un'altra storia).


io auspico che costoro la smettano di fare politiche suicide, che ti fanno vincere oggi e crollare domani, perchè basate sulle illusioni e l'irresponsabilità

auspico un partito federale e non padronale e semmai auspico un'alleanza contro Berlusconi e per la tutela delle buone esperienze di governo locale perchè sarebbe peggio se anche lì arrivassero Berlusconi e i suoi.
Dove si vendono l'anima in cambio di un voto, spero arrivi Silvio
gianbi - Sab Feb 21, 16:53:26
Oggetto:
andrea mainardi ha scritto:
FINALMENTE PArla chiaro, ma deve anche dire come fermarlo

L'ATTACCO A BERLUSCONI - «Silvio Berlusconi non vuole governare, ma diventare il padrone d’Italia» ha detto ancora Franceschini. «Berlusconi ha in mente una forma moderna di autoritarismo, e ho misurato le parole. Non vuole governare il Paese, vuole diventare padrone d’Italia». Secondo Franceschini, il premier «vive come un ingombro il Parlamento e il ruolo di garanzia del presidente della Repubblica, arriva al cinismo di attaccare la Costituzione attorno al letto di un ragazza morente, al cinismo di sfruttare la paura per legalizzare le ronde, contro tutti i diritti umani». Per questo, «le nostre divisioni sono più colpevoli perchè in Europa - fa notare - solo nel nostro Paese abbiamo un presidente del Consiglio che offende la Costituzione, disprezza i principi della democrazia. Di fronte a ciò, e i riformisti alzano la voce e mettono in campo tutte le forze per difendere la Costituzione».


Dalle mie parti dicono "Trotto d'asino poco dura".
Dopo la propaganda ed il clamore delle elezioni del segretario, vedremo se la linea del piddì sarà ancora così aggressiva, e non soltanto a parole. Contro silvio servono i fatti.
Bruna - Sab Feb 21, 16:57:37
Oggetto:
Ultim'ora-skytg24

Estrapolo dal suo discordo pre-voto:

Quasi eletto, tranne sorprese, Franceschini: (....)"Tutto nuovo, farò tutto io, sceglierò io e chi batte le mani adesso non venga domani a chiedere la nomina di nessuno"(....)


...ma questo ci crede davvero??? Shocked
Orientalista partenopeo - Sab Feb 21, 17:02:10
Oggetto:
gianbi ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
fotogian ha scritto:

ma chi te l'ha detto che si alleano con l'UDC?

Lo hai scritto tu, mi sembra. Anzi, ci sembra, a meno che non siamo vittima di un'allucinazione collettiva.


No, è ancora diverso. Lui auspica l'alleanza, visto che tonino e la sinistra radicale sono stati delle palle al piede per il piddì (o viceversa, ma questa è un'altra storia).

Quindi è anche peggio: fa proprio il tifo per Casini. Non capisco poi come l'auspicata alleanza con l'UDC, erede della migliore tradizione clientelare democristiana, si sposi con quest'altra affermazione:

fotogian ha scritto:

Dove si vendono l'anima in cambio di un voto, spero arrivi Silvio

Lui spera che arrivi Silvio. E meno male che era Di Pietro a fare il gioco di Berlusconi.
Immagino che quel "dove" si riferisca al Sud, dove esiste (e ha grande peso) il voto clientelare, ma esiste anche chi è libero da condizionamenti ed esprime un voto di opinione. Il PD non ha niente da offrire a questi elettori, quindi?
geppo - Sab Feb 21, 17:15:15
Oggetto:
Ore 17.20 E' Dario Franceschini il nuovo segretario del Pd, l'assemblea costituente lo ha eletto a larga maggioranza.
Orientalista partenopeo - Sab Feb 21, 17:18:15
Oggetto:
geppo ha scritto:
Ore 17.20 E' Dario Franceschini il nuovo segretario del Pd, l'assemblea costituente lo ha eletto a larga maggioranza.


Un bamboccio cresciuto all'ombra di Topogigio come nuovo segretario. Viva il rinnovamento.
gianbi - Sab Feb 21, 17:27:38
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
geppo ha scritto:
Ore 17.20 E' Dario Franceschini il nuovo segretario del Pd, l'assemblea costituente lo ha eletto a larga maggioranza.


Un bamboccio cresciuto all'ombra di Topogigio come nuovo segretario. Viva il rinnovamento.


Gli assomiglia pure. Se questo è il rinnovamento stiamo freschi. Silvio starà facendo salti di gioia.
Bruna - Sab Feb 21, 17:37:13
Oggetto:
gianbi ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
geppo ha scritto:
Ore 17.20 E' Dario Franceschini il nuovo segretario del Pd, l'assemblea costituente lo ha eletto a larga maggioranza.


Un bamboccio cresciuto all'ombra di Topogigio come nuovo segretario. Viva il rinnovamento.


Gli assomiglia pure. Se questo è il rinnovamento stiamo freschi. Silvio starà facendo salti di gioia.




Pure D'Alema...pronto a raccogliere i cocci dopo le europee, al congresso di ottobre... Cool
Ste - Sab Feb 21, 17:38:34
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
fotogian ha scritto:
qualunque partito è fatto di leader locali. alcuni onesti e altri meno, con alcune situazioni patologiche, legate molto alle patologie croniche di un certo territorio. Se poi vedi solo l'aspetto negativo di questi personaggi, credo che non vai da nessuna parte, perchè chiunque rifiuti il voto portato dai vari capi e capetti locali è destinato a raccogliere al massimo il 5%...


"Coloro che dicono che il mondo andrà sempre così come è andato finora contribuiscono a far sì che l’oggetto della loro predizione si avveri". Così scriveva Kant, ripreso da Ste nella sua firma.

Bella questa "nuova" politica del PD: fare unicamente affidamento sul potere clientelare dei capibastone locali, senza preoccuparsi minimamente di offrire buongoverno. Mi compiaccio davvero, è la versione in salsa piddina dell'affermazione di Lunardi: "con la mafia bisogna convivere".
Che schifo.


L'ho copiata a Padoa Schioppa (la citazione, intendo).
gianbi - Sab Feb 21, 18:11:49
Oggetto:
il vice di Veltroni: "Ora via il governo ombra".
L'ex segretario: E' la persona giusta"


Ora, ma il governo ombra non doveva essere la genialata del secolo? Improvvisamente scopriamo che era una fregnaccia?
Bello il parere di topogigio del suo vice "E' la persona giusta". E te pareva.

Commento di un lettore di repubblica.it:
A Tinapica: io invece spero in un PD che dialoghi soprattutto con l'UDC e col mondo cattolico per sottrarlo all'influenza di Berlusconi. Il mio segretario ideale sarebbe Letta.
Pazzesco. Dialogare con l'UDC per sottrarlo all'influsso di silvio. Poveri piddini.
Bruna - Sab Feb 21, 18:35:53
Oggetto:
gianbi ha scritto:
il vice di Veltroni: "Ora via il governo ombra".
L'ex segretario: E' la persona giusta"


Ora, ma il governo ombra non doveva essere la genialata del secolo? Improvvisamente scopriamo che era una fregnaccia?
Bello il parere di topogigio del suo vice "E' la persona giusta". E te pareva.

Commento di un lettore di repubblica.it:
A Tinapica: io invece spero in un PD che dialoghi soprattutto con l'UDC e col mondo cattolico per sottrarlo all'influenza di Berlusconi. Il mio segretario ideale sarebbe Letta.
Pazzesco. Dialogare con l'UDC per sottrarlo all'influsso di silvio. Poveri piddini.




Mi sa che il grande equivoco è stato quello di credere che il PD fosse un partito di sinistra....ora il popolo delle primarie e gli elettori piddini si toglieranno il prosciutto dagli occhi. Mica per niente Casini ha già rilanciato il suo progetto del grande centro, e ....nuntio vobis gaudium magnum...habemus Franceschini... Rolling Eyes
Auguri.
zemmuonne - Sab Feb 21, 18:45:47
Oggetto:
Ma tipo aspettare 1 mesetto prima di recitare i de profundis? Io non sono per niente certo che il PD si allei con l'UDC a livello nazionale/europeo (spero proprio di no, personalmente). Franceschini ha detto "parlare", non "allearsi".
Visto che anche nel PD usano i sondaggi, mi fa piacere che la voce giri. Così si rendono conto, al primo sondaggio,che sarebbe una cazzata mostruosa.
E se proprio insistono a farla, che sia presto, così alla prima prova elettorale gli arriva una sberla tale da relegare l'alleanza con l'udc nello sgabuzzino delle cose da non fare mai più.
BimboGigi - Sab Feb 21, 18:52:05
Oggetto:
andrea mainardi ha scritto:
FINALMENTE PArla chiaro, ma deve anche dire come fermarlo

L'ATTACCO A BERLUSCONI - «Silvio Berlusconi non vuole governare, ma diventare il padrone d’Italia» ha detto ancora Franceschini. «Berlusconi ha in mente una forma moderna di autoritarismo, e ho misurato le parole. Non vuole governare il Paese, vuole diventare padrone d’Italia». Secondo Franceschini, il premier «vive come un ingombro il Parlamento e il ruolo di garanzia del presidente della Repubblica, arriva al cinismo di attaccare la Costituzione attorno al letto di un ragazza morente, al cinismo di sfruttare la paura per legalizzare le ronde, contro tutti i diritti umani». Per questo, «le nostre divisioni sono più colpevoli perchè in Europa - fa notare - solo nel nostro Paese abbiamo un presidente del Consiglio che offende la Costituzione, disprezza i principi della democrazia. Di fronte a ciò, e i riformisti alzano la voce e mettono in campo tutte le forze per difendere la Costituzione».


Dopo aver detto una cosa del genere se oserà ancora parlare di "dialogo" la sua credibilità sarà zero.
Bruna - Sab Feb 21, 19:27:10
Oggetto:
BimboGigi ha scritto:
andrea mainardi ha scritto:
FINALMENTE PArla chiaro, ma deve anche dire come fermarlo
L'ATTACCO A BERLUSCONI - «Silvio Berlusconi non vuole governare, ma diventare il padrone d’Italia» ha detto ancora Franceschini. «Berlusconi ha in mente una forma moderna di autoritarismo, e ho misurato le parole. Non vuole governare il Paese, vuole diventare padrone d’Italia». Secondo Franceschini, il premier «vive come un ingombro il Parlamento e il ruolo di garanzia del presidente della Repubblica, arriva al cinismo di attaccare la Costituzione attorno al letto di un ragazza morente, al cinismo di sfruttare la paura per legalizzare le ronde, contro tutti i diritti umani». Per questo, «le nostre divisioni sono più colpevoli perchè in Europa - fa notare - solo nel nostro Paese abbiamo un presidente del Consiglio che offende la Costituzione, disprezza i principi della democrazia. Di fronte a ciò, e i riformisti alzano la voce e mettono in campo tutte le forze per difendere la Costituzione».


Dopo aver detto una cosa del genere se oserà ancora parlare di "dialogo" la sua credibilità sarà zero.


Ha già annunciato che il PD non aderirà al PSE ma al Riformismo Europeo, e questo è già un segnale di dove vogliono andare.
Se crede di fermarlo "dialogando" con l'unione dei condannati, scaricando definitivamente Di Pietro, e senza più la vera sinistra, è solo un illuso.
PD + UDC non arriveranno neanche al 30%.
Anonymous - Sab Feb 21, 19:46:19
Oggetto:
Bruna ha scritto:
BimboGigi ha scritto:
andrea mainardi ha scritto:
FINALMENTE PArla chiaro, ma deve anche dire come fermarlo
L'ATTACCO A BERLUSCONI - «Silvio Berlusconi non vuole governare, ma diventare il padrone d’Italia» ha detto ancora Franceschini. «Berlusconi ha in mente una forma moderna di autoritarismo, e ho misurato le parole. Non vuole governare il Paese, vuole diventare padrone d’Italia». Secondo Franceschini, il premier «vive come un ingombro il Parlamento e il ruolo di garanzia del presidente della Repubblica, arriva al cinismo di attaccare la Costituzione attorno al letto di un ragazza morente, al cinismo di sfruttare la paura per legalizzare le ronde, contro tutti i diritti umani». Per questo, «le nostre divisioni sono più colpevoli perchè in Europa - fa notare - solo nel nostro Paese abbiamo un presidente del Consiglio che offende la Costituzione, disprezza i principi della democrazia. Di fronte a ciò, e i riformisti alzano la voce e mettono in campo tutte le forze per difendere la Costituzione».


Dopo aver detto una cosa del genere se oserà ancora parlare di "dialogo" la sua credibilità sarà zero.


Ha già annunciato che il PD non aderirà al PSE ma al Riformismo Europeo, e questo è già un segnale di dove vogliono andare.
Se crede di fermarlo "dialogando" con l'unione dei condannati, scaricando definitivamente Di Pietro, e senza più la vera sinistra, è solo un illuso.
PD + UDC non arriveranno neanche al 30%.


Se non altro una cosa è chiara: l'italia rischia di non avere alcun parlamentare nel PSE (se la Sinistra non passa lo sbarramento, ma a questo punto direi che chance di farcela ce l'hanno tanto ri-rifondazione che la Sinistra rosso-verde, il Psi non ha speranze di farcela ed il PD ufficialmente non vi aderisce, la seconda forza politica europea non avrebbe alcun rappresentante. Bene...) e di avere 4 partiti nel PPE...

Ma si esportiamo... esportiamo pure sta democrazia italiana che siamo solo motivo di ilarità per il resto d'Europa... per quelli che ovviamente perdono tempo a seguire le nostre beghe, è chiaro...
Alex66 - Sab Feb 21, 20:25:04
Oggetto:
Su
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
il sondaggio la dice lunga che fine farà fare al PD il suo stesso elettorato .. è inutile, è più forte di loro, sono votati al suicidio di massa come i leggendari Lemming .. meglio lasciarli al loro destino ..
zemmuonne - Sab Feb 21, 20:27:58
Oggetto:
Alex66 ha scritto:
Su
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
il sondaggio la dice lunga che fine farà fare al PD il suo stesso elettorato .. è inutile, è più forte di loro, sono votati al suicidio di massa come i leggendari Lemming .. meglio lasciarli al loro destino ..

Ma anche se fosse, ben venga. In un modo o nell'altro il PD farà bene, esntinguendosi o diventando quello che la base vuole. Nel primo caso il vuoto politico verrà riempito in altro modo, nel secondo il PD sarà finalmente il partito che vogliamo.
Alex66 - Sab Feb 21, 20:37:33
Oggetto:
.. sembri escludere che il "vuoto politico" possa essere anche riempito da un mero prolungamento del centrodestra .. sai che figata ..
zemmuonne - Sab Feb 21, 21:06:13
Oggetto:
Alex66 ha scritto:
.. sembri escludere che il "vuoto politico" possa essere anche riempito da un mero prolungamento del centrodestra .. sai che figata ..

Non credo, non dal cdx. L'Italia, gira e rigira, è divisa in due.

Chi votava PD credendoci, e non ci crede più, voterà qualcuno abbastanza furbo da presentarsi come valida alternativa. Il problema è poi rendersi conto, ed in quanto tempo, se la presunta alternativa fosse alternativa solo a parole o meno...

Per dire, Di Pietro è un uomo di centro, l'Idv è un partito di ispirazione cattolica per la maggior parte costituito da ex dc, con presenze di ex piduisti, ex FI (tipo De Gregorio), addirittura per quasi il 12% è costituito da ex udeur.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Eppure Di Pietro, grazie a parole piuttosto chiare su Berlusconi, è riuscito a convincere molti che l'IdV sia una valida alternativa al PD.

Faccio notare che se bastassero le parole, allora Capezzone si contendeva con Di Pietro lo scettro dell'antiberlusconismo:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

e guarda un pò che bel finale! =)
Orientalista partenopeo - Sab Feb 21, 21:46:36
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Faccio notare che se bastassero le parole, allora Capezzone si contendeva con Di Pietro lo scettro dell'antiberlusconismo

Sì, ma reputo estremamente improbabile che Di Pietro possa trasformarsi in un altro Capezzone.
hellies15 - Sab Feb 21, 21:47:02
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Leggete l'ultimo intervento di DP. Faccio notare questa parte:
Citazione:
Giornalista: La crisi del Pd. Gli ultimi sondaggi danno al vostro partito il 14%, con i voti usciti dal Pd. Per voi il bicchiere è mezzo pieno, ma il centrosinistra?
Antonio Di Pietro: L'Italia dei Valori sa bene che il primo obiettivo è costruire un'alternativa numericamente sufficiente ma soprattutto credibile per alternarsi al governo Berlusconi, che riteniamo di regime e parafascista. Per questa ragione non stiamo a cincischiarci un solo minuto sui ai sondaggi, ben sapendo che bisogna stare con i piedi per terra, anzi, come facciamo tutti i giorni, nelle piazze, nelle città, a manifestare. Come questo pomeriggio, saremo a Piazza Farnese a manifestare per la libertà di poter vivere dignitosamente e poter scegliere di morire dignitosamente.


Dice che il primo obiettivo è costruire un'alternativa possibile. Ora, le cose sono 2:
1) DP pensa ke lui, da solo, può rappresentare l'unica alternativa possibile. E l'inizio dell'intervista lo testimonierebbe ("Noi dell'Italia dei Valori non stiamo solo costruendo un'opposizione a Berlusconi, ma anche un'alternativa per il Paese, fatta di difesa per le fasce sociali più deboli, fatta di lotta all'illegalità, fatta di un'economia che si basa sul libero mercato ma anche sul rispetto delle regole, altrimenti 200 miliardi di evasione fiscale arricchiscono i ricchi ed impoveriscono i poveri.")
2) DP auspica un'allenza con il PD...

Se è vera la 1), sta uscendo di capoccia. Se è vera la 2), il suo atteggiamento contrasta con le sue parole.
Orientalista partenopeo - Sab Feb 21, 21:52:26
Oggetto:
hellies15 ha scritto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Leggete l'ultimo intervento di DP. Faccio notare questa parte:
Citazione:
Giornalista: La crisi del Pd. Gli ultimi sondaggi danno al vostro partito il 14%, con i voti usciti dal Pd. Per voi il bicchiere è mezzo pieno, ma il centrosinistra?
Antonio Di Pietro: L'Italia dei Valori sa bene che il primo obiettivo è costruire un'alternativa numericamente sufficiente ma soprattutto credibile per alternarsi al governo Berlusconi, che riteniamo di regime e parafascista. Per questa ragione non stiamo a cincischiarci un solo minuto sui ai sondaggi, ben sapendo che bisogna stare con i piedi per terra, anzi, come facciamo tutti i giorni, nelle piazze, nelle città, a manifestare. Come questo pomeriggio, saremo a Piazza Farnese a manifestare per la libertà di poter vivere dignitosamente e poter scegliere di morire dignitosamente.


Dice che il primo obiettivo è costruire un'alternativa possibile. Ora, le cose sono 2:
1) DP pensa ke lui, da solo, può rappresentare l'unica alternativa possibile. E l'inizio dell'intervista lo testimonierebbe ("Noi dell'Italia dei Valori non stiamo solo costruendo un'opposizione a Berlusconi, ma anche un'alternativa per il Paese, fatta di difesa per le fasce sociali più deboli, fatta di lotta all'illegalità, fatta di un'economia che si basa sul libero mercato ma anche sul rispetto delle regole, altrimenti 200 miliardi di evasione fiscale arricchiscono i ricchi ed impoveriscono i poveri.")
2) DP auspica un'allenza con il PD...

Se è vera la 1), sta uscendo di capoccia. Se è vera la 2), il suo atteggiamento contrasta con le sue parole.

E perché mai? Non leggo segnali di follia incipiente, né preclusioni di principio al PD. Ha detto semplicemente: costruiamo un'alternativa credibile.
zemmuonne - Sab Feb 21, 21:55:07
Oggetto:
Nessuna delle due, a mio parere. DP sta tirando acqua al proprio mulino, approfitta il più possibile del momento. Metti che domani il PD dà un bel calcio in culo a chi si occupa di comunicazione e comincia a comunicare con un pò di astuzia... col binocolo lo vede il 14%, Di Pietro, in quel caso.
Orientalista partenopeo - Sab Feb 21, 22:00:39
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
Nessuna delle due, a mio parere. DP sta tirando acqua al proprio mulino, approfitta il più possibile del momento. Metti che domani il PD dà un bel calcio in culo a chi si occupa di comunicazione e comincia a comunicare con un pò di astuzia... col binocolo lo vede il 14%, Di Pietro, in quel caso.

Lo facciano, se ne sono capaci.
Ma cos'è questa ossessione bipartisan per Di Pietro?
Anonymous - Sab Feb 21, 22:09:30
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
Non credo, non dal cdx. L'Italia, gira e rigira, è divisa in due.

Chi votava PD credendoci, e non ci crede più, voterà qualcuno abbastanza furbo da presentarsi come valida alternativa. Il problema è poi rendersi conto, ed in quanto tempo, se la presunta alternativa fosse alternativa solo a parole o meno...

Per dire, Di Pietro è un uomo di centro, l'Idv è un partito di ispirazione cattolica per la maggior parte costituito da ex dc, con presenze di ex piduisti, ex FI (tipo De Gregorio), addirittura per quasi il 12% è costituito da ex udeur.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Eppure Di Pietro, grazie a parole piuttosto chiare su Berlusconi, è riuscito a convincere molti che l'IdV sia una valida alternativa al PD.


davvero un bel partito. Se prende pochi voti è perchè non si sa che c'è spazio per tutti

Se solo lo si sapesse arriverebbero a frotte tutti, dagli ex piduisti agli ex leghisti passando per gli ex comunisti, gli ex democristiani e gli ex missini e il 14% sembrerà solo un brutto sogno. Abbracciando un insieme di valori così ampio ci dobbiamo aspettare almeno un 35-40% perchè questo partito li rappresenta tutti.
Orientalista partenopeo - Sab Feb 21, 22:16:46
Oggetto:
fotogian ha scritto:

davvero un bel partito. Se prende pochi voti è perchè non si sa che c'è spazio per tutti

Se solo lo si sapesse arriverebbero a frotte tutti, dagli ex piduisti agli ex leghisti passando per gli ex comunisti, gli ex democristiani e gli ex missini e il 14% sembrerà solo un brutto sogno. Abbracciando un insieme di valori così ampio ci dobbiamo aspettare almeno un 35-40% perchè questo partito li rappresenta tutti.


Nel rinnovatissimo ed estremamente dialogante PD, invece, c'è spazio anche per De Mita. Escluso dal PD alle scorse politiche, torna come alleato. Sarà contento di riabbracciare tutti i riciclati democristiani del PD.
M.me de Stael - Sab Feb 21, 22:43:55
Oggetto:
grillo ha scritto:
I partiti politici sono morti. I cittadini si devono staccare dai morti finchè sono in tempo. Veltrusconi è nato morto. Un tentativo per garantire gli interessi della classe politica e delle lobby. Non può durare. Veltrusconi sono due gemelli siamesi. Se li separi muoiono entrambi. Oggi Ueltròn, domani lo psiconano. Le giovani generazioni e i cittadini onesti non possono affidare il loro futuro alla faccia di Franceschini o al ghigno di D'Alema. Al nulla di Fassino e di Rutelli. Alla politica da bassa cucina di Arcore di Violante e della Finocchiaro. Guardate quelle facce. Non rappresentano più nulla. Il loro programma si chiama sopravvivenza.


l'amanita ha scritto:
ROMA - Silvio Berlusconi preferisce non commentare l'elezione del nuovo segretario del Partito Democratico, Dario Franceschini. "Non sarebbe elegante", dice, ma non rinuncia a fare una battuta: "E' il nono leader della sinistra" (da quando il premier fa politica, ndr), precisando che "l'ottavo era Soru. Era un leader in pectore". (Agr)


Franceschini ha detto certe cose e al momento io voglio credergli o quanto meno credere alla sua buona fede. Non è partendo col disfattismo, seppur umanamente concepibile, che ci si mette l'impegno. L'amanita lavorerà sul disfattismo e sul potere di tutti i media perché ne è proprietario e i suoi servi si adegueranno pur di compiacerlo. Quello che non tollero, non permetto, lo ritengo offensivo nel miei riguardi è l'intervento del grillo. Non ha il diritto, data la posizione che occupa, di spargere letame aggratis. Questo non è tempo per giocare e neppure per fare sarcasmo e ironia, tanto meno per buttare tutto in vacca senza una briciola di analisi. Satira sempre purché sia pura e genuina, bastarda ma non imbastardita. Che porco senso ha pianificare il tutto, che schifo di senso è piazzare l'amanita sullo stesso piano? Che parlino ora quelli che hanno le celluline grigie funzionanti e funzionali, noi compresi. Quelli che non hanno la serie di vuitton pronte per emigrare a Lugano, per capirci. Ciò che urla ed esprime grillo lo conosciamo a menadito, non abbiamo bisogno di aggiungere combustibile per aumentare i gradi. Di fare la fine di giovannad'arco non ne abbiamo bisogno.
zemmuonne - Sab Feb 21, 23:04:23
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Nessuna delle due, a mio parere. DP sta tirando acqua al proprio mulino, approfitta il più possibile del momento. Metti che domani il PD dà un bel calcio in culo a chi si occupa di comunicazione e comincia a comunicare con un pò di astuzia... col binocolo lo vede il 14%, Di Pietro, in quel caso.

Lo facciano, se ne sono capaci.
Ma cos'è questa ossessione bipartisan per Di Pietro?

Cosa intendi per ossessione bipartisan?
Io parlo spesso di Di Pietro ed IdV ultimamente, perchè sono fra i protagonisti di questi tempi, in politica. Di chi dovrei parlare, di Sinistra Democratica?
zemmuonne - Sab Feb 21, 23:06:10
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
fotogian ha scritto:

davvero un bel partito. Se prende pochi voti è perchè non si sa che c'è spazio per tutti

Se solo lo si sapesse arriverebbero a frotte tutti, dagli ex piduisti agli ex leghisti passando per gli ex comunisti, gli ex democristiani e gli ex missini e il 14% sembrerà solo un brutto sogno. Abbracciando un insieme di valori così ampio ci dobbiamo aspettare almeno un 35-40% perchè questo partito li rappresenta tutti.


Nel rinnovatissimo ed estremamente dialogante PD, invece, c'è spazio anche per De Mita. Escluso dal PD alle scorse politiche, torna come alleato. Sarà contento di riabbracciare tutti i riciclati democristiani del PD.

Mai detto che il PD sia perfetto. Non lo è neanche l'IdV.
Strutturalmente, a mio parere, il PD ha molti vantaggi rispetto all'IdV. Uno fra tanti, si può cambiare il segretario.
zemmuonne - Sab Feb 21, 23:08:17
Oggetto:
M.me de Stael ha scritto:
grillo ha scritto:
I partiti politici sono morti. I cittadini si devono staccare dai morti finchè sono in tempo. Veltrusconi è nato morto. Un tentativo per garantire gli interessi della classe politica e delle lobby. Non può durare. Veltrusconi sono due gemelli siamesi. Se li separi muoiono entrambi. Oggi Ueltròn, domani lo psiconano. Le giovani generazioni e i cittadini onesti non possono affidare il loro futuro alla faccia di Franceschini o al ghigno di D'Alema. Al nulla di Fassino e di Rutelli. Alla politica da bassa cucina di Arcore di Violante e della Finocchiaro. Guardate quelle facce. Non rappresentano più nulla. Il loro programma si chiama sopravvivenza.


l'amanita ha scritto:
ROMA - Silvio Berlusconi preferisce non commentare l'elezione del nuovo segretario del Partito Democratico, Dario Franceschini. "Non sarebbe elegante", dice, ma non rinuncia a fare una battuta: "E' il nono leader della sinistra" (da quando il premier fa politica, ndr), precisando che "l'ottavo era Soru. Era un leader in pectore". (Agr)


Franceschini ha detto certe cose e al momento io voglio credergli o quanto meno credere alla sua buona fede. Non è partendo col disfattismo, seppur umanamente concepibile, che ci si mette l'impegno. L'amanita lavorerà sul disfattismo e sul potere di tutti i media perché ne è proprietario e i suoi servi si adegueranno pur di compiacerlo. Quello che non tollero, non permetto, lo ritengo offensivo nel miei riguardi è l'intervento del grillo. Non ha il diritto, data la posizione che occupa, di spargere letame aggratis. Questo non è tempo per giocare e neppure per fare sarcasmo e ironia, tanto meno per buttare tutto in vacca senza una briciola di analisi. Satira sempre purché sia pura e genuina, bastarda ma non imbastardita. Che porco senso ha pianificare il tutto, che schifo di senso è piazzare l'amanita sullo stesso piano? Che parlino ora quelli che hanno le celluline grigie funzionanti e funzionali, noi compresi. Quelli che non hanno la serie di vuitton pronte per emigrare a Lugano, per capirci. Ciò che urla ed esprime grillo lo conosciamo a menadito, non abbiamo bisogno di aggiungere combustibile per aumentare i gradi. Di fare la fine di giovannad'arco non ne abbiamo bisogno.

Sottoscrivo anche le virgole.
Orientalista partenopeo - Sab Feb 21, 23:08:32
Oggetto:
M.me de Stael ha scritto:
grillo ha scritto:
I partiti politici sono morti. I cittadini si devono staccare dai morti finchè sono in tempo. Veltrusconi è nato morto. Un tentativo per garantire gli interessi della classe politica e delle lobby. Non può durare. Veltrusconi sono due gemelli siamesi. Se li separi muoiono entrambi. Oggi Ueltròn, domani lo psiconano. Le giovani generazioni e i cittadini onesti non possono affidare il loro futuro alla faccia di Franceschini o al ghigno di D'Alema. Al nulla di Fassino e di Rutelli. Alla politica da bassa cucina di Arcore di Violante e della Finocchiaro. Guardate quelle facce. Non rappresentano più nulla. Il loro programma si chiama sopravvivenza.


l'amanita ha scritto:
ROMA - Silvio Berlusconi preferisce non commentare l'elezione del nuovo segretario del Partito Democratico, Dario Franceschini. "Non sarebbe elegante", dice, ma non rinuncia a fare una battuta: "E' il nono leader della sinistra" (da quando il premier fa politica, ndr), precisando che "l'ottavo era Soru. Era un leader in pectore". (Agr)


Franceschini ha detto certe cose e al momento io voglio credergli o quanto meno credere alla sua buona fede. Non è partendo col disfattismo, seppur umanamente concepibile, che ci si mette l'impegno. L'amanita lavorerà sul disfattismo e sul potere di tutti i media perché ne è proprietario e i suoi servi si adegueranno pur di compiacerlo. Quello che non tollero, non permetto, lo ritengo offensivo nel miei riguardi è l'intervento del grillo. Non ha il diritto, data la posizione che occupa, di spargere letame aggratis. Questo non è tempo per giocare e neppure per fare sarcasmo e ironia, tanto meno per buttare tutto in vacca senza una briciola di analisi. Satira sempre purché sia pura e genuina, bastarda ma non imbastardita. Che porco senso ha pianificare il tutto, che schifo di senso è piazzare l'amanita sullo stesso piano? Che parlino ora quelli che hanno le celluline grigie funzionanti e funzionali, noi compresi. Quelli che non hanno la serie di vuitton pronte per emigrare a Lugano, per capirci. Ciò che urla ed esprime grillo lo conosciamo a menadito, non abbiamo bisogno di aggiungere combustibile per aumentare i gradi. Di fare la fine di giovannad'arco non ne abbiamo bisogno.


Credi che Grillo avrebbe avuto la stessa reazione se come segretario fosse stato eletto Lumia o Soru? Persone in grado di accendere cuori e speranze, e in grado forse anche di realizzarle, quelle speranze? Invece si è scelto il vice di Veltroni, la sua fotocopia sbiadita.
Per quanto mi riguarda, niente disfattismo, solo amara disillusione e scetticismo.
Giacomo - Sab Feb 21, 23:10:08
Oggetto:
Citazione:
Citazione:
hellies15 ha scritto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Leggete l'ultimo intervento di DP. Faccio notare questa parte:Citazione:
Giornalista: La crisi del Pd. Gli ultimi sondaggi danno al vostro partito il 14%, con i voti usciti dal Pd. Per voi il bicchiere è mezzo pieno, ma il centrosinistra?
Antonio Di Pietro: L'Italia dei Valori sa bene che il primo obiettivo è costruire un'alternativa numericamente sufficiente ma soprattutto credibile per alternarsi al governo Berlusconi, che riteniamo di regime e parafascista. Per questa ragione non stiamo a cincischiarci un solo minuto sui ai sondaggi, ben sapendo che bisogna stare con i piedi per terra, anzi, come facciamo tutti i giorni, nelle piazze, nelle città, a manifestare. Come questo pomeriggio, saremo a Piazza Farnese a manifestare per la libertà di poter vivere dignitosamente e poter scegliere di morire dignitosamente.


Dice che il primo obiettivo è costruire un'alternativa possibile. Ora, le cose sono 2:
1) DP pensa ke lui, da solo, può rappresentare l'unica alternativa possibile. E l'inizio dell'intervista lo testimonierebbe ("Noi dell'Italia dei Valori non stiamo solo costruendo un'opposizione a Berlusconi, ma anche un'alternativa per il Paese, fatta di difesa per le fasce sociali più deboli, fatta di lotta all'illegalità, fatta di un'economia che si basa sul libero mercato ma anche sul rispetto delle regole, altrimenti 200 miliardi di evasione fiscale arricchiscono i ricchi ed impoveriscono i poveri.")
2) DP auspica un'allenza con il PD...

Se è vera la 1), sta uscendo di capoccia. Se è vera la 2), il suo atteggiamento contrasta con le sue parole.


E perché mai? Non leggo segnali di follia incipiente, né preclusioni di principio al PD. Ha detto semplicemente: costruiamo un'alternativa credibile.


Cerca semplicemente di prendere qualche voto in più. Di rafforzare il suo partito. I politic fanno questo, cercano di aumentare i propri voti. Sa benissimo che non potrà creare un partito alternativo al PD, vuole soltanto magari anziche il 14, arrivare al 16.
Che problema c'è?
Anonymous - Sab Feb 21, 23:12:11
Oggetto:
M.me de Stael ha scritto:


L'amanita lavorerà sul disfattismo e sul potere di tutti i media perché ne è proprietario e i suoi servi si adegueranno pur di compiacerlo. Quello che non tollero, non permetto, lo ritengo offensivo nel miei riguardi è l'intervento del grillo. Non ha il diritto, data la posizione che occupa, di spargere letame aggratis. Questo non è tempo per giocare e neppure per fare sarcasmo e ironia, tanto meno per buttare tutto in vacca senza una briciola di analisi. Satira sempre purché sia pura e genuina, bastarda ma non imbastardita. Che porco senso ha pianificare il tutto, che schifo di senso è piazzare l'amanita sullo stesso piano? Che parlino ora quelli che hanno le celluline grigie funzionanti e funzionali, noi compresi. Quelli che non hanno la serie di vuitton pronte per emigrare a Lugano, per capirci. Ciò che urla ed esprime grillo lo conosciamo a menadito, non abbiamo bisogno di aggiungere combustibile per aumentare i gradi. Di fare la fine di giovannad'arco non ne abbiamo bisogno.


e ti stupisci? grillo è coerente con se stesso, fa la sola cosa che sa fare e fa la stessa cosa dei giornali governativi

d'altro canto se getti fano su tutto e tutti poi come potresti spiegare che magari in una certa situazione o un certo personaggio cambi registro? e quel che si aspettano quelli che hanno il coraggio di leggerlo non si aspettano niente di diverso, altrimenti non lo leggerebbero
ma se uno riesce ad andare ad Annozero e dire che tutto andrà in malora e i politici fuggiranno in elicottero, che è esattamente quello che ha scritto Grillo, evidentemente di filtri mentali non ne hanno proprio e di matera grigia con cui valutare le cose lette nemmeno
zemmuonne - Sab Feb 21, 23:15:42
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:

Credi che Grillo avrebbe avuto la stessa reazione se come segretario fosse stato eletto Lumia o Soru? Persone in grado di accendere cuori e speranze, e in grado forse anche di realizzarle, quelle speranze? Invece si è scelto il vice di Veltroni, la sua fotocopia sbiadita.
Per quanto mi riguarda, niente disfattismo, solo amara disillusione e scetticismo.

Per quanto mi riguarda, prima di essere disilluso e scettico aspetto un pò. Franceschini deve affrontare degli esami, e molto presto. In base a come si comporterà, giudicherò. Mi chiedo che cazzo ne sappia Grillo di come si comporterà Franceschini per sparare sentenze. Potrei capire se avessero eletto segretario un "eterno ritorno", un Fassino, un D'Alema, anche una Finocchiaro stessa (che ha avuto modo di mostrarsi in Sicilia per le regionali, e non ha dato un grande spettacolo). Ma Franceschini? Che elementi ha Grillo per giudicarlo un fallito da subito?

Vittorio Zucconi ha scritto:
C’è un modo molto semplice ed empirico per sapere se davvero il PD sia deciso a “condannarsi all’estinzione” come teme Rutelli. Vedere se i trombati di professione diventano i leader di domani.

Sono d'accordo con Zucconi, come mi capita spesso, e non mi risulta che Franceschini faccia parte dell'elenco.
Orientalista partenopeo - Sab Feb 21, 23:21:58
Oggetto:
Giacomo ha scritto:

Cerca semplicemente di prendere qualche voto in più. Di rafforzare il suo partito. I politic fanno questo, cercano di aumentare i propri voti. Sa benissimo che non potrà creare un partito alternativo al PD, vuole soltanto magari anziche il 14, arrivare al 16.
Che problema c'è?

Nemmeno io ho capito dove sia la follia in questo, ad essere sincero. Rolling Eyes
zemmuonne - Sab Feb 21, 23:27:32
Oggetto:
Chi è che ha scritto che è follia cercare di prendere più voti? Hellies ha scritto che Di Pietro è uscito di capoccia se davvero crede di essere l'unica alternativa a Berlusconi. Per il resto, è portare acqua al proprio mulino, niente più.
Orientalista partenopeo - Sab Feb 21, 23:37:09
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
Chi è che ha scritto che è follia cercare di prendere più voti? Hellies ha scritto che Di Pietro è uscito di capoccia se davvero crede di essere l'unica alternativa a Berlusconi. Per il resto, è portare acqua al proprio mulino, niente più.

Questa è l'interpretazione di Hellies. Ho letto quell'intervento sul blog, e non c'è scritto nulla del tipo "governeremo da soli".
Perché Di Pietro dovrebbe occuparsi del PD, che vorrebbe forse scaricarlo? Va avanti per la sua strada, con le sue personali battaglie. Al momento opportuno si è rivelato più fedele di alcuni piddini. Rileggiti quanto ha scritto Virginia sulle elezioni in Sardegna, sul comportamento di Di Pietro e quello di parte del PD.
M.me de Stael - Sab Feb 21, 23:43:07
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:


Credi che Grillo avrebbe avuto la stessa reazione se come segretario fosse stato eletto Lumia o Soru? Persone in grado di accendere cuori e speranze, e in grado forse anche di realizzarle, quelle speranze? Invece si è scelto il vice di Veltroni, la sua fotocopia sbiadita.
Per quanto mi riguarda, niente disfattismo, solo amara disillusione e scetticismo.


Se proprio devo essere sincera, mi sento di escludere che grillo avrebbe avuto reazione positiva comunque. Avrebbe cambiato repertorio, si, ma sempre musica non gradevole sarebbe stata.

Purtroppo a priori sapevo bene che Lumia e Soru non sarebbero stati presi in considerazione. Se fossimo nella fase in cui la norma fosse stata proprio la scelta di Lumia, molto probabilmente (lo dò al 90%) non avremmo neppure avuto il veltro oppure avremmo avuto un veltro non dimissionario e un Soru in Sardegna. Siamo in border line e da quello non si torna indietro in un attimo, come per magia ed è perciò che, pur umanamente normale la tua reazione di disillusione e scetticismo, sforzati di non sentirti preso per il qulo, se non altro perchè hai un casino da fare a scrollarti dallo stesso luogo chi per il qulo c'ha preso tutti fin da quel fottuto bambino che dai pulman rideva lallando "foza italia" Mad Mad
zemmuonne - Sab Feb 21, 23:44:36
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Chi è che ha scritto che è follia cercare di prendere più voti? Hellies ha scritto che Di Pietro è uscito di capoccia se davvero crede di essere l'unica alternativa a Berlusconi. Per il resto, è portare acqua al proprio mulino, niente più.

Questa è l'interpretazione di Hellies. Ho letto quell'intervento sul blog, e non c'è scritto nulla del tipo "governeremo da soli".
Perché Di Pietro dovrebbe occuparsi del PD, che vorrebbe forse scaricarlo? Va avanti per la sua strada, con le sue personali battaglie. Al momento opportuno si è rivelato più fedele di alcuni piddini. Rileggiti quanto ha scritto Virginia sulle elezioni in Sardegna, sul comportamento di Di Pietro e quello di parte del PD.

Ma chi ti ha detto niente a riguardo? Chi ha chiesto o detto che Di Pietro dovrebbe occuparsi del PD?
Se Di Pietro non ha scritto niente del tipo "governeremo da soli", mi rassereno sulla sua salute mentale, il resto non cambia di una virgola.
zemmuonne - Sab Feb 21, 23:47:19
Oggetto:
M.me de Stael ha scritto:

Se proprio devo essere sincera, mi sento di escludere che grillo avrebbe avuto reazione positiva comunque. Avrebbe cambiato repertorio, si, ma sempre musica non gradevole sarebbe stata.

Purtroppo a priori sapevo bene che Lumia e Soru non sarebbero stati presi in considerazione. Se fossimo nella fase in cui la norma fosse stata proprio la scelta di Lumia, molto probabilmente (lo dò al 90%) non avremmo neppure avuto il veltro oppure avremmo avuto un veltro non dimissionario e un Soru in Sardegna. Siamo in border line e da quello non si torna indietro in un attimo, come per magia ed è perciò che, pur umanamente normale la tua reazione di disillusione e scetticismo, sforzati di non sentirti preso per il qulo, se non altro perchè hai un casino da fare a scrollarti dallo stesso luogo chi per il qulo c'ha preso tutti fin da quel fottuto bambino che dai pulman rideva lallando "foza italia" Mad Mad


Senza contare che Soru è, volente o nolente, sabotato o meno, uno che ha appena perso le elezioni regionali. Come candidato alla segreteria, in questo momento, non poteva neanche essere preso in considerazione.
virginia - Dom Feb 22, 08:17:10
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
M.me de Stael ha scritto:

Se proprio devo essere sincera, mi sento di escludere che grillo avrebbe avuto reazione positiva comunque. Avrebbe cambiato repertorio, si, ma sempre musica non gradevole sarebbe stata.

Purtroppo a priori sapevo bene che Lumia e Soru non sarebbero stati presi in considerazione. Se fossimo nella fase in cui la norma fosse stata proprio la scelta di Lumia, molto probabilmente (lo dò al 90%) non avremmo neppure avuto il veltro oppure avremmo avuto un veltro non dimissionario e un Soru in Sardegna. Siamo in border line e da quello non si torna indietro in un attimo, come per magia ed è perciò che, pur umanamente normale la tua reazione di disillusione e scetticismo, sforzati di non sentirti preso per il qulo, se non altro perchè hai un casino da fare a scrollarti dallo stesso luogo chi per il qulo c'ha preso tutti fin da quel fottuto bambino che dai pulman rideva lallando "foza italia" Mad Mad


Senza contare che Soru è, volente o nolente, sabotato o meno, uno che ha appena perso le elezioni regionali. Come candidato alla segreteria, in questo momento, non poteva neanche essere preso in considerazione.

su questo non ci piove...
però la stessa cosa dovrebbe valere per Dalema e rutelli... che invece sono lì a pontificare e decidere, veri e propri boss di stampo camorristico
la tigre della malora - Dom Feb 22, 08:54:45
Oggetto:
Paradossalmente (a parte che il problema non s'è posto, e premesso che sono "di parte", dato che Soru è il politico di area PD che preferisco) Soru, secondo me, sarebbe stato il miglior candidato possibile alla segreteria PD proprio perché ha perso alle ultime regionali sarde. Perché ha perso non per sua insipienza e annessi, ma anche - non è una battuta - e soprattutto dalle divisioni interne al PD intese come fronda e "remare contro" di quelli che a parole lo sostenevano. Avrebbe dimostrato che si può far politica seriamente anche in un verminaio.
zemmuonne - Dom Feb 22, 09:01:26
Oggetto:
la tigre della malora ha scritto:
Paradossalmente (a parte che il problema non s'è posto, e premesso che sono "di parte", dato che Soru è il politico di area PD che preferisco) Soru, secondo me, sarebbe stato il miglior candidato possibile alla segreteria PD proprio perché ha perso alle ultime regionali sarde. Perché ha perso non per sua insipienza e annessi, ma anche - non è una battuta - e soprattutto dalle divisioni interne al PD intese come fronda e "remare contro" di quelli che a parole lo sostenevano. Avrebbe dimostrato che si può far politica seriamente anche in un verminaio.

Vallo a spiegare. "Salve, siamo l'assemblea del PD, eleggiamo segretario uno che è appena stato trombato alle regionali per divisioni interne e pugnalate alle spalle...". No, non era il momento giusto. Ma 1) Soru non è del tutto bruciato, anzi, tempo un annetto e potrà tranquillamente candidarsi alla segreteria, e 2) In questo momento, meglio un "sacrificabile" come Franceschini.
zemmuonne - Dom Feb 22, 09:02:17
Oggetto:
virginia ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
M.me de Stael ha scritto:

Se proprio devo essere sincera, mi sento di escludere che grillo avrebbe avuto reazione positiva comunque. Avrebbe cambiato repertorio, si, ma sempre musica non gradevole sarebbe stata.

Purtroppo a priori sapevo bene che Lumia e Soru non sarebbero stati presi in considerazione. Se fossimo nella fase in cui la norma fosse stata proprio la scelta di Lumia, molto probabilmente (lo dò al 90%) non avremmo neppure avuto il veltro oppure avremmo avuto un veltro non dimissionario e un Soru in Sardegna. Siamo in border line e da quello non si torna indietro in un attimo, come per magia ed è perciò che, pur umanamente normale la tua reazione di disillusione e scetticismo, sforzati di non sentirti preso per il qulo, se non altro perchè hai un casino da fare a scrollarti dallo stesso luogo chi per il qulo c'ha preso tutti fin da quel fottuto bambino che dai pulman rideva lallando "foza italia" Mad Mad


Senza contare che Soru è, volente o nolente, sabotato o meno, uno che ha appena perso le elezioni regionali. Come candidato alla segreteria, in questo momento, non poteva neanche essere preso in considerazione.

su questo non ci piove...
però la stessa cosa dovrebbe valere per Dalema e rutelli... che invece sono lì a pontificare e decidere, veri e propri boss di stampo camorristico

Ma infatti, non sono stati presi in considerazione. Figurati, Rutelli...
la tigre della malora - Dom Feb 22, 09:07:00
Oggetto:
Difficile da spiegare, vero, e condivisibile la tua analisi, zemmuonne. Quel che ho affermato era riferito ad una situazione "ideale", nella quale i politici che dimostrano di saper far bene il loro mestiere (e Soru in 4 anni e rotti l'ha fatto) vengono giudicati per questo.
Bruna - Dom Feb 22, 09:16:53
Oggetto:
virginia ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
M.me de Stael ha scritto:

Se proprio devo essere sincera, mi sento di escludere che grillo avrebbe avuto reazione positiva comunque. Avrebbe cambiato repertorio, si, ma sempre musica non gradevole sarebbe stata.

Purtroppo a priori sapevo bene che Lumia e Soru non sarebbero stati presi in considerazione. Se fossimo nella fase in cui la norma fosse stata proprio la scelta di Lumia, molto probabilmente (lo dò al 90%) non avremmo neppure avuto il veltro oppure avremmo avuto un veltro non dimissionario e un Soru in Sardegna. Siamo in border line e da quello non si torna indietro in un attimo, come per magia ed è perciò che, pur umanamente normale la tua reazione di disillusione e scetticismo, sforzati di non sentirti preso per il qulo, se non altro perchè hai un casino da fare a scrollarti dallo stesso luogo chi per il qulo c'ha preso tutti fin da quel fottuto bambino che dai pulman rideva lallando "foza italia" Mad Mad


Senza contare che Soru è, volente o nolente, sabotato o meno, uno che ha appena perso le elezioni regionali. Come candidato alla segreteria, in questo momento, non poteva neanche essere preso in considerazione.

su questo non ci piove...
però la stessa cosa dovrebbe valere per Dalema e rutelli... che invece sono lì a pontificare e decidere, veri e propri boss di stampo camorristico



...sarà mica a loro che si riferiva il walter, quando ha detto "fuori i capibastone dal partito"? Cool

@madame

Come non darti ragione (ragionandoci su)?. Il disfattismo (e io ne sembro una rappresentante, al momento)non serve a molto. Va bene, epperò, però....non è che mò Franceschini (un ex dc, vice di walter e suo fedelissimo) alla guida dei pirana ex pc, ce lo beviamo in un bicchier d'acqua!
Vogliamo dargli il beneficio del dubbio? Ok, ma solo perchè di contro ci stanno solo D'Alema e Rutelli, e in prospettiva, per il ricambio, Bersani e Parisi (brrrrrrr!!!). Rolling Eyes

Per quanto riguarda Di Pietro, credo sia legittimo cercare di crescere, e non credo che sia così folle da pensare di vincere da solo. Perchè , senza entrare nel merito delle vicende partitiche e degli uomini, si vince sommando le proprie forze. Ossia, il bipartitismo di Veltroni è fallito, il correremo (quasi) da soli) si è rivelato un' arma a doppio taglio, perchè l'Italia non è bipartitica,non ancora, l'Italia ha tante anime e, oggi più che mai, ha tanta voglia ( e bisogno)di sinistra... Rolling Eyes

E la conferma di quel che credo, la possibilità di una nuova prospettiva di csx, potrà uscire, se tutti si daranno una regolata, dalle urne delle europee.
Vimax - Dom Feb 22, 09:37:27
Oggetto:
Boh, a me sto Franceschini non va giù, cioè, il suo discorso era condivisibile, però però, era anche il vice di Veltroni, e ora pare che la pensi in modo abbastamza differente (cit. "Via il govenro ombra"). Quindi o dice cose giusto per dirle, e in realtà è un piccolo Veltroni anche lui, o è sempre stato abbastanza in disaccordo con Veltroni e non ha mai detto una parola, e ora pretende di non dar retta ai capoccia del partito...
Se poi al primo giorno già fa sapere (d'accordo pensava d'essere fuori onda ma il pensiero è quello) che ha organizzato lui la candidatura di Parisi giusto per avere un avversario pro forma, beh, speriamo che dai cocci esca qualcosa di buono.
gianbi - Dom Feb 22, 10:10:15
Oggetto:
Vimax ha scritto:
Boh, a me sto Franceschini non va giù, cioè, il suo discorso era condivisibile, però però, era anche il vice di Veltroni, e ora pare che la pensi in modo abbastamza differente (cit. "Via il govenro ombra"). Quindi o dice cose giusto per dirle, e in realtà è un piccolo Veltroni anche lui, o è sempre stato abbastanza in disaccordo con Veltroni e non ha mai detto una parola, e ora pretende di non dar retta ai capoccia del partito...
Se poi al primo giorno già fa sapere (d'accordo pensava d'essere fuori onda ma il pensiero è quello) che ha organizzato lui la candidatura di Parisi giusto per avere un avversario pro forma, beh, speriamo che dai cocci esca qualcosa di buono.


Cosa puoi aspettarti da un partito di falliti ed ipocriti, che persino nel giorno della investitura del nuovo capobastone inciucia, per dare fumo negli occhi ed argomenti di discussione ai poveri elettori, convinti di avere a che fare con persone serie?
Qui i cocci sono da buttare, non da tenere insieme con il bostik.
M.me de Stael - Dom Feb 22, 10:20:08
Oggetto:
Bruna ha scritto:


Per quanto riguarda Di Pietro, credo sia legittimo cercare di crescere, e non credo che sia così folle da pensare di vincere da solo. Perchè , senza entrare nel merito delle vicende partitiche e degli uomini, si vince sommando le proprie forze. Ossia, il bipartitismo di Veltroni è fallito, il correremo (quasi) da soli) si è rivelato un' arma a doppio taglio, perchè l'Italia non è bipartitica,non ancora, l'Italia ha tante anime e, oggi più che mai, ha tanta voglia ( e bisogno)di sinistra... Rolling Eyes

E la conferma di quel che credo, la possibilità di una nuova prospettiva di csx, potrà uscire, se tutti si daranno una regolata, dalle urne delle europee.


DP se non fosse quell'arruffone che è, coniugato a una dose elevata di guapperia volpina altalenante, rappresenterebbe un ruolo significativo nell'alleanza. Alleanza che dovrebbe contenere appunto una bella distinzione di ruoli. Insisto: il pd per i compromessi, la sinistra per lanciare battaglie a tema, dp per stare accorto alla ratio di ogni legge promulgata. La sua appartenenza grillesca ne fa invece una fazione assolutamente estranea. L'Italia non è pronta per il bipartitismo, hai ragionissima Brune', ha bisogno ancora di paladini cui affezionarsi ben individuali, che poi siano coalizzati poco importa. Comunque non scordiamoci che per un bipartitismo occorono almeno due parti. Tu l'amanita sul predellino lo chiami partito? Shocked Il veltro l'ha fatto e ha sbagliato, sbroccando in pieno. C'ha messo pure il governo ombra pensando di poter dare un'istituzionalità all'opposizione per meglio lavorare con il governo di maggioranza, invece di dire che non ci può essere un governo ombra per il semplice fatto che il governo in carica è composto da mafiosi attentatori della nazione Exclamation
Ste - Dom Feb 22, 11:00:35
Oggetto:
la tigre della malora ha scritto:
Paradossalmente (a parte che il problema non s'è posto, e premesso che sono "di parte", dato che Soru è il politico di area PD che preferisco) Soru, secondo me, sarebbe stato il miglior candidato possibile alla segreteria PD proprio perché ha perso alle ultime regionali sarde. Perché ha perso non per sua insipienza e annessi, ma anche - non è una battuta - e soprattutto dalle divisioni interne al PD intese come fronda e "remare contro" di quelli che a parole lo sostenevano. Avrebbe dimostrato che si può far politica seriamente anche in un verminaio.


Per quanto Soru mi piaccia, e spero che lui e i sardi che lo appoggiano non mollino, ti confesso che non sono tanto d'accordo con questo modo di
rigirare le cose che è poi forse ciò che mi preoccupa della cultura della direzione piddina e di parte della sua base: ogni batosta presa in una sede
diventa una nota di merito per essere promossi in un'altra sede.
E' vero che Soru ha avuto contro un avversario che ha giocato sporco e a fianco degli alleati talmente solidali (parola che a loro piace tanto...)
che non si sono nemmeno degnati di protestare per bassezze come la scritta "Berlusconi presidente" nel simbolo per "Cappellacci presidente"...
però, le elezioni le ha perse. E' questa è la realtà con la quale si deve fare i conti, se si vuole che la volta dopo le cose vadano in modo diverso.
Bruna - Dom Feb 22, 11:04:20
Oggetto:
Citazione:

Comunque non scordiamoci che per un bipartitismo occorono almeno due parti. Tu l'amanita sul predellino lo chiami partito? Il veltro l'ha fatto e ha sbagliato, sbroccando in pieno.


Cero che no, ma Veltroni ci ha provato non riuscendoci (ricordiamo che i patti erano di fare almeno gruppo unico con DP dopo le elezioni).
Quello del nano non l'ho mai considerato un partito ma un'azienda di servi agli ordini del padrone. Ma sarà la defunta AN a dare all'amanita la possibilità di chiamarlo partito...ovviamente continuando a rimanere lui, l'unico padrone e signore... Cool
M.me de Stael - Dom Feb 22, 11:58:38
Oggetto:
Bruna ha scritto:
Citazione:

Comunque non scordiamoci che per un bipartitismo occorono almeno due parti. Tu l'amanita sul predellino lo chiami partito? Il veltro l'ha fatto e ha sbagliato, sbroccando in pieno.


Cero che no, ma Veltroni ci ha provato non riuscendoci (ricordiamo che i patti erano di fare almeno gruppo unico con DP dopo le elezioni).
Quello del nano non l'ho mai considerato un partito ma un'azienda di servi agli ordini del padrone. Ma sarà la defunta AN a dare all'amanita la possibilità di chiamarlo partito...ovviamente continuando a rimanere lui, l'unico padrone e signore... Cool


Comunque, sotto l'aspetto meramente strategico, secondo me Fini sta facendo un gran bel lavoretto, non interscambiabile Cool
zemmuonne - Dom Feb 22, 12:13:09
Oggetto:
M.me de Stael ha scritto:
Bruna ha scritto:
Citazione:

Comunque non scordiamoci che per un bipartitismo occorono almeno due parti. Tu l'amanita sul predellino lo chiami partito? Il veltro l'ha fatto e ha sbagliato, sbroccando in pieno.


Cero che no, ma Veltroni ci ha provato non riuscendoci (ricordiamo che i patti erano di fare almeno gruppo unico con DP dopo le elezioni).
Quello del nano non l'ho mai considerato un partito ma un'azienda di servi agli ordini del padrone. Ma sarà la defunta AN a dare all'amanita la possibilità di chiamarlo partito...ovviamente continuando a rimanere lui, l'unico padrone e signore... Cool


Comunque, sotto l'aspetto meramente strategico, secondo me Fini sta facendo un gran bel lavoretto, non interscambiabile Cool

...con qualche anno di ritardo.
zemmuonne - Dom Feb 22, 12:16:05
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Daniele Capezzone ha scritto:
Prese di posizione nette, le sue. Che vengono commentate negativamente dal Pdl: secondo il portavoce Daniele Capezzone, "Franceschini parte malissimo, scegliendo un antiberlusconismo viscerale e rancoroso. E' una linea minoritaria, che lo costringerà a fare concorrenza (perdente) a Di Pietro".

senza vergogna.
la tigre della malora - Dom Feb 22, 12:20:48
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
http://www.repubblica.it/2009/02/sezioni/politica/partito-democratico-27/ferrara/ferrara.html

Daniele Capezzone ha scritto:
Prese di posizione nette, le sue. Che vengono commentate negativamente dal Pdl: secondo il portavoce Daniele Capezzone, "Franceschini parte malissimo, scegliendo un antiberlusconismo viscerale e rancoroso. E' una linea minoritaria, che lo costringerà a fare concorrenza (perdente) a Di Pietro".

senza vergogna.


Mettiamola sul positivo: se il principe degli ak47 caricati a minchiate dice 'ste cose, significa che Franceschini è partito bene.
Orientalista partenopeo - Dom Feb 22, 12:25:03
Oggetto:
Vimax ha scritto:

Se poi al primo giorno già fa sapere (d'accordo pensava d'essere fuori onda ma il pensiero è quello) che ha organizzato lui la candidatura di Parisi giusto per avere un avversario pro forma, beh, speriamo che dai cocci esca qualcosa di buono.

Questa non l'avevo ancora sentita. Non si era ancora insediato e già ci prendeva per il sedere. Bene, mi compiaccio.
I cocci (possibilmente aguzzi) glieli tirerei dietro.
zemmuonne - Dom Feb 22, 12:31:53
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
Vimax ha scritto:

Se poi al primo giorno già fa sapere (d'accordo pensava d'essere fuori onda ma il pensiero è quello) che ha organizzato lui la candidatura di Parisi giusto per avere un avversario pro forma, beh, speriamo che dai cocci esca qualcosa di buono.

Questa non l'avevo ancora sentita. Non si era ancora insediato e già ci prendeva per il sedere. Bene, mi compiaccio.
I cocci (possibilmente aguzzi) glieli tirerei dietro.


Veramente questa cosa non è assolutamente comprovata. Chiedere e verificare le fonti, prima di spararle, grazie.
Franceschini non ha organizzato un bel nulla. All'assemblea ha detto a Parisi che faceva bene a candidarsi, ma Parisi la sua candidatura (in caso non passasse la mozione delle primarie) l'aveva già annunciata giorni prima.
Capisco il dente avvelenato, ma almeno aspettate che Grillo gli dia un nomignolo prima di sparargli addosso Mr. Green
zemmuonne - Dom Feb 22, 12:32:25
Oggetto:
la tigre della malora ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
http://www.repubblica.it/2009/02/sezioni/politica/partito-democratico-27/ferrara/ferrara.html

Daniele Capezzone ha scritto:
Prese di posizione nette, le sue. Che vengono commentate negativamente dal Pdl: secondo il portavoce Daniele Capezzone, "Franceschini parte malissimo, scegliendo un antiberlusconismo viscerale e rancoroso. E' una linea minoritaria, che lo costringerà a fare concorrenza (perdente) a Di Pietro".

senza vergogna.


Mettiamola sul positivo: se il principe degli ak47 caricati a minchiate dice 'ste cose, significa che Franceschini è partito bene.

Very Happy
Orientalista partenopeo - Dom Feb 22, 12:44:22
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Capisco il dente avvelenato, ma almeno aspettate che Grillo gli dia un nomignolo prima di sparargli addosso Mr. Green

Guarda che non mi posso certo definire grillino, nel senso che non seguo Grillo in tutto quello che dice e che fa. Aspetta tu prima di incasellare i tuoi interlocutori: il fronte dell'avversione al PD, o ancora meglio a questi vertici del PD, è molto composito in questo forum (e più in generale, in Italia). Semplificando dai prova di arroganza.
zemmuonne - Dom Feb 22, 12:58:01
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Capisco il dente avvelenato, ma almeno aspettate che Grillo gli dia un nomignolo prima di sparargli addosso Mr. Green

Guarda che non mi posso certo definire grillino, nel senso che non seguo Grillo in tutto quello che dice e che fa. Aspetta tu prima di incasellare i tuoi interlocutori: il fronte dell'avversione al PD, o ancora meglio a questi vertici del PD, è molto composito in questo forum (e più in generale, in Italia). Semplificando dai prova di arroganza.

...potevi anche farti una risata e basta. Non bastava la faccina ad indicare una battuta? Anche tu, due giorni fa, mi hai dato del piddino, ma io non ti ho fatto tutta 'sta tiritera: ti ho semplicemente risposto che la definizione mi stava stretta, e punto.
Non è che ti sei infastidito per aver creduto alla fola di Franceschini che ha organizzato la candidatura di Parisi? O forse perchè te l'ho fatto notare?
Comunque, morta lì: aspetterò di avere un pò più confidenza, prima di fare battute, anche se all'acqua di rose.
Orientalista partenopeo - Dom Feb 22, 13:08:29
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Comunque, morta lì: aspetterò di avere un pò più confidenza, prima di fare battute, anche se all'acqua di rose.

Battute del tipo: siete delle iene, simili a Cicchitto, perché date addosso al povero Walter? Hai un peculiare senso dell'umorismo, devo dire. O sei stato frainteso anche allora?
Orientalista partenopeo - Dom Feb 22, 13:14:45
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Non è che ti sei infastidito per aver creduto alla fola di Franceschini che ha organizzato la candidatura di Parisi? O forse perchè te l'ho fatto notare?

Sia vera o no la "fola", era evidente a qualsiasi essere dotato di raziocinio che la candidatura di Parisi fosse solo una pagliacciata pro forma. Volevano eleggere Franceschini e così è stato.
Non ci attacchiamo ai cavilli, signor avvocato.
zemmuonne - Dom Feb 22, 13:40:31
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Comunque, morta lì: aspetterò di avere un pò più confidenza, prima di fare battute, anche se all'acqua di rose.

Battute del tipo: siete delle iene, simili a Cicchitto, perché date addosso al povero Walter? Hai un peculiare senso dell'umorismo, devo dire. O sei stato frainteso anche allora?

No, non sono stato frainteso, e tu stai mischiando pere con mele.
Quando ho dato delle jene a chi ha chiamato Veltroni "idiota, nonchè cattivo" (che, immagino, volesse dire "idiota in malafede") nel momento immediatamente successivo alle dimissioni, intendevo proprio quello che ho detto. Ho letto reazioni degne di un Cicchitto o un Gasparri, lo penso e lo dico. Problemi su questo? Spero di no.
Come tu faccia a confondere quanto ho scritto i giorni scorsi con la battuta odierna (decisamente all'acqua di rose, tra l'altro) non lo so.
Per non dare adito a fraintendimenti avevo pure messo una faccina. Si vede che non è bastato. Mi resta il sospetto che tu sia piccato per aver preso per vera una fola, e perchè ti è stato fatto notare.
zemmuonne - Dom Feb 22, 13:44:02
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Non è che ti sei infastidito per aver creduto alla fola di Franceschini che ha organizzato la candidatura di Parisi? O forse perchè te l'ho fatto notare?

Sia vera o no la "fola", era evidente a qualsiasi essere dotato di raziocinio che la candidatura di Parisi fosse solo una pagliacciata pro forma. Volevano eleggere Franceschini e così è stato.
Non ci attacchiamo ai cavilli, signor avvocato.

"Volevano" chi? I "poteri forti"? Parisi si è candidato convinto di quel che faceva, ben sapendo che avrebbe preso pochissimi voti. Il suo è stato un gesto politico. Potevano candidarsi Bersani o Soru e rischiare di essere eletti, ma non l'hanno fatto (e Lerner ha anche chiesto a Bersani, nel proprio discorso, il perchè non si candidasse).
L'assemblea ha votato Franceschini, il quale ha sottolineato che il suo è un mandato a tempo, fino ad ottobre. Pure qua vedi inciuci?
M.me de Stael - Dom Feb 22, 13:51:20
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Capisco il dente avvelenato, ma almeno aspettate che Grillo gli dia un nomignolo prima di sparargli addosso Mr. Green


Da Francesco che parlava agli uccelli a Franceschini ora che parla ai coglioni Rolling Eyes : tutto l'apparato riproduttivo ora è informato.


*corre a passarla a spinoza*
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

zemmuonne - Dom Feb 22, 13:52:33
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"Io ho fatto raccolta di firme, ho fatto raccolta di firme per Parisi."
Per candidarsi, infatti, a segretario, ci volevano 100 firme. Parisi ha ottenuto 92 voti... Si spiega cosa intendesse Vimax.
Peccato che l'idea di Parisi di candidarsi fosse di almeno 2 giorni prima l'assemblea, quindi Franceschini non ha organizzato un bel niente. Al più ha aiutato Parisi ad rendersi candidabile, il che mi pare molto intelligente, visto come si comporta Parisi.
Sai che interviste, se non avesse potuto candidarsi perchè gli mancavano 8 firme.
zemmuonne - Dom Feb 22, 13:54:15
Oggetto:
M.me de Stael ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Capisco il dente avvelenato, ma almeno aspettate che Grillo gli dia un nomignolo prima di sparargli addosso Mr. Green


Da Francesco che parlava agli uccelli a Franceschini ora che parla ai coglioni Rolling Eyes : tutto l'apparato riproduttivo ora è informato.


*corre a passarla a spinoza*
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Very Happy E' tua o di Grillo?
Orientalista partenopeo - Dom Feb 22, 14:09:03
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
http://tv.repubblica.it/copertina/ho-raccolto-le-firme-per-parisi/29754?video

"Io ho fatto raccolta di firme, ho fatto raccolta di firme per Parisi."
Per candidarsi, infatti, a segretario, ci volevano 100 firme. Parisi ha ottenuto 92 voti... Si spiega cosa intendesse Vimax.
Peccato che l'idea di Parisi di candidarsi fosse di almeno 2 giorni prima l'assemblea, quindi Franceschini non ha organizzato un bel niente. Al più ha aiutato Parisi ad rendersi candidabile, il che mi pare molto intelligente, visto come si comporta Parisi.
Sai che interviste, se non avesse potuto candidarsi perchè gli mancavano 8 firme.

Ah, ecco, ora viene fuori che non è una fola.
M.me de Stael - Dom Feb 22, 14:10:26
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
M.me de Stael ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Capisco il dente avvelenato, ma almeno aspettate che Grillo gli dia un nomignolo prima di sparargli addosso Mr. Green


Da Francesco che parlava agli uccelli a Franceschini ora che parla ai coglioni Rolling Eyes : tutto l'apparato riproduttivo ora è informato.


*corre a passarla a spinoza*
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Very Happy E' tua o di Grillo?


Mia, mia e se l'ortottero me la ciula mi passa le royalty Laughing
zemmuonne - Dom Feb 22, 14:19:01
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
http://tv.repubblica.it/copertina/ho-raccolto-le-firme-per-parisi/29754?video

"Io ho fatto raccolta di firme, ho fatto raccolta di firme per Parisi."
Per candidarsi, infatti, a segretario, ci volevano 100 firme. Parisi ha ottenuto 92 voti... Si spiega cosa intendesse Vimax.
Peccato che l'idea di Parisi di candidarsi fosse di almeno 2 giorni prima l'assemblea, quindi Franceschini non ha organizzato un bel niente. Al più ha aiutato Parisi ad rendersi candidabile, il che mi pare molto intelligente, visto come si comporta Parisi.
Sai che interviste, se non avesse potuto candidarsi perchè gli mancavano 8 firme.

Ah, ecco, ora viene fuori che non è una fola.

No, resta una fola. Ti piace mischiare le carte?
La frase di Vimax da te sottolineata col grassetto:
Citazione:
"ha organizzato lui la candidatura di Parisi giusto per avere un avversario pro forma"

Il che è falso, come ho già scritto, visto che Parisi aveva annunciato giorni prima la propria candidatura. Quello che Franceschini dice nel fuori onda è "ho fatto raccolta di firme per Parisi, perchè sennò non ce la faceva", e c'è da chiedersi in risposta a cosa. Resta, a mio parere, un gesto intelligente, conoscendo i comportamenti e le dichiarazioni di Parisi. L'ultima cosa di cui c'era bisogno era un Parisi che urlasse ai 4 venti "non mi hanno fatto candidare per 8 firme". Non perchè fosse falso, ma perchè poteva dare adito a cattivi pensieri, che puntualmente sono spuntati fuori ("era tutto organizzato").
Forse bisognerebbe anche capire che Franceschini si è volontariamente sacrificato a fare il segretario a tempo. Bersani poteva candidarsi ma non l'ha fatto, perchè aspetta le primarie ad ottobre. Chiunque altro poteva candidarsi, ma non l'hanno fatto. Secondo te perchè?
E' ovvio, nonchè ammesso da Franceschini stesso, che l'attuale segreteria sarebbe stata a tempo.
Il vero segretario si vedrà alle primarie, per adesso prendersela con Franceschini è come prendersela col supplente. Senza che il supplente abbia ancora aperto bocca, tra l'altro.
la tigre della malora - Dom Feb 22, 14:30:19
Oggetto:
Ste ha scritto:
la tigre della malora ha scritto:
Paradossalmente (a parte che il problema non s'è posto, e premesso che sono "di parte", dato che Soru è il politico di area PD che preferisco) Soru, secondo me, sarebbe stato il miglior candidato possibile alla segreteria PD proprio perché ha perso alle ultime regionali sarde. Perché ha perso non per sua insipienza e annessi, ma anche - non è una battuta - e soprattutto dalle divisioni interne al PD intese come fronda e "remare contro" di quelli che a parole lo sostenevano. Avrebbe dimostrato che si può far politica seriamente anche in un verminaio.


Per quanto Soru mi piaccia, e spero che lui e i sardi che lo appoggiano non mollino, ti confesso che non sono tanto d'accordo con questo modo di
rigirare le cose che è poi forse ciò che mi preoccupa della cultura della direzione piddina e di parte della sua base: ogni batosta presa in una sede
diventa una nota di merito per essere promossi in un'altra sede.
E' vero che Soru ha avuto contro un avversario che ha giocato sporco e a fianco degli alleati talmente solidali (parola che a loro piace tanto...)
che non si sono nemmeno degnati di protestare per bassezze come la scritta "Berlusconi presidente" nel simbolo per "Cappellacci presidente"...
però, le elezioni le ha perse. E' questa è la realtà con la quale si deve fare i conti, se si vuole che la volta dopo le cose vadano in modo diverso.


Ste, il tuo discorso non fa una grinza, ma non intendevo rigirare nulla. Facevo solo notare che in questo caso particolare la sconfitta di Soru è da attribuire non ad errori "politici" (ok, in parte ci saran stati) ma alle cause che hai elencato tu. Ne converrai, è sempre una sconfitta, ma di tipo "diverso", che non inficia la bontà della politica di Soru. Fortunati, poi, i sardi che - se Soru manterrà le promesse - lo avranno come capofila anche se all'opposizione.
Orientalista partenopeo - Dom Feb 22, 14:33:10
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
http://tv.repubblica.it/copertina/ho-raccolto-le-firme-per-parisi/29754?video

"Io ho fatto raccolta di firme, ho fatto raccolta di firme per Parisi."
Per candidarsi, infatti, a segretario, ci volevano 100 firme. Parisi ha ottenuto 92 voti... Si spiega cosa intendesse Vimax.
Peccato che l'idea di Parisi di candidarsi fosse di almeno 2 giorni prima l'assemblea, quindi Franceschini non ha organizzato un bel niente. Al più ha aiutato Parisi ad rendersi candidabile, il che mi pare molto intelligente, visto come si comporta Parisi.
Sai che interviste, se non avesse potuto candidarsi perchè gli mancavano 8 firme.

Ah, ecco, ora viene fuori che non è una fola.

No, resta una fola. Ti piace mischiare le carte?
La frase di Vimax da te sottolineata col grassetto:
Citazione:
"ha organizzato lui la candidatura di Parisi giusto per avere un avversario pro forma"

Il che è falso, come ho già scritto, visto che Parisi aveva annunciato giorni prima la propria candidatura. Quello che Franceschini dice nel fuori onda è "ho fatto raccolta di firme per Parisi, perchè sennò non ce la faceva", e c'è da chiedersi in risposta a cosa. Resta, a mio parere, un gesto intelligente, conoscendo i comportamenti e le dichiarazioni di Parisi. L'ultima cosa di cui c'era bisogno era un Parisi che urlasse ai 4 venti "non mi hanno fatto candidare per 8 firme". Non perchè fosse falso, ma perchè poteva dare adito a cattivi pensieri, che puntualmente sono spuntati fuori ("era tutto organizzato").
Forse bisognerebbe anche capire che Franceschini si è volontariamente sacrificato a fare il segretario a tempo. Bersani poteva candidarsi ma non l'ha fatto, perchè aspetta le primarie ad ottobre. Chiunque altro poteva candidarsi, ma non l'hanno fatto. Secondo te perchè?
E' ovvio, nonchè ammesso da Franceschini stesso, che l'attuale segreteria sarebbe stata a tempo.
Il vero segretario si vedrà alle primarie, per adesso prendersela con Franceschini è come prendersela col supplente. Senza che il supplente abbia ancora aperto bocca, tra l'altro.

No, sei tu che mischi le carte e bari. Parisi ha annunciato la sua candidatura prima della raccolta di firme, ben sapendo (lo hai detto tu) che non sarebbe stato eletto: il che equivale a dire che i giochi erano già fatti, come avevo detto io (e non c'è bisogno di scomodare i poteri forti: sono giochi di potere tra le nullità piddine). Franceschini ha raccolto delle firme per un candidato perdente già in partenza (quindi pro forma, come ho detto io) per dare una parvenza di decoro alla sua elezione. Detto in termini crudi, era una presa per il culo: e torniamo alla conclusione del mio primo intervento.
Mi dispiace per te, ma non mi faccio incartare nei sofismi piddini.
Orientalista partenopeo - Dom Feb 22, 15:29:37
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Quando ho dato delle jene a chi ha chiamato Veltroni "idiota, nonchè cattivo" (che, immagino, volesse dire "idiota in malafede") nel momento immediatamente successivo alle dimissioni, intendevo proprio quello che ho detto. Ho letto reazioni degne di un Cicchitto o un Gasparri, lo penso e lo dico. Problemi su questo? Spero di no.

E io ribadisco: Veltroni era (e resta) un idiota, e con grandissima probabilità era (e continua ad essere) in malafede.
Un esempio per tutti: la mozione di sfiducia a Cosentino.
Ottobre 2008. Veltroni dichiara all'Espresso: "Cosentino dovrebbe dimettersi."
Gennaio 2009. Il PD presenta una mozione per sfiduciare Cosentino.
Esito della mozione:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

E ora, da iena quale sono, ti consiglio di accendere un lumino alla memoria del compianto Walter. E mi raccomando, fiori freschi tutti i giorni per l'amico di Nicola Cosentino.
Anonymous - Dom Feb 22, 15:43:34
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Non è che ti sei infastidito per aver creduto alla fola di Franceschini che ha organizzato la candidatura di Parisi? O forse perchè te l'ho fatto notare?

Sia vera o no la "fola", era evidente a qualsiasi essere dotato di raziocinio che la candidatura di Parisi fosse solo una pagliacciata pro forma. Volevano eleggere Franceschini e così è stato.
Non ci attacchiamo ai cavilli, signor avvocato.


Lascia perdere i piddini... appena gli si fa notare il lago di merda in cui stanno navigando perdono il controllo... Cool
Anonymous - Dom Feb 22, 15:46:51
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Quando ho dato delle jene a chi ha chiamato Veltroni "idiota, nonchè cattivo" (che, immagino, volesse dire "idiota in malafede") nel momento immediatamente successivo alle dimissioni, intendevo proprio quello che ho detto. Ho letto reazioni degne di un Cicchitto o un Gasparri, lo penso e lo dico. Problemi su questo? Spero di no.

E io ribadisco: Veltroni era (e resta) un idiota, e con grandissima probabilità era (e continua ad essere) in malafede.
Un esempio per tutti: la mozione di sfiducia a Cosentino.
Ottobre 2008. Veltroni dichiara all'Espresso: "Cosentino dovrebbe dimettersi."
Gennaio 2009. Il PD presenta una mozione per sfiduciare Cosentino.
Esito della mozione:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

E ora, da iena quale sono, ti consiglio di accendere un lumino alla memoria del compianto Walter. E mi raccomando, fiori freschi tutti i giorni per l'amico di Nicola Cosentino.


Un avvicendamento studiato da tempo. Un segretario non si dimette con un appuntamento elettorale importante alle porte e un partito con crepe in ogni angolo...
Walter è politicamente alla frutta da un pezzo...Se non ha annunciato le dimissioni ora, per il giorno dopo le europee si vede che le manovre c'erano e forse la candidatura di Bersani e le spallate di Parisi (non di ieri ma di qualche mese fa) assumono ora un senso
hellies15 - Dom Feb 22, 16:45:28
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Chi è che ha scritto che è follia cercare di prendere più voti? Hellies ha scritto che Di Pietro è uscito di capoccia se davvero crede di essere l'unica alternativa a Berlusconi. Per il resto, è portare acqua al proprio mulino, niente più.

Questa è l'interpretazione di Hellies. Ho letto quell'intervento sul blog, e non c'è scritto nulla del tipo "governeremo da soli".
Perché Di Pietro dovrebbe occuparsi del PD, che vorrebbe forse scaricarlo? Va avanti per la sua strada, con le sue personali battaglie. Al momento opportuno si è rivelato più fedele di alcuni piddini. Rileggiti quanto ha scritto Virginia sulle elezioni in Sardegna, sul comportamento di Di Pietro e quello di parte del PD.


Guarda, quando detto da me nn s deduce unicamente dal singolo intervento di DP sul blog, ma dal suo atteggiamento e dalle sue dichiarazioni che fa da molto tempo.
Voi direte: "e anche se fosse? Fa bene a sbarazzarsi del Pd, cercando di arraffare voti, xk è il suo lavoro." Io vi dico che la vostra posizione è legittima, ma che non posso condividerla, per più motivi.
Quello principale è la mia visione del futuro politico. Se il centrosinistra veramente desidera un giorno tornare dentro palazzo Chigi, e sconfiggere Berlusconi, deve smetterla di auto delegittimarsi, auto frammentarsi. Le singole forze del centrosinistra dovrebbero cercare l'unità, i punti in comune, e non evidenziare di continuo i punti di distacco. Ora, l'atteggiamento di Dp, secondo me, si pone nella prospettiva di guadagnare voti nell'immediato, nel breve termine, ma manca di una visione di lungo termine. Pensare che ciucciarsi i voti del PD possa aiutare il centrosinistra a tornare al governo è una pia illusione. Ed è anzi una condanna a stare all'opposizione.
L'unico modo per far rifiorire il centrosinistra, a mio giudizio, è proprio cercare un'intesa vera tra Pd e Idv. Purtroppo entrambi questi soggetti politici, dp le elezioni, hanno fatto di tutto per dividersi. Da una lato il Pd, dilaniato dalle correnti interne; dall'altro l'idv che si atteggia con slogan quali "unica opposizione". Anzi, a suo modo DP è anche più meschino; anzi, a corrente alterna: un giorno dice che vuole l'alleanza col Pd, e il giorno dp dice l'esatto contrario.
Alle elezioni di aprile ho votato IDV xk credevo nel progetto IDV + PD. Per me l'IDV da sola nn va da nessuna parte, perché è un partito che su molti temi non ha forza autentica, non ha una posizione chiara. Anzi, sono temi che proprio snobba (e basta guardare tutti i giorni il sito dell'IDV). E' quindi per me un partito costola: cioè un partito "specializzato" su certe tematiche, mentre su altre segue a ruota il Pd.
Se quindi sia il Pd che Dp fanno di tutto affinché questo progetto vada a farsi benedire, mi arrabbio. Ecco xk critico certe uscite di Dp. Nessuno gli impedisce di cercare voti in più: è vero, è il suo lavoro. Ma poi non faccia la verginella quando tra qualche giorno Franceschini parlerà di alleanze, e non si rivolgerà a lui, ma magari a Casini.
Bruna - Dom Feb 22, 17:18:19
Oggetto:
Citazione:

Se quindi sia il Pd che Dp fanno di tutto affinché questo progetto vada a farsi benedire, mi arrabbio. Ecco xk critico certe uscite di Dp. Nessuno gli impedisce di cercare voti in più: è vero, è il suo lavoro. Ma poi non faccia la verginella quando tra qualche giorno Franceschini parlerà di alleanze, e non si rivolgerà a lui, ma magari a Casini.



Mi ripeto, chè non m'ha cagato nessuno... Mr. Green

Il PD può pure parlare con l'unione dei condannati (ex alleati del berluska), ma non credo che la sua base sarà contenta. Rischia di farsi ancora più male, anche perchè DP conterebbe (dagli ultimi sondaggi e test elettorali-Abruzzo/Sardegna)il 14-15%, mentre l'UDC non arriva neanche all'8%. E se la matematica non è un'opinione... Rolling Eyes
Anonymous - Dom Feb 22, 17:23:18
Oggetto:
hellies15 ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Chi è che ha scritto che è follia cercare di prendere più voti? Hellies ha scritto che Di Pietro è uscito di capoccia se davvero crede di essere l'unica alternativa a Berlusconi. Per il resto, è portare acqua al proprio mulino, niente più.

Questa è l'interpretazione di Hellies. Ho letto quell'intervento sul blog, e non c'è scritto nulla del tipo "governeremo da soli".
Perché Di Pietro dovrebbe occuparsi del PD, che vorrebbe forse scaricarlo? Va avanti per la sua strada, con le sue personali battaglie. Al momento opportuno si è rivelato più fedele di alcuni piddini. Rileggiti quanto ha scritto Virginia sulle elezioni in Sardegna, sul comportamento di Di Pietro e quello di parte del PD.


Guarda, quando detto da me nn s deduce unicamente dal singolo intervento di DP sul blog, ma dal suo atteggiamento e dalle sue dichiarazioni che fa da molto tempo.
Voi direte: "e anche se fosse? Fa bene a sbarazzarsi del Pd, cercando di arraffare voti, xk è il suo lavoro." Io vi dico che la vostra posizione è legittima, ma che non posso condividerla, per più motivi.
Quello principale è la mia visione del futuro politico. Se il centrosinistra veramente desidera un giorno tornare dentro palazzo Chigi, e sconfiggere Berlusconi, deve smetterla di auto delegittimarsi, auto frammentarsi. Le singole forze del centrosinistra dovrebbero cercare l'unità, i punti in comune, e non evidenziare di continuo i punti di distacco. Ora, l'atteggiamento di Dp, secondo me, si pone nella prospettiva di guadagnare voti nell'immediato, nel breve termine, ma manca di una visione di lungo termine. Pensare che ciucciarsi i voti del PD possa aiutare il centrosinistra a tornare al governo è una pia illusione. Ed è anzi una condanna a stare all'opposizione.
L'unico modo per far rifiorire il centrosinistra, a mio giudizio, è proprio cercare un'intesa vera tra Pd e Idv. Purtroppo entrambi questi soggetti politici, dp le elezioni, hanno fatto di tutto per dividersi. Da una lato il Pd, dilaniato dalle correnti interne; dall'altro l'idv che si atteggia con slogan quali "unica opposizione". Anzi, a suo modo DP è anche più meschino; anzi, a corrente alterna: un giorno dice che vuole l'alleanza col Pd, e il giorno dp dice l'esatto contrario.
Alle elezioni di aprile ho votato IDV xk credevo nel progetto IDV + PD. Per me l'IDV da sola nn va da nessuna parte, perché è un partito che su molti temi non ha forza autentica, non ha una posizione chiara. Anzi, sono temi che proprio snobba (e basta guardare tutti i giorni il sito dell'IDV). E' quindi per me un partito costola: cioè un partito "specializzato" su certe tematiche, mentre su altre segue a ruota il Pd.
Se quindi sia il Pd che Dp fanno di tutto affinché questo progetto vada a farsi benedire, mi arrabbio. Ecco xk critico certe uscite di Dp. Nessuno gli impedisce di cercare voti in più: è vero, è il suo lavoro. Ma poi non faccia la verginella quando tra qualche giorno Franceschini parlerà di alleanze, e non si rivolgerà a lui, ma magari a Casini.


Però, da ciò che scrivi, tratteggi l'andare al governo come un "dovere"... non lo è, se non si ha un programma chiaro ed una forza credibile da mettere in gioco.
Il PD si ha esordito con un programma confuso, un mare di contraddizioni e di "ma anche" e la sola ed unica certezza da offrire: vogliamo un paese a due partiti, non disperdete il voto. Tutto il resto, non necessario... Ci meravigliamo allora del fatto che oggi il PD sia in pezzi e che la sola ed unica alternativa presente in parlamento ne assorba una parte dei voti?

Berlusconi ha una coalizione saldissima ed omogenea perchè paga, e resterà tale almeno finchè dispenserà denaro a destra ed a manca.
Tale disciplina militare, che sembra trasparire dalla sua coalizione, è solo il frutto di laute ricompense economiche al lavoro a tempo pieno di "yes man".

Il PD invece di opporre argomenti chiari (che non poteva avere viste le 200 voci che lo animano) ed una seria mobilitazione, ha preferito affidarsi ai palloncini colorati delle "convention", sperando che lo scimmiottamento del partito democratico americano colmasse il vuoto di idee e strategie... il solo risultato certo è che la più importante delle "innovazioni" piddine (le primarie) si è andata a far benedire dalla "nomina" di un segretario, Franceschini, che non è solo reggente ma bensì segretario con pieni poteri... voglio vedere il popolo della sinistra quanto fegato avrà nel dargli il voto.
Direi che approvare un assurdo sbarramento alle europee e poi fare una mossa come quella del "reggente ma anche segretario", equivale a fare un regalo ai partiti di sinistra, che se riusciranno a superare il quorum lo dovranno certamente al compagno Franceschini... Cool Cool Cool
gianbi - Dom Feb 22, 17:27:08
Oggetto:
La elezione di franceschini è un chiaro segnale di continuità. A parte le sparate "a caldo" del nuovo segretario, temo proprio che il futuro sarà più verso UDC che IDV.
Personalmente non darei all'UDC neppure un istante di fiducia. Preferisco 100 volte tonino, con i suoi alti e bassi ad un partito di mafiosi reietti.
Continuo anche io a sostenere che la base "dura e pura" non capirà questa eventuale scelta futura. E silvio avrà gioco facile nel gestire l'amante della caltagirone al momento giusto per affossare il piddì e farlo tornare a casa, sgozzando il vitello grasso.
Piercasinando è come le mosche: deve stare nel suo habitat naturale: la merd*.
Anonymous - Dom Feb 22, 17:32:12
Oggetto:
Citazione:
Mi ripeto, chè non m'ha cagato nessuno... Mr. Green

Il PD può pure parlare con l'unione dei condannati (ex alleati del berluska), ma non credo che la sua base sarà contenta. Rischia di farsi ancora più male, anche perchè DP conterebbe (dagli ultimi sondaggi e test elettorali-Abruzzo/Sardegna)il 14-15%, mentre l'UDC non arriva neanche all'8%. E se la matematica non è un'opinione... Rolling Eyes


Già accettare Di Pietro, per tanto elettorato di sinistra, è stata una scelta dettata solo dall'ansia del voto utile, ma con l'Udc sarabbe il funerale del PD ed un addio definitivo a quello sciagurato progetto; l'Unione dei Condannati ha il filo diretto col Vaticano e costringerebbe, sui temi etici, la maggioranza del partito ad orientarsi come la più piccola tra le sue minoranze.... che fa il PD, inserisce un nuovo articolo nello statuto "al fine di preservare gli accordi politici stretti a livello nazionale è fatto divieto proporre mozioni, interpellanze, petizioni o quant'altro attenga temi di coscienza" ?
Oppure "supera" (che bella la politica... l'arte di chiamare le cose con altri nomi... Cool ) la
"questione morale" lasciando l'accertamento alla magistratura (che anche quando accerti, guardate i casi di Lorenzo "Rebibbia" Cesa o del nostro amato vasa vasa...
Roberto - Dom Feb 22, 17:48:22
Oggetto:
Dopo qualche giorno di assenza torno qui da voi, non vedevo l'ora di commentare insieme a voi, my friends, l'ennesima scelta suicida del PD di eleggere Franceschini by nomenklatura.

Io comunque non dico altro perchè son già state dette molte cose che io penso su questa vicenda, dico solo che ormai mi appare chiaro che questi potrebbero davvero fare il gioco di Berlusconi, in maniera sincera intendo, altrimenti non è possibile sbagliare sempre (e dico SEMPRE) così clamorosamente scelta.
Alle europee prevedo l'ennesimo calo...meno male che oggi c'era Fassino dalla Annunziata a parlare del nulla, quello che gli riesce meglio...
zemmuonne - Dom Feb 22, 17:49:32
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:

No, sei tu che mischi le carte e bari. Parisi ha annunciato la sua candidatura prima della raccolta di firme, ben sapendo (lo hai detto tu) che non sarebbe stato eletto: il che equivale a dire che i giochi erano già fatti, come avevo detto io (e non c'è bisogno di scomodare i poteri forti: sono giochi di potere tra le nullità piddine). Franceschini ha raccolto delle firme per un candidato perdente già in partenza (quindi pro forma, come ho detto io) per dare una parvenza di decoro alla sua elezione. Detto in termini crudi, era una presa per il culo: e torniamo alla conclusione del mio primo intervento.
Mi dispiace per te, ma non mi faccio incartare nei sofismi piddini.

Io non mischio proprio niente, nè baro.
Certo che equivale a dire che i giochi erano già fatti, finchè i candidati erano loro due. Ci vuole la scienza a sapere che Parisi conta su pochi voti? E' come dire che se Tyson si scontra con Don Lurio i giochi sono già fatti. Ma va?
Parisi ha fatto un gesto politico, e probabilmente ha fatto anche un pò di conta. Conta che non è andata troppo bene. Cosa ci sia di inciucioso, lo sai solo tu.
Sarebbe stata una presa per il culo se fossero state le primarie. Perchè non si sono candidati Bersani, Soru, Lumia o chicchessia? Chi vuoi che si candidi per una segreteria a breve termine? Ma a chi può interessare? Questa segreteria deve affrontare amministrative, europee ed affrontare le primarie, ed in più dare uno straccio di parvenza di normalità. Altro che sofismi...
zemmuonne - Dom Feb 22, 17:57:22
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Quando ho dato delle jene a chi ha chiamato Veltroni "idiota, nonchè cattivo" (che, immagino, volesse dire "idiota in malafede") nel momento immediatamente successivo alle dimissioni, intendevo proprio quello che ho detto. Ho letto reazioni degne di un Cicchitto o un Gasparri, lo penso e lo dico. Problemi su questo? Spero di no.

E io ribadisco: Veltroni era (e resta) un idiota, e con grandissima probabilità era (e continua ad essere) in malafede.
Un esempio per tutti: la mozione di sfiducia a Cosentino.
Ottobre 2008. Veltroni dichiara all'Espresso: "Cosentino dovrebbe dimettersi."
Gennaio 2009. Il PD presenta una mozione per sfiduciare Cosentino.
Esito della mozione:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

E ora, da iena quale sono, ti consiglio di accendere un lumino alla memoria del compianto Walter. E mi raccomando, fiori freschi tutti i giorni per l'amico di Nicola Cosentino.

Che uno gli dica "idiota" adesso mi fa bau. Che uno lo dica un minuto dopo la resa, mi fa umanamente schifo, visto che, tra l'altro, non ritengo Veltroni una persona in malafede. Non è stato capace finchè vuoi, ha fatto errori finchè vuoi, ma non lo ritengo in malafede.
Mi piacerebbe vedere applicata la stessa logica spietata ed assolutista ad altri protagonisti della politica, ma forse è chiedere troppo. L'amore è cieco, come l'odio...
zemmuonne - Dom Feb 22, 17:59:41
Oggetto:
gianbi ha scritto:
La elezione di franceschini è un chiaro segnale di continuità. A parte le sparate "a caldo" del nuovo segretario, temo proprio che il futuro sarà più verso UDC che IDV.
Personalmente non darei all'UDC neppure un istante di fiducia. Preferisco 100 volte tonino, con i suoi alti e bassi ad un partito di mafiosi reietti.
Continuo anche io a sostenere che la base "dura e pura" non capirà questa eventuale scelta futura. E silvio avrà gioco facile nel gestire l'amante della caltagirone al momento giusto per affossare il piddì e farlo tornare a casa, sgozzando il vitello grasso.
Piercasinando è come le mosche: deve stare nel suo habitat naturale: la merd*.

Ma guarda, delle due l'una: o scelgono di non allearsi con l'udc (e farebbero bene), e spero che le urne li premino. Oppure si alleano con l'udc, e spero che le urne li bastonino. In entrambi i casi, si va verso la direzione che- mi pare di capire - ritieni più giusta (e non sei il solo). Quindi dov'è il problema?
Orientalista partenopeo - Dom Feb 22, 18:00:25
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Io non mischio proprio niente, nè baro.
Certo che equivale a dire che i giochi erano già fatti, finchè i candidati erano loro due. Ci vuole la scienza a sapere che Parisi conta su pochi voti? E' come dire che se Tyson si scontra con Don Lurio i giochi sono già fatti. Ma va?
Parisi ha fatto un gesto politico, e probabilmente ha fatto anche un pò di conta. Conta che non è andata troppo bene. Cosa ci sia di inciucioso, lo sai solo tu.

Dove si è mai visto che un candidato raccoglie le firme per la candidatura dell'avversario? E' o non è una farsa?
zemmuonne - Dom Feb 22, 18:01:55
Oggetto:
hellies15 ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Chi è che ha scritto che è follia cercare di prendere più voti? Hellies ha scritto che Di Pietro è uscito di capoccia se davvero crede di essere l'unica alternativa a Berlusconi. Per il resto, è portare acqua al proprio mulino, niente più.

Questa è l'interpretazione di Hellies. Ho letto quell'intervento sul blog, e non c'è scritto nulla del tipo "governeremo da soli".
Perché Di Pietro dovrebbe occuparsi del PD, che vorrebbe forse scaricarlo? Va avanti per la sua strada, con le sue personali battaglie. Al momento opportuno si è rivelato più fedele di alcuni piddini. Rileggiti quanto ha scritto Virginia sulle elezioni in Sardegna, sul comportamento di Di Pietro e quello di parte del PD.


Guarda, quando detto da me nn s deduce unicamente dal singolo intervento di DP sul blog, ma dal suo atteggiamento e dalle sue dichiarazioni che fa da molto tempo.
Voi direte: "e anche se fosse? Fa bene a sbarazzarsi del Pd, cercando di arraffare voti, xk è il suo lavoro." Io vi dico che la vostra posizione è legittima, ma che non posso condividerla, per più motivi.
Quello principale è la mia visione del futuro politico. Se il centrosinistra veramente desidera un giorno tornare dentro palazzo Chigi, e sconfiggere Berlusconi, deve smetterla di auto delegittimarsi, auto frammentarsi. Le singole forze del centrosinistra dovrebbero cercare l'unità, i punti in comune, e non evidenziare di continuo i punti di distacco. Ora, l'atteggiamento di Dp, secondo me, si pone nella prospettiva di guadagnare voti nell'immediato, nel breve termine, ma manca di una visione di lungo termine. Pensare che ciucciarsi i voti del PD possa aiutare il centrosinistra a tornare al governo è una pia illusione. Ed è anzi una condanna a stare all'opposizione.
L'unico modo per far rifiorire il centrosinistra, a mio giudizio, è proprio cercare un'intesa vera tra Pd e Idv. Purtroppo entrambi questi soggetti politici, dp le elezioni, hanno fatto di tutto per dividersi. Da una lato il Pd, dilaniato dalle correnti interne; dall'altro l'idv che si atteggia con slogan quali "unica opposizione". Anzi, a suo modo DP è anche più meschino; anzi, a corrente alterna: un giorno dice che vuole l'alleanza col Pd, e il giorno dp dice l'esatto contrario.
Alle elezioni di aprile ho votato IDV xk credevo nel progetto IDV + PD. Per me l'IDV da sola nn va da nessuna parte, perché è un partito che su molti temi non ha forza autentica, non ha una posizione chiara. Anzi, sono temi che proprio snobba (e basta guardare tutti i giorni il sito dell'IDV). E' quindi per me un partito costola: cioè un partito "specializzato" su certe tematiche, mentre su altre segue a ruota il Pd.
Se quindi sia il Pd che Dp fanno di tutto affinché questo progetto vada a farsi benedire, mi arrabbio. Ecco xk critico certe uscite di Dp. Nessuno gli impedisce di cercare voti in più: è vero, è il suo lavoro. Ma poi non faccia la verginella quando tra qualche giorno Franceschini parlerà di alleanze, e non si rivolgerà a lui, ma magari a Casini.


Quoto anche le virgole.
Orientalista partenopeo - Dom Feb 22, 18:02:14
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Mi piacerebbe vedere applicata la stessa logica spietata ed assolutista ad altri protagonisti della politica...

Cioè, chi?
gianbi - Dom Feb 22, 18:05:35
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
gianbi ha scritto:
La elezione di franceschini è un chiaro segnale di continuità. A parte le sparate "a caldo" del nuovo segretario, temo proprio che il futuro sarà più verso UDC che IDV.
Personalmente non darei all'UDC neppure un istante di fiducia. Preferisco 100 volte tonino, con i suoi alti e bassi ad un partito di mafiosi reietti.
Continuo anche io a sostenere che la base "dura e pura" non capirà questa eventuale scelta futura. E silvio avrà gioco facile nel gestire l'amante della caltagirone al momento giusto per affossare il piddì e farlo tornare a casa, sgozzando il vitello grasso.
Piercasinando è come le mosche: deve stare nel suo habitat naturale: la merd*.

Ma guarda, delle due l'una: o scelgono di non allearsi con l'udc (e farebbero bene), e spero che le urne li premino. Oppure si alleano con l'udc, e spero che le urne li bastonino. In entrambi i casi, si va verso la direzione che- mi pare di capire - ritieni più giusta (e non sei il solo). Quindi dov'è il problema?


Il problema è che in questo modo non avremo mai una opposizione degna di tal nome in italia. Non mi fa piacere avere ragione. Preferirei essere smentito da gente con le palle che si oppone a silvio & friends.
L'alleanza con UDC (ipotetica) non potra che andare contro qualunque velleità di opposizione "Vera" e non soltanto di facciata. Non riesco proprio ad immaginare casini che si mette contro silvio.
Casini non è stupido, sa benissimo quale è il cavallo che vince. Uno così deve barcamenarsi dove tira il vento.
E' come avere in casa una bagascia: non puoi lamentarti se poi questa ti fa le corna.
zemmuonne - Dom Feb 22, 18:07:38
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Io non mischio proprio niente, nè baro.
Certo che equivale a dire che i giochi erano già fatti, finchè i candidati erano loro due. Ci vuole la scienza a sapere che Parisi conta su pochi voti? E' come dire che se Tyson si scontra con Don Lurio i giochi sono già fatti. Ma va?
Parisi ha fatto un gesto politico, e probabilmente ha fatto anche un pò di conta. Conta che non è andata troppo bene. Cosa ci sia di inciucioso, lo sai solo tu.

Dove si è mai visto che un candidato raccoglie le firme per la candidatura dell'avversario? E' o non è una farsa?

A parte il fatto che manca la domanda fatta dal tizio pelato, che mi piacerebbe sentire. A parte questo, ripeto che raccogliere 8 firme 8 per permettere all'avversario di partecipare alla gara è stato un gesto molto intelligente, visto che Parisi sarebbe stato capace di piantare un casino per essere stato escluso (per mancanze proprie, tra l'altro). Mi spieghi, di grazia, cosa ti aspettavi dall'assemblea? Che fucilassero D'Alema e Rutelli? C'è la contingenza delle amministrative, delle europee e da organizzare le primarie, non lo puoi ignorare. Sennò come ti spieghi che non si è candidato nessun altro? Secondo te li ha minacciati Franceschini con la pistola?
zemmuonne - Dom Feb 22, 18:10:22
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Mi piacerebbe vedere applicata la stessa logica spietata ed assolutista ad altri protagonisti della politica...

Cioè, chi?

Chiunque faccia un errore pari o superiore ad uno qualsiasi di Veltroni. Mi viene in mente Di Pietro, perchè gli altri sono o scontati o scartine.
zemmuonne - Dom Feb 22, 18:11:26
Oggetto:
gianbi ha scritto:

Il problema è che in questo modo non avremo mai una opposizione degna di tal nome in italia. Non mi fa piacere avere ragione. Preferirei essere smentito da gente con le palle che si oppone a silvio & friends.
L'alleanza con UDC (ipotetica) non potra che andare contro qualunque velleità di opposizione "Vera" e non soltanto di facciata. Non riesco proprio ad immaginare casini che si mette contro silvio.
Casini non è stupido, sa benissimo quale è il cavallo che vince. Uno così deve barcamenarsi dove tira il vento.
E' come avere in casa una bagascia: non puoi lamentarti se poi questa ti fa le corna.

Dagli e dagli prima o poi o cambiano o spariscono. In entrambi i casi la soluzione si avvicina.
Si vede che sono un inguaribile ottimista? Neutral
Orientalista partenopeo - Dom Feb 22, 18:15:41
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Che uno gli dica "idiota" adesso mi fa bau. Che uno lo dica un minuto dopo la resa, mi fa umanamente schifo, visto che, tra l'altro, non ritengo Veltroni una persona in malafede. Non è stato capace finchè vuoi, ha fatto errori finchè vuoi, ma non lo ritengo in malafede.

Puoi fare bau o miao quanto ti pare, ma la buonafede di Veltroni (e dei vertici del PD in generale) nella faccenda Cosentino mi sembra improbabile. Da iena malpensante quale sono, mi sfuggono le buone intenzioni del buon Walter. Hai qualcosa da dire al riguardo?

Mi sembrava inoltre di aver scritto chiaramente: "non concedo l'onore delle armi a chi non stimo, né umanamente, né politicamente".
zemmuonne - Dom Feb 22, 18:17:34
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Orientalista partenopeo - Dom Feb 22, 18:19:17
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Mi piacerebbe vedere applicata la stessa logica spietata ed assolutista ad altri protagonisti della politica...

Cioè, chi?

Chiunque faccia un errore pari o superiore ad uno qualsiasi di Veltroni. Mi viene in mente Di Pietro, perchè gli altri sono o scontati o scartine.


Guarda un po', non me lo aspettavo. E poi fai lo gnorri quando parlo di ossessione bipartisan per Di Pietro.
zemmuonne - Dom Feb 22, 18:19:26
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Che uno gli dica "idiota" adesso mi fa bau. Che uno lo dica un minuto dopo la resa, mi fa umanamente schifo, visto che, tra l'altro, non ritengo Veltroni una persona in malafede. Non è stato capace finchè vuoi, ha fatto errori finchè vuoi, ma non lo ritengo in malafede.

Puoi fare bau o miao quanto ti pare, ma la buonafede di Veltroni (e dei vertici del PD in generale) nella faccenda Cosentino mi sembra improbabile. Da iena malpensante quale sono, mi sfuggono le buone intenzioni del buon Walter. Hai qualcosa da dire al riguardo?

Mi sembrava inoltre di aver scritto chiaramente: "non concedo l'onore delle armi a chi non stimo, né umanamente, né politicamente".

Concedi l'onore delle armi a chi ti pare, il mio giudizio non cambia, e visto che non te ne frega niente potremmo anche chiuderla qua. Per quanto riguarda Cosentino, chiedi a Veltroni. Magari aveva altri cazzi in Sardegna, e riteneva la votazione inutile. Non lo ritengo il suo errore peggiore.
zemmuonne - Dom Feb 22, 18:24:44
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Mi piacerebbe vedere applicata la stessa logica spietata ed assolutista ad altri protagonisti della politica...

Cioè, chi?

Chiunque faccia un errore pari o superiore ad uno qualsiasi di Veltroni. Mi viene in mente Di Pietro, perchè gli altri sono o scontati o scartine.


Guarda un po', non me lo aspettavo. E poi fai lo gnorri quando parlo di ossessione bipartisan per Di Pietro.

Ossessione? Visto che all'opposizione ci sono PD e Di Pietro, di chi dovrei parlare? Io almeno sono abbastanza onesto da guardare ai peccati di tutti, a prescindere dal nome.
Mi chiedo come si faccia a considerare il PD una cloaca e a sorvolare sui componenti dell' IdV, per non parlare dei reiterati errori madornali di Di Pietro.
Se bastano le parole contro B. a fare di Di Pietro un eroe, allora era un eroe anche Capezzone.
Senza contare che nel PD almeno i segretari si possono cambiare, nell'IdV no.
EDIT continuo a non capire il "bipartisan".
gianbi - Dom Feb 22, 18:25:41
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
Concedi l'onore delle armi a chi ti pare, il mio giudizio non cambia, e visto che non te ne frega niente potremmo anche chiuderla qua. Per quanto riguarda Cosentino, chiedi a Veltroni. Magari aveva altri cazzi in Sardegna, e riteneva la votazione inutile. Non lo ritengo il suo errore peggiore.


Non sarà il suo errore peggiore, ma è un chiaro indice nei confronti degli elettori che c'è qualcosa che non funziona. In questo modo si giustifica il "tanto sono tutti uguali" o il classico "e' tutto un magna magna".
Di fronte non c'è uno qualunque. C'è silvio. E se vuoi combatterlo devi tirare fuori le palle.
E' difficile proporsi come "diversi", "meno peggio" o "alternativa" quando poi vengono combinati pasticci come accaduto per cosentino. L'elettore medio le cose le viene a sapere prima o poi. E si comporta di conseguenza.
Orientalista partenopeo - Dom Feb 22, 18:27:53
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
Per quanto riguarda Cosentino, chiedi a Veltroni. Magari aveva altri cazzi in Sardegna, e riteneva la votazione inutile. Non lo ritengo il suo errore peggiore.

Dimentichi che la mozione era del PD. Il PD presenta una mozione e poi non la vota: che senso ha? C'è buonafede in questo?
Inseguite pure l'UDC di Cuffaro e dialogate con il PDL di Cosentino. Io non vi seguo.
zemmuonne - Dom Feb 22, 18:28:04
Oggetto:
gianbi ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Concedi l'onore delle armi a chi ti pare, il mio giudizio non cambia, e visto che non te ne frega niente potremmo anche chiuderla qua. Per quanto riguarda Cosentino, chiedi a Veltroni. Magari aveva altri cazzi in Sardegna, e riteneva la votazione inutile. Non lo ritengo il suo errore peggiore.


Non sarà il suo errore peggiore, ma è un chiaro indice nei confronti degli elettori che c'è qualcosa che non funziona. In questo modo si giustifica il "tanto sono tutti uguali" o il classico "e' tutto un magna magna".
Di fronte non c'è uno qualunque. C'è silvio. E se vuoi combatterlo devi tirare fuori le palle.
E' difficile proporsi come "diversi", "meno peggio" o "alternativa" quando poi vengono combinati pasticci come accaduto per cosentino. L'elettore medio le cose le viene a sapere prima o poi. E si comporta di conseguenza.

Fammi capire, secondo te gli elettori non hanno votato il PD in sardegna perchè Veltroni era assente al momento del voto di sfiducia? Guarda che se il voto andasse di pari passo ai meriti e demeriti, in sardegna Soru avrebbe dovuto stravincere.
gianbi - Dom Feb 22, 18:39:17
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
gianbi ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Concedi l'onore delle armi a chi ti pare, il mio giudizio non cambia, e visto che non te ne frega niente potremmo anche chiuderla qua. Per quanto riguarda Cosentino, chiedi a Veltroni. Magari aveva altri cazzi in Sardegna, e riteneva la votazione inutile. Non lo ritengo il suo errore peggiore.


Non sarà il suo errore peggiore, ma è un chiaro indice nei confronti degli elettori che c'è qualcosa che non funziona. In questo modo si giustifica il "tanto sono tutti uguali" o il classico "e' tutto un magna magna".
Di fronte non c'è uno qualunque. C'è silvio. E se vuoi combatterlo devi tirare fuori le palle.
E' difficile proporsi come "diversi", "meno peggio" o "alternativa" quando poi vengono combinati pasticci come accaduto per cosentino. L'elettore medio le cose le viene a sapere prima o poi. E si comporta di conseguenza.

Fammi capire, secondo te gli elettori non hanno votato il PD in sardegna perchè Veltroni era assente al momento del voto di sfiducia? Guarda che se il voto andasse di pari passo ai meriti e demeriti, in sardegna Soru avrebbe dovuto stravincere.


Non ho minimamente associato cosentino - veltroni - soru e sardegna. Il mio è un discorso molto più ampio, di sfiducia nei confronti di un partito che commette errori strategici. L'elettore medio, a forza di vedere episodi discutibili come accaduto per cosentino, finisce prima o poi per rendersi conto che ci sono dei problemi, e pure grossi. In questo modo quando sarà il momento di tirare la croce sul simbolo, ci penserà due volte. Ora, il buon franceschini sembra avere imboccato la strada dell'antiberlusconismo. Come pensi che reagisca l'elettore medio, che fino a ieri non sentiva neppure nominare silvio perchè altrimenti lo si favoriva? Non stiamo parlando dei forzaitalioti, che bevono qualsiasi cosa. L'elettore piddì (a parte i militanti duri e puri che digerirebbero anche i mattoni) è più esigente e sensibile a questi dettagli.
Magari, da destrorso qual sono, mi sbaglio per carità. Correggimi tu se credi, visto che sei più vicino alle posizioni della sinistra di quanto non lo sia io.
Orientalista partenopeo - Dom Feb 22, 18:39:51
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:
gianbi ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Concedi l'onore delle armi a chi ti pare, il mio giudizio non cambia, e visto che non te ne frega niente potremmo anche chiuderla qua. Per quanto riguarda Cosentino, chiedi a Veltroni. Magari aveva altri cazzi in Sardegna, e riteneva la votazione inutile. Non lo ritengo il suo errore peggiore.


Non sarà il suo errore peggiore, ma è un chiaro indice nei confronti degli elettori che c'è qualcosa che non funziona. In questo modo si giustifica il "tanto sono tutti uguali" o il classico "e' tutto un magna magna".
Di fronte non c'è uno qualunque. C'è silvio. E se vuoi combatterlo devi tirare fuori le palle.
E' difficile proporsi come "diversi", "meno peggio" o "alternativa" quando poi vengono combinati pasticci come accaduto per cosentino. L'elettore medio le cose le viene a sapere prima o poi. E si comporta di conseguenza.

Fammi capire, secondo te gli elettori non hanno votato il PD in sardegna perchè Veltroni era assente al momento del voto di sfiducia? Guarda che se il voto andasse di pari passo ai meriti e demeriti, in sardegna Soru avrebbe dovuto stravincere.

Posto che sei elusivo (e me lo aspettavo) su Cosentino, Gianbi si riferiva all'atteggiamento generale del PD, molle ai limiti della collusione, nei confronti di Berlusconi e della sua accolita di ladri.
Anonymous - Dom Feb 22, 18:48:56
Oggetto:
gianbi ha scritto:

Non ho minimamente associato cosentino - veltroni - soru e sardegna. Il mio è un discorso molto più ampio, di sfiducia nei confronti di un partito che commette errori strategici. L'elettore medio, a forza di vedere episodi discutibili come accaduto per cosentino, finisce prima o poi per rendersi conto che ci sono dei problemi, e pure grossi. In questo modo quando sarà il momento di tirare la croce sul simbolo, ci penserà due volte. Ora, il buon franceschini sembra avere imboccato la strada dell'antiberlusconismo. Come pensi che reagisca l'elettore medio, che fino a ieri non sentiva neppure nominare silvio perchè altrimenti lo si favoriva? Non stiamo parlando dei forzaitalioti, che bevono qualsiasi cosa. L'elettore piddì (a parte i militanti duri e puri che digerirebbero anche i mattoni) è più esigente e sensibile a questi dettagli.
Magari, da destrorso qual sono, mi sbaglio per carità. Correggimi tu se credi, visto che sei più vicino alle posizioni della sinistra di quanto non lo sia io.


la faccenda di cosentino la conoscerà forse l'1% dei potenziali elettori e in passato abbiamo visto sondaggi che dicevano che la giustizia era importante forse per il 5% tra gli elettori del centrosinistra

altro discorso riguarda l'antiberlusconismo, che va bene, anche se è l'argomento di chi non ha altri argomenti o di un elettorato che ha bisogno di essere trattato in un certo modo perchè altrimenti crede che il partito di riferimento sia latitante

non è un bello spettacolo tirare in ballo l'antiberlusconismo, ma se serve perchè non farlo
zemmuonne - Dom Feb 22, 19:01:09
Oggetto:
Orientalista partenopeo ha scritto:
zemmuonne ha scritto:
Per quanto riguarda Cosentino, chiedi a Veltroni. Magari aveva altri cazzi in Sardegna, e riteneva la votazione inutile. Non lo ritengo il suo errore peggiore.

Dimentichi che la mozione era del PD. Il PD presenta una mozione e poi non la vota: che senso ha?
Inseguite pure l'UDC di Cuffaro e dialogate con il PDL di Cosentino. Io non vi seguo.

Io non inseguo proprio nessuno, e non ho capito perchè continui a rivolgerti a me come se fossi un rappresentante del PD, nonostante ti abbia già detto il contrario.
Poi c'è un errore reiterato: considerare un partito (ancora) grande come il PD come un organismo unico. Ma l'avete mai vista una riunione di condominio? Ma se si accoltellano in sardegna, perchè secondo te in parlamento dovrebbero essere coesi?
gianbi - Dom Feb 22, 19:21:39
Oggetto:
fotogian ha scritto:
la faccenda di cosentino la conoscerà forse l'1% dei potenziali elettori e in passato abbiamo visto sondaggi che dicevano che la giustizia era importante forse per il 5% tra gli elettori del centrosinistra

altro discorso riguarda l'antiberlusconismo, che va bene, anche se è l'argomento di chi non ha altri argomenti o di un elettorato che ha bisogno di essere trattato in un certo modo perchè altrimenti crede che il partito di riferimento sia latitante

non è un bello spettacolo tirare in ballo l'antiberlusconismo, ma se serve perchè non farlo


Come giustifichi a llivello strategico questa inversione di rotta, più in stile IDV, di contrastare silvio sul campo? Non sarà che persino il piddì si è reso conto che la strategia che ha usato sino ad oggi è stata fallimentare?
Da ciò che scrivi, sembrerebbe che il partito voglia dare dimostrazione di esserci, attaccando il nemico a viso aperto. Però, mi chiedo, questo rende implicito che sino a ieri non è stato fatto?
Anche i famigerati sondaggi dicono ch la scelta di franceschini è poco felice:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Sul fatto che la faccenda cosentino sia poco nota agli elettori, non giustifica comunque il gesto.
Orientalista partenopeo - Dom Feb 22, 19:23:06
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Poi c'è un errore reiterato: considerare un partito (ancora) grande come il PD come un organismo unico. Ma l'avete mai vista una riunione di condominio? Ma se si accoltellano in sardegna, perchè secondo te in parlamento dovrebbero essere coesi?

Il paragone con la riunione di condominio è improprio: in un condominio non scegli il tuo vicino. In un partito politico è diverso: si dovrebbe essere accomunati da qualcosa, per degli obiettivi politici comuni. Cosa accomuna i piddini, e quali sono i loro obiettivi?
Orientalista partenopeo - Dom Feb 22, 19:41:43
Oggetto:
gianbi ha scritto:

Sul fatto che la faccenda cosentino sia poco nota agli elettori, non giustifica comunque il gesto.

Basterebbe leggere i commenti all'articolo dell'Espresso (letto principalmente da potenziali elettori del PD) per capire che figura penosa, per non dire peggio, hanno fatto con il loro stesso elettorato (o almeno con gli elettori che leggono l'Espresso: non saranno tanti, ma nemmeno pochissimi). Ne riporto alcuni:

Citazione:
I comportamenti sono eloquenti:BUFFONI


Citazione:
Una delle tante vergogne del Pd


Citazione:
solo qualche settimana fa si poneva ovunque la domanda "esiste una questione morale?" questa è la risposta, con pernacchia vergogna


Citazione:
Sono allibito ; l' ennesimo comportamento di politici che hanno venduto la loro dignità Addio Veltroni , addio PD !!! io una vita di sinistra non voterò più per Voi.... mi auguro che questa masnada di politicanti venga spazzata via quanto prima.....!!!!!


Citazione:
Avevo qualche dubbio a riguardo, questo fatto ha cancellato ogni dubbio. Su cosa? Sul fatto che destra e sinistra degli ultimi anni sono fatte della stessa sostanza, sono accomunate da tante (troppe) porcate, e soprattutto sul fatto che sono conniventi nel respingere ogni contestazione, ogni reazione della società civile. Sono tutti della stessa marcia sostanza e stanno creandosi un muro attorno perchè niente e nessuno dal di fuori li scalfisca. Sono disgustata, mai come oggi sono portata a pensare che la Mafia e la vera delinquenza sia all'interno di quel muro, e chi non lo pensa è decisamente cieco e sordo.


Citazione:
Non ci sono parole per commentare l'ennessimo schifo di un partito che si fa chiamare Democratico ma che di democratico non ha nulla .Ognuno fa quello che vuole, le guerre di potere per gruppi o bande sono all'ordine del giorno.I mascalzoni si contano ormai a decine e il povero Veltroni cerca di accontentare tutti pur di tenerli buoni pur di rimanere attaccato alla sua poltrona.Ormai il partito democratico -dal quale sono scappato via appena ho capito in che razza di manicomio si era trasformato il partito di Berlinguer-è un ectoplasma tenuto insieme per pemettere a gentaglia di sopravvivere alle spalle dei cittadini.Sempre meglio stare in parlamento anche se all'opposizione e senza contare nulla pittosto che andare a lavorare.Provo profonda pena e tanta solidarietà per tutti coloro, e sono tanti, che in perfetta buonafede sperano ancora di appartenere ad un partito serio e per bene."Era meglio morire da piccoli che vedere sto schifo da grandi" Natalino Gangemi

Anonymous - Dom Feb 22, 19:42:47
Oggetto:
gianbi ha scritto:
Come giustifichi a llivello strategico questa inversione di rotta, più in stile IDV, di contrastare silvio sul campo? Non sarà che persino il piddì si è reso conto che la strategia che ha usato sino ad oggi è stata fallimentare?
Da ciò che scrivi, sembrerebbe che il partito voglia dare dimostrazione di esserci, attaccando il nemico a viso aperto. Però, mi chiedo, questo rende implicito che sino a ieri non è stato fatto?
Anche i famigerati sondaggi dicono ch la scelta di franceschini è poco felice:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Sul fatto che la faccenda cosentino sia poco nota agli elettori, non giustifica comunque il gesto.


quelli di repubblica non sono sondaggi, sono pareri espressi da chi frequenta il sito e chi vota forma un campione non rappresentativo nè dell'opinione pubblica nè dell'elettorato di un certo tipo

e poi non ha molto senso esprimersi su un partito di cui magari non si fa parte o per il quale magari non si vota. E' una stramberia come le normali dichiarazioni di tanti esponenti politici che parlano degli altri e non del proprio partito o delle proprie idee... chissà perchè... pensa a Capezzone che si comporta come se fosse un esponente dell'opposizione interna al PD e non l'esponente di un diverso partito

il progetto veltroniano era chiaro ed era a lunga scadenza, voleva guardare al di là di Berlusconi e come ha spiegato Veltroni nel discorso di dimissioni in Francia Mitterand, in Brasile Lula e, aggiungo io, in Cile Allende si sono candidati diverse volte prima di vincere
e questo perchè erano convinti che avessero buone idee e che ci volesse tempo per sfondare in un sistema politico conservatore

se veltroni è saltato in parte è per sue responsabilità nella gestione del partito, ma anche per il gioco al massacro creato per ovvi motivi da chi sta dall'altra parte e da chi, nel partito, non vuole che si prendano decisioni definitive perchè potrebbero non piacergli, preferendo che si faccia una politica debole con nessuno scontento

il progetto di lungo termine era compatibile con l'abbandono dell'antiberlusconismo come bandiera del partito
e non mi pare che sia andata poi male, nè l'antiberlusconismo mostrato per esempio da Soru mi pare che abbia prodotto risultati positivi: se voleva solleticare l'orgoglio sardo contro il presidente estraneo non c'è riuscito

l'antiberlusconismo è una strada + semplice e anche compatibile sia con le elezioni che ci saranno tra qualche mese, sia con il fatto che Franceschini è a termine e magari cerca, alzando la voce, di riscuotere successo per conquistarsi la riconferma a ottobre

ma si deve pensare che Berlusconi non è eterno e un giorno gli italiani sceglieranno tra la conservazione di quello che ha offerto Berlusconi e i cambiamenti di cui i suoi oppositori si fanno portatori. Certo se non parli dei possibili cambiamenti, ma solo dell'avversario da eliminare, rischi di trovarti con elettori che sanno cosa perdono, ma non cosa ottengono votando il PD

poi non mi pare che sia stato tutto disastroso, ma questo ce lo confermeranno le future elezioni

Veltroni ha preso il 2% in + alle politiche, dopo 2 anni di massacri mediatici e non solo

è stato coinvolto da bufere di ogni tipo che non sono certo colpa sua (Abruzzo, Napoli) e anche da errori grossolani come le dimissioni di Soru. Eppure in Sardegna si sono presi le stesse % di 5 anni fa mentre pare che Berlusconi abbia perso voti, come li ha persi alle politiche
Viridans - Dom Feb 22, 21:12:24
Oggetto:
Citazione:
la faccenda di cosentino la conoscerà forse l'1% dei potenziali elettori e in passato abbiamo visto sondaggi che dicevano che la giustizia era importante forse per il 5% tra gli elettori del centrosinistra


Per " rinfrescare " la memoria : Il Pd assolve Nicola Cosentino, toh!

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Citazione:
Di fronte non c'è uno qualunque. C'è silvio. E se vuoi combatterlo devi tirare fuori le palle.
E' difficile proporsi come "diversi", "meno peggio" o "alternativa" quando poi vengono combinati pasticci come accaduto per cosentino. L'elettore medio le cose le viene a sapere prima o poi. E si comporta di conseguenza.


Personalmente sono d'accordo con tale considerazione . E a quanto pare , anche il nuovo segretario del Pd Franceschini , si e' reso conto che l'opposizione al guanto di velluto e' fallimentare . L 'antiberlusconismo serve e come , e speriamo che non sia ormai troppo tardi .

"Il presidente del Consiglio ha in mente un paese in cui il potere viene sempre più tacitamente concentrato nelle mani di una sola persona. Questo e' contro la Costituzione a cui lui ha giurato fedeltà".


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Il rischio rimane comunque , specialmente con eventuali alleanze con la ditta cuffaro& C , che nelle loro intenzioni vorrebbero far intendere che Di Pietro sia il male peggiore .
Valmor - Dom Feb 22, 21:22:33
Oggetto:
Non mi esprimo sulla segreteria entrante di Franceschini, se non per il fatto che è sempre stato di un moderatismo imbarazzante.

Quello che non va non è cambiato. E' un discorso di contenuti e di credibilità che non so quanto abbia influenzato il voto sardo. Il Pd sta dalla parte dei lavoratori o delle imprese? Direi che oscilla fra una equidistanza già disdicevole a un sostanziale fiancheggiamento di Marcegaglia. Come si fa a dire che gli stipendi sono troppo bassi senza mettere un po' sula graticola coloro che gli erogano? Mai una parola di biasomo sugli imprenditori... mai una denuncia dei potentati economici - Benetton, Telecom, Fiat...
Viridans - Dom Feb 22, 21:25:19
Oggetto:
Citazione:
ma si deve pensare che Berlusconi non è eterno e un giorno gli italiani sceglieranno tra la conservazione di quello che ha offerto Berlusconi e i cambiamenti di cui i suoi oppositori si fanno portatori. Certo se non parli dei possibili cambiamenti, ma solo dell'avversario da eliminare, rischi di trovarti con elettori che sanno cosa perdono, ma non cosa ottengono votando il PD


Gulp ! Doppio GULP !!!

Non so' voi ma , prima che si verificasse lo sfascio totale , l'antiberlusconismo non e' stato mai utilizzato ne' tantomeno sono state fatte delle proposte per il cambiamento .



Anzi abbiamo assistito alle solite beghe di condominio ( per ultima la questione del testamento biologico ) , cosi come l'incertezza a partecipare o meno ad alcune importanti manifestazioni ( tanto per cominciare Piazza Navona ), e inoltre qualora ci fossero state delle proposte per il cambiamento , il cittadino-elettore come avrebbe potute recepirle ? ...Tramite you-dem , oppure tramite facebook ?

Visto che nei pochi momenti in cui si utilizzava il tubo catodico , si continuava ad adottare il metodo buonista . ....Senza attacchi a bertusconi e senza proposte di cambiamento .
everywhere - Dom Feb 22, 22:31:38
Oggetto:
In effetti e' incrediile l'uso della parola ANTIBERLUSCONISMO...

In pratica, secondo qualcuno, in italia si puo' essere contro l'inter, contro la chiesa, contro il fascismo, contro il comunismo... ma contro BERLUSCONI no, non si puo'!!!

Tutti a favore di Berlusconi quindi??

Sto discorso e' allucinante...
Anonymous - Dom Feb 22, 23:46:41
Oggetto:
Viridans ha scritto:


Non so' voi ma , prima che si verificasse lo sfascio totale , l'antiberlusconismo non e' stato mai utilizzato ne' tantomeno sono state fatte delle proposte per il cambiamento .


Ulivo, unione, prodi, elezioni di vario genere vinte tra il 2001 e il 2006.... dicono qualcosa?


Berlusconi durerà almeno fino alla primavera 2013. Vogliamo ripeterci fino a quella data le solite storie contro di lui? i pappagalli è vero che ripetono, ma sono anche animali intelligenti che si annoiano facilmente...
sbirulo - Lun Feb 23, 04:45:57
Oggetto:
fotogian ha scritto:
Viridans ha scritto:


Non so' voi ma , prima che si verificasse lo sfascio totale , l'antiberlusconismo non e' stato mai utilizzato ne' tantomeno sono state fatte delle proposte per il cambiamento .


Ulivo, unione, prodi, elezioni di vario genere vinte tra il 2001 e il 2006.... dicono qualcosa?


Berlusconi durerà almeno fino alla primavera 2013. Vogliamo ripeterci fino a quella data le solite storie contro di lui? i pappagalli è vero che ripetono, ma sono anche animali intelligenti che si annoiano facilmente...


Vabbe' Fotogian, spesso scrivi cose sensate, ma puoi dire in concreto cosa ha fatto Veltroni per vincerle, ste elezioni?
Sarà anche stato un progetto a lungo respiro, ma il risultato a breve era una caporetto dopo l'altra, la semiscomparsa dai mezzi di informazione e una litigiosità da vecchi apparati, senza alcun ricambio generazionale...
Perchè Prodi ha fatto leva sui fallimenti delle politiche berlusconiane, per batterlo, veltroni manco lo nominava, in campagna elettorale...

La trasformazione in Pd, di cui Uolter è stato uno dei principali interpreti, ha paradossalmente tolto l'ultimo rimasuglio di voce ad una categoria (non chiamiamola classe, va, se no chissà...) di cui il pci prima, e il pds poi erano ancora parzialmente riferimento.
Il Pd si è spostato al centro, imbarcando imprenditori e strizzando l'occhio alla congrega di incompetenti-sovvenzionati-dallo-stato-a-spese-dei-normali-cittadini che invece doveva ridicolizzare, o almeno contrastare visto che quello che è calato negli ultimi anni è lo stipendio dei dipendenti..

Adesso un'intera categoria,il serbatoio di voti della sinistra, non si riconosce nel pd, e non ha altri interlocutori nè media su cui formarsi un'opinione, visto che le tv sono in mano al nano e sono principalmente un mondo delle fiabe dominato da un concetto consumistico di spettatore, e i giornali non hanno in Italia mai avuto una gran diffusione. Il Pd coontinuerà a calare se non cambia questo stato di cose, e lo può fare con movimenti che partano dal basso, e che trovino altri mezzi di espressione (ad esempio internet, anche se non è un mezzo ancora di massa). Paradossalmente dovrebbe copiare la strada di Grillo (ma anche Dipietro in rete è messo bene), scalzandoli a poco a poco, e scaricando i leader ammuffiti come D'alema e company...
M.me de Stael - Lun Feb 23, 08:43:27
Oggetto:
fotogian ha scritto:
Viridans ha scritto:


Non so' voi ma , prima che si verificasse lo sfascio totale , l'antiberlusconismo non e' stato mai utilizzato ne' tantomeno sono state fatte delle proposte per il cambiamento .


Ulivo, unione, prodi, elezioni di vario genere vinte tra il 2001 e il 2006.... dicono qualcosa?


Berlusconi durerà almeno fino alla primavera 2013. Vogliamo ripeterci fino a quella data le solite storie contro di lui? i pappagalli è vero che ripetono, ma sono anche animali intelligenti che si annoiano facilmente...


No, aspetta un attimo Fotogian. Qui si parla dei peccati mortali del leader uscito. Fondò il pd e ci piazzò come base il dialogo con l'amanita. Un po' come dire: fondo un'associazione come Libera e l'anima, la colonna portante di questa sarà il compromesso e il dialogo con totoriina! Da qui -per il pd- l'esclusione della 'sinistra estrema' e, giocoforza reciproco, l'ingresso di tonino. O qui si capisce che l'individuo è nemico della nazione, è attentatore della repubblica italiana, è lo sfascio dello stato di diritto oppure si va a fare altro mestiere. Una cosa è certa: non si sta in parlamento a rappresentare l'unica arma che la democrazia ci consente! Fa schifo dirlo, ma stiamo ciarlando d'essere costretti a farci giustizia da soli Shocked Confused
Orientalista partenopeo - Lun Feb 23, 09:08:45
Oggetto:
fotogian ha scritto:

Berlusconi durerà almeno fino alla primavera 2013. Vogliamo ripeterci fino a quella data le solite storie contro di lui? i pappagalli è vero che ripetono, ma sono anche animali intelligenti che si annoiano facilmente...

Quindi, ci auguriamo tutti di non dover leggere fino alla primavera 2013 che Di Pietro fa il gioco di Berlusconi parlando di "amenità" come la giustizia.
hellies15 - Lun Feb 23, 09:18:36
Oggetto:
Vi propongo due interviste:
- Una a DP:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
, che da al PD la colpa della nn alleanza tra di loro..
- Una a Renzi, il nome più in voga tra i giovani Pd:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Orientalista partenopeo - Lun Feb 23, 09:37:09
Oggetto:
sbirulo ha scritto:

Vabbe' Fotogian, spesso scrivi cose sensate

Del tipo: alleiamoci con l'UDC o con la Lega Nord?

sbirulo ha scritto:

Adesso un'intera categoria,il serbatoio di voti della sinistra, non si riconosce nel pd

No, perché il PD è uno scatolone vuoto senza identità, un'entità amorfa. Cosa cementa i componenti del PD? L'antiberlusconismo? No, l'antiberlusconismo è tabù e poi fa il gioco dell'avversario. La lotta alla mafia? No, è un'amenità, dobbiamo pensare all'economia (come se all'economia, soprattutto del Mezzogiorno, non fosse correlata). I grandi temi etici? Macché, il PD ha una sua linea (?) ma lascia anche libertà di coscienza. Una coerente politica economica (e qui entriamo in un tema più specificamente di sinistra)? Nel PD si va dagli ex-comunisti a Calearo e Colaninno. Un'idea coerente di stato sociale? Manco per idea. Anche su quello troviamo posizioni diversissime. E così via dicendo.
Trovatemi un elemento unitario nel PD: non parlo degli eventuali "cani sciolti", che in un grande partito ci possono sempre essere, ma di una linea che accomuni la maggioranza dei suoi componenti.
shared - Lun Feb 23, 10:31:19
Oggetto:
Al di la di tutte le chiacchiere e delle considerazioni pro e contro io credo che meriti una sola considerazione, chiara, semplice, lampante, la capirebbe anche un mentecatto :

Quando c'era Lui, e non mi riferisco al Benito, ma ad un altro Lui non meno dirompente, nel senso positivo del termine, Berlinguer intendo, ed io ho abbastanza anni per poter dire di averlo ascoltato e seguito, nonostante i timidi ed impacciati tentativi di mettere insieme il diavolo e l'acqua santa, i comunisti e la dc, quando però andava in piazza cosa non ne ha dette e scritte contro la dc non basterebbe l'intera enciclopedia britannica per raccoglierle tutte.

Ah, dimenticavo, oggi a capo del pd è stato nominato con l'85% dei voti dell'assemblea un certo franceschini che proviene dalla dc. E' vero che le persone cambiano, in politica meno, molto meno che nella società civile, però non ho mai sentito che sia possibile cambiare il proprio dna, non è sostituibile, ed essere stato un dc è come avere stampato il proprio dna nella coscienza.

Complimenti ed auguri.
Valmor - Lun Feb 23, 11:18:49
Oggetto:
everywhere ha scritto:
In effetti e' incrediile l'uso della parola ANTIBERLUSCONISMO...

In pratica, secondo qualcuno, in italia si puo' essere contro l'inter, contro la chiesa, contro il fascismo, contro il comunismo... ma contro BERLUSCONI no, non si puo'!!!

Tutti a favore di Berlusconi quindi??

Sto discorso e' allucinante...


Il discorso che vanno facendo i piddini è che l'essere contro B. non può essere il motivo politico fondamentale, ci vuole qualcosa di positivo, propositivo.

Su questo penso si possa essere daccordo.

Ma la grande mistificazione di fotogian e di chi la pensa come lui è questa: glissare nel merito dei contenuti positivi. Se la proposta "positiva" ha un certo contenuto la sua implicazione è di necessità collidente con B. Se in tutti questi anni - direi dal 2002 - c'è stato dal csx la tendenza ad abbassare i toni è soprattutto perché di fronte a molte cose fatte da B. il dissenso non è di principio ma un po' per finta e un po' di strategia; nel senso che si combattono i metodi, le modalità ma la finalità ultimativa rimane la stessa. quindi attenzione a dire che Dell'utri è mafioso, tenendosi un Crisafulli si cadrebbe troppo in contraddizione. Attenzione a dire che B. è criminale perché spalleggia una guerra aggressiva, perché toccherà forse farne una noi. E così via.
A proposito, un'altra mistificazione è quella del cambiamento come un alcun che di intrinsecamente positivo. E' positivo se ha una portata emancipatoria, altrimenti può aprire spazi di dominio ulteriore. Tutta la retorica sul cambiamento va smonata. E' inutile scimmiottare Obama perché lui davvero è da poco sulla breccia, dopo aver dato prove di sé così deludenti la classe politica di csx dovrebbe o dimostrare di essere davvero dalla parte dei lavoratori anziché le imprese, dei cittadini anziché i poteri cementificatori e truffaldini. Il resto è fuffa.

[/quote]
Anonymous - Lun Feb 23, 11:35:55
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Anonymous - Lun Feb 23, 11:55:50
Oggetto:
Valmor ha scritto:
everywhere ha scritto:
In effetti e' incrediile l'uso della parola ANTIBERLUSCONISMO...

In pratica, secondo qualcuno, in italia si puo' essere contro l'inter, contro la chiesa, contro il fascismo, contro il comunismo... ma contro BERLUSCONI no, non si puo'!!!

Tutti a favore di Berlusconi quindi??

Sto discorso e' allucinante...


Il discorso che vanno facendo i piddini è che l'essere contro B. non può essere il motivo politico fondamentale, ci vuole qualcosa di positivo, propositivo.

Su questo penso si possa essere daccordo.

Ma la grande mistificazione di fotogian e di chi la pensa come lui è questa: glissare nel merito dei contenuti positivi. Se la proposta "positiva" ha un certo contenuto la sua implicazione è di necessità collidente con B. Se in tutti questi anni - direi dal 2002 - c'è stato dal csx la tendenza ad abbassare i toni è soprattutto perché di fronte a molte cose fatte da B. il dissenso non è di principio ma un po' per finta e un po' di strategia; nel senso che si combattono i metodi, le modalità ma la finalità ultimativa rimane la stessa. quindi attenzione a dire che Dell'utri è mafioso, tenendosi un Crisafulli si cadrebbe troppo in contraddizione. Attenzione a dire che B. è criminale perché spalleggia una guerra aggressiva, perché toccherà forse farne una noi. E così via.
A proposito, un'altra mistificazione è quella del cambiamento come un alcun che di intrinsecamente positivo. E' positivo se ha una portata emancipatoria, altrimenti può aprire spazi di dominio ulteriore. Tutta la retorica sul cambiamento va smonata. E' inutile scimmiottare Obama perché lui davvero è da poco sulla breccia, dopo aver dato prove di sé così deludenti la classe politica di csx dovrebbe o dimostrare di essere davvero dalla parte dei lavoratori anziché le imprese, dei cittadini anziché i poteri cementificatori e truffaldini. Il resto è fuffa.

[/quote]

Super-quote.
Aggiungo che i fatti sono a volte più spietati di qualsiasi improbabile difesa ad oltranza.
Ciò che più sorprende, non è l'attaccamento con le unghie e con i denti ad un determinato progetto, ma il fatto che tanti sostenitori, invece di ammettere semplicemente la non fattibilità e forse, la necessità per la classe dirigente del PD di aprire una fase nuova (sul piano tecnico e su quello dei contenuti...) riadattano il proprio tifo alle forma che il PD sta adottando, ormai di giorno in giorno...
da partito nuovo, aperto alle istanze civili, in una società bipartitica, pacificata etc etc dell'inizio a partito decisamente centralizzato, che ha azzerato la sua sola ed unica novità sullo scenario politico (le primarie) mostrando come infondo infondo la sua antropologia non sia poi tanto dissimile da quella della vecchia DC; attingere un pò da ogni fascia sociale, dare un pò a tutti (con mezzi leciti o illeciti, non importa..), con la sola differenza che l'Italia di oggi non è più che quella di quarant'anni fa...
Anonymous - Lun Feb 23, 11:59:43
Oggetto:
sbirulo ha scritto:
Vabbe' Fotogian, spesso scrivi cose sensate, ma puoi dire in concreto cosa ha fatto Veltroni per vincerle, ste elezioni?
Sarà anche stato un progetto a lungo respiro, ma il risultato a breve era una caporetto dopo l'altra, la semiscomparsa dai mezzi di informazione e una litigiosità da vecchi apparati, senza alcun ricambio generazionale...
Perchè Prodi ha fatto leva sui fallimenti delle politiche berlusconiane, per batterlo, veltroni manco lo nominava, in campagna elettorale...


per vincere le elezioni poteva chiamare Hudini...

non poteva vincere: perchè DS+Margherita nelle precedenti 2 elezioni hanno preso il 31% e perchè il governo Prodi era crollato nei sondaggi

poteva fare quel che ha fatto. Limitare i danni e dare agli elettori quel che volevano. L'alleanza con DP e l'allontamento da Bertinotti e soci, sperando venissero ridimensionati e capissero che le strategie del passato erano sbagliate

poi quando non è stato travolto dalle manette, come in Abruzzo, non ha ottenuto pessimi risultati. Ha vinto a Trento e in Sardegna ha ottenuto le stesse % del 2004, mentre è Soru che ha ridotto i propri voti
basta anche solo confrontare la differenza tra voti al candidato e voti alle liste collegate per capire dov'è il problema

e a livello nazionale, alle politiche Berlusconi ha perso voti, mentre il PD li ha guadagnati

quello che è successo è stato il trionfo della Lega e il crollo della Sinistra Arcobaleno. Vicende estranee al PD e all'antiberlusconismo. Semmai il risultato di Bertinotti e soci dimostra che l'antiberlusconismo di Bertinotti e Diliberto non paga

Prodi non ha fatto solo una campagna contro Berlusconi. Ha puntato a unire tante voci diverse, a proporre idee centrate sull'economia e sulla responsabilità di chi governa, e, soprattutto nel 1996, ma anche nel 2006 con la fabbrica dell'Unione, a dare spazio e voce a tante categorie diverse, dagli imprenditori alle associazioni di volontariato

Citazione:

La trasformazione in Pd, di cui Uolter è stato uno dei principali interpreti, ha paradossalmente tolto l'ultimo rimasuglio di voce ad una categoria (non chiamiamola classe, va, se no chissà...) di cui il pci prima, e il pds poi erano ancora parzialmente riferimento.
Il Pd si è spostato al centro, imbarcando imprenditori e strizzando l'occhio alla congrega di incompetenti-sovvenzionati-dallo-stato-a-spese-dei-normali-cittadini che invece doveva ridicolizzare, o almeno contrastare visto che quello che è calato negli ultimi anni è lo stipendio dei dipendenti..


D'Alema nel 1998-2000 ha fatto assai peggio di Veltroni capendo che non c'è spazio per un leader di provenienza ex pci. E anche per questo s'è scelto come leader del PD il meno ex-pci che c'era
e il solo che ha vinto contro Berlusconi è stato Prodi che non arriva dall'esperienza di sinistra e che però apprezzava + Fassino di Rutelli, e aveva come vice Veltroni

Per cui immaginare un leader di sinistra e pensare di vincere è difficile, perchè quella parte che comprende DS + altri partiti di sinistra vale il 25-30% al massimo, ma + probabilmente di meno

E se vai a cercare i competenti e i non mantenuti con soldi dello stato, penso che tra le fila della sinistra arcobaleno ne trovi davvero pochi per non dire nessuno. A cominciare da Bertinotti che si ispira ad uno psichiatra di piazza, Fagioli, continuando con i giornali di partito e finendo con chi manifestava spesso e volentieri in passato.

Citazione:

Adesso un'intera categoria,il serbatoio di voti della sinistra, non si riconosce nel pd, e non ha altri interlocutori nè media su cui formarsi un'opinione, visto che le tv sono in mano al nano e sono principalmente un mondo delle fiabe dominato da un concetto consumistico di spettatore, e i giornali non hanno in Italia mai avuto una gran diffusione. Il Pd coontinuerà a calare se non cambia questo stato di cose, e lo può fare con movimenti che partano dal basso, e che trovino altri mezzi di espressione (ad esempio internet, anche se non è un mezzo ancora di massa). Paradossalmente dovrebbe copiare la strada di Grillo (ma anche Dipietro in rete è messo bene), scalzandoli a poco a poco, e scaricando i leader ammuffiti come D'alema e company...


può anche darsi. Io non ci credo e non ci crede neanche -ad esempio- Soru che ha spiegato che il suo futuro è nel PD e che si deve ricominciare andando a aprire case del popolo, mentre la diffusione di idee su internet -ha fatto notare- va bene ma tanti non ce l'hanno e non si informano affatto via internet

Grillo lo vorrei vedere alle elezioni con liste sue. Poi vediamo di cosa è capace e quanto vale davvero il modello di cui si fa portatore, come vorrei vedere cosa succederà a DP che va da solo
Alex66 - Lun Feb 23, 11:59:47
Oggetto:
max ha scritto:
.. l'attaccamento con le unghie e con i denti ad un determinato progetto, ..


.. "Progetto"! .. che parolone che usi .. "determinato" poi .. Cool
Anonymous - Lun Feb 23, 12:29:56
Oggetto:
M.me de Stael ha scritto:

No, aspetta un attimo Fotogian. Qui si parla dei peccati mortali del leader uscito. Fondò il pd e ci piazzò come base il dialogo con l'amanita. Un po' come dire: fondo un'associazione come Libera e l'anima, la colonna portante di questa sarà il compromesso e il dialogo con totoriina! Da qui -per il pd- l'esclusione della 'sinistra estrema' e, giocoforza reciproco, l'ingresso di tonino. O qui si capisce che l'individuo è nemico della nazione, è attentatore della repubblica italiana, è lo sfascio dello stato di diritto oppure si va a fare altro mestiere. Una cosa è certa: non si sta in parlamento a rappresentare l'unica arma che la democrazia ci consente! Fa schifo dirlo, ma stiamo ciarlando d'essere costretti a farci giustizia da soli Shocked Confused


il PD non l'ha fondato lui. E' stata una scelta collettiva, in programma da tempo, che ha subito un'accelerazione quando è parso chiaro che Prodi era in difficoltà

Non c'è una responsabilità individuale.

Poi non credo proprio che il dialogo con Berlusconi abbia cambiato nulla. Non solo perchè il maggior successo l'ha avuto la Lega, mentre gli altri hanno perso voti. Ma soprattutto perchè il futuro di Berlusconi non dipendeva dal PD o da Veltroni ma dall'atteggiamento dei suoi alleati. E Fini e anche Casini non erano affatto contro di lui. Casini è stato tenuto fuori da Berlusconi per non avere un rompiscatole, con la scusa del nome e del simbolo
Fini è subito corso a iscriversi al PDL

E il PDL non fa altro che tentare di intercettare i suoi potenziali elettori, non sottrae se non manciate di voti a nessuno e anzi li perde, come dimostrano i risultati elettorali

Dunque solo Fini, se fosse impazzito, sfasciando l'alleanza avrebbe potuto far perdere Berlusconi. Ma non gli è passato per il cervello neanche per un millesimo di secondo

Solo a voler credere agli sfoghi di Fini, smentiti dai fatti alla velocità della luce, si può pensare che Berlusconi abbia tratto beneficio dal dialogo con Veltroni. Ma bisogna essere molto creduloni per pensare che Fini potesse davvero lasciare Berlusconi
Anonymous - Lun Feb 23, 12:39:43
Oggetto:
Alex66 ha scritto:
max ha scritto:
.. l'attaccamento con le unghie e con i denti ad un determinato progetto, ..


.. "Progetto"! .. che parolone che usi .. "determinato" poi .. Cool


Dividere una poltrona in 10 non lo chiami progetto... Cool
E meno male che c'è ancora chi ci crede..
Albo - Lun Feb 23, 13:23:39
Oggetto:
In italia sono 50 anni che nessuno cambia cosa vota eh, son tutte cazzate, Gli italiani sono così profondamente ottusi che chi è di destra non voterà MAI sin e viceversa, vince solo chi riesce a portate più persone alle urne, nel caso della destra la mafia votando compatta (B è un mafioso riconosciuto) ha determinate qualche % in più, tutte le chiacchere strategiche alleanza comunisti sono bla bla sono senza senso.
Valmor - Lun Feb 23, 13:31:45
Oggetto:
PD:CASINI,EUROPEE SPARTIACQUE, ACCORDO POSSIBILE A FIRENZE
(ANSA) - ROMA, 23 FEB - IL Pd con Franceschini `ha fatto la sua scelta´`, si sta spostando ´`più a sinistra e ´`le europee saranno lo spartiacque: allora si capirà quali sono i rapporti di forza´`. Lo dice, in una intervista al Corriere della Sera, il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini, che nel frattempo apre a possibili alleanze locali come quella del Trentino: ´`A Firenze - spiega - con Matteo Renzi è possibile´`.
Franceschini, dice, ´`è un carissimo amico´`, ma ´`se nel rapporto con i sindacati si sceglie la piazza della Cgil e sulla riforma della giustizia si sta con Di Pietro, il dialogo diventa difficile´`. Le sue scelte insomma ´`non saranno indolori´`, anche perché ´`per battere Berlusconi è sbagliato demonizzarlo´`.
Ciò non toglie la possibilità di allearsi a livello locale: ´`A Firenze - spiega - abbiamo un nostro candidato, ma se Matteo Renzi avesse coraggio di completare la sua svolta si potrebbe ragionare..´`.
Casini, insomma, resta convinto che ´`il bipartitismo è un'illusione´` e risponde a Fabrizio Cicchitto che ha rilanciato invece l'alleanza con il Pdl che ´`dimentica che la scelta del Pdl alle ultime politiche verso la Lega ha avuto conseguenze´`.
I cattolici lontano dal centro, è il ragionamento del leader dell'Udc rischiano di ´`essere irrilevanti´`. Non c'è ´`fretta - aggiunge - ma saranno i fatti ad accelerare il processo in corso´`. L'Udc ´`sta già gettando le basi per un grande partito nazionale con ambizioni di governo. Del resto non si capisce perché persone con la stessa sensibilità come Rutelli, Letta e alcuni esponenti di Forza Italia non stiano insieme, in particolare durante le intemperie che stiamo vivendo´`. (ANSA)
Evil or Very Mad
zemmuonne - Lun Feb 23, 22:39:22
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Anonymous - Lun Feb 23, 23:13:22
Oggetto:
non avrà mica copiato quel che dico io da tempo? oppure mi legge nel pensiero?
Viridans - Mar Feb 24, 10:37:17
Oggetto:
Citazione:
"Ho letto è tornato l'antiberlusconismo, non capisco cosa voglia dire. Quando un presidente del Consiglio nega l'esistenza stessa della crisi economica, quella che tutte le famiglie sentono sulla loro pelle; quando pensa di andare contro lo Stato di diritto affidando la sicurezza non più soltanto ai carabinieri e alle forze di polizia ma a squadre di privati cittadini, allora i riformisti, anche un moderato alza la voce con forza".


Allora anche la politica di Antonio Di Pietro , puo' finalmente essere considerata opposizione ?!

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


I Paesi europei del G20 presenteranno a Londra, al prossimo summit, una maggiore regolamentazione e supervisione dei mercati finanziari internazionali che includerà proposte di sanzioni ai paradisi fiscali. Silvio Berlusconi sarà costretto ad accettare, almeno verbalmente, tali proposte. Il nostro Paese è il primo in Europa per le truffe alla Comunità europea nella gestione dei suoi finanziamenti, ed è anche il primo per gli emolumenti più alti dei parlamentari che siedono a Starsburgo, che sono i primi anche nell’assenteismo. Tabucchi, scrittore italiano che vive a Parigi, intervenendo alla trasmissione Annozero, ha definito l’Italia un “Paese a statuto speciale” rispetto all’Europa, per le scelte politiche che ci allontanano di giorno in giorno dagli altri Stati membri dell’Unione europea.
Anonymous - Mar Feb 24, 11:15:34
Oggetto:
se ti fa piacere.... qualche genio della comunicazione ha inventato la patacca della vera opposizione e gioca ad appiccicarla a tizio o caio, per delegittimare -in fin dei conti- chi non corrisponde al modello proposto

ma sono dei pataccari: scelgono un criterio gradito e costruiscono un caso sul nulla, come se contasse davvero qualcosa fare opposizione in un modo o nell'altro o non farla

in realtà DP può sbracciarsi e urlare quanto vuole, ma poi la maggioranza fa e farà le leggi gradite, specie quelle ad uso e consumo del suo capo e semmai la patacca di vera opposizione dimostra la vera inutilità di un politico, che su certi temi non otterrà nulla almeno fino al 2013

diciamo che Di Pietro pensa a opporsi e basta, mentre gli altri pensano a proporre un modello politico alternativo e soprattutto che ... non sa di cosa parla

la regolamentazione dei mercati finanziari internazionali non c'entra nulla nè con le truffe alla CE nella gestione dei suoi finanziamenti, nè con gli emolumenti ai parlamentari

quando costui non farà + opposizione perchè non ci sarà + Berlusconi a cui opporsi, è meglio che cambi mestiere. Magari ce n'è uno adatto a lui...
Viridans - Mar Feb 24, 13:02:43
Oggetto:
Citazione:
in realtà DP può sbracciarsi e urlare quanto vuole, ma poi la maggioranza fa e farà le leggi gradite, specie quelle ad uso e consumo del suo capo e semmai la patacca di vera opposizione dimostra la vera inutilità di un politico, che su certi temi non otterrà nulla almeno fino al 2013


...Quindi : " il governo ha la larga approvazione della maggioranza degli italiani " pertanto conta solo la maggioranza , rendendo legittima ogni legge amplificandola dai media controllati e gestiti politicamente .

Se l'opposizione di A. Di Pietro e' da considerare una patacca , ... la pacatezza e la voglia di dialogo come vogliamo definirla ?

Chi ha messo in evidenza l'attivita' legislativa per finalita' personali ? Chi si e' sempre opposto duramente al lodo alfano ? Chi ha sempre evidenziato l'anomalo conflitto d'interessi ? .... Ma si in fondo si tratta di aspettare solo fino al 2013 .

Citazione:
diciamo che Di Pietro pensa a opporsi e basta,
Citazione:
mentre gli altri pensano a proporre un modello politico alternativo e soprattutto che ... non sa di cosa parla


Question Question Question Question Question Question
Anonymous - Mar Feb 24, 13:24:37
Oggetto:
fino al 2013 il governo godrà, salvo soprese, di un'ampia maggioranza, che non c'entra nulla con la volontà popolare -eventualmente ci saranno dei referendum- nè con le scelte dell'opposizione

poi qualcuno nell'opposizione esalta il proprio lavoro usando criteri che non hanno molto senso. Ma questo non cambia la sostanza. E' solo un modo di fare propaganda

Non sa di cosa parla perchè i problemi dei mercati finanziari non c'entrano con gli argomenti di cui ha scritto DP subito dopo, ovvero i finanziamenti dell'UE e i soldi ai parlamentari. Sono 3 cose diversissime che DP ha unito senza motivo, forse perchè non sa bene di cosa parla o perchè parlando dell'argomento di cui hanno discusso Berlusconi e soci domenica non si attrae l'attenzione di nessuno dei frequentatori del suo blog
Anonymous - Mar Feb 24, 13:53:09
Oggetto:
Citazione:
...Quindi : " il governo ha la larga approvazione della maggioranza degli italiani " pertanto conta solo la maggioranza , rendendo legittima ogni legge amplificandola dai media controllati e gestiti politicamente .


Ovviamente no. Le maggioranze parlamentari si logorano, specialmente se tenute insieme dai soldi del padrone.
C'è una crisi spaventosa in corso e se qualche rimedio "miracoloso" non vedrà la luce, saranno cazzi amari... altro che ronde ed altre bufale.
L'opposizione dura si fa tra la gente, senza lasciare a questi un minimo margine di fiato.

Citazione:
Se l'opposizione di A. Di Pietro e' da considerare una patacca , ... la pacatezza e la voglia di dialogo come vogliamo definirla ?


A me DP non piace affatto, ma almeno è una voce fuosi dal coro.
Pacatezza e dialogo? Ognuno chiami la NON politica come vuole. La realtà dei fatti è di una violenza, a volte, che le parole non riescono neppure ad avvicinare...

Citazione:
Chi ha messo in evidenza l'attivita' legislativa per finalita' personali ? Chi si e' sempre opposto duramente al lodo alfano ? Chi ha sempre evidenziato l'anomalo conflitto d'interessi ? .... Ma si in fondo si tratta di aspettare solo fino al 2013 .


Se ci sarà rimasto ancora qualcosa da aspettare.
Il governo non sta facendo politica. L'opposizione, dopo un semi-golpe con la vicenda Englaro, si polverizza nuovamente con l'aiuto di CiccioBello... ossia in una fase simile la credibilità è tutto.
Ma tanto il PD è arrivato al capolinea, e mi pare di vedere che i dirigenti sono i primi a disinteressarsene..
zemmuonne - Mar Feb 24, 19:49:21
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Anonymous - Mar Feb 24, 21:52:26
Oggetto:
scelte nella direzione richiesta da Chiamparino e Cacciari

e nel frattempo
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

zemmuonne - Mar Feb 24, 21:58:54
Oggetto:
Allearsi con l'Udc sarebbe davvero una cazzata immensa.
Primo, perchè dentro l'udc c'è veramente della gentaglia, e non capisco come faccia Tabacci, che pare sia un galantuomo, a stare nello stesso partito di Cuffaro. Se il PD vuole regalare un altro 7/10% all'IdV, nonchè fare un favore all'Udc,si accomodi.

Secondo, ma che c'azzecca PD con Udc? Già mi girano per la Binetti, Letta e Rutelli, figuriamoci se mi devo alleare con 'sti qua.
Tanto alle nazionali la storia cambia, ha voglia l'Udc a voler diventare l'ago della bilancia...
Anonymous - Mar Feb 24, 22:05:00
Oggetto:
gentaglia c'è dappertutto, se è per questo. Non esiste solo Cuffaro e tra qui e le politiche c'è tanto di quel tempo che può succedere di tutto
Anonymous - Mar Feb 24, 22:08:25
Oggetto:
Citazione:
Testamento biologico, Franceschini: «Linea comune del Pd»
La linea c'è, ferma su molti punti. Soprattutto su uno: respingere il testo della maggioranza sul testamento biologico. «C'è unanime convinzione che l'impianto del testo base della maggioranza sul testamento biologico sia da respingere». Il segretario del Pd, Dario Franceschini, spiega così la posizione del partito al termine della riunione a Palazzo Madama con i componenti del Pd in Commissione Sanità.

«L'emendamento del Pd è largamente condiviso ed è stato firmato da otto senatori su dieci». Lo riassume il segretario del Partito democratico, Dario Franceschini, che ha lasciato la riunione dei membri democratici della commissione Sanità al Senato riuniti sul testamento biologico. Franceschini ribadisce poi che al di la della posizione prevalente nel Pd, c'è «il massimo rispetto» delle posizioni differenti.

«Noi in questi mesi abbiamo fatto una lunga discussione sul testamento biologico e partendo da posizioni diverse, grazie ad un lavoro positivo, siamo arrivati ad una posizione largamente prevalente che ci vede uniti su 14 punti su 15. Questa posizione prevalente è stata tradotta in un emendamento che è stato firmato - conclude -da otto senatori su dieci» facenti parte della commissione Sanità a Palazzo Madama.

Il neo segretario invita infine i giornalisti «a smetterla di leggere di fronte a ogni dichiarazione su un tema così delicato e su cui uno risponde alla propria coscienza chissà quale manovra politica, non è corretto né onesto». Il segretario parla in particolare delle posizioni espresse da Francesco Rutelli sul tema dell'alimentazione e idratazione artificiale. «Ho letto sulla cronaca le posizioni che ha assunto Francesco Rutelli - dice- non fa parte della commissione ma ha espresso alcune sue posizioni che vanno assolutamente fino in fondo rispettate perché hanno totale legittimità».

Ma pochi minuti dopo l'intervento di Franceschini, arriva la netta presa di posizione dell'onorevole Paola Binetti: «Nel Pd c'è la tentazione di convertire la posizione prevalente nella posizione unica. Io sostengo che il più importante dei diritti umani è la vita, mentre c'è una posizione che marginalizza questo perché riesce a riportare come plausibile la legittimazione del suicidio assistito. Io voterò certamente a favore del testo di legge Calabrò sostenuto dal centrodestra».

Sul tema interviene anche Anna Finocchiaro, presidente dei senatori del Pd: «Su questo voglio essere chiara. Finché sarò presidente del gruppo garantirò sempre la dignità e la libertà di espressione delle posizioni anche diverse di tutti i senatori, come è normale che accada in un grande partito». Ai giornalisti che gli chiedono delle divisioni interne, Finocchiaro replica così: «Se qualcuno cominciasse a occuparsi delle divisioni del centrodestra forse sarebbe più interessante che occuparsi invece delle divisioni chirurgiche del centrosinistra».

24 febbraio 2009


Invece di svagare la Finocchiaro, per riguadagnare un minimo di credibilità (su una vicenda politica tanto complessa e lacerante) dovrebbe proporre l'ESPULSIONE immediata della Binetti, la quale non soltanto non voterà il documento del suo partito, ma addirittura andrà a votare quello della destra..
Cilico rules...
Bruna - Mer Feb 25, 07:28:03
Oggetto:
Citazione:

Paola Binetti: «Nel Pd c'è la tentazione di convertire la posizione prevalente nella posizione unica. Io sostengo che il più importante dei diritti umani è la vita, mentre c'è una posizione che marginalizza questo perché riesce a riportare come plausibile la legittimazione del suicidio assistito. Io voterò certamente a favore del testo di legge Calabrò sostenuto dal centrodestra».


Citazione:

Invece di svagare la Finocchiaro, per riguadagnare un minimo di credibilità (su una vicenda politica tanto complessa e lacerante) dovrebbe proporre l'ESPULSIONE immediata della Binetti, la quale non soltanto non voterà il documento del suo partito, ma addirittura andrà a votare quello della destra..
Cilico rules...


Ecco, appunto MAX! Premesso che mi pare che Franceschini sia partito col piede giusto (voglio smetterla di fare la disfattista) e spezzare "un'arancia", come dice madame, in favore del neosegretario Mr. Green , stiamo a vedere se avrà il coraggio di espellere la cilicio binetti, chè mò c'ha proprio rotto li c.....!!!
Che se ne andasse da casini, quello è il suo posto....! Evil or Very Mad
Bruna - Mer Feb 25, 07:39:06
Oggetto:
fotogian ha scritto:
gentaglia c'è dappertutto, se è per questo. Non esiste solo Cuffaro e tra qui e le politiche c'è tanto di quel tempo che può succedere di tutto




No, fotogian...mi dispiace! Tralasciando i "chiacchierati" Cool , quelli condannati per concorso esterno e/o favoreggiamento ai mafiosi si contano...e spiccano nel mucchio!

Poi, se per te non è così importante (e non voglio crederci!), è un'altra storia...ma per altri, tantissimi altri, non è così, credimi! Rolling Eyes
M.me de Stael - Mer Feb 25, 08:17:51
Oggetto:
Bruna ha scritto:


Ecco, appunto MAX! Premesso che mi pare che Franceschini sia partito col piede giusto (voglio smetterla di fare la disfattista) e spezzare "un'arancia", come dice madame, in favore del neosegretario Mr. Green , stiamo a vedere se avrà il coraggio di espellere la cilicio binetti, chè mò c'ha proprio rotto li c.....!!!
Che se ne andasse da casini, quello è il suo posto....! Evil or Very Mad


Onorevole collega forumista *macciao brune' Mr. Green *

temo che qui ci possiamo pure fare un tir di spremute Neutral ché l'allontanamento o l'utilizzo della ga-binetti nei casini resti pura fanta(in tema arancia)scienza. Tecnicamente parlando 'sta qua non è colpevole: è stata introdotta ( Twisted Evil ) nel pd in perfetta armonia con gli intenti di questo, serviva un'esorcista. Non è che il nuovo segretario possa mutare il dna di 'sta congregazione, per lo meno non ora. E non la si può certo tacciare d'indegnità, d'infedeltà verso il partito. Semmai si riuscirà ad arrivare a un congresso pd, sarà in questa sede che si potrà cambiargli le mutande.
Bruna - Mer Feb 25, 08:43:38
Oggetto:
M.me de Stael ha scritto:
Bruna ha scritto:


Ecco, appunto MAX! Premesso che mi pare che Franceschini sia partito col piede giusto (voglio smetterla di fare la disfattista) e spezzare "un'arancia", come dice madame, in favore del neosegretario Mr. Green , stiamo a vedere se avrà il coraggio di espellere la cilicio binetti, chè mò c'ha proprio rotto li c.....!!!
Che se ne andasse da casini, quello è il suo posto....! Evil or Very Mad


Onorevole collega forumista *macciao brune' Mr. Green *

temo che qui ci possiamo pure fare un tir di spremute Neutral ché l'allontanamento o l'utilizzo della ga-binetti nei casini resti pura fanta(in tema arancia)scienza. Tecnicamente parlando 'sta qua non è colpevole: è stata introdotta ( Twisted Evil ) nel pd in perfetta armonia con gli intenti di questo, serviva un'esorcista. Non è che il nuovo segretario possa mutare il dna di 'sta congregazione, per lo meno non ora. E non la si può certo tacciare d'indegnità, d'infedeltà verso il partito. Semmai si riuscirà ad arrivare a un congresso pd, sarà in questa sede che si potrà cambiargli le mutande.



Macciao a te, Signora!!! Mr. Green

Sulla questione cilicio binetti che vota col pdl:

1) Franceschini la caccia (ovviamente con le opportune procedure che lo statuto prevede)e dimostra che c'è realmente la volontà di tenere una linea il più possibile condivisa nel partito;
2)Franceschini se la tiene e dimostra che non è cambiato niente e che gli annunci erano solo annunci, appunto.

Non è che la cilicio ha fatto come er cicoria che ha presentato una mozione terza, ma che comunque, furbescamente, lascia spazio ad una inerpretazione diversa... Rolling Eyes la ga-binetti vota il testo del PDL e, pertanto, si pone FUORI da un mero contesto di diversa posizione sul tema. Per rendere accettabile tale posizione, opposta alla linea PD, avrebbe dovuto avere la furbizia, quantomeno, di presentare una PROPRIA MOZIONE, che l'avrebbe in qualche modo giustificata.
Così facendo, ripeto, si pone nettamente contro... e se il pd non è un'accozzaglia di ipocriti e fa politica per davvero, l'unica cosa che deve fare è SBATTERLA IMMEDIATAMENTE FUORI dal partito! Evil or Very Mad
gianbi - Mer Feb 25, 11:09:23
Oggetto:
Bruna ha scritto:
..e se il pd non è un'accozzaglia di ipocriti e fa politica per davvero, l'unica cosa che deve fare è SBATTERLA IMMEDIATAMENTE FUORI dal partito! Evil or Very Mad


Figurati. Da quando il piddì fa politica per davvero (l'ipocrisia la considero scontata)?
Pensi che sbattono fuori la binetti e si mettono contro l'elettorato moderato, dei futuri amici dell'udc? Sono contro, ma anche a favore. Dipende dai giorni e dalle persone, e da cosa dice il lanciatore di molotov.
Se non hanno sbattuto fuori dei delinquenti come bassolino, iervolino, cosentino (finiscono tutti in .ino), pensi che mandano via 'sta suora mancata?
Cambiare tutto per non cambiare niente. Anche perchè altrimenti silvio si arrabbia.
Anonymous - Mer Feb 25, 11:16:33
Oggetto:
Bruna, per adesso nessuno si allea, se non eventualmente a livello locale. E a prescindere dall'interesse (o disinteresse) personale per le vicende di tizio o caio, quel che conta è la volontà di due partiti di allearsi e le buone ragioni per farlo

Non basta certamente la presenza in un partito di un condannato per decidere il da farsi, nè decideranno qualcosa prima della fine della legislatura. E entro quella data probabilmente avremo una sentenza definitiva su Cuffaro

In un anno di legislatura c'è già stato un caso di un deputato (un calabrese eletto nella Lega...) assolto in secondo grado, con un certo imbarazzo di tanti che hanno evitato di parlarne

Se poi vogliamo fare considerazioni di tipo morale o di opportunità politica, secondo me non servono le condanne per decidere le alleanze, ma i criteri da usare possono essere i + diversi

Forse alcuni politici che ottengono moltissimi voti in zone d'Italia dove la criminalità organizzata conta, e molto, sono + pericolosi e sospetti di chi finisce in tribunale

E chiunque, guardando certi problemi, potrebbe diffidare di chi non li ha mai risolti, con la certezza che il giudizio espresso su un certo politico non può essere cancellato da un altro tribunale o dalla cassazione

O che dire di chi, per inseguire una propria idea o per impedire che vengano a galla i disastri e le inefficienze di qualche suo politico, impedisce di fare leggi ambiziose o impedisce ad altri di affrontare un certo problema nel modo che ritiene + opportuno?

E dunque le alleanze potrebbero semplicemente diventare impossibili

Io resto legato al mondo in cui si criticava Andreotti per quello che faceva o non faceva, non perchè si presumeva fosse un delinquente e credo sia meglio così, perchè se ci appelliamo ai crimini veri o presunti, non solo rischiamo di trovarci a sputare veleno su qualcuno che magari finisce assolto, ma significa, soprattutto, che non abbiamo argomenti + interessanti per giustificare un'opinione su un'alleanza eventuale che interessa tanta gente e non solo alcuni personaggi che in futuro potrebbero andarsene in un altro partito
geppo - Mer Feb 25, 11:58:10
Oggetto:
fotogian ha scritto:
Bruna, per adesso nessuno si allea, se non eventualmente a livello locale. E a prescindere dall'interesse (o disinteresse) personale per le vicende di tizio o caio, quel che conta è la volontà di due partiti di allearsi e le buone ragioni per farlo

Non basta certamente la presenza in un partito di un condannato per decidere il da farsi, nè decideranno qualcosa prima della fine della legislatura. E entro quella data probabilmente avremo una sentenza definitiva su Cuffaro

In un anno di legislatura c'è già stato un caso di un deputato (un calabrese eletto nella Lega...) assolto in secondo grado, con un certo imbarazzo di tanti che hanno evitato di parlarne

Se poi vogliamo fare considerazioni di tipo morale o di opportunità politica, secondo me non servono le condanne per decidere le alleanze, ma i criteri da usare possono essere i + diversi

Forse alcuni politici che ottengono moltissimi voti in zone d'Italia dove la criminalità organizzata conta, e molto, sono + pericolosi e sospetti di chi finisce in tribunale

E chiunque, guardando certi problemi, potrebbe diffidare di chi non li ha mai risolti, con la certezza che il giudizio espresso su un certo politico non può essere cancellato da un altro tribunale o dalla cassazione

O che dire di chi, per inseguire una propria idea o per impedire che vengano a galla i disastri e le inefficienze di qualche suo politico, impedisce di fare leggi ambiziose o impedisce ad altri di affrontare un certo problema nel modo che ritiene + opportuno?

E dunque le alleanze potrebbero semplicemente diventare impossibili

Io resto legato al mondo in cui si criticava Andreotti per quello che faceva o non faceva, non perchè si presumeva fosse un delinquente e credo sia meglio così, perchè se ci appelliamo ai crimini veri o presunti, non solo rischiamo di trovarci a sputare veleno su qualcuno che magari finisce assolto, ma significa, soprattutto, che non abbiamo argomenti + interessanti per giustificare un'opinione su un'alleanza eventuale che interessa tanta gente e non solo alcuni personaggi che in futuro potrebbero andarsene in un altro partito


Shocked Shocked Shocked Riascoltarti il discorso di Paolo Borsellino sulle responsabilità penali e responsabilità politiche, ti potrebbe essere utile!!!
M.me de Stael - Mer Feb 25, 12:12:48
Oggetto:
geppo ha scritto:
fotogian ha scritto:


bla


Shocked Shocked Shocked Riascoltarti il discorso di Paolo Borsellino sulle responsabilità penali e responsabilità politiche, ti potrebbe essere utile!!!


e rimembra che a Rita Borsellino in Sicilia si preferì la finocchiona che, trombata come facilmente prevedibile, fottendosene del governatorato d'opposizione, preferì (colei che solo a me par ipocrita?) porre le membra sulla sedia parlamentare.
Anonymous - Mer Feb 25, 12:18:13
Oggetto:
Rita Borsellino -che spero non fosse di destra come il fratello- è stata sconfitta una volta e di solito non si candida chi è già stato sconfitto... ma forse il fatto di essere di destra spiega perchè ha fatto meglio della Finocchiaro

ma poi non capisco proprio cosa c'entri con quel che ho scritto io, nè capisco cosa c'entri un magistrato che per me non è un modello con certe considerazioni sull'opportunità politica di un'alleanza o sulla libertà di ciascun partito di decidere un'eventuale alleanza con qualcuno sulla base dei criteri che ritiene + opportuni

aveva le sue idee rispettabili come sono rispettabili quelle di altri, ma questo non implica nulla
M.me de Stael - Mer Feb 25, 12:38:43
Oggetto:
fotogian ha scritto:
Rita Borsellino -che spero non fosse di destra come il fratello- è stata sconfitta una volta e di solito non si candida chi è già stato sconfitto... ma forse il fatto di essere di destra spiega perchè ha fatto meglio della Finocchiaro

ma poi non capisco proprio cosa c'entri con quel che ho scritto io, nè capisco cosa c'entri un magistrato che per me non è un modello con certe considerazioni sull'opportunità politica di un'alleanza o sulla libertà di ciascun partito di decidere un'eventuale alleanza con qualcuno sulla base dei criteri che ritiene + opportuni

aveva le sue idee rispettabili come sono rispettabili quelle di altri, ma questo non implica nulla



Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Edit Mode on/off emoticon
Anonymous - Mer Feb 25, 14:56:47
Oggetto:
Bruna ha scritto:
M.me de Stael ha scritto:
Bruna ha scritto:


Ecco, appunto MAX! Premesso che mi pare che Franceschini sia partito col piede giusto (voglio smetterla di fare la disfattista) e spezzare "un'arancia", come dice madame, in favore del neosegretario Mr. Green , stiamo a vedere se avrà il coraggio di espellere la cilicio binetti, chè mò c'ha proprio rotto li c.....!!!
Che se ne andasse da casini, quello è il suo posto....! Evil or Very Mad


Onorevole collega forumista *macciao brune' Mr. Green *

temo che qui ci possiamo pure fare un tir di spremute Neutral ché l'allontanamento o l'utilizzo della ga-binetti nei casini resti pura fanta(in tema arancia)scienza. Tecnicamente parlando 'sta qua non è colpevole: è stata introdotta ( Twisted Evil ) nel pd in perfetta armonia con gli intenti di questo, serviva un'esorcista. Non è che il nuovo segretario possa mutare il dna di 'sta congregazione, per lo meno non ora. E non la si può certo tacciare d'indegnità, d'infedeltà verso il partito. Semmai si riuscirà ad arrivare a un congresso pd, sarà in questa sede che si potrà cambiargli le mutande.



Macciao a te, Signora!!! Mr. Green

Sulla questione cilicio binetti che vota col pdl:

1) Franceschini la caccia (ovviamente con le opportune procedure che lo statuto prevede)e dimostra che c'è realmente la volontà di tenere una linea il più possibile condivisa nel partito;
2)Franceschini se la tiene e dimostra che non è cambiato niente e che gli annunci erano solo annunci, appunto.

Non è che la cilicio ha fatto come er cicoria che ha presentato una mozione terza, ma che comunque, furbescamente, lascia spazio ad una inerpretazione diversa... Rolling Eyes la ga-binetti vota il testo del PDL e, pertanto, si pone FUORI da un mero contesto di diversa posizione sul tema. Per rendere accettabile tale posizione, opposta alla linea PD, avrebbe dovuto avere la furbizia, quantomeno, di presentare una PROPRIA MOZIONE, che l'avrebbe in qualche modo giustificata.
Così facendo, ripeto, si pone nettamente contro... e se il pd non è un'accozzaglia di ipocriti e fa politica per davvero, l'unica cosa che deve fare è SBATTERLA IMMEDIATAMENTE FUORI dal partito! Evil or Very Mad


Sai, l'unica verità sul PD, aldilà delle arrampicate sugli specchi: un mese fa Villari è stato cacciato dal PD, perchè non ha eseguito gli ordini di bottega, concordati con la destra.
Oggi la Binetti può stare tranquilla e votare liberamente il testo della destra esattamente come fece quasi cadere il governo sulla questione delle norme anti-omofobia. Invece di essere cacciata, le venne stata data in premio una ricandidatura.

A me sembra siamo alla fantascienza: va bene che rappresenta l'Opus Dei (quindi è intoccabile e pure a toccallà ce vo n' coraggio.. Mr. Green ) ma c'è ancora chi crede alla favoletta che Turigliatto e Rossi hanbno fatto cadere il governo Prodi -scusa con cui il grande Walter ha scelto di chiudere le porte alla Sinistra..- dimenticando che un mese prima la Binetti c'era quasi riuscita... DA SOLA..

Ora, come diceva Bruna: può presentare un testo alternativo, può astenersi ma addirittura VOTARE IL TESTO DELLA DESTRA è un atto persino peggiore di quello di Villari eletto che non vuole dimettersi... eppure no... la Binetti resta dov'è e state tranquilli che Franceschini tutto vuole, tranne iniziare una guerra con Rutelli..
zemmuonne - Mer Feb 25, 18:22:14
Oggetto:
fotogian ha scritto:
gentaglia c'è dappertutto, se è per questo. Non esiste solo Cuffaro e tra qui e le politiche c'è tanto di quel tempo che può succedere di tutto

Mica solo x i condannati... bisogna stare ben lontani dall'udc proprio per la politica dell'udc! Ma dico, basti vedere l'atteggiamento verso questa proposta di legge sul fine vita...
zemmuonne - Mer Feb 25, 18:25:17
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Qualcuno che lo ascolti, magari?
Anonymous - Mer Feb 25, 18:31:44
Oggetto:
zemmuonne ha scritto:

Mica solo x i condannati... bisogna stare ben lontani dall'udc proprio per la politica dell'udc! Ma dico, basti vedere l'atteggiamento verso questa proposta di legge sul fine vita...


quelli sono argomenti sui quali, se c'è libertà di scelta, tutti si dividono e semmai il vero problema è se il PDL fa una legge destinata a soddisfare la componente di CL (Formigoni e Lupi) e gli atteggiamenti arroganti (Sacconi) magari in compagnia dell'UDC, oppure se fare una + liberale con l'UDC, mettendo in difficoltà le componenti peggiori della destra

i temi però + importanti sono altri e il rischio è sempre il solito: che certi leggi siano strumenti per allontanare l'attenzione da altri temi
zemmuonne - Mer Feb 25, 18:35:37
Oggetto:
fotogian ha scritto:
zemmuonne ha scritto:

Mica solo x i condannati... bisogna stare ben lontani dall'udc proprio per la politica dell'udc! Ma dico, basti vedere l'atteggiamento verso questa proposta di legge sul fine vita...


quelli sono argomenti sui quali, se c'è libertà di scelta, tutti si dividono e semmai il vero problema è se il PDL fa una legge destinata a soddisfare la componente di CL (Formigoni e Lupi) e gli atteggiamenti arroganti (Sacconi) magari in compagnia dell'UDC, oppure se fare una + liberale con l'UDC, mettendo in difficoltà le componenti peggiori della destra

i temi però + importanti sono altri e il rischio è sempre il solito: che certi leggi siano strumenti per allontanare l'attenzione da altri temi

Leggi l'intervista da me linkata sopra...
Anonymous - Mer Feb 25, 19:13:01
Oggetto:
ci sono alcune cose vere e altre per nulla

anzitutto l'idea di mettere le quote specie per le europee è pericolosa. Nei primi tempi del governo Prodi per un pò s'è parlato delle questioni generazionali. Interessante, ma che senso ha fare un governo e poi dire subito dopo che dovrebbe essere diverso? Sembrava + un modo per delegittimare il governo, con i giornali di destra come sponsor

non si sostituisce a un gruppo dirigente che si autolegittima, ma è fatto di vecchi, uno che si autolegittima ma è fatto di giocani o peggio ancora un gruppo dirigenziale nel quale i posti vengono divisi tra giovani e vecchi, uomini e donne, cattolici e non cattolici ecc. secondo schemi decisi a tavolino. Questa mi pare una follia

poi il parlamento europeo, che già di per sè conta poco, è quanto + lontano dalla gente che vota. E quindi se vogliamo far ammuffire un pò di giovani è bene mandarli a Bruxelles. Sarebbe meglio candidarli ale amministrative perchè è lì che si prendono i voti, come insegna la Lega

E se li candidi e questi fanno una magra figura, perchè l'elettore non conosce tizio o caio e dà la preferenza ai nomi noti, poi li bruci senza dare la possibilità di far vedere cosa valgono

Poi non è vero che non si sia parlato di economia facendo un favore a Berlusconi, mentre è vero che s'è deciso di parlare di ciò che i mass media decidevano di mettere in prima pagina
Non mi sembra che ci sia la fila per parlare di questi argomenti... di cui si deve parlare non solo in tv ma anche e soprattutto altrove. Non basta dire che Tremonti fa pietà, occorre andare a spiegarlo ai lavoratori e agli imprenditori che vivono esperienze diverse e ai quali interessa poco di questioni generali, ma molto di + di faccende del loro settore

E se parli di conflitto di interessi poi non c'è molto spazio per altri argomenti, specie se poi devi dividere il poco tempo televisivo con altri partiti d'opposizione.

Il resto è condivisibile, ma occorre partire dal basso, non infilarsi in un muso come il Parlamento europeo. Occorre gente che vada a prendersi i voti a Firenze come nei piccoli comuni e faccia vedere di cosa è capace, capisca i problemi concreti dei cittadini per avere + credibilità e + conoscenze pratiche da usare in futuro in Parlamento

Anche perchè non si governa l'Italia solo da P.Chigi e fino al 2013 non c'è trippa per gatti, quindi sgomitare non serve se non a procurare lividi a qualcuno
Anonymous - Mer Feb 25, 21:24:58
Oggetto:
Divisioni nel Pdl. E' un fatto che le firme dei 53 parlamenti del Pdl che chiedono "di avvicinare l'articolato alle intenzioni di chi ha affermato di volere una legge pro vita", aprano un fronte di dissidenza esplicita anche nella maggioranza. Sulla scia del dissenso già espresso da Beppe Pisanu. Non a caso oggi è andato in scena un vertice tra Gianni letta, la sottosegretaria al Welfare Eugenia Roccella, il vicepresidente dei senatori Pdl Gaetano Quagliariello e Calabrò. "Non ci sono verifiche ma soltanto un normale e fisiologico riunirsi a discutere'' minimizza Maurizio Gasparri. Sarà, ma intanto il senatore del Pdl Antonio Paravia annuncia: "Non voto il ddl calabrò". Mentre Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori liberali avverte: "In quel testo troppe contraddizioni".

come volevasi dimostrare
gianbi - Mer Feb 25, 21:43:31
Oggetto:
fotogian ha scritto:
Divisioni nel Pdl. E' un fatto che le firme dei 53 parlamenti del Pdl che chiedono "di avvicinare l'articolato alle intenzioni di chi ha affermato di volere una legge pro vita", aprano un fronte di dissidenza esplicita anche nella maggioranza. Sulla scia del dissenso già espresso da Beppe Pisanu. Non a caso oggi è andato in scena un vertice tra Gianni letta, la sottosegretaria al Welfare Eugenia Roccella, il vicepresidente dei senatori Pdl Gaetano Quagliariello e Calabrò. "Non ci sono verifiche ma soltanto un normale e fisiologico riunirsi a discutere'' minimizza Maurizio Gasparri. Sarà, ma intanto il senatore del Pdl Antonio Paravia annuncia: "Non voto il ddl calabrò". Mentre Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori liberali avverte: "In quel testo troppe contraddizioni".

come volevasi dimostrare


Divisioni nel PDL? Non credo proprio. Basta un richiamo all'ordine di silvio, e tornano tutti compatti. Mica sono come nel piddì. Non contare su questo fumo negli occhi.
Anonymous - Mer Feb 25, 21:54:24
Oggetto:
sì, poi quando si trova il sondino in bocca e i suoi che lo tengono in vita fino a 200 anni perchè non sanno con chi sostituirlo, si ricrede... e la paura è venuta -guarda caso- al non giovanissimo Pisanu
Bruna - Gio Feb 26, 07:12:34
Oggetto:
gianbi ha scritto:
fotogian ha scritto:
Divisioni nel Pdl. E' un fatto che le firme dei 53 parlamenti del Pdl che chiedono "di avvicinare l'articolato alle intenzioni di chi ha affermato di volere una legge pro vita", aprano un fronte di dissidenza esplicita anche nella maggioranza. Sulla scia del dissenso già espresso da Beppe Pisanu. Non a caso oggi è andato in scena un vertice tra Gianni letta, la sottosegretaria al Welfare Eugenia Roccella, il vicepresidente dei senatori Pdl Gaetano Quagliariello e Calabrò. "Non ci sono verifiche ma soltanto un normale e fisiologico riunirsi a discutere'' minimizza Maurizio Gasparri. Sarà, ma intanto il senatore del Pdl Antonio Paravia annuncia: "Non voto il ddl calabrò". Mentre Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori liberali avverte: "In quel testo troppe contraddizioni".

come volevasi dimostrare


Divisioni nel PDL? Non credo proprio. Basta un richiamo all'ordine di silvio, e tornano tutti compatti. Mica sono come nel piddì. Non contare su questo fumo negli occhi.


A parte Benedetto Della Vedova che è iscritto ai radicali transnazionali, non credo che la posizione di dissenso espressa dai 53 sia negoziabile all'interno della maggioranza. Proprio perchè il tema riguarda l'espressione più alta della volontà di 60 milioni d'italiani, compresi tutti quelli che siedono nei palazzi, e cioè il decidere della propria vita e della propria morte (chiamarla fine-vita è un'ipocrisia, chè la parola morte spaventa!)... Twisted Evil

@ fotogian...un appunto sulla cilicio binetti, da te collocata nei moderati. Questa è una fanatica integralista, che si è autoinferta il supplizio del cilicio per anni (dal che definirla anche folle è poco)...e magari nel chiuso di una stanza si autoflagellava e poi andava ad esercitare la professione di neuropsichiatra infantile (poveri bambini che son passati sotto stà tizia)... Exclamation

Per cui, se il PD si tiene la schizzata, vuol dire che se la merita e meriterà anche qualche altro punto percentuale di crollo ulteriore del consenso.
Che si decidano una buona volta se vogliono essere sinistra o continuare a giocare su più fronti con il rischio della definitiva estinzione (Bertinotti docet) Rolling Eyes
Anonymous - Gio Feb 26, 12:03:33
Oggetto:
davvero ho definito moderata la Binetti? e dove?

usa il cilicio? poveretta... a me terrorizzano pure le supposte, ma non vedo come l'amore o l'odio per la sofferenza c'entri con le scelte del PD che non è una caserma, per fortuna

e che un partito espella qualcuno su questioni dove di solito c'è libertà di coscienza mi pare un pochino esagerato. Anche perchè se si facesse una cosa del genere non si potrebbe criticare chi blinda il voto dei suoi parlamentari, cosa che non accade neanche nel PDL dove Pisanu e altri hanno detto no
Bruna - Gio Feb 26, 19:51:29
Oggetto:
Ritiro il beneficio del dubbio concesso a Franceschini!!!!

"Sul testamento biologico il PD lascia libertà di coscienza".Skytg24

A Franceschiello, ma vaff va! Evil or Very Mad

Intanto, basta chiamare questa porcheria testamento biologico, che niente ha a che fare con il testamento biologico, ma è violenza privata estesa a 60 milioni di italiani.
L'unica cosa che mi consola (fino al referendum abrogativo) è che, nel frattempo, qualcosa potrebbe accadere a qualcuno che mette la manaccia per votare il testo calabrò-vaticano.... Cool
Anonymous - Gio Feb 26, 20:00:51
Oggetto:
che si conceda la libertà di coscienza in questi temi mi pare ovvio, dai

l'effetto sarà un aumento dei suicidi e degli omicidi mascherati... ops mi si è piegato il tubicino e l'ossigeno non è entrato i polmoni

ma basta non spiegarlo alla chiesa che non ama i suicidi nè alla magistratura
Bruna - Gio Feb 26, 20:35:00
Oggetto:
fotogian ha scritto:
che si conceda la libertà di coscienza in questi temi mi pare ovvio, dai


Si, ma non la libertà di coscienza di annullare la mia libertà... Evil or Very Mad
Anonymous - Gio Feb 26, 20:37:03
Oggetto:
infatti sarebbe meglio non fare alcuna legge o a fare una legge diversa, ma la libertà di coscienza è una cosa diversa e non è in ogni caso obbligando i parlamentari del PD a votare in un certo modo che si risolve il problema. Si crea solo una situazione assai antipatica
Bruna - Gio Feb 26, 20:56:42
Oggetto:
fotogian ha scritto:
infatti sarebbe meglio non fare alcuna legge o a fare una legge diversa, ma la libertà di coscienza è una cosa diversa e non è in ogni caso obbligando i parlamentari del PD a votare in un certo modo che si risolve il problema. Si crea solo una situazione assai antipatica




Basterebbe forse (e parlo per tutti, non solo per il PD) semplicemente lasciare libertà di scelta a ciascuno?

Ultime dai palazzi dei politicanti: Richiesta bipartisan di rinvio della discussione del testo calabrò a dopo le elezioni europee....motivazione? Rischia di spaccare l'opinione pubblica e di disturbare le manovre (e, aggiungo io, di mandare a picco il PD)... Cool


IPOCRITI! E STUPIDI....chè Bocchino (Bocchino, ahò!)ha già risposto picche... Evil or Very Mad
Anonymous - Ven Feb 27, 11:54:59
Oggetto:
basterebbe. E infatti i mal di pancia di Pisanu e altri sono un segnale

si cerca di andare dopo le elezioni perchè non si trasformil il tema in un argomento su cui si fa la campagna, cosa che favorirebbe -credo- Casini
Anonymous - Ven Feb 27, 12:22:25
Oggetto:
Bruna ha scritto:


Basterebbe forse (e parlo per tutti, non solo per il PD) semplicemente lasciare libertà di scelta a ciascuno?

Ultime dai palazzi dei politicanti: Richiesta bipartisan di rinvio della discussione del testo calabrò a dopo le elezioni europee....motivazione? Rischia di spaccare l'opinione pubblica e di disturbare le manovre (e, aggiungo io, di mandare a picco il PD)... Cool


IPOCRITI! E STUPIDI....chè Bocchino (Bocchino, ahò!)ha già risposto picche... Evil or Very Mad


A questo punto l'Italia ha un bisogno abbastanza urgente della legge, visto anche il rischio che Beppino Englaro finisca in tribunale per omicidio volontario..

Io dico solo che in un partito politico serio la libertà di scelta NON e' libertà di votare per il documento dell'altra parte.
Chi lo fa va cacciato senza possibilità di appello.
E francamente mi auguro che i laici del PD firmino una petizione per la cacciata della Binetti, perchè la sua presenza è a dir poco imbarazzante
Bruna - Sab Feb 28, 08:02:12
Oggetto:
max ha scritto:
Bruna ha scritto:


Basterebbe forse (e parlo per tutti, non solo per il PD) semplicemente lasciare libertà di scelta a ciascuno?

Ultime dai palazzi dei politicanti: Richiesta bipartisan di rinvio della discussione del testo calabrò a dopo le elezioni europee....motivazione? Rischia di spaccare l'opinione pubblica e di disturbare le manovre (e, aggiungo io, di mandare a picco il PD)... Cool


IPOCRITI! E STUPIDI....chè Bocchino (Bocchino, ahò!)ha già risposto picche... Evil or Very Mad


A questo punto l'Italia ha un bisogno abbastanza urgente della legge, visto anche il rischio che Beppino Englaro finisca in tribunale per omicidio volontario..

Io dico solo che in un partito politico serio la libertà di scelta NON e' libertà di votare per il documento dell'altra parte.
Chi lo fa va cacciato senza possibilità di appello.
E francamente mi auguro che i laici del PD firmino una petizione per la cacciata della Binetti, perchè la sua presenza è a dir poco imbarazzante



Caro max, sai che su questo punto siamo asolutamente d'accordo! Ma ci sono retroscena che fanno sorgere un legittimo sospetto, e cioè che le loro sporche coscienze le useranno per giocarsi la nostra libertà e la nostra vita. E questo è inaccettabile. Evil or Very Mad (leggi il mx di Sacconi al PD)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!



PS.Sto preparando una mail che invierò a tutti i parlamentari. Il testo è sintetico: "Se approverai una legge che mi obbliga, contro la mia volontà, a subire la tortura di un tubo in gola e/o di un sondino nello stomaco, per decenni, il mio augurio è che tu possa essere il/la primo/a a sperimentarla".
Distinti saluti.
Firma
Anonymous - Sab Feb 28, 23:23:06
Oggetto:
digli anche che agevoleranno suicidi e omicidi. Se uno ha la SLA e sa che a un certo pnto sarà costretto a vivere controvoglia e soffrendo spera ci sia nei dintorni un ponte abbastanza alto... oppure chiede ai parenti di staccare la luce quando il respiratore entra in funzione
Anonymous - Dom Mar 01, 16:29:36
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Albo - Dom Mar 01, 16:40:49
Oggetto:
gesù un'altro che non vuole nominare berlusconi ghghghg

vinceranno sicuramente!
Anonymous - Dom Mar 01, 16:52:00
Oggetto:
o sono tutti stupidi oppure hanno capito (e qualche sondaggista gliel'ha spiegato) che non è questo il modo migliore per ottenere consenso
gianbi - Dom Mar 01, 16:53:21
Oggetto:
Mi pare di ricordare l'aspirante topogigio in un video di ricca, con tanto di scorta, che glissava sulla domande di piero, come nelle migliori tradizioni dei baffetti e dei fassini.
Questo qua è il tipico prodotto del vivaio piddino, un colaninno jr clone per intenderci.
Basta leggere:

Qual è la prima proposta che farà al nuovo segretario?
"Un esperimento. Proviamo per due mesi a non rispondere a nessuna delle provocazioni di Berlusconi e a parlare di un solo tema, uno solo, la crisi economica"


Povero imbecille. Come se esistesse soltanto la crisi economica. Invece di affrontare silvio a viso aperto sui problemi a 360 gradi del paese si nascondono, hanno paura anche della loro ombra. Altro che non rispondere alle provocazioni.
Per me silvio ringrazia ogni mattina l'esistenza del piddì. Se non ci fosse dovrebbe inventarlo. Questa è l'opposizione che qualunque maggioranza sogna.
Roberto - Dom Mar 01, 17:23:42
Oggetto:
fotogian ha scritto:
o sono tutti stupidi oppure hanno capito (e qualche sondaggista gliel'ha spiegato) che non è questo il modo migliore per ottenere consenso


Certo, bisogna rassicurare...rassicurare...cosa mi ricorda?

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Anonymous - Dom Mar 01, 17:32:22
Oggetto:
anch'io penso che occorre parlare della crisi economica. Nel precedente quinquennio di Berlusconi s'è fatto e non s'è mai perso, anzi. E nel frattempo Berlusconi non ha aumentato i propri consensi, mentre il cdx in genere ha visto prevalere le opinioni della Lega

E parlare della crisi -che poi vuol dire andare a parlarne città per città e non solo in tv- non è certo rassicurare, anzi

Poi sarebbe bello che chi vuol parlare solo di Berlusconi lo faccia e si misuri con il voto. Vale per Ricca e gli altri, Travaglio compresi
gianbi - Dom Mar 01, 17:33:09
Oggetto:
fotogian ha scritto:
o sono tutti stupidi oppure hanno capito (e qualche sondaggista gliel'ha spiegato) che non è questo il modo migliore per ottenere consenso


Non serve rassicurare o l'opinione di qualche sondaggista da 4 soldi.
Serve opposizione. Serve sporcarsi le mani e combattere il nemico, come qualunque opposizione degna di tal nome dovrebbe farla.
Al cittadino non importa nulla di essere rassicurato, se poi continua imperterrito a prenderlo nel ****.
Ad ogni modo, dopo che il piddì ci avrà rassicurato (su che cosa poi, non si sa), che cosa cambierebbe?
Roberto - Dom Mar 01, 17:35:08
Oggetto:
Fotogian. ma è così difficile da capire?

Prima (nonostante il potere dei suoi media) devi tentare e riuscire nel distruggergli la reputazione e quell'aureola da finto "padre della patria" che si è costruito sulle menzogne e sulle reticenze della sinistra...dopodichè avanzi le tue proposte.
Finchè hai gentaglia come Gasparri, Bocchino, Lupi e compagnia bella che ti sputano in faccia qualsiasi cosa dici non vincerai mai un cazzo, devi tentare la lotta ad armi pari, a toni pari!

Sempre con quest'area di finta superiorità salottiera...è quella che non paga!
Anonymous - Dom Mar 01, 17:35:39
Oggetto:
infatti io non ho detto che occorre rassicurare nessuno, ma anzi che parlare della crisi è l'esatto contrario

il problema è: che significa in concreto fare opposizione?
Roberto - Dom Mar 01, 17:43:42
Oggetto:
fotogian ha scritto:
il problema è: che significa in concreto fare opposizione?


Rispondere a calci nei denti quando ti arriva uno schiaffo, mandare a fanculo quando si è mandati a fanculo, ironizzare su quell'idrocefalo di Gasparri quando l'idrocefalo si permette di dire una cosa del tipo: "Franceschini è un mini-segretario"...e tutti zitti, quando si poteva rispondere: "detto da chi ha un mini-cervello suona come un complimento"

Insomma, ci siamo capiti? Qui il PDL mena fendenti, e la sinistra reagisce coda nel culo e zitta, tornandosene a cuccia perchè: "noi non scendiamo a quei livelli!", non capendo che "quei livelli" è anche il livello culturale e mentale dell'italiano medio, che quindi ormai vuole la politica come show televisivo.
Coloro che di marketing ne capiscono, ovvero quelli del PDL, hanno infatti vinto un'elezione grazie alla sola pubblicità ed alle loro stronzate assortite Neutral
Anonymous - Dom Mar 01, 17:55:43
Oggetto:
Roberto Morelli ha scritto:
Fotogian. ma è così difficile da capire?

Prima (nonostante il potere dei suoi media) devi tentare e riuscire nel distruggergli la reputazione e quell'aureola da finto "padre della patria" che si è costruito sulle menzogne e sulle reticenze della sinistra...dopodichè avanzi le tue proposte.
Finchè hai gentaglia come Gasparri, Bocchino, Lupi e compagnia bella che ti sputano in faccia qualsiasi cosa dici non vincerai mai un cazzo, devi tentare la lotta ad armi pari, a toni pari!

Sempre con quest'area di finta superiorità salottiera...è quella che non paga!


quello che suggerisci è quello che hanno fatto Bertinotti e altri. Ricordi per esempio il faccia a faccia dove partecipò Diliberto? grande vittoria mediatica... e poi?

la tv poi è un mezzo che raggiunge in reatà pochi italiani e i vari Gasparri, Bocchino ecc parlano per la tv, ottenendo consenso probabilmente solo tra chi già la pensa in un certo modo

non parliamo dei giornali o dei libri che raggiungono quote ancora inferiori di italiani

la Lega è stata tenuta per molto tempo ai margini dell'informazione tv e alla fine, dopo Berlusconi che tra 2006 e 2008 non ha guadagnato voti e affossato Prodi, sono stati i soli ad aver guadagnato in modo sensibile consenso

i disastri economici di Berlusconi erano interessanti quando si temeva che avrebbero influenzato negativamente l'economia fragile, nel 2004-2005; ma quando sono arrivati Prodi e Padoa Schioppa a chiedere sacrifici per rimettere le cose a posto e impostare un futuro + decente per i conti pubblici non interessava a nessuno

moltissimi hanno interessi specifici, in base ai quali giudicano l'operato dei partiti. Interessi nella scuola, nell'industria o in tante altre faccende. Sai cosa importa a costoro delle menzogne di Berlusconi se non li riguarda di persona? l'operaio in cassa integrazione non ha nessun interesse per i conti pubblici, le menzogne di Silvio, la stampa distorta o le faccende della giustizia. Se non riesci a parlargli di quel che lo tocca da vicino non lo conquisti e lo stesso vale per tanti altri tipi di elettori
gianbi - Dom Mar 01, 18:07:45
Oggetto:
fotogian ha scritto:
Roberto Morelli ha scritto:
Fotogian. ma è così difficile da capire?

Prima (nonostante il potere dei suoi media) devi tentare e riuscire nel distruggergli la reputazione e quell'aureola da finto "padre della patria" che si è costruito sulle menzogne e sulle reticenze della sinistra...dopodichè avanzi le tue proposte.
Finchè hai gentaglia come Gasparri, Bocchino, Lupi e compagnia bella che ti sputano in faccia qualsiasi cosa dici non vincerai mai un cazzo, devi tentare la lotta ad armi pari, a toni pari!

Sempre con quest'area di finta superiorità salottiera...è quella che non paga!


quello che suggerisci è quello che hanno fatto Bertinotti e altri. Ricordi per esempio il faccia a faccia dove partecipò Diliberto? grande vittoria mediatica... e poi?

la tv poi è un mezzo che raggiunge in reatà pochi italiani e i vari Gasparri, Bocchino ecc parlano per la tv, ottenendo consenso probabilmente solo tra chi già la pensa in un certo modo

non parliamo dei giornali o dei libri che raggiungono quote ancora inferiori di italiani

la Lega è stata tenuta per molto tempo ai margini dell'informazione tv e alla fine, dopo Berlusconi che tra 2006 e 2008 non ha guadagnato voti e affossato Prodi, sono stati i soli ad aver guadagnato in modo sensibile consenso

i disastri economici di Berlusconi erano interessanti quando si temeva che avrebbero influenzato negativamente l'economia fragile, nel 2004-2005; ma quando sono arrivati Prodi e Padoa Schioppa a chiedere sacrifici per rimettere le cose a posto e impostare un futuro + decente per i conti pubblici non interessava a nessuno

moltissimi hanno interessi specifici, in base ai quali giudicano l'operato dei partiti. Interessi nella scuola, nell'industria o in tante altre faccende. Sai cosa importa a costoro delle menzogne di Berlusconi se non li riguarda di persona? l'operaio in cassa integrazione non ha nessun interesse per i conti pubblici, le menzogne di Silvio, la stampa distorta o le faccende della giustizia. Se non riesci a parlargli di quel che lo tocca da vicino non lo conquisti e lo stesso vale per tanti altri tipi di elettori


Non sono d'accordo.
Dire che "la tv poi è un mezzo che raggiunge in reatà pochi italiani" è una eresia. La Tv E' il mezzo. Punto. Altrimenti avrebbe ragione silvio a dire che la televisione non influenza il voto. Peccato che sia una verità storica riconosciuta a livello mondiale, per cui si combattono guerre ad ogni livello.
Dire poi che al sig. mario rossi, operaio, non importa nulla dei conti pubblici..beh..è una forzatura. Anche il sig. rossi sa che se i conti pubblici vanno bene, l'economia va bene e la sua fabbrica non lo lascia a casa. E l'economia va bene se anche la giustizia fa il suo corso, e se la stampa fa ciò che dovrebbe fare: rendere le notizie ai lettori.
E' tutto legato, come in natura. Se spezzi un anello va tutto a rotoli.
Tu stai proponendo un falso, ovvero intortare i cittadini perchè "Tanto sono tutti abbelinati dal grande fratello e dal calcio". E di cosa dovrebbe parlare il piddì ai cittadini comuni? Di tutto tranne che di giustizia, intercettazioni, stampa, leggi ad personam, mafia, corruzione et similia?
Oggi ho visto topogigio bis blaterare su "Assegni ai disoccupati". Bravo, buona idea. Poi ci spiega anche però dove pensa di prendere i soldi.
A raccontare frottole sono più bravi nel PDL, anche se nel piddì stanno imparando in fretta.
Anonymous - Dom Mar 01, 18:25:04
Oggetto:
guerre mi pare esagerato

la tv è guardata solo da una parte degli italiani. Basta guardare i dati d'ascolto. Poi ricordo per esempio Santoro che già molti anni fa diceva che quando si parlava di lavoro al sud, proprio al sud gli ascolti crollavano; o ricordo Lerner che ha fatto notare che quando la sua trasmissione s'è occupata di tumori nessuno l'ha vista
e forse non è un caso che Santoro faccia puntate strane come quella di giovedì, in cui ha gironzolato attorno al tema senza affrontarlo decorosamente

all'operaio interessa se la sua fabbrica lavora o no, se l'imprenditore ha intenzione di spostare la produzione in romania o in polonia, non dei conti pubblici che tra l'altro non c'entrano molto con l'andamento di una fabbrica e i licenziamenti

occorre invece parlare ai tessili del settore tessile, ai lavoratori della scuola della scuola eccetera

tu prova a parlare a uno che lavora nella sanità o in un museo dei conti pubblici... poi vedi come reagisce e senti di cosa ti parla. Io ho sempre e solo conosciuto gente che si lamenta dei tagli alla sanità senza avere se non un vago interesse per questioni generali o per il modo in cui si dovrebbero trovare i soldi per non tagliare nel suo settore

la lega l'ha capito da tempo e va a parlare a questa gente, facendo leva sulla concorrenza dei paesi dell'est, cavalcando le paure per gli extracomunitari, raccontando che le grandi imprese prendono i soldi dallo stato. Tutte cose alquanto discutibili se non proprio false, ma utilissime per prendere voti. E infatti i risultati danno ragione alla Lega

Se poi guardiamo ad esempio al voto in Sardegna troviamo che nonostante sia stata la campagna di Silvio, l'UDC ha mantenuto i suoi voti e il PD ha preso qualche 0 virgola in + di PD+Margherita 5 anni fa. E qualche giorno fa l'esperto i sondaggi di Repubblica spiegava che Silvio ha perso voti in Sardegna

assegni: non solo esiste un piccolo dibattito sull'argomento, con una proposta di riformare gli ammortizzatori sociali, ma nell'ultima edizione di lavoce.info si spiega che Tremonti ha scelto di affrontare la crisi ricorrendo all'economia sommersa. E questo è utile per capire dove prendere i soldi.

poi molto meglio se Franceschini prende l'iniziativa e costringe gli altri a parlare di quel che interessa a lui +ttosto che il contrario
Ste - Dom Mar 01, 18:36:38
Oggetto:
Oggi Ilvo Diamanti ha fatto un'interessante "indagine di mercato"...
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

gianbi - Dom Mar 01, 19:07:40
Oggetto:
Ormai siamo alla finanza creativa alla massima potenza:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ricordo anni or sono il comune di imperia che sperava di riassestare il bilancio con il recupero dell'evasione ICI, promessa da una mirabolante società del settore (si parlava di 3 o 4 miliardi, ancora in lire). Risultato? 200 milioni di lire e comune quasi in bancarotta, costretto a vendere gli immobili di proprietà per pagare gli stipendi. Magari potremmo suggerire a topogigio bis di usare il lotto, il gratta e vinci o i videopoker a palazzo chigi, magari condito con un po di cocaina del sempre brillante cosimo mele (uno dei futuri alleati del piddì).
Anonymous - Dom Mar 01, 19:50:09
Oggetto:
se gli imperiesi non sono capaci (e d'altro canto se avessero qualcosa di decente tra le orecchie non si farebbero rappresentare da Scajola)...

se vai sul sito di Repubblica e fai una ricerca con questi termini Sylos Labini Rivoli scopri che il caso di Rivoli ha fatto scuola proprio sull'ICI ed è stato imitato da centinaia, forse migliaia di comuni ... e Sylos Labini per chi non lo sapesse è stato uno dei + importanti economisti italiani, laicissimo, contro il vaticano e Berlusconi come pochi (ha anche scritto un libro contro Berlusconi)

le idee di Franceschini non sono affatto strane. Dice quello che lavoce.info ha scritto qualche giorno fa: "Il governo sembra intenzionato a utilizzare l'economia sommersa come ammortizzatore sociale durante la recessione. Riduce di un quarto i controlli sui posti di lavoro mentre rende più facile la vita per evasori fiscali e imprese in nero. Non è un'opera di semplificazione, ma di smantellamento sistematico delle misure di contrasto all'evasione, che ha già avuto effetti sul gettito Iva."

E Tremonti quasi a voler preparare il terreno già a inizio 2008 parlava di IVA ferma... guarda caso

"Particolarmente indicativo è l’andamento del gettito Iva sugli scambi interni, che è risultato decrescente, pure a fronte di un aumento dei consumi e delle vendite al dettaglio cui l’imposta si applica, con un’accentuazione nei mesi da luglio a ottobre. Questo andamento si ripercuoterà inevitabilmente anche sulle entrate relative all’Irap e alle imposte sui redditi del 2009, e troverà maggior forza nella consapevolezza che l’evasione è un’attività sempre meno rischiosa: non solo perché è minore la probabilità di essere scoperti, ma anche perché nel disgraziato caso in cui ciò avvenga, le sanzioni sono state dimezzate."
Valmor - Mer Mar 04, 00:57:12
Oggetto:
Ste ha scritto:
Oggi Ilvo Diamanti ha fatto un'interessante "indagine di mercato"...
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Commento straordinariamente lucido... riconosco molti in questa descrizione.
Bruna - Mer Mar 04, 07:40:08
Oggetto:
Beh, intanto, Franceschini ha (finalmente!) trovato la leva giusta per mettere in grossa difficoltà il governo: l'assegno di disoccupazione per chi perde il lavoro e non ha tutele di alcun tipo. Mossa azzeccatissima, perchè al di là del dove si trovano i soldi (5 miliardi), e le proposte anche discutibili ci sono, la mozione farà tremare il nano, i suoi servi e tutta la sua maggioranza parlamentare, sfidandoli sul loro stesso terreno...una mossa d'attacco che ha fatto drizzare le orecchie a milioni di italiani... Twisted Evil

1)Se passerà la mozione Franceschini, sarà una chiara vittoria dell'opposizione
2)Se Berluska dice no e da l'ordine di votare contro, deve sapere, e con lui tutti i suoi parlamentari, che si metterà contro tutti gli interessati e le loro famiglie che sono sull'orlo del collasso economico....e nervoso!

Ci sarà da ridere, lo spero! Altrimenti credo che, insieme a milioni di famiglie, esasperate e senza nulla da mangiare e da perdere, stavolta piangeranno anche loro... Cool
M.me de Stael - Mer Mar 04, 08:59:39
Oggetto:
Bruna ha scritto:
Beh, intanto, Franceschini ha (finalmente!) trovato la leva giusta per mettere in grossa difficoltà il governo: l'assegno di disoccupazione per chi perde il lavoro e non ha tutele di alcun tipo. Mossa azzeccatissima, perchè al di là del dove si trovano i soldi (5 miliardi), e le proposte anche discutibili ci sono, la mozione farà tremare il nano, i suoi servi e tutta la sua maggioranza parlamentare, sfidandoli sul loro stesso terreno...una mossa d'attacco che ha fatto drizzare le orecchie a milioni di italiani... Twisted Evil

1)Se passerà la mozione Franceschini, sarà una chiara vittoria dell'opposizione
2)Se Berluska dice no e da l'ordine di votare contro, deve sapere, e con lui tutti i suoi parlamentari, che si metterà contro tutti gli interessati e le loro famiglie che sono sull'orlo del collasso economico....e nervoso!

Ci sarà da ridere, lo spero! Altrimenti credo che, insieme a milioni di famiglie, esasperate e senza nulla da mangiare e da perdere, stavolta piangeranno anche loro... Cool


E' strategia che il veltro avrebbe dovuto applicare fin da subito e mi sono sempre chiesta perchè non la metteva in atto. Una volta fatto il bel gesto dimostrando la sua disponibilità a lavorare con la maggioranza -che fa sempre elegante- e palesato che con l'amanita non si può trattare, confermando il postulato che coi mafiosi non c'è proprio nulla da spartire, ebbene a quel punto avrebbe dovuto solo controdifendersi usando le stesse armi. Chiedere l'impossibile (contro il proporre l'impossibile e far finta di averlo attuato per avere onori) e dare per scontato che impossibile non è, lanciando ai cittadini 3/4 cosucce che capiscono tutti. Cosucce che l'amanita è capace, come i suoi giannizzeri, a controbattere solo coi bla bla: è ciò che sta accadendo con il sussidio. A sua volta l'amanita ora è costretta a trovare una via d'uscita. Se sceglierà di concedere questa cosa, pur ob tortissimo colo, a breve si tradirà: se con una mano ha dato con l'altra toglierà e sarà qui che lo si dovrà aspettare al varco. Basta solo a quel punto essere pronti con la contromossa. Politica preventiva Cool Twisted Evil
Brigante - Mer Mar 04, 19:33:14
Oggetto:
Toh! quasi quasi sembra che il Pd ha capito che deve fare opposizione, anche ieri Fassino sembrava dotato di spina dorsale a Ballarò.. hanno capito che stavano perdendo elettori su elettori..
Anonymous - Ven Mar 06, 23:23:58
Oggetto:
è quasi commovente vedere che apprezzate Franceschini
Valmor - Ven Mar 06, 23:31:02
Oggetto:
fotogian ha scritto:
è quasi commovente vedere che apprezzate Franceschini


Non mi pare di aver sentito il tuo commento sull'articolo di Ilvo Diamanti postato sopra. Soprattutto riguardo al'esodo dal Pd e dal raddoppio di voti IdV....
Anonymous - Ven Mar 06, 23:45:13
Oggetto:
non vado pazzo per Diamanti (difficile capire dove è la differenza tra il lavoro tecnico e quello di commentatore) nè per chi fa questo mestiere e tende a commentare (mi sono goduto il libro di un collaboratore di Prodi che descrive soprattutto Luca Ricolfi come uno poco + che stupido - cosa che ho sempre pensato) e neppure per i sondaggi che lasciano il tempo che trovano. Dopo che se n'è andato Veltroni l'IDV era data al 14%. Il 3 c'era un sondaggio su Repubblica che diceva 8%

O i sondaggi sono poco attendibili, oppure sono attendibili ma sono gli elettori a essere poco attendibili. La donna + amata è quella che negli ultimi tempi si vede di + in tv e il politico + amato è quello che si è sentito negli ultimi tempi di +, a Sanremo vince chi è apparso per mesi in tv, grazie al televoto, i dischi venduti sono un'altra cosa

Meglio aspettare le elezioni e fare confronti tra dati omogenei. Politiche con politiche, regionali con regionali ecc.

L'obiettivo che mi interessa è governare e se non si governa poco importa quanti voti si raggiungono
adramelch - Sab Mar 07, 01:44:47
Oggetto:
fotogian ha scritto:
non vado pazzo per Diamanti (difficile capire dove è la differenza tra il lavoro tecnico e quello di commentatore) nè per chi fa questo mestiere e tende a commentare (mi sono goduto il libro di un collaboratore di Prodi che descrive soprattutto Luca Ricolfi come uno poco + che stupido - cosa che ho sempre pensato) e neppure per i sondaggi che lasciano il tempo che trovano. Dopo che se n'è andato Veltroni l'IDV era data al 14%. Il 3 c'era un sondaggio su Repubblica che diceva 8%

O i sondaggi sono poco attendibili, oppure sono attendibili ma sono gli elettori a essere poco attendibili. La donna + amata è quella che negli ultimi tempi si vede di + in tv e il politico + amato è quello che si è sentito negli ultimi tempi di +, a Sanremo vince chi è apparso per mesi in tv, grazie al televoto, i dischi venduti sono un'altra cosa

Meglio aspettare le elezioni e fare confronti tra dati omogenei. Politiche con politiche, regionali con regionali ecc.

L'obiettivo che mi interessa è governare e se non si governa poco importa quanti voti si raggiungono


Franceschini non ha nulla da perdere...
Sa di essere lì per un tempo breve, quindi fa bene a giocare le sue carte senza paura.
Devo dire che mi è piaciuto molto in questi giorni; se anche Veltroni si fosse comportato così, ora non sarebbe un ex...
Bruna - Sab Mar 07, 07:20:35
Oggetto:
fotogian ha scritto:
è quasi commovente vedere che apprezzate Franceschini


E' commovente che Franceschini dica qualcosa di sinistra, dato il nulla a cui ci aveva abituati Veltroni! E così, poichè siamo intellettualmente onesti, quando lo fa glielo riconosciamo... Mr. Green
sweepsy - Sab Mar 07, 10:01:05
Oggetto:
fotogian ha scritto:
non vado pazzo per Diamanti (difficile capire dove è la differenza tra il lavoro tecnico e quello di commentatore) nè per chi fa questo mestiere e tende a commentare (mi sono goduto il libro di un collaboratore di Prodi che descrive soprattutto Luca Ricolfi come uno poco + che stupido - cosa che ho sempre pensato) e neppure per i sondaggi che lasciano il tempo che trovano. Dopo che se n'è andato Veltroni l'IDV era data al 14%. Il 3 c'era un sondaggio su Repubblica che diceva 8%



Ho la sensazione che la procedura seguita sia quella di ascoltare e dar retta solo a ciò che si armonizza, per non dire conforma ai, coi propri pregiudizi (che, lo ricordo prima di essere fraintesa, possono essere sia positivi che negativi)...
Questo meccanismo è abbastanza diffuso e sicuramente spontaneo, perchè da sicurezza, ma lo vedo più accentuato in qualcuno piuttosto che in qualcun altro.

E ora, qualcosa di completamente diverso, provo le nuove emoticons headbang

Comunque si, pare che Franceschini stia facendo bene. Per gli anti-Pd, tra cui mi annovero, mi sembra sia un'ammissione che dimostra onestà intellettuale. O no?
Anonymous - Sab Mar 07, 10:14:16
Oggetto:
Bruna ha scritto:
fotogian ha scritto:
è quasi commovente vedere che apprezzate Franceschini


E' commovente che Franceschini dica qualcosa di sinistra, dato il nulla a cui ci aveva abituati Veltroni! E così, poichè siamo intellettualmente onesti, quando lo fa glielo riconosciamo... Mr. Green


Franceschini ha detto delle simpatiche stupidaggini di stile propagandistico a cominciare dalla storia dell'assegno di disoccupazione. Ma questo è ciò che vuole chi lo ascolta e lui, che è molto meno di sinistra di Walter, lo sa e gli offre quel che molti si vogliono sentir dire nel modo in cui se lo vogliono sentir dire. I contenuti veri sono un'altra cosa dal tono usato e dalla propaganda
Anonymous - Sab Mar 07, 10:27:11
Oggetto:
sweepsy ha scritto:
fotogian ha scritto:
non vado pazzo per Diamanti (difficile capire dove è la differenza tra il lavoro tecnico e quello di commentatore) nè per chi fa questo mestiere e tende a commentare (mi sono goduto il libro di un collaboratore di Prodi che descrive soprattutto Luca Ricolfi come uno poco + che stupido - cosa che ho sempre pensato) e neppure per i sondaggi che lasciano il tempo che trovano. Dopo che se n'è andato Veltroni l'IDV era data al 14%. Il 3 c'era un sondaggio su Repubblica che diceva 8%



Ho la sensazione che la procedura seguita sia quella di ascoltare e dar retta solo a ciò che si armonizza, per non dire conforma ai, coi propri pregiudizi (che, lo ricordo prima di essere fraintesa, possono essere sia positivi che negativi)...
Questo meccanismo è abbastanza diffuso e sicuramente spontaneo, perchè da sicurezza, ma lo vedo più accentuato in qualcuno piuttosto che in qualcun altro.

E ora, qualcosa di completamente diverso, provo le nuove emoticons headbang

Comunque si, pare che Franceschini stia facendo bene. Per gli anti-Pd, tra cui mi annovero, mi sembra sia un'ammissione che dimostra onestà intellettuale. O no?


pregiudizi di uno come Ricolfi.. certo, di cui nel libro cui mi riferivo si riportano i giudizi, le visioni illusorie, la sfiducia in entrambi gli schieramenti (così ha scritto il genio) e la speranza che nascesse un partito del merito nè di destra nè di sinistra.
Purtroppo il cretino in questione sognava la caduta di Prodi e il pensionamento di Berlusconi, senza rendersi conto di cosa sarebbe successo se Prodi fosse caduto. E l'avrebbe capito anche un bambino...

A questo aggiungo la costante sensazione personale che quell'uomo scriva una montagna di stupidaggini ogni volta che qualche disgraziato editore gli mette a disposizione un pò di spazio

E il fatto che la destra torinese (fatta da gente ancora + povera intellettualmente e culturalmente della media già bassa della destra) l'abbia proposto per alcuni incarichi mi fa ulteriormente diffidare del personaggio
Valmor - Sab Mar 07, 10:43:14
Oggetto:
fotogian ha scritto:
non vado pazzo per Diamanti (difficile capire dove è la differenza tra il lavoro tecnico e quello di commentatore) nè per chi fa questo mestiere e tende a commentare (mi sono goduto il libro di un collaboratore di Prodi che descrive soprattutto Luca Ricolfi come uno poco + che stupido - cosa che ho sempre pensato) e neppure per i sondaggi che lasciano il tempo che trovano. Dopo che se n'è andato Veltroni l'IDV era data al 14%. Il 3 c'era un sondaggio su Repubblica che diceva 8%

O i sondaggi sono poco attendibili, oppure sono attendibili ma sono gli elettori a essere poco attendibili. La donna + amata è quella che negli ultimi tempi si vede di + in tv e il politico + amato è quello che si è sentito negli ultimi tempi di +, a Sanremo vince chi è apparso per mesi in tv, grazie al televoto, i dischi venduti sono un'altra cosa

Meglio aspettare le elezioni e fare confronti tra dati omogenei. Politiche con politiche, regionali con regionali ecc.

L'obiettivo che mi interessa è governare e se non si governa poco importa quanti voti si raggiungono


Ma davvero nel tuo ambiente non vedi le stesse cose che dice diamanti? Io si, nel senso che le persone disilluse dal PD sono in generale quelle meglio informate e più lucide. E' questa la cosa più inquietante del senso di disillusione odierno. Un senso di disgusto generalizzato per la sx, per l'Italia, per l'elettorato in generale, per i media...
Bruna - Sab Mar 07, 10:51:29
Oggetto:
fotogian ha scritto:
Bruna ha scritto:
fotogian ha scritto:
è quasi commovente vedere che apprezzate Franceschini


E' commovente che Franceschini dica qualcosa di sinistra, dato il nulla a cui ci aveva abituati Veltroni! E così, poichè siamo intellettualmente onesti, quando lo fa glielo riconosciamo... Mr. Green


Franceschini ha detto delle simpatiche stupidaggini di stile propagandistico a cominciare dalla storia dell'assegno di disoccupazione. Ma questo è ciò che vuole chi lo ascolta e lui, che è molto meno di sinistra di Walter, lo sa e gli offre quel che molti si vogliono sentir dire nel modo in cui se lo vogliono sentir dire. I contenuti veri sono un'altra cosa dal tono usato e dalla propaganda


Io sono una cocopro della PA (da 5 anni + precednti 4 anni con PI) e se perdo il lavoro non ho alcuna tutela. Se per te questa è una stupidaggine, ne prendo atto...vuol dire che tu stai meglio di me.
Nel merito, non me ne può fregare un emerito qazz di dove vanno a prendere i soldi, comincino ad abbassarsi le prebende da 20mila al mese, ad abolirsi la pensione dopo due anni e mezzo di legislatura, ma non solo, e vedrai quanti soldi si recuperano nel medio-lungo termine. E' demagogia questa? Rolling Eyes


Per quanto riguarda la motivazione del berluska al suo NO sull'assegno ai precari che perdono il lavoro, dico che è semplicemente ridicola, penosa: l'assegno servirà a far licenziare i lavoratori che così prenderanno il sussidio e verranno riassunti in nero... hehe , le PA licenziano e ti riassumono in nero? Ma quando mai!!!!!!!????? Forse si riferiva alle imprese fai da te che sta lanciando sulla piazza con il suo piano per l'edilizia, chè di certe cose sono già esperte... Cool
Valmor - Sab Mar 07, 11:03:34
Oggetto:
ehem... immagino che intendesse dire non che sia una questione poco importante ma che si tratti di una proposta irrealizzabile.

Può sembrare una idiozia ma... qualcuno ha uno schema semplice sul bilancio pubblico quqnto meno del penultimo esercizio? che so, un diagramma a torta sulla % di spese per capitoli? Sarebbe molto utile
Anonymous - Sab Mar 07, 11:57:12
Oggetto:
Valmor ha scritto:


Ma davvero nel tuo ambiente non vedi le stesse cose che dice diamanti? Io si, nel senso che le persone disilluse dal PD sono in generale quelle meglio informate e più lucide. E' questa la cosa più inquietante del senso di disillusione odierno. Un senso di disgusto generalizzato per la sx, per l'Italia, per l'elettorato in generale, per i media...


io vedo da sempre gente illusa, auto-illusa. Gente che vuole + scuola ma meno imposte, gente che spera di cambiare il mondo impedendo ai condannati di andare in parlamento, non importa poi chi sia e cos'abbia da dire chi ne prenderebbe il posto, gente che conosce solo il piccolo orticello in cui è solito coltivare i propri interessi, gente che ti spiega che ci sono i tagli nella sanità e sono negativi, che invece bisogna aumentare i soldi nella sanità e che esiste un ALTRO indefinito cui far pagare il prezzo di ciò che vogliamo, gente che ama l'uomo che dice frasi che restano in mente e usa toni duri, che non apprezza i ragionamenti, che riduce i contenuti a pochi slogan, gente che si lamenta di tizio ma non capisce che se non vota caio si becca tizio, gente che parla di opposizione quasi che l'opposizione possa -chissà come visto che è minoranza- ribaltare un risultato elettorale che ha dato la maggioranza ad altri, che non si rende conto che c'è un governo che resterà altri 4 anni e non immagina il futuro, gente contraddittoria (come ha scritto un paio di giorni fa Curzio Maltese parlando dei nuovi dirigenti del PD che ha intervistato in queste settimane)

questi sono gli elettori di sinistra che conosco, purtroppo, simili a quelli del centro-destra salvo forse per argomenti di minore importanza

Se poi vedremo un PD perdere voti, come sembrano suggerire i vari diamanti, dovremo ricrederci su Veltroni e magari capire che dietro a certe vergognose campagne contro di lui c'erano ben altri obiettivi che facevano leva sullo scontento e lo alimentavano
Anonymous - Sab Mar 07, 12:05:32
Oggetto:
Bruna ha scritto:

Io sono una cocopro della PA (da 5 anni + precednti 4 anni con PI) e se perdo il lavoro non ho alcuna tutela. Se per te questa è una stupidaggine, ne prendo atto...vuol dire che tu stai meglio di me.


vedi Valmor ... e poi considera che sarebbe molto meglio e + conveniente da tanti punti di vista stimolare la domanda di beni +ttosto che pagare qualcuno perchè non faccia nulla. Anche perchè senza domanda un'azienda chiude. Tu dai un assegno a un disoccupato che non trova + un lavoro che non c'è +

Citazione:
Nel merito, non me ne può fregare un emerito qazz di dove vanno a prendere i soldi, comincino ad abbassarsi le prebende da 20mila al mese, ad abolirsi la pensione dopo due anni e mezzo di legislatura, ma non solo, e vedrai quanti soldi si recuperano nel medio-lungo termine.


ecco appunto... avevo appena finito di scrivere il precedente post e trovo questa simpatica conferma

Citazione:
E' demagogia questa? Rolling Eyes


chiamala come vuoi, ma io partirei dai dati, dai numeri. I miliardi non si trovano risparmiando qualche milione, che poi non si risparmia

Citazione:
Per quanto riguarda la motivazione del berluska al suo NO sull'assegno ai precari che perdono il lavoro, dico che è semplicemente ridicola, penosa: l'assegno servirà a far licenziare i lavoratori che così prenderanno il sussidio e verranno riassunti in nero... hehe , le PA licenziano e ti riassumono in nero? Ma quando mai!!!!!!!????? Forse si riferiva alle imprese fai da te che sta lanciando sulla piazza con il suo piano per l'edilizia, chè di certe cose sono già esperte... Cool


ci sono imprese che lo farebbero e tante che già oggi mettono in mobilità e riassumono con un'altra società, così da non pagare i contributi
adramelch - Sab Mar 07, 14:05:21
Oggetto:
fotogian ha scritto:
Bruna ha scritto:
fotogian ha scritto:
è quasi commovente vedere che apprezzate Franceschini


E' commovente che Franceschini dica qualcosa di sinistra, dato il nulla a cui ci aveva abituati Veltroni! E così, poichè siamo intellettualmente onesti, quando lo fa glielo riconosciamo... Mr. Green


Franceschini ha detto delle simpatiche stupidaggini di stile propagandistico a cominciare dalla storia dell'assegno di disoccupazione. Ma questo è ciò che vuole chi lo ascolta e lui, che è molto meno di sinistra di Walter, lo sa e gli offre quel che molti si vogliono sentir dire nel modo in cui se lo vogliono sentir dire. I contenuti veri sono un'altra cosa dal tono usato e dalla propaganda


Cosi' si fa l'opposizione; facendo anche propaganda. Non si può sempre togliere le castagne dal fuoco ai propri avversari. L'opposizione ha come compito quello di essere alternativa al governo, di contrastare le scelte alle quali è più contraria, e solo in casi estremi... di collaborare alla risoluzione di un problema.
Veltroni ha fatto esattamente il contrario.. ed è finito gambe all'aria.

Certamente, ad uno che conosce i numeri come te, la "propaganda", anche in piccole dosi, da fastidio; ma è l'unico modo per minare il consenso di questa Destra.
Nota la differenza però:
Berlusconi oltre a fare tantissima propaganda quando è all'opposizione, ne fa altrettanta anche quando è al governo. E questo dovrebbe far riflettere sul pericolo che comporta essere governati da questo losco figuro.
Anonymous - Sab Mar 07, 14:20:04
Oggetto:
si fa propaganda. L'opposizione vuol dire votare contro -cosa pressochè inutile in un parlamento non libero di agire come meglio crede- ma soprattutto spiegare cosa faresti al posto loro, andando a cercare gli elettori e dicendo loro perchè chi governa non è credibile, perchè fanno male e cosa faresti tu, ma anche cercando soluzioni comuni con il governo perchè poi chi ci va di mezzo sono gli elettori

A me non da fastidio la propaganda. Fa bene Franceschini a fare quello che sta facendo. E il discorso dell'assegno, se fosse serio, andrebbe inserito in un progetto di riforma degli ammortizzatori sociali e nell'ambito di scelte di politica economica che tengano conto di quel che sta succedendo e delle possibili vie d'uscita, in modo molto + serio di quello che accade oggi: a nessuno viene in mente che 3-4 miliardi di euro di ammortizzatori sociali, se venissero usati bene, cioè in settori che producono beni in Italia e comprano da fornitori italiani, non solo avrebbero un effetto positivo 2-3 volte maggiore, ma rafforzerebbero le imprese italiane che rischiano di chiudere per sempre, risolverebbero molti problemi delle amministrazioni locali e tornerebbero indietro in parte sotto forma di imposte

Io dico che è bene capire se è propaganda e non illudersi, non ragionare dicendo io voglio + soldi per la scuola e il resto non mi importa. Perchè questo è ciò che spinge tanta gente a votare per Berlusconi o a non votare, è questo che causa la delusione che poi si attribuisce al leader di turno
gianbi - Sab Mar 07, 23:13:01
Oggetto:
Giusto per fare capire l'intelligenza e l'acume dell'elettore medio piddino, allego un commento all'ultimo post su voglisocendere (http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/blogs/servizi/comments.aspx?id_blogdoc=2189588). In questo pezzo MT sottolinea l'unità che maggioranza e "opposizione" hanno manifestato nel difendere latorre e consorte.
Il piddino in questione, lucido e scaltro, non si arrabbia con i delinquenti pizzinari del suo partito, ma con MT che evidenzia l'incoerenza di chi predica male e razzola ancora peggio. Questo tapiro parla di "boicottaggio del piddi"...probabilmente deve essere uno di quelli che si spela le mani in applausi ai comizi di fassino, rutelli e d'alema..
Inoltre, questo individuo crede che MT sia di sinistra..poveraccio.

"Forza PD. Anzi, Forza Italia." (Marco Travaglio)

DOPO UN SIMILE PEZZO QUESTO SIGNORE AVRA' ANCORA UNA SUA RUBRICA SULL'UNITA'????
MA STIAMO SCHERZANDO?????
PER FAR CHE???? PER BOICOTTARE IL PARTITO DEMOCRATICO?
E' PER QUESTO CHE LO PAGANO ALL'UNITA'?

Scriviamo in massa lettere di protesta a
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
!
Dopo mezzo secolo sono stufo di sopportare dentro la sinistra italiana soggetti che remano contro!
Queste battutacce le vada a dire sul blog di Grillo o di Di Pietro!

FUORI TRAVAGLIO DALL'UNITA'.
Anonymous - Sab Mar 07, 23:40:02
Oggetto:
in effetti travaglio sta all'unità come berlusconi all'onestà, a prescindere da quel che scrive
Roberto - Dom Mar 08, 00:08:16
Oggetto:
fotogian ha scritto:
in effetti travaglio sta all'unità come berlusconi all'onestà, a prescindere da quel che scrive


Ah, la libertà di stampa e d'opinione, questa sconosciuta.
Unità=Soru, Soru=PD, è giusto che l'Unità sia lo strumento da combattimento del PD, un pò come Il Giornale con il PDL.
Ma lo vedi che si ragiona esattamente come un berluschino doc? L'importante non è far emergere la verità o essere onesti intellettualmente, l'importante è remare a favore...

In una cosa Grillo ha straragione, non esiste nessuna destra e nessuna sinistra ormai, le classi dirigenti sono già accomunate dagli stessi interessi da un po', ma alla fin fine anche gli elettorati, dopo 15 anni di bombardamento arcoriano ininterrotto, si stanno sempre più omologando nel nome dell'idiozia e della privazione dello spirito critico.
Anonymous - Dom Mar 08, 00:37:51
Oggetto:
tu mi attribuisci schemi che non uso... e io preferisco i ragionamenti un pochino + complessi di qualche similitudine

che l'Unità sia di Soru e che questo sia del PD sono fatti irrilevanti e sono fatti suoi (di Soru). Non c'entra neppure Berlusconi nè le banalizzazioni di Grillo

Travaglio ha una storia personale di idee, valori, frequentazioni, esperienze giornalistiche che sono agli antipodi rispetto a quelle di chi ha scritto e letto l'Unità

Gramsci si rivolta nella tomba ma anche Montanelli...

Casomai è l'illusione che destra e sinistra siano = e la scarsa conoscenza di una storia e di valori profondamenti diversi e spesso anche conflittuali che possono far credere che non ci sia nulla di male che Travaglio scriva sull'Unità
gianbi - Dom Mar 08, 09:18:10
Oggetto:
fotogian ha scritto:

Casomai è l'illusione che destra e sinistra siano = e la scarsa conoscenza di una storia e di valori profondamenti diversi e spesso anche conflittuali che possono far credere che non ci sia nulla di male che Travaglio scriva sull'Unità


Illusione? Hai notato come è andata la votazione per salvare il culo a latorre e consorte? Hanno votato tutti contro. Questa, più che illusione, pare un fatto reale bello e buono. Ma è soltanto l'ultimo di una serie infinita.
Se poi mi vuoi dire che il piddì (nato 2 anni or sono) e il PDL hanno radici e tradizioni diverse, non potrei neppure darti ragione. Posso credere che il PCI avesse tradizioni e radici. Ma il piddì cosa c'ha, oltre a mafiosi e corrotti senza dimenticare gli incapaci ed i pizzinari? Che tradizioni vanta il piddì? Tu stesso difendi questo "partito" attribuendogli una giovinezza molto forte. Considerato che la sinistra "vera" è stata fagocitata dal sistema, soprattutto grazie a topogigio, rimane proprio il piddì il portatore "insano" dei valori che ereano di persone con la schiena diritta come berlinguer.
Grillo sarà un banalizzatore, ma ha avuto il merito di portare all'attenzione del grande pubblico problemi reali.
Su MT: venerdì sera a Savona hanno riempito la sala sibilla del priamar. Almeno 1000 persone dentro, più tutte le persone fuori a sentire dalle finestre aperte. Io ricordo le prime presentazioni di MT nel 2000: eravamo in media non più di 20/30 persone. Ti par poco? A persone che portano al grande pubblico notizie e fatti che altrimenti sia il tuo partito sia il PDL vorrebbero camuffare, andrebbe dato il premio nobel. Invece, la media dell'elettore piddino vorrebbe travaglio a pascolare pecore.
Sarà, ma ogni giorno che passa non posso che convincermi del fatto che il piddì è proprio un corpo estraneo nella politica italiana, al pari del PDL naturalmente.
Anonymous - Dom Mar 08, 13:29:13
Oggetto:
anche la mia utilitaria appartiene allo stesso gruppo automobilistico che sforna la Ferrari e le gomme sono della stessa marca di quelle della Ferrari di forumula1, e anche questa non è un'illusione, ma un fatto reale. Però non sono proprio la stessa cosa e non ho mai condiviso l'opinione di un celebre venditore che riteneva di poter risolvere i problemi dell'industria automobilistica made in Italy usando il marchio Ferrari anche sulle + piccole utilitarie

Lui, l'illusionista, pensava che i potenziali compratori si bevessero questa trovata e che bastasse cambiare le etichette per cambiare la percezione del potenziale acquirente

Io penso che non è da questi particolari che si giudica un'automobile come non si giudicano i partiti da particolari francamente irrilevanti, perchè non è certo un voto a determinare idee e programmi uguali o diversi

Il PD (ma io parlavo dell'Unità) ha alle spalle diverse tradizioni, quella del PCI da cui provengono Veltroni, D'Alema, Fassino, Violante ecc da una parte e quella del cattolicesimo democratico di Prodi e di tanti altri

Erano corpi estranei nella politica italiana? certo, per chi non gradiva certe idee, tipo quel giornalista di destra che se ne andò dal Corriere che aveva osato scrivere di operai e altri temi che la buona borghesia di destra non amava guardare e che poi ospitò nel suo giornale gente altrettanto ostile a tutto ciò che puzzava di sinistra, di mondo operaio e cose simili


Sono contento per Travaglio che è e resta un uomo di destra, estraneo alla tradizione sia della sinistra sia a quella del cattolicesimo democratico e che, essendo estraneo soprattutto alla prima, sta all'unità come berlusconi sta all'onestà e mi auguro che tanta popolarità di Travaglio si traduca in qualcosa di concreto, in una elezione

certo è triste pensare com'è cambiato il mondo: il celebre giornalista di destra col nome di un cappello se ne andò dal Corriere che aveva (per quanto possibile) svoltato a sinistra. Il suo celebre collega torinese che pure ha un curriculum di tutto rispetto in giornali e periodici un poco reazionari, come Il Borghese, finisce per scrivere sull'Unità

E poi ci stupiamo che tra un pò l'Unità chiude... invece di scomodare Grillo ci si dovrebbe ricordare di Nanni Moretti in Aprile
Anonymous - Mar Mar 10, 13:29:02
Oggetto:
Ufficio complicazioni casi semplici...

Englaro cittadino onorario di Firenze


Giuseppe Englaro, padre di Eluana, è da stasera cittadino onorario di Firenze. Lo ha sancito il voto del consiglio comunale con 22 favorevoli, 16 contrari e 3 astenuti. Il Pd si è spaccato. Il sindaco, durante il dibattito, ha proposto di «trovare un'altra modalità per esprimere la solidarietà ad Englaro», in quanto «una cittadinanza è tanto più sentita quanto più è unanime». La capogruppo del Pd Rosa Maria Di Giorgi, contraria al conferimento della cittadinanza, ha formalizzato una proposta di rinvio. I proponenti, il socialista Alessandro Falciani e la capogruppo di Unaltracittà/unaltromondo Ornella De Zordo, hanno chiesto che il rinvio avesse il tempo limite di 15 giorni, ma al diniego hanno votato contro.
Bocciato quindi a maggioranza il rinvio della delibera, si è arrivati al voto dell'aula: dopo tre ore di serrato dibattito 22 consiglieri hanno votato a favore e la delibera è passata. Gli astenuti sono Paolo Imperlati (Pd), la presidente della commissione sanità del Pd Susanna Agostini e Ugo Caffaz, sempre del Pd. Caffaz, Agostini e il vicecapogruppo del Pd Gianni Amunni avevano cercato di mediare tra la loro volontà, come quella di molti altri del gruppo, di votare a favore della cittadinanza e quella di tenere nel dovuto conto la proposta del sindaco, ma senza riuscirvi.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Vincent Malloy - Mar Mar 10, 13:33:09
Oggetto:
Guy Fawkes ha scritto:
Ufficio complicazioni casi semplici...

L'Uaar sintetizza con più efficacia: "Il PD si è spaccato: una parte dei consiglieri ha votato a favore, una parte contro, una parte ancora si è astenuta."

Se ci fossero state 10 opzioni il PD le avrebbe assunte tutte. Eccezionale! Laughing headbang

Edit: il sospetto che un socialista abbia proposto la cittadinanza onoraria a papà Englaro solo perché si è definito un fan di Craxi è solo mio?
Anonymous - Mar Mar 10, 13:37:11
Oggetto:
Ha ragione Colombo (ogni tanto...): con questi "giovani" il PDL vincerà fino al 2123

Citazione:
Notte del 4 marzo. Dario Franceschini sale per la prima volta sul seggiolone di “Matrix”, già Mentana. Per la prima volta conduce Vinci, già Cnn. Per la prima volta il segretario Pd ha una risposta sola per ogni domanda. Esempio: “Lei è un segretario a termine?". “Sì, fino al congresso”. “Poi si ricandiderà?”. “No, sono un segretario a termine fino al congresso”.

“Matrix” è una trasmissione agile e furba e conosce i suoi polli. “Questo Franceschini è un po’ troppo monotono nel dire e confermare sempre le stesse cose. Ascoltiamo un po’ di voci intorno a lui”, si devono essere detti in redazione, fidando nelle centocinquantasei anime del Pd.

E così hanno intervistato diverse facce giovani e quasi nuove che gravitano nell’orbita del tanto atteso cambio generazionale.

Per evitare di additare qualcuno alla gogna, questo blog non farà nomi. Dirà solo che si tratta delle prossime leve di comando, indicherà se sono uomini o donne e non potrà fare a meno di osservare che, con questa nuova generazione al potere, mai e poi mai il Pd conoscerà le vette dell’attuale 25 percento di gradimento indicato in questi giorni dai sondaggi.

Le domande di “Matrix” sono due: Che Partito siete o vorreste essere? Perche Berlusconi vince?

Giovane uomo: Vorrei un partito come la Lega, popolare, radicato nel territorio e in difesa dei cittadini.

Giovane uomo: E’ una follia regalare alla destra parole d’ordine come giustizia e sicurezza. La riforma della giustizia, che, non nascondiamolo, non funziona, non è di destra né di sinistra, interessa tutti i cittadini. La sicurezza dovrebbe essere la nostra parola d’ordine.

Giovane donna: Berlusconi ha il merito di avere capito l’Italia reale. Vede davvero come sono e cosa vogliono i cittadini. Non come noi che siamo distanti dal territorio e ci inventiamo questioni che non esistono o non interessano o vengono dal passato. Berlusconi è moderno ed è anche ottimista. E’ l’Italia al presente.

Giovane uomo: Perché dire solo no? Se una cosa va bene per gli italiani, va bene anche per noi.

Secondo il piccolo coro (notare: ciascuno è stato intervistato da solo) Soru ha perso e l’ignoto Cappellacci ha vinto per le ragioni che i nostri eroi hanno elencato. Della truffa mediatica di Berlusconi che è apparso ogni giorno in Tv non c’è traccia.


Furio Colombo


Con idioti simili l'annessione al PDL è prossima...
Ste - Mar Mar 10, 14:08:36
Oggetto:
...con degli "appiattiti" simili, Max...
gianbi - Mar Mar 10, 14:25:54
Oggetto:
max ha scritto:
Ha ragione Colombo (ogni tanto...): con questi "giovani" il PDL vincerà fino al 2123

Con idioti simili l'annessione al PDL è prossima...


Personalmente un partito di scappati di casa, incapaci, rubagalline ed inetti come il piddì è difficile immaginarlo. Li senti pigolare sul nulla, sempre nella certezza di non arrecare disturbo a padron silvio.
Parliamoci chiaro: queste persone non hanno la volontà e le palle di fare opposizione.
Arridatece i comunisti veri, non queste fotocopie sbiadite tinte di azzurro.
Anonymous - Mar Mar 10, 14:39:17
Oggetto:
Ste ha scritto:
...con degli "appiattiti" simili, Max...


io ci vedo molto più di semplice appiattimento, Ste.
Appiattimento, almeno per me, è la non politica del "ma anche" del PD (ossia latitanza in ogni aspetto di conflittualità ma fermo decisionismo quando si tratta di interessi di bottega, come approvare l'inutile ed ingiustificato sbarramento per le europee..).
Imbecillità è inseguire il berlusconismo, il male assoluto, la peggiore e più becera regressione morale che una comunità possa subire dopo anni di lotte e di ideali, durati almeno fino ai primi '90.
Ma quale immagine, sicurezza e "ciò che va bene agliitaliani va bene a noi"!
Ma qui ci vuole un pò di spina dorsale, di professionismo, di ricerca e di condivisione di contenuti.. è arrivato un piazzista ha detto ad un paese in declino "seduti comodi in poltrona, godetevi lo spettacolo nazionale, che penso io a tutto..." e tutti ci hanno creduto!
Ma manco per niente! Chi sostiene un modo di fare politica senza partecipazione, senza passare per i complessi passaggi che la democrazia richiede, senza sposare tematiche e farne propri cavalli di battaglia (guardate Franceschini: la questione del salario per i disoccupati era corretta, azzeccata e tempisticamente perfetta. Tanto semplice e perfetta da essere da sola riuscita a far venire un sussulto a tutti a destra: per la prima volta dall'inizio dell'era Veltroniana Berlusca e soci non sapevano dove andare a parare..) ma solo ed esclusivamente clonando una sbiadita alternativa alla ciofeca berlusconesca dovrebbe lasciar stare la politica.
Perchè o è un imbecille o è in malafede. O entrambe le cose.
Anonymous - Mar Mar 10, 14:41:20
Oggetto:
gianbi ha scritto:

Personalmente un partito di scappati di casa, incapaci, rubagalline ed inetti come il piddì è difficile immaginarlo. Li senti pigolare sul nulla, sempre nella certezza di non arrecare disturbo a padron silvio.
Parliamoci chiaro: queste persone non hanno la volontà e le palle di fare opposizione.
Arridatece i comunisti veri, non queste fotocopie sbiadite tinte di azzurro.


certo i comunisti, che tu voteresti subito, hanno ottenuto cose straordinarie in questo paese...
gianbi - Mar Mar 10, 14:50:34
Oggetto:
fotogian ha scritto:
gianbi ha scritto:

Personalmente un partito di scappati di casa, incapaci, rubagalline ed inetti come il piddì è difficile immaginarlo. Li senti pigolare sul nulla, sempre nella certezza di non arrecare disturbo a padron silvio.
Parliamoci chiaro: queste persone non hanno la volontà e le palle di fare opposizione.
Arridatece i comunisti veri, non queste fotocopie sbiadite tinte di azzurro.


certo i comunisti, che tu voteresti subito, hanno ottenuto cose straordinarie in questo paese...


Non voto, e non ho intenzione di votare per il prossimo futuro, tante l'evidente nullità delle persone imposte dai partiti. Ma, se dovessi scegliere per forza, voterei certamente i comunisti e non silvio. Almeno credono in qualcosa, hanno una storia ed una spina dorsale. Rispetto al niente del piddì, anche il poco dei comunisti è sempre molto.
Anonymous - Mar Mar 10, 14:54:41
Oggetto:
appunto...
certo che hanno una storia, soprattutto quella recente, fatta di mille spaccature. A Torino si sono spaccati. Alcuni hanno deciso di uscire dalla giunta e hanno cercato di coinvolgere gli altri che non volevano e sono rimasti. E in regione sono riusciti ad astenersi addirittura su una legge regionale che riordina l'attività sulle piste da sci. Questa sì che è gente utile e con le idee giuste. Non riescono neppure a decidere se una legge che spiega come usare i gatti delle nevi e multa gli sciatori indisciplinati (liguri in testa... anzi io vieterei ai liguri di frequentare le piste piemontesi, perchè sono dei veri e propri pericoli ambulanti, per fortuna concentrati nel cuneese) sia da approvare o no
Albo - Mar Mar 10, 14:55:44
Oggetto:
[quote="gianbi"]
fotogian ha scritto:
gianbi ha scritto:
...


Non voto, e non ho intenzione di votare per il prossimo futuro,


E allora cosa parli?
gianbi - Mar Mar 10, 14:58:26
Oggetto:
[quote="Albo"]
gianbi ha scritto:
fotogian ha scritto:
gianbi ha scritto:
...


Non voto, e non ho intenzione di votare per il prossimo futuro,


E allora cosa parli?


A domanda stupida andrebbe una risposta stupida, ma ho di meglio da fare.
Anonymous - Mar Mar 10, 15:01:08
Oggetto:
gianbi ha scritto:
max ha scritto:
Ha ragione Colombo (ogni tanto...): con questi "giovani" il PDL vincerà fino al 2123

Con idioti simili l'annessione al PDL è prossima...


Personalmente un partito di scappati di casa, incapaci, rubagalline ed inetti come il piddì è difficile immaginarlo. Li senti pigolare sul nulla, sempre nella certezza di non arrecare disturbo a padron silvio.
Parliamoci chiaro: queste persone non hanno la volontà e le palle di fare opposizione.
Arridatece i comunisti veri, non queste fotocopie sbiadite tinte di azzurro.


Fuori discussione che il PCI non è neanche con la più fervida fantasia accostabile al PD dei Matteo Colaninno.
Il compromesso storico non riuscì a statisti della caratura di Moro e di Berlinguer, figuriamoci se può riuscire a questi quattro scemi.
Il primo nemico da demolire è il berlusconismo.
Questione imprescindibile ed assolutamente prioritaria.
Anonymous - Mar Mar 10, 15:04:07
Oggetto:
gianbi ha scritto:
fotogian ha scritto:
gianbi ha scritto:

Personalmente un partito di scappati di casa, incapaci, rubagalline ed inetti come il piddì è difficile immaginarlo. Li senti pigolare sul nulla, sempre nella certezza di non arrecare disturbo a padron silvio.
Parliamoci chiaro: queste persone non hanno la volontà e le palle di fare opposizione.
Arridatece i comunisti veri, non queste fotocopie sbiadite tinte di azzurro.


certo i comunisti, che tu voteresti subito, hanno ottenuto cose straordinarie in questo paese...


Non voto, e non ho intenzione di votare per il prossimo futuro, tante l'evidente nullità delle persone imposte dai partiti. Ma, se dovessi scegliere per forza, voterei certamente i comunisti e non silvio. Almeno credono in qualcosa, hanno una storia ed una spina dorsale. Rispetto al niente del piddì, anche il poco dei comunisti è sempre molto.


Se parli di ciò che c'è alla sinistra del PD, almeno quelli al reddito di cittadinanza ci sono arrivati 5 o 6 anni prima di Franceschini, alla guerra alle speculazioni edilizie anche.
Non parliamo poi del nucleare.
gianbi - Mar Mar 10, 15:07:39
Oggetto:
max ha scritto:
gianbi ha scritto:
max ha scritto:
Ha ragione Colombo (ogni tanto...): con questi "giovani" il PDL vincerà fino al 2123

Con idioti simili l'annessione al PDL è prossima...


Personalmente un partito di scappati di casa, incapaci, rubagalline ed inetti come il piddì è difficile immaginarlo. Li senti pigolare sul nulla, sempre nella certezza di non arrecare disturbo a padron silvio.
Parliamoci chiaro: queste persone non hanno la volontà e le palle di fare opposizione.
Arridatece i comunisti veri, non queste fotocopie sbiadite tinte di azzurro.


Fuori discussione che il PCI non è neanche con la più fervida fantasia accostabile al PD dei Matteo Colaninno.
Il compromesso storico non riuscì a statisti della caratura di Moro e di Berlinguer, figuriamoci se può riuscire a questi quattro scemi.
Il primo nemico da demolire è il berlusconismo.
Questione imprescindibile ed assolutamente prioritaria.


Gia...
Ma nella illuminata fantasia dei fan piddini non è così.
Certo, accostare un d'alema, topogigio, san franceschini, bassolino, iervolino, latorre, rutelli & C. ad un Berlinguer è fantasia pura. Tutti i piddini insieme non farebbero un unghia di quest'ultimo.
Immagino il compromesso storico (peraltro già quasi compiuto) siglato da cota, calderoli, bondi, schifani, silvio, franceschini, latorre, rutelli....da espatrio immediato.
Anonymous - Mar Mar 10, 15:09:33
Oggetto:
ma cos'ha fatto o ottenuto Berlinguer per cui merita tanta venerazione a distanza di un quarto di secolo dalla morte? ci ha forse salvato da gente che era molto meno aggressiva e molto meno pericolosa di Silvio?
gianbi - Mar Mar 10, 15:14:05
Oggetto:
fotogian ha scritto:
ma cos'ha fatto o ottenuto Berlinguer per cui merita tanta venerazione a distanza di un quarto di secolo dalla morte? ci ha forse salvato da gente che era molto meno aggressiva e molto meno pericolosa di Silvio?


Berlinguer era un politico, uno statista. Non lo sto venerando. Lo sto solo considerando uno capace a fare il suo lavoro di politico. Nulla più. Alla luce di oggi, ciò che sembrava normale all'epoca, sembra fantascienza.
Come potrei dire le stesse cose dei pagliacci pizzinari di oggi, che vanno a cucinare i risotti in televisione alla mattina, incapaci di produrre una (dico una!) cosa buona per il paese?
Anonymous - Mar Mar 10, 15:16:23
Oggetto:
dunque berlinguer ha prodotto qualcosa di buon per il paese... ovvero?

e che cosa è uno statista? perchè lui sarebbe uno statista e gli altri no? dov'è la differenza?
gianbi - Mar Mar 10, 15:22:13
Oggetto:
fotogian ha scritto:
dunque berlinguer ha prodotto qualcosa di buon per il paese... ovvero?

e che cosa è uno statista? perchè lui sarebbe uno statista e gli altri no? dov'è la differenza?


Basta citare la questione morale per chiudere il discorso.
Questo tema è centrale, e non periferico come dicono i piddini.
Ma, quando ti riferisci agli altri, di chi parli? Esistono statisti nel piddì?
Orientalista partenopeo - Mar Mar 10, 15:23:05
Oggetto:
gianbi ha scritto:

Berlinguer era un politico, uno statista. Non lo sto venerando. Lo sto solo considerando uno capace a fare il suo lavoro di politico. Nulla più. Alla luce di oggi, ciò che sembrava normale all'epoca, sembra fantascienza.
Come potrei dire le stesse cose dei pagliacci pizzinari di oggi, che vanno a cucinare i risotti in televisione alla mattina, incapaci di produrre una (dico una!) cosa buona per il paese?


Basta questo a dare un'idea della statura morale e politica di Berlinguer:

Citazione:
La questione morale
Enrico Berlinguer - Repubblica, 1981


Intervista a Enrico Berlinguer

«I partiti sono diventati macchine di potere»

Eugenio Scalfari

* * *

La passione è finita?
Per noi comunisti la passione non è finita. Ma per gli altri? Non voglio dar giudizi e mettere il piede in casa altrui, ma i fatti ci sono e sono sotto gli occhi di tutti. I partiti di oggi sono soprattutto macchine di potere e di clientela: scarsa o mistificata conoscenza della vita e dei problemi della società e della gente, idee, ideali, programmi pochi o vaghi, sentimenti e passione civile, zero. Gestiscono interessi, i più disparati, i più contraddittori, talvolta anche loschi, comunque senza alcun rapporto con le esigenze e i bisogni umani emergenti, oppure distorcendoli, senza perseguire il bene comune. La loro stessa struttura organizzativa si è ormai conformata su questo modello, e non sono più organizzatori del popolo, formazioni che ne promuovono la maturazione civile e l'iniziativa: sono piuttosto federazioni di correnti, di camarille, ciascuna con un "boss" e dei "sotto-boss". La carta geopolitica dei partiti è fatta di nomi e di luoghi. Per la DC: Bisaglia in Veneto, Gava in Campania, Lattanzio in Puglia, Andreotti nel Lazio, De Mita ad Avellino, Gaspari in Abruzzo, Forlani nelle Marche e così via. Ma per i socialisti, più o meno, è lo stesso e per i socialdemocratici peggio ancora...

Lei mi ha detto poco fa che la degenerazione dei partiti è il punto essenziale della crisi italiana.
È quello che io penso.

Per quale motivo?
I partiti hanno occupato lo Stato e tutte le sue istituzioni, a partire dal governo. Hanno occupato gli enti locali, gli enti di previdenza, le banche, le aziende pubbliche, gli istituti culturali, gli ospedali, le università, la Rai TV, alcuni grandi giornali. Per esempio, oggi c'è il pericolo che il maggior quotidiano italiano, il Corriere della Sera, cada in mano di questo o quel partito o di una sua corrente, ma noi impediremo che un grande organo di stampa come il Corriere faccia una così brutta fine. Insomma, tutto è già lottizzato e spartito o si vorrebbe lottizzare e spartire. E il risultato è drammatico. Tutte le "operazioni" che le diverse istituzioni e i loro attuali dirigenti sono chiamati a compiere vengono viste prevalentemente in funzione dell'interesse del partito o della corrente o del clan cui si deve la carica. Un credito bancario viene concesso se è utile a questo fine, se procura vantaggi e rapporti di clientela; un'autorizzazione amministrativa viene data, un appalto viene aggiudicato, una cattedra viene assegnata, un'attrezzatura di laboratorio viene finanziata, se i beneficiari fanno atto di fedeltà al partito che procura quei vantaggi, anche quando si tratta soltanto di riconoscimenti dovuti.

Lei fa un quadro della realtà italiana da far accapponare la pelle.
E secondo lei non corrisponde alla situazione?


Continua qui:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Orientalista partenopeo - Mar Mar 10, 15:23:50
Oggetto:
Gianbi mi ha preceduto di un soffio! Laughing
Anonymous - Mar Mar 10, 15:33:41
Oggetto:
gianbi ha scritto:
fotogian ha scritto:
dunque berlinguer ha prodotto qualcosa di buon per il paese... ovvero?

e che cosa è uno statista? perchè lui sarebbe uno statista e gli altri no? dov'è la differenza?


Basta citare la questione morale per chiudere il discorso.
Questo tema è centrale, e non periferico come dicono i piddini.
Ma, quando ti riferisci agli altri, di chi parli? Esistono statisti nel piddì?


ancora con questa storia? non sapete parlare d'altro? poi sai il PCI di allora, se non ricordo male era in una giunta piemontese che cadde sotto i colpi delle tangenti e lo stesso avvenne nel comune di Torino e in Liguria dove Teardo fece una brutta fine

questo era il PCI di Berlinguer...che ad esempio non s'è mai messo in luce per le proteste contro gli scandali di allora (ad esempio lo scandalo dei petroli) mantenendo un profilo che oggi vi farebbe gridare allo scandalo
per il resto poi stava a distanza dalla DC, non ha mai governato, non è mai riuscito a mettere in difficoltà nessun Andreotti

oltre alle belle parole sull'eterna questione morale non ha certo ottenuto nulla in + di quanto abbiano fatto i suoi alunni di allora, anzi meno
Orientalista partenopeo - Mar Mar 10, 15:39:08
Oggetto:
fotogian ha scritto:

ancora con questa storia? non sapete parlare d'altro? poi sai il PCI di allora, se non ricordo male era in una giunta piemontese che cadde sotto i colpi delle tangenti e lo stesso avvenne nel comune di Torino e in Liguria dove Teardo fece una brutta fine

Teardo era socialista (e membro della P2).
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Anonymous - Mar Mar 10, 15:42:46
Oggetto:
ma basta leggere quello che hai citato per capire che il PCI di Berlinguer era molto estraneo a certi giochi...
sweepsy - Mar Mar 10, 15:46:44
Oggetto:
fotogian ha scritto:


ancora con questa storia? non sapete parlare d'altro? poi sai il PCI di allora, se non ricordo male era in una giunta piemontese che cadde sotto i colpi delle tangenti e lo stesso avvenne nel comune di Torino e in Liguria dove Teardo fece una brutta fine

questo era il PCI di Berlinguer...che ad esempio non s'è mai messo in luce per le proteste contro gli scandali di allora (ad esempio lo scandalo dei petroli) mantenendo un profilo che oggi vi farebbe gridare allo scandalo
per il resto poi stava a distanza dalla DC, non ha mai governato, non è mai riuscito a mettere in difficoltà nessun Andreotti

oltre alle belle parole sull'eterna questione morale non ha certo ottenuto nulla in + di quanto abbiano fatto i suoi alunni di allora, anzi meno


Piano con i luoghi comuni eh! Se stai cercando di far passare la minchiata (scusate il francesismo) secondo cui il Pci non avrebbe potuto mai governare per suoi demeriti puoi tornartene da dove sei venuto, nel vuoto spinto del tuo partito.
Il Pci non poteva governare per la situazione internazionale, è una situazione che si è formata all'indomani della seconda guerra mondiale ed è rimasta cristallizzata per tanti anni. Ma non mi venire a dire che il Pci era una nullità perchè ti tiro tutti i tomi di storia delle istituzioni che c'ho (un pò in effetti) per aprirti la mente (non la testa)

Scusate ma le insinuazioni sulla storia non le tollero, sono perfetti esempi di berlusconismo strisciante.
Anonymous - Mar Mar 10, 15:52:06
Oggetto:
raccontiamoci tutte le balle che vogliamo... spiegami cosa c'entra la situazione internazionale con il voto degli italiani. I numeri basta controllarli e vedi che non ci sono mai stati i numeri per governare esattamente come succede oggi

escluse le politiche del 1976, dal 1948 in poi il PCI al massimo è arrivato al 30.8% navigando per il resto tra il 22% e il 30% circa

poi anche Berlinguer sapeva che per governare non bastava una risicata maggioranza e lo disse dopo il golpe in Cile. Ma, detto questo, resta il fatto che i numeri per governare non li ha mai avuti e non è mai riuscito ad avvicinarsi alla DC

Solo alle regionali del 1975 accadde qualcosa di diverso, complice il fatto che votavano per la prima volta i diciottenni e si votava per le regionali, ma la moralità dello statista non è stata sufficiente a evitare di stringere alleanze con i peggiori ladri (e diversi di costro abitavano anche nel PCI), col risultato che gli scandali hanno spazzato via ogni possibilità residua di governare
Anonymous - Mar Mar 10, 16:15:57
Oggetto:
Citazione:
Piano con i luoghi comuni eh! Se stai cercando di far passare la minchiata (scusate il francesismo) secondo cui il Pci non avrebbe potuto mai governare per suoi demeriti puoi tornartene da dove sei venuto, nel vuoto spinto del tuo partito.
Il Pci non poteva governare per la situazione internazionale, è una situazione che si è formata all'indomani della seconda guerra mondiale ed è rimasta cristallizzata per tanti anni. Ma non mi venire a dire che il Pci era una nullità perchè ti tiro tutti i tomi di storia delle istituzioni che c'ho (un pò in effetti) per aprirti la mente (non la testa)

Scusate ma le insinuazioni sulla storia non le tollero, sono perfetti esempi di berlusconismo strisciante.


La conventio ad excludendum è storia (dettagliatamente documentata) come storia sono Gladio, Piano Solo, P2 (che a dir la verità è presente...) e le migliaia di condizionamenti legali o meno, subiti dal processo elettorale nei 50 anni di Repubblica.
D'altronde che gli americani fossero pronti ad un intervento militare, se in Italia avessero vinto i comunisti è storia documentatissima, almeno fino agli anni '70.
Paradossalmente il meno comunista tra i comunisti (Berlinguer) è proprio quello più amato.. lui, oltre all'eurocomunismo, ha cercato in ogni maniera di superare la crisi occidentale degli anni '80 (di cui questa è decisamente figlia..) cercando di coniugare governo e difesa delle classi deboli (non sempre riuscendoci in pieno ed anzi borghesizzando non poco il partito) ed infondo i risultati gli hanno dato pienamente ragione, almeno finchè qualcuno ha pensato che la mossa migliore per proseguire su quella corrente ideale fosse buttare nel cesso il comunismo, tirare l'acqua ed imbarcarsi i centristi....
PCI e PD hanno una storia speculare: mentre l'uno cresceva, l'altro perde voti a vista d'occhio.. Cool
sweepsy - Mar Mar 10, 16:19:18
Oggetto:
Bah, i numeri li conosco anch'io... solo che non sono sufficienti da soli a spiegare la realtà..capisco che è difficile per un economista... Rolling Eyes
Anonymous - Mar Mar 10, 16:25:52
Oggetto:
spiegala tu la realtà... io vorrei sapere chi e come potesse impedire a milioni di italiani di votare per il PCI.. non si tratta di poche centinaia di voti o di qualche migliaio ma di milioni di voti necessari ad avvicinarsi al 50%... per arrivare al 50% il PCI aveva bisogno del doppio dei voti che otteneva davvero

al massimo i poteri forti, illegali ecc. potevano impedire che il PSI si alleasse col PCI, ma anche mettendo insieme i voti dei due partiti non avresti raggiunto la maggioranza

e visto che poi i numeri sono gli stessi di oggi vorrei sapere quale complotto ci impedisce oggi di vincere
Orientalista partenopeo - Mar Mar 10, 16:33:34
Oggetto:
max ha scritto:

almeno finchè qualcuno ha pensato che la mossa migliore per proseguire su quella corrente ideale fosse buttare nel cesso il comunismo, tirare l'acqua ed imbarcarsi i centristi....

Senza contare il fatto che il vecchio PCI era sostanzialmente immune da contaminazioni mafiose nel Mezzogiorno. Anzi, la sua storia (da Portella della Ginestra a Pio La Torre) dimostra esattamente il contrario. Ancora adesso, i partiti a sinistra del PD sono quelli meno contaminati.
A proposito di La Torre:
Citazione:
Più tardi entrerà nella segreteria nazionale, su proposta di Enrico Berlinguer, in considerazione delle sue doti politiche, d’intuito e di organizzazione.
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Che differenza con Walter Topogigio, che non voleva candidare Giuseppe Lumia (uno dei pochi con la schiena dritta nel PD, per quanto riguarda la mafia).
Anonymous - Mar Mar 10, 16:41:32
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


l'italia politica del 2008

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


quella del 1992

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


e quella del 1972


come vedete non è cambiato molto... anzti tutto sommato il PD ha fatto assai meglio
Alex66 - Mar Mar 10, 16:44:23
Oggetto:
.. Fotogian, il contesto storico devi considerarlo, non puoi sempre ragionale con la contabilità spicciola di una puntata di Ballarò post-elezioni .. Fino almeno agli anni '70 il comunismo era pressocchè unanimemente riconosciuto, per volontà dei governi occidentali più forti, come una specie di malattia da cui tenersi alla larga .. il Maccartismo non ti dice niente? O pensi che sia un episodio fuggevole e circoscritto a qualche buontempone esaltato negli USA? Che significa "cosa c'entra con gli elettori italiani"? E' quasi come se oggi chiedessi alla gente di votare per il "Partito dei Pedofili", altro che il 50% di voti mancanti .. non c'è da ragionarci, la gente non lo poteva votare e basta, se non una minoranza .. Il condizionamento dell'opinione pubblica non l'ha inventato Berlusconi, l'ha solo perfezionato ..
Roberto - Mar Mar 10, 16:45:16
Oggetto:
Ragazzi, abbiamo raggiunto dimensioni mastodontiche, direi che possiamo aprire un thread nuovo di discussione che sia la continuazione di questo, di modo che si possa cominciare d'accapo.

Il nuovo thread è qui:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!



Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB